Taxi subito? Basta un SMS

A Dublino si può prenotare un Taxi mandando un messaggio al guidatore


Dublino – Si può chiamare un Taxi con un SMS? Certo, se il guidatore è un amico del chiamante; ma a Dublino qualcuno ha deciso di pensare anche a chi non potesse vantare simili privilegiate conoscenze. Nasce così l’accordo tra City Cab (società di taxi) e E-Taxi, dot com irlandese, che s’impegnano a fornire agli utenti questo nuovo servizio.

Per chi cerca un’autopubblica a Dublino basterà inviare un SMS alla società di taxi. Automaticamente, il messaggio arriverà al tassista di City Cab più vicino all’utente che effettua la chiamata. Con lo stesso sistema si potranno acquistare prodotti di telefonia e addirittura effettuare versamenti di beneficenza agli enti prescelti.

Chiamare un taxi con una semplice telefonata non era già abbastanza comodo per tutti? Sembra di no, almeno a parere di City Cab e (forse) dei suoi clienti. E’ probabile che comunque questa iniziativa abbia successo. Spesso si è potuto vedere come nell’era delle telecomunicazioni una tecnologia inutile e ridondante, ma pubblicizzata per comoda e pratica, è risultata più utilizzata.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Dalila Cullen scrive:
    i cellulari fanno malissimo
    secondo me i cellulari fanno molto male anche se mi ritengo una che non ne può stare senza...
  • Anonimo scrive:
    Scientificamente provato:fanno male!
    E' notizia di questi giorni che la massima autorità europea sulle ricerche sul cancro (mi pare che la sigla sia IRCI, ma non ne sono certo) ha condotto studi che inequivocabilmente provano la dannosità dei cellulari.La notizia è apparsa su Repubblica di pochi giorni fa, sul sito c'è sicuramente. http://www.repubblica.itTra l'altro nell'articolo il rappresentante di tale istituto lamentava il fatto di essere stato spesso tirato in ballo da Veronesi, il quale affermava che avevano già compiuto studi che ne dimostravano la non pericolosità, studi assolutamente inesistenti...
    • Anonimo scrive:
      Re: Scientificamente provato:fanno male!
      STRONZATE,NON FANNO MALE LE ONDE ELETTROMAGNETICHE !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!LEggete di meno i giornali-spazzatura(La repubblica,Panorama) e leggete di più riviste serie (Le scienze,Nature) !!!!!!!SE VOLETE GUARDARE TELEVISIONE SERIA LASCIATE PERDERE : TEMPI MODERNI(una puttanata simile a "viaggio al centro di Selen"),STRISCIA LA NOTIZIA ......Volete spendere 50 mila miliardi x una cazzata quando con la stessa cifra si può eliminare il cancro ? mi fate schifo,siete solo un branco di ignoranti che gli basta avere un browser caricato su un sito porno.Contro qualche risultato che lascia passare un pò di terrore ci sono altre 25 MILA RICERCHE CHE AFFERMANO CON SICUREZZA che non c'è relazione fra tumori e onde elettromagnetiche.Volete salvare un bambino ogni due anni dalle onde elettromagnetiche oppure 2500 bambini l'anno x cancerogeni certi ?MEditate seguaci di deputati cretini
      • Anonimo scrive:
        Re: Scientificamente provato:fanno male!
        Evito accuratamente di commentare gli insulti che hai sparato e passo alle cose serie, perché non amo riempirmi la bocca di fumo. Stavolta fammi la cortesia di leggere fino in fondo.Secondo me non hai letto cosa ho scritto: ti ho detto che è stato provato che le emissioni elettromagnetiche sono nocive. Questo ente di cui purtroppo non ricordo bene la sigla (è l'istituto internazionale di ricerca sul cancro) ha dimostrato che:1. le emissioni elettromagnetiche sono nocive2. qualunque elettrodomestico produce emissioni nocive ma lavorano a correnti basse perciò un minimo di distanza (spesso davvero minima) fa scendere a zero le emissioni.3. ciò che fa davvero male sono i grandi elettrodotti, le centrali di produzione dell'elettricità e i ripetitori, in quanto lì si producono grandi emissioni e servono delle discrete distanze per mettersi al riparo, spesso non osservate.Inutile dire che gli sforzi per ridurre "l'elettrosmog" (passatemi tale termine) vanno fatti solo in quest'ultimo caso, in quanto è presente un DIMOSTRATO aumento di casi di cancro e leucemia.Aggiungo un paio di osservazioni che meritano di essere citate del rappresentante di tale istituto:1. sono stati i casi sui grandi fumatori a far capire i danni che il fumo può fare, anche in questo caso è ridicolo soffermarsi sui piccoli elettrodomestici, bisogna concentrarsi sulle grandi fonti di "elettrosmog".2. L'ex ministro della Sanità Veronesi ha spesso citato ricerche di tale istuto che dimostravano l'inesistenza dell'"elettrosmog". Tali ricerche sono inesistenti, in quanto l'unica ricerca fatta da tale istituto è quella cui si riferiva l'articolo di Repubblica, i cui risultati sono stati pubblicati pochi giorni fa.La prossima volta vedi di fare critiche costruttive invece di insultare e basta. Io ti ho fornito fonti e dati, tu fai riferimento a ricerche che non citi. Son buoni tutti a dire "tante ricerche dimostrano che...", dicci quali sono queste ricerche e mostraci il modo in cui sono state condotte. E se ti riferisci a ricerche sui telefonini ricordati che io mi riferisco invece a grandi fonti, su cui è possibile condurre ricerche meno aleatorie.E ricordati che allo stato delle cose la scienza non può dirci che è una cosa è innoqua, può solo affermare che, nelle situazioni ispezionate, non fa male. E c'è una bella differenza!A titolo di esempio ti rammento che le ricerche condotte su ogni marca di sigarette in commercio per vedere quanto catrame e altra immondizia è aspirato dal fumatore (quei numeretti posti sulle sigarette) sono condotte con la "smoking machine". Peccato che tale macchina faccia una breve boccata ogni minuto. quanti fumano così? Nessuno, ma conducendo così le ricerche si possono mettere dei numeretti bassi bassi sui pacchetti, mentre la schifezza inalata è molta di più. E qui la fonte è "Report", la trasmissione di Raitre. Era un reportage sull'ipocrisia dello stato che da un lato dice che il fumo fa male e dall'altro lo spaccia. Ed è una fonte affidabile, visto che sono Giornalisti con la G maiuscola. Ci tengo a precisarlo perché sicuramente tu non l'hai mai vista.PS: anch'io leggo Nature et similia ma forse non hai mai visto i parametri con cui venivano svolte le ricerche: spesso erano così empiriche da far ridere i polli.Saluti.
  • Anonimo scrive:
    E i processori ???
    Una volta ai tempi dei primissimi P250 si inizio' a dire ch le freguenze maggiori di 300Mhz erano nocive !!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: E i processori ???
      I processori, sono lontani dalla persona e schermati.
    • Anonimo scrive:
      Re: E i processori ???
      I processori occupano pochi millimetri di spazio, il cellulare occupa lo spazio tra esso e il ripettitore.Diverso sarebbe se fosse il FSB (Front Side Bus)ad andare a 1000MHz EFFETTIVI perche occupa maggior spazio ed è difficile da schermare.Quindi prima di esprimere le tue idee cerca di informarti prima, e non scrivere le prime cazzate che ti passano per la mente solo per "sentito dire"!
      • Anonimo scrive:
        Re: E i processori ???
        - Scritto da: Vala
        I processori occupano pochi millimetri di
        spazio, il cellulare occupa lo spazio tra
        esso e il ripettitore.
        Diverso sarebbe se fosse il FSB (Front Side
        Bus)ad andare a 1000MHz EFFETTIVI perche
        occupa maggior spazio ed è difficile da
        schermare.Cortesemente, mi spiegheresti in modo un po piu' semplice, come se per pura ipotesi io non avessi una laurea in radioelettronica :)Scusa, Grazie
        • Anonimo scrive:
          Re: E i processori ???
          - Scritto da: Caine
          - Scritto da: Vala

          I processori occupano pochi millimetri di

          spazio, il cellulare occupa lo spazio tra

          esso e il ripettitore.


          Diverso sarebbe se fosse il FSB (Front
          Side

          Bus)ad andare a 1000MHz EFFETTIVI perche

          occupa maggior spazio ed è difficile da

          schermare.

          Cortesemente, mi spiegheresti in modo un po
          piu' semplice, come se per pura ipotesi io
          non avessi una laurea in radioelettronica :)

          Scusa, GrazieTi stà dicendo che i processori non funzionano con frequenze esterne elevate perchè hanno un'architettura superscalare e che il chip (dove puoi trovare quelle frequenze) è già schermato dal produttore.Inoltre, ti fa presente che è sempre possibile schermare bus esterni (ad elevata velocità) anche se ci sono alcune le difficoltà di cui tenere conto nel farlo (dipendentemente dal tipo di bus, ecc.).Poi, infine, indica chiaramente che le emissioni elettromagnetiche dei processori sono effetti collaterali mentre quelli dei cellulari sono esplicitamente volute (tragitto dal cellulare al ripetitore e vice-versa) e quindi impossibili da schermare efficacemente senza inficiarne il funzionamento.Non capisco invece che problemi ci siano ad avere processori superscalari con frequenza superiore a 300MHz, vista la facilità con la quale si possono schermare.Se poi sono dannose le frequenze dei segnali superiori a 300MHz ... mi chiedo se ci sono stati problemi di salute dove queste frequenze vengono usate quotidianamente già da un sacco di tempo per motivi professionali (Forze Armate, aeroporti, ecc.).Saluti Ing.!
          • Anonimo scrive:
            Re: E i processori ???
            - Scritto da: Gano
            - Scritto da: Caine

            - Scritto da: Vala


            I processori occupano pochi millimetri


            di spazio, il cellulare occupa lo spazio


            tra esso e il ripettitore.
            Ti stà dicendo che i processori non
            funzionano con frequenze esterne elevate
            perchè hanno un'architettura superscalare e
            che il chip (dove puoi trovare quelle
            frequenze) è già schermato dal produttore.
            Inoltre, ti fa presente che è sempre
            possibile schermare bus esterni (ad elevata
            velocità) anche se ci sono alcune le
            difficoltà di cui tenere conto nel farlo
            (dipendentemente dal tipo di bus, ecc.).
            Poi, infine, indica chiaramente che le
            emissioni elettromagnetiche dei processori
            sono effetti collaterali mentre quelli dei
            cellulari sono esplicitamente volute
            (tragitto dal cellulare al ripetitore e
            vice-versa) e quindi impossibili da
            schermare efficacemente senza inficiarne il
            funzionamento.Grazie, cosi' e' molto piu' chiaro x uno che non conosce i termini tecnici dell'elettronica.
            Non capisco invece che problemi ci siano ad
            avere processori superscalari con frequenza
            superiore a 300MHz, vista la facilità con la
            quale si possono schermare.
            Se poi sono dannose le frequenze dei segnali
            superiori a 300MHz ... mi chiedo se ci sono
            stati problemi di salute dove queste
            frequenze vengono usate quotidianamente già
            da un sacco di tempo per motivi
            professionali (Forze Armate, aeroporti,
            ecc.).Bho e' solo una voce che avevo sentito al tempo.
        • Anonimo scrive:
          Re: E i processori ???
          Per essere dannose bisogna che una persona si trovi in mezzo alla propagazione delle onde elettromagnetiche.I segnali dei telefonini hanno l'obbiettivo di propagarsi per lunghi spazi, quelli dei pc no.I processori essendo molto piccoli possono irradiare le onde con molta difficolta', poi sono anche abbastanza schermati per evitari le interferenze dall'esterno, senza poi contare che il case metallico o metallizzato del pc e' un ottimo schermo.Poi i pc sono sottoposti a normative molto rigide sull'irradiazione di disturbi.Invece il bus del pc, dovendo arrivare a un sacco di componenti comprese gli slot di espansione, sono molto lunghi, e quindi sono delle antenne di trasmissione molto piu' efficaci del processore.Comunque tieni conto che di solito sono i cavi di collegamento (piattine per gli harddisk, cavi per mouse, stampanti, USB, ecc.) le peggior fonti di irradiazioni di un pc.
      • Anonimo scrive:
        Re: E i processori ???

        Quindi prima di esprimere le tue idee cerca
        di informarti prima, e non scrivere le prime
        cazzate che ti passano per la mente solo per
        "sentito dire"!Mizzega che maleducazione!
    • Anonimo scrive:
      Re: E i processori ???
      Ma per carita'... La frequenza di clock indica solo quante volte al secondo il processore "fa qualcosa", non c'entra assolutamente nulla con i campi elettromagnetici che trasportano i dati della rete gsm
  • Anonimo scrive:
    eccone le prove
    basta guardare come sta andando l' economia soprattutto delle ditte new economy da quando tutti i manager e psudotali hanno iniziato ad andare in giro almeno 10 ore al giorno a gesticolare da soliE da quando sono arriviati gli auricolari la cosa e' ancora peggiorata! Adesso e' pieno di gente che parla alla macchinetta del caffe o alla porta chiusa dell' ascensore
    • Anonimo scrive:
      Re: eccone le prove
      - Scritto da: lucius
      E da quando sono arriviati gli auricolari la
      cosa e' ancora peggiorata! Adesso e' pieno
      di gente che parla alla macchinetta del
      caffe o alla porta chiusa dell' ascensoreVeramente gli scemi del villaggio esistevano anche nell'antichità... quelli sono imbecilli per natura, la tecnologia può solo peggiorarli un pochino.
  • Anonimo scrive:
    non c'è evidenza
    Il 6 marzo 2001 l'NRPB (U.K. National Radiation Protection Board) hapubblicato il report sulle relazioni tra campi elettromagnetici ecancro:"a comprehensive review of experimental and epidemiological studiesrelevant to an assessment of the possible risk of cancer resulting fromexposures to power-frequency electromagnetic fields... It is notconcerned with exposures to high frequencies nor with other potentialeffects of exposure to power frequencies..."The main conclusion of the report was that:Laboratory experiments have provided no good evidence that extremely lowfrequency electromagnetic fields are capable of producing cancer, nor dohuman epidemiological studies suggest that they cause cancer in general.There is, however, some epidemiological evidence that prolonged exposureto higher levels of power frequency magnetic fields is associated with asmall risk of leukaemia in children. In practice, such levels ofexposure are seldom encountered by the general public in the UK. In theabsence of clear evidence of a carcinogenic effect in adults, or of aplausible explanation from experiments on animals or isolated cells, theepidemiological evidence is currently not strong enough to justify afirm conclusion that such fields cause leukaemia in children. Unless,however, further research indicates that the finding is due to chance orsome currently unrecognized artifact, the possibility remains thatintense and prolonged exposures to magnetic fields can increase the riskof leukaemia in children...............With respect to epidemiological studies of residential exposure, thereport concluded that:Recent large and well-conducted studies have provided better evidencethan was available in the past on the relationship between powerfrequency magnetic field exposure and the risk of cancer. Taken inconjunction they suggest that relatively heavy average exposures of 0.4microT or more are associated with a doubling of the risk of leukaemiain children under 15 years of age. ------





    The evidence is,however, not conclusive...
  • Anonimo scrive:
    Fanno malissimo !
    Cacchio, è scientificamente dimostrato ! Un'antenna di un cellulare, se infilata in un occhio, fa proprio male ! Provate per credere ! Conosco anche uno che è cascato col cellulare in tasca e s'è tagliato coi pezzetti del vetrino !Però la tecnologia progredisce e allora i cellulari di una volta facevano molto più male: io avevo un radiotelefono nel '91 che pesava 8 Kg con le batterie e la base ! Quello sì che faceva male se ti andava su un piede...
  • Anonimo scrive:
    secondo me fanno male!non usatelo!
    mi raccomando.
    • Anonimo scrive:
      Re: secondo me fanno male!non usatelo!
      .....te l' ha detto la tua nonna ?
      • Anonimo scrive:
        Secondo me fa male: usatelo!
        Tutti i cyberentusiasti ad affannarsi con le ultime ricerche, a cercare l'avallo della scienza a difesa dell'hitech...dall'altra i tecnofobi che cassandrano bellamente a vanvera. Né gli uni né gli altri possono scientificamente provare un bel nulla: parleranno le statistiche fra qualche anno. Invito comunque tutti questi "scienziati" del forum PI a usare molto il cellulare senza antenna e in macchina: realizzarete presto il sogno di entrare nel vostro manga preferito come MMM (Mutanti Magneticamente Modificati).
Chiudi i commenti