Traffico pornopedofilo sotto assedio

L'ultima operazione delle forze dell'ordine sembra dimostrare che per gli italiani che comprano o smerciano immagini e altri materiali illeciti in rete c'è sempre meno spazio


Roma – Un assedio che senza tregua dà battaglia al traffico di immagini pedopornografiche, quelle stesse immagini che in Italia e altrove costituiscono un business plurimiliardario. Questo è quanto le forze dell’ordine italiane stanno dimostrando di voler portare avanti. Lo hanno fatto con l’annuncio nel week-end di un megablitz che rientra nell’operazione “Clean Web” che va avanti da più di un anno.

In questa fase dell’operazione della Polizia Postale di Catania, ci si è concentrati sull’identificazione delle persone coinvolte nella diffusione online del materiale pornopedofilo tramite scambio e vendita di immagini illecite. Soggetti che in qualche caso sarebbero anche responsabili di aver tentato di avvicinare minori via internet.

Nei giorni scorsi sono dunque stati compiuti due arresti, ma sette sono i soggetti individuati dalle ordinanze di custodia cautelare emesse dal Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Caltagirone.

Il tutto è stato condito da un centinaio di perquisizioni in case di privati e aziende avvenute in tutta Italia e che hanno consentito di rinvenire migliaia di compact disc e altri supporti contenenti immagini di pornografia minorile, di sequestrare centinaia di personal computer utilizzati per raccogliere e masterizzare quelle immagini e di scoprire molte decine di videocassette contenenti materiale pornopedofilo.

In rete l’azione degli investigatori si è concentrata nello studio dei meccanismi di diffusione delle immagini, scambio e vendita che avvenivano attraverso numerosi siti. Dopo la scansione di quasi 8mila siti e alla verifica di più di 50mila immagini si è giunti al sequestro di 33 spazi web.

Sul tema del traffico pornopedofilo in rete è a disposizione il canale Pedofilia e Rete di Punto Informatico.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Non avete capito niente!!
    Da tutto quel discorsone, io mi traggo le conclusioni che palladium è una grandissima stupidata, perchè non serve assolutamente a nulla. Se un utente può infatti dire ad un virus "sì, parti" / "no, non partire", è chiaro che molti di quei virus partiranno. I dial-up ne sono una prova: in tantissimi siti appare la scrittina "scaricare ed installare il programmino". E se ci sono state diverse denunce è perchè molti hanno premuto "si"....Se palladium si limitasse a questo, cosa l'hanno fatto a fare ?E poi non penso proprio che la cara ms nn pensi di prelevare alcune info sulle nostre abitudini come penso gia faccia con i suoi bast*** explorer, messenger ed outlook (che, guardacaso) non possono essere disinstallati dal sistema
  • Anonimo scrive:
    Re: Non avete capito niente!!
    Colpisce l'importanza che Microsoft attribuisce al marketing. Addirittura incaricare alcune persone di fare controinformazione sui forum! Ero a conoscenza del fatto che un reparto della MS e' incaricato di relazionare in merito alle reazioni dell'utenza a Palldium/DRM, ecc. ma a quanto pare si sta passando al contrattacco. Piuttosto astuto, ma vedremo se funzionera'. Poi il problema e' che i galoppini MS si riconoscono sempre dal fatto che trattano l'utente come uno stolto: infatti negano l'evidenza.Saluti.Prospero
    • Anonimo scrive:
      Re: Non avete capito niente!!
      - Scritto da: Anonimo
      Colpisce l'importanza che Microsoft
      attribuisce al marketing. Addirittura
      incaricare alcune persone di fare
      controinformazione sui forum! Ero a
      conoscenza del fatto che un reparto della MS
      e' incaricato di relazionare in merito alle
      reazioni dell'utenza a Palldium/DRM, ecc. ma
      a quanto pare si sta passando al
      contrattacco. Piuttosto astuto, ma vedremo
      se funzionera'. Poi il problema e' che i
      galoppini MS si riconoscono sempre dal fatto
      che trattano l'utente come uno stolto:
      infatti negano l'evidenza.
      Saluti.
      ProsperoScusa, non ho capito bene una cosa : stai dicendo che sono io il galoppino ms di cui parli? se si, dov'è che nego l'evidenza, dato che ho solo chiesto un confronto in pure stile accademico? e poi quale evidenza? per quanto ho letto io dalle specifiche l' evidenza è che stavolta sono Stallman & C a fare i furbi raccontando menzogne su tcpa e palladium per gettare discredito su ms. E questo a parte il fatto che a me personalmente farebbe pure piacere se, con questa mossa, riuscissero a far fare a ms un altro passo verso il rilascio dei loro prodotti in open-source. In ogni caso lo scopo del mio appello è limitato alla questione delle caratteristiche di tcpa e palladium e ciò che consentirebbero di fare in quanto tali. Se vuoi partecipare sei il benvenuto e, anzi, ti ringrazio di ciò, però ti prego di portare esempi pratici e/o precisi riferimenti alla documentazione tecnicaQuasar
    • Anonimo scrive:
      Re: Non avete capito niente!!

      Colpisce l'importanza che Microsoft
      attribuisce al marketing. Addirittura
      incaricare alcune persone di fare
      controinformazione sui forum! Ero a
      conoscenza del fatto che un reparto della MS
      e' incaricato di relazionare in merito allema chi sei? 006eduefigure?ma vatti a nasconderecioe', uno ti spiega in 200 righe cosa ne pensa di TCPA e tupensi davvero che buttando il sospetto che sia un "spia" MSpotresti essere piu' credibile di lui?fai uno sforzo, e cerca di esporre il tuo punto di vistaspiegaci perche' il tizio piu' sopra si sbaglia...a me interessa saperlo...
      • Anonimo scrive:
        Re: Non avete capito niente!!
        - Scritto da: Anonimo

        a me interessa saperlo...
        Ciao.Se ti interessa, la mia personale campagna si è spostata su altri thread in altro forum, anche se, in seguito alle argomentazioni altrui, affronta più questioni di licenza che non questioni tecniche. Se sei interessato puoi cominciare a leggere dai seguenti linkhttp://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=389703http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=389987http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=389991http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=389719Se invece preferisci mantenere la discussione su argomenti prettamente tecnici (come da mia intenzione iniziale), è meglio restare "di qua" che è un forum ormai non più frequentatoQuasar
  • Anonimo scrive:
    Re: Non avete capito niente!!
    E' arrivato zorro! e secondo te centinaia di milioni di persone in tutto il mondo avrebbero preso una cantonata?? e tu saresti il depositario del verbo?? vattene a Redmond crumiro....
    • Anonimo scrive:
      Re: Non avete capito niente!!
      - Scritto da: Anonimo
      E' arrivato zorro! e secondo te centinaia di
      milioni di persone in tutto il mondo
      avrebbero preso una cantonata?? e tu saresti
      il depositario del verbo?? vattene a Redmond
      crumiro........sei solo un troll, è da premettere che non sono Quasardopo una spiegazione su suoi punti di vista tu lo liquidi con 5 righe mal documentate gente come te farebbe bene a non postare su questi forum.
    • Anonimo scrive:
      Re: Non avete capito niente!!

      E' arrivato zorro! e secondo te centinaia di
      milioni di persone in tutto il mondoquali centinaia di milioni di persone?dove le vedi?
      avrebbero preso una cantonata?? e tu saresti
      il depositario del verbo?? vattene a Redmond
      crumiro....chi lo e' depositario del verbo?penso nessuno nel mondo terreno...invece di dare del krumiro, spiegami perche' lui si sbaglierebbee senza leggere i discorsi di stallman per favore...prendi la documentazione su tcpa.org e mi dici "vedi da questo estratto si capisce che hai detto una cazzata"Stallman e' un altro che crede di essere lui il verbo...non gli date troppo retta...
  • Anonimo scrive:
    Viva palladium....con la nebbia....
    A questo punto mettono a disposizione le specifiche del sistema.....mi chiedo quanto ci metterà ad uscire un chip da schiaffare sulla mother board ( un po' alla playstation....) che mandi a vendere il pesce al sicurissimo sitema Palladium.Oppure un crack software.....Bè vorra' dire che giocheremo tutti a Gran turismo 3 su PCAmo il vecchio Bill (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva palladium....con la nebbia....
      a me sta cosa mi sa di una cacata monumentale ... ci controllano anke quello che installiamo ??? Se io voglio installare lo screen saver di Selen non posso se non cè la firma digitale ??? boh ma che razza di idee..."Con Palladium sarete al sicuro da Virus, Trojan, Spyware..."ma chi ci proteggerà dalla Microsoft ?? Super Ciccio Farina ???boh intanto visitate il sito ufficiale www.supercicciofarina.lol
  • Anonimo scrive:
    Bravo! Ridi ora che dopo saranno dolori!
    Parli di Mod Chips? Ti rendi conto che la certificazione (che sarà Hardware e non Software) di Palladium non si limiterà ad un solo componente, ma a tutto l'insieme!Dovresti quindi avere un fantomatico mod-chip per la MoBo, uno per la GPU, uno per la CPU, uno per ogni banco RAM, uno per la scheda audio, uno per ogni HD, e via dicendo...... aprite gli occhi gente!!!!!PS: Intanto la Apple ha presentato il G5... :-)http://www.apple.it/powermac/e qui inizio a ridere io di tutti quei winZOZZ-assuefatti.
  • Anonimo scrive:
    Re: Modchip antipalladium + montaggio 25 eur
    Bravissimo...:-) ....solo che io non mi fido.....uso le vecchie cpu!
  • Anonimo scrive:
    Re: trustwhorty computing
    - Scritto da: Anonimo
    IMHO è un pc che:

    -E' stabile, stabile, stabile....e inoltre,
    stabile.Mah, questa è solo l'intenzione, ma non lo scopo primario,che è impedire la pirateria
    -Se si pianta o rallenta paurosamente, mi dà
    la possibilità di vedere immediatamente
    perchè e in che modo (libreria e chiamata
    che hanno provocato il guaio)Ma non doveva essere stabile? Vuoi che ti faccia scoprire cosa ci gira sotto?
    -Ha un doppio bios, in modo tale che, anche
    in caso di errori nell'upgrade, non devo
    buttere la MB (sarebbe bello venisse fornito
    di serie il kit di sviluppo per programmarsi
    il bios da soli..:-D )Sono ANNI che le mb gigabyte hanno una copia delbios in una rom non scrivibile
    -Mi avverte se qualche programma fa qualcosa
    che non voglio (e devo poter specificare in
    modo chiaro e veloce cosa voglio e non
    voglio che venga fatto in automatico).Ti dirà: non faccio partire il programma tot perchè non è autorizzato (openoffice non andrà giù al pc, probabilmente)Non ti dirà: win longhorn sta raccogliendo informazioni suifilm in dvd che hai visto e li rivenderà a società i marketing
    -Non salva nulla in posti strani, non ha
    assolutamente memoria di cosa ho fatto ieri,
    a meno che non sia io a dirglielo, e anche
    in quel caso devo potergli dire dove salvare
    la "memoria"Vuol dire che non troverai più la tua tesi?che cancellerà tutti i cookies?Esista il tasto "cancella cronologia"
    -Se cancello una cosa (magari con
    shift+ctrl+canc per esempio), è cancellata,
    andata, perduta, eliminata. Neanche i
    marziani e il signor Spock devono poterla
    recuperare, neanche in 10 anni di lavoro.Sono ANNI che esiste questa roba
    -Se sono in rete, devo poter configurare
    tutto al volo...come vedere la pagina, quali
    carateristiche della pagina voglio che
    funzionino e quali no eccecc....Cioè? Vuoi dire che avrai le pagine personalizzate"benvenuto mario rossi"? Spiegati
    -Se sono in rete, devo poter sapere in ogni
    momento che informazioni sto trasmettendo e
    a chi.Vuoi che ti dica: "al fine di prevenire le attività terroristichela NSA sta scandagliando il tuo pc alla ricerca di progettidi attentati e bombe?
    -varie ed eventuali
    Amen.Andate in pace.Mon amì, ti stai facendo vendere acqua calda per whisky...
  • Anonimo scrive:
    domestichezza??
    ...e cos'è un cane? non intendeva l'autore forse dimestichezza? ...bha...
  • Anonimo scrive:
    Re: @dium?E chi se ne frega... passo a MAC!!
    - Scritto da: Anonimo
    Come da oggetto.Apple e' nel TCPA
    • Anonimo scrive:
      Re: @dium?E chi se ne frega... passo a MAC!!
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Come da oggetto.

      Apple e' nel TCPANon è VERO!!! NON C'E'!!!ECCO!http://www.trustedcomputing.org/tcpaasp4/members.asp
    • Anonimo scrive:
      Re: @dium?E chi se ne frega... passo a MAC!!
      La smettiamo di scrivere cavolate infondate?
  • Anonimo scrive:
    Re: Curioso notare che...
    - Scritto da: Anonimo
    il sito del Trusted Computing
    (www.trustedcomputinggroup.org) usa LINUX e
    prodotti OPEN SOURCE!

    http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www

    The site www.trustedcomputinggroup.org is
    running Zope/(Zope 2.6.1 (source release,
    python 2.1, linux2), python 2.1.3, linux2)
    ZServer/1.1b1 behind a computer running
    Linux.


    :Dbeh... sarà una loro scelta, o magari si sono rotti le scatole di tutti gli attacchi terroristici dei lamer linari.
  • Anonimo scrive:
    trustwhorty computing
    IMHO è un pc che:-E' stabile, stabile, stabile....e inoltre, stabile.-Se si pianta o rallenta paurosamente, mi dà la possibilità di vedere immediatamente perchè e in che modo (libreria e chiamata che hanno provocato il guaio)-Ha un doppio bios, in modo tale che, anche in caso di errori nell'upgrade, non devo buttere la MB (sarebbe bello venisse fornito di serie il kit di sviluppo per programmarsi il bios da soli..:-D )-Mi avverte se qualche programma fa qualcosa che non voglio (e devo poter specificare in modo chiaro e veloce cosa voglio e non voglio che venga fatto in automatico).-Non salva nulla in posti strani, non ha assolutamente memoria di cosa ho fatto ieri, a meno che non sia io a dirglielo, e anche in quel caso devo potergli dire dove salvare la "memoria"-Se cancello una cosa (magari con shift+ctrl+canc per esempio), è cancellata, andata, perduta, eliminata. Neanche i marziani e il signor Spock devono poterla recuperare, neanche in 10 anni di lavoro.-Se sono in rete, devo poter configurare tutto al volo...come vedere la pagina, quali carateristiche della pagina voglio che funzionino e quali no eccecc....-Se sono in rete, devo poter sapere in ogni momento che informazioni sto trasmettendo e a chi.-varie ed eventualiAmen.
  • webalex scrive:
    Re: Viva palladium...
    - Scritto da: Anonimo
    ... e tutti i membri del Trusted Computing
    Group:
    http://www.trustedcomputinggroup.org/about/me

    così vi passa la voglia di piratare e
    considerarlo quasi un dirittoMa per piacere..... non capisci un tubo..... Palladium non ha solo a che fare con il piratare ma con la tua liberá personale.... se te non la vuoi affari tuoi ma molta gente ci tiene sai a quella "cosa lí" (in termini m$ non c'é un vocabolo adatto he he)
    • Anonimo scrive:
      Re: Viva palladium...
      - Scritto da: webalex

      - Scritto da: Anonimo

      ... e tutti i membri del Trusted Computing

      Group:


      http://www.trustedcomputinggroup.org/about/me



      così vi passa la voglia di piratare e

      considerarlo quasi un diritto

      Ma per piacere..... non capisci un tubo.....
      Palladium non ha solo a che fare con il
      piratare ma con la tua liberá personale....
      se te non la vuoi affari tuoi ma molta gente
      ci tiene sai a quella "cosa lí" (in termini
      m$ non c'é un vocabolo adatto he he)con palladium sarai libero di fare tutto ciò che vuoi, tranne scroccare illegalmente... (o magari sarà solo un po' più difficile)... il vostro è solo un pregiudizio di parte a sfondo politico
      • webalex scrive:
        Re: Viva palladium...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: webalex



        - Scritto da: Anonimo


        ... e tutti i membri del Trusted
        Computing


        Group:





        http://www.trustedcomputinggroup.org/about/me





        così vi passa la voglia di piratare e


        considerarlo quasi un diritto



        Ma per piacere..... non capisci un
        tubo.....

        Palladium non ha solo a che fare con il

        piratare ma con la tua liberá
        personale....

        se te non la vuoi affari tuoi ma molta
        gente

        ci tiene sai a quella "cosa lí" (in
        termini

        m$ non c'é un vocabolo adatto he he)

        con palladium sarai libero di fare tutto ciò
        che vuoi, tranne scroccare illegalmente...
        (o magari sarà solo un po' più difficile)
        ... il vostro è solo un pregiudizio di parte
        a sfondo politico....ehm scusa ma a questo punto mi sorge un dubbio.... tu lo sai leggere l'italiano? O_o
  • webalex scrive:
    Re: Meglio palladium della GPL...
    - Scritto da: Anonimo
    ... la quale sta recando un enorme danno
    economico mondiale (per ultima la MS)...Seee come no? Hai dati o ci riempiamo la bocca di zozzate? :-)

    tuttavia chi non vuole longhorn non lo
    installa... ma a quanto pare tutte le paure
    di questo forum fanno presupporre che
    l'utilizzo di linux non è del 3% ma bensì
    dello 0,0001% ... e nessuno vuole staccarsi
    da windows...

    pensavo ci fossero + linari in questo
    sito... ma evidentemente ci sono (come già
    supponevo) solamente dei lamer che tengono i
    9 cd della red-hat senza mai installarli e
    solo per farli vedere agli amici...Facciamo cosí.... tu ti tieni Palladium e io Linux..... poi vediamo chi ride ... ha ha hah
  • Anonimo scrive:
    Re: I cinesi già si fregano le mani....
    CASA AL BAAAAAAAAAAAARDOVE TI PAAAAAAAAAAAAAAAARMEGLIO UN CYNAAAAAAAAAAAAAAAAARHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
    • Anonimo scrive:
      Re: I cinesi già si fregano le mani....
      - Scritto da: Anonimo
      A CASA AL BAAAAAAAAAAAAR
      DOVE TI PAAAAAAAAAAAAAAAAR
      MEGLIO UN CYNAAAAAAAAAAAAAAAAAR

      HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAbravo, adesso con linux hai imparato e fare copy and paste......ora vai a nanna
  • Anonimo scrive:
    I cinesi già si fregano le mani....
    I lettori DVD giapponesi ed europei non leggevano i cd-r e i dvd-r.I cinesi non avevano voglia di pagare i diritti per i DVD e si sono inventati i SVCD.I lettori DVD cinesi leggono di tutto, cd-r, dvd-r, mp3, ecc.I giapponesi e gli europei si sono dovuti adeguare.I cinesi sono i MAGGIORI PRODUTTORI MONDIALI di hardware...Qualcuno pensa che non abbiano la tecnologia per produrre cpu... in realtà per il momento non è conveniente, chi adesso vorrebbe una cpu che non fosse Intel o AMD?Ma tra un po'...
  • Anonimo scrive:
    Re: Curioso notare che...
    Un po come alla M$ dove si dice che sui server di importanza vitale ci schiaffino unix (FreeBSD e vari...), tanto all'utente ciollone rivendono winzozz2003 server
    • Ekleptical scrive:
      Re: Curioso notare che...

      Un po come alla M$ dove si dice che sui
      server di importanza vitale ci schiaffino
      unix (FreeBSD e vari...), tanto all'utente
      ciollone rivendono winzozz2003 serverUn po' come il sito di Richard Stallman che funzionava sotto BSD fino a 2 mesi fa e poi ci sparava a zero anche sulla loro licenza.
      • Anonimo scrive:
        Re: Curioso notare che...
        http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=385938
      • Anonimo scrive:
        Re: Curioso notare che...

        Un po' come il sito di Richard Stallman che
        funzionava sotto BSD fino a 2 mesi fa e poi
        ci sparava a zero anche sulla loro licenza.Il sito si Stallman funzionava sotto BSD ? Ah! ecco perchè funzionava SEMPRE, non come certi server con winzozz che stanno giù per ore e ore...E poi... ammetterai che un conto (Stallman) è non essere d'accordo con una licenza e apprezzare un prodotto, altra cosa (M$) è sparare a zero su unix e poi usarlo pur essendo il maggior produttore di sistemi operativi al mondo
    • Anonimo scrive:
      Re: Curioso notare che...
      - Scritto da: Anonimo
      Un po come alla M$ dove si dice che sui
      server di importanza vitale ci schiaffino
      unix (FreeBSD e vari...), tanto all'utente
      ciollone rivendono winzozz2003 serversi dice...? Quindi non sei sicuro...?...infatti tutte le pagine in microsoft.com (e siti satelliti) sono i asp e aspX (.NET)... roba che il pinguino moribondo può solo sognare.
      • webalex scrive:
        Re: Curioso notare che...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Un po come alla M$ dove si dice che sui

        server di importanza vitale ci schiaffino

        unix (FreeBSD e vari...), tanto all'utente

        ciollone rivendono winzozz2003 server

        si dice...? Quindi non sei sicuro...?
        ...infatti tutte le pagine in microsoft.com
        (e siti satelliti) sono i asp e aspX
        (.NET)... roba che il pinguino moribondo può
        solo sognare.Aha ha ha l'asp che linguaggio ridicolo!Ma usino php che é pure piú veloce!
  • Anonimo scrive:
    Curioso notare che...
    il sito del Trusted Computing (www.trustedcomputinggroup.org) usa LINUX e prodotti OPEN SOURCE!http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www.trustedcomputinggroup.orgThe site www.trustedcomputinggroup.org is running Zope/(Zope 2.6.1 (source release, python 2.1, linux2), python 2.1.3, linux2) ZServer/1.1b1 behind a computer running Linux.:D
  • Anonimo scrive:
    @dium?E chi se ne frega... passo a MAC!!
    Come da oggetto.
  • Anonimo scrive:
    Re: Viva palladium...
    CASA AL BAAAAAAAARDOVE TI PAAAAAAAAAAAARMEGLIO UN CYNAAAAAAAAAAARHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA
  • Anonimo scrive:
    Viva palladium...
    ... e tutti i membri del Trusted Computing Group:http://www.trustedcomputinggroup.org/about/members/così vi passa la voglia di piratare e considerarlo quasi un diritto
  • Anonimo scrive:
    Re: Meglio palladium della GPL...
    winzozzaro utonto
  • Anonimo scrive:
    Re: Modchip antipalladium + montaggio 25 eur
    - Scritto da: Anonimo

    13/4/2005

    Disponibili i nuovi Modchip per motherboard
    Palladium :

    FottiBill 3.0

    bypassa Fritz, supporta modalita' sicura/non
    sicura, visibile o stealth, blacklist
    personalizzate, disattivabile via Bios,
    aggiornabile via software, permette la
    riproduzione di Mp3, Divx, software non
    certificato.

    Sfrutta il BootBug#2 dell' architettura
    palladium.
    Funziona su tutte le MB Palladium-ready
    comprese le nuove intel DataFortress

    Richiede 8 saldatureok... adesso installati quel fottutissimo pinguino free e non rompere più i coglioni
  • Anonimo scrive:
    Meglio palladium della GPL...
    ... la quale sta recando un enorme danno economico mondiale (per ultima la MS)...tuttavia chi non vuole longhorn non lo installa... ma a quanto pare tutte le paure di questo forum fanno presupporre che l'utilizzo di linux non è del 3% ma bensì dello 0,0001% ... e nessuno vuole staccarsi da windows...pensavo ci fossero + linari in questo sito... ma evidentemente ci sono (come già supponevo) solamente dei lamer che tengono i 9 cd della red-hat senza mai installarli e solo per farli vedere agli amici...
  • Anonimo scrive:
    Modchip antipalladium + montaggio 25 eur
    13/4/2005Disponibili i nuovi Modchip per motherboard Palladium :FottiBill 3.0 bypassa Fritz, supporta modalita' sicura/non sicura, visibile o stealth, blacklist personalizzate, disattivabile via Bios, aggiornabile via software, permette la riproduzione di Mp3, Divx, software non certificato.Sfrutta il BootBug#2 dell' architettura palladium.Funziona su tutte le MB Palladium-ready comprese le nuove intel DataFortressRichiede 8 saldature
  • webalex scrive:
    Re: Ma scusate...
    - Scritto da: Anonimo
    Se proprio non potete rinunciare a Windows,
    disabilitate il Palladium, vi COMPRATE
    Longhorn e usate i programmi che usate
    adesso (è sempre Windows... non cambiano
    mica i programmi).1) Quindi niente piú programmi aggiornati (palladium based)2) Solo nella prima implementazione sará possibile disabilitarlo... giusto per abituarsi pian pianino.... (insomma se te lo mettono da dietro almeno hanno il buon senso di farlo senza colpi secchi.... che carucci.....)

    L'unica cosa che controlla il Palladium
    quando è disabilitato è il seriale di Win...
    quindi basta avere solo quello originale al
    100%Chiamalo poco in un mondo che usa win piratato. Passate ad altro!

    Poi potete continuare a rippare, installare
    Office XP (visto che non è palladium ready)
    piratato e tutto quello che volete.Spiacente non é possibile.

    Altrimenti passate a Linux cosi siete tutti
    contenti (se il software non "chiama" il
    palladium non puo funzionare...).Sempre che il processore lo supporti.... speriamo....

    P.s. Toglietevi dalla testa che loro possono
    "lanciare" delle chaimate da remoto... deve
    essere il software a chiamare palladium.Esistono "chiavi" che danno certificazione su cosa puoi leggere/vedere/usare sul computer e cosa no. E le chiavi sono in locale.Bye
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma scusate...
    Si può disattivare Frtiz? (il cuore di Paladium, quello che controlla quello che bisogna e nn bisogna fare)"Certo - a meno che il tuo amministratore di sistema abbia configurato la macchina in modo che il TCPA sia vincolante - è sempre possibile disattivarlo. E' possibile utilizzare il PC con i privilegi di amministratore ed utilizzare applicazioni non sicure. C'è un caso in cui, però, non è possibile spegnere Fritz. Non puoi far si che esso ignori il software pirata. Anche se esso è informato che il PC si sta avviando in un modo non considerato sicuro, esso continua a controllare che il sistema operativo non sia nella lista di disabilitazione dei numeri seriali revocati. Questo aspetto ha implicazioni legate alla sovranità nazionale. Se Saddam fosse stupido abbastanza da aggiornare i suoi pc per far si che utilizzino il TCPA, allora il governo americano sarà in grado di inserire nella black list le sue licenze di windows e quindi spegnergli i PC al momento della prossima guerra. Avviare il sistema in modalità non sicura non servirebbe molto. Egli dovrebbe tirar fuori le vecchie copie di Windows 2000, passare a GNU/linux, o trovare un modo per isolare il chip Fritz dalle sue schede madri senza romperle. "
  • Anonimo scrive:
    E se non mi connetto in rete?
    scusate ma se agg. il sistema comprando un palladium e uso il vecchi per connettermi ad internet (non serve un processore potente per quello) ed il computer nuovo non lo connetto palladium o non palladium come fa a controllare se sto usando un programma copiato????
  • Anonimo scrive:
    Ma scusate...
    Se proprio non potete rinunciare a Windows, disabilitate il Palladium, vi COMPRATE Longhorn e usate i programmi che usate adesso (è sempre Windows... non cambiano mica i programmi).L'unica cosa che controlla il Palladium quando è disabilitato è il seriale di Win... quindi basta avere solo quello originale al 100%Poi potete continuare a rippare, installare Office XP (visto che non è palladium ready) piratato e tutto quello che volete.Altrimenti passate a Linux cosi siete tutti contenti (se il software non "chiama" il palladium non puo funzionare...).P.s. Toglietevi dalla testa che loro possono "lanciare" delle chaimate da remoto... deve essere il software a chiamare palladium.
  • Anonimo scrive:
    Re: PAURAAAAAAAAA
    - Scritto da: Anonimo
    merda,
    ho appena ordinato un Acer TM800lci con
    Intel Centrino dentro... che è palladium
    ready.... mi sa che sono un bel po'
    fottuto!!!!

    Oh merd.Disdici l'ordine ;)Ciao!
  • Anonimo scrive:
    PAURAAAAAAAAA
    merda,ho appena ordinato un Acer TM800lci con Intel Centrino dentro... che è palladium ready.... mi sa che sono un bel po' fottuto!!!!Oh merd.
  • Anonimo scrive:
    voglio capire
    Ho cercato di farmi un'idea della questione Palladium/tcpa ma trovo solo molta confusione.Oggi se non mi stanno bene i programmi, contratti, le licenze di MS o di altri mi installo il mio bel Linux e mi cerco i miei software alternativi. Posso avere problemi con alcune applicazioni e alcuni formati ma il mio computer fara' il suo lavoro se trovo il software che fa quello che voglio io.Con Palladium che succede? Ho un sistema che si fa i fatti miei su istruzioni di altri, giusto? Allora io dico, ci do una bella ripulita e cosi' sono a posto. Ma se e' implementato a livello hardware non posso fregarlo semplicemente installando Linux. Mi trovo con una macchina handicappata?E' questo che non riesco a capire.Se mi scrivo il programmino o scarico un freeware dalla rete quello funziona o no?Voglio dire qualunque protezione software puo' essere aggirata usando un software diverso, ma se questi vanno a toccare l'hardware mi fregano. O no?Niente guerre di religione, per favore, sto cercando di capire.
    • Anonimo scrive:
      Re: voglio capire
      - Scritto da: Anonimo

      Ho cercato di farmi un'idea della questione
      Palladium/tcpa ma trovo solo molta
      confusione.
      Oggi se non mi stanno bene i programmi,
      contratti, le licenze di MS o di altri mi
      installo il mio bel Linux e mi cerco i miei
      software alternativi. [cut]
      Niente guerre di religione, per favore, sto
      cercando di capire.In realta' molti stanno cercando di capire.Guarda, io ho cercato di documentarmi sull'argomento, ma ora come ora (accetto volentieri smentite) non e' ancora del tutto chiaro come funzionera' Palladium.Di sicuro l'obiettivo primario e' il DRM (che e' cosa diversa ma IMHO strettamente legata). Si deve pensare che mentre noi pensiamo all'oggi e al domani dentro a MS, alle major discografiche e in tante altre grandi compagnie si pensa al domani l'altro ... intendo alla connettività di massa a banda larga, soprattutto in fibra ottica. Solo in Italia quasi tutte le grandi citta' sono gia' cablate. Il tutto, semplicemente, non e' operativo perche' mancano le centrali, le connessioni finali, ecc. ecc., che io sappia solo alcuni quartieri di Milano e Torino (credo anche Roma) possono accedere alla fibra ottica (parlo di utenza consumer). Da quello che ho sentito si arrivera' alla connettività reale di massa - gradualmente - negli anni 2007-2009. Forse prima. Probabilmente sara' cosi' anche negli altri paesi industrializzati. Ora, credo che tutti voi siate consapevoli di quello che significa dare alla massa dell'utenza consumer la fibra ottica ... pensateci [...] ci avete pensato? Bene, ora capite il concetto di DRM (digital right management). Ovviamente l'inizio (di Palladium) sara' molto soft, tanto per usare un paragone volgare ma significativo, verra' usata tanta tanta vaselina. Vi renderete conto (e dico "Vi" perche' io non ho intenzione di farmi fottere in questa maniera e ho gia' preso le mie contromisure) che l'avrete preso in quel posto solo molto tardi, diciamo fra 2-3 anni. I PC verrano trasformati, gradualmente, in docili decoder goldbox, molti utenti all'inizio non se ne accorgeranno e sembrerà normale che sia il PC e non l'utente a decidere quali file possono o meno essere eseguiti e che il sistema si aggiorni in remoto di sua sponte.Se vi piace tutto questo, bene (per voi) se non vi piace, adesso è il momento di preparasi a dire "no".Ma non ho risposto al nostro amico: mi dispiace, non posso fornirti le spiegazioni che cerchi. Ufficialmente è stato detto che Palladium non potra' in alcun modo impedire di funzionare a sistemi operativi o a software non certificati. Solo che, per farlo, dovrai disabilitarlo da bios, cosa assolutamente innocua all'inizio, ma quando il 90% dei software commerciali e il 100% dei software di autenticazione (bancari ecc,) gireranno solo in presenza di Palladium cio' servira' a ben poco. Un PC senza connettivita' e' un PC castrato, oramai.Si tratta di non arrivare a quel punto.Prospero
      • Anonimo scrive:
        Re: voglio capire
        - Scritto da: Anonimo
        tanta vaselina. Vi renderete conto (e dico
        "Vi" perche' io non ho intenzione di farmi
        fottere in questa maniera e ho gia' preso le
        mie contromisure) che l'avrete preso in quel
        posto solo molto tardi, diciamo fra 2-3
        anni. I PC verrano trasformati,
        gradualmente, in docili decoder goldbox,e quali sarebbero le contromisure?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ah ah ah! Ma dai su...

    2. Palladium FUNZIONA e non si riesce a
    bypassarlo. Risultato: il mercato
    dell'informatica, dall'hardware al software
    CROLLA letteralmente, nessuno compra più
    hardware in quanto è ovvio che il continuo
    evolversi dell'hw è dato dall'evoluzione del
    software ma se il sw di ultima generazione
    non si diffonde in modo capillare (e volenti
    o nolenti questo è possibile SOLO grazie
    alla pirateria) l'hw di ultima generazione
    non sfonda e la crescita si arresta. Questo è molto probabile, con la gente che ha in tasca sempre meno soldi.
    A questo punto il consorzio Palladium si
    sfalda e si torna alla situazione di oggi,
    con le multinazionali che da fuori si
    alleano alla BSA e di nascosto spingono la
    pirateria...Questo non ce lo vedo proprio
    Conclusione: Palladium è solo un pretesto
    per farsi pubblicità e diffondere l'opinione
    che la trustwhorty computing funziona
    davvero...Secondo me è necessario sapere quanta parte dei guadagni delle software house deriva dall'utenza domestica e quanta parte deriva dall'utenza professionale (uffici,aziende...)Se le vendite maggiori derivano dall'utenza domestica, allora palladium è destinato a fallire miseramente, non ce lo vedo uno che si compra il PC nuovo e non può ascoltarsi mp3, vedere films e che deve finire in bancarotta per comprarsi office.Se la parte del leone, invece, viene fatta dalle aziende allora c'è da sperare che qualche produttore hardware, vedendo l'affare dell'utenza domestica, produca hardware non palladium.
  • cutler scrive:
    E i programmatori?
    Premetto che io non sono un programmatore.A quanto ho capito i programmatori non dovranno più scrivere solo il codice che serve a far funzionare i loroprogrammi, ma anche quello per interfacciarsi con Palladiume per chiedere il permesso di girare.Il tutto si tradurrà in un maggior numero di ore per losviluppo -
    un maggior costo per le licenze.Inoltre immagino che per questo bisognerà pagare la MSSe ci sono programmatori in linea, dicano la loro.
    • Anonimo scrive:
      Re: E i programmatori?

      A quanto ho capito i programmatori non
      dovranno più
      scrivere solo il codice che serve a far
      funzionare i loro
      programmi, ma anche quello per
      interfacciarsi con Palladium
      e per chiedere il permesso di girare.No, è sufficiente interpellare le API che si interfacciano a Palladium per sapere se il sistema è certificato. Se lo è, si prosegue, se no si esce... Direi ad occhio tra le 5 e le 10 righe di codice. 10 minuti al massimo per programma.
      Inoltre immagino che per questo bisognerà
      pagare la MSPerchè mai? Non mi pare di aver mai visto delle API a pagamento...
      Se ci sono programmatori in linea, dicano la
      loro.Fatto
      • Anonimo scrive:
        Re: E i programmatori?
        Beh... io sviluppo in java per cui immagino che uscira' una libreria che supporti metodi per interfacciarsi con questo dannato palladium. E siccome alcuni dei miei clienti hanno winzozz immagino che in futuro avranno palladium. E saro' quindi COSTRETTO a implementare certi controlli sul mio software, anche se la mia volonta' e' certamente contraria a un tale sistema.Resta da dire che se avessi liberta' di scelta opterei per NON utilizzare palladium nemmeno da lontano.
    • Anonimo scrive:
      Re: E i programmatori?
      la certificazione si dovrà pagare (e penso profumatamente) e probabilmente ad ogni release. IMHO questo implicherebbe:1) una proliferazione del software baccato2) la scomparsa di programmatori free lance e delle piccole software house o il loro assorbimento dalle grandi case3) la ghettizzazione dei progetti liberi open source che si basano sull'autofinanziamento e sulle donazioni
  • Anonimo scrive:
    Sempre sw è dunque...
    E secondo voi persone più sveglie di M$ e vari produttori di hw, non riusciranno a far credere al software di stare girando in modalità sicura? invece in realtà il sistema è in modalità non sicura?
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre sw è dunque...
      - Scritto da: Anonimo
      E secondo voi persone più sveglie di M$ e
      vari produttori di hw, non riusciranno a far
      credere al software di stare girando in
      modalità sicura? invece in realtà il sistema
      è in modalità non sicura?Fritz è hardware.......
    • Anonimo scrive:
      Re: Sempre sw è dunque...
      Peccato che la protezione sarà hardware e non software. L'articolo parlava di un kit introduttivo alla tecnologia Palladium. Quel kit è SW... il Palladium definitivo no!http://www.therigger.net/antipalladium/firma.htmlsperando che a qualcosa possa servire...
  • webalex scrive:
    M$ e la morte del personal computer
    Beh, nei forum passati incontravo fervidi sostenitori m$ (tipo lo spassosissimo Zio Bill) e gli parlavo di Palladium e facevano orecchie da mercante... vorrei sapere dove é tutta quella brava gente che osannava Gates. Beh, ora il Palladium sta per uccidere il Personal Computer complimenti.Il "Personal Computer" ovvero il computer personale? Con il Palladium non si potrá piú chiamare pc visto che il controllo volente o nolente non lo ha piú l'utente. E chiaro che tutti vanno dietro a m$! Quanto conviene alle software house? Via tutte le copie illegali degli ultimi software. É illegale ma vorrei far riflettere sul caso Photoshop. Un software costosissimo fuori dalla portata di utilizzo "home". Ora, gli studi grafici che cercano giovani lavoratori di solito chiedono sempre prerequisito "buona conoscenza photoshop" hanno sempre approfittato dal fatto che il ragazzo si formasse sul photoshop craccato e arriva in un ufficio giá esperto. Col Palladium non sará possibile questo meccanismo e ne risulterá un impoverimento al livello di cultura informatica. Bisogna anche essere franchi una buona volta, esistono un sacco di studenti che usano software di sviluppo costosissimo craccato per acquisire sempre nuove competenze. Non sará piú possibile quindi o si trova una soluzione a questo problema oppure prepariamoci ad avere un regresso a livello informatico perché il giovane che cercherá lavoro non conoscerá nulla di informatica se non "apri e spegni computer". Da notare che questa NON é il solo problema dell'introduzione del Palladium ma é una delle sue sfaccettature.E non chiamate un computer con Windows Longhorn "personal computer"........
    • Anonimo scrive:
      Re: M$ e la morte del personal computer
      eheh, e credi veramente che le software house siano contente che il loro sw non si diffonda più in modo illegale?Ricordati che la pirateria SERVE all'informatica. Tutte le battaglie che vengono fatte, le si fanno solo per arginarla!
    • charlie65 scrive:
      Re: M$ e la morte del personal computer
      Se Palladium funzionerà a dovere come dicono sarà la fine del Personal Computer come lo conosciamo..nel senso che avrà un'utilizzo molto Commercial (aziende) e poco Personal (home).La nota positiva è che potrebbe tornare in auge qualche sistema alternativo, tipo Mac o comunque basato su PowerPc o su un'architettura diversa dal PC classico (si vocifera di un nuovo s.o. Amiga, basato anch'esso su PowerPc, io ero un felice Amighista e mi farebbe piacere tornare ad esserlo).
  • Anonimo scrive:
    ALTRO CHE PAURA.....
    "...C'è un caso in cui, però, non è possibile spegnere Fritz. Non puoi far si che esso ignori il software pirata. Anche se esso è informato che il PC si sta avviando in un modo non considerato sicuro, esso continua a controllare che il sistema operativo non sia nella lista di disabilitazione dei numeri seriali revocati. Questo aspetto ha implicazioni legate alla sovranità nazionale. Se Saddam fosse stupido abbastanza da aggiornare i suoi pc per far si che utilizzino il TCPA, allora il governo americano sarà in grado di inserire nella black list le sue licenze di windows e quindi spegnergli i PC al momento della prossima guerra. ..."http://www.complessita.it/tcpa/
    • Anonimo scrive:
      Re: ALTRO CHE PAURA.....
      Se Saddam fosse stupido
      abbastanza da aggiornare i suoi pc per far
      si che utilizzino il TCPA, allora il governo
      americano sarà in grado di inserire nella
      black list le sue licenze di windows e
      quindi spegnergli i PC al momento della
      prossima guerra. ..."
      ma chi scrive queste stronzate?
    • Anonimo scrive:
      Re: ALTRO CHE PAURA.....
      per saddam andrebbe bene :-)))ok pero veniamo a noise per caso uno immette nella black list un seriale revocato(uno viene a casa tua legge il codice lo usa te rimani senza)altra cosama se un craker scova la chiave privata e revoca tutti i codici ?o se un azienda che produce sw concorrente tipo un officegli viene revocato i loro seriali (un blocco)sai che fico :-))non solo ma pesa te il sito che parla male di windows (il cert)non lo puoi piu leggere perche ti puo venir revocato il serialeIMHO il TCPA va bene a livello militare (e neanche tanto)dato che M$ ne detiene il controllo (quindi puo controllare i militari) o anche "far sparire" documenti scomodiIMHO nessuno mi vieta di usare 2 pc !!! il mio 700e il palladio (se mi tocca)altra cosa non comprate palladio !!!!
  • Anonimo scrive:
    La rinascita di APPLE
    con palladium forse sarà la volta buona che ripartono i MAC. sperando sempre che con l'aumento delle vendite scendano i prezzi e non si inventi un MAC-PALLADIUM...
  • Anonimo scrive:
    ASSOCIAZIONE CONSUMATORI DI INFORMATICA
    Piu' volte le istituzioni che devono legiferare su materie tecnologiche (tv, internet, ecc...) denotano grande ignoranza in materia e fanno solo porcate.Purtroppo anche le associazioni di consumatori sono sullo spesso piano e non capendo niente di tutto cio' che funziona con 1 e 0 stanno ferme a guardare quello che le multinazionali dell'informatica ci propinano, senza muovere un dito.Noi siamo tanti, ma disorganizzati, questa e' la forza di M$ e Co.Nasdaq
  • Anonimo scrive:
    ma perche'?
    ma perche' devo usare/comprare/spendere soldi in una macchina e relativi software che non si comportano come voglio?e' come spendere soldi in una macchina orrenda, che va piano e non funge da macchina....... cristo, son cose che mi fanno imbestialire.....una monopolista come la microsoft decide che le cose van fatte cosi' e tutti dietro...non credo faccia tanto piacere neanche ai grandi ammiratori microsoft... mahhhmi sa che passero' ad apple, spero che qualcun altro non spenda soldi in queste porcherie per far capire "ai capi" che fondamentalmente sono gli utenti che decidono...
    • Anonimo scrive:
      Re: ma perche'?
      Hai perfettamente ragione, ma ti garantisco che settimana scorsa su questo forum ho speso un sacco di tempo a dialogare con uno che non ne vuole sapere di ammettere che M$ ha un monopolio...Quando l'ignoranza dilaga... ecco i risiltati!L'unica cosa che mi farà 'piacere' sarà vedere tutti i grandi sostenitori M$ di questo forum piegati a 90 quando dovranno comprarsi TUTTO il sw originale, perchè per ora qualcosina copiata ce l'hanno anche loro...
  • Skin Bracer scrive:
    S.Y.N.A.P.S.E. - Pericolo in rete
    Avete visto il film? Mi sembra una storia simile, alla fine però vince l'open source!
    • illegalinstruct scrive:
      Re: S.Y.N.A.P.S.E. - Pericolo in rete
      questo non e' un film , questa e' la realtà.l' "happy end" non è scritto nel copione.
    • Anonimo scrive:
      Re: S.Y.N.A.P.S.E. - Pericolo in rete
      - Scritto da: Skin Bracer
      Avete visto il film? Mi sembra una storia
      simile, alla fine però vince l'open source!Visto che parli di film, ti rispondo per le rime: l'hai visto "Codice swordfish"? Beh, non è vero che il cattivo perde sempre :-)SalutiProspero
  • Anonimo scrive:
    Rippare DVD
    Se io sono contro i supermercati vado a far la spesa in drogheria e dal pescivendolo, non li derubo la notte. Qua invece si parla molto di copiare/scaricare e rippare DVD, è diventata un'abitudine al punto che ci si sente offesi se qualcuno vuole impedircelo, "violazione della libertà", pensa te...Per quello che mi riguarda queste sono motivazioni criminali, chi è contro una politica la boicotta e/o propone e produce alternative, non si inventa una legge personale o giustifica un moralità che lo autorizza al crimine.Questo è un invito a proporre argomentazioni più valide per contrastare Palladium, non certo una sua difesa.
    • Anonimo scrive:
      Re: Rippare DVD
      Copiare NON è uguale a rubare! Si parla di furto quando un'oggetto sparisce dalle mani di qualcuno per finire nelle mani di qualcun'altro, altrimenti anche gesù è da considerarsi un ladro visto che ha moltiplicato i pani e i pesci!
      • Anonimo scrive:
        vendere cd/dvd è rubare, copiare no

        altrimenti anche gesù è da
        considerarsi un ladro visto che ha
        moltiplicato i pani e i pesci!grande! il primo sostenitore dell'open food!il fatto è che copiando un bene digitale si possiede un articolo che non è più necessario acquistare, questo avrebbe fatto inca. non poco i pescatori ed i fornai... è difficile attribuire un valore ad un bene digitale, mi sa che il valore attribuitogli da chi copia è molto più vicino al vero di quello che gli attribuiscono le major!E'scandaloso che i cittadini debbano farsi "giustizia da soli" copiando, non solo dovrebbe essere legale in quanto molto più vicino al valore di mercato (se ci fosse libero mercato) ma dovrebbe essere seguito da pesanti multe ai ladri veri, cioè alle major.mi spiego, cosa è rubare un bene se non sottrarre il valore del lavoro che è servito a creare questo bene? quindi rubare è sottrarre valore/lavoro a qualcuno. Se un bene costa x ore lavoro, può essere venduto ad un certo valore, non certo a 10 volte tanto (vedi ad es tetti max per interessi bancari passivi; i tetti a valori di beni anche non obbligatori NON uccidono il mercato ma contribuiscono a fare abbassare la cresta ai cartelli e ad i monopoli, I PRIMI NEMICI DEL LIBEO MERCATO! quindi fanno bene al mercato).Chi lo vende a 10 volte tanto cosa sta facendio se non rubare valore/lavoro al cliente?Chi è il ladro quindi? Quello che copiando ha dei costi che corrispondono al reale valore del bene o chi cerca di venderlo a 10 volte il suo prezzo?O forse il ladro è chi ha meno soldi per addomesticare le sentenze e farsi fare leggi su misura?Vergogna!
        • Anonimo scrive:
          Re: vendere cd/dvd è rubare, copiare no

          digitale, mi sa che il valore attribuitogli
          da chi copia è molto più vicino al vero di
          quello che gli attribuiscono le major!altrimenti non si capisce come restino aperti dopo un decennio di pirateria alle stelle, quanto pensate siano i margini di un esercizio commerciale onesto? 10/30 % non 1000%!
          E'scandaloso che i cittadini debbano farsi
          "giustizia da soli" copiando, non solo
          dovrebbe essere legale in quanto molto più
          vicino al valore di mercato (se ci fosse
          libero mercato) ma dovrebbe essere seguito
          da pesanti multe ai ladri veri, cioè alle
          major.
          mi spiego, cosa è rubare un bene se non
          sottrarre il valore del lavoro che è servito
          a creare questo bene? quindi rubare è
          sottrarre valore/lavoro a qualcuno. Se un
          bene costa x ore lavoro, può essere venduto
          ad un certo valore, non certo a 10 volte
          tanto (vedi ad es tetti max per interessi
          bancari passivi; i tetti a valori di beni
          anche non obbligatori NON uccidono il
          mercato ma contribuiscono a fare abbassare
          la cresta ai cartelli e ad i monopoli, I
          PRIMI NEMICI DEL LIBEO MERCATO! quindi fanno
          bene al mercato).
          Chi lo vende a 10 volte tanto cosa sta
          facendio se non rubare valore/lavoro al
          cliente?
          Chi è il ladro quindi? Quello che copiando
          ha dei costi che corrispondono al reale
          valore del bene o chi cerca di venderlo a 10
          volte il suo prezzo?
          O forse il ladro è chi ha meno soldi per
          addomesticare le sentenze e farsi fare leggi
          su misura?
          Vergogna!e se quindi le major fossero costrette a vendere a valore di mercato i loro beni, tra l'altro, chi compra darebbe i soldi a loro anzichè a chi vende pc, connettività, masterizzatori, supporti...
        • Anonimo scrive:
          Re: vendere cd/dvd è rubare, copiare no

          basta che la comprino..anzi se non possono
          permettersela meglio perche diventano
          ricattabili...giusto, il discorso dei debiti del 3° mondo. se insegno al povero a pescare domani non avrà più bisogno di me, se gli regalo un pesce mi ringrazierà E continuerà ad avere bisogno di me
          il libero mercato presupposto del capitalismo
          ha come esigenza il profitto non la qualita
          o l'interesse del consumatore queste cose
          possono aver interesse se mercificate..se
          riesci pero a evitare(piu guadagni meno
          spese) sarebbe meglio...cut
          rimane in piedi l'azienda con maggior
          capacita di produrre
          profitto il che e' diverso da quello che
          descrivi tucut

          insostenibili che non potranno fare altro

          che sfociare in fallimenti e licenziamenti

          di massa, a tutto danno della popolazione.

          ma non del capitale ..... il capitale è "lavoro morto" e ha bisogno del "lavoro vivo" per avere valore, una corsa al profitto svuotato di una valenza sociale e di miglioramento produttivo porta dritto al "crollo dell'impero romano", porta ad un capitale che più nessun lavoro vivo può permettersi di sostenere e che se non è sostenuto si estingue perchè esiste solo come credito del lavoro vivo... non è detto che non sarà così, ma imparare dagli errori del passato potrebbe essere una buona lezione;altrimenti si arriva al paradosso del mercato "morto", cioè monopolio o cartello, ognuno da alla merce il valore che vuole senza alcun aggancio con la realtà produttiva (costi di produzione, qualità e utilità del prodotto) o sociale (potere di acquisto della popolazione), perdere gli agganci con la realtà è insostenibile per qualunque economia, apre una corsa infinita all'inflazione in cui non possono che perdere i soggetti con minore potere d'acquisto e si arriva al punto di cui tu parli, i clienti ricattati in quanto non possono permettersi la merce.Anche se tecnicamente questo funzionasse (oggi purtroppo esistono mezzi di controllo, cruenti e non, delle masse molto più potenti e convincenti che al crollo dell'impero romano...) significherebbe la fine della civiltà, dato che il soggetto che per debiti perde la propria libertà di scelta, di acquisto, di pensiero, di istruzione, di lavoro ecc... è a tutti gli effetti uno schiavo e non ha alcun interesse nello sviluppo o mantenimento di una società di cui, come schiavo, quindi non uomo-libero, non fa parte.Tutte le società basate sugli schiavi o soggetti analoghi sono crollate con un confronto diretto (us del sud contro nord) o anche solo sotto il loro stesso peso.Uno status quo che non prevede evoluzione e miglioramento non è a lungo sostenibile e se queste due spinte sono demandate ad una piccola minoranza che già sta bene e di conseguenza teme ogni cambiamento, la fine di quella società è vicina.Le conoscenze e le idee vengono comunque lentamente perdute e se non sono sostituite da altre migliori poche generazioni significano un ritorno allo stato animale, o meno drasticamente ad uno stato incapace, con qualunque mezzo, di difendere il proprio status quo.
          *** Il Mondo NON e' in Vendita ***il mondo è in vendita, lo è da quando è necessario sommare due pere con due mele e quindi trovare una unità x accettata da più persone che vada bene sia per le pere che per le mele.nel momento che il mercato diventa da strumento una tirannide, meglio chiedersi cosa non va (sostituisci computer a mercato e otterrai matrix)è inutile non usare un buon strumento, è folle farsi usare dallo strumento
          • Anonimo scrive:
            Re: vendere cd/dvd è rubare, copiare no

            Anche se tecnicamente questo funzionasse
            (oggi purtroppo esistono mezzi di controllo,
            cruenti e non, delle masse molto più potenti
            e convincenti che al crollo dell'impero
            romano...) significherebbe la fine della
            civiltà, dato che il soggetto che per debiti
            perde la propria libertà di scelta, di
            acquisto, di pensiero, di istruzione, di
            lavoro ecc... è a tutti gli effetti uno
            schiavo e non ha alcun interesse nello
            sviluppo o mantenimento di una società di
            cui, come schiavo, quindi non uomo-libero,
            non fa parte.vero ma non tieni conto che imparando dai maestri del passato (Cesare,Carlo Magno, Macchiavelli, Napoleone, Hitler, Stalin) il potere,il capitali cambia metodi di schiavismonon la frusta e la tortura ma istruzione e mass media non la coercizione ma venderti la prigionia come liberta il controllo come difesa lo sfruttamento come progresso la guerra come mantenimento della pace l'opposizione all'impero come terrorismo o "anticaglia" o anche l"irresponsabilita" ovvero la schiavitu come Liberta e Progresso


            *** Il Mondo NON e' in Vendita ***
            il mondo è in vendita, lo è da quando è
            necessario sommare due pere con due mele e
            quindi trovare una unità x accettata da più
            persone che vada bene sia per le pere che
            per le mele.basta una redistribuzione GIUSTA e EQUA..e non hai il mercato....
            nel momento che il mercato diventa da
            strumento una tirannide, meglio chiedersi
            cosa non va (sostituisci computer a mercato
            e otterrai matrix)
            è inutile non usare un buon strumento, è
            folle farsi usare dallo strumentoil mercato e' gia "padrone" rimettiamo la scala mobile? no e' contro il mercatol'acqua e' un bene di tutti e deve esser pubblico? ma il mercato....la salute e' di tutti e non e' una merce..? ma il mercato ha bisogno di....OpenCurcio*** Mai Un Passo Indietro! ***
          • Anonimo scrive:
            Re: vendere cd/dvd è rubare, copiare no

            vero ma non tieni conto che imparando dai
            maestri del passato (Cesare,Carlo Magno,
            Macchiavelli, Napoleone, Hitler, Stalin) il
            potere,il capitali cambia metodi di
            schiavismo
            non la frusta e la tortura ma istruzione e
            mass media non la coercizione ma venderti la
            prigionia come liberta il controllo come
            difesa lo sfruttamento come progresso la
            guerra come mantenimento della pace
            l'opposizione all'impero come terrorismo o
            "anticaglia" o anche l"irresponsabilita"
            ovvero la schiavitu come Liberta e Progressomi pare di vedera anche a me un trend di questo tipo, mano a mano che gli strumenti di controllo si affinano la costrizione si avvicina alla convinzione... quello che mi preoccupa è che gli schiavi, anche se inconsapevoli, hanno delle catene non tanto fisiche quanto mentali (istruzione mirata all'utile immediato e non al progresso, informazione addomesticata ecc...) che impediscono loro di contribuire nel migliore modo possibile all'avanzamento sociale, è stato questo che ha indebolito e fatto crollare tutte le società schiaviste del passato, sicuramente uno schiavo romano viveva e si nutriva meglio meglio di un barbaro libero, ma per formazione e per abitudine di vita non era mentalmente libero di concepire e portare innovazioni tecniche o concettuali alla propria società.La società schiavista o comunque con un pieno e incondizionato controllo delle masse è basata sul mantenimento utopico dello status quo raggiunto (per i motivi di cui ti parlavo nei post precedenti), ma in realtà la cultura umana è estremamente labile, sia per quanto riguarda la tecnica che per le idee (concetti, ideologie, filosofie) e bastano alcune generazioni per cancellarla o svuotarla di significato, quindi senza una contina sostituzione delle idee con nuove e possibilmente migliori la struttura arriva presto ad un punto da non essere più nemmeno intellettualmente in grado di mantenersi in vita o competitiva con altri modelli.Per questo mi spaventa l'idea che la situazione di dipendenza mentale, che poi è lo schiavismo perfetto, sia già oggi possibile da ottenere facendola passare per convincimento, almeno nel primo mondo; uno schiavo inconsapevole e tutto sommato soddisfatto è molto più difficile da avvisare che non ha imboccato una strada sostenibile. Tanto più mi preoccuperò in futuro se questo sarà possibile su scala globale, almeno oggi nella maggior parte del mondo le ingiustizie sono note e conclamate; quando anche loro avranno la pancia piena e la coscienza addormentata allora possiamo prepararci a tornare a stare sugli alberi nel giro di qualche generazione. IMHO.CMQ, grazie per le risposte interessanti, è bello partecipare ad un post con dei contenuti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Rippare DVD

        - Scritto da: Anonimo
        Copiare NON è uguale a rubare! Si parla di
        furto quando un'oggetto sparisce dalle mani
        di qualcuno per finire nelle mani di
        qualcun'altro, altrimenti anche gesù è da
        considerarsi un ladro visto che ha
        moltiplicato i pani e i pesci!L'unica cosa che non è uguale è che il coraggio di farsi una copia in casa la hanno tutti, spaccare una vetrina no.Ripeto: sono contro le major ed il loro strozzinaggio ma andare contro Palladium "perchè non posso più ripare DVD" o "scaricare MP3" è stupido, ci sono ben altre motivazioni per farlo e ben altri metodi per sconfiggere le major, se copi sei ladro come loro, non c'è giustificazione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Rippare DVD
      - Scritto da: Anonimo
      Se io sono contro i supermercati vado a far
      la spesa in drogheria e dal pescivendolo,
      non li derubo la notte. Qua invece si parla
      molto di copiare/scaricare e rippare DVD, è
      diventata un'abitudine al punto che ci si
      sente offesi se qualcuno vuole impedircelo,
      "violazione della libertà", pensa te...Hai perfettamente ragione, ma non e' accettabile che per impedire i crimini il governo decisesse - per esempio - di piazzare telecamere in tutte le abitazioni private.Non esiste il diritto a scaricare software pirata o mp3 illegali, ma quello ad avere la piena "gestione" del proprio PC si'.SalutiProspero.
  • Ottav(i)o Nano scrive:
    Calma e sangue freddo...
    ...perchè il Palladium non è esattamente la "bestia nera" destinata a renderci schiavi delle Multi-Nazionali con o senza filtro.Mi spiego:alla fine della giostra l'hardware di un tipico sistema Palladium-like non sarà molto diverso da quello di un sistema attuale; in più avrà solo la possibilità di "certificare" i componenti e criptare le comunicazioni tra di essi (il cosidetto "Trusted Computing"). Niente di rivoluzionario, quindi, per quanto riguarda l'hardware.Le cose cambiano, invece, per quanto riguarda l'aspetto software: appoggiandosi alle funzionalità dell'hardware sarà possibile realizzare varie funzionalità software, quali:* certificazione dei programmi in esecuzione (che non siano virus, ad esempio, o che abbiano una regolare licenza);* gestione del DRM (Digital Right Management, insomma la proprietà intellettuale, il Copyright etc...)Quindi le tanto vituperate "tecnologie anticopia" non sono altro che delle implementazioni SOFTWARE, eventualmente (anzi, ne caso di Microsoft: sicuramente) integrate nel Sistema Operativo stesso, ma anche disponibili -se necessario- come moduli a parte (potrebbe essere l'approccio scelto da chi fa distribuzioni Linux).Attenzione: sono tecnologie disponibili già da un pezzo... E allora perchè non vengono usate estensivamente, si chiederà qualcuno? Semplicemente perchè qualsiasi protezione SOLO SOFTWARE può essere aggirata.Quindi iniziamo a far giustizia di una prima affermazione: Palladium NON decreterà la fine dell'Open Source e/o del Free Software; al contrario, qualsiasi Sistema Operativo Free/Open potrà scegliere se implementare o meno le funzionalità disponibili in un sistema Palladium-like.Per assurdo, nelle distribuzioni Linux potrebbe essere disponibile un modulo che, una volta caricato, consenta l'esecuzione di DVD protetti previo pagamento via carta di credito...Alla luce di ciò, quali potrebbero essere i futuri scenari?Vediamo un pò dei "case study":1)D: Ho un film su DVD protetto, visualizzabile solo su un sistema Palladium-like: posso craccarlo?R: Non con un sistema Palladium-like :-)... Però puoi registrarlo da una uscita analogica del tuo videoregistratore quando lo passeranno in TV :-))2)D: Ho un film su DVD protetto, visualizzabile solo su un sistema Palladium-like: posso visualizzarlo altrove?R: No. Ma (come sopra) puoi sempre aspettare che lo diano in TV e registrarlo :-)) Il file risultante potrai sempre vederlo su Linux Red Hat 15.3...3)D: Ho dei file non protetti (mp3, mpeg, divx etc): li posso veder/ascoltare?R: Si... o meglio: forse non potrai con Windows 2005, ma potrai con Linux Mandrake 12.34)D: Ho la radio sintonizzata permanentemente su "Radio Italia - Solo Musica Italiana": posso digitalizzare tramite scheda audio (ingresso analogico) l'ultimo LP di Renato Zero quando viene programmato?R: SI!!!! Questo non c'è Palladium che tenga che possa impedirtelo, purtroppo... se ti regge la pompa ;-))Buonanotte a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: Calma e sangue freddo...
      - Scritto da: Ottav(i)o Nano
      D: Ho un film su DVD protetto,
      visualizzabile solo su un sistema
      Palladium-like: posso visualizzarlo altrove?
      R: No. Ma (come sopra) puoi sempre aspettare
      che lo diano in TV e registrarlo :-)) Il
      file risultante potrai sempre vederlo su
      Linux Red Hat 15.3...E questo ti sembra giusto???Ciao!
    • webalex scrive:
      Re: Calma e sangue freddo...COL CIUFFOLO
      - Scritto da: Ottav(i)o Nano
      ...perchè il Palladium non è esattamente la
      "bestia nera" destinata a renderci schiavi
      delle Multi-Nazionali con o senza filtro.
      Mi spiego:
      alla fine della giostra l'hardware di un
      tipico sistema Palladium-like non sarà molto
      diverso da quello di un sistema attuale; in
      più avrà solo la possibilità di
      "certificare" i componenti e criptare le
      comunicazioni tra di essi (il cosidetto
      "Trusted Computing"). Niente di
      rivoluzionario, quindi, per quanto riguarda
      l'hardware.
      Le cose cambiano, invece, per quanto
      riguarda l'aspetto software: appoggiandosi
      alle funzionalità dell'hardware sarà
      possibile realizzare varie funzionalità
      software, quali:
      * certificazione dei programmi in esecuzione
      (che non siano virus, ad esempio, o che
      abbiano una regolare licenza);
      * gestione del DRM (Digital Right
      Management, insomma la proprietà
      intellettuale, il Copyright etc...)
      Quindi le tanto vituperate "tecnologie
      anticopia" non sono altro che delle
      implementazioni SOFTWARE, eventualmente
      (anzi, ne caso di Microsoft: sicuramente)
      integrate nel Sistema Operativo stesso, ma
      anche disponibili -se necessario- come
      moduli a parte (potrebbe essere l'approccio
      scelto da chi fa distribuzioni Linux).
      Attenzione: sono tecnologie disponibili già
      da un pezzo... E allora perchè non vengono
      usate estensivamente, si chiederà qualcuno?
      Semplicemente perchè qualsiasi protezione
      SOLO SOFTWARE può essere aggirata.
      Quindi iniziamo a far giustizia di una prima
      affermazione: Palladium NON decreterà la
      fine dell'Open Source e/o del Free Software;
      al contrario, qualsiasi Sistema Operativo
      Free/Open potrà scegliere se implementare o
      meno le funzionalità disponibili in un
      sistema Palladium-like.
      Per assurdo, nelle distribuzioni Linux
      potrebbe essere disponibile un modulo che,
      una volta caricato, consenta l'esecuzione di
      DVD protetti previo pagamento via carta di
      credito...
      Alla luce di ciò, quali potrebbero essere i
      futuri scenari?
      Vediamo un pò dei "case study":
      1)
      D: Ho un film su DVD protetto,
      visualizzabile solo su un sistema
      Palladium-like: posso craccarlo?
      R: Non con un sistema Palladium-like :-)...
      Però puoi registrarlo da una uscita
      analogica del tuo videoregistratore quando
      lo passeranno in TV :-))
      2)
      D: Ho un film su DVD protetto,
      visualizzabile solo su un sistema
      Palladium-like: posso visualizzarlo altrove?
      R: No. Ma (come sopra) puoi sempre aspettare
      che lo diano in TV e registrarlo :-)) Il
      file risultante potrai sempre vederlo su
      Linux Red Hat 15.3...
      3)
      D: Ho dei file non protetti (mp3, mpeg, divx
      etc): li posso veder/ascoltare?
      R: Si... o meglio: forse non potrai con
      Windows 2005, ma potrai con Linux Mandrake
      12.3
      4)
      D: Ho la radio sintonizzata permanentemente
      su "Radio Italia - Solo Musica Italiana":
      posso digitalizzare tramite scheda audio
      (ingresso analogico) l'ultimo LP di Renato
      Zero quando viene programmato?
      R: SI!!!! Questo non c'è Palladium che tenga
      che possa impedirtelo, purtroppo... se ti
      regge la pompa ;-))

      Buonanotte a tuttiA parte l'implicita ammissione Sistemi-Palladium/non ci fai nulla .... il problema é ben piú grave della copia "pirata" o meno. Qui si tratta di libertá di usare il proprio computer (non piú pc grazie a palladium) e di averne il completo controllo. I file senza certificazione non potranno essere eseguiti.É qui il problema! La certificazione! Dove vai a finire se deleghi a qualcun'altro quello che puoi fare/nonfare o vedere/non vedere col tuo computer? Si riesce a coglierne gli effetti devastanti?Senza contare l'immenso potere che chi distribuirá le certificazioni si troverá ad avere!!! Si tratta di una vera battaglia per la libertá personale.Ora personalmente del Palladium poco mi frega a me in ambito Home perché non lo prendo neanche in lontana considerazione.... Con Longhorn l'informatica si dividerá tra chi accetta Palladium e chi no. Se ci sono dei pecoroni che vogliono delegare ad altri propri diritti affari loro per quel che mi riguarda ma pretendo che ci sia anche un mondo Non-Palladium.Per questo vedo bene un recupero della Apple
    • Anonimo scrive:
      Re: Calma e sangue freddo...

      Palladium NON decreterà la
      fine dell'Open Source e/o del Free Software;
      al contrario, qualsiasi Sistema Operativo
      Free/Open potrà scegliere se implementare o
      meno le funzionalità disponibili in un
      sistema Palladium-like.Certo, come no. E se il bios di un sistema palladium-like si rifiutasse di avviare sistemi operativi non certificati dal consorsio palladium? Come la metti?Praticamente non potrai neanche compilare ed eseguire helloworld.c !! Per l'esecuzione è necessario che il software sia certificato. E la certificazione si paga. E non è neanche detto che, pagando, la diano a tutti (perchè darla ai concorrenti scomodi).Attualmente se vuoi usare un software solo per windows c'è chi dice: "le regole sono queste: o soddisfi i requisiti del software (ti installi windows) o questo software non lo usi". Per fortuna ci sono altri OS.In futuro sarà: "vuoi utilizzare questo software? vuoi utilizzare i miei servizi di connettività internet? le regole sono queste: o ti doti dei componenti richiesti (hardware palladium e os palladium-ready) oppure non lo usi". Stavolta però non posso concludere dicendo che per fortuna ci sono interi pc, schede madri, processori, schede video, os, palladium-free. Ci saranno? E' già tanto che c'è un sistema operativo adesso. L'hardware non si potrà sviluppare come si sviluppano i software open source. Chi me le produrrà gratuitamente le schede madri con bios open?Andrà a finir male... attualmente se vuoi un'automobile o scegli una di quelle che ci vendono (e non ti lamenti se consuma tanto) oppure vai a piedi. La stessa cosa accadrà con i PC, che non saranno più personal. E finiranno i bei tempi.
  • avvelenato scrive:
    molte argomentazioni poco credibili
    a me spiàce che molti accaniti contestatori del Tcpa adducano come argomentazione alla loro contestazione non potrai far più girare mp3 e programmi copiati bisognerebbe essere più seri. Se fosse solo questo il pericolo di palladium, potremmo festeggiare.immaginate invece che figata poter sputtanare a piacimento il pc di qualche oppositore politico...immaginate che bello sarebbe se un giorno un giornalista scoprisse qualcosa di gretto e malvagio riguardante qualche multinazionale, e questa avesse il potere di taroccargli i dati sul pc.insomma qua si lotta per la libertà, e voi parlate della vostra libertà di copiare mp3?ok sono d'accordo anche io che appoggiare il (c) significa in qualche modo appoggiare la censurabilità dell'informazione; tuttavia non sono certi commenti a metterlo in luce. sembrate bambini capricciosi anzi, disperati perchè vi stanno per togliere il giocattolo che tanto vi piàce e che non potete/volete pagare. avvelenato contro la (c)ensura.
    • Anonimo scrive:
      Re: molte argomentazioni poco credibili
      - Scritto da: avvelenato
      non potrai far più girare mp3 e programmi
      copiati

      bisognerebbe essere più seri. Se fosse solo
      questo il pericolo di palladium, potremmo
      festeggiare.Dici? Secondo te il mercato è fatto di buoni principi o di gente che vuole sentire Chiuaua?
      immaginate invece che figata poter
      sputtanare a piacimento il pc di qualche
      oppositore politico...Anche a quello manca poco.
      immaginate che bello sarebbe se un giorno un
      giornalista scoprisse qualcosa di gretto e
      malvagio riguardante qualche multinazionale,
      e questa avesse il potere di taroccargli i
      dati sul pc.Idem
      insomma qua si lotta per la libertà, e voi
      parlate della vostra libertà di copiare mp3?Il mercato è fatto da questi magri figuri; se vuoi tutelare, giustamente i primi, devi dal mano a questi secondi; capito il mio ragionamento?
      perchè vi stanno per togliere il giocattolo
      che tanto vi piàce e che non potete/volete
      pagare.il giocattolo che tanto piace è utilizzato in gran parte in rete per le seguenti attività:- pornografia- scambio mp3Poi in indici assai minori:-email-chatIl "giocattolo" dei bambini viziati è la gallina dalle uova d'oro delle seguenti categorie: prod. masterizz., prod. cd/cdrw/dvd, fornitori di connessione, prod. di stampanti e cartucce, produttori di hardware in generale.
    • Anonimo scrive:
      Re: molte argomentazioni poco credibili

      immaginate invece che figata poter
      sputtanare a piacimento il pc di qualche
      oppositore politico...

      immaginate che bello sarebbe se un giorno un
      giornalista scoprisse qualcosa di gretto e
      malvagio riguardante qualche multinazionale,
      e questa avesse il potere di taroccargli i
      dati sul pc.

      Avvelenato, sei il solito esagerato, hai in mente scenari troppo fantapolitici...
      • DuDe scrive:
        Re: molte argomentazioni poco credibili
        Secondo me, il bordello del pdellium, e' che io non posso fare quel che diamine voglio con un ogetto regolarmente acquistato e pagato, questo e' il nodo gordiano, io compro il padellium, bene, voglio svilupparci sopra un software di smanichiere elettrico ;-), ovviamente dovrei cheidere le chiavi a qualcuno, sto qualcuno, che e' preoccupato per il crescente fenomeno dell'onanismo, si rifiuta di darmi le chiavi, ergo, per via di un "censore" non posso sviluppare cio' che vogli, secondo voi, e' normale che una persona decida cosa posso o non posso farci cin il mio pezzo di ferro?
  • Anonimo scrive:
    Devo buttare anche il PC?
    Se la CPU e la scheda grafica vanno aggiornate c'e' doppia mazzata.E SE IO NON LO FACCIO?.Se mi tengo il mio PC posso ancora far girare photoshop 7 o Dreamweaver MX ma sicuramente non potro' upgradarmi alle loro versioni future che saranno blindate con Palladium.I CD me li posso rippare comunque anche se il processo sara' un po' piu' complicato.Puo' bastarmi.... In attesa che i frutti dell'OpenSource maturino.... E che la M$ e palladium affondino.Sono sicuro che la maggior parte degli utenti domestici fara' cosi'.Chi non ha aggiornato Win2000 a WinXP non ha perso poi tanto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Devo buttare anche il PC?
      infatti,io degli os di microsot dopo win2k non ne sento minimamente il bisogno,mi tengo appunto win2k e win98se,con tanti saluti a xp e al nuovo longorn,che non vorrei neppure regalaticiao,scsi3
      • Anonimo scrive:
        Re: Devo buttare anche il PC?
        - Scritto da: Anonimo
        infatti,io degli os di microsot dopo win2k
        non ne sento minimamente il bisogno,mi tengo
        appunto win2k e win98se,con tanti saluti a
        xp e al nuovo longorn,che non vorrei neppure
        regalati

        ciao,scsi3Idem.Ho appena comprato un P4 2.6 GHz nuovo di zecca... ho messo su Win98 e il fidatissimo Linux e me lo farò durare nei secola seculorum (se ho scritto bene :D )Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Voglio vedere quando qualcuno......
    .... si accorgerà che non potrà più vedere il filmino porno passato dall'amico o scaricato insieme ad altri 40, dove c'è quell'attrice che gli garba tanto e lo fa incannare come un mulo. Voglio vedere quando, sia il bamboccio brufoloso sia l'avvocato, dovranno dire addio a quintali di mp3 scaricati a manetta come acqua corrente, creando un costume indotto che ha fatto schizzare le azioni dei produttori di cd, master., stampanti, etc.. più sù delle stelle.Voglio vedere quando il ".....giochino non gira, il prog non funzia, il filmazzo non lo vedo...... ma come?..........palladium?.. e cos'è? e come mai non me lo hanno detto quando ho comprato il piccì??....... ah, perchè quello che facevo era illegale? sì? e chi se ne frega! io voglio vedere il filmazzo! voglio sentire la musica, frega un cavolo del resto". Poi al telefono con l'amico: ".....cosa? non parte? e perchè? ........e cos'è 'sto palladio?.............. ah sì?........... cavolo......... e adesso che me ne faccio del pc?...........bah se pensano che lo aggiorni, son scemi.........specie se pensano che mi fiondi a comprare musica come se piovesse.........domani che fai?............portami il cd che mi ci faccio una cassettina".E così via. Quando le persone percepiranno Palladium nella sua realtà, rendendosi conto di quanto vada ad intaccare le loro libertà, allora sì che ne vedrete delle belle.Saluti
  • Le-Chuck scrive:
    Ci piazzano li un "next generation"
    e un informatico esperto già dovrebbe capire che è una farloccata pubblicitaria... la sicurezza esiste (almeno in teoria) anche senza chip dedicato, e i buchi nella sicurezza esistono (xbox lo dimostra, ricordate il boot a partire da un buffer overflow) anche col chip dedicato.Ma chi è gonzo preferisce cascarci che ammettere di non capirci una sega.
  • Anonimo scrive:
    Mi merito un thread a parte
    Basterebbe rifiutarsi in massa di upgradare l'HW. E snobbare il sw di chi lo producesse palladium-aware. Come basterebbe non comprare CD audio protetti, o riportarli al negoziante. Se il palladium trovera' terreno fertile (in futuro) e se le majors possono rompere i marroni (ora) e' solo perche' ci sono personcine che accettano i loro prodotti alle loro condizioni. Il palladium potra avere successo solo se qualcuno comprera' le mb e le periferiche compatibili con la suddetta cagatona. Lasciatele sugli scaffali, resistete per 12 mesi (cosa ci vuole) e vedrete le lacrime che versera' dopo 12 mesi di stallo chi ha investito qualcosa in questa porcata. Il resto sono solo chiacchere. Burp.
    • Santos-Dumont scrive:
      Re: Mi merito un thread a parte
      - Scritto da: Anonimo

      Basterebbe rifiutarsi in massa di upgradare
      l'HW.

      E snobbare il sw di chi lo producesse
      palladium-aware.

      Come basterebbe non comprare CD audio
      protetti, o riportarli al negoziante.

      Se il palladium trovera' terreno fertile (in
      futuro) e se le majors possono rompere i
      marroni (ora) e' solo perche' ci sono
      personcine che accettano i loro prodotti
      alle loro condizioni.

      Il palladium potra avere successo solo se
      qualcuno comprera' le mb e le periferiche
      compatibili con la suddetta cagatona.
      Lasciatele sugli scaffali, resistete per 12
      mesi (cosa ci vuole) e vedrete le lacrime
      che versera' dopo 12 mesi di stallo chi ha
      investito qualcosa in questa porcata.

      Il resto sono solo chiacchere.

      Burp.Parole sante.Il problema, ahimé, è che l'utenza aziendale va al settimo cielo solo a sentire la parola (o meglio, buzzword) SICUREZZA. Bisognerebbe convincere pure questi a desistere dall'aggiornamento hardware, il che sembra perlomeno azzardato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Mi merito un thread a parte
        - Scritto da: Santos-Dumont

        - Scritto da: Anonimo



        Se il palladium trovera' terreno fertile
        (in

        futuro) e se le majors possono rompere i

        marroni (ora) e' solo perche' ci sono

        personcine che accettano i loro prodotti

        alle loro condizioni.



        Il palladium potra avere successo solo se

        qualcuno comprera' le mb e le periferiche

        compatibili con la suddetta cagatona.

        Lasciatele sugli scaffali, resistete per
        12

        mesi (cosa ci vuole) e vedrete le lacrime

        che versera' dopo 12 mesi di stallo chi ha

        investito qualcosa in questa porcata.


        Parole sante.
        Il problema, ahimé, è che l'utenza aziendale
        va al settimo cielo solo a sentire la parola
        (o meglio, buzzword) SICUREZZA. Bisognerebbe
        convincere pure questi a desistere
        dall'aggiornamento hardware, il che sembra
        perlomeno azzardato.Il management preferisce affidarsi alle tecnologie piuttosto che alle persone. Meglio un esperto di sicurezza o un hardware dedicato?Peccato che nelle alte sfere nessuno sa che cosa sia veramente la sicurezza informatica. Meglio comprarla bella e pronta in una costosa scatola, e lasciare gli esperti a casa.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mi merito un thread a parte
          - Scritto da: Anonimo
          [cut]
          Il management preferisce affidarsi alle
          tecnologie piuttosto che alle persone.
          Meglio un esperto di sicurezza o un hardware
          dedicato?
          Peccato che nelle alte sfere nessuno sa che
          cosa sia veramente la sicurezza informatica.
          Meglio comprarla bella e pronta in una
          costosa scatola, e lasciare gli esperti a
          casa.Giusto. Qui mi permetto di citare Bruce Schneiner:"La sicurezza in un sistema informatico non e' un prodotto ma un processo".SalutiProspero
          • Anonimo scrive:
            Re: Mi merito un thread a parte
            - Scritto da: Anonimo
            Giusto. Qui mi permetto di citare Bruce
            Schneiner:
            "La sicurezza in un sistema informatico non
            e' un prodotto ma un processo".Vero, purtroppo spesso un processo alle intenzioni! (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi merito un thread a parte
      Se le persone non fossero stupide...Se gli asini avessero le ali ...Se ... se...
      • paulatz scrive:
        Re: Mi merito un thread a parte
        - Scritto da: Anonimo
        Se le persone non fossero stupide...Ci sono solo due cose infinite, l'universo e la stupidità umana, e della prima non sono sicuro.A. Einstein
    • Anonimo scrive:
      Re: Mi merito un thread a parte
      - Scritto da: Anonimo

      Basterebbe rifiutarsi in massa di upgradare
      l'HW.

      E snobbare il sw di chi lo producesse
      palladium-aware. Esatto. Al di la' delle - giuste - discussioni, la scelta da fare è questa: se non vi piace l'idea di palladium il modo per "resistere" e' quello di upgradare ora e stare in guardia (tenersi informati) per il futuro. Chi ha qualche soldino da spendere farebbe bene anche a farsi un po' di scorta di hardware "pulito". Software? Il mio umilissimo consiglio e' quello di "attestarsi" su Windows 2000 e cominciare ad utilizzare software non impestati da questa tecnologia del cavolo. Tanto per essere chiari intendo dire che e' opportuno evitare come la peste Windows Media Player, che costituirà l'anima "operativa" di Palladium (mi riferisco al DRM, cioe' alla principale applicazione pratica di palladium). Parimenti va evitato XP, non perche' funziona male (il professional non e' che NT 5.1, così come Win2k e' NT 5.0) ma perche' costituisce gia' l'incipit di Palladium, per quanto non incorpori questa tecnologia.Poi io sono gia' passato armi e bagagli a Linux, ma non vorrei fare il "piazzista" ... :-)SalutiProspero
  • webalex scrive:
    Paura
    ".....un'icona segnalerà la modalità operativa - sicura o non sicura - scelta dall'utente per far girare un'applicazione. Il big di Redmond ha tuttavia precisato che in futuro i software scritti per sfruttare questa tecnologia potrebbero rifiutarsi di girare con le funzionalità di sicurezza disabilitate...."Io non aggiungo altro.... e poi mi trovo ancora gente nei forum che contenta e giuliva difende a spada tratta la m$ e non sa manco cosa é il Palladium eccovene un assaggio.
    • Alessandrox scrive:
      Il peggio...
      sara' quando qualche ministro ignorante pensera' bene di rendere palladium obbligatorio per legge.- Scritto da: webalex
      ".....un'icona segnalerà la modalità
      operativa - sicura o non sicura - scelta
      dall'utente per far girare un'applicazione.
      Il big di Redmond ha tuttavia precisato che
      in futuro i software scritti per sfruttare
      questa tecnologia potrebbero rifiutarsi di
      girare con le funzionalità di sicurezza
      disabilitate...."

      Io non aggiungo altro.... e poi mi trovo
      ancora gente nei forum che contenta e
      giuliva difende a spada tratta la m$ e non
      sa manco cosa é il Palladium eccovene un
      assaggio.
    • Anonimo scrive:
      Re: Paura

      Io non aggiungo altro.... e poi mi trovo
      ancora gente nei forum che contenta e
      giuliva difende a spada tratta la m$ e non
      sa manco cosa é il Palladium eccovene un
      assaggio.Beh a questo punto spiegamelo tu cosa è il palladium. Io una mia idea me la sono fatta e non vedo la cosa così catastrofica come tutti i linari la vedono... ad ogni modo illuminami.
      • Anonimo scrive:
        Re: Paura

        Beh a questo punto spiegamelo tu cosa è il
        palladium. Io una mia idea me la sono fatta
        e non vedo la cosa così catastrofica come
        tutti i linari la vedono... ad ogni modo
        illuminami.Non sono l'iniziatore del thread, nè un linaro.Per me sarebbe catastrofico un PC che non sia sotto il mio totale controllo (pura utopia già oggi). Se ho l'harware adatto per far girere un programma, quello deve girare e basta. A me sembra che palladium potrebbe forse essere utile per alcune aziende, ma per l'utente domestico mi sembra prima di tutto un modo per complicare le cose.
        • Anonimo scrive:
          Re: Paura

          Se ho l'harware adatto per
          far girere un programma, quello deve girare
          e basta. Se il programa viene scritto per girare in modalità "protetta" sarà l'occasione per cambiare software o sistema operativo
          A me sembra che palladium potrebbe forse
          essere utile per alcune aziende, ma per
          l'utente domestico mi sembra prima di tutto
          un modo per complicare le cose.A me invece sembra che sia stato fatto proprio per gli utenti domestici che rovinano il mondo dell'informatica: si prendono virus e dialer e copiano mp3 e software a non finire. Certo, ho un pò preso in mezzo tutti, però in questo momento non mi viene proprio in mente nessuno di mia conoscenza che non lo faccia.
          • Anonimo scrive:
            Re: Paura
            - Scritto da: Anonimo
            A me invece sembra che sia stato fatto
            proprio per gli utenti domestici che
            rovinano il mondo dell'informatica: si
            prendono virus e dialer e copiano mp3 e
            software a non finire. Certo, ho un pò preso
            in mezzo tutti, però in questo momento non
            mi viene proprio in mente nessuno di mia
            conoscenza che non lo faccia.In parte e` questo. Per il resto serve a trasferire soldi dagli utenti a microsoft in quantita` modalita` e tempi decisi solo dalla microsoft. Tanto una volta che i tuoi documenti sono protetti con palladium e li puoi vedere solo decrittandoli con un collegamento ai server microsoft o paghi o muori.Per non parlare di tutti i soldi che si faranno rivendendo informazioni alle agenzie pubblicitarie...
          • Anonimo scrive:
            Re: Paura
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            A me invece sembra che sia stato fatto

            proprio per gli utenti domestici che

            rovinano il mondo dell'informatica: si

            prendono virus e dialer e copiano mp3 e

            software a non finire. Certo, ho un pò
            preso

            in mezzo tutti, però in questo momento non

            mi viene proprio in mente nessuno di mia

            conoscenza che non lo faccia.

            In parte e` questo. Per il resto serve a
            trasferire soldi dagli utenti a microsoft in
            quantita` modalita` e tempi decisi solo
            dalla microsoft. Tanto una volta che i tuoi
            documenti sono protetti con palladium e li
            puoi vedere solo decrittandoli con un
            collegamento ai server microsoft o paghi o
            muori.
            Per non parlare di tutti i soldi che si
            faranno rivendendo informazioni alle agenzie
            pubblicitarie...apri gli occhi linaro, guardati attorno e poi dimmi seriamente MS quanto fastidio ha dato a te e quante truffe e raggiri non-ms ti sei trovato davanti in vita tua...il tuo è semplicemente un pregiudizio spinto dalla faziosità
          • Anonimo scrive:
            Re: Paura
            - Scritto da: Anonimo
            Se il programa viene scritto per girare in
            modalità "protetta" sarà l'occasione per
            cambiare software o sistema operativoAh beh... così non sono più padrone di cambiare l'hardware del mio pc quando cavolo mi pare... bello, veramente bello.Ciao!
          • Anonimo scrive:
            Re: Paura

            Ah beh... così non sono più padrone di
            cambiare l'hardware del mio pc quando cavolo
            mi pare... bello, veramente bello.


            Ciao!con i mac e' stato cosi' per anni
      • Anonimo scrive:
        catastrofe?.......si.
        - Scritto da: Anonimo

        Io non aggiungo altro.... e poi mi trovo

        ancora gente nei forum che contenta e

        giuliva difende a spada tratta la m$ e non

        sa manco cosa é il Palladium eccovene un

        assaggio.

        Beh a questo punto spiegamelo tu cosa è il
        palladium. Io una mia idea me la sono fatta
        e non vedo la cosa così catastrofica come
        tutti i linari la vedono... ad ogni modo
        illuminami.Palladium significherà la fine del PC come lo conosciamo oggi, significherà la rinuncia ai programmi piratati (anche Windows stesso), agli mp3, ai DiVX.......Photoshop si troverà solo nelle macchine di chi ci lavora e per vedere i film dovrai affittare il DVD o comprare un Mac (Apple non aderisce a Palladium)...Sei ancora così convinto che non sia una catastrofe?
      • Anonimo scrive:
        Re: Paura e disperazione
        Per avere un quadro generale delle possibili applicazioni e costrizioni che questa tecnologia comporterà leggi con molta attenzione questo estratto di Ross Anderson :http://www.cl.cam.ac.uk/users/rja14/tcpa-faq.htmldisponibile in 11 lingue tra cui anche l'italiano :http://www.complessita.it/tcpa/Saluti
      • Anonimo scrive:
        Re: Paura

        Beh a questo punto spiegamelo tu cosa è il
        palladium. Io una mia idea me la sono fatta
        e non vedo la cosa così catastrofica come
        tutti i linari la vedono... ad ogni modo
        illuminami.Semplicemente non potrei più usare il tuo windows piratato (e ti sfido a cambiare OS ogni 2 anni per puro divertimento, non per necessità, come succede agli utenti domestici), i programmi shareware e freeware delle piccole softwarehouse o il programmino che ti scrivi te non potranno girare, non potrai avere + MP3 (nemmeno se hai il cd, infrangere le protezioni è illegale anche se hai diritto alla copia di sicurezza)... il Pc diventerà un elettrodomestico preconfezionato, tutto quello che fai oggi lo dovrai fare in modo diverso...
        • Anonimo scrive:
          Re: Paura
          Basterebbe rifiutarsi in massa di upgradare l'HW.E snobbare il sw di chi lo producesse palladium-aware.Come basterebbe non comprare CD audio protetti, o riportarli al negoziante.Se il palladium trovera' terreno fertile (in futuro) e se le majors possono rompere i marroni (ora) e' solo perche' ci sono personcine che accettano i loro prodotti alle loro condizioni.Il palladium potra avere successo solo se qualcuno comprera' le mb e le periferiche compatibili con la suddetta cagatona.Lasciatele sugli scaffali, resistete per 12 mesi (cosa ci vuole) e vedrete le lacrime che versera' dopo 12 mesi di stallo chi ha investito qualcosa in questa porcata.Il resto sono solo chiacchere.Burp.
          • Anonimo scrive:
            sfiducia

            Il palladium potra avere successo solo se
            qualcuno comprera' le mb e le periferiche
            compatibili con la suddetta cagatona.
            Lasciatele sugli scaffali, resistete per 12
            mesi (cosa ci vuole) e vedrete le lacrime
            che versera' dopo 12 mesi di stallo chi ha
            investito qualcosa in questa porcata.perfettamente daccordo, ma purtroppo viviamo in un mondo di stupidi, quindi mi stupirei di una mossa così intelligente.tuttora vedo gente che upgrada il pc rimanendo sulla stessa linea pensando di navigare molto più velocemente in internet...purtroppo sul totale di gonzi compratori e spenditori giulivi credo che saranno molto pochi a resistere sul vecchi hw e pretendere applicazioni ottimizzate. basta mettere la parola "facile" e "nuovo" su un prodotto e ci si butteranno come le api sul miele sperando che le nuove funzioni coprano la loro ignoranza e che il compiutèr sappia da sè cosa fare quando loro non ne hanno la più pallida idea (si, speriamo che in quei casi entri in funzione il chip T800!).io personalmente non mi schiodo dai miei os e dai miei programmi, trovo il tutto ancora perfettamente funzionale, ma so che c'è chi aspetta ardentemente il pentium 5 per navigare più velocemente e usare i giochi di ultima generazione (su cui poi gli mettono magari una scheda video obsoleta per fargli comprere il pentium 6... e i soliti EIDE del cavolo che gli fanno tirare il freno a mano al macchinone da 3 GHz ogni volta che deve aprire un filettino magari spannato in 1000+ frammenti perchè tanto il defrag è solo una perdita di tempo)
          • Anonimo scrive:
            Re: sfiducia

            io personalmente non mi schiodo dai miei os
            e dai miei programmi, trovo il tutto ancora
            perfettamente funzionaleAppunto. E immagina che le macchine attuali sono largamente sottosfruttate.Personalmente io mi sono stampato in mente la lista:http://www.trustedcomputing.org/tcpaasp4/members.aspSe devo comprare da queste aziende, mi assicuro prima che non abbiano ancora niente a che fare con Palladium.Se posso evitarle tanto meglio.Per esempio, pensavo di comprare una scheda grafica di una marca molto buona, ma poi ho scoperto che ce n'e' un'altra, altrettanto buona, che non ha aderito al TCPA... probabilmente optero' per questa seconda marca.Basta poco... e non abbiamo _bisogno_ di piu' potenza di calcolo, sono i fabbricanti di hardware e di software a cercare di farcelo credere da 15 anni a questa parte.--Marco *PaN!* Foco
          • Anonimo scrive:
            Re: sfiducia


            http://www.trustedcomputing.org/tcpaasp4/membHo notato, dalla lista che non compare AMD (o sbaglio?) è possibile (o auspicabile) che in futuro si creino 2 fazioni (Microsoft, Intel ecc..)nella quale AMD (con i suoi processori) vada contro questa assurdita' e che altre case decidano di far girare i loro prodotti solo su AMD?L'unico problema per molti (e forse anche per me) sarebbe quello di imparare un nuovo sistema operativo.Altra cosa, ho visto tra i fondatori di questa cosa la Compaq...ma che ci guadagna ad aver fatto questo? Posso capire la microsoft che cosi' controlla meglio il mercato...ma la compaq...
          • Anonimo scrive:
            Re: sfiducia

            http://www.trustedcomputing.org/tcpaasp4/memb

            Ho notato, dalla lista che non compare AMD
            (o sbaglio?) è possibile (o auspicabile) che
            in futuro si creino 2 fazioni (Microsoft,
            Intel ecc..)nella quale AMD (con i suoi
            processori) vada contro questa assurdita' e
            che altre case decidano di far girare i loro
            prodotti solo su AMD?Attenzione, AMD compare eccome.Advanced Micro Devices, Inc.--Marco *PaN!* Foco
          • Anonimo scrive:
            Re: sfiducia
            scusate non riesco ad aprire il link per controllare. ma a anche la Apple usera il istema palladium?
          • Anonimo scrive:
            Re: sfiducia
            intanto nel TCPA ci sta motorola che produce le cpu per apple dunque, nesuno vieta che possano inserirlo in un futuro microprocessore.
          • Anonimo scrive:
            Re: sfiducia
            - Scritto da: Anonimo
            intanto nel TCPA ci sta motorola che produce
            le cpu per apple dunque, nesuno vieta che
            possano inserirlo in un futuro
            microprocessore.No, Apple non aderisce a Palladium e non aderirà nel futuro, Jobs lo ha già detto chiaramente in più di un'intervista, è arrivato addirittura a sbeffeggiare il TCPA come "bufala"....Se ritrovo i link li posto
          • webalex scrive:
            Re: sfiducia
            E di questo nonostante io non sia un utente Apple (ma non si sa mai con Palladium che ronza in giro....) lo ringrazio veramente.
          • Anonimo scrive:
            Re: sfiducia
            NONO calma... ora Apple acquista i processori da IBM, tra poche ore verranno presentati i nuovi PowerMacintosh G5, che incorporano il processore PowerPC 970 di BigBlue.Motorola ha dichiarato di essere intenzionata a produrre processori embedded, quindi per cellulari, palmari ed elettrodomestici.Apple Rule--Silvano Bertossa
      • Anonimo scrive:
        Re: Paura
        - Scritto da: Anonimo

        Io non aggiungo altro.... e poi mi trovo

        ancora gente nei forum che contenta e

        giuliva difende a spada tratta la m$ e non

        sa manco cosa é il Palladium eccovene un

        assaggio.

        Beh a questo punto spiegamelo tu cosa è il
        palladium. Io una mia idea me la sono fatta
        e non vedo la cosa così catastrofica come
        tutti i linari la vedono... ad ogni modo
        illuminami.Eccolo pronto un cliente palladium, gia' prono, a 90°, e ansioso di prenderlo in quel posto. Appare chiaro che con Palladium non si avra' piu' il controllo reale del proprio PC e costui scrive: "non vedo la cosa così catastrofica".Vai cosi' che sei a posto.Francamente disprezzo chi e' pronto a barattare la liberta' per le chincaglierie della pseduo-tecnolgia del tutto-pronto-subito-basta-un-click.Non ci sono saluti.Prospero
Chiudi i commenti