Terrorismo: super-intercettazione al via

Il Senato USA approva una "legge spia" che sarà operativa in 7 giorni


Roma – Entro una settimana potrebbe diventare operativa una legge che:
1. consentirà alla polizia federale di detenere qualsiasi straniero considerato sospetto anche per una settimana prima della formulazione di una imputazione (la Casa Bianca avrebbe voluto eliminare il termine temporale);
2. renderà illegale qualsiasi forma di supporto consapevole ad un terrorista;
3. consentirà l’intercettazione di qualsiasi telefono che possa venire utilizzato da uno straniero sospettato di attività terroristiche;
4. permetterà un più facile scambio di informazioni tra le diverse agenzie di intelligence e le forze di polizia;
5. consentirà alla polizia federale di ottenere più facilmente dai provider email e altri dati internet di “sospettati”.

La legge, oggetto di un aspro dibattito fuori dal Congresso, è stata approvata dal Senato e ci si aspetta che venga integrata con un testo analogo appena passato alla Camera dei Rappresentanti. Il testo che ne verrà fuori dovrebbe essere alla firma del presidente americano George W. Bush entro una settimana. Lo stesso Bush ha chiesto ai parlamentari di “muoversi rapidamente”.

“Questa norma – ha detto Bush – rispetta la nostra costituzione ma ci consente di trattare i terroristi come si tratta il crimine organizzato, e rafforza la nostra capacità di condividere informazioni per distruggere, indebolire ed eliminare i network internazionali del terrorismo”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    resta sempre il gnu pgp, no?
    come da oggetto
  • Anonimo scrive:
    Backdoor nel PGP?
    "Zimmermann [...] quando se ne andò sbattendo a porta dall'azienda spiegò che non era d'accordosull'uso di backdoor che consentissero alleautorità di sicurezza di entrare in materialiprotetti da PGP... A non essere soddisfattisaranno invece i 250 lavoratori di cui NAI oraintende liberarsi..."Ci sono backdoor nel PGP? C'e`qualcuno che ne parla? O e`solo un sospetto deigiornalisti?Pino Silvestre
    • Anonimo scrive:
      Re: Backdoor nel PGP?
      No, che io sappia non se ne fece piu' niente (anche se non ci metterei la mano sul fuoco).Se ne parlava, e Zimmermann mise su OpenPGP :-)- Scritto da: Pino Silvestre
      "Zimmermann [...] quando se ne andò
      sbattendo
      a porta dall'azienda spiegò che non era
      d'accordo
      sull'uso di backdoor che consentissero alle
      autorità di sicurezza di entrare in materiali
      protetti da PGP... A non essere soddisfatti
      saranno invece i 250 lavoratori di cui NAI
      ora
      intende liberarsi..."

      Ci sono backdoor nel PGP? C'e`qualcuno
      che ne parla? O e`solo un sospetto dei
      giornalisti?

      Pino Silvestre
Chiudi i commenti