Telelavoro contro l'inquinamento

L'idea è del ministro Lucio Stanca


Roma – I pendolari che ogni giorno si spostano di casa per raggiungere il luogo di lavoro sono tra i produttori di inquinamento nelle grandi città. Un modo per ridurre le emissioni nocive, dunque, può passare attraverso una riduzione del pendolarismo attraverso il telelavoro.

L’idea l’ha lanciata il ministro per l’Innovazione e la Tecnologia Lucio Stanca che in queste ore è impegnato come noto in un tour di alcuni paesi in via di sviluppo per il progetto di esportazione di metodologie e tecnologie di e-government italiane.

Il Ministro ha confermato che a Milano è stato formato un gruppo di lavoro sulla questione Smog al quale partecipa anche il suo ministero. L’idea è di individuare bonus fiscali che incoraggino il telelavoro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ePlanet ai privati fa solo telefonare...
    riaprite i vostri abbonamenti ai privati!!!Ho il tombino di ePlanet davanti casa ma non mi fanno fare la ADSL perchè non sono una ditta!!! :-((((
  • Anonimo scrive:
    Io speriamo che me la cavo
    Speriamo che ePlanet guidi la "cordata" di chiarezza nel mercato delle TLC.Come piccolo azionista "telematico"... che ha seguito sin dall'inizio (con le proprie tasche) tutte le vicessitudini aziendali.... spero davvero che questa riorganizzazione guidi l'azienda verso la conquista di questo mercato "obbligato". La mia volontà è quella di non speculare sui titoli, ma bensì di essere fedele con l'esercizio dei warrant emessi.
Chiudi i commenti