TDK raddoppia velocità e capienza di Blu-ray

Nel 2007 saranno commercializzati i nuovi supporti Blu-ray a quattro layer con velocità di trasferimento di 72 Mbps e capienza massima di 100 GB


TDK e Toshiba stanno giocando a poker: la posta è sempre più alta ma continuano a rilanciare. La settimana scorsa Toshiba aveva presentato il nuovo disco HD DVD a sola lettura (ROM) in grado di contenere fino a 45 GB di dati, e un ibrido HD DVD-ROM/DVD-ROM. Ora TDK ha svelato una versione di Blu-ray disc capace di raggiungere i 100 GB di capacità e i 72 Mbps di velocità in scrittura, quasi il doppio rispetto alla versione base.

L’incremento di velocità è stato possibile grazie all’adozione di un composto plastico più evoluto per la realizzazione degli strati, e un potenziamento del laser. Sebbene la prima generazione Blu-Ray disponesse già di una sufficiente velocità di masterizzazione per i contenuti in broadcasting ad alta definizione, i vantaggi sensibili si avranno soprattutto nel trasferimento dei dati da hard disk a supporto ottico, come avviene ad esempio durante le sessioni di backup.

Secondo Nobuyuki Koike, portavoce di TDK, il nuovo formato sarà disponibile solo nel 2007, anche perché oltre all’incremento delle performance è previsto un aumento della capienza complessiva con l’aggiunta di altri due strati. I Blu-ray disc di prossima generazione, quindi, disporranno di ben 100 GB, 25 GB per layer.

La Blu-ray Disc Association ha dichiarato che la versione single-layer da 25 GB è in grado di archiviare 135 minuti di video ad alta definizione in formato MPEG-2 e almeno altre 2 ore di filmati standard. È evidente che raggiungendo i 100 GB la capienza quadruplicherà.

Dario D’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Super_Treje scrive:
    Nada versione italiana ?!?!?!
    Non riesco a raggiungere la versione italiana che manda sul sito del politecnico di torino.Da' pure a voi l'errore ?Sarebbe forse corretto mandare un'email al politecnico di torino per avvertirli di questa cosa ?Ciao
  • Anonimo scrive:
    Ma come si apre?!
    Ho scaricato TheOpenCD2 in italiano,ma non riesco ad aprirlo.Quale Applicazione devo usare?Aiutatemi....
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma come si apre?!
      - Scritto da: Anonimo
      Ho scaricato TheOpenCD2 in italiano,ma non
      riesco ad aprirlo.
      Quale Applicazione devo usare?
      Aiutatemi....ma in che formato è il file che hai scaricato ?ti prego non dirmi che è un file .iso e l'hai masterizzato tale e quale, ti prego, ti supplico :'(
  • golan77 scrive:
    Complimenti a questi studenti!
    Ciao a tutti,voglio fare i miei complimenti a questi studenti, che hanno saputo fornire un qualcosa di interessante e di "completo", utile soprattutto ad utenti poco smaliziati.Lavoro nell'informatica, soprattutto con Linux, da anni, ma spesso mi "dimentico" che la maggior parte delle persone non capisce un tubo o quasi di certe cose.Apprezzo molto anche la presenza, nel sito di questi studenti, di ELDA, l'immagine iso contenente documenti su GNUtemberg, un progetto molto valido e serio.Continuate così, e non preoccupatevi dei vari trolletti che gironzolano in questo forum... fanno tanto rumore, ma in realtà sono solo fumo.Un caro salutoSimone Brunozzi
  • Anonimo scrive:
    I MULI DELL'OPEN SOURKA RINGRAZIANO
    Lavorate miei muli......
  • Anonimo scrive:
    Vedo Scite
    Non vedo vim.Vedo scite.Preferirei non vedere scite.Continuo a non vedere vim.Non vedo emacs.E' un bene che non vedo emacs.Ma preferirei vedere vim.Peccato non vedere vim.Vedo scite.Perche' vedo scite?-z-
  • Anonimo scrive:
    $un e OpenOffice
    L'intenzione di Sun è chiaramente la seguente:Fase 1: Sfruttare OpenOffice per far diffondere tale software per togliere fette di mercato a MSOffice.Fase 2: Sun comincia a sviluppare StarOffice mettendosi in concorrenza diretta con OperOffice, sviluppando nuove feature assenti in OO distanziandolo di almeno 5 anni di sviluppo.Fase 3: Contattare le aziende che utilizzano OO e proporgli il passaggio a StarOffice.Fase 4: Iniziare un graduale assorbimento del mercato acquisito da OpenOffice usando vari sistemi di Marketing.GNU = Programmatore non Mangi più!
    • Funz scrive:
      Re: $un e OpenOffice

      Fase 1: Sfruttare OpenOffice per far diffondere
      tale software per togliere fette di mercato a
      MSOffice.E cio' e' buono e giusto, dal loro punto di vista e pure dal nostro
      Fase 2: Sun comincia a sviluppare StarOffice
      mettendosi in concorrenza diretta con OperOffice,
      sviluppando nuove feature assenti in OO
      distanziandolo di almeno 5 anni di sviluppo.Veramente fin dall'inizio hanno tenuto alcune features closed per SO, ma il grosso e' stato liberato con l'uscita di OOo. In ogni caso lo sviluppo di OOo mi sembra assai piu' vivace di quello di SO. Sbaglio?
      Fase 3: Contattare le aziende che utilizzano OO e
      proporgli il passaggio a StarOffice.
      Fase 4: Iniziare un graduale assorbimento del
      mercato acquisito da OpenOffice usando vari
      sistemi di Marketing.Certo, perche' il Dio Marketing puo' far fare qualunque cosa alle aziende, anche prendere decisioni contro il proprio interesse. Sara' per questo che in Italia le aziende vanno via dal cu*o...
      GNU = Programmatore non Mangi più!A lavorare i campi! (non quelli dei database)
    • Anonimo scrive:
      Re: $un e OpenOffice

      ottimo. E' l'intenzione di chiunque non sia
      pro-microsoft

      il resto delle tue ipotesi non reggono al modello
      Open Source di sviluppo. Sarebbero ovvie in caso
      di sviluppo tradizionale closed ma basta dare uno
      sgurardo alla potenza dell'open source
      (http://www.sourceforge.net) per accorgersi di
      quanto sei fuori strada
      Non sono d'accordo perchè:1) Il modello di sviluppo GPL (da non confondersi con Open Source che io ritengo buono) è con capitali limitati e quindi lento nelle innovazioni.2) La SUN può senza problemi usare OO come testa d'ariete e poi lasciarlo indietro.3) Il "Settarismo" tipico della GPL, porterà presto OO a dividersi in vari progetti separati con conseguente autoannichilimento.
      • Terra2 scrive:
        Re: $un e OpenOffice

        1) Il modello di sviluppo GPL (da non
        confondersi con Open Source che io ritengo buono)
        è con capitali limitati e quindi lento nelle
        innovazioni.fornisci un solo esempio di software GPL che vada a rilento...Oppure spiega perchè tutti i fondi di mamma microsoft non sono mai serviti per fare una cazzo di innovazione che non fosse già stata copiata da qualcun altro.
        2) La SUN può senza problemi usare OO come testa
        d'ariete e poi lasciarlo indietro.La SUN da microsoft ha già ottenuto fin troppo... ma non ha cessato il supporto a OOo...
        3) Il "Settarismo" tipico della GPL, porterà
        presto OO a dividersi in vari progetti separati
        con conseguente autoannichilimento.Infatti Linux ne è la prova... Negli ultimi 15 anni non ha fatto altro che autoannichilirsi eh?Le versioni non ufficiali di OOo vengono tranquillamente rese note tramite il sito ufficiale di OOo ed il codice condiviso in entrambi i sensi... I settaristi sono quelli con cervelletto chiuso nel proprio orticello. E credo che tu ne sia un degno rappresentante dal momento che di OpenSource e GPL non ne hai mai capito un cazzo.Anche qui, se ci riesci, fai un solo esempio di un software GPL che si sia autoannientato...
    • Anonimo scrive:
      Re: $un e OpenOffice

      Fase 4: Iniziare un graduale assorbimento del
      mercato acquisito da OpenOffice usando vari
      sistemi di Marketing.non c'è mariketing che tenga quando o installato una suite da ufficio sufficiente ai più su 50 postazioni GRATISnon perchè lo decido io ma i miei manager.che se si tratta di fuffa, ne vendono, ma non la comprano mica.
      • Anonimo scrive:
        Re: $un e OpenOffice
        *HO*era un typo, non sono ignorante! :-D
      • Anonimo scrive:
        Re: $un e OpenOffice
        - Scritto da: Anonimo

        Fase 4: Iniziare un graduale assorbimento del

        mercato acquisito da OpenOffice usando vari

        sistemi di Marketing.

        non c'è mariketing che tenga quando o installato
        una suite da ufficio sufficiente ai più su 50
        postazioni GRATIS
        non perchè lo decido io ma i miei manager.
        che se si tratta di fuffa, ne vendono, ma non la
        comprano mica.Sì, finchè usi OO per scrivere un banale documento senza niente di particolare ci credo che va bene, allora usate wordpad MFC!Ma se ti servono delle funzionalità più avanzate allora si nota tutta la differenza!Inoltre manca un DBMS (dicono che con la v2.0 ci sarà, io aspetto) e il Presenter (per le presentazioni) c'è tanto per dire che c'è un DTP.Inoltre manca tutto il servizio di supporto...Sono molti i difetti dove il marketing può fare leva...
        • Terra2 scrive:
          Re: $un e OpenOffice

          Sono molti i difetti dove il marketing può fare leva...Pensa che nonostante tutti sti difetti, sembra che negli USA abbia già sostituito almeno un 25% dell'installato msOffice...Forse è servito solo per mettere in regola macchine su cui girava un msOffice pirata, ma adesso sono tutti ca%%i acidi per Redmond.Inoltre, OOo è multipiattaforma... cosa che msOffice non sarà mai, ha una ottima procedura per recuperare i files non salvati quando windows si pianta, ed il foglio di calcolo e l'editor di OOo sono esageratamente più funzionali di word ed excel (ridotti ormai ad un ammasso di funzioni ridondanti).Sono molti i pregi dove il marketing di OOo può fare leva... :D
    • Anonimo scrive:
      Re: $un e OpenOffice
      dalla vita puoi avere tante cose:- creativita e intelligenzaallora se hai la passione per l'informatica (quella vera che studi partendo dal codice binario) puoi sviluppare progetti e cercare di concretizzarli in software, magari partendo dall'analisi di come qualcun altro ha risolto lo stesso problema studiando i codici sorgenti del suo programma; oppure se hai la voglia di fare cultura ad esempio contribuisci al thesaurus della lingua italiana di OpenOffice.org sapendo che lo studio della lingua è una delle basi per la comprensione della letteratura;- coerenza ed onestaallora decidi di pagare l'acquisto di tutte le licenze di tutto il software che contribuisce a farti guadagnare e allora se sei un amministratore oculato di solito valuti molto bene se pagare il doppio una scheda video con appena il 10% di prestazioni in più, oppure se pagare centinaia di euro le funzioni aggiuntive di un prodotto da ufficio rispetto all'alternativa gratuita;- voglia di aiutare le personeallora perdi del tempo a preparare e distribuire un CD, con programmi che una volta installati ti danno delle possibilità che prima non avevi (e magari non sapevi di avere);criticare la Microsoft è facile, c'è praticamente solo lei nel mercato dei sistemi operativi e dei prodotti da ufficio, ma nesssuno ti obbliga ad utilizzare i suoi prodotti che potrebbe pure far pagare molto più caro e continuerebbe a non esserci nulla di male, lo scopo di questa multinazionale è il profitto e quello realizza, non di certo lo sviluppo della cultura informatica, ed è pure da apprezzare perché per dirla in termini semplici "mangia lei ma fa mangiare anche me", con tutte le volte che mi son fatto pagare per risolvere i problemi dei suoi software!facile anche criticare il mondo dell'open source distrubuito con licenze GPL, deve sembrare effettivamente stupido agli occhi di un non appassionato di informatica, uno che perde del tempo per realizzare qualcosa di utile e non ci ricava nulla dal farlo, per poi rischiare che qualche grande software house glielo copi senza ritegno, probabilmente non conosce la soddisfazione che si ottiene dal realizzare un programma, vederlo funzionare, trarne dei benefici, diffonderlo per aiutare altre persone e magari sentirsi fare i complimenti;E' un po' come se a te piace far volare modelli di aerei, spendi tempo e soldi a realizzarli, vai in un campo e li fai volare, sei felice e contento così; ora se arriva una società che costruisce le gradinate, invita le persone che per vederti le pagano il biglietto, a te continua a far piacere far volare i tuoi modelli, e magari anche avere gli applausi per qualche evoluzione ben riuscita;Se la Sun s'e' comprata star office, ha deciso di farci giocare i programmatori di tutto il mondo che hanno realizzato un buon prodotto, l'avrà fatto per ottenere qualcosa (posizioni di mercato, idee nuove, ...); se chi programma ha deciso di contribuire ad un progetto partito col marchio di una grande software house l'avrà fatto per ottenere qualcosa (la garanzia della software house che ha sviluppato la tecnologia Java, la visibilità mondiale del progetto, ...);Il risultato dell'operazione è che esiste una suite da ufficio con visibilità mondiale, sviluppo continuo, buona qualità delle funzioni offerte, gruppi di studenti che la pubblicizzano e la fanno installare gratis e costo zero;e questa mi sembra una buona cosa
  • Anonimo scrive:
    poveri studenti
    Poveri studenti!Si sognano l'informazione gratuita... non sanno che i loro cari professori la sponsorizzano perchè tanto a loro lo stipendio non manca..... non sanno che usciti dall'università lavoreranno con contratto a progetto e 1000 euro al mese per fare quattro misere applicazioni gestionali/web del cavolo.Sponsorizziamo sempre chi lavora gratis come la maggior parte dei programmatori open source (che spesso è free).Distruggiamo le software house che producono software a pagamento e facciamo tutti i consulenti!!!!!W l'open!!!W Stallman!!!W la religione del computer!!!W la povertà!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: poveri studenti
      - Scritto da: Anonimo
      Poveri studenti!
      Si sognano l'informazione gratuita... non sanno
      che i loro cari professori la sponsorizzano
      perchè tanto a loro lo stipendio non manca.....senza contare che certi docenti universitari cederebbero molto volentieri il cul* della propria consorte, anzichè perdere un solo centesimo dai diritti dei libri che spesso scrivono grazie alle ricerche degli stessi poveri e illusi studentie vai di sto passo!
      • Anonimo scrive:
        Re: poveri studenti
        Io sapevo che mollavano il loro al rettore...soprattutto nel caso di professoresse.Si ribelleranno mai gli studenti?
        • Anonimo scrive:
          Re: poveri studenti

          Io sapevo che mollavano il loro al
          rettore...soprattutto nel caso di professoresse.

          Si ribelleranno mai gli studenti?Si, ce' stato un caso i cui i cari studenti hanno copiato le loro "ricerche" pari pari da altri libri ed il professore ha utilizzato per il suo libro le ricerche degli studenti prendendo i testi senza cambiare una virgola.Morale della favola, il prof si e' visto contattare dagli autori degli altri libri che chiedevano "spiegazioni".. e non solo :DE si chi la fa... l'aspetti :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: poveri studenti
      - Scritto da: Anonimo
      Poveri studenti!io non sono uno studente
      Distruggiamo le software house che producono
      software a pagamento e facciamo tutti i
      consulenti!!!!!e perché mai?A ognuno il suo mestiere (se lo sa fare!)
      W l'open!!!d'accordo
      W Stallman!!!e chi è?
      W la religione del computer!!!sono ateo
      W la povertà!!!????
      • Anonimo scrive:
        Re: poveri studenti
        e perché mai? beh magari perchè ti mollano 5 o 10 anni in una banca o una azienda di patatine fritte e poi quando sei fuori non hanno altri clienti dove metterti (perchè manco ci hanno pensato)... e ti mollano a casamagari perchè il cliente nei 5/10 anni diventa praticamente il tuo datore di lavoro e tu non hai dirittimagari perchè pulisci anche i cessi se necessariomagari perchè fai stupide applicazioni gestionalimagari perchè facendo applicazioni vendute poi all'estero entra qualche soldo in Italia, mentre facendo il consulente fai solo girare i soldi...a meno che la ditta di consulenza per cui lavori non sia dell'estero (= parte dei soldi escono) magari perchè il contratto perfetto della ditta di consulenza è il contratto a progettomagari perchè se giri non sai dove comprare casadevo continuare?
        • Anonimo scrive:
          Re: poveri studenti
          - Scritto da: Anonimo
          e perché mai?...
          devo continuare?no a meno che non ti vuoi sfogare Le persone che citi rientrano nella categoria di chi non sa fare il mestiere
          • Anonimo scrive:
            Re: poveri studenti
            no i tempi stanno peggiorando. Quello che dici tu era vero fino a poco tempo fa
          • Anonimo scrive:
            Re: poveri studenti
            - Scritto da: Anonimo
            no i tempi stanno peggiorando. Quello che dici tu
            era vero fino a poco tempo fai tempi sono già peggiorati. L'open source è (almeno per me) l'unica possibilità di campare e di fare concorrenza alle aziende che mi hanno sfruttato per anni.
          • Anonimo scrive:
            Re: poveri studenti
            Il peccato è che il free software è un imbattibile concorrente quando decidi di fare una software house tua. E' ovvio che se fai il consulente sfruttare il lavoro gratuito dei programmatori open source ti permette di fare offerte migliori ai clienti
          • Anonimo scrive:
            Re: poveri studenti
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            e perché mai?
            ...

            devo continuare?

            no a meno che non ti vuoi sfogare
            Le persone che citi rientrano nella categoria di
            chi non sa fare il mestiere


            E' vero bisgna saper fare il mestiere,infatti nell'ICT italiano campano solo più le *uttane e *rendiculi *om*inari
          • Anonimo scrive:
            Re: poveri studenti
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            e perché mai?

            ...


            devo continuare?



            no a meno che non ti vuoi sfogare

            Le persone che citi rientrano nella categoria di

            chi non sa fare il mestiere





            E' vero bisgna saper fare il mestiere,infatti
            nell'ICT italiano campano solo più le *uttane e
            *rendiculi *om*inari

            se tu facessi anche qualche nome potresti sembrare meno qualunquistacomunque io ci campo e lo faccio con l'open source.Se per questo vuoi mettermi nelle categorie "*uttane e*rendiculi *om*inari" fallo pure, finché sei anonimo, ma appena esci allo scoperto ti mando il mio avvocato
          • Anonimo scrive:
            Re: poveri studenti
            Non sono quello che ti ha offeso.Riguardo al fatto di fare le prostitute per campare è vero.Quello bravo è spesso quello che si ferma più di 8 ore al giorno non pagato (=che svaluta il suo lavoro) e che è bravo a parlare con le persone giuste e riesce a fare un lavoro sufficiente (non perfetto) nel minor tempo possibile e con il minor costo.Bassa qualità (o meglio qualità sufficiente) a basso costo!!Riguardo all'avvocato..beh quelli il loro mestiere lo sanno valorizzare al punto di essere ladri... anche dovessi venire a sapere il nome del tipo anonimo non ti conviene ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: poveri studenti
      - Scritto da: Anonimo
      Poveri studenti!
      Si sognano l'informazione gratuita... non sanno
      che i loro cari professori la sponsorizzano
      perchè tanto a loro lo stipendio non manca.....
      non sanno che usciti dall'università lavoreranno
      con contratto a progetto e 1000 euro al mese per
      fare quattro misere applicazioni gestionali/web
      del cavolo.
      Sponsorizziamo sempre chi lavora gratis come la
      maggior parte dei programmatori open source (che
      spesso è free).

      Distruggiamo le software house che producono
      software a pagamento e facciamo tutti i
      consulenti!!!!!
      Ma che stai a dire, le grandi SW house, se non fosse per l'open source brutto e cattivo assumerebbero tutti i programmatori italiani a stipendi da favola?Non mi sembra, anzi, mi pare che, nonostante i profitti stratosferici, MS cerchi di tagliare stipendi, stock option e benefit e che dia lavoro a un'infima minoranza dei programmatori nel mondo.Le piccole SW house indipendenti in genere non hanno un bel nulla da temere da openoffice, gimp e mozilla, anzi, possono avvantaggiarsi dal poter scegliere strumenti free in alternativa a quelli commerciali.L'open source difficilmente produrrà i loro SW di nicchia e sicuramente non lo farà nel modo esatto preciso che serve a loro e ai loro clienti, quindi per i piccoli e specializzati ci sarà sempre spazio, magari con la facilitazione di poter usare come base un SW free o magari anche solo come esempio da studiare.I principali cardini dell'open source non sono solo la gratuità, ma la libertà di utilizzo per l'utente e la libera conoscenza per i programmatori.
    • Anonimo scrive:
      Re: poveri studenti

      Distruggiamo le software house che producono
      software a pagamento e facciamo tutti i
      consulenti!!!!!

      W l'open!!!
      W Stallman!!!
      W la religione del computer!!!
      W la povertà!!!bravo, non esisterebbero le scuole, nessuna scuola, se quel che dici fosse vero.e forse c'è proprio qualcuno che lo vuoledel resto una volta esistevano le "corporazioni dei mercanti" , le gilde ... se qualcuno diceva tecniche o "segreti" di qualche genere veniva addirittura ucciso ...questo non ha mai migliorato il mondo né reso tutti più ricchi o benestanti.Studia anche la storia, oltre ai tuoi manuali da 100 euro al tomo
      • Anonimo scrive:
        Re: poveri studenti
        Infatti per me l'open source può andare bene ma NON il free software.Un conto è poter modificare e studiare un prodotto ed un conto è averlo gratis.Solo nell'informatica si regalano software del calibro di JBoss, Tomcat, Linux, ecc.
  • Anonimo scrive:
    Ottima introduzione all'open source
    Grazie agli studenti del Poli di Torino si può finalmente apprezzare nella nostra lingua il meglio del free software per winzozz.Continuate così!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima introduzione all'open source
      - Scritto da: Anonimo
      Grazie agli studenti del Poli di Torino si può
      finalmente apprezzare nella nostra lingua il
      meglio del free software per winzozz.
      Continuate così!!Concordo e c'è anche il vantaggio di evitare all'utente di dover cercare i vari SW, quindi si supera un possibile ostacolo all'adozione del SW OS per Win, la dispersione, fornendo all'utente Win un grande vantaggio che già le distribuzioni danno all'utente linux.
  • Anonimo scrive:
    Ottima compilation SW
    direi che è un ottimo punto di partenza per sfrattare molti software inutili.Grazie per la segnalazione
    • Anonimo scrive:
      Re: Ottima compilation SW
      Ho scaricato The OpenCD2.0 ma non riesco ad aprirloMi scrivi come hai fatto tu?Graziericcardo527@fastwebnet.it
  • Anonimo scrive:
    Peccato che OpenOffice = $UN
    Lavorate oh miei cari e ingenui muli... lavorate e fate sempre finta di non vedere certi marchi in certi pseudo freesoftwares
    • Anonimo scrive:
      Re: Peccato che OpenOffice = $UN
      magari se argomentassi un po' piu' approfonditamente questa tua definizione di "pseudo-free software", in particolare applicata a open office...
      • Anonimo scrive:
        Re: Peccato che OpenOffice = $UN
        non può argomentarla...è un trollo che non conosce la differenza traStarOffice ed OpenOfficee non ha mai letto il contratto di licenza di OpenOffice.bye
        • Anonimo scrive:
          Re: Peccato che OpenOffice = $UN
          Inoltre, se non ho capito male, dalla 1.1.4 la versione italiana ha "preso le distanze" da sun differenziandosi maggiormente.Non sò però se sia un bene o un male...speriamo che la 2.0 localizzata in italiano non resti un miraggio
        • Anonimo scrive:
          Re: Peccato che OpenOffice = $UN
          - Scritto da: Anonimo
          non può argomentarla...
          è un trollo che non conosce la differenza tra
          StarOffice ed OpenOffice
          e non ha mai letto il contratto di licenza di
          OpenOffice.

          byehttp://www.google.com/search?q=openofficeapri il primo link e guarda in basso a sinistra...chi mi sa dare una spiegazione a ciò e in coerenza con la definizione di "software libero"ma io sono ottimista: un giorno anche voi sognatori del software comunista vi sveglierete
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            4
            http://www.google.com/search?q=openoffice

            apri il primo link e guarda in basso a sinistra...
            e allora?molti prodotti open di successo osno in collaborazione con aziende (vvd ibm)
            chi mi sa dare una spiegazione a ciò e in
            coerenza con la definizione di "software libero"
            invece di spiegartelo un logo sarebbe il caso di spiegartelo con la licenza...certo è che bisognerebbe averla almeno letta
            ma io sono ottimista: un giorno anche voi
            sognatori del software comunista vi svegliereteguarda che qulla di open = comunista non la usano più neanche i troll scadenti che ti danno in offerta al supermercato...il sito di forza italia è su apachequello di rifondazione su iis...mmm forse devi rivedere il tuo bagalio i troll, dai su ce la puoi fare ancora...
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            (troll2)(troll3)(troll4)(troll)(troll1)
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            non può argomentarla...

            è un trollo che non conosce la differenza tra

            StarOffice ed OpenOffice

            e non ha mai letto il contratto di licenza di

            OpenOffice.



            bye

            http://www.google.com/search?q=openoffice

            apri il primo link e guarda in basso a sinistra...fatto. E allora?
            chi mi sa dare una spiegazione a ciò e in
            coerenza con la definizione di "software libero"di solito per conoscere le condizioni di uso di un software non mi rivolgo a Google, ma leggo direttamente la licenza
            ma io sono ottimista: un giorno anche voi
            sognatori del software comunista vi svegliereteio ci lavoro con l'Open Source. Orgogliosamente rivendico la dignità di onesto lavoratore che vorresti negare
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            non può argomentarla...


            è un trollo che non conosce la differenza tra


            StarOffice ed OpenOffice


            e non ha mai letto il contratto di licenza di


            OpenOffice.





            bye



            http://www.google.com/search?q=openoffice



            apri il primo link e guarda in basso a
            sinistra...

            fatto. E allora?


            chi mi sa dare una spiegazione a ciò e in

            coerenza con la definizione di "software libero"

            di solito per conoscere le condizioni di uso di
            un software non mi rivolgo a Google, ma leggo
            direttamente la licenza


            ma io sono ottimista: un giorno anche voi

            sognatori del software comunista vi sveglierete

            io ci lavoro con l'Open Source. Orgogliosamente
            rivendico la dignità di onesto lavoratore che
            vorresti negare
            nessuno ha mai messo in dubbio l'onesta dei programmatori open source, ma bensì di coloro che li sfruttano, approfittando delle note ingenuità adolescenziali
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo

            io ci lavoro con l'Open Source. Orgogliosamente

            rivendico la dignità di onesto lavoratore che

            vorresti negare
            nessuno ha mai messo in dubbio l'onesta dei
            programmatori open source, ma bensì di coloro che
            li sfruttano, approfittando delle note ingenuità
            adolescenzialiDimostrami, cortesemente, che sono sfruttati piu' di qualsiasi altra categoria; grazie.
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo



            io ci lavoro con l'Open Source.
            Orgogliosamente


            rivendico la dignità di onesto lavoratore che


            vorresti negare


            nessuno ha mai messo in dubbio l'onesta dei

            programmatori open source, ma bensì di coloro
            che

            li sfruttano, approfittando delle note ingenuità

            adolescenziali

            Dimostrami, cortesemente, che sono sfruttati piu'
            di qualsiasi altra categoria; grazie.ti do dei link emblematiciIBM è innamorata dell'open source (a modo suo):http://www-128.ibm.com/developerworks/opensource/library/os-cplfaq.htmlL'open source chiede oboli per campare e ricambiare l'amore platonico di ibmhttps://sourceforge.net/donate/:-s
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            - Scritto da: Anonimo





            io ci lavoro con l'Open Source.

            Orgogliosamente



            rivendico la dignità di onesto lavoratore
            che



            vorresti negare




            nessuno ha mai messo in dubbio l'onesta dei


            programmatori open source, ma bensì di coloro

            che


            li sfruttano, approfittando delle note
            ingenuità


            adolescenziali



            Dimostrami, cortesemente, che sono sfruttati
            piu'

            di qualsiasi altra categoria; grazie.

            ti do dei link emblematiciballe!quando ti si chiede un dato quantitativo, forniscilo o rifugiati nel limbo dei troll
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            - Scritto da: Anonimo


            nessuno ha mai messo in dubbio l'onesta dei


            programmatori open source, ma bensì di coloro

            che


            li sfruttano, approfittando delle note ingenuità


            adolescenzialiDatti alla difesa delle mucche: sai che non ricevono stipendio per il ciclo produttivo in cui si trovano ???
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            non può argomentarla...



            è un trollo che non conosce la differenza
            tra



            StarOffice ed OpenOffice



            e non ha mai letto il contratto di licenza
            di



            OpenOffice.







            bye





            http://www.google.com/search?q=openoffice





            apri il primo link e guarda in basso a

            sinistra...



            fatto. E allora?




            chi mi sa dare una spiegazione a ciò e in


            coerenza con la definizione di "software
            libero"



            di solito per conoscere le condizioni di uso di

            un software non mi rivolgo a Google, ma leggo

            direttamente la licenza




            ma io sono ottimista: un giorno anche voi


            sognatori del software comunista vi
            sveglierete



            io ci lavoro con l'Open Source. Orgogliosamente

            rivendico la dignità di onesto lavoratore che

            vorresti negare



            nessuno ha mai messo in dubbio l'onesta dei
            programmatori open source,invece ho notato che qualcuno parla di codice inserito illegittimamente nel sw OS
            ma bensì di coloro che
            li sfruttano,Proprio ora sto installando software sviluppato originariamente da Sun/StarOffice. Allora sono io che sto sfruttando Sun?
            approfittando delle note ingenuità
            adolescenzialiho 40 anni suonati e la partita iva da un decennio
    • Anonimo scrive:
      Re: Peccato che OpenOffice = $UN
      non ho nessun problema ad utilizzare software open source con licenze chiare se sponsorizzato o reso disponibile da grandi aziende, a prescindere dalle logiche commerciali che hanno spinto questa scelta, ho maggiori problemi ad utilizzare e veder utilizzato software piratato o a vedere software indispensabile come una office suite a prezzi paragonabili a quello del computer che li esegue.
      • Anonimo scrive:
        Re: Peccato che OpenOffice = $UN
        - Scritto da: Anonimo
        non ho nessun problema ad utilizzare software
        open source con licenze chiare se sponsorizzato o
        reso disponibile da grandi aziende, a prescindere
        dalle logiche commerciali che hanno spinto questa
        scelta, ho maggiori problemi ad utilizzare e
        veder utilizzato software piratato o a vedere
        software indispensabile come una office suite a
        prezzi paragonabili a quello del computer che li
        esegue.si, ma se ancora non l'hai capito, te lo faccio notare io: il computer senza software è come un cervello senza intelligenzase un software vale 1000 euro, non vedo lo scandalo e tanto meno mi sogno di fare paragoni da incompetenti con i prezzi dell'hardwareun consiglio? Meno linux e più lavoro, non potrà che farvi solo del bene
        • Anonimo scrive:
          Re: Peccato che OpenOffice = $UN
          - Scritto da: Anonimo
          se un software vale 1000 euro, non vedo lo
          scandalo neanche se per fare il suo stesso lavoro potresti usare un sw di costo ZERO ?
          un consiglio? Meno linux e più lavoro, non potrà
          che farvi solo del beneio uso linux proprio per lavoro; questo non te l'aspettavi vero?
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            se un software vale 1000 euro, non vedo lo

            scandalo

            neanche se per fare il suo stesso lavoro potresti
            usare un sw di costo ZERO ?non esiste il gratis, è solo una illusione, io scelgo ciò che è migliore qualità-prezzo e open office non merita paragoni con i suoi concorrenti commerciali


            un consiglio? Meno linux e più lavoro, non potrà

            che farvi solo del bene

            io uso linux proprio per lavoro; questo non te
            l'aspettavi vero?
            si certo... usi apache per pubblicare qualche paginetta in php da due soldi
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            se un software vale 1000 euro, non vedo lo


            scandalo



            neanche se per fare il suo stesso lavoro
            potresti

            usare un sw di costo ZERO ?

            non esiste il gratis, è solo una illusione, io
            scelgo ciò che è migliore qualità-prezzo e open
            office non merita paragoni con i suoi concorrenti
            commerciali






            un consiglio? Meno linux e più lavoro, non
            potrà


            che farvi solo del bene



            io uso linux proprio per lavoro; questo non te

            l'aspettavi vero?



            si certo... usi apache per pubblicare qualche
            paginetta in php da due soldimah ! M$ ha usato per anni freeBSD per hotmail...
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            se un software vale 1000 euro, non vedo lo


            scandalo



            neanche se per fare il suo stesso lavoro
            potresti

            usare un sw di costo ZERO ?

            non esiste il gratis, l'aria è gratis
            è solo una illusione, allora paga 1 centesimoi per ogni respiro grazie
            io
            scelgo ciò che è migliore qualità-prezzo e open
            office non merita paragoni con i suoi concorrenti
            commercialii miei clienti sono contenti del contrario che tu esprimi. Grazie per creare lo spazio di mercato che mi serve per vivere


            un consiglio? Meno linux e più lavoro, non
            potrà


            che farvi solo del bene



            io uso linux proprio per lavoro; questo non te

            l'aspettavi vero?



            si certo... lo immaginavo
          • Funz scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            Scherzi, sei ignorante o in malafede: una delle 3
            non esiste il gratis, è solo una illusione, io
            scelgo ciò che è migliore qualità-prezzo e open
            office non merita paragoni con i suoi concorrenti
            commercialiCavolate: merita un paragone eccome!OOo ha una buona qualita' a costo zero, MS Office ha una buona qualita' a un costo ben piu' elevato. Il rapporto qualita'/prezzo di OOo e' infinito :p
            si certo... usi apache per pubblicare qualche
            paginetta in php da due soldicome i due terzi dei siti sul web? Lo so io che non sono un professionista del settore...
          • Anonimo scrive:
            Re: Peccato che OpenOffice = $UN
            te ti droghi....
        • Anonimo scrive:
          Re: Peccato che OpenOffice = $UN
          E senza HW il SW lo puoi anche buttare nella spazzatura. È come l'uovo e la gallina... L'uno è indispensabile all'altro in modo imprescindibile. Quindi questa diatriba mi sembra capziosa e inutile.Io il sw open lo uso, per il mio utilizzo non richiedo grandi prestazioni è vero, ma molto non hanno bisogno di tutto quello che possono dare sw di famose case produttrici. Il firefox mi piace, mi è gradito non avere mille popup commerciali che si aprono, come invece in ufficio quando vado su siti come la Borsa Italiana (popup di pubblicità! Su un sito utile agli operatori!). Se gli sviluppatori mi chiedono di essere inserita nella statistica non ho problemi, oppure di registrare la mia mail per un possibile aiuto... No sarò in grado di aiutarli nello sviluppo pratico, ma un consiglio da utilizzatore perchè no? Cosa mi costa?Non riesco a capire tanto odio, davvero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Peccato che OpenOffice = $UN
      - Scritto da: Anonimo
      Lavorate oh miei cari e ingenui muli...sto prorio _lavorando_ grazie anche a OpenOffice.
      lavorate
      e fate sempre finta di non vedere certi marchi in
      certi pseudo freesoftwaresLa versione del PLIO è GPL
      • Anonimo scrive:
        Re: Peccato che OpenOffice = $UN
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Lavorate oh miei cari e ingenui muli...

        sto prorio _lavorando_ grazie anche a OpenOffice.


        lavorate

        e fate sempre finta di non vedere certi marchi
        in

        certi pseudo freesoftwares

        La versione del PLIO è GPLpur di avere roba gratis, voi "informatici" bolscevichi ve la fareste incapsulare nottetempo anche dal portinaio di ibm...ormai non ho più dubbi sulla vostra natura :-D
        • Anonimo scrive:
          Re: Peccato che OpenOffice = $UN
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Lavorate oh miei cari e ingenui muli...



          sto prorio _lavorando_ grazie anche a
          OpenOffice.




          lavorate


          e fate sempre finta di non vedere certi marchi

          in


          certi pseudo freesoftwares



          La versione del PLIO è GPL

          pur di avere roba gratis, voi "informatici"
          bolscevichi comunisti come ibm?IBM= International BUSINESS machines
          ve la fareste incapsulare nottetempo
          anche dal portinaio di ibm...stai insinuando che chi lavora con l'open source è disonesto?Sto giusto adesso installando Open Office. Per questo mi ritieni un disonesto?E pensare che sto sostituendo software commerciale illegittimamente installato per venire incontro alla legge
          ormai non ho più dubbi sulla vostra natura :-Dinvece di te non so nulla. Vuoi uscire dall'anonimato che ti permette di infangare gli altri ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Peccato che OpenOffice = $UN
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo[...]

          pur di avere roba gratis, voi "informatici"
          bolscevichi ve la fareste incapsulare nottetempoSei fuori strada, io oscillo fra liberaldemocratico e radicale.
          anche dal portinaio di ibm...
          Impariamo da zio Bill e da Vespasiano: "non olet".
          ormai non ho più dubbi sulla vostra natura :-DGrazie altrettanto :-DMa guarda che a noi non dà fastidio che tu sia un compratore compulsivo, perché a te deve dare fastidio che siamo risparmiatori o taccagni?E comunque quando spendi in SW commerciale nel 99% dei casi NON aiuti l'economia italiana, ma quella americana e lo so che vale anche per l'HW, ma in quel caso abbiamo meno scelta (ma almeno abbiamo quella di non aiutare un quasi monopolista, la scelta per CPU, RAM, HD e DVD è ampia).
        • Anonimo scrive:
          Re: Peccato che OpenOffice = $UN
          - Scritto da: Anonimo
          ormai non ho più dubbi sulla vostra natura :-DNeanche io, sulla tua! :)
    • Anonimo scrive:
      W GLI OPENMULI
      Andate figli miei.
      • Anonimo scrive:
        Re: W GLI OPENMULI
        No, guarda, vai avanti tu prima che mi fai ridere mentre sprechi tutti i tuoi soldini a rincorrere le versioni del sw proprietario che usi, che guardacaso sono incompatibili tra loro... e tu compri e ricompri e ricompri senza sosta...E bravo bill, tu sì che sei furbo eh!!! :D:D:D
Chiudi i commenti