TIM, anche il sito in euro

L'operatore annuncia una sezione dedicata alla moneta unica. Con glossario


Roma – TIM, il maggiore operatore italiano di telefonia mobile, ha annunciato di aver aperto una nuova sezione del proprio sito interamente dedicata all’euro, la moneta unica europea. Nella nuova area di tim.it, si trovano numerose pagine di informazione per i clienti per l’interazione commerciale con le strutture di TIM. Il tutto corredato da un glossario.

In realtà TIM è passata all’euro già lo scorso 30 settembre e ormai sono in euro il valore del traffico dei clienti e il credito residuo.

Per visitare la nuova sezione clicca qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • suorcarlavittoria scrive:
    Fuori l'odio dai siti europei
    (love)Facciamo trionfare l'amore! Suor Carla
  • Anonimo scrive:
    La censura se usata bene è giusta
    vedi pedofiliagiox
  • Anonimo scrive:
    La censura e' sempre sbagliata
    Semplicemente perche' se si limita il diritto fondamentale di espressione adesso per un motivo che puo' sembrare giusto, si crea un precedente per cui in futuro un governo "malvagio" puo' limitarlo per motivi tuttaltro che etici. (Leggi: mettere a tacere gli oppositori)I diritti fondamentali, quale la liberta' di espressione, devono essere inviolabili senza eccezione alcuna.Detto cio', da un punto di vista pratico e' ancora tutto da dimostrare che la censura serva davvero a fermare le idee (giuste o sbagliate che esse siano).C'e' sempre stata e ci sara' sempre una minoranza di persone che ha idee fortemente contrastanti con la cultura dominante del suo tempo e della sua societa', nel male (l'esempio in questione) e nel bene (basta pensare a quelli in tempi meno fortunati sostenevano coraggiosamente ed illegalmente i diritti di schiavi/lavoratori/negri/donne/gay.SalutiGiorgio
    • Anonimo scrive:
      Re: La censura e' sempre sbagliata

      sostenevano coraggiosamente ed illegalmente
      i diritti di
      schiavi/lavoratori/negri/donne/gay.una volta sì, adesso c'è gente che sostiene il diritto alla pedofilia, è molto diverso.
  • Anonimo scrive:
    il silenzio non è mai giusto
    negli USA la libertà è al primo posto.E l'odio da dove è arrivato?Dall'esterno!Nonopstante siano tutti razzisti, è una socità multietnica per eccellenza!Non è certamente in questo che gli USA sono criticabili ... dovremmo prendere esempio dalla loro costituzione.[e magari anche dal loro inno ... io amo il mio paese ... ma per questo vorrei che avesse un inno un po' più serio ...]
  • Anonimo scrive:
    Dubbio
    Chissà perchè quello che non si può fare in piazza è concesso in Internet...Sapete ad esempio che la pedofilia è una perversione ma non una devianza ovvero che è NORMALE averla (tutti abbiampo perversioni)? Il problema è che esercitarla comporta una vittima.La xenofobia secondo voi non è paragonabile? Dobbiamo batterci per la libertà di pensiero sempre e comunque? O meglio, dobbiamo battarci per la DIFFUSIONE di pensiero sempre e comunque? Io ci penserei...
    • Anonimo scrive:
      Re: Dubbio

      La xenofobia secondo voi non è paragonabile?
      Dobbiamo batterci per la libertà di pensiero
      sempre e comunque? O meglio, dobbiamo
      battarci per la DIFFUSIONE di pensiero
      sempre e comunque? Io ci penserei...Per tanto sbagliate e aberranti che possano sembrare certe idee, non è giusto censurarle.Chiunque deve essere messo in grado di esprimere le proprie idee, fosse anche inneggianti alla xenofobia o al fascismo.Il vero punto, è invece quello di combattere questi fenomeni alla radice. Diffondendo cultura e istruzione, insegnando la pace e il rispetto della vita.Questo, ovviamente, non è possibile se persino i nostri rappresentanti si prendono a botte in parlamento, e se di continuo, si aizza persino all'odio politico, si riesce a far credere alla gente che una guerra può essere giusta.Basta vedere in questo forum... fascista di qui, comunista di la.....Siamo ben lungi da poter affermare che la società adotta un comportamento quanto meno civile.Però, comunque non ritengo giusta nessuna forma di censura.
      • Anonimo scrive:
        Re: Dubbio
        Caro l i tuoi interventi sono sempre illuminanti. Penso che la risposta giusta sia proprio quella: informare, fare cultura, associare, condividere, cercare di capire. Solo cosi' l'emarginazione, la solitudine e il dolore alla base del razzismo in occidente, per parlare di quello, potra' esser sconfitto. chiudere siti significa farne dei martiri...
  • Anonimo scrive:
    L'Europa dei censori
    Purtroppo la libertà individuale è ignorata in questa Europa. Bisognerebbe prendere esempio dagli States, altrochè...
    • Anonimo scrive:
      Re: L'Europa dei censori
      - Scritto da: ARI6
      Purtroppo la libertà individuale è ignorata
      in questa Europa.E fin qui avresti anche ragione....
      Bisognerebbe prendere
      esempio dagli States, altrochè...LOL!Carnivore, Echelon....
Chiudi i commenti