Torte spaziali

Non un semplice piatto da portata, ma il piatto da portata per torte

Roma – Tutti gli esseri umani, una volta all’anno, usano celebrare la ricorrenza del proprio compleanno (eccetto chi si diminuisce gli anni e spegne il telefono). Da che mondo è mondo, il miglior modo di festeggiare è quello di razziare una sana, invitante torta. Se poi la delizia in questione è servita su una Deni 4100 , il piacere raddoppia.

il piatto da torta 2.0

A prima vista il dispositivo sembra un pallido disco volante, grazie anche alla presenza di 12 LED rossi. In realtà, si tratta di quanto più tecnologico si possa concepire nel settore dei piatti da portata per torta. I LED appena citati sono in realtà delle linee guida per fare delle porzioni perfette: una volta acceso il dispositivo basterà indicare il numero di porzioni desiderate (da 2 a 12) per dare il via ai segnali visivi. Inoltre, il device è dotato di un motore che gli permette di ruotare su se stesso per agevolare le operazioni di taglio o di farcitura.

dettaglio

Non solo: per fare atmosfera e per evitare il solito coretto di amici stonati, con la pressione di un semplice tasto il dispositivo intonerà la canzoncina “Happy Birthday”. Il prezzo è più che interessante: 36 dollari sembrano essere un buon compromesso per stupire ed affascinare amici e parenti.

(via CoolestGadgets )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • panda rossa scrive:
    Officine autorizzate!
    Col cavolo che il meccanico della domenica potra' mettere le mani nella BMW.Qui l'andazzo e' quello di blindare tutto il blindabile grazie all'elettronica e consentire solo alle officine autorizzate di mettere mano nei motori.Officine autorizzate, ricambi originali.
    • linguist scrive:
      Re: Officine autorizzate!
      Concordo! Ahinoi e poveri i nostri magri portafogli. Senza dubbio la tecnologia aiuta, ma ci stiamo affidando sempre più ai computer. Curare o riparare si basano sulla cultura settoriale, sull'esperienza, sulla capacità del singolo ed in parte sulla fortuna. Quando tutto sarà in mano ai cervelli elettronici il sapere umano nell'essere umano subirà un brutto colpo. Mi chiedo quando e se le macchine prenderanno il sopravvento. Spesso la fantascienza anticipa i tempi. Poveri noi! :-(
Chiudi i commenti