Tele2 operatore virtuale francese

Presentata la nuova offerta combinata dell'azienda che, prima in Francia, può ora offrire un servizio completo: telefonia fissa, telefonia mobile, internet e banda larga


Roma – In barba ad ogni superstizione e scaramanzia, Tele2 ha scelto il giorno venerdì 17 per rendere disponibili le proprie offerte di telefonia mobile in Francia.

Realtà consolidata oltralpe, così come in Italia, per la telefonia fissa (la sua quota di mercato è del 16%), Tele2 versione “mobile” presenta tariffe decisamente competitive: i costi vengono promossi come inferiori del 30% in confronto ai tre operatori francesi già esistenti: SFR, Orange e Bouygues Telecom.

La filiazione francese dell’azienda svedese opererà in qualità di “operatore mobile virtuale” (una soluzione attualmente non consentita nel nostro Paese), avvalendosi della struttura di Orange, con cui ha stipulato un accordo commerciale. Da lungo tempo Tele2 ed altri chiedono anche alle autorità italiane di introdurre l’operatore virtuale, considerato essenziale per aumentare il livello di concorrenza nei servizi TLC.

“Il mercato mobile francese – ha dichiarato Lars-Johan Jarnheimer, CEO di Tele2 -sta chiedendo a gran voce più competitività”. Con la telefonia mobile il carrier ha completato il bouquet: attualmente, in Francia, Tele2 è l’unico operatore che ha la possibilità di proporre, con un unico marchio, soluzioni di telefonia fissa e mobile, e connettività internet a banda larga.

DB

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Per la redazione...
    Piccolo errore veniale... il link al sito di American Express è sbagliato, quello pubblicato punta ad amex.com che è l'American Stock Exchange....Ciao
    • la redazione scrive:
      Re: Per la redazione...
      - Scritto da: Anonimo
      Piccolo errore veniale... il link al sito di
      American Express è sbagliato, quello pubblicato
      punta ad amex.com che è l'American Stock
      Exchange....

      CiaoSistemato, grazie!!
  • Noris scrive:
    Freeple e le frodi su Carte di Credito
    Nel 1997 depositai il primo brevetto che avrebbe reso accessibili ai Disabili le Carte di Credito, i Bancomat e prodotti affini.I Servizi Interbancari, oggi Carta Sì, nel 1997 esaminarono la mia invenzione e la valutarono in termini di Security con il punteggio più alto mai dato.Quello che è sconvolgente è che nel Marzo del 1997 la Dott.sa Luisa Rovida De Sanctis (Carta Sì) mi riferì dell'elevato interesse che Visa manifestò per la mia soluzione.Dopo qualche tempo il CDA cambiò è le trattative si interruppero per volere del nuovo Grande Capo.Qualche mese fa incontrai ABI, nella persona del Dott. Zollo, con la quale sembrava ci si dovesse rivedere a giorni, poi null'ancora.Quello che è veramente grave è l'atteggiamento dei Media che sembrano impauriti nel dare la notizia che un Disabile, peraltro privo di Laurea specifica, abbia risolto un problema che nel 2003 è stato quantificato in 10 Miliardi di Dollari di truffe.L'unica testata "coraggiosa" è stata La Stampa di Torino per firma del Dott. Monga che scrisse un bell'articolo il 21 Febbraio scorso dal titolo "Un Pin camaleonte per bloccare le frodi su bancomat e carte di credito".Altre due voci giornalistiche le potrete leggere nella rassegna stampa di Freeple.Non vi spiegherò nei dettagli la soluzione che potrete esaminare su www.freeple.net. Vi invito solamente a diffondere il più possibile questa notizia.E' scandaloso che le persone Disabili debbano rimanere ai margini del progresso!Ed è ancora più scandaloso che si perpetuino le frodi ai danni di tutti senza che nessuno vi ponga rimedio, me cosa dico, che si dia la notizia che un rimedio c'è!E se Freeple lo realizzasse Apple!?Visitate il sito di Freeple, io sarò disponibile a rispondere ai vostri Commenti.Se potete, fate circolare la notizia anche su altri portali?E se qualcuno conosce Steve Jobs, gli faccia giungere l'URL di Freeple ...Potete anche scaricare il Comunicato Stampa.Grazie infinite!==================================Modificato dall'autore il 20/06/2005 13.46.12
  • Anonimo scrive:
    basta fare una ricaricabile
    tipo postepay.
    • fasibia scrive:
      Re: basta fare una ricaricabile
      - Scritto da: Anonimo
      tipo postepay.Tipo che se vuoi noleggiare una macchina o un furgone o qualunque pagamento o garanzia che esclude le "elettroniche" è come se la carta non l'avessi.
  • Anonimo scrive:
    Quante sciocchezze...............
    Mi meraviglio che ci sia gente che legge PI e che dice di non usare le carte neanche per la spesa.......Io ho iniziato ad acquistare via Internet (dagli USA) nel 1996, e fino ad oggi, dopo centinaia di acquisti da decine di paesi diversi, Francia, Germania, USA, Uk, Italia, soltanto una volta mi è capitato un disguido - una serie di addebitamenti tutti uguali, effettuati nello stesso giorno alla stessa ora sullo stesso merchant! Ovviamente l'emittente non ha faticato a capire che non avevo fatto nessun acquisto di quel genere, ha annullato tutto e cambiato la carta senza colpo ferire. Ho comprato di tutto via Internet, dischi, libri, viaggi aerei, ma anche cose molto meno ovvie come prodotti per disabili (dall'America e da Uk), medicinali, dolci, giocattoli, ecc. Anche con gli altri mezzi di pagamento ti può capitare la banconota falsa o l'assegno scoperto, non per questo dobbiamo tornare al baratto. Suvvia, un po' di fiducia......................
  • Anonimo scrive:
    Clone?? [correzione]
    A me hanno clonato la carta Visa il mese scorso... e non l'ho mai usata in rete!!Ciao
  • Anonimo scrive:
    attivate il servizio SMS
    collegandosi al sito è possibile attivare un avviso di SMS ad ogni movimento.In caso di problemi il titolare se ne accorge immediatamente.In genere la conferma SMS arriva entro un minuto dalla transazione. Da quando l'ho attivato mi sento molto più tranquillo e la uso anche su internet
  • jax scrive:
    Credo sia successo a me...
    Sabato mi è arrivato un telegramma dicendomi di contattare la bancamericard (o una roba del genere), specificando che c'erano notizie urgenti sulla mia carta.Al telefono mi hanno chiesto il mio numero di carta, ma ovviamente non l'ho dato, però dando nome e cognome sono risaliti, quindi mi è sembrato tutto ok.L'operatore mi ha informato che il mio numero di carta risultava tra un range di numeri "compromessi" e quindi, dopo aver controllato che i movimenti di questo mese fossero stati effettuati effettivamente da me, ha bloccato la carta e ha detto di farmela cambiare.Quando ho chiesto se questi numeri erano stati rubati da una banca dati, non mi ha saputo rispondere... la risposta l'ho avuta oggi, probabilmente.Dopo averla sostituita continuerò a usarla, comunque...
    • Anonimo scrive:
      Re: Credo sia successo a me...
      A me e' successo sul serio ... mi hanno clonato la carta di credito, e hanno speso 1700 euro . Io ero stato per un periodo negli Stati Uniti e la avevo usata . Per questo penso che avessero i dati della mia carta nel database .Finora non mi hanno addebitato niente .
    • Giambo scrive:
      Re: Credo sia successo a me...
      - Scritto da: jax
      Sabato mi è arrivato un telegramma dicendomi di
      contattare la bancamericard (o una roba del
      genere), specificando che c'erano notizie urgenti
      sulla mia carta.Telegramma ? Retrogrado ! Io ricevo sempre e solo Emails, sopratutto da paypal e da citybank :D !
    • riddler scrive:
      Re: Credo sia successo a me...
      Sono potenzialmente a rischio, ora si tratta di aspettare o magari di telefonare io anticipandoli, tanto per essere sicuro :
  • Anonimo scrive:
    non sono seri mai
    A me una finanziaria, un anno fa, ha mandato VIA POSTA ORDINARIA una lettera con dentro una carta di credito GIA' PREATTIVATA, una seconda lettera, a seguire, avrebbe contenuto un codice di attivazione.Ora ditemi (visti anche i recenti casi di furti alle poste), se ci va tanto ad intercettare 2 lettere alla stessa persona e dallo steso mittente .......... mi avrebbero sottratto carta e codice senza che neanche io me ne accorgessi ........Siamo in mano a faciloni e pressapochisti.
    • Giambo scrive:
      Re: non sono seri mai
      - Scritto da: Anonimo
      A me una finanziaria, un anno fa, ha mandato VIA
      POSTA ORDINARIA una lettera con dentro una carta
      di credito GIA' PREATTIVATA, una seconda lettera,
      a seguire, avrebbe contenuto un codice di
      attivazione.
      Ora ditemi (visti anche i recenti casi di furti
      alle poste), se ci va tanto ad intercettare 2
      lettere alla stessa persona e dallo steso
      mittente .......... mi avrebbero sottratto carta
      e codice senza che neanche io me ne accorgessi
      ........
      Siamo in mano a faciloni e pressapochisti.Ti viene in mente una soluzione migliore che non implichi la presenza fisica del mittente/ricevente ?
      • Anonimo scrive:
        Re: non sono seri mai
        Sicuramente spedire carta e codice tramite posta ordinaria non è la soluzione migliore, soprattutto se tra una lettera e l'altra passano solamente un paio di giorni. Se il portalettere è disonesto si tiene la tua carta, aspetta un paio di giorni che ti arrivi il codice e sei fregato.Molto meglio utilizzare canali diversi: carta via posta e codice via fax, telefono, email,...
    • Anonimo scrive:
      Re: non sono seri mai
      - Scritto da: Anonimo
      A me una finanziaria, un anno fa, ha mandato VIA
      POSTA ORDINARIA una lettera con dentro una carta
      di credito GIA' PREATTIVATA, una seconda lettera,

      Siamo in mano a faciloni e pressapochisti.
      Due domande: 1) su che conto ti addebitavano i pagamenti sulla carta?2) l'attivazione prevedeva la chiamata ad un centralino della finanziaria?Anche AMEX ti manda le carte di credito a casa, e te le fa attivare al telefono... se utilizzano questo sistema vuol dire che i rischi sono calcolati.mic
      • Anonimo scrive:
        Re: risposte
        -
        Due domande: 1) su che conto ti addebitavano i
        pagamenti sulla carta?

        2) l'attivazione prevedeva la chiamata ad un
        centralino della finanziaria?
        Sono quello del posto originario (prima o poi mi registrero', sono pigro).La carta proposta (e rifiutata) era la carta Aura e la finanziaria la Findomestic.Al momento della stipula del contatto per un finanziamento, firmato in piedi da Trony, da qualche parte scritto in minuscolo c'era scritto che avrei accettato l'invio della carta di credito ....... quindi colpa mia, ovvio.Risposte:1) sul c/c bancario mio, del quale avevano gli estremi dal finanziamento.2) No, la carta era praticamente attiva; l'ho immediatamente bloccata col numero verde previsto ai blocchi carta, e poi gliel'ho restituita (tramite lettera raccomandata, che controsenso !!!!!!) e nonostante quello mi e' ancora arrivato il codice di attivazione (sa'..... e' spedito in automatico ......... ).Inutile dire che Findomestic, per questo numero, non mi vedra' piu' (io sono ostile per principio alle carte di credito, soprattutto se gestite col c....lo).
        • Anonimo scrive:
          Re: risposte
          In effetti è assurdo, anche quelli delle poste italiane, per il semplice loro bancomat (non la postepay), ti inviano con due buste separate e a distanza di pochi giorni sia la carta che il pin, ma prima di poterla usare devi andare *di persona* nell'ufficio postale dove hai il conto, esibire un tuo documento, e solo allora te la attivano.E queste sono le poste italiane, non lamegabancaipersicuracheconoscetutteleprocedurepernonfartifregareisoldi (anche perchè per quello ci pensano loro ... :)
  • Anonimo scrive:
    ecco qua.
    io questa me la segnerei.poi c'è semrpe quello che ti da del retrogrado perchè non usi la carta di credito o se non compri onlinetsk!
    • puntomediatico scrive:
      Re: ecco qua.
      - Scritto da: Anonimo
      io questa me la segnerei.

      poi c'è semrpe quello che ti da del retrogrado
      perchè non usi la carta di credito o se non
      compri online

      tsk!c'è sempre il contrassegno per gli acquisti online...
  • Anonimo scrive:
    Nessun problema, domani cambio numero..
    Quale è il problema? Il vantaggio della carta è proprio quello no? A differenza die contanti, la puoi invalidare con uan telefonata se te la rubano. C'è un servizio apposta per cambiare il numero della carta e averne una nuova in 24 ore. Ovviamente bisogna andare di persona in banca, ed è una scocciatura, ma meglio che fidarsi di operatori telefonici.
    • Anonimo scrive:
      Re: Nessun problema, domani cambio numero..
      - Scritto da: Anonimo

      Quale è il problema? Il vantaggio della carta
      è proprio quello no? A differenza die contanti,
      la puoi invalidare con uan telefonata se te la
      rubano.

      C'è un servizio apposta per cambiare
      il numero della carta e averne una nuova
      in 24 ore.hai mai provato?sai quanto costa?hai mai provato a chiamare quei bei servizi che vedi pubblicizzati negli adesivini delle banche?ghahahahprova Ovviamente bisogna andare di
      persona in banca, ed è una scocciatura,
      ma meglio che fidarsi di operatori telefonici.comunque se cambi DOMANI ... questa notte la carta è nuda e cruda :)
  • Mazinga@ scrive:
    Se fossi in voi bloccherei la carta...
    Se fossi in voi bloccherei la carta... :oMeno male che io resto col mio fedelissimo bancomat e acquisto on-line *solo* in contrassegno (+ costoso ma - rischioso)...
    • Anonimo scrive:
      Re: Se fossi in voi bloccherei la carta...
      - Scritto da: Mazinga@
      Se fossi in voi bloccherei la carta... :o

      Meno male che io resto col mio fedelissimo
      bancomat e acquisto on-line *solo* in
      contrassegno (+ costoso ma - rischioso)...forse non lo sai ma il bancomat è rischioso ugualmentecmq io ho la carta bloccata a 1.600 euro e agni importo superiore ai 100 euro mi arriva un sms per avvisarmi dell'acquisto e volendo potrei anche bloccarload ogni modo le carte di credito sono assicurate invece con il bancomat in caso di furto fraudolento sono cavoli per avere i rimborsi per via del pin univuco
      • Anonimo scrive:
        Re: Se fossi in voi bloccherei la carta.


        a ogni importo superiore ai 100 euro mi arriva un sms

        per avvisarmi dell'acquisto Di quale carta/circuito parli? non brutta questa cosa dell'sms.
        • Anonimo scrive:
          Re: Se fossi in voi bloccherei la carta.
          anche io ho la notifica tramite sms su tutti gli acquisti fatti tramite carta, uso la pagowind,
        • Anonimo scrive:
          Re: Se fossi in voi bloccherei la carta.
          premetto che non sono l'autore del post precedente.Anche CartaSi offre questo servizio. Puoi avere la notifica dei pagamenti via sms entro pochi minuti dalla transazione oppure quando supera un certo importo.
      • Mazinga@ scrive:
        Re: Se fossi in voi bloccherei la carta.
        - Scritto da: Anonimo
        Uno ha scritto sul bancomat : "Si' ma io non lo
        uso neanche x fare la spesa... (ergo niente
        poss)"

        Due risponde: beata l'ignoranza mai sentito
        parlare di SKIMMER applicato dove tu vai a
        prelevare i soldini col tuo bancomat, che ti
        sniffa il pin e ti clona il bancomat?
        Che c'e', ti sei svegliato male???Io vado sempre nei soliti bancomat e me ne accorgerei se ci applicano gli "**SKIMMER**"...Non puoi proprio darmi ragione??? La devi avere solo tu la ragione???
    • Anonimo scrive:
      Re: Se fossi in voi bloccherei la carta.

      Meno male che io resto col mio fedelissimo
      bancomat e acquisto on-line *solo* in
      contrassegno (+ costoso ma - rischioso)...Il bancomat dal mio punto di vista è piu' rischioso.Con la carta di credito hai sempre la possibilità di ripudiare una spesa effettuata, ed avere un rimborso (in tempi brevissimi, con AMEX, ed in tempi un po' piu' lunghi con VISA).Con Bancomat invece se ti clonano la carta (qualcosa che hai) e ti fregano il pin (qualcosa che sai) è un po' difficile ripudiare il tutto, a meno di evidenti incongruenze (esempio: due prelievi a pochi minuti di distanza fatti a Milano e a Praga!).Per rubarti il codice del bancomat non serve per forza la telecamera, basta un lettore pos adeguatamente modificato (legge la banda magnetica e memorizza il codice che digiti)Hasta luego! mic.
Chiudi i commenti