TRE, roaming internazionale meno facile

Aumentano i raggruppamenti-paese a cui vengono applicate tariffe diverse. Ecco cosa succede all'inizio dell'estate by TRE


Roma – Giugno di novità per il roaming internazionale di TRE. Una risposta commerciale alla formula Vodafone Passport ? Forse, ma mentre l’offerta di Vodafone sembra semplificare la vita ai propri clienti in viaggio all’estero, l’offerta di TRE in vigore dalla fine di giugno (per la precisione da lunedì 27) sembra portare alcune novità che secondo qualcuno potrebbero creare qualche complicazione in più.

Se è vero, infatti, che c’è un vantaggio evidente con l’aumento del numero di Paesi nei quali è possibile avvalersi del servizio di roaming internazionale di TRE, è altrettanto vero che ciò comporta anche alcuni cambiamenti nella distribuzione tariffaria territoriale.

Dai due raggruppamenti iniziali (Europa/USA/Canada e Resto del Mondo) si passa a quattro. Il costo, per minuto di conversazione, passerà da 25 a 95 eurocent per i Paesi della zona 1 (identica tariffa sarà applicata sulle chiamate dagli stessi Paesi verso l’Italia).
Aumenti anche per il roaming dai Paesi appartenenti agli altri raggruppamenti territoriali: le chiamate relative alla Zona 2 passano da 1,2 e 2 Euro; per la zona 3 da 2,4 a 3 Euro; per la zona 4 da 2,4 a 6 Euro.

I dettagli sulla distribuzione tariffaria sono già stati pubblicati sul sito dell’operatore .

DB

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti