Teletrasporto, parte la ricerca

E probabilmente solo quella: il finanziamento di 7,5 milioni di dollari da parte dell'Aviazione militare americana scatena le polemiche. Che senso ha investire nella tecnologia di trekkiana ispirazione?

New York (USA) – Di ora in ora monta la polemica su una scelta della Air Force statunitense che incontra l’ostilità di molti scienziati, ovvero finanziare la ricerca sul teletrasporto.

Questa tecnologia, il cui concetto è centrale nella saga fantascientifica di Star Trek , dovrebbe, una volta realizzata, trasportare da un luogo ad un altro un oggetto, o una persona. Una soluzione dunque fin qui relegata alla fantascienza (vedi immagine qui sotto) e agli esperimenti vagamente eretici e peraltro perdenti condotti in passato sul “porting” di alcuni fotoni .

A dare la stura alle polemiche su uno stanziamento di 7,5 milioni di dollari voluto appunto dalla Air Force sono stati gli scienziati che hanno letto il rapporto preliminare sulla ricerca pubblicato dalla FAS , la Federation of American Scientists .

Stando allo studio preliminare, infatti, il teletrasporto “è reale e può essere controllato”. In realtà il rapporto parla di varie tipologie di teletrasporto, da quello ottenuto mediante onde mentali (si parla apertamente di “psicocinesi”) a quello che sfrutta la fisica quantistica, fino a spingersi persino all’idea di wormhole, ossia ipotetiche fessure spaziali soggette ad intense forze gravitazionali che, nei pressi di un buco nero, potrebbero rappresentare delle porte verso luoghi lontanissimi.

Sala teletrasporto, da Star Trek Il primo a reagire, come riportato dai media americani in queste ore, è stato Lawrence Krauss, fisico divenuto celebre grazie al libro “La Fisica di Star Trek”, in cui “smonta” molte delle tecnologie alla base della fortunata serie fantascientifica. “Il rapporto dell’Air Force – ha dichiarato – deriva da alcune cose adattate da studi teorici ragionevoli, ed altre prese da idee senza senso”.

Non sarebbe per altro la prima volta, fanno notare in molti, che la Difesa statunitense finanzia studi decisamente eccentrici. C’è chi fa l’esempio di ricerche in piena Guerra Fredda sulla possibilità di utilizzare non meglio precisati poteri psichici per migliorare la capacità di spionaggio degli USA sull’Unione Sovietica.

Va anche detto che il rapporto, fin qui sbeffeggiato dagli stimati ricercatori che si sono espressi, è costato 25mila dollari all’Air Force, denaro che è parte di uno stanziamento ben maggiore, superiore ai 20 milioni di dollari, dedicato allo studio di nuovi missili avanzati. Ed è in quel contesto che 7,5 milioni vengono dedicati al teletrasporto.

Un portavoce dei laboratori di ricerca dell’Air Force, interpellato da USA Today , ha dichiarato che quanto riportato dallo studio non rappresenta la visione ufficiale dell’Air Force. E ha confermato che queste ricerche non otterranno ulteriori stanziamenti. Ma ha anche sottolineato che, in ogni caso, “se non cercassimo l’impossibile non sapremo se ci siamo persi qualcosa”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    spero sviluppino software di conversione
    che convertano i formati word in XML. In questo modo un semplice tool potrebbe bastare ad aprire ogni documento: basterà convertirlo in XML.
    • DKDIB scrive:
      Re: spero sviluppino software di conversione
      Anonimo wrote:
      spero sviluppino software di conversione che convertano i
      formati word in XML.OpenOffice.org lo fara' ed e' gratuito.Spero solo ke non ci siano problemi ad implementare i nuovi filtri gia' nella versione 2.0. Alla peggio li vedremo comunque nelle release successive, o magari sotto forma di plugin.
  • Terra2 scrive:
    In parole povere...
    La ms implementa uno standard XML , di cui, a quanto ho capito:a) Tutti avranno gratis le specifiche necessarie produrre programmi in grado di leggerlo.Tuttavia non viene specificato se questi programmi potranno anche generare files in quel formato senza che la software house sia costretta a pagare una royality...b) Non sarà il formato di salvataggio di default.E questo significa che il 99.9% dei files office non saranno mai totalmente fruibili da chi non abbia msOffice.Infine (ms mi scuserà se ho qualche pregiudizio nei suoi confronti), ho forti dubbi sul fatto che il salvataggio nel formato XML riuscirà a preservare tutte le informazioni del documento originale, o almeno, al pari del formato proprietario impostato di default.==================================Modificato dall'autore il 08/11/2004 12.10.53
  • Anonimo scrive:
    sara' cosi'
    certo sara' aperto e sara cosi'.s,/®0.+Î.r/?/Þ0?2¹3»1~.?0?3Ø0y0ã/?2í1J2M/ø2j2¸/53m2O343o4'6´5á5a5Æ3ò5â7?6?7Q5?7Ò5y5^85{45y7856J4Þ6c8U696Í7R:7·7P8¿7j7i6};¶77j8p8U77?68:6~:I6³98#7ì96?:?9)9963×47j6d5C3n6c757j5E5D54Ã6Í7?6?5?4õ5*5x6.5?9©76Ï8¤5ü9ú6è97·7O8?6Ì7î6´6d:}6Ì6Ì6?9:D
    • Anonimo scrive:
      Re: sara' cosi'
      dannato p.inf. , intendevo una cosa tipo[xml][office_document]?="£$KOPEFKOPFASK=?)£?$?£)^?=£%^)£)%)=/([/office_document][/xml]con al posto di ]
  • Anonimo scrive:
    Lettura file OpenOffice
    Ho sentito che OpenOffice salva in un formato XML compresso. Potrebbe qualcuno spiegarmi come si fa a leggere con un text editor questi file?Grazie
    • sathia scrive:
      Re: Lettura file OpenOffice
      - Scritto da: Anonimo
      Ho sentito che OpenOffice salva in un
      formato XML compresso. Potrebbe qualcuno
      spiegarmi come si fa a leggere con un text
      editor questi file?
      Graziedecomprimi il file con winzip o unzip :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Lettura file OpenOffice
        - Scritto da: sathia

        - Scritto da: Anonimo

        Ho sentito che OpenOffice salva in un

        formato XML compresso. Potrebbe qualcuno

        spiegarmi come si fa a leggere con un
        text

        editor questi file?

        Grazie

        decomprimi il file con winzip o unzip :)E dentro ci trovi una directory con gli oggetti (immagini e simili) e file xml per presentazione e contenuto.Cerca documentazione sul sito di OpenOffice, ce n'e' a mucchi.
      • DKDIB scrive:
        Re: Lettura file OpenOffice
        Sathia wrote:
        Anonimo wrote:

        Ho sentito che OpenOffice salva in un formato XML

        compresso. Potrebbe qualcuno spiegarmi come si fa a

        leggere con un text editor questi file?

        decomprimi il file con winzip o unzip :)Calma... vista la domanda, sarebbe bene precisare ke i file in questione vanno rinominati dandogli l'estensione .zip prima di "poterli" decomprimere. ;)Oppure si puo' rimpiazzare quella ciofeca di WinZip con 7-Zip, il quale ti permette di provare a decomprimere qualsiasi file direttamente da Explorer (ovvera da Esplora Risorse o da "Risorse del computer").
  • Anonimo scrive:
    Leggete bene
    Microsoft sta dichiarando che chiunque potra' fare applicazioni che leggono l'xml proprietario, ma che nessuno potra' fare un'applicazione che scrive nel formato di office (di fatto rimpiazzando gli strumenti MS).
    • Alessandrox scrive:
      Re: Leggete bene
      - Scritto da: Anonimo
      Microsoft sta dichiarando che chiunque
      potra' fare applicazioni che leggono l'xml
      proprietario, ma che nessuno potra' fare
      un'applicazione che scrive nel formato di
      office (di fatto rimpiazzando gli strumenti
      MS).Infatti si garantise la "portabilita' dei DATI" ma non la portabilita' degli stessi con la stessa FORMATTAZIONE...E la differenza e' NOTEVOLE.ma non cambia nulla anche perche' i dati volendo si potevano estrapolare anche prima... non e' che ci voglia granche' in fondo.Comunque dovremo aspettare e vedere che succede. Microsoft e' BRAVA a giocare con le parole.... piu' che a progettare SW.
  • Anonimo scrive:
    Quelli NON sono i formati di Office!
    Occhio, gente, che si tratta della solita cortina fumogena.I formati XML di office sono disponibili SOLO dalle versioni XP in poi i Office, e per giunta (se non ricordo male) solo nelle versioni "Office System", ovvero quelle enterprise che non compra quasi nessuno (in italia) perchè costano un botto e nessuno sa come amministrarle.Microsoft sta "aprendo" formati che non vengono usati, e che presumibilmente rimarranno estremamente marginali per ANNI.E per inciso, OpenOffice aveva già da un anno filtri per l'importazione perfetta di quei formati XML, quindi.. no big deal...
    • Anonimo scrive:
      Re: Quelli NON sono i formati di Office!
      Come immaginavo anch'io...solo FUD.Però una zappa sul piede se la sono data: hanno dichiarato che di dati devono essere dell'utente, cioè hanno implicitamente ammesso che adesso non è così...Poi ci sono altre ragioni per non essere ottimisti, come scrivo in risposta ad un altro intervento...Marco C.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quelli NON sono i formati di Office!
      Nella versione 2003 è stato introdotto un formato XML che affianca il formato binario solito (es .doc, .xsl) e che mantiene tutte le informazioni del precedente. Questo formato "novellino" ha la stessa dignità del precedente ed aspira addirittura a diventare il "formato principale" di salvataggio dei documenti.La grande difficoltà di creare software che potessero competere con MS Office è stata sempre la necessità di poter aprire e modificare i formati proprietari della suite per ufficio che, nonostante tutto, è la più diffusa e usata al mondo.Conoscendo "come è fatto" il formato XML sarà molto più semplice raggiungere gli scopi di cui sopra. Prima era necessario "indovinare".
      • Anonimo scrive:
        Re: Quelli NON sono i formati di Office!
        - Scritto da: Anonimo
        Nella versione 2003 è stato
        introdotto un formato XML che affianca il
        formato binario solito (es .doc, .xsl) e che
        mantiene tutte le informazioni del
        precedente. Questo formato "novellino" ha la
        stessa dignità del precedente ed
        aspira addirittura a diventare il "formato
        principale" di salvataggio dei documenti.Atttenzione: da quel che ho letto io il formato XML introdotto nella versione 2003 esiste in due "gusti", uno dei quali perde praticamente tutta la parte di presentazione. E' stato infatti creato più che altro per le esigenze dei sistemi automatizzati di Document Management.E resta il fatto che sono formati che non usa NESSUNO. La stragrande maggioranza di chi usa .doc ha ancora Office97, al massimo al massimo Office 2000. Quindi la barriera all'ingresso, ovvero la lettura delle migliaia di documenti pre-esistenti rimane.
        Conoscendo "come è fatto" il formato
        XML sarà molto più semplice
        raggiungere gli scopi di cui sopra. Prima
        era necessario "indovinare".Verissimo, almeno quello!
        • Anonimo scrive:
          Re: Quelli NON sono i formati di Office!
          - Scritto da: Anonimo
          E resta il fatto che sono formati che non
          usa NESSUNO. La stragrande maggioranza di
          chi usa .doc ha ancora Office97, al massimo
          al massimo Office 2000. Quindi la barriera
          all'ingresso, ovvero la lettura delle
          migliaia di documenti pre-esistenti rimane.E quindi? Cosa vorresti che MS regalasse O2003 a tutti?
          • Anonimo scrive:
            Re: Quelli NON sono i formati di Office!
            Forse ti sfugge (o forse sei solo un trollaccio), ma i dati contenuti nei files office sono TUOI, non di microsoft.Quindi dovrebbe essere tuo sacrosanto DIRITTO avere la possibilità di aprirli, convertirli e modificarli INDIPENDENTEMENTE dai capricci di una multinaizionale straniera.O no?A me non interessa Office2003 (neanche gratis), grazie tante.
        • DKDIB scrive:
          Re: Quelli NON sono i formati di Office!
          Anonimo wrote:
          La stragrande maggioranza di chi usa .doc ha ancora
          Office97, al massimo al massimo Office 2000.Questo non e' un problema, anzi: gia' OpenOffice.org 1.1 supporta queste versioni di Office piuttosto bene.Di problemi ne ho visti solo con le tabelle dei .doc.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quelli NON sono i formati di Office!
          - Scritto da: Anonimo
          Atttenzione: da quel che ho letto io il
          formato XML introdotto nella versione 2003
          esiste in due "gusti", uno dei quali perde
          praticamente tutta la parte di
          presentazione. E' stato infatti creato
          più che altro per le esigenze dei
          sistemi automatizzati di Document
          Management.Hai letto maleCIAOPinco PallaPinco Palla112004-11-08T16:02:00Z2004-11-08T16:03:00Z104Pinco Palla Spa11411.6359CIAO
  • Anonimo scrive:
    retrocompatibilita?
    "Ciò su cui Microsoft ha preferito non seguire le indicazioni dell'Unione riguarda invece la presentazione degli schemi XML ad un organo di standardizzazione esterno. L'azienda ha infatti preferito la via dello sviluppo interno delle specifiche spiegando di voler così mettere a frutto le proprie competenze in materia di mantenimento della retrocompatibilità."ma se tutte le loro implementazioni di standard pre-esistenti sono fatte con il deretano?e poi di che mantenimento parlano se i formati dei loro files sono incompatibili tra la versione 3 e 4 dello stesso programma?!pbx
    • Anonimo scrive:
      Re: retrocompatibilita?

      e poi di che mantenimento parlano se i
      formati dei loro files sono incompatibili
      tra la versione 3 e 4 dello stesso
      programma?!
      Ignorante, non dico altro.
      • Anonimo scrive:
        Re: retrocompatibilita?

        Ignorante, non dico altro.un ignorante sincero, pero'! E tu, invece?
        • Anonimo scrive:
          Re: retrocompatibilita?

          un ignorante sincero, pero'! E tu, invece?
          Sincero nel senso che ha detto francamente quello in cui crede, ignorante nel senso che ha detto una cosa non vera.Io sono invece un ignorante prudente, nel senso che molto "socratianamente" quando sò di non sapere taccio. Capita molto spesso, purtroppo per me, ma non in questo caso dove esplicitamente accuso l'autore del post di ignoranza e, ripeto, non aggiungo altro.
      • Anonimo scrive:
        Re: retrocompatibilita?
        ma ignorante sarai tu, nel senso che ignori.prova a prendere una qualsiasi versione di un programma microsoft (qui si parla di office? va bene: usiamo office). Prova ad creare un file fatto con word o publisher 2000 e poi aprilo con publisher XP, non solo ti sballa completamente i contenuti delle pagine, ma se poi salvi le modifiche, non puoi piu' aprirlo con publisher 2000. questo e' solo un esempio, ne ho altri se vuoi. :)
        • Anonimo scrive:
          Re: retrocompatibilita?
          - Scritto da: Anonimo
          ma ignorante sarai tu, nel senso che ignori.
          prova a prendere una qualsiasi versione di
          un programma microsoft (qui si parla di
          office? va bene: usiamo office). Prova ad
          creare un file fatto con word o publisher
          2000 e poi aprilo con publisher XP, non solo
          ti sballa completamente i contenuti delle
          pagine, ma se poi salvi le modifiche, non
          puoi piu' aprirlo con publisher 2000. questo
          e' solo un esempio, ne ho altri se vuoi. :)Giro decine di aziende e dall'Office 97 l'unica cosa che ho visto cambiare sono i database Access (e mi pare pure ovvio). Testimoniano per me non solo le migliaglia di documenti word inviati tra aziende ogni giorno ma anche le stupidissime presentazioni powerpoint che circolano liberamente, o forse hai sentito dire che qualcuno non riusciva ad aprirle?Su publisher francamente non conosco la situazione, è la prima volta che vengo a sapere che qualcuno lo utilizza, tuttavia "una rondine non fa primavera", in più ho qualche riserva su quello che affermi visto che nel peggiore dei casi c'è sempre la possibilità di salvare con un formato precedente a quella versione.Ad ogni modo si fa sempre la solita sterile polemica e FUD su cose talmente banali..Io trovo molto più nocivo per me e il mio business avere il timore ad ogni aggiornamento dello Snort di non poter più scaricare le firme dell'IDS per la versione precedente, questi si che sono ca..zi da ca..re, non aprire un documento che lo si può fare ormai con almeno 4 prodotti diversi.
    • Anonimo scrive:
      Re: retrocompatibilita?
      Infatti, senza andare sullo scurrile, hai centrato il problema!Senza uno standard, MS farà come ha sempre fatto, cioè cambierà formato ad ogni versione, cosa che, è garantito dallo standard OASIS, non potrà succedere con Open Office.E' questa è già una ragione più che sufficiente per _non_ adottare la suite di Office Microsoft.Un'altra ragione è che quest'annuncio sono solo parole, parole e soltanto parole. Finché esisteranno i brevetti sulle tecnologie legate ai formati MS (che, secondo me non verranno _MAI_ ritirati) nessuno si sentirà al sicuro dal produrre un filtro di import/export per i suddetti.Se poi si parla del fatto che altri sviluppatori di software per ufficio stanno progettando di passare allo standard OASIS ... Questo è solo FUD, cioè cercare di frenare lo sviluppo della concorrenza dando notizie false che tendono a creare incertezza.Infatti tanti si domanderanno: "Ma allora conviene passare a Open Office se poi MS apre i formati?" La risposta è chiara: prima aspettare che MS lo faccia effettivamente, che uno standard e che dimostri di seguirlo, poi se ne può riparlare...ma nel frattempo Open Office è già qui...pronto!byeMarco C.
    • Anonimo scrive:
      Re: retrocompatibilita?
      - Scritto da: Anonimo
      "Ciò su cui Microsoft ha preferito
      non seguire le indicazioni dell'Unione
      riguarda invece la presentazione degli
      schemi XML ad un organo di standardizzazione
      esterno. L'azienda ha infatti preferito la
      via dello sviluppo interno delle specifiche
      spiegando di voler così mettere a
      frutto le proprie competenze in materia di
      mantenimento della
      retrocompatibilità."Secondo me è tutta pubblicità:faranno come hanno fatto con le loro implementazioni di Kerberos ed LDAP: create seguendo "..la via dello sviluppo interno delle specifiche...", anzichè adottare le versioni rispettivamente del MIT per Kerberos (http://web.mit.edu/kerberos/www/ http://www.usenix.org/publications/login/1997-11/embraces.html) e di www.openldap.org.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Bye Bye Microsoft Office !
    Io mi auguro che in questo modo più nessuno abbia la scusa di non utilizzare programmi diversi da quelli di Microsoft.Fino ad oggi, oltre alla "difficolta" di imparare l'utilizzo di un nuovo programma, quello che ostacola il passaggio ad un software alternativo ad Office è che "Tutti hanno office" oppure "Tutti usano word / excel",.Ora invece con un formato XML (libero) anche chi ha software diversi da Office potra importare tranquillamente un documento.Inoltre chi ha molti documenti già scritti in Office, può convertirli ed importarli facilmente su altre piattaforme.Speriamo che questo sia un piccolo passo in avanti verso uno sviluppo software basato sulla praticità, sulla sicurezza, e sulla interoperabilità invece che basato solo sui profitti come adesso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bye Bye Microsoft Office !

      Speriamo che questo sia un piccolo passo in
      avanti verso uno sviluppo software basato
      sulla praticità, sulla sicurezza, e
      sulla interoperabilità invece che
      basato solo sui profitti come adesso. ... e complimenti alla comunita' europea !!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bye Bye Microsoft Office !
      - Scritto da: Anonimo
      Io mi auguro che in questo modo più
      nessuno abbia la scusa di non utilizzare
      programmi diversi da quelli di Microsoft.
      dal titolo del tuo post, mi pare che tu non ti accontenti mai fino a quando non vedi la morte di MSe meno male che ami la libertàquanti anni hai?
    • ocram scrive:
      Re: Bye Bye Microsoft Office !
      Perché la notizia sia devvero una buona notizia è sufficiente che il formato XML divenga quello predefinito delle future versioni di Office (il che sembra probabile, dato il tenore degli annunci).Ciao.
  • Anonimo scrive:
    Bye Bye OpenOffice
    Non c'è più nessun motivo per usarlo, non che ce ne fossero stati tanti prima eh!!!
    • lele2 scrive:
      Re: Bye Bye OpenOffice
      - Scritto da: Anonimo
      Non c'è più nessun motivo per
      usarlo, non che ce ne fossero stati tanti
      prima eh!!!c'e c'ee' libero
    • Anonimo scrive:
      Re: Bye Bye OpenOffice
      - Scritto da: Anonimo
      Non c'è più nessun motivo per
      usarlo, non che ce ne fossero stati tanti
      prima eh!!!Ehm... evidentemente per te 400 ? risparmiati non sono un motivo valido... forse perchè tu i 400 ? non li risparmieresti...A parte questo, direi che invece ci sarà un motivo in meno per non usarlo, e cioè la compatibilità con i documenti MS Office.
      • Anonimo scrive:
        Re: Bye Bye OpenOffice

        Ehm... evidentemente per te 400 ?
        risparmiati non sono un motivo valido...
        forse perchè tu i 400 ? non li
        risparmieresti...Ma forse per lui non è un problema risparmiare 400?......allora potrebbe farci un bel bonifico a tutti noi, di 400?, che apprezziamo OpenOffice.org. Io non ci comprerei di sicuro office, ma almeno un router nuovo di sicuro ;)Saluti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bye Bye OpenOffice
          - Scritto da: Anonimo


          Ehm... evidentemente per te 400 ?

          risparmiati non sono un motivo valido...

          forse perchè tu i 400 ? non li

          risparmieresti...

          Ma forse per lui non è un problema
          risparmiare 400?...Neppue per me non è un problema risparmiare 400?. Semmai per me il problema è non risparmiarli... :-)
          ...allora potrebbe farci un bel bonifico a
          tutti noi, di 400?, che apprezziamo
          OpenOffice.org. Io non ci comprerei diQuesta potrebbe essere un'idea :-)
        • DKDIB scrive:
          Re: Bye Bye OpenOffice
          Anonimo wrote:
          Io non ci comprerei di sicuro office, ma almeno un router
          nuovo di sicuro ;)'Azz... ma ke router usi?! :oIo ho uno switch della NetGear con 4.1 porte FastEthernet (ke mi fa pure da access point Wi-Fi, anke se solo 802.11b) e l'ho pagato 75 Euro ancora 6-7 mesi fa.
    • TrollSpammer scrive:
      Re: Bye Bye OpenOffice
      - Scritto da: Anonimo
      Non c'è più nessun motivo per
      usarlo, non che ce ne fossero stati tanti
      prima eh!!!Hai sbagliato a scrivere il titolo, non OpenOffice ma MS Office ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bye Bye OpenOffice
      - Scritto da: Anonimo
      Non c'è più nessun motivo per
      usarlo, non che ce ne fossero stati tanti
      prima eh!!!ti scusiamo della castroneria che hai scritto solo perche'e' lunedi'.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bye Bye OpenOffice
      - Scritto da: Anonimo
      Non c'è più nessun motivo per
      usarlo, non che ce ne fossero stati tanti
      prima eh!!!a cosa dobbaimo questa tua esauriente disquisizione tecnica ? no, perche' se' tutta qui non mi hai convinto
    • icecuber scrive:
      Re: Bye Bye OpenOffice
      - Scritto da: Anonimo
      Non c'è più nessun motivo per
      usarlo, non che ce ne fossero stati tanti
      prima eh!!!Forse Xche' Open Office e' free, mooooooooooooolto + stabile ( non che ci voglia un gran sforzo :D )occupa un sacco di meno su disco.... ha tutte le funzioni che servono (ci ho scritto la mia tesi + la presentazione) integra l'export in pdfP.S. MS office ha il completamento automatico delle parole?!?!? mi e' stato molto utile :D
    • Slurpolo scrive:
      Re: Bye Bye OpenOffice
      - Scritto da: Anonimo
      Non c'è più nessun motivo per
      usarlo, non che ce ne fossero stati tanti
      prima eh!!!Quindi secondo te l'unico motivo per usare OpenOffice è che usa un formato aperto? Sei solo un comunista-linaro-opensorcio!
      • Sky scrive:
        Re: Bye Bye OpenOffice
        - Scritto da: Slurpolo
        - Scritto da: Anonimo

        Non c'è più nessun motivo

        per

        usarlo, non che ce ne fossero stati

        tanti prima eh!!!
        Quindi secondo te l'unico motivo per usare
        OpenOffice è che usa un formato
        aperto? Sei solo un
        comunista-linaro-opensorcio! AhahAhahahahAhahahah.... :D :D :D Permettimi di ridere, Slurpolo! L'amico di prima aveva le idee confuse... ma tu lo batti di gran lunga! :D :D :D Se proprio vuoi offendere qualcuno offendi ME: io si che sono un comunista-linaro-opensorcio :D :D :D Ed uso OpenOffice (alla faccia di chi mi vuol male) ;) E... ehm... sì: i bambini mi piaciono ben cotti, grazie. :D
        • Anonimo scrive:
          Faccine...
          - Scritto da: Sky
          - Scritto da: Slurpolo...Chi ne usa troppe e chi ne usa poche...
          • Sky scrive:
            Re: Faccine...
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Sky

            - Scritto da: Slurpolo
            ...
            Chi ne usa troppe e chi ne usa poche... Vorresti dire che Slurpolo era sottilmente ironico? ;) Nel caso lo ringrazio egualmente: era un pò che non ridevo così (anche se "impropriamente") :D Io, alla fine, una faccina ce l'avrei messa... giusto per non fare la figura del troll.
        • Slurpolo scrive:
          Re: Bye Bye OpenOffice
          - Scritto da: Sky
          Permettimi di ridere, Slurpolo!Prego, fai pure: lo scopo era proprio quello.
          L'amico di prima aveva le idee confuse...
          ma tu lo batti di gran lunga! :D :D :DAh, l'ironia: questa sconosciuta. Speravo che la paradossalità di quello che ho scritto fosse così evidente da non avere bisogno di faccine; evidentemente mi sbagliavo, in futuro starò più attento.
          Se proprio vuoi offendere qualcuno offendi
          ME: io si che sono un
          comunista-linaro-opensorcio :D :D :DE non ti vergogni ad ammetterlo così?
          Ed uso OpenOffice (alla faccia di chi mi
          vuol male) ;)
          E... ehm... sì: i bambini mi
          piaciono ben cotti, grazie. :DE sbagli: un po' al dente sono molto più digeribili, lasciatelo dire da un esperto.
          • Sky scrive:
            Re: Bye Bye OpenOffice
            - Scritto da: Slurpolo
            - Scritto da: Sky

            Permettimi di ridere, Slurpolo!
            Prego, fai pure: lo scopo era proprio quello. Ma LOL!.. avevo questo sottile dubbio che mi perseguitava. ;)

            L'amico di prima aveva le idee

            confuse...

            ma tu lo batti di gran lunga! :D :D :D
            Ah, l'ironia: questa sconosciuta. Speravo
            che la paradossalità di quello che ho
            scritto fosse così evidente da non
            avere bisogno di faccine; evidentemente mi
            sbagliavo, in futuro starò più
            attento.(http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=797259)

            Se proprio vuoi offendere qualcuno

            offendi

            ME: io si che sono un

            comunista-linaro-opensorcio :D :D :D
            E non ti vergogni ad ammetterlo così? Eh eh... era un pò una scena alla "L'esorcista"... "PRENDI ME!!... PRENDI ME!!..." :D :D

            Ed uso OpenOffice (alla faccia di chi

            mi

            vuol male) ;)

            E... ehm... sì: i bambini mi

            piaciono ben cotti, grazie. :D
            E sbagli: un po' al dente sono molto
            più digeribili, lasciatelo dire da un
            esperto. Eh già... alla mia età forse faccio meglio ad ascoltarli, certi consigli. ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bye Bye OpenOffice
      - Scritto da: Anonimo
      Non c'è più nessun motivo per
      usarlo, non che ce ne fossero stati tanti
      prima eh!!!Non c'e' piu' motivo per usare M$Office invece (non che ce ne fossero mai stati prima)
    • allanon scrive:
      Re: Bye Bye OpenOffice
      - Scritto da: Anonimo
      Non c'è più nessun motivo per
      usarlo, non che ce ne fossero stati tanti
      prima eh!!!Al contrario, se veramente OO dovesse cominciare a leggere anche i .doc non ci sarebbe più nessuna valida ragione per farsi spillare 400 euro, nemmeno se la gente che ti scrive ha la disgustosa abitudine di mandare documenti .doc.
      • DKDIB scrive:
        Re: Bye Bye OpenOffice
        Allanon wrote:
        [...] se veramente OO dovesse cominciare a leggere anche i
        .doc [...]L'attuale versione 1.1 i documenti Word li legge abbastanza bene, anke se ha un po' di problemi con le tabelle.Per la compatibilita' con Excel e PowerPoint mi pare invece ke sia gia' perfetta cosi'.Ovviamente mi riferisco alle versioni fino alla XP dei formati Microsoft.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bye Bye OpenOffice
      - Scritto da: Anonimo
      Non c'è più nessun motivo per
      usarlo, non che ce ne fossero stati tanti
      prima eh!!!Scusami ma a me sembra che questo tipo di decisioni rappresentino proprio il successo atteso dell'approccio Open.Grazie a software di livello funzionale competitivo e costo pressoché nullo, Microsoft è stata costretta ad aprire i suoi formati a beneficio evidente di tutti.A questo punto la battaglia per il migliore prezzo/qualità del software di tipo Office è veramente aperta, senza più ostacoli relativi alla compatibilità con lo standard di fatto Microsoft e ... vinca finalmente il migliore.
    • DKDIB scrive:
      Re: Bye Bye OpenOffice
      Anonimo wrote:
      Non c'è più nessun motivo per usarlo [...]Ah... quindi tu lo usavi perke' faceva fico avere documenti in XML?Buon: un lammer in meno ke usera' OpenOffice.org.Vorra' dire d'ora in avanti clickero' 2 volte sul link per scaricarlo cosi' nessuno s'accorgera' della sua assenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bye Bye OpenOffice
Chiudi i commenti