Torvalds: sei sveglio? Usa KDE

In un accalorato post l'inventore del più celebre sistema operativo open source boccia il progetto GNOME, accusato di sviluppare software tagliato su misura per gli stolti. Usate KDE, raccomanda Torvalds


Internet – Una presa di posizione che ha destato grande clamore quella con cui il papà di Linux, messa da parte la diplomazia, ha stroncato senza giri di parole il famoso desktop environment GNOME . In un un post apparso su di una mailing-list dedicata all’usabilità, Linux Torvalds non solo ha detto di non gradire affatto la mentalità con cui viene progettato GNOME , ma ha anche incoraggiato gli utenti ad usare il vecchio rivale di quest’ultimo , KDE .

“La mentalità seguita da GNOME, secondo cui gli utenti sono idioti e confusi dalle funzionalità, è un malanno”, ha scritto Torvalds. “Se pensate che gli utenti siano degli idioti, solo gli idioti utilizzeranno il vostro software. Io non uso GNOME perché, nel suo sforzarsi di essere semplice, ha ormai raggiunto da tempo il punto in cui, semplicemente, non fa ciò di cui ho bisogno”.

“Per favore, dite alla gente di usare KDE”, è l’appello conclusivo del celebre hacker finlandese.

In un secondo post Torvalds ha circostanziato le proprie critiche: a suo dire, togliendo ogni funzionalità che potrebbe disorientare l’utente, gli sviluppatori di GNOME spesso sacrificano caratteristiche importanti ed eliminano feature che gli utenti erano ormai abituati ad usare. “Meglio sarebbe – afferma il babbo di Linux – se si ammettesse che una cosa è troppo complicata da fare o che la manodopera è insufficiente”.

In un clima di agguerrita competizione come quello che da sempre caratterizza il confronto fra le comunità di GNOME e KDE, le parole di Torvalds hanno avuto lo stesso effetto della benzina sul fuoco . Il primo a ribattere è stato Jeff Waugh , uno dei coordinatori del progetto GNOME, che ha affermato come l’obiettivo del proprio team di sviluppo sia quello di creare software utilizzabile anche da chi non è appassionato di informatica. “Qui non si sta parlando di utenti stupidi “, ha precisato Waugh.

C’è anche chi, utilizzando argomentazioni meno tecniche e ponderate, ha maliziosamente ricordato come Torvalds abbia radici europee , proprio come il progetto KDE. In realtà le comunità di GNOME e KDE hanno ormai superato da tempo ogni campanilismo, essendo formate da volontari di ogni parte del mondo.

Come ha scritto LinuxValley.it , “nei prossimi giorni sicuramente ne sentiremo delle belle!”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Mettete tutti i vostri spartiti su e
    - Scritto da: Anonimo

    La musica deve essere libera come l'aria!! Questa
    gente vive nel medioevo del commercio, bisogna
    che si risveglino e si accorgano di essere nel
    21° secolo!Quoto!!!!Abbassate i prezzi dei cd e saremo i primi ad appoggiarvi!!
  • Anonimo scrive:
    Gli "spartiti" non sono "testi".
    Gli spartiti contengono SOPRATTUTTO la notazione musicale.I testi delle canzoni invece sono una cosa che si impara sentendo la canzone (anche in inglese c'è differenza fra SCORE e LYRICS, e il primo lo spartito può o non può volendo contenere i secondi i testi a margine). Che uno li scriva o no, o se li scriva ascoltando la canzone (si spera originale) e li passi ad altri non vedo quale sia il problema.Ad esempio Sorrisi e Canzoni per decenni ha pubblicato i testi (SOLO I TESTI) delle canzoni della HIT-PARADE, proprio per non dover pagare diritti se ben ricordo, con l'accortezza di segnalare di chi è la canzone, chi è l'autore, il titolo della canzone e l'album, indicando soprattutto ANCHE la casa discografica, e l'ha fatto per tutti gli hit del momento e nessuno ne ha avuto da ridire alcunché.Qui le mayor della musica stanno giocando sul SIGNIFICATO delle parole, per fottere tutti quei siti che riportano solo LE LYRICS, cioé i testi con il VAGO INTENTO farli pagare.Ma si scontreranno contro LA CONSUETUDINE già acquisita addirittura da fine '800, che chiunque si può scrivere i testi delle canzoni e passarli ad altri, e nei paesi anglosassoni la consuetudine e la COMMON LAW fanno testo giuridico.Se i siti di Lyrics si appelleranno a questo possono anche averla vinta. Gli SPARTITI, ma giusto quelli, ed è anche giusto che sia così invece SI PAGANO, ECCOME!C'è qualche avvocato on-line che può illuminarci su questo fatto???Ringrazio in anticipo.
  • Anonimo scrive:
    se la stupida arroganza fosse reato...
    ...lorolì sarebbero già tutti in carcere da tempo!!! : :
  • Anonimo scrive:
    ora mi rovinano
    e io che mi divertivo a comporre suonerie per il mio cellulare(dotato di compositore)..... adesso rischio di brutto un vigile che ha sentito squillare il mio cell sulle note di "pretty woman" (ops posso scriverlo vero "pretty woman"?!?), voleva sequestrarmi il cell per acquisire prove.....:Dtra poco internet diventerà solo pattume pieno di notizie faziose e di contenuti a pagamento e tutto cio' che puo' generare lucro.... credevo fosse un'altra la filosofia che ha permesso la sua espansione.....
    • Anonimo scrive:
      Re: ora mi rovinano
      - Scritto da: Anonimo
      e io che mi divertivo a comporre suonerie per il
      mio cellulare(dotato di compositore)..... adesso
      rischio di brutto un vigile che ha sentito
      squillare il mio cell sulle note di "pretty
      woman" (ops posso scriverlo vero "pretty
      woman"?!?), voleva sequestrarmi il cell per
      acquisire prove.....
      :D
      tra poco internet diventerà solo pattume pieno di
      notizie faziose e di contenuti a pagamento e
      tutto cio' che puo' generare lucro....
      credevo fosse un'altra la filosofia che ha
      permesso la sua espansione.....Pultroppo quell'altra filosofia ne ha permesso la nascita, non l'espansione che e' stata trascinata dal porno e dal business :( :'( ... Ma non preoccuparti, chissa' che questo non favorisca freenet o qualcos'altro... Sono macchine programmabili, male che vada le riprogrammiamo ;)
  • ilmusico scrive:
    'ste Major hanno...
    'Ste Major hanno veramente rotto i cosiddetti....!!!Ma sono inarrestabili oppure si può fare qualcosa?Facciano pure: quando la gente non comprerà più partiture , albums etc, forse capiranno di aver esagerato. Ma sono troppo ottusi, quelli che le dirigono per arrivare a comprendere questa elementare verità.Staremo a vedere!
    • Anonimo scrive:
      Re: 'ste Major hanno...
      - Scritto da: ilmusico
      'Ste Major hanno veramente rotto i
      cosiddetti....!!!
      Ma sono inarrestabili oppure si può fare qualcosa?
      Facciano pure: quando la gente non comprerà più
      partiture , albums etc, forse capiranno di aver
      esagerato. Ma sono troppo ottusi, quelli che le
      dirigono per arrivare a comprendere questa
      elementare verità.Staremo a vedere!è gente piena di soldi e si sa, sono avidi e vogliono sempre piu soldi. dovrebbero stare nei nostri panni per capire quello che stanno facendo.
  • Anonimo scrive:
    Indignazione
    Avverto, per la prima volta, una diffusa e direi unanime indignazione (potrei dire giramento di coglioni)Stai a vedere che prima o poi a 'sti "editori" gli si fa lo scherzetto di mandarli a lavorare...
  • Anonimo scrive:
    Ma come?
    Io ho una cassetta della frutta piena di intavolature di chitarra e testi di canzoni di tutto lo scibile umano che mi stampai da "Olga" e ora questi cacano il cazzo?Però ora non suono più eh, mi sono rotto un mignolo in moto, ma non si sa mai: alle fighe piace che gli suoni qualcosina (non solo quella che hanno nei perizomi...)
  • Anonimo scrive:
    Re: Mettete tutti i vostri spartiti su e
    - Scritto da: Anonimo

    La musica deve essere libera come l'aria!! Questa
    gente vive nel medioevo del commercio, bisogna
    che si risveglino e si accorgano di essere nel
    21° secolo!si, e hai cantautori poi daranno da mangiare e bere la tua bella ariavai a lavorare bolscevico, il tempo degli schiavi è finito da un pezzo
    • castigo scrive:
      Re: Mettete tutti i vostri spartiti su e
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo



      La musica deve essere libera come l'aria!!
      Questa

      gente vive nel medioevo del commercio, bisogna

      che si risveglino e si accorgano di essere nel

      21° secolo!spero per te che fossi ironico.in caso contrario....

      si, e hai cantautori forse intendevi dire ai cantautori???
      poi daranno da mangiare e
      bere la tua bella aria

      vai a lavorare bolscevico, il tempo degli schiavi
      è finito da un pezzoi tuoi beneamati cantautori potranno distribuire liberamente via internet, affrancandosi dalla schavitù della major e guadagnando quel che gli pare dalla loro musica.vai a lavorare tu, furbacchione, però prima impara l'italiano (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    I negozianti
    Bah imho è anche colpa dei negozi di spartiti etc. Io faccio il conservatorio (chitarra classica) e la maggior parte delle volte sono costretto a scaricare gli spartiti online perchè :Vado a chiedere in un negozio qualsiasi "Salve, avete gli appunti di Castelnuovo (per esempio)" la maggior parte delle volte ti senti dire: "no mi spiace, ma lo possiamo ordinare,ripassa tra 10 giorni", a parte il fatto che mi serve subito non tra 10 giorni ma la cosa noiosa è che non lo ordinano neanche, quindi anche se ripasso tra 1 mese mi sento dire: "eh non è ancora arrivato prova martedì (non so perchè ma mi dicono sempre martedì)". Ho provato anche a ordinarli su internet, certi li ho trovati ma la maggior parte no, quindi sono costretto a scaricarli. Ho un programma immenso da studiare e non posso aspettare i loro comodi.
  • chef scrive:
    e dopo: vietato memorizzare
    Agli utenti verra' concesso il permesso di ascoltare/vedere i CD/DVD, ma non dovranno ritenere in memoria i contenuti che restano proprieta' esclusiva dei rispettivi autori.La violazione delle norme qui espresse puo' comportare il TSO (trattamento sanitario obbligatorio) e l'elettroshock.Oltre ovviamente alla multa, la galera, al sequestro della casa, del cascinale, la mucca, il mulino, la moglie, un figlio militare, gli hanno ammazzato anche il maiale ... (o porc ... queste parole sono tratte da "Ho visto un Re" di Gaber ... mi ammazzeranno anche il maiale ?)
    • Anonimo scrive:
      Re: e dopo: vietato memorizzare

      ammazzato anche il maiale ... (o porc ... queste
      parole sono tratte da "Ho visto un Re" di Gaber
      ... mi ammazzeranno anche il maiale ?)COSAAAAAAAAAA????Ammetti di aver "tratto spunto da testo di canzone"???ti rendi conto che tra un pò verranno a cercarti e che.......ma cosa???Oh mio Dio... mi hanno trovato non so come ma mi hanno trovato? Scappa Marty![ http://www.outatime.it/ritornoalfuturo/sceneggiatura/ ]
  • pippo75 scrive:
    vietare la musica e i film
    se nessuno li produce, nessuno li copia (escluso quello gia' esistente).
  • Anonimo scrive:
    Lettere di protesta alla Warner-Chappell
    Sul sito di WC (la sigla è adatta all'azienda ;-) Italia si trovano i contatti dei responsabili del copyright e delle royalties: nicoletta.almini@warnerchappell.com, luigi.bartolotta@warnerchappell.comInvito tutti a inviare una garbata lettera di protesta a questi signori, magari sul modello di questa:Spett.le Warner-Chappell Italia,ho appreso la notizia che la vostra azienda ha minacciato di azioni legali il sito austriaco www.pearworks.com e altri siti italiani ed internazionali che pubblicavano testi di canzoni. Stiamo parlando di testi, non di mp3 o altri contenuti audio. Ora capirete che se questo si sapesse in giro gran parte della gente la percepirebbe come un'enorme assurdità, perché anche se legalmente è legittimo, non si capisce come pubblicare lyrics possa arrecare danno alla Casa o agli artisti. Io e altri utenti apriremo presto un sito per promuovere una campagna, in italiano e in inglese, per incoraggiare quante più persone possibile a non acquistare più prodotti Warner-Chappell e per far conoscere le assurde minacce perpetrate dalla vostra azienda ai gestori dei suddetti siti web.Sperando che il mese prossimo non iniziate una crociata contro chi fischietta canzoni sotto la doccia,porgo i più schifati saluti.---------------------------------------------------Facciamoci sentire!
    • Anonimo scrive:
      Re: Lettere di protesta alla Warner-Chap
      fatto! Gli ho detto la mia...
    • pikappa scrive:
      Re: Lettere di protesta alla Warner-Chap
      hihiinviataPS Scegliamo anche un subject comune, io ho messoazioni legali contro siti contententi testi di canzoni
      • Anonimo scrive:
        Re: Lettere di protesta alla Warner-Chap
        - Scritto da: pikappa
        Scegliamo anche un subject comune, io ho messo
        azioni legali contro siti contententi testi di
        canzoniEh no, ci vogliono subject tutti diversi e anche fantasiosi, altrimenti dopo le prime 10 email filtrano il subject e finisce tutto nel cestino. Se bisogna rompere le 00 bisogna farlo bene. :)Propongo qualche subject:Grazie Warner-ChappellContinuate cosìHo scaricato un testo di Masini e voglio farla finitaMi mandate i testi della Pausini? In cambio io vi mando aff...
  • Anonimo scrive:
    Internet, il regno del gratuito onesto
    A parte il fatto che invece di chiamarlo diritto d'autore lo chiamerei diritto di produttore, ma onestamente ritengo che sia giusto dare il GIUSTO all'autore del prodotto artistico e ovviamente anche al produttore e commerciante. Tutti questi ruoli richiedono impegno e sforzo più o meno elevato. Certo non è chiaro come mai per ogni cd venduto l'autore debba prendere poco più di 0.50? (ebbene sì, ho seguito l'incisione di un cd come autore) mentre tra produttore, commerciante e stato questi si spartiscono tutto il resto. E' un dato di fatto che il resto porta il prezzo a valori esagerati. Ritengo quindi ingiusto che si paghino tali cifre per un cd, ritengo però altrettanto ingiusto ottenere gratuitamente tali prodotti per le suddette ragioni. Quello che vedrei giusto invece è che internet diventasse un luogo dove condividere tutto ciò che è ormai obsoleto sul mercato (opere fuori tutela di diritto) come in una biblioteca, tutto quello che artisti di ogni genere intendono condividere a puro scopo di scambio culturale o tutto quello che anche comuni utenti possono avere intenzione di condividere come esperienze e opinioni (senza ovviamente danneggiare gli interessi altrui). Una specie di agorà virtuale insomma dove si predilige lo scambio culturale per poter creare nuova cultura e ottenere nuove idee. Spartiti e testi io personalmente li vedo in questo ambito, non nel primo. Anche perché un buon musicista comunque riesce a risalire a questi ascoltando la canzone. Sarebbe come togliere le indicazioni stradali per obbligare tutti a comprarsi una cartina...
    • Anonimo scrive:
      Re: Internet, il regno del gratuito ones
      - Scritto da: Anonimo
      A parte il fatto che invece di chiamarlo diritto
      d'autore lo chiamerei diritto di produttore, ma
      onestamente ritengo che sia giusto dare il GIUSTO
      all'autore del prodotto artistico e ovviamente
      anche al produttore e commerciante. Tutti questi
      ruoli richiedono impegno e sforzo più o meno
      elevato.
      Certo non è chiaro come mai per ogni cd venduto
      l'autore debba prendere poco più di 0.50? (ebbene
      sì, ho seguito l'incisione di un cd come autore)se sei in quel tipo di circuito va così.se ti arrangi i conti sono MOLTO differenti.ma la qualità no.
      mentre tra produttore, commerciante e stato
      questi si spartiscono tutto il resto. E' un dato
      di fatto che il resto porta il prezzo a valori
      esagerati.

      Ritengo quindi ingiusto che si paghino tali cifre
      per un cd, ritengo però altrettanto ingiusto
      ottenere gratuitamente tali prodotti per le
      suddette ragioni.

      Quello che vedrei giusto invece è che internet
      diventasse un luogo dove condividere tutto ciò
      che è ormai obsoleto sul mercato (opere fuori
      tutela di diritto) come in una biblioteca, tutto
      quello che artisti di ogni genere intendono
      condividere a puro scopo di scambio culturale o
      tutto quello che anche comuni utenti possono
      avere intenzione di condividere come esperienze e
      opinioni (senza ovviamente danneggiare gli
      interessi altrui). Una specie di agorà virtuale
      insomma dove si predilige lo scambio culturale
      per poter creare nuova cultura e ottenere nuove
      idee.

      Spartiti e testi io personalmente li vedo in
      questo ambito, non nel primo. Anche perché un
      buon musicista comunque riesce a risalire a
      questi ascoltando la canzone.
      Sarebbe come togliere le indicazioni stradali per
      obbligare tutti a comprarsi una cartina...
      anche io.ma anche l'autore su questo non può metter becco.sarebbe carino sapere se ha facoltà - dato che il testo è SUO - di esporre pubblicamente sul proprio sito LUI STESSO il testo.
  • Anonimo scrive:
    Booklet senza testi
    In alcuni booklet dei miei cd non ci sono i testi delle canzoni... cosa devo fare quindi? Finora in mancanza del booklet potevo almeno cercare i testi online.Magari è una bella manovra per vedere i booklet con i testi speratamente dai CD al modico prezzo di 5/10 euro oltre ai 20 che già si sono spesi per l'album.Stica.ASD
    • Anonimo scrive:
      Re: Booklet senza testi
      - Scritto da: Anonimo
      In alcuni booklet dei miei cd non ci sono i testi
      delle canzoni... cosa devo fare quindi? Finora in
      mancanza del booklet potevo almeno cercare i
      testi online.

      Magari è una bella manovra per vedere i booklet
      con i testi speratamente dai CD al modico prezzo
      di 5/10 euro oltre ai 20 che già si sono spesi
      per l'album.
      anni fa sui booklet di Alanis Morissette e dei Pearl Jam non solo c'erano i testi, ma LE TRADUZIONI IN ITALIANO curate da loro.non tutti fanno come dici
      • Anonimo scrive:
        Re: Booklet senza testi
        continuatre a comprare musica delle MAJOR.bravi. comprate SOLO roba indipendente.il resto non ascoltatelo. fanno bene a fare pagare tutto se ci sono i gonzi che comunque comprano.NON sto dicendo di scaricare gli mp3... sto dicendo di cancellare proprio dalla vostra testa la musica che vi propinano. se ascoltate chesso meneguzzi e giusto che paghiate e paghiate caro.l ignoranza COSTA
        • Anonimo scrive:
          Re: Booklet senza testi
          - Scritto da: Anonimo
          continuatre a comprare musica delle MAJOR.
          bravi. comprate SOLO roba indipendente.

          il resto non ascoltatelo. fanno bene a fare
          pagare tutto se ci sono i gonzi che comunque
          comprano.

          NON sto dicendo di scaricare gli mp3... sto
          dicendo di cancellare proprio dalla vostra testa
          la musica che vi propinano. se ascoltate chesso
          meneguzzi e giusto che paghiate e paghiate caro.
          l ignoranza COSTA
          Ascolto generi così di nicchia che è inevitabile comprare produzioni indipendenti. Pregasi non diffamare senza sapere, grazie.
      • Anonimo scrive:
        Re: Booklet senza testi

        non tutti fanno come diciho scritto *alcuni*, non *tutti*
  • Anonimo scrive:
    sharers e releasers... anche testi?
    d'ora in poi mi sa che chi si da al p2p per fare un lavoro ben fatto aggiungerà anche la trascrizione dei testi e le classiche tablature (già nel 98 mi pare che sparirono i NG che le trasportarono o ... chiusero? boh) ... oppure il midi, lo spartito vero e proprio... perché devono far nascere queste crociate?perchè sui cd deve esserci scritto "gentilmente concesso dall'editore" quando è l'autore stesso che ha scritto quel testo?dahhhh
  • Anonimo scrive:
    e i MIDI?
    Una domanda seria.... tenere (e far liberamente scaricare) su un sito file MIDI? secondo voi rappresenta a queso punto una violazione seppur siano un abile bignami delle canzoni originale? :s
    • The_GEZ scrive:
      Re: e i MIDI?
      Ciao Anonimo !
      Una domanda seria.... tenere (e far liberamente
      scaricare) su un sito file MIDI? secondo voi
      rappresenta a queso punto una violazione seppur
      siano un abile bignami delle canzoni originale?A rigor della LORO logica è sicuramente una violazione gravissima, in fondo un MIDI può essese considerato come una specie di "spatito digitale" e poi tieni conto che vale per lke suonerie dei cellulari vuoi che ti facciano passare un file MIDI ?Ricorda che una emozione è bella solo se la paghi ... (tm)La linea di principio è sempre e comunque : "Perchè lasciare che tu faccia qualcosa GRATIS quando posso fari pagare per farla ?", logino, no ? :@
  • a von ungern scrive:
    quando condividere è essere consapevoli
    Condividere, che bella parola: provate ad immaginare qualcosa di molto piacevole (chessò una cena, un tramonto, una musica...) poi pensate che la potete condividerla con le persone che vi stanno più a cuore, non sentite come è molto meglio?certo sul P2P la condivisione non è diretta o contemporanea e non sappiamo neanche con chi avverrà ma il piacere di trasmettere o ricevere ciò che più ci piace o ci emoziona è in fondo lo stesso (anche se non sostituirà mai la parte conviviale della cosa, almeno spero!!).Detto questo, le reti P2P sono il mezzo migliore che abbiamo oggi per poter condividere le nostre passioni e la nostra cultura (anzi sarebbe bello avere più tempo per trasferire la "nostra cultura" in digitale e lasciare che chi vuole ne usufruisca liberamente, perchè non abbiamo paura o bisogno di tenere il prossimo nell'ignoranza (ricordo come Hegel diceva che si è Soggetti solo quando siamo in relazione con altri Soggetti, mentre se vediamo nell'altro nulla più che un oggetto da usare e spennare, diventiamo oggetti anche noi).E poi come diceva Gesù Cristo:"Dove siete più d'uno a condividere, là sarò con voi", e anche "Date gratuitamente ciò che a voi è stato dato gratuitamente"Ad majora!
  • Anonimo scrive:
    Radio digitale ... e cassette !!
    Ragazzi se quello che voglio e non aver più diritto .... allora si ritorna alla vecchia e tanto acclamata RADIO!!!Ti registri quello che vuoi....... senti quello che vuoi......... e via.... evitando di usare il pc ... per scaricare e venire beccati uno spartito ( Ma vi rendete conto...) .... o magari una base musicale ( vedi midi e KAR) !!!!Adesso diranno che è illegale tradurre le canzoni straniere!!!Su su ........ secondo me .... siamo ATTACCATI troppo a queste nuove TECNOLOGIE.........come si viveve 15/20 anni fa senza Cd e internet??Lo stesso bene.... le canzoni si sentivano....e se quello che vogliono e che sentiamo una canzone in cassetta... mi accontento .. ritornero ad usare Il REVERSE e la famosa penna BIC per mandare la cassetta in avanti o indietro!!!! Stanno romp. proprio ...... non compro CD da una vita... e non ne comprerò a meno che nn sia vantaggioso il prezzo intorno a 10€ !!!!!Si parla tanto di Etichette indipendenti .... ma se anche loro hanno dei giochi in ballo...dovrebbero essere dalla nostra parte per limira lo STRAPOTERE di queste ASSOCIAZIONI MAFIOSE LEGALIZZATE.L'unica lotta non è usare la violenza..... ma usare il cervello.... ed i soldi che si buttano per compare un Cd a 25€ .... beh trovatevi un bel ristorantino e mangiateveli!!!
  • Anonimo scrive:
    VANNO BOICOTTATI!!!!!
    Non comprate più nulla, né musica, né film.Vediamo con quali soldi pensano poi di vivere.Ghandi sconfisse così l'Impero Britannico: allo stesso modo diamo un calcio in culo a 'sti cialtroni.
  • erossini scrive:
    Tassiamo anche chi pensa...
    Ho un'idea innovativa: perché non tassiamo anche tutti coloro che pensano?Un'altra idea che mi è venuta è quella di registrare tutte le lettere dell'alfabeto così non potremmo neanche più scirvere...Secondo me è necessario solamente non acquistare più i prodotti coperti dalla SIAE o simili.In novembre sono andato in Ucraina: il CD di Bon Jovi che in Italia viene venduto a 29 ? (mi sembra) lì l'ho pagato 19 Grivnie ovvero neanche 3 ?: lo stesso identico CD!!! (troll3) Ma non si vergognano neanche un po'?Ricordate: acquistare CD o DVD originali è un reato! Piratatelo su internet!!!Ciao, Enrico
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassiamo anche chi pensa...
      - Scritto da: erossini
      Ho un'idea innovativa: perché non tassiamo anche
      tutti coloro che pensano?
      Allora queli che votano CDL saranno esenti da tasse!
      • Anonimo scrive:
        Re: Tassiamo anche chi pensa...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: erossini

        Ho un'idea innovativa: perché non tassiamo anche

        tutti coloro che pensano?


        Allora queli che votano CDL saranno esenti da
        tasse!
        :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)grande!
  • fabianope scrive:
    quando leggo 'sta roba...
    ...capisco quanto sono fortunato ad essere un rinko di 40 anni: ormai la musica (e i video, e gli spartiti) che a me piacevano li hanno praticamente pubblicati quasi tutti, e dell'ultimo successo di madonna o dell'ultimo film di hollywood non me ne puo' fregare di meno.per quanto riguarda la qualita': non so che farmene di valori maggiori dei 44.1 Khz/16 bit per satisfaction, midnight rambler & c. (anzi vi confesso che li preferisco in vinyle!) e per quanto riguarda i fab four allo shea stadium...bene: basta e avanza la qualita' di un VCD!insomma...personalmente sono a posto e lor signori della riaa, siae & c. possono comodamente cambiare mestiere.==================================Modificato dall'autore il 14/12/2005 9.19.13==================================Modificato dall'autore il 14/12/2005 9.19.56
    • Anonimo scrive:
      Re: quando leggo 'sta roba...
      - Scritto da: fabianope
      ...capisco quanto sono fortunato ad essere un
      rinko di 40 anni: ormai la musica (e i video, e
      gli spartiti) che a me piacevano li hanno
      praticamente pubblicati quasi tutti, e
      dell'ultimo successo di madonna o dell'ultimo
      film di hollywood non me ne puo' fregare di meno.
      per quanto riguarda la qualita': non so che
      farmene di valori maggiori dei 44.1 Khz/16 bit
      per satisfaction, midnight rambler & c. (anzi vi
      confesso che li preferisco in vinyle!) e per
      quanto riguarda i fab four allo shea
      stadium...bene: basta e avanza la qualita' di un
      VCD!
      insomma...personalmente sono a posto e lor
      signori della riaa, siae & c. possono comodamente
      cambiare mestiere.
      E non pensi ai tuoi figli? Anche loro avrebbero diritto di godere di tali privilegi e non crescere solo come consumatori incatenati al mercato!
      • fabianope scrive:
        Re: quando leggo 'sta roba...

        E non pensi ai tuoi figli? Anche loro avrebbero
        diritto di godere di tali privilegi e non
        crescere solo come consumatori incatenati al
        mercato!I'm lucky!fortunatamente hanno i miei gusti musicali, quindi anche loro sono a postoo-hell-o!come diceva Peter Gabriel nel 1974...
    • Anonimo scrive:
      Re: quando leggo 'sta roba...
      - Scritto da: fabianope
      ...capisco quanto sono fortunato ad essere un
      rinko di 40 anni: ormai la musica (e i video, e
      gli spartiti) che a me piacevano li hanno
      praticamente pubblicati quasi tutti, e
      dell'ultimo successo di madonna o dell'ultimo
      film di hollywood non me ne puo' fregare di meno.
      per quanto riguarda la qualita': non so che
      farmene di valori maggiori dei 44.1 Khz/16 bit
      per satisfaction, midnight rambler & c. (anzi vi
      confesso che li preferisco in vinyle!) e per
      quanto riguarda i fab four allo shea
      stadium...bene: basta e avanza la qualita' di un
      VCD!
      insomma...personalmente sono a posto e lor
      signori della riaa, siae & c. possono comodamente
      cambiare mestiere.questo si che è ragionare in modo civile!è bello come ti preoccupi per la legge del tuo stato o del mondo.tu sei a posto e quindi anche se tra 10 anni quel che tu hai fatto diventerà impossibile per il resto del mondo, tu te ne sciaqui le palle.evviva.
      • Anonimo scrive:
        Re: quando leggo 'sta roba...

        questo si che è ragionare in modo civile!
        è bello come ti preoccupi per la legge del tuo
        stato o del mondo.

        tu sei a posto e quindi anche se tra 10 anni quel
        che tu hai fatto diventerà impossibile per il
        resto del mondo, tu te ne sciaqui le palle.

        evviva...sei della siae?con tutto il cuore...non voglio fatti perdere il lavoro: ti posso anche capire...il problema e' che quello che vendi non mi interessa! cordialmentefabianope :)
        • Anonimo scrive:
          Re: quando leggo 'sta roba...
          - Scritto da: Anonimo


          questo si che è ragionare in modo civile!

          è bello come ti preoccupi per la legge del tuo

          stato o del mondo.



          tu sei a posto e quindi anche se tra 10 anni
          quel

          che tu hai fatto diventerà impossibile per il

          resto del mondo, tu te ne sciaqui le palle.



          evviva.
          ..sei della siae?
          con tutto il cuore...non voglio fatti perdere il
          lavoro: ti posso anche capire...
          il problema e' che quello che vendi non mi
          interessa!

          cordialmente

          fabianope :)in realtà si riferiva all'usanza, molto Italiana per giunta, del "a me va bene così, chemmifrega degli altri"...il pensare solo ed esclusivamente ai propri c***i e non al bene collettivo porterà[sta portando] questo paese al collasso...del resto, si ha quel che ci si merita...
  • Anonimo scrive:
    Re: Mettete tutti i vostri spartiti su e
    - Scritto da: Anonimo

    La musica deve essere libera come l'aria!! Questa
    gente vive nel medioevo del commercio, bisogna
    che si risveglino e si accorgano di essere nel
    21° secolo!Purtroppo è il triste futuro che ci attende: pagare per qualsiasi cosa, tanto basta inventare una legge stronza che fa comodo a pochi ricconi.Comunque il suggerimento è buono: condividete tutto con tutti, sopratutto quelle cose che avete pagato!Adesso vado a scannerizzare 1 milione di spartiti e ve li metto tutti zippati sul muletto... vai muletto tira che sei rimasto l'ultimo eroe paladino della libertà del popolo!
  • Anonimo scrive:
    E' vietato parlare senza autorizzazione?
    Ora stanno davvero superando i limiti.1- Non posso credere di fare miliardi da 4 canzoncine del cavolo. Se si accontentassero di compensi meno alti, e ci fossero meno persone a mangiare su una canzone, saremmo tutti felici e contenti.2- E' da idioti vietare la pubblicazione di un testo! Ora un ragazzo non sa cantare una canzone in inglese, si chiede cosa dica... no!!! VIETATO!!! SEI IGNORANTE E IGNORANTE DEVI RIMANERE! CANTALA LALALALALA MA V.................Se si mettono a fare soldi anche sui testi delle canzoni, giuro che butto consolle, dischi originali e tutte cose. Mi sono stancato di dare soldi a questo giro di persone che non valgono niente, e invece di dirmi grazie e invogliarmi mi fanno sentire una pezza per i pavimenti!
  • Anonimo scrive:
    Anche per me ieri la lettera di diffida.
    Ho ricevuto ieri la lettera di diffida di Carisch & Warner Chappel Music Italiana. Mi chiedono di chiudere, quanti files ho e che accessi hanno avuto. Per i pezzi di laura pausini.. sinceramente non so se è solo per farmi chiudere o se continueranno a perseguitarmi "legalmente"..qualcuno ne sa qualcosa? è gia successo a qualcuno?
    • The_GEZ scrive:
      Re: Anche per me ieri la lettera di diff
      Ciao Anonimo !
      Ho ricevuto ieri la lettera di diffida di Carisch
      & Warner Chappel Music Italiana. Mi chiedono di
      chiudere, quanti files ho e che accessi hanno
      avuto. Per i pezzi di laura pausini..
      sinceramente non so se è solo per farmi chiudere
      o se continueranno a perseguitarmi "legalmente"..
      qualcuno ne sa qualcosa? è gia successo a
      qualcuno?Posta la lettera !
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche per me ieri la lettera di diff
        Ciao The_GEZsono in trattativa telefonica con la socetà, cerco di risolvere la cosa amichevolmente..appena ho risolto vi posto la lettera.. stay tuned! :)- Scritto da: The_GEZ
        Ciao Anonimo !


        Ho ricevuto ieri la lettera di diffida di
        Carisch

        & Warner Chappel Music Italiana. Mi chiedono di

        chiudere, quanti files ho e che accessi hanno

        avuto. Per i pezzi di laura pausini..

        sinceramente non so se è solo per farmi chiudere

        o se continueranno a perseguitarmi
        "legalmente"..

        qualcuno ne sa qualcosa? è gia successo a

        qualcuno?

        Posta la lettera !
    • deltree scrive:
      Re: Anche per me ieri la lettera di diff
      - Scritto da: Anonimo
      Ho ricevuto ieri la lettera di diffida di Carisch
      & Warner Chappel Music Italiana. Mi chiedono di
      chiudere, quanti files ho e che accessi hanno
      avuto. Per i pezzi di laura pausini..
      sinceramente non so se è solo per farmi chiudere
      o se continueranno a perseguitarmi "legalmente"..
      qualcuno ne sa qualcosa? è gia successo a
      qualcuno?Ti meriti la denuncia e forse pure la pena di morte per diffondere qualcosa che abbia a che fare con la pausini! :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche per me ieri la lettera di diff
        - Scritto da: deltree

        - Scritto da: Anonimo

        Ho ricevuto ieri la lettera di diffida di
        Carisch

        & Warner Chappel Music Italiana. Mi chiedono di

        chiudere, quanti files ho e che accessi hanno

        avuto. Per i pezzi di laura pausini..

        sinceramente non so se è solo per farmi chiudere

        o se continueranno a perseguitarmi
        "legalmente"..

        qualcuno ne sa qualcosa? è gia successo a

        qualcuno?

        Ti meriti la denuncia e forse pure la pena di
        morte per diffondere qualcosa che abbia a che
        fare con la pausini!
        :)quoto, scherzi a parte, ma qualcuno li ha mai visti gli spartiti pubblicati da Carisch? andrebbero denunciati per l'infima qualità (e il caro prezzo) molti spartiti amatoriali sono fatti meglio
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche per me ieri la lettera di diff
        si effettivamente hai ragione..ma sai avevo scaricato lo zippone e poi ho fatto l'applicazione web che si acchiappava i txt.. dentro al calderone anche Pausini.. :( destino ingrato!
    • francescor82 scrive:
      Re: Anche per me ieri la lettera di diff

      qualcuno ne sa qualcosa? è gia successo a
      qualcuno?A me ancora niente, ma il mio sitarello contiene solo testi e non ho più tempo di aggiornarlo da molto tempo. Magari mi lasceranno sopravvivere?Comunque continua a tenerci aggiornati per favore.P.S.: Grande Laura Pausini! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Anche per me ieri la lettera di diff
      non facevo file sharing.. avevo solo catalogato gli spartiti che si trovavano sul gruppo di discussione IAMS (it.artisti.musica.spartiti) e interfacciati via web nel mio sito.. alla fine sono stati molto comprensivi.. penso che la lettera era solo per spaventare.. oggi abbiamo trovato l'accordo:Io ho eliminato tutta l'area spartiti dal sito e loro non mi denunciano.. meglio cosi.. sto facendo un post sul blog con tutta la storia, la lettera che ho ricevuto e come è andta a finire.. se aspettate un po quando lo faccio vi do il link
      • Anonimo scrive:
        Re: Anche per me ieri la lettera di diff
        - Scritto da: Anonimo
        non facevo file sharing.. avevo solo catalogato
        gli spartiti che si trovavano sul gruppo di
        discussione IAMS (it.artisti.musica.spartiti) e
        interfacciati via web nel mio sito..
        alla fine sono stati molto comprensivi..
        penso che la lettera era solo per spaventare..
        oggi abbiamo trovato l'accordo:
        Io ho eliminato tutta l'area spartiti dal sito e
        loro non mi denunciano..
        meglio cosi..
        sto facendo un post sul blog con tutta la storia,
        la lettera che ho ricevuto e come è andta a
        finire..
        se aspettate un po quando lo faccio vi do il linkPraticamente il loro scopo, ti sei cagato nelle mutande ed hai cancellato gli spartiti.Io comincerei a fare un elenco degli artisti in modo da non acquistare i loro cd.
  • Anonimo scrive:
    Tasse alle orecchie e alla bocca...
    Vietato fischiare, cantare, leggere, scrivere... ma tenetevela sta musica del cavolo, ingozzatecivi, e che vi vada di traverso !!!
  • Anonimo scrive:
    non ho parole
    di questo passo non sarà più possibile usare internetperchè rischieremmo di infrangere qualche copyright di merda.bel mondo quello in cui viviamo...i problemi seri di fame non interessano a nessuno,ma per il copyright si mette in galera chiunque.bello.e c'è gente che vota pure ste persone e le fa arrivare li dove sono. e le appoggia.
  • gianpietrone scrive:
    9 --
    • Anonimo scrive:
      Re: Major all'attacco degli spartiti onl
      concordo in pieno col precedente commento. CI AVETE ROTTO I CO*****I ! Ma andiamo! Vedrete che vieteranno anche i siti di musica a pagamento e, per ascoltarla, dovremmo strisciare imploranti presso le sedi delle major! A quando la rivoluzione?
  • Madder scrive:
    Una domanda
    Come siamo messi con la musica classica ? Immagino (spero) che i brani di J.S.Bach, W.A.Mozart, L.v.Beethoven, ... siano ormai al di fuori di qualunque copyright. Madder
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda
      - Scritto da: Madder
      Immagino (spero) che i brani di J.S.Bach,
      W.A.Mozart, L.v.Beethoven, ... siano ormai al di
      fuori di qualunque copyright. Stanno discutendo / pressando diversi governi del mondo di mettere sotto copy pure quelleLe parole "...dopo 70 diventa PATRIMONIO dell'umanità" le odiano e le vorrebbero cancellate da tutte le legislazioni del pianeta
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda

      Immagino (spero) che i brani di J.S.Bach,
      W.A.Mozart, L.v.Beethoven, ... siano ormai al di
      fuori di qualunque copyright. Il copyright c'è ancora sulle esecuzioni.Se hai un brano di Mozart eseguito dall'orchestra filarmonica di Vienna e edito da una casa discografica, non puoi copiarlo perchè anche se il brano sarebbe libero da vincoli, quella esecuzione specifica è copyright di chi la ha prodotta, registrata e pubblicata.Altra cosa invece sarebbe se il brano fosse stato eseguito da una orchestra privata per conto tuo, e tu la avessi registrata direttamente.Anche nell'editoria ci sono situazioni simili. Alcuni autori sono fuori dal copyright ma, se sono stranieri e vengono ritradotti, la nuova traduzione ha un suo copyright specifico, quindi quella edizione non può essere considerata libera da vincoli fino a che non finisce il nuovo periodo di copyright.
      • Madder scrive:
        Re: Una domanda
        grazie.Immagino quindi che midi e spartiti siano comunque "pubblici" (ovvio non si può scansionare e mettere in rete la stampa di un libro o simili, ma se stampo le note del midi non dovrebbero esserci problemi). Allo stesso modo se io suono una giga che sia in pubblico o meno non ci dovrebbero essere problemi. Madder
        • Anonimo scrive:
          Re: Una domanda
          - Scritto da: Madder
          Immagino quindi che midi e spartiti siano
          comunque "pubblici" Si, ma per completezza di informazione c'è ancora un "attore" da considerare nella questione... la SIAE.Per fortuna la SIAE non si occupa di testi musicali e di spartiti ( come evidenziato qui http://www.siae.it/Faq_sezione.asp?sezione=Autori&divisione=Musica al punto 7).
          Allo stesso modo se io suono una giga che sia in
          pubblico o meno non ci dovrebbero essere
          problemi. Tra le domande e risposte sul sito SIAE c'è proprio un punto specifico che parla di questo, e parrebbe che non ci siano effettivamente problemi:( http://www.siae.it/Faq_sezione.asp?sezione=Utilizzatori&divisione=Musica&argomento=Esecuzioni%20pubbliche al punto 9)In realtà a me risulta che la SIAE si faccia pagare anche se in un locale pubblico vai a suonare brani composti unicamente da te, quindi non so bene come questo comportamento predatorio si sposi con la normativa specificata più sopra.Bisognerebbe indagare maggiormente, ma le mie competenze in materia finiscono qui. :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Una domanda

          Allo stesso modo se io suono una giga che sia in
          pubblico o meno non ci dovrebbero essere
          problemi.

          Madderc'è comunque la siae per qualsiasi tipo di esecuzione pubblica.infatti il bollino siae va su tutti i cd, a prescindere da qualsiasi considerazione logica e da qualsiasi buon senso
      • Anonimo scrive:
        Re: Una domanda
        - Scritto da: Anonimo

        Immagino (spero) che i brani di J.S.Bach,

        W.A.Mozart, L.v.Beethoven, ... siano ormai al di

        fuori di qualunque copyright.

        Il copyright c'è ancora sulle esecuzioni.
        Se hai un brano di Mozart eseguito dall'orchestra
        filarmonica di Vienna e edito da una casa
        discografica, non puoi copiarlo perchè anche se
        il brano sarebbe libero da vincoli, quella
        esecuzione specifica è copyright di chi la ha
        prodotta, registrata e pubblicata.

        Altra cosa invece sarebbe se il brano fosse stato
        eseguito da una orchestra privata per conto tuo,
        e tu la avessi registrata direttamente.esattamente come ha fatto la BBC :-)E proprio con la musica classica.Cosa che ha fatto dire ad altri che la vendono , che la bbc "svaluta la musica".Loro invece te la fanno solo PAGARE. Questo è dar valore?La BBC ha PAGATO le orchestre e poi ha REGALATO queste esecuzioni liberamente.Questo è dare cultura al mondo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda
      C'è da considerare anche l'arrangiamento.Se un compositore arrangia un pezzo di Mozart, il pezzo arrangiato è tutelato dal Copyright a suo nome.
  • byrbo scrive:
    Altre azioni allo studio delle Major
    Ho sentito dire che a breve sarà sanzionato e rischierà anche delle conseguenze penali chi verrà sorpreso a canticchiare qualche canzoncina sentita alla radio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Altre azioni allo studio delle Major
      - Scritto da: byrbo
      Ho sentito dire che a breve sarà sanzionato e
      rischierà anche delle conseguenze penali chi
      verrà sorpreso a canticchiare qualche canzoncina
      sentita alla radio.NON DARGLI ALTRE IDEE!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    NON vedo l'ora...
    Non vedo l'ora che si DISAFFEZIONINO TUTTI alla misica puramente commerciale e le grandi etichette falliscano tutte.Secondo me basterebbe stare un paio di annetti senza comprare ne scaricare nulla. semplicemente SNOBBARE tutto quello che non è Libero o almeno QUASI.Non avrebbero di certo il potere che hanno oggi.. un potere INGIUSTIFICATO almeno quanto lo stipendio dei calciatori.. un otere che gli diamo noi con i nostri soldi.. comprando.Meritano il fallimento totale.Cesco.
    • Anonimo scrive:
      Re: NON vedo l'ora...
      ti e' sfuggito che le major non vendono solo musica commerciale. quindi o non compri musica ,e a quel punto saresti piu' bestia te, oppure comunque un po' disoldi glieli dai comunque..
  • Anonimo scrive:
    MPA guarda di illuminarci !
    Datti fuoco ! :@ Ormai le majors non sanno dove parare !L'ho sempre detto io che il proibizionismo sulle droghe fa male : siccome questi sniffano di coca, la coca è illegale ,aumenta di prezzo e poi questi cercano ovviamente di rifarsela con qualcuno ! Vi piace la mia teoria ? :D Non è una teoria stupefacente ! (geek)
  • Eddie_81 scrive:
    Pazzi
    Non mi pare che serva aggiungere altro oltre al titolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Pazzi
      - Scritto da: Eddie_81
      Non mi pare che serva aggiungere altro oltre al
      titolo.e queste 10 parole, allora?
      • Anonimo scrive:
        Re: Pazzi
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Eddie_81

        Non mi pare che serva aggiungere altro oltre al

        titolo.

        e queste 10 parole, allora?porgono attenzione al titolo, per chi non l'avesse letto...
  • Anonimo scrive:
    CD originali : SE LI CONOSCI LI EVITI
    Diffondete lo slogan...
  • Anonimo scrive:
    Ma come devo fare per avvertire tutti?
    ... che ogni volta che hanno a che fare col diritto d'autore rischiano grosso?Ormai è un campo minato: film, musica, videogiochi, software, e, anche se qui se ne parla poco, purtroppo libri, sono un pericolo. L'unica cosa che si può legalmente fare è acquistarli. Il fruirne è già dubbio.E' illegale:- duplicarli e vendere le copie (l'unico vero reato)- duplicarli e regalarne le copie - prestarli- farli ascoltare/vedere/usare ad altri - duplicarli per SE STESSI (se c'è il DRM è sempre illegale, anche se è per farne una copia di riserva)- utilizzarli bypassando sistemi anticopia ANCHE SE PER USO STRETTAMENTE PERSONALE e ANCHE SE ACQUISTATI LEGALMENTE (ad esempio: vedere un film in DVD, acquistato legalmente, su linux)- in alcuni casi, come il software, utilizzarli su più di un dispositivo, anche se posseduto dalla stessa persona (es. installare MS Office su un PC desktop e un portatile)- (forse): rivenderli, anche senza conservarne copie- trasferirli da un formato ad un altro, anche se per la fruizione su dispositivi entrambi di proprietà dell'acquirente (es. stereo, lettore CD/MP3 portatile e autoradio a cassette)- e ora, descriverli minuziosamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma come devo fare per avvertire tutt
      Per quanto riguarda l'Office, devo correggerti: la licenza d'uso prevede espressamente che possa venir installato su due dispositivi, uno fisso e uno portatile, di proprietà dello stesso soggetto.Per tutto il resto, direi che la soluzione migliore è molto semplice: fregarsene alla grande; o ci mettono tutti in galera o, alla lunga, le cose dovranno per forza cambiare. L'importante è non farsi inculcare nella testa l'idea che le major vorrebbero con ogni mezzo far passare, cioè che la duplicazione equivale _sempre_ al furto. Il buon senso (l'inglese "common sense") insegna che quando una legge è palesemente ingiusta e stupida, altrettanto stupido è chi si ostina a rispettarla e a farla rispettare ad ogni costo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma come devo fare per avvertire tutt
        - Scritto da: Anonimo
        Per quanto riguarda l'Office, devo correggerti:
        la licenza d'uso prevede espressamente che possa
        venir installato su due dispositivi, uno fisso e
        uno portatile, di proprietà dello stesso
        soggetto.
        Per tutto il resto, direi che la soluzione
        migliore è molto semplice: fregarsene alla
        grande; o ci mettono tutti in galera o, alla
        lunga, le cose dovranno per forza cambiare.
        L'importante è non farsi inculcare nella testa
        l'idea che le major vorrebbero con ogni mezzo far
        passare, cioè che la duplicazione equivale
        _sempre_ al furto. Il buon senso (l'inglese
        "common sense") insegna che quando una legge è
        palesemente ingiusta e stupida, altrettanto
        stupido è chi si ostina a rispettarla e a farla
        rispettare ad ogni costo...Si ma intanto molte persone rischiano non dico la galera, figuriamoci, scoppiano e non possono costruire carceri in continuazione, ma di subire la violenza di un procedimento penale a loro carico: abitazione perquisita, sequestri di attrezzature costose, minacce di avvocati, la lungaggine del sistema giudiziario ...
    • pikappa scrive:
      Re: Ma come devo fare per avvertire tutt


      E' illegale:
      - duplicarli e vendere le copie (l'unico vero
      reato)
      - duplicarli e regalarne le copie
      - prestarli
      - farli ascoltare/vedere/usare ad altri
      - duplicarli per SE STESSI (se c'è il DRM è
      sempre illegale, anche se è per farne una copia
      di riserva)
      - utilizzarli bypassando sistemi anticopia ANCHE
      SE PER USO STRETTAMENTE PERSONALE e ANCHE SE
      ACQUISTATI LEGALMENTE (ad esempio: vedere un film
      in DVD, acquistato legalmente, su linux)Oppure anche vedere il film dal pc su un televisore!!!
      - in alcuni casi, come il software, utilizzarli
      su più di un dispositivo, anche se posseduto
      dalla stessa persona (es. installare MS Office su
      un PC desktop e un portatile)Hai scelto l'unico esempio sbagliato :-) Office è installabile su desktop e portatile se appartenenti alla stessa persona (sta scritto sull'EULA)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma come devo fare per avvertire tutt
        - Scritto da: pikappa




        E' illegale:

        - duplicarli e vendere le copie (l'unico vero

        reato)

        - duplicarli e regalarne le copie

        - prestarli

        - farli ascoltare/vedere/usare ad altri

        - duplicarli per SE STESSI (se c'è il DRM è

        sempre illegale, anche se è per farne una copia

        di riserva)

        - utilizzarli bypassando sistemi anticopia ANCHE

        SE PER USO STRETTAMENTE PERSONALE e ANCHE SE

        ACQUISTATI LEGALMENTE (ad esempio: vedere un
        film

        in DVD, acquistato legalmente, su linux)
        Oppure anche vedere il film dal pc su un
        televisore!!!

        - in alcuni casi, come il software, utilizzarli

        su più di un dispositivo, anche se posseduto

        dalla stessa persona (es. installare MS Office
        su

        un PC desktop e un portatile)
        Hai scelto l'unico esempio sbagliato :-) Office è
        installabile su desktop e portatile se
        appartenenti alla stessa persona (sta scritto
        sull'EULA)Non lo sapevo. Del resto uso openoffice.Ma per WinXP? e per Vista? E se io avessi due computer desktop, uno nel mio studio e uno in camera da letto (si lo so, la gnocca è meglio ma non sempre è disponibile... a volte si rifiutano pure quelle ufficiali, son quei 4-5 giorni al mese che proprio...)?
  • Anonimo scrive:
    Un incidente...
    ...può sempre capitare.Tanta gente per bene muore negli incidenti, per una volta potrebbe invece capitare a qualcuno di questi str°n§i!Che so, le scale erano ancora insaponate......come diavolo è finito il tallio in quella zuppa......ma i freni non dovevano controllarli......ma quante radiografie ha fatto per ridursi così......l'amanita trifolata gli è rimasta un po' indigesta...
    • Anonimo scrive:
      Re: Un incidente...
      - Scritto da: Anonimo
      ...può sempre capitare.
      Tanta gente per bene muore negli incidenti, per
      una volta potrebbe invece capitare a qualcuno di
      questi str°n§i!
      Che so, le scale erano ancora insaponate...
      ...come diavolo è finito il tallio in quella
      zuppa...
      ...ma i freni non dovevano controllarli...
      ...ma quante radiografie ha fatto per ridursi
      così...
      ...l'amanita trifolata gli è rimasta un po'
      indigesta...era esattamente quello che pensavo anch'io... dico.. gli US non sono la patria degli omicidi/minuto? cioe possibile che nessuno gli faccia del male FISICO? cosi almeno han veri problemi a cui pensare..
  • Anonimo scrive:
    Libermusica
    Scusate il lieve off-topic, ma cade a fagiolo questa iniziativa che ho trovato proprio oggi sul sito di liberliber:http://www.liberliber.it/progetti/libermusica/index.htmCosì come è stato fatto per i libri, ora vogliono pubblicare spartiti e file audio non più protetti dal diritto d'autore.Dopodomani si terrà anche un convegno.http://www.liberliber.it/iniziativespeciali/2005/liberiamolamusica/index.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: Libermusica
      - Scritto da: Anonimo
      Scusate il lieve off-topic, ma cade a fagiolo
      questa iniziativa che ho trovato proprio oggi sul
      sito di liberliber:
      http://www.liberliber.it/progetti/libermusica/inde
      Così come è stato fatto per i libri, ora vogliono
      pubblicare spartiti e file audio non più protetti
      dal diritto d'autore.

      Dopodomani si terrà anche un convegno.
      http://www.liberliber.it/iniziativespeciali/2005/laltro che off-topic! direi provvidenziale !non sapevo di questa iniziativa... peccato che non essendo di roma ,non ci andro'...Cmq io direi che deve scattare un bell articolo + intervista da parte della REDAZIONE , ai tizi di libermusica !
    • Anonimo scrive:
      Re: Libermusica
      - Scritto da: Anonimo
      Scusate il lieve off-topic, ma cade a fagiolo
      questa iniziativa che ho trovato proprio oggi sul
      sito di liberliber:
      http://www.liberliber.it/progetti/libermusica/inde
      Così come è stato fatto per i libri, ora vogliono
      pubblicare spartiti e file audio non più protetti
      dal diritto d'autore.splendido, potrò suonare Natalino Otto con la mia band che prima pensava al NuMetal...
      • Anonimo scrive:
        Re: Libermusica
        - Scritto da: Anonimo

        splendido, potrò suonare Natalino Otto con la mia
        band che prima pensava al NuMetal...La tua band può inventarsi musica propria, invece di suonare quella degli altri.
  • Anonimo scrive:
    Major tafazziane.
    Quante volte abbiamo ascoltato un pezzo di una canzone mentre facevamo zapping con la radio, ci è rimasta impressa, e siamo riusciti a risalire al cantante tramite una ricerca su internet delle poche parole colte?Inoltre togliere i testi delle canzoni dalla rete è probabilmente il primo passo per abbattere il fandom degli artisti.Il prossimo passo sarà probabilmente attaccare i siti non ufficiali dei vari cantanti, creati ed animati dai fan.
    • Anonimo scrive:
      Re: Major tafazziane.
      - Scritto da: Anonimo
      Quante volte abbiamo ascoltato un pezzo di una
      canzone mentre facevamo zapping con la radio, ci
      è rimasta impressa, e siamo riusciti a risalire
      al cantante tramite una ricerca su internet delle
      poche parole colte?

      Inoltre togliere i testi delle canzoni dalla rete
      è probabilmente il primo passo per abbattere il
      fandom degli artisti.
      Il prossimo passo sarà probabilmente attaccare i
      siti non ufficiali dei vari cantanti, creati ed
      animati dai fan.Non credo che saranno così fiscali: si autodistruggerebbero.Ma la possibilità di poter ricattare sempre più persone a quanto pare piace: passi il copiare o mettere a disposizione il file audio (ok), il pubblicare lo spartito ('nsomma... sai che danno economico... va vabbè), il farne una suoneria da telefonino senza permesso (eh già.... perché ascoltare una canzone di 3-4 minuti con tutti gli strumenti e le voci e un ritornello di pochi secondi con poche voci campionate o un audio digitale gracidante è la stessa cosa... mah!), ma i testi? che se ne fa uno del testo e basta?Trasformare i clienti in delinquenti.... per poi costringerli a pagare ogni volta che lo vorranno ricattandoli.
      • Anonimo scrive:
        Re: Major tafazziane.
        - Scritto da: Anonimo

        Non credo che saranno così fiscali: si
        autodistruggerebbero.Appunto! Se legge è, che sia applicata rigorosamente, non fino al punto che fa più comodo a loro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Major tafazziane.
        Ricordati che è il cliente (inteso come tutti noi - ma non io !) che permette loro di fare ciò.I negozi di musica son sempre pieni !Ciao,Piwi
      • SardinianBoy scrive:
        Re: Major tafazziane.
        ...il guaio è che ci vogliono come clienti per venderci el loro schifezze , però ci trattano come criminali allo stesso tempo ! MAJORS ---
        FATTE SCHIFO !!!!!- Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Quante volte abbiamo ascoltato un pezzo di una

        canzone mentre facevamo zapping con la radio, ci

        è rimasta impressa, e siamo riusciti a risalire

        al cantante tramite una ricerca su internet
        delle

        poche parole colte?



        Inoltre togliere i testi delle canzoni dalla
        rete

        è probabilmente il primo passo per abbattere il

        fandom degli artisti.

        Il prossimo passo sarà probabilmente attaccare i

        siti non ufficiali dei vari cantanti, creati ed

        animati dai fan.

        Non credo che saranno così fiscali: si
        autodistruggerebbero.

        Ma la possibilità di poter ricattare sempre più
        persone a quanto pare piace: passi il copiare o
        mettere a disposizione il file audio (ok), il
        pubblicare lo spartito ('nsomma... sai che danno
        economico... va vabbè), il farne una suoneria da
        telefonino senza permesso (eh già.... perché
        ascoltare una canzone di 3-4 minuti con tutti gli
        strumenti e le voci e un ritornello di pochi
        secondi con poche voci campionate o un audio
        digitale gracidante è la stessa cosa... mah!), ma
        i testi? che se ne fa uno del testo e basta?

        Trasformare i clienti in delinquenti.... per poi
        costringerli a pagare ogni volta che lo vorranno
        ricattandoli.
      • Anonimo scrive:
        Re: Major tafazziane.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Quante volte abbiamo ascoltato un pezzo di una

        canzone mentre facevamo zapping con la radio, ci

        è rimasta impressa, e siamo riusciti a risalire

        al cantante tramite una ricerca su internet
        delle

        poche parole colte?



        Inoltre togliere i testi delle canzoni dalla
        rete

        è probabilmente il primo passo per abbattere il

        fandom degli artisti.

        Il prossimo passo sarà probabilmente attaccare i

        siti non ufficiali dei vari cantanti, creati ed

        animati dai fan.

        Non credo che saranno così fiscali: si
        autodistruggerebbero.E finora come sono stati? E con che risultati?
    • Anonimo scrive:
      Re: Major tafazziane.

      Il prossimo passo sarà probabilmente attaccare i
      siti non ufficiali dei vari cantanti, creati ed
      animati dai fan.Già fatto.Parecchi anni fà ricevetti una lettera dalla Sugar Music perchè avevo un sito su Elisa. Loro fecero il sito ufficiale, loro fecero chiudere parecchi siti amatoriali.
    • Anonimo scrive:
      Re: Major tafazziane.
      - Scritto da: Anonimo
      Quante volte abbiamo ascoltato un pezzo di una
      canzone mentre facevamo zapping con la radio, ci
      è rimasta impressa, e siamo riusciti a risalire
      al cantante tramite una ricerca su internet delle
      poche parole colte?per fare cosa, dopo?:)scaricare a più non posso?lo sanno anche loro che le informazioni ora non sono più utili, ma dannose. Anche "musica (rock e altro)" era ottimo come punto di partenza per scaricare roba gratis. Lo leggevano a sbafo al bar, si segnavano i titoli e giù a scaricare e magari comprare una volta all'anno (dati i prezzi, si capisce anche...)
      Inoltre togliere i testi delle canzoni dalla rete
      è probabilmente il primo passo per abbattere il
      fandom degli artisti.loro vogliono gestire e controllare tutto.devi registrarti nei loro siti del cavolo ... come pensi che la prendano quando il tuo sito sfigato SURCLASSA DI BRUTTO il loro sito strapagato, flashato, malfatto, che non rispetta standard e che non ti DA NULLA SE NON PAGHI ... nei motori di ricerca e nel gradimento?eh, non lo sopportano. Loro fanno investimenti (opinabili e non mirati al cliente, ma solo ai ritorni) e non hanno ritorno. Quindi dicono: questi concorrenti li abbatto con la legge. E via!Poco importa se comunque loro non avranno mai successo come le iniziative che partono dal basso... l'importante è che quei quattro acritici fan-sfegatati, vengano da loro e siano fidelizzabili.Che si registrino nelle LORO communities, nelle loro newsletter, nella loro zona. E abbiano come unico interlocutore LORO e i loro protetti (paganti).
      Il prossimo passo sarà probabilmente attaccare i
      siti non ufficiali dei vari cantanti, creati ed
      animati dai fan.veramente questa è storia vecchia.E si fa da tanto!Vedi Harry Potter o De André , il Milan ... cerca cerca... anche su PI stesso.
  • pikappa scrive:
    che confusione questo articolo!!!
    Vediamo di far chiarezza, PearLyrics non centra nulla con gli spartit, è un widget per dashboard che permette(va) di importare i TESTI delle canzoni all'interno di iTunes, non centra nulla con gli spartitiQuello degli spartiti(e in particolar modo delle tabulature per chitarra) in questo caso è un mondo a parte, in questo caso, pur non essendo daccordo, capisco la posizione di questi signori, ma per i testi delle canzoni, che spesso permettono ai non anglofoni di comprendere meglio un brano, e il pensiero di un artista (qualcuno ancora esiste), proprio non mi va giù
  • Anonimo scrive:
    SI' PADRONE
    Siamo schiavi.Siamo schiavi di un potere corrotto, interessato soltanto al benessere del proprio io. I poteri dello stato non esistono più. La democrazia è morta. Hittler e gli Usa sono la medesima cosa.La gente fuori da internet sa poco o nulla, o è informata male.Nel caso specifico molti non sanno neppure cosa siano le Major.Bisogna ciclostilare tutti gli articoli sparsi per il web e lasciarli nei negozi, alle fermate dei bus, nelle metropolitane, nei bar, alle poste, nei municipi . Bisogna riempire le città di carta ciclostilata come si usava una volta perchè la gente sappia. Interet è virtuale e tutto fuori da qui ha un altro eco.Bisongna combattare per la generazione a venire che altrimenti si troverà sotto pieno controllo psichico da parte del potere economico più di quanto lo siamo già oggi.BASTA!
    • Anonimo scrive:
      Re: SI' PADRONE
      ringrazioe e ringrazierò (finche lo faranno funzionare) internet che mi ha dato la possibilità di conosce infinite sfumature dei problemi e mi ha aperto gli occhi su tantissime cose e ho comanciato a Ragionare.Per qunto ci lasceranno ancora questa arma nelle nostre Mani : tra qualche anno blinderanno tutto e addio !!!Altrimenti rischiano di perder il controllo della situazione.....Condivido il fatto che fuori dalla rete nessuno sa nulla !!!bisogna girare con i volantini e le fotocopie!, Sembra ssurdo ma è cos'ì !!!!Creado sia una battaglia persa, comunque tentare non costa nulla !!!Grazie a Tutti !!! 8) 8) 8) 8) 8) 8) 8) 8)
  • Anonimo scrive:
    È un po' come se...
    ...quando dovete preparare un sughetto per la pastasciutta si presentasse un signore alla vostra porta e vi chiedesse di pagare i diritti d'autore al cuoco che ha inventato tale sugo.Ma non solo... questo signore vi dice:1) ogni volta che prepari questo sugo mi dovete dare tot soldi2) non puoi insegnarla ai tuoi figli3) non puoi insegnarla ai tuoi amici4) non puoi distribuire tali informazioni a nessuno5) se violi i punti 1, 2, 3 e 4 ti chiediamo 22000 euro di multa, ti sbattiamo in galera e ti sporchiamo la fedina penaleCi stiamo muovendo verso un mondo in cui, per poter imparare qualcosa, oltre a trovare un maestro, si dovrà pagare la tangente a questi signori.. che possono, o meno, rifiutarsi di concederti il privilegio di imparare.Guardate anche nel mondo dell'elettronica... i produttori di hardware (e di driver) a volte si rifiutano di fornirti le specifiche (di modo che voi non possiate ripararvi da soli gli strumenti che avete acquistato), oppure si rifiutano di spiegarti come usare determinati chip (il caso dei driver... solo con i loro driver chiusi puoi usare tale apparecchiatura al massimo delle sue potenzialità)... Insomma... il mondo del futuro sarà il mondo della "black box"... dove TUTTO sarà una "scatola nera" di cui non si sa nulla, non si può sapere nulla e se provi a scoprirlo da te ti sbattono in galera per violazione di questa o di quella legge fatta con il preciso intento di danneggiare i cittadini. Ci saranno scuole per "tecnici" (tecnici di ogni tipo... anche cuochi) che avranno accesso a determinate informazioni privilegiate (dopo aver pagato milionate per questo privilegio) con la promessa di non diffondere mai tali informazioni pena il carcere... e a queste scuole potranno accedervi solo coloro che se lo possono permettere e coloro che sono "ben visti" dai detentori di tali segreti.Bisogna combattere queste cose ORA che siamo ancora in tempo... domani potrebbe essere tardi!==================================Modificato dall'autore il 14/12/2005 0.51.25
    • Anonimo scrive:
      Re: È un po' come se...
      - Scritto da: Wakko Warner
      Insomma... il mondo del futuro sarà il mondo
      della "black box"... dove TUTTO sarà una "scatola
      nera" di cui non si sa nulla, non si può sapere
      nulla e se provi a scoprirlo da te ti sbattono in
      galera per violazione di questa o di quella legge
      fatta con il preciso intento di danneggiare i
      cittadini. [OT] in questo sono felice di essere radioamatore: posso (legalmente) fare tutte le modifiche che voglio ai miei apparati radio e grazie a siti come www.mods.dk posso anche apportare miglioramenti!
    • Super_Treje scrive:
      Re: È un po' come se...
      Felice di diventare il cavallo di troia in quelle scuole ;)Assoldato da subito per l'oneroso compito :DCiao.
    • The_GEZ scrive:
      Re: È un po' come se...
      Ciao Wakko Warner !
      Ma non solo... questo signore vi dice:
      1) ogni volta che prepari questo sugo mi dovete
      dare tot soldi
      2) non puoi insegnarla ai tuoi figli
      3) non puoi insegnarla ai tuoi amici
      4) non puoi distribuire tali informazioni a
      nessuno
      5) se violi i punti 1, 2, 3 e 4 ti chiediamo
      22000 euro di multa, ti sbattiamo in galera e ti
      sporchiamo la fedina penaleIn effetti vietare la diffusione degli spartiti euivale a vietare la diffusione delle ricette culinarie, ovvero se voglio gusare il sugo di cui sopra dovro andarne a comperare una certa quantità che mi permetterà, in cambio di una certa quantità di soldi, di gusatre un certo numero (limitato) di volte il sugo se poi io volessi gustarne ancora ne dovrei acquistare dell' altro.
      Insomma... il mondo del futuro sarà il mondo
      della "black box"... dove TUTTO sarà una "scatola
      nera" di cui non si sa nulla, non si può sapereCome ho già scritto i un altro post ormai le grandi Major (non mi riferisco solo a quelle musicali) si muovono con l' idea "Perchè lasciare che qualcuno faccia qualcosa gratis quando potremmo fargli pagare qualunque cosa ?"
      cittadini. Ci saranno scuole per "tecnici"
      (tecnici di ogni tipo... anche cuochi) che
      avranno accesso a determinate informazioni
      privilegiate (dopo aver pagato milionate per
      questo privilegio) con la promessa di nonForse anche peggio perche questi tecnici saranno tecnici "superspecializzati" ovvero ci sarà un cuoco che è autorizzato a cucinare la pastasciutta alla carbonara ma NON quella al ragù per la quale è necessaria una licenza specifica.
      Bisogna combattere queste cose ORA che siamo
      ancora in tempo... domani potrebbe essere tardi!Già. Ma se dico che forse è ora di scendere in piazza o peggio (magari anche con qualcosa in mano ...) mi danno del comunista o peggio dell' anarcoinsurrezionalista (qualunque cosa esso sia ...)
    • Anonimo scrive:
      Re: È un po' come se...
      - Scritto da: Wakko Warner
      ...quando dovete preparare un sughetto per la
      pastasciutta si presentasse un signore alla
      vostra porta e vi chiedesse di pagare i diritti
      d'autore al cuoco che ha inventato tale sugo.

      Ma non solo... questo signore vi dice:
      1) ogni volta che prepari questo sugo mi dovete
      dare tot soldi
      2) non puoi insegnarla ai tuoi figli
      3) non puoi insegnarla ai tuoi amici
      4) non puoi distribuire tali informazioni a
      nessuno
      5) se violi i punti 1, 2, 3 e 4 ti chiediamo
      22000 euro di multa, ti sbattiamo in galera e ti
      sporchiamo la fedina penaledi sugo, ovviamente.La cosa triste è che non vi mettereste mai di fronte al supermercato con un banchetto a spiegare alla gente che cosa sta succedendo... a raccogliere firme, consensi, a dare informazione.Meglio restare qui sul forum, al calduccio, lasciando che gli altri cambino la legge e poi la facciano applicare.
      • Anonimo scrive:
        Re: È un po' come se...
        sono d accordo con te, anonimo amico.e INUTILE indignarsi ( e fa anche male alla salute) se poi si non si fa in modo di combattere la cosa.comunque IN QUESTO caso, fare pagare IL GIUSTO non mi sembra cosi sbagliato. manolo
        • Anonimo scrive:
          Re: È un po' come se...
          - Scritto da: Anonimo
          sono d accordo con te, anonimo amico.
          e INUTILE indignarsi ( e fa anche male alla
          salute) se poi si non si fa in modo di combattere
          la cosa.

          comunque IN QUESTO caso, fare pagare IL GIUSTO
          non mi sembra cosi sbagliato.
          Pagare per cosa? Per aver ascoltato una canzone, averne trascritto il testo e pubblicato sul web? Ma stiamo scherzando?
      • Anonimo scrive:
        Re: È un po' come se...


        22000 euro di multa, ti sbattiamo in galera e ti

        sporchiamo la fedina penale

        di sugo, ovviamente.
        E qui la casalinga si incazza perche' il sugo e' difficile da lavare e prende a padellate il tizio siae
    • Arcidiavolo scrive:
      Re: È un po' come se...
      - Scritto da: Wakko Warner
      ...quando dovete preparare un sughetto per la
      pastasciutta si presentasse un signore alla
      vostra porta e vi chiedesse di pagare i diritti
      d'autore al cuoco che ha inventato tale sugo.

      Ma non solo... questo signore vi dice:
      1) ogni volta che prepari questo sugo mi dovete
      dare tot soldi
      2) non puoi insegnarla ai tuoi figli
      3) non puoi insegnarla ai tuoi amici
      4) non puoi distribuire tali informazioni a
      nessuno
      5) se violi i punti 1, 2, 3 e 4 ti chiediamo
      22000 euro di multa, ti sbattiamo in galera e ti
      sporchiamo la fedina penale

      Ci stiamo muovendo verso un mondo in cui, per
      poter imparare qualcosa, oltre a trovare un
      maestro, si dovrà pagare la tangente a questi
      signori.. che possono, o meno, rifiutarsi di
      concederti il privilegio di imparare.
      Guardate anche nel mondo dell'elettronica... i
      produttori di hardware (e di driver) a volte si
      rifiutano di fornirti le specifiche (di modo che
      voi non possiate ripararvi da soli gli strumenti
      che avete acquistato), oppure si rifiutano di
      spiegarti come usare determinati chip (il caso
      dei driver... solo con i loro driver chiusi puoi
      usare tale apparecchiatura al massimo delle sue
      potenzialità)...

      Insomma... il mondo del futuro sarà il mondo
      della "black box"... dove TUTTO sarà una "scatola
      nera" di cui non si sa nulla, non si può sapere
      nulla e se provi a scoprirlo da te ti sbattono in
      galera per violazione di questa o di quella legge
      fatta con il preciso intento di danneggiare i
      cittadini. Ci saranno scuole per "tecnici"
      (tecnici di ogni tipo... anche cuochi) che
      avranno accesso a determinate informazioni
      privilegiate (dopo aver pagato milionate per
      questo privilegio) con la promessa di non
      diffondere mai tali informazioni pena il
      carcere... e a queste scuole potranno accedervi
      solo coloro che se lo possono permettere e coloro
      che sono "ben visti" dai detentori di tali
      segreti.

      Bisogna combattere queste cose ORA che siamo
      ancora in tempo... domani potrebbe essere tardi!
      _______________________________________Proposte concrete ?
      • Rex1997 scrive:
        Re: È un po' come se...
        - Scritto da: Arcidiavolo

        - Scritto da: Wakko Warner[CUT]...
        Proposte concrete ?La data 14 luglio 1789 ricorda niente? :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: È un po' come se...
      ottimo paragone ma dimentichi una cosa, il sugo lo hai fatto per te, non puoi permetterti di offrirlo a qualcuno, neanche ai tuoi familiari... prima devi pagare la tangente all'equivalente SIAEdelSUGO per ogni piatto distribuito al di fuori della sfera "uso personale" ed apporre su ciascun piatto il bollino comprovante il pagamento..
  • djspider scrive:
    Ma di cosa hanno paura???
    Solo degli stupidi potrebbero usare un testo già coperto dai diritti in una loro canzone, io leggo un testo online solo per capirne le parole (soprattutto se è in lingua straniera) oppure per impararla e canticchiarla anche in compagnia di amici (facendo quindi anche pubblicità al pezzo); quindi da parte delle major è solo un altro modo per guadagnare di più, in questo caso grazie ad una maggiore vendita di testi e spartiti.
    • Alessandrox scrive:
      Re: Ma di cosa hanno paura???
      - Scritto da: djspider
      Solo degli stupidi potrebbero usare un testo già
      coperto dai diritti in una loro canzone, io leggo
      un testo online solo per capirne le parole
      (soprattutto se è in lingua straniera) oppure per
      impararla e canticchiarla anche in compagnia di
      amici (facendo quindi anche pubblicità al pezzo);
      quindi da parte delle major è solo un altro modo
      per guadagnare di più, in questo caso grazie ad
      una maggiore vendita di testi e spartiti.E d'altra parte questo va bene anche agli autori di testi e spartiti, non solo agli editori. Possiamo ancora parlare di questa gente come creatrice di cultura? Bah...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma di cosa hanno paura???
      Io sono della solita mia opinione: noi utenti siamo di piu', affrontiamoli in massa, meglio se con boicottaggi mirati, ma non disdegno la violenza, purche' rispettando le regole del corpo a corpo leale, e ci riprendiamo il controllo del sistema, i produttori devono sottostare alle leggi di mercato e alle decisioni dei clienti, non il contrario. (Un sistema di votazione on-line eliminerebbe la necessita' di un parlamento e permetterebbe la votazione universale delle leggi).
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma di cosa hanno paura???
        - Scritto da: Anonimo
        Io sono della solita mia opinione: noi utenti
        siamo di piu', affrontiamoli in massa, meglio se
        con boicottaggi mirati, ma non disdegno la
        violenza, purche' rispettando le regole del corpo
        a corpo leale, e ci riprendiamo il controllo del
        sistema, i produttori devono sottostare alle
        leggi di mercato e alle decisioni dei clienti,
        non il contrario. (Un sistema di votazione
        on-line eliminerebbe la necessita' di un
        parlamento e permetterebbe la votazione
        universale delle leggi). Un sistema di votazione delle leggi on-line sposterebbe il problema dei brogli elettorali a chi controlla la rete.Mi pare eccessivo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma di cosa hanno paura???
      - Scritto da: djspider
      Solo degli stupidi potrebbero usare un testo già
      coperto dai diritti in una loro canzone, io leggo
      un testo online solo per capirne le parolelo leggi perchè lo trovi gratis.se loro potessero farti pagare un cent per ogni volta che tu lo vuoi leggere , lo farebbero.Per loro è comunque materiale su cui lucrare.
      (soprattutto se è in lingua straniera) oppure per
      impararla e canticchiarla anche in compagnia di
      amici (facendo quindi anche pubblicità al pezzo);senza accordi commerciali? Senza condortare prezzi, politiche di mercato, individuare target e convenienza?Pfui. Non sei autorizzato.
      quindi da parte delle major è solo un altro modo
      per guadagnare di più, in questo caso grazie ad
      una maggiore vendita di testi e spartiti.E quindi vedi che lo sai. Che domande fai, dunque?
  • Anonimo scrive:
    Protesta attiva
    Disclaimer: ciò che segue è solo una mera speculazione intellettuale, senza fini propagandistici o di istigazione al crimine. Questa idea è da ora in poi da considerare pubblica. Ognuno può diffonderla, modificarla, e persino dichiararne la paternità.Poniamo che ciascuno di noi masterizzi copie di un CD pieno di MP3, e che li distribuisca a 5 suoi amici con l'unica clausola che essi facciano lo stesso.Poniamo quindi che ciascuno di questi 5 amici faccia 5 copie del CD e le distribuisca a 5 suoi amici pregandoli di fare lo stesso.E così via...Nel migliore dei casi possibili, in meno di 10 passaggi, tutti gli italiani che dispongono di un computer avranno una copia del CD contenente quegli MP3 e quindi non avranno più bisogno di comprare quelle canzoni.Ovviamente questa cosa non deve essere fatta perchè è un reato. Però, così giusto per chiacchierare, quanto danno ne ricaverebbero le major se questa protesta venisse effettivamente messa in atto su vasta scala?E di quanto aumenterebbe il danno se, dopo questi fatidici 10 passaggi, qualcuno ricominciasse masterizzando 5 volte un CD differente?
    • Anonimo scrive:
      Re: Protesta attiva
      - Scritto da: Anonimo
      Disclaimer: ciò che segue è solo una mera
      speculazione intellettuale, senza fini
      propagandistici o di istigazione al crimine.
      Questa idea è da ora in poi da considerare
      pubblica. Ognuno può diffonderla, modificarla, e
      persino dichiararne la paternità.

      Poniamo che ciascuno di noi masterizzi copie di
      un CD pieno di MP3, e che li distribuisca a 5
      suoi amici con l'unica clausola che essi facciano
      lo stesso.
      Poniamo quindi che ciascuno di questi 5 amici
      faccia 5 copie del CD e le distribuisca a 5 suoi
      amici pregandoli di fare lo stesso.
      E così via...

      Nel migliore dei casi possibili, in meno di 10
      passaggi, tutti gli italiani che dispongono di un
      computer avranno una copia del CD contenente
      quegli MP3 e quindi non avranno più bisogno di
      comprare quelle canzoni.

      Ovviamente questa cosa non deve essere fatta
      perchè è un reato. Però, così giusto per
      chiacchierare, quanto danno ne ricaverebbero le
      major se questa protesta venisse effettivamente
      messa in atto su vasta scala?

      E di quanto aumenterebbe il danno se, dopo questi
      fatidici 10 passaggi, qualcuno ricominciasse
      masterizzando 5 volte un CD differente?
      manca il fine di lucro: non è un reato, solo, forse, un illecito amministrativo, a meno che questi cd non li distribuisci in un luogo privato.
      • THe_ZiPMaN scrive:
        Re: Protesta attiva

        manca il fine di lucro: non è un reato, solo,
        forse, un illecito amministrativo, a meno che
        questi cd non li distribuisci in un luogo
        privato.Aggiornati, la legge recita "per trarne profitto", il che include anche il mancato esborso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Protesta attiva
      Propongo un'altra forma di protesta attiva: pisciare in testa a questa gente
      • Anonimo scrive:
        Re: Protesta attiva
        - Scritto da: Anonimo
        Propongo un'altra forma di protesta attiva:
        pisciare in testa a questa genteNe propongo un'altra ancora: buttare via Breatney Spears e riscoprire la musica classica.
  • Anonimo scrive:
    Tranquilli!
    Prendetevi tutti quanti una pausa, sedetevi in riva al fiume ed aspettate.Tutto ciò che sta accadendo nel mondo economico è palesemente insostenibile, manca poco ad un bel patatrac.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tranquilli!
      - Scritto da: Anonimo
      Prendetevi tutti quanti una pausa, sedetevi in
      riva al fiume ed aspettate.

      Tutto ciò che sta accadendo nel mondo economico è
      palesemente insostenibile, manca poco ad un bel
      patatrac.già 8) .
      • Anonimo scrive:
        Re: Tranquilli!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Prendetevi tutti quanti una pausa, sedetevi in

        riva al fiume ed aspettate.



        Tutto ciò che sta accadendo nel mondo economico
        è

        palesemente insostenibile, manca poco ad un bel

        patatrac.

        già 8) .ancora una trentina d'anni.....o forse meno
        • Anonimo scrive:
          Re: Tranquilli!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          Prendetevi tutti quanti una pausa, sedetevi in


          riva al fiume ed aspettate.





          Tutto ciò che sta accadendo nel mondo
          economico

          è


          palesemente insostenibile, manca poco ad un
          bel


          patatrac.



          già 8) .

          ancora una trentina d'anni.....o forse menoche me frega, tanto la pensione non la prendo lo stesso, almeno famme vedé er patatrac 8) .
  • skizzo scrive:
    Tassiamo le chitarre!
    Scusate signori della Siae, mi permetto di consigliarvi una strada per recuperare soldini: d'estate, ad agosto, la notte del 10 e del 14 sulle spiagge italiane si radunano molti giovani intorno ad un falò, e spesso qualcuno porta inavvertitamente una chitarra. Avete mai pensato a quanto potreste ricavare presentandovi in spiaggia (occhio al mocassino) e pretendendo un obolo per ogni canzone intonata dai ragazzi? Si può pensare ad una tariffa differenziata per "voce intonata" e "voce stonata", oltre naturalmente ad uno sconto per la seconda e terza chitarra che pertecipassero alla serata.Buona idea no?
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassiamo le chitarre!
      Okkio ke kol QI ke si ritrovano ti potrebbero pure askoltareKKK
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassiamo le chitarre!

      Buona idea no?Certamente!Dopo il porno ed i film violenti perché no?Considerando la politica miserrima che si vede di questi giorni, proporrei anche una tassa per la barba, per i peli del naso, per i peli delle orecchie e per quelli del cuxo :@ .
      • Anonimo scrive:
        Re: Tassiamo le chitarre!
        - Scritto da: Anonimo

        Buona idea no?

        Certamente!
        Dopo il porno ed i film violenti perché no?Sapete che fine faranno queste tassazioni aggiuntive? Andranno a sostegno delle famiglie. Come dire: italiani, fatevi le seghe così contribuite al mantenimento dei bambini.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tassiamo le chitarre!



          Buona idea no?



          Certamente!

          Dopo il porno ed i film violenti perché no?

          Sapete che fine faranno queste tassazioni
          aggiuntive? Andranno a sostegno delle famiglie.
          Come dire: italiani, fatevi le seghe così
          contribuite al mantenimento dei bambini.No, come dire: visto che non paga nessuno, facciamo un bel condono e due belle nuove tasse, cos' i dané li prendiamo sempre agli stessi bamba :@ .
        • Anonimo scrive:
          Re: Tassiamo le chitarre!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Buona idea no?



          Certamente!

          Dopo il porno ed i film violenti perché no?

          Sapete che fine faranno queste tassazioni
          aggiuntive? Andranno a sostegno delle famiglie.
          Come dire: italiani, fatevi le seghe così
          contribuite al mantenimento dei bambini.la pornotax serve solo ad incentivare il download dei filmetti porno dal P2P, in definitiva viene incoraggiato l'uso del P2Psi, perchè le major hanno capito che colpire gli utenti del P2P frutta molto di più che produrre buona musica, buoni film ecc.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassiamo le chitarre!
      Teoricamente, essendo un'eseguzione pubblica, gia' ora potrebbero sanzionarti....
      • Anonimo scrive:
        Re: Tassiamo le chitarre!
        - Scritto da: Anonimo
        Teoricamente, essendo un'eseguzione pubblica,
        gia' ora potrebbero sanzionarti....Beh, se questi squallidi esseri hanno avuto il koraggio di elemosinare i soldi agli alpini (raduno nazionale di Trieste di un paio di anni fa) perché cantavano l'inno di Mameli ed altri canti popolari di autore sconosciuto, non mi sorprendo se vanno in spiaggia ad elemosinare i soldi ai giovani con le kitarre.KKK
        • Anonimo scrive:
          Re: Tassiamo le chitarre!
          - Scritto da: Anonimo
          Beh, se questi squallidi esseri hanno avuto il
          koraggio di elemosinare i soldi agli alpini
          (raduno nazionale di Trieste di un paio di anni
          fa) perché cantavano l'inno di Mameli ed altri
          canti popolari di autore sconosciuto, non mi
          sorprendo se vanno in spiaggia ad elemosinare i
          soldi ai giovani con le kitarre.

          KKKil tuo modo di scrivere mi genera un po' di confusione...perchè kitarre va con la k mentre cantavano va con la c? idem per koraggio e sconosciuto...eppure non ti manca l'h sulla tastiera visto che l'hai usata in perchè...
          • Anonimo scrive:
            Re: Tassiamo le chitarre!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo


            Beh, se questi squallidi esseri hanno avuto il

            koraggio di elemosinare i soldi agli alpini

            (raduno nazionale di Trieste di un paio di anni

            fa) perché cantavano l'inno di Mameli ed altri

            canti popolari di autore sconosciuto, non mi

            sorprendo se vanno in spiaggia ad elemosinare i

            soldi ai giovani con le kitarre.



            KKK

            il tuo modo di scrivere mi genera un po' di
            confusione...
            perchè kitarre va con la k mentre cantavano va
            con la c? idem per koraggio e sconosciuto...

            eppure non ti manca l'h sulla tastiera visto che
            l'hai usata in perchè...X via dell'inkazzatura mi dimentiko di usare le k :@ :@KKK
          • MaurizioB scrive:
            Re: Tassiamo le chitarre!
            - Scritto da: Anonimo
            X via dell'inkazzatura mi dimentiko di usare le k
            :@ :@Kaxxo!
          • Anonimo scrive:
            Re: Tassiamo le chitarre!
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            KKK

            il tuo modo di scrivere mi genera un po' di
            confusione...
            perchè kitarre va con la k mentre cantavano va
            con la c? idem per koraggio e sconosciuto...il tuo modo di pensare vecchio e la tua mente poco elastica generano un po' d'inquietudinescommetto che ti comincia a dare più fastidio la musica ad un certo volume, che di notte ti alzi più volte per pisciare etc...
          • Anonimo scrive:
            Re: Tassiamo le chitarre!


            il tuo modo di scrivere mi genera un po' di

            confusione...

            perchè kitarre va con la k mentre cantavano va

            con la c? idem per koraggio e sconosciuto...

            il tuo modo di pensare vecchio e la tua mente
            poco elastica generano un po' d'inquietudine
            scommetto che ti comincia a dare più fastidio la
            musica ad un certo volume, che di notte ti alzi
            più volte per pisciare etc...Capisco che usare la "k" al posto di "ch" possa sembrare innovativo ed aggiunga un tocco di originalità, ma le lingue, scritta e parlata, sono fondamentalmente fatte per capirsi, e creare un dialetto può fare "senso di appartenenza" per alcuni ma crea delle barriere di comprensione ad altri.Queste "innovazioni" sono facilmente comprensibili per un italiano madrelingua, ma sono decisamente difficoltose per chi l'italiano lo ha imparato come seconda o terza lingua.Me ne rendo conto quanto sono io ad andare sui siti francesi e tedeschi e loro a fare "innovazione linguistica".Sono un gioco simpatico, ma qualche problema lo creano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tassiamo le chitarre!
      - Scritto da: skizzo
      Scusate signori della Siae, mi permetto di
      consigliarvi una strada per recuperare soldini:
      d'estate, ad agosto, la notte del 10 e del 14
      sulle spiagge italiane si radunano molti giovani
      intorno ad un falò, e spesso qualcuno porta
      inavvertitamente una chitarra. Avete mai pensato
      a quanto potreste ricavare presentandovi in
      spiaggia (occhio al mocassino) e pretendendo un
      obolo per ogni canzone intonata dai ragazzi?
      Si può pensare ad una tariffa differenziata per
      "voce intonata" e "voce stonata", oltre
      naturalmente ad uno sconto per la seconda e terza
      chitarra che pertecipassero alla serata.
      Buona idea no?aggiungiamoci qualche brevetto sulla chitarra o ancora meglio sulle corde, le meccaniche, il ponte e un bel brevetto sul buco.Magari poi anche sul suono, la teoria dei segnali, il look-and-feel della chitarra classica e dei temi trattati nelle canzoni (amore, figa, rapporti personali, ribellione e potere, tanto per iniziare...)ah! si! soldiiiiii :) soldi a palate!!!!!!!!siiiiiiiiiiiiiiiiiiii ARF!!!!!
    • Fulmy(nato) scrive:
      Re: Tassiamo le chitarre!
      - Scritto da: skizzo
      .... Avete mai pensato
      a quanto potreste ricavare presentandovi in
      spiaggia (occhio al mocassino) e pretendendo un
      obolo per ogni canzone intonata dai ragazzi?
      ...è più conveniente fare come per CD-R e simili, si tassando direttamente le chitarre e le corde, per coprire i danni derivati dalla eventuale esecuzione di motivi coperti da diritto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tassiamo le chitarre!
        - Scritto da: Fulmy(nato)

        - Scritto da: skizzo

        .... Avete mai pensato

        a quanto potreste ricavare presentandovi in

        spiaggia (occhio al mocassino) e pretendendo un

        obolo per ogni canzone intonata dai ragazzi?

        ...

        è più conveniente fare come per CD-R e simili, si
        tassando direttamente le chitarre e le corde, per
        coprire i danni derivati dalla eventuale
        esecuzione di motivi coperti da diritto.
        E poi vogliamo mettercelo un bel bollino siae sulla cassa della stratocaster o no?
        • Fulmy(nato) scrive:
          Re: Tassiamo le chitarre!
          - Scritto da: Anonimo
          ...


          E poi vogliamo mettercelo un bel bollino siae
          sulla cassa della stratocaster o no?scherzi?Per la Strato e per la Les Paul c'è pure il superbollo!:D
    • Rex1997 scrive:
      Re: Tassiamo le chitarre!
      - Scritto da: skizzo
      Scusate signori della Siae, mi permetto di
      consigliarvi una strada per recuperare soldini:
      d'estate, ad agosto, la notte del 10 e del 14
      sulle spiagge italiane si radunano molti giovani
      intorno ad un falò, e spesso qualcuno porta
      inavvertitamente una chitarra. Avete mai pensato
      a quanto potreste ricavare presentandovi in
      spiaggia (occhio al mocassino) e pretendendo un
      obolo per ogni canzone intonata dai ragazzi?
      Si può pensare ad una tariffa differenziata per
      "voce intonata" e "voce stonata", oltre
      naturalmente ad uno sconto per la seconda e terza
      chitarra che pertecipassero alla serata.
      Buona idea no?IMHO se ci provano, dato che negli ultimi raduni che ho visto, giravano certi rott-wailer o dobermang accompagnati da armadi bipedi a 8 ante, accoppiate che incutevano qualsiasi cosa tranne che serenità, qualche osso rotto lo rimediano di sicuro.... :D :D
  • Anonimo scrive:
    Testa di Keiser
    un nome un programma 8) .
  • Anonimo scrive:
    una soluzione
    musica opensource: chi vuole scrive un pezzo musicale con licenza gpl e chiunque lo può modificare, purchè pubblichi lo spartito.
    • Anonimo scrive:
      Re: una soluzione
      - Scritto da: Anonimo
      musica opensource: chi vuole scrive un pezzo
      musicale con licenza gpl e chiunque lo può
      modificare, purchè pubblichi lo spartito.
      CLAP CLAP CLAP
    • Anonimo scrive:
      Re: una soluzione
      - Scritto da: Anonimo
      musica opensource: chi vuole scrive un pezzo
      musicale con licenza gpl e chiunque lo può
      modificare, purchè pubblichi lo spartito.
      Esiste già musica del genere. Normalmente è pubblicata sotto CC, anche perché la GPL ha poco senso fuori dalla pubblicazione di codice,
  • Anonimo scrive:
    Major vergognatevi!
    Fate schifo, ecco cosa fate.
  • Anonimo scrive:
    Ieri stavo per comperare un cd...
    ...ma non l'ho comperato......costava 23 euro......non ne compero mai......non ne scarico mai......ma piuttosto che cedere......ormai sono anni che boicotto......e ne traggo tantissima soddisfazione...Sai come si dice? Ciao!...oops...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ieri stavo per comperare un cd...
      - Scritto da: Anonimo
      ...ma non l'ho comperato...
      ...costava 23 euro...
      ...non ne compero mai...
      ...non ne scarico mai...
      ...ma piuttosto che cedere...

      ...ormai sono anni che boicotto...

      ...e ne traggo tantissima soddisfazione...

      Sai come si dice? Ciao!

      ...oops...bravo, siamo già in due!
      • THe_ZiPMaN scrive:
        Re: Ieri stavo per comperare un cd...


        ...ormai sono anni che boicotto...
        siamo già in due!+ 1 e tre
        • Anonimo scrive:
          Re: Ieri stavo per comperare un cd...
          - Scritto da: THe_ZiPMaN


          ...ormai sono anni che boicotto...


          siamo già in due!

          + 1

          e tre4
          • Anonimo scrive:
            Re: Ieri stavo per comperare un cd...
            5, e mettiamoci pure il 6 (mio fratello)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ieri stavo per comperare un cd...
            6 , anni che non compro più sta merda di musica.Al limite mi sento delle radio estere (senza maledetta pubblicità) c'e' pieno e sono meravigliose, ogni genere......
    • Anonimo scrive:
      Re: Ieri stavo per comperare un cd...
      - Scritto da: Anonimo
      ...ma non l'ho comperato...
      ...costava 23 euro...
      ...non ne compero mai...
      ...non ne scarico mai...
      ...ma piuttosto che cedere...

      ...ormai sono anni che boicotto...

      ...e ne traggo tantissima soddisfazione...

      Sai come si dice? Ciao!

      ...oops...Ma nooo... perchè rinunciare? Dimmi che cd vuoi che te lo masterizzo io!
    • Anonimo scrive:
      Re: Ieri stavo per comperare un cd...
      7 !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! :@
  • Anonimo scrive:
    Web server offshore...
    http://www.privacy-solutions.com/offshore-web-hosting.htmlE tanti saluti alle major! p) p) Ora stanno veramente esagerando :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Web server offshore...
      - Scritto da: Anonimo
      http://www.privacy-solutions.com/offshore-web-host

      E tanti saluti alle major! p) p)
      Ora stanno veramente esagerando :@ :@ e sarebbe ? servirebbe a ... ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Web server offshore...
        - Scritto da: Anonimo
        e sarebbe ? servirebbe a ... ?Utilizzi un web server, con accesso amministrativo (root) e tante altre belle cose, con la particolarità che tale server è ubicato in un qualsiasi Paese (ad esempio Malaysia) nel quale la giurisdizione di queste tarme-mangiasoldi delle major non vale un fico secco! p) p)
        • Anonimo scrive:
          Re: Web server offshore...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          e sarebbe ? servirebbe a ... ?

          Utilizzi un web server, con accesso
          amministrativo (root) e tante altre belle cose,
          con la particolarità che tale server è ubicato in
          un qualsiasi Paese (ad esempio Malaysia) nel
          quale la giurisdizione di queste
          tarme-mangiasoldi delle major non vale un fico
          secco!
          p) p)Mi sembrava di aver capito beneAlcuni dicono però che non importa se il server sta all'estero se tu lo gestisci dall'italia commetti lo stesso un reato ?Anche se non esistono leggi precise in materia
          • Anonimo scrive:
            Re: Web server offshore...
            a dire il vero basta eccome, per la legge (almeno quella italiana) e' sufficiente che una parte del reato sia svolta in italia, perche' tu possa essere condannato (es. classico e' il mandante residente all'estero di omicidio, anche se lui se ne sta fuori dall'italia e' comunque ricercato)le lezioni di diritto penale dell'informatica adnno i loro frutti ^_^
          • Anonimo scrive:
            Re: Web server offshore...
            - Scritto da: Anonimo
            le lezioni di diritto penale dell'informatica
            adnno i loro frutti ^_^quelle di grammatica no :D 8)
          • Anonimo scrive:
            Re: Web server offshore...
            - Scritto da: Anonimo
            a dire il vero basta eccome, per la legge (almeno
            quella italiana) e' sufficiente che una parte del
            reato sia svolta in italia, perche' tu possa
            essere condannato (es. classico e' il mandante
            residente all'estero di omicidio, anche se lui se
            ne sta fuori dall'italia e' comunque ricercato)Ma devi anche dimostrare la connessione avvenuta dall'italia. L'SSH è un protocollo che permette di rimbalzare da un server all'altro...Per registrare i domini .net o .com non ci sono particolari formalità...
          • Anonimo scrive:
            Re: Web server offshore...
            i log sui server pero' rimangono sempre, quindi a meno che hai un sshd sul pc di un amico in svezia che ti permetta di rimbalzare (e quindi agli isp risultera' solo una connessione da te in svezia, visto che il tuo amico non rendera' pubblici i log, cosa che invece servizi ti sshd gratuito fanno quando c'e' di mezzo la legge)
        • Anonimo scrive:
          Re: Web server offshore...
          Usate TOR ( http://tor.eff.org/ ) per accedere al server off-shore e tanti saluti.Inseguire i vostri spostamenti attraverso diversi proxy stranieri ha costi molto alti e tempi burocratici piuttosto lunghi, per cui a meno che abbiate fatto qualcosa di veramente grosso e peloso, il gioco non vale la candela.
  • Anonimo scrive:
    Sono da internare
    Secondo queste persone, se trascrivo il dialogo di un film che vedo alla tv e lo pubblico devo andare in galera perché ho diffuso illegalmente la sceneggiatura del film.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono da internare
      - Scritto da: Anonimo
      Sono da internarema no dai, basta che ti fai vedere da uno bravo
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono da internare
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Sono da internare

        ma no dai, basta che ti fai vedere da uno bravoChe spiritoso. Quindi sei d'accordo sul mandare in galera chi pubblica le sue trascrizioni su Internet?
        • Anonimo scrive:
          Re: Sono da internare
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          Sono da internare



          ma no dai, basta che ti fai vedere da uno bravo

          Che spiritoso. Quindi sei d'accordo sul mandare
          in galera chi pubblica le sue trascrizioni su
          Internet?non vorrei dire una boiata ma mi sembra ci sia un "tetto massimo" di parole pubblicamente citabili di un'opera d'ingegno coperta da diritto d'autorequindi mandare in galera poco importa, l'importante è che paghi tanti ?
          • Anonimo scrive:
            Re: Sono da internare
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            - Scritto da: Anonimo



            Sono da internare





            ma no dai, basta che ti fai vedere da uno
            bravo



            Che spiritoso. Quindi sei d'accordo sul mandare

            in galera chi pubblica le sue trascrizioni su

            Internet?

            non vorrei dire una boiata ma mi sembra ci sia un
            "tetto massimo" di parole pubblicamente citabili
            di un'opera d'ingegno coperta da diritto d'autore
            quindi mandare in galera poco importa,
            l'importante è che paghi tanti ?Ok, visto che questi pidocchiosi non applicano il buon senso, basta rispondere con le loro stesse armi: se questa quota è, diciamo, il 10%, basta creare un network di 10 siti con 10 responsabili diversi. Poi un undicesimo sito rende disponibile un sw che si collega a questi siti, scarica gli spezzoni e li riassembla in locale.
  • Anonimo scrive:
    La soluzione
    Non ascoltare più musica, non comprare nessun cd non importa il prezzo, non andare più ai concerti e convincere gli amici a fare lo stesso.
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione
      Ma no basta continuare a prenderla senza pagare hihihih- Scritto da: Anonimo
      Non ascoltare più musica, non comprare nessun cd
      non importa il prezzo, non andare più ai concerti
      e convincere gli amici a fare lo stesso.
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione
      vi va troppo bene, cari discografici e vorreste che vi andasse ancora meglio, non ne avete mai abbastanzaio vi metterei a spalare un po' di merda almeno fareste qualcosa di utile x la società.e comunque vi voglio dire che farete la fine che vi meritate
    • Anonimo scrive:
      Re: La soluzione
      - Scritto da: Anonimo
      Non ascoltare più musica, non comprare nessun cd
      non importa il prezzo, non andare più ai concerti
      e convincere gli amici a fare lo stesso.a ogni articolo la stessa cosa.e i supermercati, autogrill, megastore, negozi, negozietti, cataloghi online e per posta ... tutti continuano a vendere, vendere , vendere, compresi i cd copycontrolled
  • Anonimo scrive:
    Prossimamente: vietato fischiare
    Ed ecco in anteprima per PI, le prossime iniziative delle major:- vietato fischiare canzoni sotto la doccia o mentre ci si fa la barba, o in qualsiasi altro contesto;- vietato suonare canzoni ai falò, da ora in avanti chi porta la chitarra potrà trombare anche lui;- vietato cantare a voce alta il testo di una canzone, sarà concesso soltanto fare "la la la" ma a patto di essere fuori tempo e/o palesemente stonati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Prossimamente: vietato fischiare
      - Scritto da: Anonimo
      Ed ecco in anteprima per PI, le prossime
      iniziative delle major:
      - vietato fischiare canzoni sotto la doccia o
      mentre ci si fa la barba, o in qualsiasi altro
      contesto;
      - vietato suonare canzoni ai falò, da ora in
      avanti chi porta la chitarra potrà trombare anche
      lui;
      - vietato cantare a voce alta il testo di una
      canzone, sarà concesso soltanto fare "la la la"
      ma a patto di essere fuori tempo e/o palesemente
      stonati.Se uno canta con la chitarra, prima gli infilano la chitarra nel culo poi gli fanno pagare 400 mila euro di multa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Prossimamente: vietato fischiare
      Aggiungo: Vietato suonare la cornamusa rettale
    • Anonimo scrive:
      Re: Prossimamente: vietato fischiare
      - Scritto da: Anonimo
      - vietato fischiare canzoni sotto la doccia o
      mentre ci si fa la barba, o in qualsiasi altro
      contesto;
      - vietato suonare canzoni ai falò, da ora in
      avanti chi porta la chitarra potrà trombare anche
      lui;
      - vietato cantare a voce alta il testo di una
      canzone, sarà concesso soltanto fare "la la la"
      ma a patto di essere fuori tempo e/o palesemente
      stonati.è comunque vietato eseguire canzoni in pubblico senza aver pagato i diritti alla SIAE
      • Anonimo scrive:
        Re: Prossimamente: vietato fischiare
        Dopo che anni fa uscì il film "Il Petomane" è vietato anche piritare in pubblico, ormai hanno acquisito il copyright.
      • Anonimo scrive:
        Re: Prossimamente: vietato fischiare
        - Scritto da: Anonimo


        è comunque vietato eseguire canzoni in pubblico
        senza aver pagato i diritti alla SIAEI diritti di che? Le mie canzoni le eseguo dove mi pare.
        • Anonimo scrive:
          Re: Prossimamente: vietato fischiare
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo





          è comunque vietato eseguire canzoni in pubblico

          senza aver pagato i diritti alla SIAE

          I diritti di che? Le mie canzoni le eseguo dove
          mi pare.è un tuo diritto ma...prova a spiegarglielo alla SIAE ;) .
          • Anonimo scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo








            è comunque vietato eseguire canzoni in
            pubblico


            senza aver pagato i diritti alla SIAE



            I diritti di che? Le mie canzoni le eseguo dove

            mi pare.

            è un tuo diritto ma...
            prova a spiegarglielo alla SIAE ;) .Cioé, come volevasi dimostrare, la SIAE è un'associazione a delinquere se pretende soldi perché sto eseguendo in pubblico le mie canzoni. Essendo io l'autore di tali canzoni, non capisco chi dovrebbe tutelare la siae chiedendomi i soldi, e soprattutto a quali fantomatici autori andranno i soldi dell'esecuzione delle mie canzoni.
          • gian_d scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo











            è comunque vietato eseguire canzoni in

            pubblico



            senza aver pagato i diritti alla SIAE





            I diritti di che? Le mie canzoni le eseguo
            dove


            mi pare.



            è un tuo diritto ma...

            prova a spiegarglielo alla SIAE ;) .

            Cioé, come volevasi dimostrare, la SIAE è
            un'associazione a delinquere se pretende soldi
            perché sto eseguendo in pubblico le mie canzoni.
            Essendo io l'autore di tali canzoni, non capisco
            chi dovrebbe tutelare la siae chiedendomi i
            soldi, e soprattutto a quali fantomatici autori
            andranno i soldi dell'esecuzione delle mie
            canzoni.guarda, a due miei ex studenti appassionati di hip-hop è capitato di fare delle serate. nulla di trascendentale, fanno parte di quell'arcipelago di piccoli gruppi che suonano e cantano più per divertirsi che per altro facendolo all'occorrenza per piccole platee.La beffa: quando si sono esibiti hanno dovuto dichiarare formalmente alla SIAE che non erano autori dei testi che usavano perché altrimenti avrebbero dovuto pagare di più.Non conosco i termini di questa norma, ma quando quel ragazzo me l'ha raccontato sono rimasto di stucco.Questo è delirio globale istituzionalizzato(il post precedente era mio)
          • Anonimo scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: gian_d
            La beffa: quando si sono esibiti hanno dovuto
            dichiarare formalmente alla SIAE che non erano
            autori dei testi che usavano perché altrimenti
            avrebbero dovuto pagare di più.
            Non conosco i termini di questa norma, ma quando
            quel ragazzo me l'ha raccontato sono rimasto di
            stucco.
            Questo è delirio globale istituzionalizzatoHo solo un commento per questo: ladri, ladri, ladri :@ E' allucinante che si spacciano per gente che tutela gli autori. I soldi dei tuoi ragazzi sono stati rubati, altro che tutela degli autori.
          • gian_d scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: gian_d


            La beffa: quando si sono esibiti hanno dovuto

            dichiarare formalmente alla SIAE che non erano

            autori dei testi che usavano perché altrimenti

            avrebbero dovuto pagare di più.

            Non conosco i termini di questa norma, ma quando

            quel ragazzo me l'ha raccontato sono rimasto di

            stucco.

            Questo è delirio globale istituzionalizzato

            Ho solo un commento per questo: ladri, ladri,
            ladri :@ E' allucinante che si spacciano per
            gente che tutela gli autori. I soldi dei tuoi
            ragazzi sono stati rubati, altro che tutela degli
            autori.La SIAE non tutela gli autori. E' un carrozzone allestito per garantire il potere commerciale ad una corporazione di editori e major che sulla carta permette il libero ingresso nel mercato di chiunque ma di fatto crea le condizioni per controllare tutto il mercato. Tutto questo usando come ostaggio il diritto d'autore.Sai come si chiama tutto questo? "mafia istituzionalizzata"Ed esempi del genere non ci sono solo nel settore artistico. Guardati un po' intorno ;) .
          • Alessandrox scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: gian_d
            guarda, a due miei ex studenti appassionati di
            hip-hop è capitato di fare delle serate. nulla di
            trascendentale, fanno parte di quell'arcipelago
            di piccoli gruppi che suonano e cantano più per
            divertirsi che per altro facendolo all'occorrenza
            per piccole platee.
            La beffa: quando si sono esibiti hanno dovuto
            dichiarare formalmente alla SIAE che non erano
            autori dei testi che usavano perché altrimenti
            avrebbero dovuto pagare di più.
            Non conosco i termini di questa norma, ma quando
            quel ragazzo me l'ha raccontato sono rimasto di
            stucco.E in base a quale legge? Voglio dire se non hanno appigli legali li pupi mandare a quel paese, se li hanno allora bisogna fare pressioni per far cambiare tali leggi.Mi pare indiscutibile che ognuno possa liberamente eseguire le proprie canzoni in pubblico senza pagare pizzi ad alcuno.
          • Anonimo scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da: gian_d


            guarda, a due miei ex studenti appassionati di

            hip-hop è capitato di fare delle serate. nulla
            di

            trascendentale, fanno parte di quell'arcipelago

            di piccoli gruppi che suonano e cantano più per

            divertirsi che per altro facendolo
            all'occorrenza

            per piccole platee.

            La beffa: quando si sono esibiti hanno dovuto

            dichiarare formalmente alla SIAE che non erano

            autori dei testi che usavano perché altrimenti

            avrebbero dovuto pagare di più.

            Non conosco i termini di questa norma, ma quando

            quel ragazzo me l'ha raccontato sono rimasto di

            stucco.

            E in base a quale legge? Voglio dire se non hanno
            appigli legali li pupi mandare a quel paese, se
            li hanno allora bisogna fare pressioni per far
            cambiare tali leggi.
            Mi pare indiscutibile che ognuno possa
            liberamente eseguire le proprie canzoni in
            pubblico senza pagare pizzi ad alcuno.Qua in Italia nulla è indiskutibile :@ :@ Specie quando si parla di SIAEKKK
          • Alessandrox scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: Anonimo
            di


            stucco.



            E in base a quale legge? Voglio dire se non
            hanno

            appigli legali li pupi mandare a quel paese, se

            li hanno allora bisogna fare pressioni per far

            cambiare tali leggi.

            Mi pare indiscutibile che ognuno possa

            liberamente eseguire le proprie canzoni in

            pubblico senza pagare pizzi ad alcuno.

            Qua in Italia nulla è indiskutibile :@ :@
            Specie quando si parla di SIAE
            KKKQuindi e' discutibile anche l' indiscutibile... ergo anche la SIAE stessa...Saluti Sofistici :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare

            Mi pare indiscutibile che ognuno possa
            liberamente eseguire le proprie canzoni in
            pubblico senza pagare pizzi ad alcuno.nel mondo dei sogni magari :'(
          • AnyFile scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: Alessandrox

            E in base a quale legge? Voglio dire se non hanno
            appigli legali li pupi mandare a quel paese, se
            li hanno allora bisogna fare pressioni per far
            cambiare tali leggi.
            Mi pare indiscutibile che ognuno possa
            liberamente eseguire le proprie canzoni in
            pubblico senza pagare pizzi ad alcuno.Ma perche' non si fa una legge che modifica tutto il settore?I nost4ri politici, pagati per fare le leggi, hanno evidentemente altro da fare (atti dovuti, approvare la finanziaria perche' bisogna approvarla per forza, ecc. oppure a pensare ai loro interessi), pero' e' sempre possibile fare una legge di iniziativa polpolare.Vi e' qualcuno (magari qualche studioso di diritto o simile) che ha mai avanzato proposte alternative alla situaione giuridica attuale?
          • AnyFile scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            Ma cosa ne pensano gli autori delle canzoni della SIAE?Cosa dice il loro sindacato o associazione?
          • CioDu scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: AnyFile
            Ma cosa ne pensano gli autori delle canzoni della
            SIAE?
            Cosa dice il loro sindacato o associazione?Oh, se ascolti le loro canzoni sembra che la loro vita sia dedicata alla lotta contro il sistema e le ingiustizie, e magari finchè sono giovani autori e ci rimettono sono anche sinceramente contrari a questo sisema, poi però magari fanno i soldi, vendono dischi ed entrano in quel perverso meccanismo per cui se sei stato un autore di successo in passato hai diritto a una rendita dalla siae vita natural durante (pagata come ben sappiamo). Mi rode il culo non avere più il link, comunque avevo letto che Lucio Dalla prende milioni (si, milioni ) all'anno solo perchè esiste. Bah.
          • gian_d scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: AnyFile

            - Scritto da: Alessandrox



            E in base a quale legge? Voglio dire se non
            hanno

            appigli legali li pupi mandare a quel paese, se

            li hanno allora bisogna fare pressioni per far

            cambiare tali leggi.

            Mi pare indiscutibile che ognuno possa

            liberamente eseguire le proprie canzoni in

            pubblico senza pagare pizzi ad alcuno.

            Ma perche' non si fa una legge che modifica tutto
            il settore?Perché non rientra negli interessi di chi ha potere finanziario e contrattuale. Le posizioni di mercato si difendono con tutti i mezzi

            I nost4ri politici, pagati per fare le leggi,
            hanno evidentemente altro da fare E magari qualche piccolo interesse privato (U. rulez)
            pero' e' sempre possibile fare
            una legge di iniziativa polpolare.Prima di arrivare ad una legge di iniziativa popolare occorre sensibilizzare, condividere. Finché si sceglie la via più semplice, quella di scaricare illegalmente dal file sharing, di comprare le copie masterizzate, ecc. non si potrà mai arrivare ad una coscienza di massa del problema che possa spingere ad una legge di iniziativa popolare che possa essere veramente incisiva.In ogni caso c'è un "piccolo" intoppo determinante: l'Italia aderisce in pieno ai protocolli internazionali per quanto riguarda la tutela del copyright. Qualsiasi legge di iniziativa popolare che porterebbe ad un miglioramento del diritto del consumatore e del piccolo autore scatenerebbe gli strali degli USA sospinti dalle major d'oltreoceano.Il problema si "può" risolvere solo con un'azione di massa internazionale che preveda il boicottaggio totale per spingere al fallimento le major e le case editrici: non comprare libri, non comprare dischi, non andare al cinema, ecc.Hai idea di cosa significhi tutto questo? E' praticamente impossibile da realizzare, occorrerebbe dar vita ad un movimento che dovrebbe essere 1000 volte più potente dei no global.Rassegnati: da quando esiste la società organizzata la cultura e l'arte sono sempre stati patrimonio dei potentati. Tu puoi solo accettare di stare al gioco oppure tirartene fuori, ma non avrai mai il potere di cambiare le cose.

            Vi e' qualcuno (magari qualche studioso di
            diritto o simile) che ha mai avanzato proposte
            alternative alla situaione giuridica attuale?Sarebbe solo un puro esercizio teorico
          • AnyFile scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: gian_d

            - Scritto da: AnyFile





            Vi e' qualcuno (magari qualche studioso di

            diritto o simile) che ha mai avanzato proposte

            alternative alla situaione giuridica attuale?

            Sarebbe solo un puro esercizio teoricoIntendevo chiedere se esistono alternative al sistema attuale (che non siano peggio del sistema attuale)
          • gian_d scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da: gian_d


            guarda, a due miei ex studenti appassionati di

            hip-hop è capitato di fare delle serate. nulla
            di

            trascendentale, fanno parte di quell'arcipelago

            di piccoli gruppi che suonano e cantano più per

            divertirsi che per altro facendolo
            all'occorrenza

            per piccole platee.

            La beffa: quando si sono esibiti hanno dovuto

            dichiarare formalmente alla SIAE che non erano

            autori dei testi che usavano perché altrimenti

            avrebbero dovuto pagare di più.

            Non conosco i termini di questa norma, ma quando

            quel ragazzo me l'ha raccontato sono rimasto di

            stucco.

            E in base a quale legge? Premetto che so pochissimo sull'argomento e quel poco che so è per sentito dire.Da quel poco che ho capito, per essere considerati ufficialmente come autori è necessario essere iscritti ad un qualche registro della SIAE e presumibilmente questo "servizio" ha un costo d'esercizio annuo che probabilmente è insostenibile per chi fa crea/fa musica più per passione che per scopi economici.Se ci si vuole esibire in pubblico non si può fare come autori se non si è iscritti alla SIAE, pertanto scatta automaticamente un status giuridico da puro delirio: non sei autore perciò automaticamente se ti esibisci stai eseguendo pezzi di altri autori. Che li abbia fatti realmente tu alla SIAE poco importa. Il risultato è che tanti giovani creativi (che per fortuna esistono e continueranno ad esistere) sono costretti a sottostare a gogne di questo genere.L'alternativa sarebbe appoggiarsi ad una casa discografica, ma se non ti chiami Eros Ramazzotti o non rientri nei progetti "Tormentone estivo" sei nessuno e finisci semplicemente per fare lo zerbino della casa discografica (IMHO)
            Voglio dire se non hanno
            appigli legali li pupi mandare a quel paese,Mi sembra che la SIAE di appigli legali ne abbia a iosa. La realtà è che è la SIAE a mandarti a quel paese se sgarri sulle sue direttive: la normativa è a suo favore.
            se
            li hanno allora bisogna fare pressioni per far
            cambiare tali leggi.Bravo! quanto può essere forte una lobby di liberi autori o una lobby di consumatori? A meno di non generare un movimento di pressione fortissimo, formato da *milioni* di persone che possa realmente ricattare i politici nostrani di destra o di sinistra che siano (ergo---
            pura fantascienza in italia) le lobby degli editori, delle case discografiche, delle case cinematografiche e balle varie saranno sempre più forti.Provvedimenti legislativi come la legge Urbani o il balzello sui CD vergini dimostrano chiaramente che gli unici ad avere un vero potere lobbistico sono solo le major e le multinazionali.
            Mi pare indiscutibile che ognuno possa
            liberamente eseguire le proprie canzoni in
            pubblico senza pagare pizzi ad alcuno.Indiscutibile e legittimo ma allo stato attuale del tutto illegale.
          • AloeVera scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: gian_d
            Se ci si vuole esibire in pubblico non si può
            fare come autori se non si è iscritti alla SIAE,
            pertanto scatta automaticamente un status
            giuridico da puro delirio: non sei autore perciò
            automaticamente se ti esibisci stai eseguendo
            pezzi di altri autori. Che li abbia fatti
            realmente tu alla SIAE poco importa. Il risultato
            è che tanti giovani creativi (che per fortuna
            esistono e continueranno ad esistere) sono
            costretti a sottostare a gogne di questo genere.C'è da dire che qualcosa è migliorato rispetto ai miei tempi.Non è più necessario sostenere l'esame per iscriversi alla SIAE, ed è una bella rottura di scatole in meno.Presumo però che non sia gratis, ma non mi sono informato in merito.Per quanto riguarda la quota annuale d'associazione ricordo che non era elevata, anche se non riuscirei a quantificarla.Il problema è se valga la pena spenderci soldi se non si hanno intenzioni più che serie di fare il musicista (inteso come autore) professionista.Si fa prima a taroccare il borderau.In alternativa c'è il contratto di mandato, però c'era il trucco e se non hanno cambiato le norme è una strada che è meglio non percorrere.
          • AloeVera scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: gian_d
            guarda, a due miei ex studenti appassionati di
            hip-hop è capitato di fare delle serate. nulla di
            trascendentale, fanno parte di quell'arcipelago
            di piccoli gruppi che suonano e cantano più per
            divertirsi che per altro facendolo all'occorrenza
            per piccole platee.
            La beffa: quando si sono esibiti hanno dovuto
            dichiarare formalmente alla SIAE che non erano
            autori dei testi che usavano perché altrimenti
            avrebbero dovuto pagare di più.
            Non conosco i termini di questa norma, ma quando
            quel ragazzo me l'ha raccontato sono rimasto di
            stucco.
            Questo è delirio globale istituzionalizzatoNon dirlo a me!Ho passato anni a riempire i borderaux ( o come cavolo si scrive) della siae con pezzi che non suonavamo perchè non potevamo scriverci i nostri dato che nessuno del mio gruppo era iscritto alla SIAE. :(
          • Anonimo scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo











            è comunque vietato eseguire canzoni in

            pubblico



            senza aver pagato i diritti alla SIAE





            I diritti di che? Le mie canzoni le eseguo
            dove


            mi pare.



            è un tuo diritto ma...

            prova a spiegarglielo alla SIAE ;) .

            Cioé, come volevasi dimostrare, la SIAE è
            un'associazione a delinquere se pretende soldi
            perché sto eseguendo in pubblico le mie canzoni.
            Essendo io l'autore di tali canzoni, non capisco
            chi dovrebbe tutelare la siae chiedendomi i
            soldi, e soprattutto a quali fantomatici autori
            andranno i soldi dell'esecuzione delle mie
            canzoni.tié, un bel evergreen:http://www.report.rai.it/2liv.asp?s=82
          • NSA scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo











            è comunque vietato eseguire canzoni in

            pubblico



            senza aver pagato i diritti alla SIAE





            I diritti di che? Le mie canzoni le eseguo
            dove


            mi pare.



            è un tuo diritto ma...

            prova a spiegarglielo alla SIAE ;) .

            Cioé, come volevasi dimostrare, la SIAE è
            un'associazione a delinquere se pretende soldi
            perché sto eseguendo in pubblico le mie canzoni.
            Essendo io l'autore di tali canzoni, non capisco
            chi dovrebbe tutelare la siae chiedendomi i
            soldi, e soprattutto a quali fantomatici autori
            andranno i soldi dell'esecuzione delle mie
            canzoni.Piu di una volta ho suonato per beneficenza a favore dei bambini orfani e ho dovuto pagare i diritti alla SIAE!
          • Anonimo scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo











            è comunque vietato eseguire canzoni in

            pubblico



            senza aver pagato i diritti alla SIAE





            I diritti di che? Le mie canzoni le eseguo
            dove


            mi pare.



            è un tuo diritto ma...

            prova a spiegarglielo alla SIAE ;) .

            Cioé, come volevasi dimostrare, la SIAE è
            un'associazione a delinquere se pretende soldi
            perché sto eseguendo in pubblico le mie canzoni.
            Essendo io l'autore di tali canzoni, non capisco
            chi dovrebbe tutelare la siae chiedendomi i
            soldi, e soprattutto a quali fantomatici autori
            andranno i soldi dell'esecuzione delle mie
            canzoni.mammamia, PI sta ormai diventando il regno dell'ignoranza dell'italiano mediola siae non chiede soldi a nessunoè ovvio che se tu, autore, affidi la protezione del tuo copyright alla siae, quest'ultima si impegnerà affinchè nessuno usi commercialmente il tuo lavorose poi qui volete tutti tutto gratis perchè è così ed bello e dobbiamo salvare il mondo da sta cippa di minchia, allora va bene: fanculo la siae
          • Anonimo scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: Anonimo
            mammamia, PI sta ormai diventando il regno
            dell'ignoranza dell'italiano medio

            la siae non chiede soldi a nessuno
            Ah no? Ed allora cosa mi dici del documento di report di poco sopra?
            è ovvio che se tu, autore, affidi la protezione
            del tuo copyright alla siae, quest'ultima si
            impegnerà affinchè nessuno usi commercialmente il
            tuo lavoroEcco, l'autore sono io e non affido nulla alla siae.
            se poi qui volete tutti tutto gratis perchè è
            così ed bello e dobbiamo salvare il mondo da sta
            cippa di minchia, allora va bene: fanculo la siaeGuarda che pretendo solo di suonare gratis LE MIE CANZONI, non quelle di altri! :@ :@
          • Anonimo scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            mammamia, PI sta ormai diventando il regno

            dell'ignoranza dell'italiano medio



            la siae non chiede soldi a nessuno



            Ah no? Ed allora cosa mi dici del documento di
            report di poco sopra?


            è ovvio che se tu, autore, affidi la protezione

            del tuo copyright alla siae, quest'ultima si

            impegnerà affinchè nessuno usi commercialmente
            il

            tuo lavoro

            Ecco, l'autore sono io e non affido nulla alla
            siae.


            se poi qui volete tutti tutto gratis perchè è

            così ed bello e dobbiamo salvare il mondo da sta

            cippa di minchia, allora va bene: fanculo la
            siae

            Guarda che pretendo solo di suonare gratis LE MIE
            CANZONI, non quelle di altri! :@ :@nessuno ti può impedire di cantare le tue canzoni, ovvero canzoni da te scritte (testo e musica)te secondo me hai paura pure della tua ombra, oppure stai solo facendo fud politico per i polli come tebye
          • corrado1972 scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare

            Ecco, l'autore sono io e non affido nulla alla
            siae.Ma la siae sa che sei tu l'autore? puoi dimostrarlo? :| Qua c'e' un po' di confusione riguardo le competenze e le leggi: la siae ha il dovere di vigilare sulle pubbliche esecuzioni di musica, per tutelare i suoi associati. Se un tizio esegue della musica, come possono stabilire gli eventuali ispettori che quella musica sia effettivamente sua? Magari a te hanno copiato delle canzoni con un registratore e poi le rieseguono a sbafo senza che tu sappia nulla e non percepisca un solo euro!
            Guarda che pretendo solo di suonare gratis LE MIE
            CANZONI, non quelle di altri! :@ :@Se non depositi le tue canzoni alla siae, come possono gli ispettori che controllano il locale riconoscere che sono testi e musiche tuoi??Ti diro' di piu': se tu depositi i tuoi testi e le muscihe alla siae, e poi li esegui in una serata pubblica e li dichiari nel borderò, probabilmente tramite la siae prenderai anche dei bei soldini rispetto al non averli depositati.Pensaci :-)P.S.non lavoro alla siae ovviamente, ma scrivo della musica :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: corrado1972



            Ecco, l'autore sono io e non affido nulla alla

            siae.

            Ma la siae sa che sei tu l'autore? puoi
            dimostrarlo? :|
            Sono loro a dover provare che quella è musica di un altro autore, non io. Funzionerebbe così secondo logica. Se è di un altro autore, per loro dovrebbe essere facile portare la prova. Viceversa, se quella musica è mia ed io decido di non farmi tutelare dalla SIAE, né da nessun altro, come è mio diritto, non posso dimostrare un bel nulla. Hai presente il principio di innocenza? Ecco
            Qua c'e' un po' di confusione riguardo le
            competenze e le leggi: la siae ha il dovere di
            vigilare sulle pubbliche esecuzioni di musica,
            per tutelare i suoi associati. Io non sono un loro associato
            Se un tizio esegue
            della musica, come possono stabilire gli
            eventuali ispettori che quella musica sia
            effettivamente sua? Possono facilmente stabilire che appartiene ad un loro associato, però. Se non sono in grado di portare questa prova, vuol dire che quella musica non è da loro tutelata.
            Magari a te hanno copiato
            delle canzoni con un registratore e poi le
            rieseguono a sbafo senza che tu sappia nulla e
            non percepisca un solo euro!
            Starà a me decidere se volermi tutelare da queste possibilità oppure no, non alla siae. Sono io l'autore delle mie canzoni, e decido io se voglio che siano tutelate da loro.

            Se non depositi le tue canzoni alla siae, come
            possono gli ispettori che controllano il locale
            riconoscere che sono testi e musiche tuoi??
            Loro devono solo accertarsi che non siano brani di gente tutelata da loro.
            Ti diro' di piu': se tu depositi i tuoi testi e
            le muscihe alla siae, e poi li esegui in una
            serata pubblica e li dichiari nel borderò,
            probabilmente tramite la siae prenderai anche dei
            bei soldini rispetto al non averli depositati.

            Pensaci :-)
            Per i miei brani uso creative commons, ma non registro nulla alla siae. Se dovessi essere pagato per un concertino da qualcuno, non capisco perché devo fare queste cose assurde per farmi pagare un'altra volta dalla siae. O mi pagano loro, oppure mi paga chi vuole che mi esibisca. Farsi pagare dall'uno e dall'altro l'ho sempre trovato iniquo.
          • corrado1972 scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare

            Sono loro a dover provare che quella è musica di
            un altro autore, non io. Funzionerebbe così
            secondo logica. Se è di un altro autore, per loro
            dovrebbe essere facile portare la prova.[,,,]grazie per i chiarimenti :-)[...]
            Farsi pagare dall'uno e dall'altro l'ho sempre
            trovato iniquo.Ora capisco il tuo punto di vista.Il problema di fondo è che i locali pagano comunque alla siae delle tasse, non basate sui borderò ma piu' sui generis (ad esempio se un bar ha la radio accesa, la tv, ecc). Se organizzi un evento pubblico e fai pagare un biglietto, purtroppo, non puoi esimerti dal pagare le tasse alla siae per ogni biglietto venduto. Il problema e' che la siae e' annegata nella legislazione... e le licenze creative commons sono un vero atto di libertà e di coraggio che spero possano fare la differenza in futuro e non essere strangolate da legislazioni alla big brother, delle quali siamo già circondati...Buona fortuna per la tua musica, un saluto!Corrado
    • Anonimo scrive:
      Re: Prossimamente: vietato fischiare
      La soluzione finale: vietato ascoltare musica.I CD musicali si DOVRANNO acquistare ma DOVRANNO rimanere incellophanati pena sanzione pecuniaria e carcere.E' noto infatti che l' ascolto di musica può portare ai comportamenti illeciti di cui sopra.Recenti studi hanno addirittura dimostrato che i pirati (sic) hanno trovato il modo di crackare i brani musicali trasmessi alle orecchie e sono in grado di riprodurli su pentagramma.A tale fine si richiede l' adozione di un filtro auricolare dotato di tecnologia DRM da applicare ai padiglioni auricolari di tutta la popolazione.Al limite può sortire lo stesso effetto una bella cacciatavitata nelle orecchie.
      • Anonimo scrive:
        Re: Prossimamente: vietato fischiare
        A parte gli scherzi, se dico "Vaff***" a qualcuno, devo pagare i diritti per la canzone di Masini ?!!?
        • Anonimo scrive:
          Re: Prossimamente: vietato fischiare
          Ovvio che sì, mi consenta!
          • gerry scrive:
            Re: Prossimamente: vietato fischiare
            - Scritto da: Anonimo
            Ovvio che sì, mi consenta!No, posso citare una paio di casi di prior art! :DLo portiamo in tribunale! :)
    • skizzo scrive:
      Re: Prossimamente: vietato fischiare

      - vietato suonare canzoni ai falò, da ora in
      avanti chi porta la chitarra potrà trombare anche
      lui;
      - vietato cantare a voce alta il testo di una
      canzone, sarà concesso soltanto fare "la la la"
      ma a patto di essere fuori tempo e/o palesemente
      stonati.Mizzica ho avuto i tuoi stessi pensieri e ho scritto il messaggio più su prima di leggere il tuo :-)==================================Modificato dall'autore il 14/12/2005 0.31.31
      • Alessandrox scrive:
        Re: Prossimamente: vietato fischiare
        - Scritto da: skizzo

        - vietato suonare canzoni ai falò, da ora in

        avanti chi porta la chitarra potrà trombare
        anche

        lui;

        - vietato cantare a voce alta il testo di una

        canzone, sarà concesso soltanto fare "la la la"

        ma a patto di essere fuori tempo e/o palesemente

        stonati.
        Mizzica ho avuto i tuoi stessi pensieri e ho
        scritto il messaggio più su prima di leggere il
        tuo :-)Ah bel coraggio che hai... che faccia tosta e lo dici cosi' come se nulla fosse? Haiaiaiaiai..... sento puzza di reato..... pensiero illegale! Qualcuno l' ha gia' brevettato. Mi sa che finiranno per impiantarci sistemi DRM direttamente nel cervello.O nel deretano.... (X I brevetti sulle STR*TE):-DD
        • Anonimo scrive:
          Re: Prossimamente: vietato fischiare
          lol.......sai che roba....ed io ti denuncio per guadagno illecito. se non è furto ed accannimento e guadagno illecito!!!!!al massimo lo compero originale e dopo ti do anche un bel calcetto nel sederino... poi fischietto!!!! fin che voglio!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Prossimamente: vietato fischiare
      - Scritto da: Anonimo
      canzone, sarà concesso soltanto fare "la la la"
      ma a patto di essere fuori tempo e/o palesemente
      stonati.ci sarà quello che registra il testo "la la la" e pure le canzoni stonate e casuali (generatore di musica automatico e post automatico in siae)
      • Anonimo scrive:
        Re: Prossimamente: vietato fischiare
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo


        canzone, sarà concesso soltanto fare "la la la"

        ma a patto di essere fuori tempo e/o palesemente

        stonati.


        ci sarà quello che registra il testo "la la la" e
        pure le canzoni stonate e casuali (generatore di
        musica automatico e post automatico in siae)Gentile Signore, con la presente, la informo che "canzoni stonate" è il titolo di un noto brano, contato dall'artista Gianni Morandi e che quindi se vuole continuare ad usare le due parole in una stessa frase, è tenuto a versare quanto dovuto alle saccocce della SIAE e soci. Inoltre la avvisiamo che qualora dovesse aggiungere qualche altro la al "la la la" da lei riportato nel suo messaggio, incorrerebbe nella violazione del diritto di autore di svariati testi di svariate canzoni.Distinti Saluti, Avv.Lup.Mannar.Gran.Figl.D.Putt. Efisio Sfintere
    • Anonimo scrive:
      Re: Prossimamente: vietato fischiare
      - Scritto da: Anonimo
      Ed ecco in anteprima per PI, le prossime
      iniziative delle major:No, andranno ben oltre. L'avevo già detto tempo fa...http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=963378&tid=962865&r=PI&p=1 :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Prossimamente: vietato fischiare
        Il fatto è questo ragazzi: se tu hai le tue canzoni e vuoi cantarle in giro (non sei iscritto alla siae nè niente) non devi pagare nulla di siae, ma semplicemente l'agibilità EMPALS (una specie di sindacato dei musicisti...più una truffa che altro).Il vero paradosso è che io che sono un autore regolarmente iscritto (costa 80 euro all'anno l'iscrizione...e ti fanno pagare qualsiasi cosa, per dire se voglio sapere l'elenco dei brani depositati SEMPLICEMENTE CON UNA MAIL devo versare 5.16 euro + iva...), una sera volevo fare un concertino gratuito per i giovani del mio paese in piazza...beh, ci credete che avrei comunque dovuto pagare la SIAE, pur suonando solo MIEI brani? Se io non fossi stato iscritto avrei potuto farlo, ma essendo iscritto non posso scegliere per quella sera di non farmi versare niente, no, bisogna versarli lo stesso, soldi che non vedrò mai più (...lo sapevate che l'80% dei proventi siae vengono versati ai 10 musicisti con il maggior numero di vendite? Le cose funzionano proprio a rovescio, casomai quelli che vendono di più dovrebbero versare a favore di quelli che vengono suonati poco, per incoraggiare la cultura...), perchè se non hai un giro mostruoso non riesci nemmeno a coprire la retta annuale, e non parliamo delle detrazioni per "spese di segreteria"...Vogliamo parlare poi del deposito dei brani? SOLO per forma cartacea, compilando il burocraticissimo modulo e allegando gli spartiti originali (due palle che non avete idea trascrivere le canzoni), con tutti i form automatici che potrebbero fare via internet, risparmiando raccomandate, tempo, alberi e incazzature.E l'assurdo per eccellenza: io, autore, non posso decidere di rendere a disposizione gratuitamente i miei brani sul mio sito web, perchè essendo iscritto devo pagare una "Licenza Multimediale" da 50 euro ogni anno, altrimenti sono fuori regola (ma rispetto a chi?? i brani sono miei!!)...inutile dire che i miei non li vedranno mai.Seriamente, sto pensando se continuare ad essere iscritto o se mi convenga piuttosto tirarmene fuori...si hanno solo svantaggi, e nel caso qualcuno ti plagi...il deposito siae non ti fa vincere la causa in automatico, è solo una prova a disposizione, ma la causa te la devi fare lo stesso...ditemi voi se noi musicisti possiamo andare avanti così, ci vorrebbe qualche avvocato con le palle che riuscisse a darci una mano.
  • Anonimo scrive:
    Pagliacci
    Gli spartiti online sono nel 99% dei casi semplici tablature tirate giù ad orecchio. Spesso sono anche sbagliate, ci sono errori, sono semplificate o persino sono sbagliate di tonalità. Se queste persone, quelle che le persone che le pubblicano (che sono anche gli autori dello "spartito", pur non essendo gli autori delle canzoni), meritano il carcere, allora anche chi trascrive sul suo sito un discorso sentito alla radio o alla tv lo merita. Se questa non è un'idiozia...
  • Anonimo scrive:
    I testi?!?
    Passi pure per gli spartiti (anche se mi sembra delirio) ma i testi mi pare maniacalmente eccessivo...quale business danneggiano? Cioè magari gli spartiti vengono rivenduti, ma io non ho mai visto libri di testi di canzoni. O meglio ne ho visti allegati agli spartiti.Per questo mi chiedo: che senso ha proibire la diffusione dei testi.
    • Anonimo scrive:
      Re: I testi?!?
      Senza contare che poi il testo lo puoi anche copiare ascoltando la canzone... che fanno, ci arrestano perchè l'ascoltiamo? :-)
      • Anonimo scrive:
        Re: I testi?!?
        - Scritto da: Anonimo
        Senza contare che poi il testo lo puoi anche
        copiare ascoltando la canzone... che fanno, ci
        arrestano perchè l'ascoltiamo? :-)Se hai una buona memoria e riesci a ricordarlo tutto, stai attento, perché rischi grosso.
        • Anonimo scrive:
          Re: I testi?!?
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Senza contare che poi il testo lo puoi anche

          copiare ascoltando la canzone... che fanno, ci

          arrestano perchè l'ascoltiamo? :-)

          Se hai una buona memoria e riesci a ricordarlo
          tutto, stai attento, perché rischi grosso.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) :D :D :D :D : : : :'( :'( :'(
        • Anonimo scrive:
          Re: I testi?!?
          - Scritto da: Anonimo
          Se hai una buona memoria e riesci a ricordarlo
          tutto, stai attento, perché rischi grosso.Chi se la ricorda questa:
  • Anonimo scrive:
    Internet sempre più povero
    Cosa resterà a 50 ? / mese ?la pubblicità
    • Anonimo scrive:
      Re: Internet sempre più povero
      In pratica il loro modello è proprio la televisione. Una cornice quasi gratis, comunque a buon prezzo, in cui ti presentano tutta la merda che puoi comprare da loro ma a pagamento. Questo, immagino, nei loro piani sarà internet gratis.Oggi ho cestinato l'ennesima pesante busta di merda inviatami da quelli di SKY nella speranza di allettarmi. E non l'ho nemmeno aperta prima.
      • Anonimo scrive:
        Re: Internet sempre più povero
        - Scritto da: Anonimo
        In pratica il loro modello è proprio la
        televisione. Una cornice quasi gratis, comunque a
        buon prezzo, in cui ti presentano tutta la merda
        che puoi comprare da loro ma a pagamento. Questo,
        immagino, nei loro piani sarà internet gratis.

        Oggi ho cestinato l'ennesima pesante busta di
        merda inviatami da quelli di SKY nella speranza
        di allettarmi. E non l'ho nemmeno aperta prima.E hai fatto più che bene! Che se la mangino loro la loro merda!
  • Anonimo scrive:
    PAZZI
    Sono soltanto dei pazzi. Rinchiudeteli TUTTI e buttate via la chiave, per favore
    • Anonimo scrive:
      Re: PAZZI
      Ma poi: capisco ancora gli spartiti(o per meglio dire: trovo assurdo anche fare tutto questo caos per degli spartiti,ma un debolissimo filo logico riesco ancora a intravederlo),ma per i testi proprio no,soprattutto perchè spesso non si trovano nemmeno nei booklet dei cd.Cosa pretendono,che si paghino anche quelli(oltre al costo del cd)? Se si,che ci facciano curare: capisco raccontarsi qualche frottola e fare finta di crederci,ma qui si tratta di non vivere nella realtà,il che è molto grave.Comunque sarebbe ora di dare una bella regolata al diritto d'autore: non può essere l'unico diritto al mondo che si espande praticamente all'infinito e che non viene controbilanciato dagli interessi delle altre persone(in parole povere: non è possibile che nel contrasto tra un qualunque diritto di un utente e il diritto d'autore,sia SEMPRE il diritto dell'utente a soccombere).
      • Anonimo scrive:
        Re: PAZZI
        Sono d'accordo, soprattutto mi sembra che le major (sebbene abbiano ragione, almeno in parte, sul P2P) possano fare gli sceriffi come meglio credono senza che nessuno, stato in primis, si opponga.Insomma, non c'era l'autorità giudiziaria? Che fine ha fatto?
Chiudi i commenti