Thailandia, TLC sotto assedio

Il colpo di stato militare ha messo a tacere le telecomunicazioni del paese: telefonia, Internet e persino TV. Nessuno dovrà offendere le istituzioni monarchiche, dicono gli ufficiali dell'esercito

Bangkok – L’introduzione della legge marziale in Thailandia, istituita dalle forze militari che hanno deposto il Primo Ministro, ha letteralmente paralizzato il sistema nazionale delle telecomunicazioni. Da alcuni blog affiliati al network GlobalVoices si apprende che Internet e telefonia mobile sono sotto il controllo delle autorità militari, che hanno intimato a tutti gli operatori del settore di “distruggere, fermare o limitare qualsiasi tipo d’informazione che possa offendere la monarchia thailandese”.

Da un lancio dell’agenzia Reuters emerge che il responsabile Internet del Ministro dell’Informazione, Kritpong Rimcharonepak, ha richiesto “piena collaborazione” da parte degli operatori e degli ISP “affinché non vengano diffusi articoli, commenti e qualsiasi altro tipo d’informazione potenzialmente pericolosa per il mantenimento delle istituzioni democratiche della monarchia costituzionale thailandese”.

È la prima volta che la Thailandia si trova ad affrontare un colpo di stato nei tempi delle telecomunicazioni digitali. “Gli utenti Internet possono scrivere quel che vogliono attraverso i loro mezzi di comunicazione personali”, ha detto Rimcharonepak, “ma se la situazione politica dovesse precipitare, gli ISP avranno piena responsabilità di quanto diffuso”.

La censura istituita dal regime transitorio avrà effetto su tutti i media e non soltanto su Internet. Le interviste radiofoniche e televisive sono state proibite, così come la possibilità d’inviare messaggi SMS alle stazioni TV che trasmettono i commenti e le opinioni dei telespettatori.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    OT windows cresce
    http://www.tomshw.it/news.php?newsid=7628
    • Anonimo scrive:
      Re: OT windows cresce
      Statistiche senza fonte e dettagli su come sono state fatte le stime.Un grafico che mi è parso d vedere identico qualche anno fa.Ed infatti le risposte degli utenti pongono tutte dubbi.
    • Anonimo scrive:
      Re: OT windows cresce
      - Scritto da:
      http://www.tomshw.it/news.php?newsid=7628
      ahahahah!!!!!!!!!!!che schifezza di statistica, sei patetico.
    • Anonimo scrive:
      Re: OT windows cresce
      - Scritto da:
      http://www.tomshw.it/news.php?newsid=7628
      Infatti nel giro di un anno è passato dal 95.86% al 95.11%... oddio, non si può parlare certo di un tracollo, ma da qui a dire che cresce...
  • Anonimo scrive:
    Uffa sto linuks !
    Vabbé che è il più maturo, ma sti produttori "alternativi" me pare che se sò un po' fissati...Mica c'è solo Linux ! (che per altro per applicazioni multimediali non è il max.)Io (in questo caso) avrei scelto Haiku:www.haiku-os.org (clone BeOS)O anche ReactOS:www.reactos.org (clone WinNT)Marco Ravich
    • Anonimo scrive:
      Re: Uffa sto linuks !
      - Scritto da:
      Vabbé che è il più maturo, ma sti produttori
      "alternativi" me pare che se sò un po'
      fissati...

      Mica c'è solo Linux ! (che per altro per
      applicazioni multimediali non è il
      max.)

      Io (in questo caso) avrei scelto Haiku:

      www.haiku-os.org (clone BeOS)1. It should be noted, however, that while the Alpha and Beta releases of Haiku are not recommended for normal use, they are still available2. Mature * No kits or components have reached this stage at this time.

      O anche ReactOS:

      www.reactos.org (clone WinNT)1. "Considerate che ReactOS è ancora nella fase alpha e non è consigliato per l'uso di tutti i giorni."2. http://www.reactos.org/wiki/index.php/Audit

      Marco Ravich
      • Anonimo scrive:
        Re: Uffa sto linuks !

        1. It should be noted, however, that while the
        [..]
        1. "Considerate che ReactOS è ancora nella fase
        [..]
        ...e allora ?Mi sembra un po' troppo comodo avere sempre la pappa fatta !Intendo dire che mi piacerebbe sentire che qualche produttore supporti altri OS open, oltre linux.O sbaglio ?Marco Ravich
        • Anonimo scrive:
          Re: Uffa sto linuks !

          ...e allora ?
          Mi sembra un po' troppo comodo avere sempre la
          pappa fatta
          !

          Intendo dire che mi piacerebbe sentire che
          qualche produttore supporti altri OS open, oltre
          linux.

          O sbaglio ?

          Marco Raviche allora meglio usare qualcosa di già pronto e funzionante. L'azienda lavora per un profitto, non per una (dubbia) gloria
        • Anonimo scrive:
          Re: Uffa sto linuks !
          Ma questo qualcos'altro ha la stessa diffusione di Linux e le stesse comunità di sviluppo?E questo qualcos'altro ha i sorgenti disponibili?E questo qualcos'altro costa come Linux?Allora non scriviamo scemenze per cortesia.Del kernel di Linux ne esistono varianti snelle, preemptive, realtime, smp, cluster, ecc. ecc.Basta prenderne una aggiungerci i driver della scheda particolare su cui andrà a lavorare, ed eccoti un ottimo firmware general purpose per un hardware multimediale, di controllo industriale o per qualsiasi altra applicazione di venga in mente.
    • MeDevil scrive:
      Re: Uffa sto linuks !
      - Scritto da:
      Vabbé che è il più maturo, ma sti produttori
      "alternativi" me pare che se sò un po'
      fissati...

      Mica c'è solo Linux ! (che per altro per
      applicazioni multimediali non è il
      max.)

      Io (in questo caso) avrei scelto Haiku:

      www.haiku-os.org (clone BeOS)

      O anche ReactOS:

      www.reactos.org (clone WinNT)

      Marco RavichBeOS è un ottimo sistema, ben realizzato e (ai suoi tempi), l'unico che poteva realmente dare fastidio a windows.Haiku è una riscrittura (parziale?) del beos, che però non funziona (se non in vm).ReactOS ? A sto punto mettiamoci windows media center e addio... ooops... dimenticavo che manca il supporto ai processori arm nei kernel nt...Saluti, MeDevil
    • mda scrive:
      Re: Uffa sto linuks !
      - Scritto da:
      Vabbé che è il più maturo, ma sti produttori
      "alternativi" me pare che se sò un po'
      fissati...

      Mica c'è solo Linux ! (che per altro per
      applicazioni multimediali non è il
      max.)

      Io (in questo caso) avrei scelto Haiku:

      www.haiku-os.org (clone BeOS)

      O anche ReactOS:

      www.reactos.org (clone WinNT)

      Marco RavichLinux è ottimo per la multimedia !! Basta prendere una versione aggiornata.Per Beos, consiglio Zeta !ReactOS è ottimo ma ancora in preparazione per ora.Ma esistono anche altri ! es.: Amiga/OS (non è morto) è un ottimo sistema.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Uffa sto linuks !
        piuttosto che usare amiga... meglio buttare via i pc
        • Anonimo scrive:
          Re: Uffa sto linuks !

          piuttosto che usare amiga... meglio buttare via
          i pc
          Hai mai sentito parlare di google ?E` un sito dove c'è un semplicissimo form dove inserire un argomento (o qualiasi altra cosa) e ti trova parecchi links... la prossima volta prova ad usarlo, vedrai che ti aiuterà molto.http://www.google.it/(per completezza: ne esistono anche altri...)@mda: mettere i links serve !http://it.wikipedia.org/wiki/AROSMarco Ravich
    • Anonimo scrive:
      Re: Uffa sto linuks !
      - Scritto da:
      Vabbé che è il più maturo, ma sti produttori
      "alternativi" me pare che se sò un po'
      fissati......
      Io (in questo caso) avrei scelto Haiku:
      Marco RavichMi pare che il fissato sia tu visto che metti sempre questi due link appena puoi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Uffa sto linuks !
      Il fatto è fondamentalmente sono già stati fatti molti progetti multimediali usando linux (stb dreambox e relook , vari mediacenter che risultano piu o meno stabili)Dovete pure tenere in considerazione di il footprint di un sistema embedded che gira sotto linux è molto molto piu piccolo di uno con windows, (xp embedded edition) inoltre considerate pure che i sistemi embedded linux possono essere ridotti all'osso, i sistemi basati si kernel NT non tanto.Per esperienze passate inoltre possodire che per quello che rigurada i sistemi embedded spesso il produttore del chip produce i driver per un sistema operativo prorietario (tipo vxworks et similia) oppure per linux, non sempre i source sono disponibili a tutti perchè coperti da NDA ed è il caso di questo giochino, dato che allo sviluppatore non viene rilasciato il sorgente completo dei driver ma solo uno straccio di documentazione su come chimare i device e quali ioctl essi accettano.Io sinceramente stavo pensado di prenderlo , ma quando ho letto appunto che i driver erano binari ho deciso di risparmaiare i soldi.Per quanto riguarda altri sistemi operativi , c'e' da dire che molti sono instabili e non adeguati per la messa in opera di un prodotto che un giorno andrà sul mercato.La filosofia di questa azienda infatti è , faccio l'hardware lo vendo a 250 dolla allo sviluppatore che mi fa le application e se mi piacciono gli do qualcosa che va da 1 a 1000 dollari, un modo molto semplice ma efficace di risparmiare.Saluti.PS potranno essere presenti errori ortografici.. ma è sabato mattina e sono assai rimbambito, intolre alla fine è il concetto che conta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Uffa sto linuks !
        Non usano Linux per stabilità ma solo perchè oramai è una moda usarlo per evitare di pagare licenze come era un tempo prima dell'avvento di Linux, il miglior amico di Microsoft che ha permesso il dominio incontrastato di Windows. Ed impedisce sistematicamente la nascita di concorrenti in qualsiasi settore in cui Linux venga utilizzato. Senza Linux molti investirebbero in nuovi OS, se Linux fosse a pagamento molti grandi produttori investirebbero nel proprio OS. Il settore IT sarà sempre più in crisi quanto più Linux verrà utilizzato assieme all' open source.- Scritto da:
        Il fatto è fondamentalmente sono già stati fatti
        molti progetti multimediali usando linux (stb
        dreambox e relook , vari mediacenter che
        risultano piu o meno
        stabili)

        Dovete pure tenere in considerazione di il
        footprint di un sistema embedded che gira sotto
        linux è molto molto piu piccolo di uno con
        windows, (xp embedded edition) inoltre
        considerate pure che i sistemi embedded linux
        possono essere ridotti all'osso, i sistemi basati
        si kernel NT non
        tanto.

        Per esperienze passate inoltre possodire che per
        quello che rigurada i sistemi embedded spesso il
        produttore del chip produce i driver per un
        sistema operativo prorietario (tipo vxworks et
        similia) oppure per linux, non sempre i source
        sono disponibili a tutti perchè coperti da NDA ed
        è il caso di questo giochino, dato che allo
        sviluppatore non viene rilasciato il sorgente
        completo dei driver ma solo uno straccio di
        documentazione su come chimare i device e quali
        ioctl essi
        accettano.

        Io sinceramente stavo pensado di prenderlo , ma
        quando ho letto appunto che i driver erano binari
        ho deciso di risparmaiare i
        soldi.

        Per quanto riguarda altri sistemi operativi ,
        c'e' da dire che molti sono instabili e non
        adeguati per la messa in opera di un prodotto che
        un giorno andrà sul
        mercato.

        La filosofia di questa azienda infatti è , faccio
        l'hardware lo vendo a 250 dolla allo sviluppatore
        che mi fa le application e se mi piacciono gli do
        qualcosa che va da 1 a 1000 dollari, un modo
        molto semplice ma efficace di
        risparmiare.

        Saluti.

        PS potranno essere presenti errori ortografici..
        ma è sabato mattina e sono assai rimbambito,
        intolre alla fine è il concetto che
        conta.
Chiudi i commenti