TIM: le due card gemelle sono Twin Card

L'operatore lancia una doppia-carta per consentire l'utilizzo contemporaneo dei servizi da più device con un unico numero di telefono. Double SIM


Roma – TIM arriva per prima in Italia con l’offerta Twin Card, una modalità che consente all’utente di sfruttare su due diversi device le card dei servizi TIM avendo come riferimento un unico numero telefonico.

Nella nota di lancio, TIM propone alcuni esempi di utilizzo: una nel telefonino e l’altra nel computer portatile per poter navigare in Internet, leggere la propria posta elettronica o collegarsi alla Intranet aziendale continuando ad essere reperibili; oppure: una delle due nel telefono veicolare dell’auto per ricevere telefonate e contemporaneamente ottenere i servizi informativi sul traffico o sull’assistenza stradale che saranno resi disponibili.

Si tratta evidentemente di un servizio studiato in primo luogo per le imprese che possano averne bisogno per il proprio cellulare. Le due SIM sono abilitate alle stesse funzioni: possono chiamare, ricevere, navigare. “Il cliente – spiega TIM – potrà scegliere a quale carta dare la priorità nel ricevere le telefonate, mantenendo entrambe le SIM comunque pronte all’uso”.

Twin Card sarà disponibile attraverso i circuiti di distribuzione TIM a partire da Gennaio.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Le 3 I: irrazionale, inutile, insensato
    Forse questi pozzi di scienza non sanno che esiste il bgp, unprotocollo che sistema la connettivita' tra i network...La cosa esilarante e' che agli inizi dello sviluppo di internet(che e' stata sviluppata in America) uno dei punti chave delprogetto era la possibilita' di continuare a funzionare anche incaso di cadta di una linea.Possibile che non se lo ricordino piu'?
    • Anonimo scrive:
      Re: Le 3 I: irrazionale, inutile, insensato
      Il router ha questo meccanismo di fattoil dhcp, il dns resolve il dsnsai una cosa e troppo lontano per ricordarsi cio che hanno creatos non dimentichiamo duello che sappiamo oggi un domani ureremo la rete e non saremuo usati dalla rete.
  • Anonimo scrive:
    inutile...
    se Internet funzionasse come concepita inizialmente, in caso di rottura di un backbone i protocolli di routing dinamico permetterebbero di recapitare correttamente i pacchetti sfruttando link di altre reti.Peccato che gli accordi *commerciali* fra i varicarrier abbiano di fatto annullato questi meccanismi.
    • Anonimo scrive:
      Re: inutile...

      se Internet funzionasse come concepita
      inizialmente, in caso di rottura di un
      backbone i protocolli di routing dinamico
      permetterebbero di recapitare correttamente
      i pacchetti sfruttando link di altre reti.
      Peccato che gli accordi *commerciali* fra i
      vari
      carrier abbiano di fatto annullato questi
      meccanismi.infatti;-0)pero perche far sfurttare la propria rete che va al 40% di potenza, invece di far incazzare gli utenti col proprio provider ??? cosi magari il provider lo cambiano...comunque inutile...mah..dipende...se come penso e fatta solo per togliere soldi al governo...sara inutile...
Chiudi i commenti