Tecnologia su due ruote

Ecco il prossimo progetto di mobilità urbana su Kickstarter

Le biciclette del futuro? Tutte come Velo-1.

Velo-1

O almeno, così immagina i mezzi di trasporto urbani su due ruote l’ingegnere Jack Al-Kahwati, che spera di far approdare la sua bicicletta supertecnologica su Kickstarter quanto prima, alla ricerca dei fondi necessari per metterla in produzione.

Velo-1 è pensata per coniugare la mobilità personale con la potenza dei sistemi di guida GPS e di Internet. Infatti, Velo-1 può connettersi via WiFi con uno smartphone, dotato di un’applicazione capace di dialogare con la bici e analizzare i dati di viaggio. Il sistema, grazie anche al GPS, individua il punto di partenza, il punto di arrivo e suggerisce il percorso più adeguato, sicuro e veloce per giungere a destinazione. La potenza delle API Google Prediction e le opportunità offerte dal cloud computing consentono anche di ottimizzare le performance relative al percorso, imparando dai dati storici di pedalata e, sulla base dei viaggi precedenti, suggerendo nuove destinazioni adatte all’utente.

L’integrazione con il cloud permette di comunicare con altri veicoli e condividere dati in modalità social, mentre il sistema di controllo elettronico integrato, che comanda i sensori e la videocamera, permette di valutare lo stato di salute del ciclista, oltre a identificare eventuali ostacoli lungo il percorso, segnalandoli per evitare le collisioni.

Un feedback aptico a vibrazione consente di comunicare in modo sicuro le notifiche al ciclista, sia in caso di pericoli da evitare sia per seguire le segnalazioni di navigazione del sistema a mappe integrato.

Il sistema di controllo ambientale consente di inviare un tweet, un SMS o un’email qualora fuori piova o qualora la batteria della bicicletta sia in esaurimento.

Velo-1, infatti, è alimentata da un motore elettrico da 450W che garantisce un’autonomia di circa 30 miglia. A tutta questa tecnologia “informatica” si associa anche un’alta tecnologia costruttiva, con freni wireless, cinghia di trasmissione in carbonio, cerchi in pittura elettroluminescente e molto altro ancora.

Ulteriori informazioni sono reperibili qui .

(via Techcrunch )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • rico scrive:
    Bing vs.Google? come precisione vince...
    ...Bing! Mi spiego: se hai tempo di sfogliare e scegliere, sicuramente Google search è più completo, dà molti più risultati.Ma se hai meno di un minuto, i siti o le immagini di Bing sono più pertinenti.Li confronto spesso, con gli stessi termini. ;-)
  • Macrosfot scrive:
    Bing
    Bing.[img]http://images.sodahead.com/polls/001850059/386805054_hyena_laughing_xlarge.jpeg[/img]
  • Cerotto scrive:
    Un'altra possibilità
    Mi pare che ci sia almeno un'altra possibilità.E cioè che Yandex indicizza in russo cose russe, molto meglio di un qualunque Bing, e che i russi, così come i loro simili americani, sono ancora una cultura molto chiusa, autoriferita e nazionalista, con quello che ne segue.Senza queste (ed altre) considerazioni, cioè senza fornire un contesto a chi legge, i puri dati numerici contano solo come disinformazione.
    • iRoby scrive:
      Re: Un'altra possibilità
      Uhh e Microsoft con tutti i suoi uffici e centri sviluppo e ricerca in giro per il mondo non ha uffici in Russia con dipendenti ed esperti russi per adattare i suoi algoritmi di indicizzazione alla realtà Russa?In Italia ha pletore di partner ed aziende assimilate, associate ecc. E così in molti altri paesi. Ma in Russia non riesce a competere con un'aziendina locale.
      • Zucca Vuota scrive:
        Re: Un'altra possibilità
        - Scritto da: iRoby
        Uhh e Microsoft con tutti i suoi uffici e centri
        sviluppo e ricerca in giro per il mondo non ha
        uffici in Russia con dipendenti ed esperti russi
        per adattare i suoi algoritmi di indicizzazione
        alla realtà
        Russa?Microsoft ottimizza Bing solo per l'inglese e infatti su Bing in italiano compare la parola beta. Tra l'altro la differenza di prestazioni tra i due è abissale.
    • Leguleio scrive:
      Re: Un'altra possibilità
      - Scritto da: Cerotto
      Mi pare che ci sia almeno un'altra possibilità.
      E cioè che Yandex indicizza in russo cose russe,
      molto meglio di un qualunque Bing, e che i russi,
      così come i loro simili americani, sono ancora
      una cultura molto chiusa, autoriferita e
      nazionalista, con quello che ne
      segue.Nazionalistissimi, uuuuuh, sì: vai nelle vie di Mosca oggi, e vedi solo auto di marca UAZ, Zil e Lada:[img]http://www.reklamof.ru/advcatalog_media/photo_original/1/2/32121.JPG[/img]A loro Renault, BMW e Mercedes fanno schifo a prescindere.
      Senza queste (ed altre) considerazioni, cioè
      senza fornire un contesto a chi legge, i puri
      dati numerici contano solo come
      disinformazione.Il partito A alle elezioni ha superato il partito B del 2 %, ha vinto e riceverà l'incarico di governare il Paese. Ma sono puri dati numerici, è disinformazione. Se qualcuno si consola così, beato lui...
    • r1348 scrive:
      Re: Un'altra possibilità
      A me invece pare che tu non sappia nulla di Russia...
    • nome e cognome scrive:
      Re: Un'altra possibilità
      - Scritto da: Cerotto
      Mi pare che ci sia almeno un'altra possibilità.
      E cioè che Yandex indicizza in russo cose russe,
      molto meglio di un qualunque Bing, e che i russi,
      così come i loro simili americani, sono ancora
      una cultura molto chiusa, autoriferita e
      nazionalista, con quello che ne
      segue.
      Senza queste (ed altre) considerazioni, cioè
      senza fornire un contesto a chi legge, i puri
      dati numerici contano solo come
      disinformazione.Magari indicizza meglio i torrent p)
    • giulio scrive:
      Re: Un'altra possibilità
      i russi leggono benissimo l'inglese e non hanno problemi a seguire siti internazionali (a differenza degli italiani). nonostante questo, essendo il cirillico comunque una grafia diversa, fa sempre piacere avere una formattazione più accurata e familiare. secondo me
      • nome e cognome scrive:
        Re: Un'altra possibilità
        - Scritto da: giulio
        i russi leggono benissimo l'inglese e non hanno
        problemi a seguire siti internazionali (aSi vabbè via di luoghi comuni, io fino ad ora ho trovato 3 posti dove persino i dipendenti di multinazionali parlavano un inglese schifoso: Francia, Russia e Giappone.
  • panda rossa scrive:
    Considerando che sono 4...
    Considerando che i motori di ricerca sono quattro, posizionarsi quinto e' una collocazione di tutto rispetto, che dimostra la fiducia, l'affidabilita', la precisione e l'indipendenza di questo motore di ricerca.Tra l'altro e' pure impostato di default su un sistema preinstallato a forza, quindi c'e' anche da scorporare una percentuale di uso inconsapevole da parte di utenti poco esperti.
    • The Tech Guy scrive:
      Re: Considerando che sono 4...

      Tra l'altro e' pure impostato di default su un
      sistema preinstallato a forza, quindi c'e' anche
      da scorporare una percentuale di uso
      inconsapevole da parte di utenti poco
      esperti.quelli poco esperti scrivono google e poi cercano da lì anche se conoscono il sito in cui devono andare, perché non sono capaci di utilizzare la casella di ricerca, né la barra degli indirizzi (né capiscono la differenza fra le due cose).
      • Skywalker scrive:
        Re: Considerando che sono 4...
        Non so a te, ma se io in ufficio sbaglio a digitare la URL di un sito, mi ritrovo su un certo motore di ricerca preimpostato della stessa marca del browser e del sistema operativo su cui è installato.A casa invece se sbaglio a digitare un indirizzo mi becco un messaggio di indirizzo errato.... ma Browser e Sistema Operativo sono fatti da due aziende diverse e nessuna delle due è quella di cui sopra...
      • MacGeek scrive:
        Re: Considerando che sono 4...
        - Scritto da: The Tech Guy
        quelli poco esperti scrivono google e poi cercano
        da lì anche se conoscono il sito in cui devono
        andare, perché non sono capaci di utilizzare la
        casella di ricerca, né la barra degli indirizzi
        (né capiscono la differenza fra le due
        cose).Fa ridere, ma è proprio così. L'ho notato anche io.Per questo Google ha tolto il box di ricerca sul suo browser e gli altri hanno seguito (Safari).L'incapacità di certa gente a volte è sorprendente!
  • TheOriginalFanboy scrive:
    la crescita di facebook
    interessante . .
    • iRoby scrive:
      Re: la crescita di facebook
      ... Da notare come nei settori in cui non può sfruttare il monopolio quell'azienda arranca. Vuol dire che sono scadenti, la gente non gradisce i suoi servizi/prodotti.
      • nome e cognome scrive:
        Re: la crescita di facebook
        - Scritto da: iRoby
        ... Da notare come nei settori in cui non può
        sfruttare il monopolio quell'azienda arranca.
        Vuol dire che sono scadenti, la gente non
        gradisce i suoi
        servizi/prodotti.Caspita, infatti l'xbox non l'ha voluta proprio nessuno.
        • Sandro kensan scrive:
          Re: la crescita di facebook
          - Scritto da: nome e cognome
          Caspita, infatti l'xbox non l'ha voluta proprio
          nessuno.Prova a dare un euro ad ogni utente di Bing e vedrai che il numero di utilizzatori aumenta in modo stratosferico. In altre parole la Xbox era venduta sottocosto con i soldi che MS intasca da altri settori.Si vede che con Bing non ha potuto replicare in dumping.http://multiplayer.it/notizie/113347-playstation-3-e-xbox-360-hanno-prodotto-perdite-per-8-miliardi-di-dollari.html***Ben Cousins, ex di EA e Sony, ha dichiarato......Il discorso di Cousins si basa su numeri e stime che emergono solo ora, e che riferiscono di perdite pari a circa 3 miliardi di dollari per Microsoft e di circa 5 miliardi di dollari per Sony, per un totale di 8 miliardi di dollari.***Tutti soldi presi dal monopolio MS chiamato Windows e Office.
          • nome e cognome scrive:
            Re: la crescita di facebook

            Prova a dare un euro ad ogni utente di Bing e
            vedrai che il numero di utilizzatori aumenta in
            modo stratosferico. In altre parole la Xbox era
            venduta sottocosto con i soldi che MS intasca da
            altri
            settori.Ma queste XXXXXte le inventate di sana pianta o qualcuno ve le comunica? xbox veniva venduta allo stesso prezzo della console concorrente.
            Si vede che con Bing non ha potuto replicare in
            dumping.Potrebbe pagare per farlo usare... peccato che essendo quotata queste cose non siano così semplici.
            http://multiplayer.it/notizie/113347-playstation-3

            ***
            Ben Cousins, ex di EA e Sony, ha dichiarato...

            ...Il discorso di Cousins si basa su numeri e
            stime che emergono solo ora, e che riferiscono di
            perdite pari a circa 3 miliardi di dollari per
            Microsoft e di circa 5 miliardi di dollari per
            Sony, per un totale di 8 miliardi di
            dollari.
            ***

            Tutti soldi presi dal monopolio MS chiamato
            Windows e
            Office.Fammi capire, microsoft faceva dumping per battere sony che pero' faceva a sua volta più dumping dato che ha perso di più.Per favore...
          • Sandro kensan scrive:
            Re: la crescita di facebook
            - Scritto da: nome e cognome
            Ma queste XXXXXte le inventate di sana pianta o
            qualcuno ve le comunica?Qualcuno me le comunica: leggo gli articoli che compaiono sulla Rete. Poi vedo che sei d'accordo con me, quindi non mi dilungo in spiegazioni.
          • Zucca Vuota scrive:
            Re: la crescita di facebook
            Le console inizialmente sono sempre vendute sottocosto con la speranza di guadagnare poi sui giochi venduti. Regola che vale per tutte.
          • Sandro kensan scrive:
            Re: la crescita di facebook
            - Scritto da: Zucca Vuota
            Le console inizialmente sono sempre vendute
            sottocosto con la speranza di guadagnare poi sui
            giochi venduti. Regola che vale per
            tutte.Perché non provano a vendere anche Bing sottocosto?Comunque ritornando seri, il fatto che ci sia gente disposta a comprare un prodotto a metà del prezzo non sorprende, sembra logico che sia un sucXXXXX di vendite.Peccato che ci vogliano molti soldi in cassa per stare in rosso per molti anni e non è in questo modo che si dimostra che un prodotto ha sucXXXXX e che MS è una azienda che fa prodotti di sucXXXXX.Tanto per fare un esempio assurdo se Google si mettesse a fare cellulari e li vendesse a metà del suo costo reale con la previsione di guadagnarci con i suoi servizi, non definirei l'invasione dei prodotti android un sucXXXXX commerciale ma solo un abuso di posizione dominante.
Chiudi i commenti