T-Mobile, breccia o minaccia?

I dati confidenziali dell'operatore di telefonia mobile sarebbero finiti nelle mani di ignoti cracker disposti a vendersi al miglior offerente. T-Mobile non conferma, ma assicura che un'indagine è in corso

Roma – Se fosse vero, si tratterebbe di uno dei più grossi incidenti di questo genere: secondo quanto sostenuto da ignoti cracker in vena di affari, il network interno dell’operatore T-Mobile sarebbe stato compromesso esponendo un numero non meglio specificato di informazioni riservate di ogni genere. Tale miniera di informazioni starebbe ora per essere venduta al miglior offerente dopo i primi, infruttuosi tentativi di chiedere un vero e proprio riscatto alla diretta interessata.

La potenziale notizia-bomba è emersa sulla board Full Disclosure / Insecure.org , dove sabato scorso l’ignoto gruppo o singolo di cui sopra ha comunicato di avere a disposizione il prezioso bottino di dati: “abbiamo ogni cosa – recita il messaggio su Full Disclosure – i loro database, i documenti confidenziali, script e programmi presi dai loro server, documenti finanziari sino al 2009″.

“Abbiamo già contattato i concorrenti di T-Mobile – continuano gli ignoti cyber-criminali – ma questi non hanno mostrato interesse nell’acquistare i dati (probabilmente perché le mail sono arrivate alle persone sbagliate) perciò ora li stiamo proponendo al miglior offerente”. A seguire del minaccioso ricatto viene allegato un “blob” di informazioni apparentemente estratto da un database di formato ignoto con nomi di aziende, indirizzi IP, server, applicazioni usate e quant’altro.

T-mobile, che secondo i dati riportati dai cyber-criminali gestirebbe “268 milioni di potenziali clienti”, non conferma al momento la veridicità delle affermazioni incluse nel cyber-ricatto ma nondimeno dice di voler prendere la questione piuttosto sul serio : “La protezione dei dati dei nostri consumatori, e la sicurezza dei nostri sistemi, sono un bene inestimabile per T-Mobile”, recita il comunicato diffuso dalla società, che dice di stare “investigando pienamente sulla questione”. Se ci saranno le prove di una breccia, continua il comunicato, i soggetti coinvolti verranno informati sull’accaduto quanto prima possibile.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • umby scrive:
    esagerazioni
    Penso che il calo dipenda anche dal modo esagerato e violento di porre banner enormi, che ti impediscono di vedere il copntenuto delle pagine e che ti inseguono nello scrolling.Io sempre blocco l'intero dominio dei banner troppo invadenti, col risultato di farli sparire per sempre, invece spesso clicco su quelli piccoli e discreti che non mi rompono le scatole.Come faccio io, penso siano in molti a farlo.Ormai l'advertising, é diventato una violenza e molti ne sono infastiditi e lo snobbano.
    • Uccio scrive:
      Re: esagerazioni
      Giusto... lo faccio anch'io. Ho poco tempo per leggere e ci sono banner che ti occupano l'area visibile per parecchi secondi. In questo caso, quella notizia, me la vado a leggere altrove.
  • Funz scrive:
    Che si aspettavano?
    C'è un mare di gente che ha perso il lavoro, lo sta perdendo, non lo riesce a trovare e non riuscirà più.Solo da noi i politici continuano a negare l'evidenza, vabbè che la gente è stupida ed ignorante ma a tutto c'è un limite, e quando la pancia vuota inizierà a dolere...
    • Get Real scrive:
      Re: Che si aspettavano?
      - Scritto da: Funz
      C'è un mare di gente che ha perso il lavoro, lo
      sta perdendo, non lo riesce a trovare e non
      riuscirà
      più.E ce ne sarà sempre di più. Perché le cose dovrebbero cambiare? Ormai è dimostrato che la gente accetterà di piegarsi a qualunque cose per il lavoro più miserrimo. I datori di lavoro generosamente ci consentiranno di raccogliere gli escrementi di cane con le mani e noi, grati, puliremo loro le suole con la lingua.
      Solo da noi i politici continuano a negare
      l'evidenza, vabbè che la gente è stupida ed
      ignorante ma a tutto c'è un limite, e quando la
      pancia vuota inizierà a
      dolere...Cosa pensi che succeda? Niente. Il popolo è disarmato, si troverebbe di fronte ad un muro di armi che ne farebbe cibo per vermi in un istante.L'era del servaggio è tornata.
      • Funz scrive:
        Re: Che si aspettavano?
        Mah, le forze dell'ordine sono quelle che hanno subito i tagli più sanguinosi, alla faccia della propaganda sulla sicurezza per abbindolare i gonzi.Finora sono stati zitti, ma quando sarà ora di appendere per i piedi gli attuali governanti non so da quale parte si schiereranno.
        • Get Real scrive:
          Re: Che si aspettavano?
          - Scritto da: Funz
          Mah, le forze dell'ordine sono quelle che hanno
          subito i tagli più sanguinosiEcco perché ci saranno forze militari europee a risolvere il problema.
          • Funz scrive:
            Re: Che si aspettavano?
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: Funz

            Mah, le forze dell'ordine sono quelle che hanno

            subito i tagli più sanguinosi

            Ecco perché ci saranno forze militari europee a
            risolvere il
            problema.Certo che a voi piace proprio la strada che stiamo prendendo, neh?Anche l'ultima volta il regime fascista è arrivato pianin pianino e col favore del popolo ignorante. Si è visto com'è andata a finire.
      • Indipendent e scrive:
        Re: Che si aspettavano?
        - Scritto da: Get Real

        L'era del servaggio è tornata.È tornata solo in Italia e in quei pochi Paesi incivili che non prevedono sussidi di disoccupazione.Chi può contare su un sussidio sicuro non si riduce alla disperazione e alla schiavitù perché sa che non arriverà mai alla fame.Proprio per questo motivo in Italia non ci saranno mai sussidi certi... altrimenti le grandi aziende non troverebbero più schiavi!P.S.Un altro metodo per produrre schiavi è quello di far pagare le tasse anche a chi ha un reddito sotto la soglia della povertà. Naturalmente ciò non sarebbe neanche immaginabile in un qualsiasi normale Paese civile.
Chiudi i commenti