Tech Data Italia lancia due siti antipirati

L'azienda vara due siti di supporto alle attività della BSA contro la pirateria informatica nelle aziende italiane. Per fare cultura


San Giuliano Milanese – Con un comunicato stampa diramato ieri, Tech Data Italia ha ribadito il proprio impegno contro la pirateria informatica in Italia e il proprio supporto alle attività della Business Software Alliance (BSA), da tempo concentrata nella lotta alla duplicazione del software e all’uso dei programmi senza licenza.

La nuova iniziativa dell’azienda in questo quadro è la creazione di due siti di riferimento dedicati alla questione e alle imprese che intendono verificare di essere in regola, o valutare quanto può costare l’adozione di programmi in licenza multipla.

In particolare è stato attivato il sito Antipirateria , uno spazio web che presenta link alla BSA e la possibilità di scaricare GASP, il freeware che può essere utilizzato sui computer delle imprese, su piattaforma MAC e Windows, per verificare se i software che vi sono installati dispongono di una licenza d’uso regolare. Altre informazioni comprendono dettagli sulla normativa, certificazioni e via dicendo.

Per uno scopo parallelo è anche stato attivato il sito Multilicenze , pensato per offrire una panoramica sulla possibilità per le imprese di adottare su una pluralità di postazioni un medesimo programma, e dunque di acquistare una “multilicenza”. Il sito offre la libera consultazione della documentazione, delle informazioni, dei listini e della modulistica dei principali programmi di multilicenza.

L’idea, dunque, è quella di intessere un sistema informativo che da un lato consenta alle imprese di mettersi al riparo dalle pesanti sanzioni previste dalle nuove normative sul copyright e dall’altro incida sull’approccio comune verso la pirateria e l’uso illecito del software.

“Il tasso di pirateria informatico in Italia – afferma Michele Solazzo, Product Marketing Director Value Business di Tech Data – sfiora il 50%, ma andando nel dettaglio oltre 9 casi su 10 rientrano in una involontarietà del gesto, cioè nel non sapere di non essere in regola con quanto previsto dalla legge”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Il mostro di Firenze: Win$ozz è autoppaciante?
    Metti togli tira e molla...Eppur si muove (da solo). Probabilmente le funzioni di autoaggiustamento (vedi task monitor) riescono (seppure ancora in maniera insufficiente) a fare sì che i crash causati da molti programmi vadano col tempo limitandosi, otimizzando i vari *.ini.E' naturale che più schede metti, più software aggiungi, e poi togli, e poi riaggiungi, rendano l'equilibro un tantino difficile.Il problema è che esiste una debolezza di fondo: si chiama Microsoft.Tale debolezza, pur in parte autopacciantesi (qualcosa a che vedere con il mostro di firenze?) nasce probabilmente da vecchi errori DOS, e da nuove falle di sicurezza (volute) Win$ozz.Eppure Micro$ozz non è la cura: è la malattia.
  • Anonimo scrive:
    Non e tanto stupido come sembra
    prendiamo gli estremip2 233 agp1 x e sc video 4x ultma generazionecome pensate di giocareo viveversapc ultima generazione e scheda video vecchiaO fai un pc potente in tutto o fai una ciofecain tuttoil bilanciamento delle risorse e' la cosa piu importante la 2 quanto ci vuoi investire e che cosa ci devi fare6 milioni di pc per fare contabilita dite che siano spesi bene ?la cosa piu importante in un pc e' la MOBOpoi la cpu la ram (q.ta industriale)l'hdd scsi (magari) il controller (vedere sulla mobo cosa c'e) e che sia compatibilecon l'HCL di win 2k o xp e magari con linuxse ti tira di cambiare os non cambi una cosa dell'hardware perche quando lo hai comprato lo hai fatto con la testa e non con il cuore.quando si sceglie una periferca bisogna guardarecompatibilitavelocitamemoriaincompatibilitausabilita
  • Anonimo scrive:
    Deve essere roba buona...
    ... quello che ha fumato Dammi l'indirizzo del pusher
  • Anonimo scrive:
    Il mio PC
    Il mio PC ha una doppia personalità:Una è instabile e "chiusa" in sé stessa e a volte se le dici qualcosa si ferma e smette di parlare senza motivo, però in compenso "supporta" qualche argomento in più.L'altra è più "sicura" di sé e più "aperta". Alcuni dicono sia un po' fricchettona ma io non ci credo poi tanto.Ah, la doppia configurazione!p.s. Non vorrei scatenare una delle solite risse Win vs Linux, fate ibbravi, mi rakkomando :-P
  • Anonimo scrive:
    geniale e poetico
    non mi aspettavo tutti questi patetici attacchi all'articolo;i. poetico per il modo in cui e' scritto e l'immaginario che genera ii. geniale: quanti tra noi supertecnici amministratori di rete non hanno pensato almeno una volta che il comportamento di un computer sia probabilistico anziche' deterministico?la cosa poi non e' neanche troppo lontana dal vero, visto che i computer non sono fatti di numeri, ma di rame, silicio, plastica, ...di questi materiali sono fatti i componenti minuscoli al limite delle tecnologie di miniaturizzazione; questi componenti sono giustapposti in tentativi estremi di compressione spaziale. e, siccome siamo nel mondo reale e non in un problema di elettrotecnica, la risoluzione delle macchine che assemblano e le soluzioni di continuità nei materiali (impossibile averli puri al 100%) incidono sul risultato.
  • Anonimo scrive:
    non e` colpa del computer
    come mai a nessuno e` venuto in mente che la colpa non e` del computer ma del sistema operativo fatto con i piedi, protestate, o siete tutti rassegnati, dopo anni di MS non riuscite neanche piu` a immaginare che le cose possano essere differenti
    • Anonimo scrive:
      Re: non e` colpa del computer
      Concordo con quanto sopra!!!!Forse una bella distro Linux, non dico Ddebian ma qualcosa di più "semplice" tipo RH o MDK, e un po di capacità tecniche in più risolverebbero tanti problemi sin dall'inizio!Scusate, ma da quando ho lasciato Windi questi problemi non ne ho mai più avuti, èanche vero che l'utente medio non saprebbe nemmeno dove andare a metter mano!;-)Saluti.Cris
  • Anonimo scrive:
    ha hahha!!!! E' verissimo!! ^__^
    mi rendo conto che, come luddist, anche io verrò subito buttato nel cestino senza conferma, dai programmatori ed esperti.mi rendo anche conto che colui che scrisse l'articolo sull'educazione informatica nella scuola ricordando che il Closed genera "dogmatismo e oscurantismo" in questo momento troverebbe in me una prova vivente ... ma ricordo che prima utilizzavo il mio sacro dos e linea di comando, undocumented Dos, tools di tutti i tipi, driver, configurazioni pallose, riavvii, combattimenti con antichi hardware, poco spazio ecc ecc...oggi si, sono un pigro winzoZiano.Fatta questa doverosa premessa ...WinME mi ha dimostrato centinaia di volte ormai, ed in seguito lo ha fatto anceh W2000, che ... è vero.Riavvia, insisti, togli, rimetti, aggiorna, riprova ... PERCHE'? ma funziona.non mi ritengo un superesperto, ma mi capita con colleghi meno smanettoni di risultare "uno che sa".E a volte di fronte alle domande "ma perché?" "ma come hai fatto" ? mi capita di rispondere "l'informatica non è una scienza esatta come si pensa".ridiamo tutti e ok.Ma 3 settimane fa ho avuto in regalo uno slot di memoria nuova.La inserisco, non funziona.Vado da un negoziante di fiducia con tutti i miei slot, nuovi e vecchi.Fa la mia stessa prova.non funziona.Scambia di posto gli slot.Funziona.lo guardo e gli dico "ma... non è logico!!! non è affatto logico! Perché?"con quel tecnico non ci parlo mai e sia chiaro - non abbiamo mai avuto scambi "similculturali" di nessun genere.mi risponde "l'informatica non è una scienza esatta - alzati e cammina, con la tua RAM perfettamente funzionante".:-Olo so anche io che non è spiegabile, ma se dopo due riaccensioni funziona ... non posso che sorridere al mistero, assieme a Luddist.
    • Anonimo scrive:
      Questo me lo sono sempre chiesto
      Ma se gli slot della RAM o gli slot di espansione sono in parallelo, non dovrebbe fare nessuna differenza utilizzarne uno o un'altro giusto ??? La mia esperienza sui computer mi ha insegnato il contrario anche se in Università la teoria pare diversa. L'esperienza sul campo ci forma tutti !!!
  • Anonimo scrive:
    Logica conseguenza
    Questo articolo fa rilettere.Come lavoro ho continuamente a che fare con personaggi come l'autore di questo articolo: persone che credono che il computer sia una macchina in qualche modo "umanizzabile". Purtroppo sempre piu' spesso, incontro "tecnici specializzati" (leggi: ciarlatani) che fanno parte di questa schiera di incompetenti.La realta' e' che ogni computer, soprattutto con Windows ma anche MacOS e *unix non sono immuni, tende a fare apparentemente come vuole perche' gli errori umani effettuati nella programmazione del software sono tanti e palesi.E' un po' come in medicina: se si capisce il problema si ha pronta la soluzione, se invece il personaggio di turno non capisce il vero problema, allora la situazione diventa divertente (per me che provo un certo gusto sadico a schernire gli incompetenti che si atteggiano a sapientoni).Per capire il problema bisogna aver studiato, essere costantemente aggiornati e soprattutto avere tanta esperienza sul campo. Questo richiede tempo, molto tempo, e allora affermo: "Vuoi fare lo smanettone? Va bene ma cerca almeno di essere cosciente che non ne hai i mezzi e che le tue impressioni "emotive" sono solo il frutto della tua incompetenza in materia". Se l'autore fosse stato cosciente che le sue impressioni sono solo dettate dalla sua ignoranza della maeria, magari non avrebbe fatto sprecare dello spazio con il suo inutile articolo ed i relativi commentari; se la redazione di PI per caso leggesse questo commento, magari la prossima volta non pubblicherebbe delle baggianate simili oppure le pubblicherebbe avvertendo nell'intestazione che si tratta di materiale "completamente privo di basi scientifiche" facendomi risparmiare il tempo di leggerlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Logica conseguenza
      Condivido pienamente, e anzi aggiungo: il modo di giudicare è valido da persona a persona, però io ritengo personalmente che anche la macchina uomo, sotto moltissimi punti di vista, è "matematicizzabile" (ho inventato una nuova parola). Sia negli individui che nelle macchine i comportamenti, per quanto strani e imprevedibili, possono essere sempre riconducibili a dei parametri specifici..l'unica differenza è che questi parametri per l'entità macchina sono definiti, per l'entità uomo sono forse illimitati e indefinibili (forse proprio perchè è l'entità uomo stessa che tenta, invano, di definirli...un pò come quando un'applicazione ti si chiude da sola per un "errore sconosciuto"...tu puoi arrivare a quale sia la causa, ma il computer stesso no...)...filosofia spicciola, eh?! :)...
  • Anonimo scrive:
    Logica conseguenza
    Questo articolo fa rilettere.Come lavoro ho continuamente a che fare con personaggi come l'autore di questo articolo: persone che credono che il computer sia una macchina in qualche modo "umanizzabile". Purtroppo sempre piu' spesso, incontro "tecnici specializzati" (leggi: ciarlatani) che fanno parte di questa schiera di incompetenti.La realta' e' che ogni computer, soprattutto con Windows ma anche MacOS e *unix non sono immuni, tende a fare apparentemente come vuole perche' gli errori umani effettuati nella programmazione del software sono tanti e palesi.E' un po' come in medicina: se si capisce il problema si ha pronta la soluzione, se invece il personaggio di turno non capisce il vero problema, allora la situazione diventa divertente (per me che provo un certo gusto sadico a schernire gli incompetenti che si atteggiano a sapientoni).Per capire il problema bisogna aver studiato, essere costantemente aggiornati e soprattutto avere tanta esperienza sul campo. Questo richiede tempo, molto tempo, e allora affermo: "Vuoi fare lo smanettone? Va bene ma cerca almeno di essere cosciente che non ne hai i mezzi e che le tue impressioni "emotive" sono solo il frutto della tua incompetenza in materia". Se l'autore fosse stato cosciente che le sue impressioni sono solo dettate dalla sua ignoranza della maeria, magari non avrebbe fatto sprecare dello spazio con il suo inutile articolo ed i relativi commentari; se la redazione di PI per caso leggesse questo commento, magari la prossima volta non pubblicherebbe delle baggianate simili oppure le pubblicherebbe avvertendo nell'intestazione che si tratta di materiale "completamente privo di basi scientifiche" facendomi risparmiare il tempo di leggerlo.
  • Anonimo scrive:
    Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
    1997!!!Saro' un "malato", ma io ho ancora Win 95 OSR 2.1dal '97 e, nonostante aggiornamenti e cambi di hardware e i molti programmi installati, ancorafunge alla grande!!Certo, qualche problemino l'ha, tipo che cerco dileggere o srivere sul floppy ho un bel e definitivo BSOT, ma sono cose a cui posso sopravvivere.Ed il mio e' tutt'altro che un sistema minimale:4 HDD ide (di cui uno da 40 GB, contro il limite di 32 GB di Win95)6 periferiche SCSI (4 interne 2 esterne)Live!G400Dh 32MBIntel 10/100Mb3Com 10Mb Combo ISA2940UWQuindi, dall'alto della mia esperienza, posso affermare che quanto detto nell'articolo e' una cruda verita'.La manutenzione dei PC non e' una scienza, bensi' un'arte che si impara con l'esperienza... :-(
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
      fINALMENTE qualcuno che dice una cosa giusta!!L'esperienza porta a capire i capricci, reali e potenziali, di un PC. Ancora non sono riuscito a spiegarmi perchè eseguendo 2 volte in circostanze identiche linstallazione di uno scanner, la prima volta mi è stato richiesto il CD di Win e la seconda no, però io lo dico sempre: i PC sono come dei bambini. Devi capire cosa ti vogliono dire, altrimenti continuano a piangere!! :-)L'esperienza invece ci trasforma tutti in mamme apprensive e disposte a tutto per il bene del figliolo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
        Ma insomma!!!!!!Mi sembrate fuori di cervello!Il pc chiede o non chiede qualcosa, funzionao non funziona una scheda non senza una SPIEGAZIONE. Vuole ora un cd dopo no? Il motivoci sta, non sta facendo i capricci!Ma santi numi, non scrivete se dovete esprimere corbellerie!
        • Anonimo scrive:
          Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
          È divertente vedereche quando si cerca di buttarla sul ridere c'è ancora gente che non capisce. o fa finta? Mi sembra ovvio il tono ironico che ho utilizzato. Mi pare anche di avere detto che sì, i capricci sono giustificati e se hai esperienza sai cosa dare al "piccino" quando te lo chiede a modo suo! Evidentemente l'altro "piccino" che scrive su questo forum non ha ancora imparato le elementari basi del "chiedi e ti sarà dato", perchè se si scalda tanto nonostante abbia detto cose simili alle sue....era meglio quando c'era Wanna Marchi...STO SCHERZANDO!!!!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
          - Scritto da: UFFA
          Ma insomma!!!!!!
          Mi sembrate fuori di cervello!Non direi proprio...
          Il pc chiede o non chiede qualcosa, funziona[CUT]
          Ma santi numi, non scrivete se dovete
          esprimere corbellerie!Scusa, ma tu quanta esperienza specifica puoi vantare?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
      - Scritto da: The FoX
      1997!!!
      Saro' un "malato", ma io ho ancora Win 95
      OSR 2.1Ti batto. Il mio Win95 OSR0 sta li' dal 1996
      • Anonimo scrive:
        Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
        Complimenti!Con quale configurazione?
        • Anonimo scrive:
          Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
          Santo cielo che gelosia....Ho formattato tutto ieri sera dal nervoso. E il mio multiboot con win 98, XP e Mandrake 8 è andato parzialmente affanc**o....ma come fate? che costanza avete? Beh io in effetti il PC lo uso molto come "banco di prova" per cui non mi lamento....
          • Anonimo scrive:
            Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
            - Scritto da: Wafer

            ma come fate? che costanza avete?Si tratta si un mix di orgolio e pragmatismo.Ti assicuro che nel 90% delle volte il tempo che impieghi ad armeggiare per far funzionare il sistema è drammaticamente inferiore a quello per reinstallare il tutto.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
            Ah, non fatico a crederci, soprattutto quando, per me che non sono molto pratico di Linux, mi vedo costretto a reinstallare Mandrake perchè la formattazione mi cancella LILO...ma come si fa a ripristinarlo?
          • Anonimo scrive:
            Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
            - Scritto da: Wafer
            Ah, non fatico a crederci, soprattutto
            quando, per me che non sono molto pratico di
            Linux, mi vedo costretto a reinstallare
            Mandrake perchè la formattazione mi cancella
            LILO...ma come si fa a ripristinarlo?Se ti sei fatto un dischetto di avvio, riavvii da li' e poi lanci liloconf (mi pare sia quello il comando)
          • Anonimo scrive:
            Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
            ah, e secondo te io mi sono fatto il dischetto di avvio?!?!? Ti sembro forse il tipo?!? :-) sono proprio cogl***e...
          • Anonimo scrive:
            Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
            - Scritto da: Wafer
            ah, e secondo te io mi sono fatto il
            dischetto di avvio?!?!? Ti sembro forse il
            tipo?!?


            :-) sono proprio cogl***e...Se qualcun altro ha fatto un'installazione simile alla tua potrebbe fartiun dischetto d'avvio che _dovrebbe_ fungerealtrimenti.. mi sa che devi reinstallare :-((almeno X quanto ne so, magari gente + esperta di me ti puo' dare risposte migliori, io diLinux non sono certoun esperto)
          • Anonimo scrive:
            Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal.
            - Scritto da: SiN......

            Se qualcun altro ha fatto un'installazione
            simile alla tua potrebbe fartiun dischetto
            d'avvio che _dovrebbe_ fungere


            altrimenti.. mi sa che devi reinstallare :-(Mi sembra che vada bene un qualsiasi disco d'avvio. Anche se mi potrei sbagliarmi. In ogni caso ci sono due soluzioni:1) loadlin: è un normalissimo programma dos che permette di lanciare un kernel, basta dirgli dove trovarlo.2) una distribuzione linux su floppy: si avvia, si monta la partizione di root e si lancia liloconf.In ogni caso non è necessario reinstallare il s.o.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal.
            ok ok, cerco di mettere in ordine le idee. Ho una distro live cd SuSe; posso lanciarlo da questa?In fondo credo che sia la stessa cosa di un floppy...anche se più grandina...
          • Anonimo scrive:
            Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal.
            - Scritto da: Wafer
            ok ok, cerco di mettere in ordine le idee.
            Ho una distro live cd SuSe; posso lanciarlo
            da questa?Bella domanda. Solo che non so darti la risposta. O meglio, credo che la risposta sia no, a meno che in qualche modo tu non riesca a lanciare una shell oppure che il programma di installazione non preveda esplicitamente tale opzione.Altrimenti usa una distribuzione su floppy. Una di queste è MuLinux:http://sunsite.auc.dk/mulinux/Altre le trovi su:www.linux.orgAltrimenti usa loadlin da dos:http://elserv.ffm.fgan.de/~lermen/
          • Anonimo scrive:
            Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal.
            Essendo un live CD non richiede un'installazione, ma si avvia subito (è un modo di dire, non ho mai visto una roba più lenta). Non dovrei avere problemi ad avviare una shell e lanciare il comando. Io ci provo, se mi va male mi procuro un disco come mi hai detto. Ti ringrazio molto per i consigli che mi hai dato!Visto che i forum servono?!?!?!?!Ciao!#ICQ 97107060
        • Anonimo scrive:
          Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
          - Scritto da: The FoX
          Complimenti!
          Con quale configurazione?P133 con 48mb, 2 HD da 2 gb Tri boot con Grub: Win95, Dos6 (mi serviva X alcuni esperimenti) e Mandrake 7.varia (e' un mix di 2 distro).
      • Anonimo scrive:
        Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
        Il mio win95 dal 1986 non si e' piantato mai
        • Anonimo scrive:
          Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
          - Scritto da: von neumann
          Il mio win95 dal 1986 non si e' piantato maiStavo X mandarti aff... poi ho letto meglio.ROTFL! ^____^
    • Anonimo scrive:
      Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
      Effettivamente Win95 OSR2 è stato il miglior SO che ho utilizzato fino a che non ho installato il 2k... se mai lo devi cambiare mettici quello, un consiglio da amico :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
        Non mi sono trovato male neanche io, ma altrettanto bene (come stabilità) con XP, a parte tutte le animazioncine ruba risorse che ha attive di default...l'avete provato voi 2?
        • Anonimo scrive:
          Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
          Il mio parere su WinXP è che winXP sta a win2k come win me sta a win98...Ho provato un bel pò l'home edition di XP e mi ha fatto impazzire per certi aspetti: per rendere più userfriendly all'utente finale il sistema tante impostazioni sono state nascoste in maniera scandalosa: in primis la gestione delle reti....Poi tutte quelle cosine grafiche non mi esaltano più di tanto... in questi giorni provo un pc con installato il Professional... ma deve fare i miracoli per convincermi a rinunciare al mio superbo win2k sul quale lavoro dalla mattina alla sera senza 1 solo problema......
          • Anonimo scrive:
            Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
            Beh non discuto! Se ci lavori e non ti da peoblemi non mollare assolutamente 2K!! Però non capisco quando dici che sono state nascoste le utilità di gestione della rete. In che senso?
      • Anonimo scrive:
        Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
        - Scritto da: Natan
        Effettivamente Win95 OSR2 è stato il miglior
        SO che ho utilizzato fino a che non ho
        installato il 2k... se mai lo devi cambiare
        mettici quello, un consiglio da amico :)Un pensiero lo sto' facendo, ma per il secondo PC.Sul primo, dovrei fare l'upgrade da Win 95 a 98 (devo montare una scheda Firewire), ma la MS ha ritirato dal commercio tutte le versioni di Win98, comprese le Aggiornamento.E quindi non so' come fare... :'(
        • Anonimo scrive:
          Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
          Veramente?le ha già ritirate tutte?? anchel'aggiornamento?Cacchio, allora il negoziante del mio paese farà il furbo? Se vai a comprare un PC e lui capisce che non te ne intendi molto, ti rifila subito Win 98 a prezzo pieno!!!!Alla facciazza sua. Ci ho mandato un mio amico e meno male che non è rimbambito. Sicuramente dovrà pur avere la possibilità di terminare le scorte di magazzino, però non può venderlo a poco meno di Win XP Home...
          • Anonimo scrive:
            Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
            Io cambierei negoziante.Ha sicuramente delle scorte di Win 98 Se OEM da smaltire.CMQ, personalmente preferirei quello a XP.Sempre che venga offerto ad un prezzo onesto (e non a poco meno che Xp...)
          • Anonimo scrive:
            Re: Bella scoperta! Io non reinstallo DA ZERO dal...
            Infatti non è il mio negoziante!!Comunque XP non è pessimo...solo va modificao un attimo pèer eivtare che si abbuffi di Ram.Ora vado a magnar, a dopo!
  • Anonimo scrive:
    Hehehe, carino :)
    Mi è piaciuto questo articolo.Spero che in molti abbiano apprezzato la semplicità dell'esposizione ma al tempo stesso le profonde implicazioni del suo contenuto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Hehehe, carino :)
      Ma cosa centra? Mica siamo su www.votalostile.itQuesto articolo mi fa lo stesso effetto di quegliarticoli sull'IT scritti da giornalisti su grosse testate.... parlano parlano...ma soprattutto scrivono scrivono...SCEMENZE, IDIOZIE!Purtroppo siamo in italia e come siamo un popolo di allenatori di calcio, così siamo tutti espertoni di pc e di tutte le altre cose, una nazione di sapientoni.Lasciate ad ognuno il proprio lavoro....se vi si bloccano le macchine e non sapete risolvere.... peggio vi meritate, fatelo fare a persone competenti, conscie di tutte le problematiche.FILOSOFANTI E IMPROVVISATI ESPERTI GO AWAY!/ban lamah!*@*
      • Anonimo scrive:
        Re: Hehehe, carino :)
        ...qui l'unico che fa l'espertone e il sapientone mi sembri proprio tu! ammesso che tu sappia mettere mano in un pc non crederai mica di essere l'unico?l'articolo era carino e senza molte pretese che bisogno c'è di insultare la gente?bella figura di merda che ci hai fatto!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Hehehe, carino :)
          - Scritto da: f.v.p
          ...qui l'unico che fa l'espertone e il
          sapientone mi sembri proprio tu! ammesso che
          tu sappia mettere mano in un pc non crederai
          mica di essere l'unico?A prescindere dal fatto che un messaggio va letto e nel mettere in moto il cervello ci si dovrebbe attenere a quanto scritto....Io non ho detto IO lo so fare e voi noho detto SE NON LO SAPETE FARE o se NON CONOSCETE l'argomento, evitate di dire scemenze. Sta di fatto che anche non fossi esperto di certo non penserei all'equilibrio zen di un pc quando ci devo mettere le mani.
          l'articolo era carino e senza molte pretese
          che bisogno c'è di insultare la gente?
          bella figura di merda che ci hai fatto!!La figura di merda è la tua che hai scritto un messaggio inutile e insensato. Non ho visto nulla di attinente, sei corso in aiuto di tuo fratello? Mah! levati il mantello da paladino ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Hehehe, carino :)

            A prescindere dal fatto che un messaggio va letto
            e nel mettere in moto il cervello ci si dovrebbe
            attenere a quanto scritto....il mio cervello è sempre in moto, su questo puoi stare tranquillo. comunque quando qualcuno scrive "Lasciate ad ognuno il proprio lavoro....se vi si bloccano le macchine e non sapete risolvere.... peggio vi meritate, fatelo fare a persone competenti, conscie di tutte le problematiche" io capisco che ce l'ha con chi non se ne intende, mi sono semplicemente attenuto a quanto scritto.
            La figura di merda è la tua che hai scritto un
            messaggio inutile e insensato. Non ho visto nulla
            di attinente, sei corso in aiuto di tuo fratello?
            Mah! levati il mantello da paladino ;)hai ragione sul fatto che non ho scritto nulla di attinente sull'argomento ma ho solo risposto al tuo messaggio. se la cosa ti può interessare anch'io sono convinto che l'approccio di tipo filosofico esistenziale alla configurazione o manutenzione di un pc sia più un atteggiamento di chi alla fine non sa come risolvere tuti i problemi e non si sa spiegare il motivo di qualche malfunzionamento. l'articolo mi era sembrato simpatico e non capisco tutti questi attacchi che sono piovuti addosso all'autore... che non è mio fratello...ok,ora mi levo il mantello che ho un pò caldo ;-)ciao.
      • Anonimo scrive:
        Re: Hehehe, carino :)
        parafrasando ciò che ho appena risposto in un altro thread, posso concordare con te sul fatto che fosse un po' OT su puntoinformatico questo articolo, ma continuo a rammaricarmi del fatto che certe persone, se si esce da schemi predefiniti, vanno in confusione proprio come i pc... e non si tratta di un division by zero, per fortuna :)
  • Anonimo scrive:
    ?????????????????
    Scusate ma l'equilibrio di cui parla PI messo in questo modo non ha senso.Si mette insieme il fatto che piano piano il pc si blocca sempre meno (?!?!?) ed il tuning necessario per far funzionare bene qualunque macchina.Sul primo esempio dissento nella maniera piu' assoluta. Quando il northbridge mi dava problemi non riuscivo a masterizzare nemmeno un cd. E se ti dico nemmeno un cd intendo che ne potevo mettere anche 100, me li bruciava tutti. Un semplce aggiustamento al bios, come consigliato da VIA nella sua faq, ha risolto tutti i problemi.Lo slot PCI4 puo' avere dei problemi con le schede audio creative. Conosco persone che hanno messo una Live nel PCI4 di una abit e continuavano a vedere il pc che si piantava col suono in loop. Io con configurazione praticamente uguale non ho mai avuto questi problemi col PCI3.Il pci4 condivide alcune risorse con il primary master eide, ed e' scritto esplicitamente sul manuale che alcune schede possono dare problemi.Mettere mano al bios/aggiornare i driver/configurare l'os sono operazioni che devono essere fatte se non si vuole incorrere in blocchi di sistema. Questo e' ancora piu' vero per l'accoppiata amd/via, che va che e' un piacere ma deve essere aggiustata un po'.Ritornando alla questione del "si risove da solo col tempo", l'unica spiegazione logica e' la seguente: tu metti su il sistema con delle dll di versione dubbia/obsoleta. Non appena installi un nuovo componente/applicazione la dll viene aggiornata e i problemi si risolvono.Ti faccio un esempio: tu acquisti un radeon8500 e lo metti su una macchina con win98. La tua scheda e' pensata per directx8.1 e i driver (gia' buggati di suo.. :) ) non sono certo a posto per la versione 5.0, che si suppone non usi piu' nessuno.Puoi continuare a scaricare drivers, ma se c'e' un problema con dx5 te lo tieni. Finche' un giorno non passerai alle 8.1 (perche' magari un gioco te le installa) e andrai liscio come l'olio.Cmq dipende dagli utenti. Io mi compro i pezzi e poi monto il pc da solo, quindi non mi interessa se devo "perdere" un paio di giorni per configurare il tutto a dovere. Se uno vuole andare a scatola chiusa puo' comprarsi un pc di marca, che si presume essere esente da queste problematiche.
  • Anonimo scrive:
    Non chiedere perchè....
    ....questa è la frase tipica di un mio collega, il nostro massimo esperto di computer in ufficio .(se legge si accorgerà che lo sto prendendo in giro?) ^__-
  • Anonimo scrive:
    Non esistono piu le mezze stagioni
    Articoli come questo, che comunicano messaggi pari a quello in oggetto, potrebbero secondo me essere evitati
  • Anonimo scrive:
    la natura-Buddha del PC
    c'è qualche vero buddista fra i lettori?i PC hanno una loro natura-Buddha?in fondo un sistema se supera una certa complessità perde il suo deteminismo per diventare qualcosa d'altro, o no?FInirà che noi informatici dovremi diventare robopsicologi, come nei romanzi di Asimov
    • Anonimo scrive:
      Re: la natura-Buddha del PC
      Già, però nei romanzi di Asimov i robot erano vincolati a non far del male a nessun essere umano in nessuna occasione, mentre il computer ti danneggia devastandoti il sistema nervoso.:)
      • Anonimo scrive:
        Re: la natura-Buddha del PC
        - Scritto da: Guano
        Già, però nei romanzi di Asimov i robot
        erano vincolati a non far del male a nessun
        essere umano in nessuna occasione, Capitava tuttavia che lo facessero involontariamente, e appena sene accorgevano andavano in crisi
        mentre il
        computer ti danneggia devastandoti il
        sistema nervoso.e appena se ne accorge va in crash ^__^
      • Anonimo scrive:
        Re: la natura-Buddha del PC
        - Scritto da: Guano
        Già, però nei romanzi di Asimov i robot
        erano vincolati a non far del male a nessun
        essere umano in nessuna occasione, mentre il
        computer ti danneggia devastandoti il
        sistema nervoso.:)A me per fortuna non e' successo ma a volte ti prende una rabbia!!! Comunque alla fine va, in effetti
    • Anonimo scrive:
      Re: la natura-Buddha del PC
      Credo di sì.Qui molta gente si arrabbia, si indigna e reclama a gran voce la natura profondamente deterministica del PC. Be', probabilmente tutta la realtà è deterministica, ma tanto più il livello di complessità è alto tanto più il determinismo diventa inafferrabile. Bravi coloro che ancora non hanno perso questa capacità grazie al loro impegno, studio, lavoro, ah, che bravi... Mano male ci sono questi guru della scienza esatta che ci salvano...Arriverà un momento in cui anche a loro sfuggirà il processo logico e causale degli eventi che regolano il funzionamento della macchina computer.Fatevi ZEN.
  • Anonimo scrive:
    Luddist, prenditi un Mac!
    Non vorrei iniziare polemiche, ma la mia devo per forza dirla: se avessi un Macintosh non avresti dovuto perdere tempo a scrivere quest'articolo!!! Mi spiace per te che devi riavviare cento volte finche' il computer ti funziona, perche' qui dalle mie parti questo genere di problemi non li abbiamo mai avuti... :)Niente polemiche pero' ok? Questa e' la mia opinione, e non voglio scatenare la solita massa di persone che odia i Mac e che frequenta Punto Informatico...
  • Anonimo scrive:
    VERGOGNA!
    Non avrei mai creduto di dover scrivere un commento simile per un articolo su punto-informatico, ma quando e' troppo e' troppo!Potevate utilizzare lo spazio di quell'articolo MOLTO MEGLIO! Ma chi e' che l'ha fatto scrivere quel tipo li? Mi fermo qui perche' i messaggi non devono contenere offese..
    • Anonimo scrive:
      Re: VERGOGNA!
      - Scritto da: fifingheddu
      Potevate utilizzare lo spazio di
      quell'articolo MOLTO MEGLIO! Si, magari è banale (o semplicemente ingenuo) ma i soli commenti generati, lo giustificano, o no?
    • Anonimo scrive:
      Re: VERGOGNA!
      Stai tranquillo, tanto non e' che tu PI lo paghi un tanto al chilo...anzi non lo paghi affatto.Quindi se un articolo a te non interessa, non credo sia un gran danno... cosa vuol dire "potevano usare lo spazio meglio"... hanno un numero fisso di pagine come un giornale su carta?
      • Anonimo scrive:
        Re: VERGOGNA!
        Concordo... WOW ragazzi, non e' che qualcuno vive un po' troppo sulle spine o sulle sue?Mi pare che sulla rete ci sia spazio per tutto e io approvo la scelta di pubblicare qui le esperienze di questo utente, cosi' come di pubblicarne altre di tono contrario... I miei saluti a Luddist, nick molto carino ;)
  • Anonimo scrive:
    Quanto e' vero!!!!
    E' un articolo bellissimo!!! :) Rincuora me e tutti i miei clienti che a volte tornano con il pc nuovo fiammante e per qualche particolare cosa "si pianta", sopratutto con SO installati da loro a dire il vero.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quanto e' vero!!!!
      - Scritto da: goldrake
      E' un articolo bellissimo!!! :) Rincuora me
      e tutti i miei clienti che a volte tornano
      con il pc nuovo fiammante e per qualche
      particolare cosa "si pianta", sopratutto con
      SO installati da loro a dire il vero.Scusa ma dove sta la differenza? se il SO lo installi tu ti si installa "strano"? Ormai il sistema configura l`Hardware per i fatti tuoi e anzi ti dice che se vuoi fare diverso non ti garantisce che tutto funzionera` ancora.
  • Anonimo scrive:
    Se avete piu di 512Mb...
    ... e' meglio che passi a Win2K o XP perche c'e una nota issue che affligge il gestore di memoria sotto win9x e ME.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se avete piu di 512Mb...
      - Scritto da: BG
      ... e' meglio che passi a Win2K o XP perche
      c'e una nota issue che affligge il gestore
      di memoria sotto win9x e ME.Vero, e' la miglior soluzione.E' cmq possibile utilizzare anche i vari Win 9xcon un work-around... che andrebbe utilizzato anche da chi ha meno di 512MB!
  • Anonimo scrive:
    l'equilibrio
    prova a cambiare l'alimentatore pirla!
  • Anonimo scrive:
    Che senso ha?
    Mi chiedo che senso ha pubblicare le banalità di questo luddist.NOn dice nulla di nuovo, non offre spunti di riflessione, nulla.A meno che non sia il figlio di tre anni del proprietario di Punto-informatico, in questo caso posso capire l'orgoglio di padre.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che senso ha?
      quanto siete pallosi ragazzi.ti ha fatto spremere le meningi? hai sudato sette camicie?a me ha fatto sorridere e in 3, 4 minuti.Sempre a sbottare su questo e quello ... mamma mia quanto siete grigi.ad un certo momento della tua vita avrai pure ripetutto qualcosa che hai detto?vorrei frequentarti per una settimana e scommetto che ad un certo punto ti direi "che palle, me l'hai già detto, dici sempre le stesse cose!"è naturale e ovvio che possa capitare.e comunque io su PI non l'avevo mai letto questo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che senso ha?
      Sono banali le emozioni?Nei cinque minuti, tra leggere l'articolo e scrivere le mie impressioni, ho condiviso le mie emozioni di "smanettone" con altri "smanettoni" o semplicemente con chi mette mano continuamente ad un computer per farlo andare come si deve.Non era uno scoop per il capo-ufficio, forse assomigliava ad una pausa-caffè.Scarlight
  • Anonimo scrive:
    non e`vero
    a me non e`mai capitato, le periferiche di solito o vanno al primo colpo o non vanno proprio, a meno di procurarsi la versione piu`recente del driver (se cè`), tutti i problemi sono sempre riproducibili.Sara`perche`uso un mac e non un Wintel?
  • Anonimo scrive:
    Ma ha un senso?
    Francamente non credo che la notizia abbia un senso... e se lo ha è banale e scontato.Luddist lo chiama equilibrio del pc, io francamente lo chiamerei tuning del PCun pc non essendo semplicemente l'unione di più componenti hardware (per funzionare) ma anchedi componenti software (os, driver, apps)è chiaro che vada messo a punto, qualunque altra cosa complessa va messa a punto.... in qualunque campo ci troviamo.Se si compra un'auto e gli si sostituisce un componente tipo centralina, marmitta, carburatori o quant'altro di "importante" mi sembra naturale che vada testato e regolato prima che la macchina sia ben funzionante di nuovo. Un pc non deve trovare un SUO equilibrio, non è pensante, un blocco è un evento che ha un motivo alla base, la spiegazione c'è (per gli addetti ai lavori). Se non si è in grado di configurare una macchina da soli, non occorre dare la colpa ai blocchi; allo stesso tempo è da sciocchi idealizzare il Plug & Play, meglio detto plug&pray. La Volkswagen mica progetta una nuovae soluzioni, le monta e ti vende la macchina senza testarla.O forse sbaglio io e anche la mia Polo è riuscita a raggiungere il SUO equilibrio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ha un senso?
      Io invece credo che la notizia abbia proprio un senso, ti dirò di più, penso che il computer abbia un anima, e noi possiamo essergli antipatici o simpatici, lui si comporterà di conseguenza, lo coccoliamo o lo trattiamo male , lui si comporterà di conseguenza...- Scritto da: Mah
      Francamente non credo che la notizia abbia
      un senso... e se lo ha è banale e scontato.
      Luddist lo chiama equilibrio del pc, io
      francamente lo chiamerei tuning del PC
      un pc non essendo semplicemente l'unione di
      più componenti hardware (per funzionare) ma
      anche
      di componenti software (os, driver, apps)
      è chiaro che vada messo a punto, qualunque
      altra cosa complessa va messa a punto.... in
      qualunque campo ci troviamo.
      Se si compra un'auto e gli si sostituisce un
      componente tipo centralina, marmitta,
      carburatori o quant'altro di "importante" mi
      sembra naturale che vada testato e regolato
      prima che la macchina sia ben funzionante di
      nuovo.
      Un pc non deve trovare un SUO equilibrio,
      non è pensante, un blocco è un evento che ha
      un motivo alla base, la spiegazione c'è (per
      gli addetti ai lavori). Se non si è in grado
      di configurare una macchina da soli, non
      occorre dare la colpa ai blocchi; allo
      stesso tempo è da sciocchi idealizzare il
      Plug & Play, meglio detto plug&pray. La
      Volkswagen mica progetta una nuovae
      soluzioni, le monta e ti vende la macchina
      senza testarla.

      O forse sbaglio io e anche la mia Polo è
      riuscita a raggiungere il SUO equilibrio.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ha un senso?
        - Scritto da: maxnopay
        Io invece credo che la notizia abbia proprio
        un senso, ti dirò di più, penso che il
        computer abbia un anima, e noi possiamo
        essergli antipatici o simpatici, lui si
        comporterà di conseguenza, lo coccoliamo o
        lo trattiamo male , lui si comporterà di
        conseguenza...Condivido l' affermazione che i PC hanno un' anima,ma forse dire simpatici o antipatici è un pòriduttivo.Ogni cosa, anche un sasso ha un' anima, anche sedifficilmente riusciamo a percepirlo.Nei mesi di Dicembre/Gennaio mi sono capitate un pò cose strane:Ero supercaricato elettrostaticamente, ed ognicosa mettalica che toccavo prendevo la scossa,(mentre studiavo nuovi sistemi di illuminazionecon dei microchip elettronici, ho provato fare unponte con essi....si sono accesi ogni volta chescendevo dall' auto, senza bruciarli.).Nello stesso periodo tenevo in tasca un' agendacon batterie ricaricabili che normalmente ricaricavoogni settimana. In quel periodo di circa 6 settimanenon si sono mai scaricate le batterie!Un bel giorno racconto questi fatti ad un mio amicoche lavora nel mondo dell' elettricità.....sua moglie mi dice: vedrai che da adesso chel' hai raccontato non funzionerà più.Sbalordito dal giorno dopo non avevo più correnteelettrostatica e il giorno dopo ho dovuto ricaricare le batterie.Preciso che io lavoro tutti i giorni con componenti per computer, ma mai ho avuto problemicon questi componenti, anzi.....Ciao ciao www.riuscito
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma ha un senso?
          Dire che le cose hanno un'anima e' semplicemente una nostra proiezione sugli oggetti;il rischio dell'assegnare un ruolo "animato" agli oggetti e' quello di distogliere in parte l'attenzione dalle persone e dagli animali che ci circondano.Il computer che trova un suo equilibrio,la pietra che mi protegge dalla malasorte,l'oroscopo...sono tutte facce della stessa medaglia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma ha un senso?
            Ecco che Wanna Marchi riappare!!Vorrete mica dire che le oltre 300 mila persone frodate e derubate erano tutti quelli che credevano che il PC avesse un'anima????????:-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma ha un senso?
            NO!Ma e' gia' un buon punto di partenza...(chiamala predisposizione se vuoi)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma ha un senso?
            Beh in fondo bisogna farle i complimenti. Almeno lei lo ha capito subito...Brava Wanna!
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma ha un senso?
        Non credo che sia il pc a possedere un'anima propria... secondo me, come tutti gli oggetti che usiamo, attribuisce una personalità ed un'anima dal momento che lo usiamo spesso per creare, caricandosi della nostra energia creativa. Per spiegare questo concetto un po' astratto ho scritto anche una storia - molto ironica e umoristica - in cui il pc (sotto le spoglie dell'assistente Clippy di Office2k) si ribella al mio volere dopo essersi sentito troppo trascurato. L'idea mi è venuta da un messaggio che veramente lancia una volta nascosto più di un certo numero di volte, in cui chiede qualcosa tipo: "mi hai già nascosto molte volte... cosa vuoi fare: Nascondimi. Disattivami. Annulla" ... la storia (OfficeAttack) è in formato html con tanto di immagini che la documentano, devo ancora completarla perchè mi hanno fatto presente che violava un po' di copyright..... Se vi interessa scrivetemi, vi aggiornerò :) natan@lobotomize.it
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ha un senso?

      Francamente non credo che la notizia abbia
      un senso... e se lo ha è banale e scontato.
      Luddist lo chiama equilibrio del pc, io
      francamente lo chiamerei tuning del PCAh si ? Beh allora il fatto che in ufficio da me, su circa il 30% dei pc, l'enumeratore plug&play cambia l'ordine delle interrupt assegnate AD OGNI AVVIO in maniera casuale come lo chiami ??Ma non era un sistema puramente deterministico? A parità di condizioni iniziali e di stimoli non dovrebbero esserci gli stessi risultati ?? I miei PC di casa per esempio non si sono mai bloccati! Sarà la minaccia della mazzetta da carpentiere che tengo appoggiata alla scrivania ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma ha un senso?
      Personalmente concordo con la tua opinione, non e' un problema del PC quanto del sistema operativo che si sceglie di adoperare. Come testimoniano le esperienze di molti di voi, le diverse scelte progettuali alla base dei principali sistemi operativi fanno si che ogni os reagisca in maniera estramente diversa all'inserimento di una nuova periferica. Posso portarvi un esempio chiarificatore che smantella la tesi dell'articolo in questione, ho personalmente provato, e piu' volte, a far funzionare un hd contente un'installazione Linux su un pc diverso da quello su cui era stata inizialmente realizzata l'installazione. Non stiamo parlando di aggiornare qualche componente ma di cambiare completamente computer eppure il sistema non ha fatto una piega al primo boot. Lo stesso esperimento con Windows da invece risultati estremamente diversi, le sessioni del riconoscimento del nuovo hardware richiedono piu' reboot successivi ed alcune volte e' stato necessario ripulire il computer da tutte le periferiche non necessarie ed aggiungerle in un secondo momento in modo da assecondare la politica di allocazione delle risorse (IRQ, indirizzi di memoria) di windows. Quindi, banalmente, il PC non ha alcun equilibrio da raggiungere, diversamente l'equilibrio (meglio ancora stabilita') son tenuto a raggiungerlo i sistemi operativi installati sopra.Umberto- Scritto da: Mah
      Francamente non credo che la notizia abbia
      un senso... e se lo ha è banale e scontato.
      Luddist lo chiama equilibrio del pc, io
      francamente lo chiamerei tuning del PC
      un pc non essendo semplicemente l'unione di
      più componenti hardware (per funzionare) ma
      anche
      di componenti software (os, driver, apps)
      è chiaro che vada messo a punto, qualunque
      altra cosa complessa va messa a punto.... in
      qualunque campo ci troviamo.
      Se si compra un'auto e gli si sostituisce un
      componente tipo centralina, marmitta,
      carburatori o quant'altro di "importante" mi
      sembra naturale che vada testato e regolato
      prima che la macchina sia ben funzionante di
      nuovo.
      Un pc non deve trovare un SUO equilibrio,
      non è pensante, un blocco è un evento che ha
      un motivo alla base, la spiegazione c'è (per
      gli addetti ai lavori). Se non si è in grado
      di configurare una macchina da soli, non
      occorre dare la colpa ai blocchi; allo
      stesso tempo è da sciocchi idealizzare il
      Plug & Play, meglio detto plug&pray. La
      Volkswagen mica progetta una nuovae
      soluzioni, le monta e ti vende la macchina
      senza testarla.

      O forse sbaglio io e anche la mia Polo è
      riuscita a raggiungere il SUO equilibrio.
  • Anonimo scrive:
    Lo zen e l'arte della manutenzione del pc...
    Non ci trovo niente di strano in tutto ciò. Siete ancora convinti come piero angela che sia la matematica a muovere l'universo? La matematica è solo un'interpretazione che per quanto precisa è sempre approssimativa: se avevamo 11 dita il mondo sarebbe stato diverso? Sono informatico, sono filosofo, e potrete dire che dico str... ma quando metto mano ad un computer gli faccio fare sempre quello che voglio perchè so come chiederglielo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo zen e l'arte della manutenzione del pc...
      La matematica non è un'approsimazione della realtà... la fisica lo è.La matematica è un universo immaginario generato da delle definizioni, essendo "creato" dall'inventiva e interamente definito viene giustificata l'affermazione che la matematica non è un'opinione.L'unica approssimazione plausibile è quando si interpreta la realtà sfruttando un modello matematico... ma qua si entra appunto nella fisica.Il computer comunque non è solo un prodotto della matematica, ma è un "coso" che funziona + o - per miracolo, dotato peraltro di un'ottimo senso dell'ironia e puo cambiare atteggiamento a secondo di chi lo utilizza ^__^
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo zen e l'arte della manutenzione del pc...
        Concordo con te, aggiungendo che: la matematica PURA è filosofia, in quanto cerca di descrivere concetti mesafisici quali l'1, l'infinito, lo 0, etc... Ho qualche perplessità invece se la matematica che intendo io sia la stessa matematica di chi intende che un'articolo come questo non è logico... Certo, magari è un po' OT su Punto Informatico, ma perchè se qualcosa esce fuori dal nostro schema qualcuno si sente spiazzato? Concludo dicendo che il pc non può essere perfetto, in quanto fatto dall'uomo che anch'esso non è perfetto.
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo zen e l'arte della manutenzione del pc...
          Piano con la matematica... Non "cerca di descrivere" concetti metafisici, li crea da sola. E nel proprio ambito non hanno nulla di metafisico. L'infinito matematico non ha niente a che fare con (uno dei tanti) infinti filosofici, così come lo zero non ha nulla a che fare (per fortuna) con il "nulla" dei filosofi, contrapposto heideggerianamente, all' "essere"Bya
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo zen e l'arte della manutenzione del pc...
            Sono daccordo, ma nel proprio ambito se mio nonno aveva tre balle allora era un flipper. :-)Nella sua nicchia la matematica si crea concetti, teorie, teoremi e applicazioni, ma "osservata dall'esterno" e paragonata, come dicevano giustamente, con la fisica, si intuisce una certa "evanescenza". Almeno credo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo zen e l'arte della manutenzione del pc...
            Giusto. Il problema è che le due cose non sono paragonabili. Nel senso che per la fisica la matematica è uno strumento, per cui ci sono teorie matematicamente vere ma non applicabili ad un dato aspetto della realtà fisica. La modellizzazione matematica vale a certe condizioni e, sempre, "al limite". Per questo dicevo che le due cose non sono confrontabili.Bye
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo zen e l'arte della manutenzione del pc...
            Sono fermamente convinto che la matematica sia un modello descrittivo del mondo metafisico. Sul fatto che sia metafisico non ci sono dubbi: 1, 2, 3 non hanno alcun significato di per sè. Ha senso dire "2 pecore", ma dire 2 e basta non è qualcosa di concreto e tangibile. Ma forse potrebbe interessarvi la mia dimostrazione, con principi matematici, che un numero moltiplicato per 0 non dà 0 ma il doppio del suo quadrato. Tale dimostrazione non vuole negare l'evidenza, ma soltanto dimostrare quanto si possa negare tutto o il contrario di tutto anche attenendosi a dei principi matematici... ve la scriverei anche qui, ma come gliela spiega alla textarea?!?! :)
      • Anonimo scrive:
        Si, ma l'incompletezza di Godel dove la mettiamo?

        La matematica è un universo immaginario
        generato da delle definizioni, essendo
        "creato" dall'inventiva e interamente
        definito viene giustificata l'affermazione
        che la matematica non è un'opinione.Questo non è esatto.Qualunque matematico con le palle ti dirà che il concetto che "la matematica non è un'opinione" è superato da quando Godel ha enunciato il suo teorema di incompletezza.Il teorema, in poche parole (e cercando di non sbagliarmi), dice che QUALUNQUE sistema matematicocoerente si basa su delle affermazioni non dimostrabili (da considerare "vere" finchè non sono smentite"). Queste affermazioni (o postulati) si dicono "indecidibili".Non ho una conoscenza ferrata sull'argomento e non posso esprimermi meglio, cmq il teorema (dimostrato matematicamente) ha un vastissimo numero di implicazioni, se vogliamo anche filosofiche.Una di queste è che non è possibile un sistema matematico in cui tutto sia dimostrabile.Se ci aggiungi che, nello stesso periodo, Eisenberg dimostrava che non è possibile una conoscenza completa del mondo che ci circonda otteniamo la buona pace della superiorità dell'Intelletto sulla Natura :)Ma ulteriori scoperte metascientifiche dei nostri tempi permettono di andare al di là delle limitazioni suddette: è così che nascono le leggi di Murphy ;)Se volete sapere di più su sta roba sul net si trovano informazioni a pacchi.Ciao el_Takx
        • Anonimo scrive:
          Re: Si, ma l'incompletezza di Godel dove la mettiamo?
          - Scritto da: Takx
          Il teorema, in poche parole (e cercando di
          non sbagliarmi), dice che QUALUNQUE sistema
          matematico
          coerente si basa su delle affermazioni non
          dimostrabili (da considerare "vere" finchè
          non sono smentite"). Queste affermazioni (o
          postulati) si dicono "indecidibili".No. Non sono DIMOSTRABILI ALL'INTERNO DI UN DATO SISTEMA FORMALE (e non in assoluto). Per di più queste "affermazioni" per quanto indecidibili, sono VERE

          Non ho una conoscenza ferrata sull'argomento
          e non posso esprimermi meglio, cmq il
          teorema (dimostrato matematicamente) ha un
          vastissimo numero di implicazioni, se
          vogliamo anche filosofiche.
          Una di queste è che non è possibile un
          sistema matematico in cui tutto sia
          dimostrabile.
          Se ci aggiungi che, nello stesso periodo,
          Eisenberg dimostrava che non è possibile una
          conoscenza completa del mondo che ci
          circonda otteniamo la buona pace della
          superiorità dell'Intelletto sulla Natura :)Altolà. Il principio di Indeterminazione di Heisenberg si riferisce a grandezze canonicamente coniugate e dice solo che non è possibile misurare entrambe le grandezze con precisione arbitraria.

          Se volete sapere di più su sta roba sul net
          si trovano informazioni a pacchi.
          Magari anche su qualche buon libro.Un dottorato di ricerca in fisica teorica non si improvvisa.Bye
        • Anonimo scrive:
          Re: Si, ma l'incompletezza di Godel dove la mettiamo?


          Non ho una conoscenza ferrata sull'argomento e

          non posso esprimermi meglio, cmq il teorema

          (dimostrato matematicamente)Mi sbaglio o stai cercando di convincermi che un teorema che dice che la matematica si basa su teorie non dimostrabili e tu dici che è stato dimostrato matematicamente????? Qui cadiamo in un Looping continuo, altro che macchina del moto perpetuo!! :-)Scherzi a parte credo che forse gli utenti del Forum intendessero che la fisica ti permette quanto meno di poter "toccare con mano" quello di cui parla: se studio il moto di un corpo e i relativi teoremi, posso vedere che concetti come traiettoria, velocità e tutto il resto sono fisicamente osservabili, cosa che invece non si può dire per la matematica (io non ho mai avuto modo di vedere con chiarezza un asintoto...). Che poi la stessa fisica si basi sui principi della matematica è un altro discorso: forse la verità sta nel fatto che i fenomeni fisici sono quotidianamente alla portata di tutti, mentre quelli matematici, pur essendo presenti, non sono così palesi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Si, ma l'incompletezza di Godel dove la mettiamo?
          - Scritto da: Takx
          Il teorema, in poche parole (e cercando di
          non sbagliarmi), dice che QUALUNQUE sistema
          matematico
          coerente si basa su delle affermazioni non
          dimostrabili (da considerare "vere" finchè
          non sono smentite"). Queste affermazioni (o
          postulati) si dicono "indecidibili".I teoremi di incompletezza di Godel riguardano semplicemente la decidibilità, non i fondamenti assiomatici. In particolare è dimostrato che è impossibile, con gli strumenti forniti da un sistema di assiomi + regole d'inferenza, decidere se una proposizione è "strutturalmente connessa" alsistema d'assiomi dato. Vale a dire, all'interno di un sistema formale perfettamente definito e non contraddittorio, è possibile individuare (o costruire) proposizioni indecidibili, seppure intuitivamente vere.Questi primi lavori di Godel sono stati poi applicati ad ogni recondito angolo della matematica, per falsificare popperianamente (ma anche molto pragmaticamente) tutto il costrutto hilbertiano, da decine di logici matematici dello scorso secolo, e da tali lavori deriva il sentore del concetto di "indecibilità" e, più in generale, della relatività di alcune branche della matematica (la geometria euclidea, per esempio, non sottostà ad alcuna limitazione di decidibilità secondo Godel) che è poi traslato in molte (troppe) pubblicazioni divulgative, spesso male interpretate e scritte, o basate su grossolane misinterpretazioni. Esempio eclatante, uno dei libri che "facevano figo" qualche anno fa, che tutti i sedicenti intellettuali avevano su uno scaffale e che quasi nessuno ha realmente letto, ovvero "Godel, Escher, Bach" di Douglas Hofstadter.
          • Anonimo scrive:
            Domanda per *BSD Rulez!

            I teoremi di incompletezza di Godel
            riguardano semplicemente la decidibilità,
            non i fondamenti assiomatici.
            In particolare è dimostrato che è
            impossibile, con gli strumenti forniti da un
            sistema di assiomi + regole d'inferenza,
            decidere se una proposizione è
            "strutturalmente connessa" al
            sistema d'assiomi dato. Vale a dire,
            all'interno di un sistema formale
            perfettamente definito e non
            contraddittorio, è possibile individuare (o
            costruire) proposizioni indecidibili,
            seppure intuitivamente vere.Si, esattamente quello che volevo dire io... =PP
            Esempio eclatante, uno
            dei libri che "facevano figo" qualche anno
            fa, che tutti i sedicenti intellettuali
            avevano su uno scaffale e che quasi nessuno
            ha realmente letto, ovvero "Godel, Escher,
            Bach" di Douglas Hofstadter.Se ti ricapita di leggere qui, mi fai capire se consideri questo libro uno di quelli che hanno male interpretato?Io gli ho dato un'occhiata e mi sembra valido.Se ne sei un detrattore, mi spieghi il perchè?Se hai ragione tu lo tolgo dallo scaffale =)) el_Takx
          • Anonimo scrive:
            Re: Domanda per *BSD Rulez!
            Non mi considero un detrattore tout court del libro di Hofstadter, così come cerco di non essere un fan sfegatato o un esacerbato avversario di qualsiasi altra cosa - escludendo, al più, le mode ed i luoghi comuni.Il premio Pulitzer che ha scritto il tomo fa ampio sfoggio di magnificenza, citando dozzine di curiosità, aneddoti, aspetti marginali di innumerevoli attività del genio umano e sforzandosi di trovarvi un leit-motiv, ampiamente basato su una cattiva interpretazione dei teoremi di incompletezza di Godel.Interpretazione aprioristica, mirata a dimostrare la possibilità dei calcolatori di implementare l'intelligenza artificiale. Il che è già paradossale, basandosi su un risultato che sostanzialmente illustra le limitazioni dei sistemi logici, e quantomeno inutile: molti usi migliori delle dimostrazioni di impossibilità sono stati fatti, a partire dalla complessità computazionale a cui tanto si deve in informatica, e non si capisce esattamente a cosa possa servire una dimostrazione di non impossibilità in un campo che ha già dato dei risultati, sia pure embrionali e ridicolmente meno potenti dei metodi deterministici ben consolidati.Per il resto, il libro termina con un nulla di fatto, un condizionale che certo non ha niente di scientifico (forse un tributo alla integrità intellettuale, dopo avere sciorinato tutto quello che l'autore conosceva, ed anche qualcosa in più) che suggella un percorso godibile, divertente e sicuramente impegnativo per l'autore - forse un pò meno per chi ha superato i 30 e magari ha alle spalle solidi studi scientifici. Forse non è il caso di toglierlo dallo scaffale :-), ci sono libri peggiori, ma consiglio caldamente, per mitigarne gli effetti, di accompagnarlo con un "capolavoro" uguale e contrario, certo destinato a minor fortuna tra gli intellettuali di razza, ma ben noto a noi poveri illetterati: "Ombre della mente" (in lieu dell'ormai obsoleto "La mente nuova dell'imperatore") di Roger Penrose. Ambedue allo stesso livello letterario, usano (male) Godel per dimostrare un concetto e, rispettivamente, la sua negazione. Una lettura amena e, se fatta in coppia come consigliato, realmente proficua.
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo zen e l'arte della manutenzione del pc...
      - Scritto da: Natanma quando metto
      mano ad un computer gli faccio fare sempre
      quello che voglio perchè so come
      chiederglielo. La stessa cosa che faccio io con le donne...quando si dice i casi della vita..ps: apprò gli potresti dire al mio pc di smettere di bloccarsi quando gioco a Pod Racer? Grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo zen e l'arte della manutenzione del pc...
        eheh per non parlare di certi capricci informatici che hanno molto di femminile :) ma su questo sono stati scritti libri e libri!
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo zen e l'arte della manutenzione del pc...
      - Scritto da: Natan
      Non ci trovo niente di strano in tutto ciò.
      Siete ancora convinti come piero angela che
      sia la matematica a muovere l'universo?Lassateme sta' Pierone, che me dà er pane da portà a casa co' li Virtual Set de' Superquak! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Lo zen e l'arte della manutenzione del pc...
        Puoi sempre farti assumere dalla macchina del tempo :) cmq scusa ma non lo sopporto! E' così semplicistico nella sua eterna fede nella scienza empirica...
        • Anonimo scrive:
          Re: Lo zen e l'arte della manutenzione del pc...
          - Scritto da: Natan
          Puoi sempre farti assumere dalla macchina
          del tempo :) cmq scusa ma non lo sopporto!
          E' così semplicistico nella sua eterna fede
          nella scienza empirica... Devo dire che sul lavoro è un gran professionista/perfezionista...Certo, ora i suoi annetti ce li ha e ogni tanto si addormenta in piedi sul set...Cmq, tieni presente che rispetto alla "Macchina del tempo" hanno ancora il record di ascolti con SQ...E anche che una puntata di Angela costa circa 1/3 di quelle di Cecchi Paone...E che la CG di Angela è tutta "home made" (in RAI o fuori, come nel mio caso) nel senso che è made in Italy, mentre di solito la MdT compra da Discovery o altri...Ciauz
          • Anonimo scrive:
            Re: Lo zen e l'arte della manutenzione del pc...
            E comunque Pieero Angela sta a Cecchi Paone come Le Scenze sta a Focus...Il Paone si atteggia a gran divulgatore ma ci vuol poco a intortare la gente sparando bombardate o ci vuol poco a far intere trasmissioni pagate da sponsor e farle passare come "informazione scientifica" (lancio satellite Alenia: una mattonata negli zebedei di 2 ore!!)Il buon Piero fa vera scienza in tv, mettendoci testa, fantasia, cultura, humor ma MAI scadendo nella divulgazione da supermercato...Se poi c'e' gente che si lamenta che e' troppo "scientifico" o "logico" o sbaglia a propugnare il metodo scientifico come fede per ogni scienziato....Boh?Che vada da Vanna Marchi e amici....
  • Anonimo scrive:
    ogni tanto un Cristu...
    hai ragione, capita...... ogni tanto anche tirare un cristu puo' aiutare :)
    • Anonimo scrive:
      Re: ogni tanto un Cristu...
      HAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!mai riso così tanto!!!!!!e avevo letto solo l'intestazione!!!!!!!!!!!comunque....SANTE PAROLE!!
  • Anonimo scrive:
    i computer sono dei "disadattati"
    E' vero, i computer nascono "disadattati".Noi li "adattiamo" alle nostre esigenze per tre motivi: 1) perchè funzionino per il tipo di utilizzo che dobbiamo farne, visto che il venditore non ha tempo da perdere e ci vorrebbe vendere il suo assemblato di serie.2) perchè la sua durata al passo con la tecnologia sia la più lunga possibile, visto che il venditore non ha denaro da perdere e vorrebbe vendercene uno nuovo con tanti megaherz colorati.3) perchè a noi piace "tacchignare" e siccome l'assistenza costa, s'impara a far da soli.Se vi racconto come sto tenendo in vita il mio 400 mhz... credo di conoscere di più lui che tutti i bugs di windozz :)Scarlight (uno smanettone dei tanti)
    • Anonimo scrive:
      Re: i computer sono dei
      400 mhz!! naaaio sto con un 350mhz :-pE ci faccio di tutto di più e 0 problemi!Pensa un pò ... mi gira pure xp senza problemi di alcun genere nè rallentamenti... non ti sto a raccontare linux come va :-p...Bisogna saper conoscere la propria bestiola e portarla fino a dove può effettivamente portarti-r
  • Anonimo scrive:
    ma non lo sapete che il computer non va
    a "letto" con la prima periferica che capita ???;-0)a parte la battuta io non ho mai avuto problemi con gli upgrade...forse perche sapevo quello che stavo facendo ???;-0)
  • Anonimo scrive:
    Eppure
    Hai ragione...la penso anche io così!!
Chiudi i commenti