Territorio e innovazione tecnologica

Seminario a Lecce


Lecce – Presso l’Università di Lecce (aula E12, complesso Ecotekne, dalle 9.30 alle 12.30) il prossimo 14 giugno si terrà il seminario “Percorsi di specializzazione per lo sviluppo del territorio: Attenzione all’innovazione tecnologica e ai processi di internazionalizzazione” .

“Durante il Seminario – si legge in una nota – si guarderà alle dinamiche evolutive del nuovo mercato del lavoro e alle nuove esigenze dell’impresa che si muove nella Società dell’Informazione, con un focus sui nuovi strumenti per gestire il percorso di innovazione tecnologica e internazionalizzazione”.

“Il seminario – continua la nota – è un momento di studio coordinato dal Centro Studi&Ricerche SCiNT e da Progetto Universitas , grazie al quale focalizzare l’attenzione sui temi dell’Innovazione Tecnologica e dello Sviluppo Globale, che oggi richiedono sempre maggiori e più specializzate competenze”.

Al seminario interverranno, in qualità di relatori, l’avv. Andrea Lisi (Vice Presidente del Centro Studi&Ricerche SCiNT, titolare dello Studio Associato D&L, esperto di tematiche legate all’ICT & International Trade) e il Dr. Davide Diurisi (Segretario del Centro Studi&Ricerche SCiNT, titolare dello Studio Associato D&L, esperto di tematiche aziendali legate all’ICT & International Trade).

L’accesso al Seminario è gratuito e verrà rilasciato un attestato di partecipazione.
Per partecipare è necessario registrarsi previo invio di una e-mail di conferma all’indirizzo inform@scint.it .

Al termine del Seminario verrà anche presentato un Corso di Alta formazione postuniversitaria in “Diritto & Economia del Commercio elettronico internazionale” organizzato dal Centro Studi & Ricerche SCiNT, in collaborazione con le Ed. Simone e con l’Alto Patrocinio del Ministero delle Attività Produttive, dell’ICE e di ICC (International Chamber of Commerce).

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Mi vien da piangere...
    E LO HA FATTO PER NOI....... sigh... sigh... :-)Guarda cosa non si fa per portar via quattro votiche poi diventaranno rappresentanza di coloro i qualiusano internet ("ecco, vedi, quelli che usano internetsaranno cento, centocinquanta").Portar via quattro voti che poi non si sa neanchea chi, vista la scelta.Tristezza profonda.E ti credo che ci sono pochi commenti a questa splendidanotizia; avete dato il colpo di grazia.-- Erotuae sotto con l' INUTILE, ci sono abituato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi vien da piangere...
      - Scritto da: Erotua

      E LO HA FATTO PER NOI....... sigh... sigh...
      :)

      Guarda cosa non si fa per portar via quattro
      voti
      che poi diventaranno rappresentanza di
      coloro i quali
      usano internet ("ecco, vedi, quelli che
      usano internet
      saranno cento, centocinquanta").

      Portar via quattro voti che poi non si sa
      neanche
      a chi, vista la scelta.

      Tristezza profonda.
      E ti credo che ci sono pochi commenti a
      questa splendida
      notizia; avete dato il colpo di grazia.

      --
      Erotua
      e sotto con l' INUTILE, ci sono abituato.
      Per lo meno si sbatte al contrario di te che critichi.Meglio il voto a lui che al partito di Berlusca e Urbani
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi vien da piangere...
        - Scritto da: Anonimo
        Per lo meno si sbatte al contrario di te che
        critichi."neanche il cane muove la coda per niente".Comunque, si, ammetto che si agita.E con loro altri duecento per altre duecento cose diverse.Missione: raggiungere.... boh... quanti voti?
        Meglio il voto a lui che al partito di
        Berlusca e UrbaniOddio,....tra uno o due che si fanno portabandiera di internete uno che fa il ponte dove non avranno neanchel'acqua per i operai, ...E si vede che in Italia conta internet e il ponte ;-)PS: gli altri non li ho tirati in ballo ma nonperche' sono migliori; volendo ce n'e' per tutti. ;-)No, no...Credo che la cosa migliore sarebbe che Punto Informaticonon diventasse in questo periodo Punto Politico e gli articolifossero meno di parte. O lo fanno per noi?Ripeto: IMHO il decreto urcani puo' essere oggettodi notizia, discussione ed iniziative di confronto; politica e mezzucci che tirino in ballo la questione, no.-- Erotua(visto che si parla di politica, mi metto un inutile da solo)
  • Anonimo scrive:
    niente brevetti?
    nulla da dire sui brevetti software?peccato...:(
Chiudi i commenti