TIM ci ripensa e ridisegna Maxxi Fun

Ora offre due settimane di messaggi e parole gratuiti. Ma non è tutto oro quello che luccica, come PI aveva evidenziato qualche tempo fa


Roma – TIM raddoppia il periodo di validità dell’offerta Maxxi Fun e fino al 28 maggio aumenta le settimane durante le quali è possibile fruire gratuitamente di SMS e chiamate, portandole da una a due e lasciando invariate le condizioni tariffarie. Viene meno però l’offerta, valida fino al 7 maggio, grazie alla quale all’attivazione della Maxxi Fun Messaggi o della Maxxi Fun Parole e Messaggi veniva accreditato un bonus di 3 euro.

Maxxi Fun comprende due estensioni: Messaggi, e Parole e Messaggi; la prima costa 8 euro e permette di inviare SMS ed MMS verso tutti i gestori, scaricare suonerie e “risponderie” TIM a metà prezzo rispetto al normale e, per le prime due settimane (rispetto alla precedente offerta, che prevedeva solo una settimana) 300 SMS, 300 MMS, una suoneria e una risponderia gratis. Nelle successive due settimane ogni SMS è tariffato 7,5 centesimi di euro (IVA inclusa), un MMS 30 centesimi di euro (IVA inclusa), MMS video 50 centesimi di euro (IVA inclusa). Suonerie e Risponderie Welcomusic possono essere invece scaricate alla metà del prezzo normale. Se si superano i 300 SMS e i 300 MMS gratuiti per ognuna delle due settimane, gli SMS e gli MMS inviati vengono tariffati a metà prezzo.

Maxxi Fun Parole e Messaggi consente invece, al prezzo di 10 euro, di parlare con numeri TIM a metà prezzo durante la notte (dalle 22 alle 7), di inviare SMS ed MMS verso tutti i numeri e scaricare Suonerie e Risponderie a metà prezzo. Anche in questo caso, durante ognuna delle prime due settimane si può fruire di 300 SMS, 300 MMS, 300 minuti gratis in fascia notturna verso cellulari TIM e si possono scaricare una suoneria e una risponderia. Per le due settimane restanti, ogni SMS inviato viene tariffato 7,5 centesimi di euro IVA inclusa, ogni MMS 30 centesimi di euro IVA inclusa, MMS con video 50 centesimi di euro (IVA inclusa), suonerie/risponderie a metà del prezzo e le chiamate notturne verso i TIM a 7,5 centesimi di euro al minuto.

Punto Informatico qualche tempo fa ha analizzato le due promozioni , notandone i punti deboli. Forse gli stessi che hanno spinto TIM a rivedere l’offerta.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • mistretta andrea scrive:
    commento
    In effetti il XXXXX è un pò una rottura di scatole e spesso copre giochi politici.
  • Anonimo scrive:
    pedofili
    PEDOFILI SPERO CHE DIVENTIATE TUTTI IMPOTENTI PERCHé MORIRE SAREBBE TROPPO FACILE...SIETE TUTTI DEI MALATI MENTALI!
  • Anonimo scrive:
    Questo articolo
    E' una cagata pazzesca!
  • Anonimo scrive:
    Manager QI
    120 Bacchettoni QI
  • vegeta scrive:
    Re: E che palle!!
    uh mamma e dai dove l'hai dedotta sta cosa!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    chi ama la figa tiri una________________
    chi ama la figa tiri una riga______________________-se la figa e virtuale tirate una riga virtuale _____________
  • Anonimo scrive:
    Fate schifo!
    Vergognatevi a difendere quegli schifosi erotomani! Fanno bene a sensibilizzare la popolazione su questo problema, la società a causa della pornografia degenera ogni giorno di più. Giusta una campagna sensibilizzatrice sui rischi della pornografia, se fosse per me bandirei proprio la pornografia dal mondo.Non è forse molto meglio il proprio compagno di vita dal vivo? ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Fate schifo!
      - Scritto da: Anonimo
      Vergognatevi a difendere quegli schifosi
      erotomani! Fanno bene a sensibilizzare la
      popolazione su questo problema, la società a
      causa della pornografia degenera ogni giorno di
      più. Giusta una campagna sensibilizzatrice sui
      rischi della pornografia, se fosse per me
      bandirei proprio la pornografia dal mondo.mi fai schifo tu, con il tuo moralismo basato solo sulla tua egoistica visione.non ti piace il porno? non guardarlo.
      Non è forse molto meglio il proprio compagno di
      vita dal vivo? ;)io li guardavo con la mia ragazza ... ora siamo due ciccioni e quindi ci piacciamo - fisicamente* - un po' meno... ma ci vogliamo molto bene!quindi ... che vuoi?* questo risponde alla tua domanda
    • Anonimo scrive:
      Re: Fate schifo!
      - Scritto da: Anonimo
      Vergognatevi a difendere quegli schifosi
      erotomani! Fanno bene a sensibilizzare la
      popolazione su questo problema, la società a
      causa della pornografia degenera ogni giorno di
      più. Giusta una campagna sensibilizzatrice suiMi sa che se molte persone stessero a casa masturbarsi davanti al pc piuttosto che fare altro nella società ci sarebbero problemi meno seri...
      rischi della pornografia, se fosse per me
      bandirei proprio la pornografia dal mondo.

      Non è forse molto meglio il proprio compagno di
      vita dal vivo? ;)Mi fa più schifo uno che mi vuole dire cosa è giusto e cosa no piuttosto di uno che si fa gli affaracci suoi davanti al pc senza fare rompere nessuno !
  • shevathas scrive:
    e se un'azienda...
    utilizzasse il pretesto di prevenire l'accesso a materiale pedopornografico per monitorare anche in maniera invasiva l'attività on line dei dipendenti ?intercettando e verificando anche il contenuto delle caselle di posta private dei dipendenti ?impiegando backdoor e keylogger per spiare da remoto quello che viene visualizzato nel monitor e quello digitato da tastiera ?
    • Anonimo scrive:
      "siate moralisti anche voi, dai!"
      - Scritto da: shevathas
      utilizzasse il pretesto di prevenire l'accesso a
      materiale pedopornografico per monitorare anche
      in maniera invasiva l'attività on line dei
      dipendenti ?
      intercettando e verificando anche il contenuto
      delle caselle di posta private dei
      dipendenti ?
      impiegando backdoor e keylogger per spiare da
      remoto quello che viene visualizzato nel monitor
      e quello digitato da tastiera ?il punto è che in inghilterra questa è prassi consentita per legge (anzi, se qualcosa ha la password dovresti fornirla - alle forze dell'ordine si intende) ... ma proprio per questo, sapere che è consentita ma non viene usata da qualcuno, mi fa pensare "evviva, qualcuno che non perde il proprio tempo con l'intento di annusare il xulo ai dipendenti e a farli sentire sotto la lente di ingrandimento per cavolate!!!"e invece no, c'è quello che dice "hey! perchè non siete moralisti anche voi? vergognatevi!"
    • vegeta scrive:
      Re: e se un'azienda...
      - Scritto da: shevathas
      utilizzasse il pretesto di prevenire l'accesso a
      materiale pedopornografico per monitorare anche
      in maniera invasiva l'attività on line dei
      dipendenti ?
      intercettando e verificando anche il contenuto
      delle caselle di posta private dei
      dipendenti ?
      impiegando backdoor e keylogger per spiare da
      remoto quello che viene visualizzato nel monitor
      e quello digitato da tastiera ?

      sarebbe da elogiare.in azienda si va per lavorare non per inviare mail private...ci hai pensato?
      • Anonimo scrive:
        Re: e se un'azienda...
        - Scritto da: vegeta

        - Scritto da: shevathas

        utilizzasse il pretesto di prevenire l'accesso a

        materiale pedopornografico per monitorare anche

        in maniera invasiva l'attività on line dei

        dipendenti ?

        intercettando e verificando anche il contenuto

        delle caselle di posta private dei

        dipendenti ?

        impiegando backdoor e keylogger per spiare da

        remoto quello che viene visualizzato nel monitor

        e quello digitato da tastiera ?




        sarebbe da elogiare.in azienda si va per lavorare
        non per inviare mail private...ci hai pensato?Non solo!In ditta la gente VIVE, e ci vive una gran parte della vita adulta. Se non è possibile anche farsi gli affari propri di tanto in tanto l'azienda diventa invivibile.Chiaro che bisogna comunque restare produttivi, ma si sa ormai da anni che è più produttivo un lavoratore libero che uno schiavo.Cerchiamo di non arrivare al punto di essere considerati dei veri e propri schiavi della ditta per la quale si lavora con guardie armate pronte a sparare su chiunque faccia qualcosa che non è consono al funzionamento della ditta. Altrimenti non solo non sarà più gradevole lavorare, ma anche il rendimento diminuirà.Se vogliono qualcosa che sia redditizio al 100% e che non pensa che al lavoro, si prendano dei robots.Ah, si, è vero, i robots non hanno inventiva e fantasia, e mancano completamente di iniziativa.Ma sono proprio quelle qualità umane che fanno si che una persona di tanto in tanto faccia cose non produttive.Come lo risolviamo stò problema?
  • Anonimo scrive:
    Inversione della normalità
    "Ci risiamo: Internet Watch Foundation, dopo aver condotto numerose e disparate battaglie per la legalità su Internet, richiama nuovamente l'attenzione dell'opinione pubblica britannica. Questa volta il problema sono i risultati di una ricerca definita "allarmante": il 74% dei manager inglesi non denuncerebbe gli impiegati colti a scaricare "immagini indecenti" sul posto di lavoro. Sempre secondo questa indagine, il 40% delle aziende non prevede alcun tipo di controllo sull'operato online dei dipendenti"eh!!!e allora?!!!!sono persone normali, persone intelligenti.ti piace la fica? ne guardi un po'?MA LAVORI? si?e allora che stiamo parlando a fare?se scarichi pedoporno ti appendo per le palle , ti consegno al pulotto, ti crocifiggo in atrio, ma per il resto, chi definisce "OSCENO" ?ma per favore.Certo, serve logging , ma da tenere solo per quando EVENTUALMENTE arriva il controllo delle forze dell'ordine, tipo scatola nera: lo apri solo se te lo chiede la polizia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Inversione della normalità
      - Scritto da: Anonimo
      "Ci risiamo: Internet Watch Foundation, dopo aver
      condotto numerose e disparate battaglie per la
      legalità su Internet, richiama nuovamente
      l'attenzione dell'opinione pubblica britannica.
      Questa volta il problema sono i risultati di una
      ricerca definita "allarmante": il 74% dei manager
      inglesi non denuncerebbe gli impiegati colti a
      scaricare "immagini indecenti" sul posto di
      lavoro. Sempre secondo questa indagine, il 40%
      delle aziende non prevede alcun tipo di controllo
      sull'operato online dei dipendenti"

      eh!!!
      e allora?!!!!

      sono persone normali, persone intelligenti.

      ti piace la fica? ne guardi un po'?
      MA LAVORI? si?

      e allora che stiamo parlando a fare?

      se scarichi pedoporno ti appendo per le palle ,
      ti consegno al pulotto, ti crocifiggo in atrio,
      ma per il resto, chi definisce "OSCENO" ?Infatti la moralizzazione ti va bene solo quando corrisponde a quello che va a te vero?Il pedoporno è immorale mentre la semplice pornografia no, quindi appendi per le palle quello che guarda il pedoporno.Beh, per la loro morale anche il semplice porno è da considerare immorale, e allora????Quindi chi deve decidere se spiare i cittadini per la preservazione della morale?Semplice per me nessuno!
      ma per favore.


      Certo, serve logging , ma da tenere solo per
      quando EVENTUALMENTE arriva il controllo delle
      forze dell'ordine, tipo scatola nera: lo apri
      solo se te lo chiede la polizia.
      • Anonimo scrive:
        Re: Inversione della normalità

        Infatti la moralizzazione ti va bene solo quando
        corrisponde a quello che va a te vero?va bene, allora ti spiego:quando faccio sesso - qualsiasi tipo di sesso - con la mia ragazza che è maggiorenne e ci sta, se anche mi filmo e lo mando in mondovisione, è tutto ok, SE CHI GUARDA E' D'ACCORDO NEL GUARDARE perchè io comunque non impongo nulla a nessunose invece prendo la tua sorellina di 8 anni e la violento, questo va contro la mia morale. Chi - richiedendo questo tipo di materiale - istiga questo tipo di CRIMINE, perchè in questo modo si pone in condizione di tremenda tortura dei bambini che non hanno forza e possibilità di reagire, secondo me si trova in posizione ben diversa da chi si vuole vedere del porno, prodotto e ricevuto da persone consapevoli, consenzienti e goderecce.che ne dici, è chiaro?
        Il pedoporno è immorale mentre la semplice
        pornografia no, quindi appendi per le palle
        quello che guarda il pedoporno.certo perchè causa la violenza sessuale di un bambino, non è forse sufficiente?magari per i miglioli dei piedi, perchè le palle non le ha di certo.
        Beh, per la loro morale anche il semplice porno è
        da considerare immorale, e allora????e allora impongono il loro volere a qualcuno che non fa male a nessuno.questo è più immorale di tutto.se non vuoi vedere il porno io non te lo impongose non vuoi PRODURRE il porno io non te lo impongoma tu non puoi imporre a me di non vedere il porno prodotto da chi è d'accordo.la pedopornografia invece si basa su una violenza!
        Quindi chi deve decidere se spiare i cittadini
        per la preservazione della morale?qualcuno che abbia in mente i valori condivisi davvero da tutti.di certo la violenza sessuale non è un valore.mentre la fica è un valore per un sacco di gente, ma davvero tantissima, molta di più di qualsiasi morale di "assassinio" diffusa (perchè sicuramente ci saranno pure quelli)
        Semplice per me nessuno!per me le regole in qualche modo devono esistere. Ma NON devono essere retrograde, moralistiche-pure, estremistiche, sorde al grido della popolazione.
  • Anonimo scrive:
    immorali?
    "i dati nelle nostre mani sono agghiaccianti: è fondamentale che le aziende controllino le abitudini telematiche dei propri impiegati, evitando in tutte le maniere che possano scaricare contenuti immorali ed illegali"e chi lo decide cosa è morale e cosa no? loro? il vaticano? i testimoni di geova? o percaso il mullah Omar?....
    • Anonimo scrive:
      Re: immorali?
      - Scritto da: Anonimo
      "i dati nelle nostre mani sono agghiaccianti: è
      fondamentale che le aziende controllino le
      abitudini telematiche dei propri impiegati,
      evitando in tutte le maniere che possano
      scaricare contenuti immorali ed illegali"

      e chi lo decide cosa è morale e cosa no? loro? il
      vaticano? i testimoni di geova? o percaso il
      mullah Omar?....d'accordissimo, infatti con la scusa di preservare la moralità ad ogni costo stanno privandoci della privacy.Io preferisco avere la mia bella privacy e gestirmi la mia morale come cavolo mi pare.
    • Anonimo scrive:
      Re: immorali?
      - Scritto da: Anonimo
      "i dati nelle nostre mani sono agghiaccianti: è
      fondamentale che le aziende controllino le
      abitudini telematiche dei propri impiegati,
      evitando in tutte le maniere che possano
      scaricare contenuti immorali ed illegali"

      e chi lo decide cosa è morale e cosa no? loro? il
      vaticano? i testimoni di geova? o percaso il
      mullah Omar?....
      ah quindi non lo decide nessuno.quindi se io ti faccio fuori il resto del mondo sospende il giudizio e dice "toh, è morto"e tutti "embé?"
      • Anonimo scrive:
        Re: immorali?
        Tu confondi allegramente quello che è "morale" con quello che è "legale". Il diritto esiste indipendentemente dalle valutazioni bigotte di moralità dei comportamenti; ovvero non servono i 10 comandamenti a decidere cosa sia illecito e cosa no, è sufficiente la razionalità.
        • Anonimo scrive:
          Re: immorali?
          - Scritto da: Matthew Reed
          Tu confondi allegramente quello che è "morale"
          con quello che è "legale".
          Il diritto esiste indipendentemente dalle
          valutazioni bigotte di moralità dei
          comportamenti; ovvero non servono i 10
          comandamenti a decidere cosa sia illecito e cosa
          no, è sufficiente la razionalità....concordo e aggiungerei che per razionalità si intende il minimo denomiatore del comune senso del giusto.Non una parola in più...altrimenti nella legge inevitabilmente si infiltrano considerazioni morali...e si ricade nel problema precedente.
  • shevathas scrive:
    La pedopornografia è utile...
    come pretesto per moralizzare la rete...Ok la pedopornografia è una delle cose peggiori che si possano fare.Ma questo non giustifica affatto usare strumentalmente il pretesto della prevenzione della pedopornografia per invece moralizzare la rete.Anzi abusare del pretesto potrebbe perversamente servire a sdoganarla.Se si batte troppo sull'equazione pedoporno == porno c'è il rischio che si cominci a pensare che si tratta di materiale proibito non perchè ottenuto sfruttando i bambini, motivo reale e decisamente grave, ma perchè da fastidio ai bacchettoni con il rischio di ridurre la percezione della gravità del reato...No, imho, abusare di quel pretesto alla lunga diventerà decisamente controproducente, anche associazioni serie che si occupano realmente di lotta alla pedofilia verranno considerate alla stregua di gruppi di bachettoni :(
    • ishitawa scrive:
      Re: La pedopornografia è utile...
      hai pienamente ragione, ma io temo che una delle ragioni per cui alcuni puntato tanto il dito sia anche invece di screditare chi si batterà per i diritti in retemi spiego: noi tutti sappiamo quanto questi controlli siano inutili e/o pericolosi, ma "il popolo" no, c'è il rischi che se si lotta contro questi controlli si venga percepiti come chi vuole difendere i pedofili e quindi facilmente attaccabili dai retrogradi/bacchettoni che ricordiamocelo sempre hanno dalla loro la grande forza delle paure ataviche della gente (contro i diversi, contro le tecnologie nuove che non conoscono, insomma contro tutto ciò che loro hanno deciso che "non va bene")
    • Anonimo scrive:
      Re: La pedopornografia è utile...
      - Scritto da: shevathas
      come pretesto per moralizzare la rete...
      Ok la pedopornografia è una delle cose peggiori
      che si possano fare.
      Ma questo non giustifica affatto usare
      strumentalmente il pretesto della prevenzione
      della pedopornografia per invece moralizzare la
      rete.lo stesso dicasi per il terrorismo.eppure ... vedi documentazione elettronica usa, vedi biometria usa, vedi patriot act, vedi affirmative act ... anche quando poi si dimostra che tutti i dati non sono protetti, che le identità sono a rischio, i dati sono a rischio e sono stati rubati ... o persi ... migliaia, milioni di dati.e poi c'è chi sbeffeggia chi non si fida ad usare una carta di credito online.
  • Anonimo scrive:
    Re: E che palle!!
    - Scritto da: Anonimo
    La figa finiremo per subirla solo quando ci
    devono vendere i telefonini, i viaggi, il
    digitale terrestre...E non solo... quattro stelline, quattro paparelle, e poi quattro foto di quel coso brutto... anzi, per concludere arriva il coso brutto in persona...
  • Anonimo scrive:
    NO ALLA PORNODIPENDENZA !!
    http://www.noallapornodipendenza.itFATEVI 2 RISATE !!! :D:D:D:D
    • Anonimo scrive:
      Re: NO ALLA PORNODIPENDENZA !!
      ehi a me sembra un cosa seria
      • Anonimo scrive:
        Re: NO ALLA PORNODIPENDENZA !!
        - Scritto da: Anonimo
        ehi a me sembra un cosa seriaE' questo che fa ridere :)
      • Anonimo scrive:
        Re: NO ALLA PORNODIPENDENZA !!
        - Scritto da: avvelenato
        Non è l'individuo ad avere un problema in quanto
        abusa di pornografia (e abuserebbe di altro se la
        pornografia fosse esclusa), ma è la pornografia
        ad essere un problema. [etc...]Hai ragione ma non siamo degli angioletti e dare un limite aiuta molto (parlando in generale, non di pornografia).Qualcuno lo chiama progressismo ma in realtà stiamo entrando in un era di mmerda!
    • Anonimo scrive:
      Re: NO ALLA PORNODIPENDENZA !!
      - Scritto da: Anonimo
      http://www.noallapornodipendenza.it



      FATEVI 2 RISATE !!! :D:D:D:DAHAHAHAH, mi ha fatto morire!!! :)Poi ci ho pensato un po', ho capito che quella che scrive li' e' gente con problemi seri... ED HO RISO ANCORA DI PIU'!!! :)))
      • Anonimo scrive:
        Re: NO ALLA PORNODIPENDENZA !!
        Questa è gente da 20 rasponi al giorno !Saluti,Piwi
        • Anonimo scrive:
          Re: NO ALLA PORNODIPENDENZA !!
          - Scritto da: Anonimo
          Questa è gente da 20 rasponi al giorno !

          Saluti,
          PiwiMa che dici!Minimo 20 al giorno:D
          • Anonimo scrive:
            Re: NO ALLA PORNODIPENDENZA !!
            - Scritto da: Anonimo
            Minimo 20 al giorno
            :DAltrochè minimo 20 a sessione! (poretti)
      • Anonimo scrive:
        Re: NO ALLA PORNODIPENDENZA !!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        http://www.noallapornodipendenza.it







        FATEVI 2 RISATE !!! :D:D:D:D

        AHAHAHAH, mi ha fatto morire!!! :)
        Poi ci ho pensato un po', ho capito che quella
        che scrive li' e' gente con problemi seri... ED
        HO RISO ANCORA DI PIU'!!! :)))Io ho bookmarkato il sito nella sezione Humour :D
    • nasoblu4 scrive:
      Dal loro sito.....
      La pornografia da internet può diventare una droga che crea una dipendenza terribile.E? una tragedia che riguarda milioni di persone nel mondo ed ha assunto ormai la caratteristica di problema sociale.In Italia solo adesso si comincia a parlarne. DIO CHE TRAGEDIA!!Non c'è che dire il tono è giusto quello delle crociate medioevali.Forse stanno preparando il terreno per i prossimi roghi.... o piu prosaicamente per la prossima stretta moralizzatrice.Se andate sul loro forum non è possibile esprimere un'opinione una che possa dissentire con il verbo del suo fondatore , se ci provate venite riempiti di insulti e zittiti.I vostri interventi vengono rimossi ed alcuni vengono ammessi alla pubblica gogna.Quando poi il moderatore spamma in tutti i forum ed in tutti i newgroup possibili ed immaginabili facendo pubblicità alla sua iniziativa pretende il rispetto "democratico" dei suoi interventi contro chi timidamente gli fa notare che pubblicare il proclama del non-pornodipendente su un forum dedicato all'umorismo equivale all'atto di un troll.Ma "lasciatelo lavorare" perchè nel manifesto del suo gruppo è detto a chiare lattere che egli ci salvera per l'eternita dalla perdizione della pornodipendenza e chi non è d'accordo sul rogo....Saluti scetticiNasoblu4
  • Anonimo scrive:
    il pupparuolo.....
    ......chi lo vuole? :D
  • Anonimo scrive:
    Speriamo che questa notizia
    non venga letta dal moige. Non si sa mai che pure a loro venga qualche malsana idea.
  • Anonimo scrive:
    Il mondo diverrà un paradiso
    Quando la gente imparerà a farsi i cazzi propri (moralmente parlando).Ma saranno liberi questi manager di decidere se, quando e come mettere eventuali filtri Internet nelle PROPRIE aziende o devono arrivare i testimoni di geova di turno a scassare, magari facendo pure pressioni sul governo, a causa della loro impotenza congenita?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo diverrà un paradiso
      - Scritto da: Anonimo
      Quando la gente imparerà a farsi i cazzi propri
      (moralmente parlando).concordo.
      Ma saranno liberi questi manager di decidere se,
      quando e come mettere eventuali filtri Internet
      nelle PROPRIE aziende ose le aziende sono PUBBLICHEc'è un costo sociale a carico del contribuente.se sono PRIVATE l'inefficienza ricade sul costo dei prodotti/servizi che paga poi il consumatore finale.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il mondo diverrà un paradiso
        - Scritto da: Anonimo

        Ma saranno liberi questi manager di decidere se,

        quando e come mettere eventuali filtri Internet

        nelle PROPRIE aziende o
        se le aziende sono PUBBLICHE
        c'è un costo sociale a carico del contribuente.In questo caso non è una SUA azienda.
        se sono PRIVATE l'inefficienza ricade sul costo
        dei prodotti/servizi che paga poi il consumatore
        finale.Non ti sta bene? Non compri. E' il mercato. Non sei certo tu consumatore a poter o dover decidere come deve gestire un'azienda un privato. L'azienda non è un ente pubblico.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il mondo diverrà un paradiso
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Quando la gente imparerà a farsi i cazzi propri

        (moralmente parlando).
        concordo.


        Ma saranno liberi questi manager di decidere se,

        quando e come mettere eventuali filtri Internet

        nelle PROPRIE aziende o
        se le aziende sono PUBBLICHE
        c'è un costo sociale a carico del contribuente.
        se sono PRIVATE l'inefficienza ricade sul costo
        dei prodotti/servizi che paga poi il consumatore
        finale.E perche' partire dalla pornografia? Non sarebbe meglio cominciare a vietare le pause caffe'? Forse non fanno "calare l'efficienza" quelle? E se uno invece di bersi un caffe' preferisce farsi una sega sono cazzi suoi o no?
      • The Raptus scrive:
        Re: Il mondo diverrà un paradiso
        COsa import se io guardo il corriere (per vedere se hanno eletto ilpapa, p.es) o superfiga.com?L'uso di Internet è solo una MODALITA? con cui io evito di lavorare, ce ne sono molte altre ... ci sono sempre state!L'unica cosa "immorale" è il guardare certe cose SUL posto di lavoro, ma si sa che certe cose sono lasciate alla sensibilità delle persone.Io me ne FREGO di cosa fai, puoi anche dormire in ufficio, ma se alla fine del mese non vedo i risultati ...CIPPIRIMERLO!Il porno è solo una SCUSA per controllarti.E che *pene*, pare che i pedofili sono arrivati solo ora con internet! Prima dov'erano?Prima chi portava giornali porno in azienda 8o a scuola) cos'era? Non esisteva?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo diverrà un paradiso
      - Scritto da: Anonimo
      Quando la gente imparerà a farsi i cazzi propri
      (moralmente parlando).
      Ma saranno liberi questi manager di decidere se,
      quando e come mettere eventuali filtri Internet
      nelle PROPRIE aziende o devono arrivare i
      testimoni di geova di turno a scassare, magari
      facendo pure pressioni sul governo, a causa della
      loro impotenza congenita?sono anche d'accordo... ma da come l'hai messa giù, se invece avessero CONTROLLATO PESANTEMENTE ... li avresti difesi così a spada tratta?non credo.dico solo che se la fica non è un problema per quei manager, i vari watchers potrebbero farsi gli emeriti cazzacci propri.se si tratta di pedofilia è un altro conto, ma se SAI che gira il porno non pedo, e non ti da problemi e non ne dà ai dipendenti o i dipendenti sanno con quali altri dipendenti condividere questo interesse e con chi NON farlo (de gustibus...) ... allora non vedo perchè i problemi dovrebbe averli gente che sta fuori.non ti piace la patonza squaqquerata? fai a meno di guardarla.
Chiudi i commenti