Telecom: canone su, ma in cambio servizi

L'azienda in una nota spiega come verrà gestito l'aumento deciso dall'Autorità TLC e presenta la sua offerta Ricomincio da te rivolta alle famiglie. Previsti servizi integrati senza costi aggiuntivi e l'aumento del 6,3 per cento del canone
L'azienda in una nota spiega come verrà gestito l'aumento deciso dall'Autorità TLC e presenta la sua offerta Ricomincio da te rivolta alle famiglie. Previsti servizi integrati senza costi aggiuntivi e l'aumento del 6,3 per cento del canone


Roma – Si chiama “Ricomincio da te” l’offerta-iniziativa messa a punto da Telecom Italia Domestic Wireline per fidelizzare le famiglie e complicare la vita agli operatori concorrenti che con l’ultimo miglio intendono dare filo da torcere al carrier dominante.

Ricomincio da te è infatti parte essenziale di una manovra messa a punto da Telecom che dal primo febbraio 2002 prevede da un lato l’adeguamento del canone, che sale del 6,3 per cento, secondo quanto deciso dall’Autorità a seguito della delibera sul ribilanciamento tariffario dello scorso anno voluta dalla Commissione Europea; dall’altra alcune riduzioni di spesa per chi utilizza Telecom Italia per i propri servizi di rete fissa, con l’introduzione anche di servizi a valore aggiunto ma senza costi aggiuntivi.

In particolare, per quanto riguarda il canone, l’abbonamento alla rete telefonica generale per la clientela residenziale passerà dalle attuali 20.700 lire al mese Iva esclusa a 22.000 lire mensili Iva esclusa. Restano invece invariati i prezzi degli abbonamenti per le aziende e dei collegamenti ISDN.

Telecom ha ieri affermato che il canone “rimane uno tra i più bassi in Europa” e che la stessa Telecom “per anni ha ricevuto un canone di abbonamento non sufficiente a coprire i costi fissi sostenuti per mantenere ed innovare la rete che consente a tutti di comunicare 24 ore su 24. Il riequilibrio di questa situazione chiamata “deficit dell’accesso alla rete telefonica”, voluto fortemente dall’Unione Europea in tutti gli Stati membri, permette dunque di proseguire nel cammino che porterà al completo riequilibrio del costo dell’accesso alla rete telefonica di Telecom Italia.”

Con “Ricomincio da te”, Telecom offre un’ora di telefonate locali gratis a bimestre e l’abbonamento ad una serie di servizi: segreteria telefonica, servizi informativi 400, Richiamata su occupato e invio e ricezione di SMS dalla rete fissa di Telecom Italia e dai telefonini Tim. Per poterne fruire i clienti Telecom non dovranno effettuare alcuna richiesta.

Telecom ora propone anche una tariffa per le chiamate interurbane interdistrettuali da 50 lire al minuto (Iva esclusa) se effettuate tra le 18.30 e le 8.00. Si tratta di un’estensione di quella che era nota come tariffa week-end, che prevedeva la riduzione tariffaria per sabato, domenica e festivi e che era prima di 95 lire al minuto.

In una nota Telecom ha ieri anche ricordato le modalità di accesso alle agevolazioni per la clientela a basso reddito, agevolazioni che si stima interessino 1,5 milioni di famiglie e che “sostituiscono” quelle “a basso traffico”.
Come noto, a partire dal primo dicembre 2001, secondo quanto stabilito dall’Autorità, Telecom Italia ha operato una riduzione del 50% del costo di accesso alla rete telefonica per le famiglie che si trovano in particolari condizioni economiche e sociali. Questa iniziativa riguarda quei nuclei familiari che presentino un indicatore socio-economico equivalente (ISEE) fino a 13 milioni di lire e trovino il proprio sostentamento o da una pensione sociale, o da una di invalidità, oppure al loro interno abbiano una persona con oltre 75 anni di età o il capofamiglia disoccupato.

Nella stessa nota Telecom ha ricordato come dal primo dicembre scorso sia anche in vigore l’esenzione totale del pagamento dell’importo mensile di abbonamento per le famiglie che utilizzano dispositivi telefonici per sordomuti (DTS).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

13 12 2001
Link copiato negli appunti