The Sims Online, il biglietto è gratis

Electronic Arts rilancia il metamondo promettendo un territorio 100 volte più ampio del precedente. Gli account sono gratuiti ma offrono funzionalità limitate. Aperta la sfida a Second Life?

Roma – The Sims Online è un MMOG (Massively Multiplayer Online Game) creato da Electronic Arts e rilasciato nel dicembre del 2002. Le prime versioni di The Sims Online (TSO) prevedevano un mese di prova gratuito e un abbonamento mensile da 9.99 dollari per i mesi successivi. TSO non è mai riuscito a diffondersi nel già vasto universo dei metamondi dominato in primo luogo da World of Warcraft e Second Life , quest’ultimo più affine per gameplay.

il logo Ad ogni modo, a seguito del non proprio clamoroso successo di TSO, nel 2007 il progetto stava per essere abbandonato; EA però ha voluto crederci ancora ed ha messo al lavoro un nuovo team di sviluppatori il cui risultato è quello che abbiamo a disposizione oggi.

Il nuovo TSO è innanzitutto gratuito e non prevede depositi mensili obbligatori. In EA-landia – il territorio immaginario creato dagli sviluppatori – ci sono 12 nuove città che assieme formano un’area di gioco 100 volte superiore alla precedente. EA garantisce un numero maggiore di visitatori simultanei, e ribadisce che si aspetta un gran numero di nuovi iscritti. A chi era già registrato a TSO viene garantito il privilegio di scegliere arbitrariamente il lembo di terra che si preferisce prima della “apertura dei cancelli”.

Nel nuovo TSO non mancano i contenuti generati dagli utenti . Così come accade in Second Life, anche su TSO gli utenti possono realizzare e vendere i propri oggetti virtuali: c’è già un archivio con migliaia e migliaia di pezzi di contenuti personalizzati. Per quanto riguarda la gestione e la diffusione degli UGC, EA si affida al sito thesimsresource.com .

sedia elettronica Revisione anche per l’economia. EA rivela che nel precedente TSO il sistema economico non funzionava molto bene, troppi utenti diventavano miliardari con facilità. Sembra che adesso questi problemi siano stati risolti.

Sono stati sviluppati anche Widget Yahoo!, Google e persino per iPhone che permettono di dialogare con i propri contatti di TSO. Costituito, infine, anche un “social network” degli avatar di TSO, un avatarbook , che gestisce i contenuti degli utenti con lo stile di Facebook.

In verità, analizzando attentamente i dettagli si scopre che TSO non è completamente gratuito . Insomma, la solita formula dell’account free, ma restricted. Ovvero, ci si può iscrivere e si può giocare gratuitamente a tempo indeterminato ma le possibilità di gioco sono comunque limitate, come spiegato nella pagina ” Differenze fra free player ed iscritti “.

TSO è disponibile per il download solo per Windows e il file di installazione pesa 1.5 GB. Altri dettagli sul gioco possono essere letti sul blog degli sviluppatori .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Asterion scrive:
    Risposta
    L'unica cosa ridicola sono le frasi che butti li senza darne prova.Sostieni che Windows si colleghi, presumibilmente con http e https, ad indirizzi IP che fanno capo a Microsoft.Quali sono? Postali che controlliamo. Ho fatto una ricerca in rete e non ho trovato nulla del genere.Fai attenzione, mai detto che hai torto, ti ho solo chiesto di dimostrare quello che dici.
  • JattaMan scrive:
    Ma non è gia Windows...
    Un trojan GLOBALE ?Basta vedere quante volte in una giornata tenta di collegarsi a certi indirizzi... e non dite che è windows update perchè non è quello.
    • Asterion scrive:
      Re: Ma non è gia Windows...
      Spiacente ma non mi risulta.Puoi scrivere l'URL dei siti a cui Windows cerca di collegarsi per favore?
      • rotfl scrive:
        Re: Ma non è gia Windows...
        - Scritto da: Asterion
        Spiacente ma non mi risultaE invece e' proprio cosi'...
        • Asterion scrive:
          Re: Ma non è gia Windows...
          - Scritto da: rotfl
          - Scritto da: Asterion

          Spiacente ma non mi risulta

          E invece e' proprio cosi'...Se ne sei sicuro, saprai anche dirmi a quali Windows a quali URL cerca di collegarsi.
          • rotfl scrive:
            Re: Ma non è gia Windows...
            - Scritto da: Asterion
            - Scritto da: rotfl

            - Scritto da: Asterion


            Spiacente ma non mi risulta



            E invece e' proprio cosi'...

            Se ne sei sicuro, saprai anche dirmi a quali
            Windows a quali URL cerca di
            collegarsiNon sono URL, sono IP. Sulla porta 443 (SSL) e talvolta sulla porta 80. E sono molteplici, e diversi, ma tutti riconducibili a Microsoft. Ed e' oltremodo ridicolo che tu ti ritenga un "esperto" e non ti renda nemmeno conto di cosa faccia il tuo PC.
          • Asterion scrive:
            Re: Ma non è gia Windows...
            - Scritto da: rotfl
            - Scritto da: Asterion

            - Scritto da: rotfl


            - Scritto da: Asterion



            Spiacente ma non mi risulta





            E invece e' proprio cosi'...



            Se ne sei sicuro, saprai anche dirmi a quali

            Windows a quali URL cerca di

            collegarsi

            Non sono URL, sono IP. Sulla porta 443 (SSL) e
            talvolta sulla porta 80. E sono molteplici, e
            diversi, ma tutti riconducibili a Microsoft. Ed
            e' oltremodo ridicolo che tu ti ritenga un
            "esperto" e non ti renda nemmeno conto di cosa
            faccia il tuo
            PC.L'unica cosa ridicola sono le frasi che butti li senza darne prova.Sostieni che Windows si colleghi, presumibilmente con http e https, ad indirizzi IP che fanno capo a Microsoft.Quali sono? Postali che controlliamo. Ho fatto una ricerca in rete e non ho trovato nulla del genere.Fai attenzione, mai detto che hai torto, ti ho solo chiesto di dimostrare quello che dici.
          • NOME scrive:
            Re: Ma non è gia Windows...
            Vabbè ma sti fantomatici ip li mettiamo o parliamo tanto per dare aria alla bocca??? :)
          • rotfl scrive:
            Re: Ma non è gia Windows...
            - Scritto da: NOME
            Vabbè ma sti fantomatici ip li mettiamo o
            parliamo tanto per dare aria alla bocca???
            :)Ma Cristo Santo, installati un firewall outbound su una macchina intermedia o uno che non lasci passare "tutto" sulle porte 80 e 443 e guardateli. Devo ricordarmeli a mente? Ma Dio mio, che gente...
          • NOME scrive:
            Re: Ma non è gia Windows...
            Ma leva messenger... ahahahahaha
  • Alessandrox scrive:
    Sono proprio dei bei....
    AHHH che peccato era solo un refuso!Avevo gia' pronta una battutina scema calunniosa e diffamante da far censurare al T1000... :'(Mi e' andata male.... :(-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 febbraio 2008 13.17-----------------------------------------------------------
  • Nilok scrive:
    Teutonico pensiero
    Ave.Stupirsi e indignarsi non serve a nulla.La Storia non insegna nulla se non si è disposti nemmeno a guardare.Peccato che un popolo così fiero, con così tanto onore, faccia sfoggio di tutti i suoi lati peggiori.L'ultima Dittatura, da quelle parti, cominciò proprio con le violazioni dei Diritti Civili elementari.A presto.Nilok
    • awkward scrive:
      Re: Teutonico pensiero
      ma l'hai letto l'articolo o ti sei fermato al titolo?
    • Il PROFETA scrive:
      Re: Teutonico pensiero
      Il problema è il popolo..ma forse qualcosa è cambiato oggi...Per le violazioni dei diritti civili elementari...be, forse devi studiare un pò di storia e documentarti, poi ne riparliamo...bimbo- Scritto da: Nilok
      Ave.

      Stupirsi e indignarsi non serve a nulla.
      La Storia non insegna nulla se non si è disposti
      nemmeno a
      guardare.
      Peccato che un popolo così fiero, con così tanto
      onore, faccia sfoggio di tutti i suoi lati
      peggiori.

      L'ultima Dittatura, da quelle parti, cominciò
      proprio con le violazioni dei Diritti Civili
      elementari.

      A presto.
      Nilok
  • H5N1 scrive:
    Sono stupito
    Sono stupito dal fatto che sia una corte a dover decidere se tali azioni sono legali o meno.Le leggi europee ed internazionali già ci sono.Uno stato che applica ai suoi organismi leggi diverse da quelle in vigore non è uno stato di diritto, tantomeno democratico.La violazione della privacy è tale sia per il privato sia per il pubblico.Personalmente me ne sbatto di CHI tenta l'accesso al mio PC: prima contrattacco e poi mi informo su CHI fosse.
    • Bindolo scrive:
      Re: Sono stupito
      E, di grazia, come "contrattaccheresti"? Vai vicino al router e gli fai "buuuuuhhh!!!" ?
      • H5N1 scrive:
        Re: Sono stupito
        no faccio ping -f sull'indirizzo di chi mi attaccabhwhahahahahhahahahahahahahahha
        • Bindolo scrive:
          Re: Sono stupito
          Concludi ASSAI poco così! Meglio il "booohh!!" :D
          • H5N1 scrive:
            Re: Sono stupito
            guarda che sono un clone stavo scherzando un'attimo sull'originale io non so' niente al max mi viene in mente un ping --botnet-mega-flood-distruzzione-di-massa
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono stupito
            botnet? ne vorrei 3 etti.. ah sono 3 etti e mezzo? lasci lasci :)
      • H5N1 scrive:
        Re: Sono stupito
        Dipende...In primis si identifica il sistema con un SYN/ACK e qualche tecnica di fingerprinting.In secondo luogo si cerca di capire se il sistema (o il router) ha qualche bug.Bug = vulnerabilità.Pensate davvero che chi sferra gli attacchi ne sia immune?In molti casi bastano due righe di codice per un DoS.
        • Qualcuno scrive:
          Re: Sono stupito
          in effetti... però si presume che chi attacca sappia anche difendersi...Se poi l'attacco è alle forze dell'ordine e ti beccano, ti vengono anche a suonare al companello di casa.
          • H5N1 scrive:
            Re: Sono stupito
            Certo,ma se un poliziotto entra in casa senza identificarsi come tale e me lo trovo in piena notte che gironzola per casa farebbe bene ad essere più rapido di me...Non capisco certi discorsi.Una violazione è tale INDIPENDENTEMENTE da chi la compie.
  • medioman scrive:
    per i soliti...
    ... fagiani del "chi non ha nulla da nascondere etc..."."Raccogliere dati di quel tipo in modo così diretto comprime i diritti del cittadino - hanno spiegato i magistrati - dato che la paura di essere monitorati può impedire che le comunicazioni personali spontanee abbiano luogo"Ora che lo vedete chiaramente ribadito in una sentenza di una suprema corte il concetto di fondo dovrebbe esservi chiaro...hola
    • Bobon123 scrive:
      Re: per i soliti...
      Ma cosa c'entra? Quelle discussioni nascono sulle intercettazioni richieste dai magistrati (su cui la corte si è pronunciata in modo positivo), non sulle intercettazioni a tappeto di tutti (che è la proposta che è stata bocciata) e che non ho mai sentito nessuno invocare.Boh...
      • Katoblepa scrive:
        Re: per i soliti...
        Nello specifico dell'articolo hai ragione.....però anche io, come medioman ricordo tizi che postavano nel forum e che sostenevano che della privacy non gliene importava granchè e che se gli altri si agitavano così tanto significava che avevano qualcosa da nascondere....Poi magari sono quelli che ritengono di avere una mentalità da liberals ma sono pronti a farsi fregare del primo Frattini che passa che propone azioni da perfetto regime stalinista.Però a questi gli va bene così"...perchè provvedimenti posti in essere per garantire maggiore sicurezza ai cittadini" .........Del resto "lo stato di paura" a qualcosa deve pur servire...
        • Bobon123 scrive:
          Re: per i soliti...
          Non c'è un valore che sia in assoluto più importante. E' ovvio che Privacy e Sicurezza sono entrambi importanti per il vivere in modo piacevole in una nazione. E' chiaro che se per la Privacy rendiamo impossibile alla polizia di fare irruzione in una casa da cui si sentono delle grida, o di intercettare un rapitore per cercare di capire dove tiene il rapito arriviamo ad un assurdo che crea in seguito timore nei cittadini, che sanno che lo stato non può proteggerli (esempio estremo).E' altresì chiaro che se per la Sicurezza garantiamo la possibilità alle FdO di entrare in qualsiasi abitazione per fare ispezioni a sorpresa o di intercettare a campione le conversazioni telefoniche di chiunque si crea nel cittadino addirittura un timore VERSO lo stato (esempio estremo).Ma c'è una costituzione, ci sono delle normative Europee e mi sembra che in generale in Europa come equilibrio Privacy/Sicurezza siamo messi bene: ci possono essere dei singoli punti da limare, ma c'è un buon equilibrio tanto che nessuno dei due problemi va solitamente a limitare le scelte e le azioni del cittadino medio UE. Sin tanto che le comunicazioni che possono essere limitate son solo quelle di chi effettivamente ha qualcosa da nascondere mi sembra che il sistema funzioni... io non mi son mai sentito limitato nella mia privacy dalla possibilità che la magistratura ascoltasse le mie telefonate, non so te....
          • picchio duro scrive:
            Re: per i soliti...
            - Scritto da: Bobon123
            Non c'è un valore che sia in assoluto più
            importante. E' ovvio che Privacy e Sicurezza sono
            entrambi importanti per il vivere in modo
            piacevole in una nazione.


            E' chiaro che se per la Privacy rendiamo
            impossibile alla polizia di fare irruzione in una
            casa da cui si sentono delle grida, o di
            intercettare un rapitore per cercare di capire
            dove tiene il rapito arriviamo ad un assurdo che
            crea in seguito timore nei cittadini, che sanno
            che lo stato non può proteggerli (esempio
            estremo).

            E' altresì chiaro che se per la Sicurezza
            garantiamo la possibilità alle FdO di entrare in
            qualsiasi abitazione per fare ispezioni a
            sorpresa o di intercettare a campione le
            conversazioni telefoniche di chiunque si crea nel
            cittadino addirittura un timore VERSO lo stato
            (esempio
            estremo).

            Ma c'è una costituzione, ci sono delle normative
            Europee e mi sembra che in generale in Europa
            come equilibrio Privacy/Sicurezza siamo messi
            bene: ci possono essere dei singoli punti da
            limare, ma c'è un buon equilibrio tanto che
            nessuno dei due problemi va solitamente a
            limitare le scelte e le azioni del cittadino
            medio UE.


            Sin tanto che le comunicazioni che possono essere
            limitate son solo quelle di chi effettivamente ha
            qualcosa da nascondere mi sembra che il sistema
            funzioni... io non mi son mai sentito limitato
            nella mia privacy dalla possibilità che la
            magistratura ascoltasse le mie telefonate, non so
            te....il cittadino medio (bleah) è un coglione (medio=meno del normale=subnormale=coglione) le leggi vanno fatte a misura del cittadino normale ideale (libero) o non hanno nessuna speranza di regolare alcunché solo una testa di rapa potrebbe voler essere intercettato, non avendo coscienza (ma avendo appunto uan testa di rapa) che la società oggi come oggi è corrotta dal furto, dalla strumentalizzazione , dall'equivoco, dalla chiacchiera,,,
      • medioman scrive:
        Re: per i soliti...
        - Scritto da: Bobon123
        Ma cosa c'entra? Ma cosa hai letto?
        Quelle discussioni nascono sulle intercettazioni
        richieste dai magistrati (su cui la corte si è
        pronunciata in modo positivo), non sulle
        intercettazioni a tappeto di tutti (che è la
        proposta che è stata bocciata) e che non ho mai
        sentito nessuno
        invocare.Sintesi: La suprema corte ha stabilito, contro le pretese del ministero dell'interno tedesco, che l'uso dei trojan di stato va limitato a casi specifici e legittimati da un mandato del magistrato.Nel farlo ha dato una motivazione esemplare sul tipo di problemicon cui si ha a che fare quando si delega il diritto alla privacy.E io quella motivazione giuridica l'ho quotata come esempio di risposta da dare ai soliti pirla che in occasione di queste notizie riempiono il forum con frasi del tipo "chi non ha etc, etc..."

        Boh...Mha, ed anche De'...hola
  • Nome e cognome scrive:
    I giudici italiani...
    I giudici italiani... la maggior parte (minimo=50%+1) scommetto che nemmeno sa che cos'è un trojan, un virus, un worm, un rootkit, un web browser.... Secondo te vincerei la scommessa?(idea)
    • eramoc scrive:
      Re: I giudici italiani...
      - Scritto da: Nome e cognome
      I giudici italiani... la maggior parte
      (minimo=50%+1) scommetto che nemmeno sa che cos'è
      un trojan, un virus, un worm, un rootkit, un web
      browser.... Secondo te vincerei la
      scommessa?(idea)non so se quelli tedeschi sanno di cosa parlano, a meno che non lo mettano nel bios o cose simili, altrimenti voglio vederceli a bucare le varie versioni di linux, comprese quelle personalizzate.se prendono accordi con i costruttori, tipo il modem di alice e cose simili, ma si potrebbe sempre far fare il router ad un vecchio computer con linux, che è la cosa più sicura.
    • MircoM scrive:
      Re: I giudici italiani...
      ti piace vincere facile :D
  • pippopluto scrive:
    titolo al contrario
    ... a cercare il solito sensazionalismo apocalittico.La notizia ' che la germania dice no ai trojan di stato al contrario di come il capo della polizia aveva ipotizzato. Ovviamente ci saranno delle eccezioni, come accade ovunque.
    • offensivo calunnioso e diffamante scrive:
      Re: titolo al contrario
      - Scritto da: pippopluto
      ... a cercare il solito sensazionalismo
      apocalittico.

      La notizia ' che la germania dice no ai trojan di
      stato al contrario di come il capo della polizia
      aveva ipotizzato. Ovviamente ci saranno delle
      eccezioni, come accade
      ovunque.Quoto.
    • Nome scrive:
      Re: titolo al contrario
      - Scritto da: pippopluto
      ... a cercare il solito sensazionalismo
      apocalittico.Quoto!
    • pinco pallino qualunque scrive:
      Re: titolo al contrario
      Quoto anch'io.Spero che la redazione corregga il refuso.
    • MircoM scrive:
      Re: titolo al contrario
      quoto anche io.ho riletto le prime righe dell'articolo quattro volte perchè credevo di essermi perso un "non" da qualche parte...
    • pippo santoanast aso scrive:
      Re: titolo al contrario
      - Scritto da: pippopluto
      ... a cercare il solito sensazionalismo
      apocalittico.

      La notizia ' che la germania dice no ai trojan di
      stato al contrario di come il capo della polizia
      aveva ipotizzato. Ovviamente ci saranno delle
      eccezioni, come accade
      ovunque.Quoto, Quoto, Quoto!!Chi cavolo è il bambino che scrive i titoli????
    • James Kirk scrive:
      Re: titolo al contrario
      Quoto al 100%Punto Informatico non ha bisogno di fare titoli furbeschi come la carta stampata, perchè non deve vendere il giornale.Molta gente infatti, per mille motivi, si ferma al titolo (come deduco da alcuni post che seguono) e quì abbiamo già sconfinato nella cattiva informazione.
    • MisterEmme scrive:
      Re: titolo al contrario
      Che dire, quoto pure io...Triste caduta di stile :(- Scritto da: pippopluto
      ... a cercare il solito sensazionalismo
      apocalittico.

      La notizia ' che la germania dice no ai trojan di
      stato al contrario di come il capo della polizia
      aveva ipotizzato. Ovviamente ci saranno delle
      eccezioni, come accade
      ovunque.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: titolo al contrario
      contenuto non disponibile
    • stark scrive:
      Re: titolo al contrario
      magari è solo un errore.... sempre a gridare allo scandalo :)
      • webwizard scrive:
        Re: titolo al contrario
        - Scritto da: stark
        magari è solo un errore.... sempre a gridare allo
        scandalo
        :)Già, un errare di stompa.... :D
    • kattle87 scrive:
      Re: titolo al contrario
      quoto! ho anche io riletto le prime righe più e più volte...
    • claudio r scrive:
      Re: titolo al contrario
      si peccato.. quoto e quoto anche cattiva informazione.. una così bella lezione di diritti civili passerà per normale accettazione delle privazioni delle libertà in cambio di sicurezza.. è invece è il contrario.. prima i diritti inviolabili dell'individuo
    • Akiro scrive:
      Re: titolo al contrario
      che abbiano semplicemente sbagliato?
    • Nome e Cognome scrive:
      Re: titolo al contrario
      - Scritto da: pippopluto
      ... a cercare il solito sensazionalismo
      apocalittico.Quoto, ma che .....e io che rileggevo inutilmente...
    • Andrea scrive:
      Re: titolo al contrario
      Quoto
Chiudi i commenti