Telefonini, non astronavi

C'è anche chi non è appassionato di novità da cellulare, chi si limita a telefonare e ad essere raggiunto da chiamate. Sono tanti, amano la semplicità e non conoscono la curvatura
C'è anche chi non è appassionato di novità da cellulare, chi si limita a telefonare e ad essere raggiunto da chiamate. Sono tanti, amano la semplicità e non conoscono la curvatura

Roma – Telecamere, microfoni, suonerie polifoniche, vibrazioni mutanti, agende e calendari, allarmi, grammofoni: c’è di tutto dentro i cellulari dell’ultima generazione, i telefonini che fanno sbavare alcuni e impazzire tanti altri.

I consumatori domestici, quelli che col cellulare non ci devono lavorare, secondo Jupiter Research vogliono dispositivi di comunicazione semplici e funzionali, non amano opzioni e lucette aggiuntive, credono che un telefonino serva per chiamare ed essere chiamati.

La celebre società di ricerca da un lato assolve le astronavi spacciate per cellulare, quei dispositivi hi-tech che consentono ai produttori di spingere gli appassionati a rinnovare il parco macchine, dall’altro però avverte: c’è un’ampia fetta di mercato che non ne può più.

Un'astronave di Sanyo In particolare sono in tanti, secondo Jupiter, a scegliere sempre più spesso opzioni a basso costo offerte dagli operatori, come quegli abbonamenti che consentono di avere un cellulare funzionale e senza pretese quando vengono sottoscritti. La massima preoccupazione per chi usa questi strumenti è che la ricezione sia buona, il volume sufficiente e la durata della batteria consenta di parlare per più di qualche minuto.

I ricercatori si spingono a dire che “i consumatori non vogliono” le funzionalità che con maggiore aggressività i produttori si affannano a propagandare. In particolare interesserebbero poco gli mp3 sul cellulare, i giochi e le fotografie. Gente che non ha mai perso la testa per Snake e non sa cosa significa mms ? No, secondo Jupiter hanno capito cosa offrono i nuovi telefonini ma scelgono la semplicità.

Solo il 12 per cento del campione intervistato da Jupiter ha ammesso che sul proprio telefonino vorrebbe avere anche funzionalità da personal digital assistant (PDA). Il 9 vorrebbe navigare su internet con il cellulare, una miseria.

La risposta dei produttori? Secondo gli esperti dovrebbero spingere su Bluetooth e integrazione con funzionalità PDA e, soprattutto, mantenere la semplicità. “In questo modo – spiegano gli analisti – i consumatori potranno decidere quel che vogliono, usare le funzionalità che ritengono più importanti (…) Così i produttori non si dovranno spingere a compromessi per aggiungere nuove funzionalità, saranno i consumatori a trovare la via”.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 07 2003
Link copiato negli appunti