The Coop, oltre il social web browser

E' ancora un progetto per Mozilla Labs, ma domani potrebbe diventare un add-on per Firefox capace di agevolare la condivisione di link e di segnalazioni di post online

Roma – Firefox entrerà nella mischia del social networking grazie all’ultimo parto dei Mozilla Labs: The Coop , un set sperimentale di tool per la condivisione dei contenuti in ambito browser. “Vogliamo dar vita ad un modo facile e divertente per condividere i link con gli amici, e quindi navigare attraverso i siti segnalati”, si legge sul blog ufficiale dei Mozilla Labs. “Vogliamo anche agevolare gli utenti nel poter essere sempre aggiornati sulle foto, i filmati, i post e le informazioni di status che la cerchia di amici inserisce su più servizi”.

L’obiettivo è quello di rimettere i web browser al centro del networking, un po’ come avveniva in passato. “Forse l’interazione sociale più comune sul web è quella di spedire a qualcuno un link. Viene fatto via IM, email, RSS feed di aggregatori, siti di condivisione preferiti come del.icio.us, piattaforme come MySpace, e anche via telefono. Coop vuole semplificare questa interazione, e fondarsi con tool simili che sono offerti da un gran numero di servizi web popolari”.

Secondo gli esperti, si tratterebbe di un tentativo per andare oltre la frontiera di MySpace, un po’ come ha fatto Flock , il social Web browser compatibile con Linux, Mac, e Windows. Al momento, comunque, The Coop è ad uno stadio piuttosto embrionale – non è disponibile neanche una versione pubblica da testare. Il blog ufficiale mostra un link alla pagina degli Add-on di Firefox, ma per ora non è disponibile nulla. Secondo la pagina correlata di mozilla wiki la versione base includerà funzionalità piuttosto semplici, come ad esempio la piattaforma per invitare gli amici, la condivisione URL, drag & drop di file multimediali etc.

La data di lancio non è stata ancora fissata, ma il progetto sta già attirando l’attenzione di moltissimi.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    sono daccordo
    prevenire
  • Anonimo scrive:
    il "RISCHIO DEL P2P"!!! MUHAUAUHA
    Oh raga, stavo sbottando quando ho letto sta notizia...Cioè, nelle scuole non danno quasi più i volantini informativi sul rischio del fumo e danno quelli sul "RISCHIO DEL P2P"!!!!Roba da cagarsi addosso dalle risate...Non vi pare??
    • Anonimo scrive:
      Re: il "RISCHIO DEL P2P"!!! MUHAUAUHA
      - Scritto da:
      Oh raga, stavo sbottando quando ho letto sta
      notizia...Cioè, nelle scuole non danno quasi più
      i volantini informativi sul rischio del fumo e
      danno quelli sul "RISCHIO DEL
      P2P"!!!!

      Roba da cagarsi addosso dalle risate...
      Non vi pare??e non solo :"molti clienti dei contrabbandieri cinematografici risiedono a Singapore e sono, a detta di Ellis, allo stesso livello di perseguibilità penale di chi spaccia stupefacenti."Quindi attento tu bambino...che ti chiudiamo in galera nella stessa cella di quei brutti spacciatori di eroina e il tuo immacolato didietrino diventerà da cosi ( o ) a così ( O ) (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: il "RISCHIO DEL P2P"!!! MUHAUAUHA
        - Scritto da:

        e non solo :"molti clienti dei contrabbandieri
        cinematografici risiedono a Singapore e sono, a
        detta di Ellis, allo stesso livello di
        perseguibilità penale di chi spaccia
        stupefacenti."

        Quindi attento tu bambino...che ti chiudiamo in
        galera Che io sappia, a Singapore, per chi detiene dosi anche minime di stupefacenti è prevista l'impiccagione.A comprare CD pirata c'è dunque il rischio di un forte torcicollo?
        • Anonimo scrive:
          Re: il "RISCHIO DEL P2P"!!! MUHAUAUHA
          - Scritto da:
          - Scritto da:



          e non solo :"molti clienti dei contrabbandieri

          cinematografici risiedono a Singapore e sono, a

          detta di Ellis, allo stesso livello di

          perseguibilità penale di chi spaccia

          stupefacenti."



          Quindi attento tu bambino...che ti chiudiamo in

          galera

          Che io sappia, a Singapore, per chi detiene dosi
          anche minime di stupefacenti è prevista
          l'impiccagione.
          A comprare CD pirata c'è dunque il rischio di un
          forte
          torcicollo?ah si? bhe se le cose stanno così,direi che quella paventata da quell'inquietante personaggio di Ellis è proprio una pena commisurata al reato :s :|D'altronde la vita di un pirata del software è il giusto scotto da pagare per non aver permesso ai vertici dell'MPAA di avere la 25^ villa con piscina olipionica..e a Puff Daddy di laccarsi in oro la tazza del cesso dello scantinato......mentre nel quarto mondo muoiono di fame e sete... bah
          • Anonimo scrive:
            Re: il "RISCHIO DEL P2P"!!! MUHAUAUHA
            - Scritto da:

            ...mentre nel quarto mondo muoiono di fame e
            sete...

            bahDi questo passo ce li avremo pure qui sti problemi...
      • Anonimo scrive:
        Re: il "RISCHIO DEL P2P"!!! MUHAUAUHA
        - Scritto da:
        e non solo :"molti clienti dei contrabbandieri
        cinematografici risiedono a Singapore e sono, a
        detta di Ellis, allo stesso livello di
        perseguibilità penale di chi spaccia
        stupefacenti."Sono ancora più allibito...che schifo...chi sostiene un'idea del genere meriterebbe di prendersi l'aids dalla siringa un tossico
  • Anonimo scrive:
    MPAA spera che ci credano?
    Cioe' voi scrivete su un giornale tecnologico e non sapete che utilizzare un sistema P2P diminuisce la sicurezza del computer?Condividere i propri file, lasciare l'accesso a chiunque... insomma mi sembra che lo sappiano un po' tutti a parte voi...
    • Anonimo scrive:
      Re: MPAA spera che ci credano?
      - Scritto da:
      Cioe' voi scrivete su un giornale tecnologico e
      non sapete che utilizzare un sistema P2P
      diminuisce la sicurezza del
      computer?

      Condividere i propri file, lasciare l'accesso a
      chiunque... insomma mi sembra che lo sappiano un
      po' tutti a parte
      voi...A colazione mangi ironia e acutezza vero? (rotfl)Il problema è che questi qua non sanno come fermare l'onda grossa vagli a dire che è un reato figurati se gli interessa
  • Anonimo scrive:
    Pel Pambino...
    Cun Cuesto upusCULetto ti vugliamo senzibilizzare a non ussare più il ppìtuppì e te lo tiremo cun parole dulci e amichevuli.Se ti ciapemu scarricare o upplaaadare qualcusa zenza che ci hai pacato la tasza ti inviteremu a mettere i diti su bancu e ti insegneremu con mazzetta da 20 kilu duve te duvevi mettere i diti (ultre nel purtafogliu per pacare noi).Ze ti rifiuti di accettaru la nustra sacra legge cun le zue zacre sanziune nui prendemu mazzettu da 50 kilu e passemu parte bassa di collu tuo e ti tutt tu famiglia, pui sequestremu pensiuna a tu bisnona e roviniuma futura a tui nipoti.Cappito tu ci hai ? Lo facemu per il tu bene mica il nostru
    • Anonimo scrive:
      Re: Pel Pambino...
      ajahahahahhhhahahahah se dovessi scrivere tutte le risate che ho fatto non basterebbe il sito auauauabello ..però troppe u...piu che tettesco...zembra zardu
      • Anonimo scrive:
        Re: Pel Pambino...
        - Scritto da:
        ajahahahahhhhahahahah se dovessi scrivere tutte
        le risate che ho fatto non basterebbe il sito
        auauaua

        bello ..però troppe u...piu che tettesco...zembra
        zarduinfatti è sicilianocmq anche io avevo inziato a leggerlo come tedesco
  • Anonimo scrive:
    Gli STUDIOS di Holliwood
    Invece di queste campagne cretine contro il pitupi farebbero bene a portare nelle scuole la Britney Spears e la Madonna a esibirsi in saffiche performance.
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli STUDIOS di Holliwood
      - Scritto da:
      Invece di queste campagne cretine contro il
      pitupi farebbero bene a portare nelle scuole la
      Britney Spears e la Madonna a esibirsi in
      saffiche performance.Veramente farebbero bene a portarle per convincere le nuove generazioni di non seguire modelli demenziali.Per le saffiche performance c'é di molto meglio, anche tra le classiche vicine di casa ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: Gli STUDIOS di Holliwood
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Invece di queste campagne cretine contro il

        pitupi farebbero bene a portare nelle scuole la

        Britney Spears e la Madonna a esibirsi in

        saffiche performance.

        Veramente farebbero bene a portarle per
        convincere le nuove generazioni di non seguire
        modelli
        demenziali.

        Per le saffiche performance c'é di molto meglio,
        anche tra le classiche vicine di casa
        ;)Link delle vicine? :$
    • Anonimo scrive:
      Re: Gli STUDIOS di Holliwood
      Si' ollivud e holli e benji... ma impara a scrivere...
Chiudi i commenti