Telefonini che durano un mese

Le batterie al metanolo di Motorola tra qualche anno consentiranno agli utenti di dimenticarsi cos'è un ricaricabatterie. La rivincita dell'alcol


Web (internet) – “Wood alcohol”: così gli americani chiamano anche il metanolo, la sostanza che Motorola ha ora posto al centro dei suoi sforzi nel settore delle batterie per sistemi portatili. Proprio il metanolo allo stato liquido, infatti, sembra essere il componente essenziale di una nuova genìa di piccole fuel cell in grado di alimentare batterie la cui durata potrebbe essere di dieci volte quella attuale.

Motorola , che sta sviluppando la nuova tecnologia assieme al Los Alamos National Laboratory , punta sulle fuel cell che hanno una dimensione di un pollice quadrato ed uno spessore di un decimo di pollice. Il metanolo combinato all’ossigeno, in questa architettura, produce energia.

L’azienda conta di poter produrre celle energetiche in grado di fornire l’energia necessaria ad un telefono cellulare per andare avanti per un intero mese. Un risultato che si conta di raggiungere anche grazie ai circuiti sviluppati da Motorola per convertire il basso voltaggio al voltaggio superiore necessario per questo genere di strumenti.

Prima che queste batterie arrivino alla produzione industriale e che siano quindi inserite nello sviluppo di nuovi prodotti, passeranno ancora degli anni ma i ricercatori Motorola si sono detti sicuri del successo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti