Tripping the ISS fantastic

Curioso esperimento quello condotto durante il Linux Day a Ferrara: un pacchetto dati è stato spedito alla Stazione Spaziale Internazionale. Che lo ha rilanciato in tutta Europa

Ferrara – Molte e affollate le iniziative che in tutta Italia nei giorni scorsi hanno animato un centinaio di città : il Linux Day, ormai appuntamento fisso di novembre, ha visto la partecipazione di tanti geek, esperti, smanettoni, aspiranti linuxofili e sostenitori dell’open source.

Tra le moltissime attività che andrebbero segnalate (molti resoconti di quanto accaduto si possono raggiungere dal programma ufficiale del Linux Day ) ce n’è una che ha incuriosito gli appassionati all’incontro di sabato organizzato a Ferrara dal LUG locale .

Nel corso del suo intervento dedicato alla stazione radioamatoriale a bordo della Stazione Spaziale Internazionale (ISS), Alain De Carolis , tra le molte cose fondatore dell’ ISS Fan Club , è riuscito nel tentativo di effettuare un collegamento radio attraverso la Stazione Spaziale Internazionale ISS. Sfruttando anche una connessione ad Internet e lanciando, in un certo senso, il pinguino nello spazio.

La Stazione Spaziale Internazionale “Un pacchetto AX25 contenente le coordinate della città e un messaggio di testo indicante il Linux day – ha spiegato Alain a Punto Informatico – è stato trasmesso via radio dalla mia stazione terrestre locata in provincia di Teramo (IZ6BYY) ma controllata via Internet da Ferrara. Tale pacchetto è stato poi rilanciato dalla ISS che ne ha reso possibile la ricezione su tutta l’Europa”.

Una stazione gateway Francese (F4CEP) lo ha ricevuto e consegnato all’archivio
online ufficiale findu.com .

Foto e resoconti dell’evento di Ferrara sono disponibili qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ALESSIA PRESTI scrive:
    INFO SIGLA TESSUTO
    Salve, volevo sapere che cosa vuol dire la sigla PI sulle etichette dei tessuti?Grazie SalutiAlessia
  • Larry scrive:
    pantaloni in Teflon
    li indosso tutte le volte che vado a concerti o in discoteca, quando presumo di sporcarmi o c'e' forte vento.sono refrattari a qualsiasi macchia, non assorbono alcun odore, asciugano in 15 minuti, proteggono dal vento.Li produceva la Oakley, li ho pagati 227.000 lire 4 anni fa sono ancora nuovi (e nessun altro paio di pantaloni in cotone mi e' durato altrettanto o anche solo la meta')Sono in stile "paracadutista" con km di zip, lacci per allungarli, accorciarli, stringerli, ecc.Dopo 4 ore di discoteca esco e puzzo di fumo fino ai calzini, ma i pantaloni no, senza stirarli, li ripongo nell'armadio e sono di nuovo pronti per il giorno successivo.Se dovese cadermi un pezzo di pizza con pomodoro e olio, la macchia viene allontanata con un tovagliolo e un getto d'acqua. I pantaloni fradici asciugano completamente per gravita' (indipendentemente dalla temperatura) in 15 minuti.a meno di non aprire le "bocchette di ventilazione" d'estate possono provocare una certa sudorazione, ma anche in questo caso, non c'e' traccia di odori sul materiale.Nonostante sia possibile regolare la lunghezza del capo per adattarla a quella delle gambe, per motivi miei tengo sempre il pantalone troppo lungo e questo lo trascina sotto la suola delle scarpe (ovviamente Oakley) grazie al bassissimo coefficiente d'attrito del Teflon il tessuto non ha nessun segno d'usura.Poi uso anche una giacchettina Pearl Izumi in Activent che con un peso di 260 g protegge dal vento e dal freddo permettendomi di andare in bicicletta con 8-10 gradi di temperatura indossando al di sotto solo un capo di qualsiasi materiale (cotone, poliammide ecc) (comprata 6 anni fa per 490.000 lire)
  • Anonimo scrive:
    Re: Quello che mi domando...
    il fatto che si autoeliminino è positivo al 100 per cento.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quello che mi domando...
      Ehm veramente della risposta non ho capito nulla...Cosa è positivo che si autoelimini, le particelle di argento o i detersivi?Se sono le particelle mi pare che la cosa sia solo negativa...
      • avvelenato scrive:
        Re: Quello che mi domando...
        - Scritto da: Anonimo
        Ehm veramente della risposta non ho capito
        nulla...
        Cosa è positivo che si autoelimini,
        le particelle di argento o i detersivi?
        Se sono le particelle mi pare che la cosa
        sia solo negativa...i detersivi.le particelle sono incorporate in un film sottilissimo che protegge il tessuto ricoprendolo, a quanto ho capito.
        • Anonimo scrive:
          Re: Quello che mi domando...
          Sì anche io ho capito, così, il problema è che lo sfregamento del tessuto rilascerà le particelle di argento.Chiamarle poi nanoparticelle... diciamo semplicemente polveri sottili e facciamo prima.
          • avvelenato scrive:
            Re: Quello che mi domando...
            - Scritto da: Anonimo
            Sì anche io ho capito, così,
            il problema è che lo sfregamento del
            tessuto rilascerà le particelle di
            argento.ne sei sicuro?io ho capito che sono incorporate in un film.
            Chiamarle poi nanoparticelle... diciamo
            semplicemente polveri sottili e facciamo
            prima.credo che qui esistano delle definizioni specifiche. Forse "nanopolvere" andrebbe bene... non lo so. non sono del settore, comunque questo non ha nulla che vedere con le polveri normali (neanche quelle delle fibre d'amianto!), per quanto fini possano essere.
  • Anonimo scrive:
    Neanche Archimede Pitagorico!!
    Questa notizia è davvero sensazionale se si considera che anche archimede pitagorico aveva dichiarato a PdP l'impossibilità di realizzare un tessuto che non si sporcasse!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Neanche Archimede Pitagorico!!
      - Scritto da: Anonimo
      Questa notizia è davvero sensazionale
      se si considera che anche archimede
      pitagorico aveva dichiarato a PdP
      l'impossibilità di realizzare un
      tessuto che non si sporcasse!!Veramente io mi ricordo che Archimede l'avevarealizzato, il tessuto "Sempernet", solo cheera stato presso d'assalto dai gestori di lavanderieche avevano visto i propri affari colare a picco. Cosi'Archimede decide per aiutarli di abbandonareil SemperNet e realizzare il tessuto "TuttoSporc...", che attira le bucce di banana...
  • Anonimo scrive:
    Figo!
    avremo questo vestito:Dhttp://www.antoniogenna.net/doppiaggio/telefilm/automan.jpg
  • Anonimo scrive:
    Re: Cosa vuol dire?
    - Scritto da: Anonimo
    Sarà, ma una badilata simile la
    vedevo più appropriata alle sfuriate
    della gente, che non manca certo tra gli
    altri "commentatori" dell'articolo, che
    vagheggia e vaneggia su fantomatiche
    particelle volatili e altamente pericolose,
    piuttosto che a questa battutina
    fondamentalmente innocua.Quando l'ho scritta, le fantasie volanti non erano ancora apparse, e questa battutina mi ha fatto presagire qualcosa, e infatti...
  • Anonimo scrive:
    The Tuxedo...
    ...potrebbe presto diventare realtà? :-)
  • Anonimo scrive:
    Poveri polvomi
    Quante nanoschifezze dovranno respirare, e speriamo che non finisce come le fibre di amianto che dopo 30 anni si scopre che sono altamente cancerogene!!!Anche l'amianto quando usci' sembrava la panacea per tutti i porblemi del mondo!!!!!Per non parlare delle eventuali allergie da contatto con questi nano tessuti che sprigionano particelle di argento!!!!!!!!Me l avedo male!!!!!!!Comunque fra 30 anni faranno lagge che le dichiarerà illegali come l'amiantoQuanto era bello il semplice cotone, per non parlare della lana!
    • Anonimo scrive:
      Re: Poveri polvomi
      - Scritto da: Anonimo
      Quante nanoschifezze dovranno respirare, e
      speriamo che non finisce come le fibre di
      amianto che dopo 30 anni si scopre che sono
      altamente cancerogene!!!
      Anche l'amianto quando usci' sembrava la
      panacea per tutti i porblemi del mondo!!!!!

      Per non parlare delle eventuali allergie da
      contatto con questi nano tessuti che
      sprigionano particelle di argento!!!!!!!!


      Me l avedo male!!!!!!!

      Comunque fra 30 anni faranno lagge che le
      dichiarerà illegali come l'amianto


      Quanto era bello il semplice cotone, per non
      parlare della lana!Vedo che sei un vero esperto di nanotecnologie...
    • Anonimo scrive:
      Re: Poveri polvomi
      - Scritto da: Anonimo
      Quante nanoschifezze dovranno respirare, e
      speriamo che non finisce come le fibre di
      amianto che dopo 30 anni si scopre che sono
      altamente cancerogene!!!Mi sai citare la fonte in cui si dice che le particelle di argento si staccheranno e veleggeranno nell'aria fino ai tuoi polmoni? Oppure parli per fantasia tua?Forse ti rierisci a questa frase dell'articolo?"In particolare, si tratta di una pellicola polimerica mescolata a nanoparticelle d'argento, capaci di creare una serie di avvallamenti e rilievi di dimensioni microscopiche, che rendono difficile il deposito delle sostanze esterne e che, una volta sciacquate in acqua (ma è sufficiente un panno bagnato), abbandonano il tessuto. "Spero di no, perche' qui il soggetto di "abbandonano il tessuto" e' "sostanze esterne" e non "nanoparticelle d'argento", le quali "rendono difficile il deposito ".Chiaro no? Se fossero le nanoparticelle a staccarsi alla prima sciaquata, che servirebbe avere un tessuto del genere?E comunque, se per un caso che non ci e' dato di conoscere ma che tu sembri sapere, le nanoparticelle d'argento abbandonassero il tessuto una volta sciacquate IN ACQUA, io non credo che tu ti metta a respirare dentro il secchio d'acqua dove hai lavato questo tessuto.Comunque se non ci credi informati, comincia da qui:http://mse.clemson.edu/htm/research/ntc/Ultrahydrophobic%20Fibers_1.htm
      • UmAnOiDe/69 scrive:
        Re: Poveri polvomi

        E comunque, se per un caso che non ci e'
        dato di conoscere ma che tu sembri sapere,
        le nanoparticelle d'argento abbandonassero
        il tessuto una volta sciacquate IN ACQUA, io
        non credo che tu ti metta a respirare dentro
        il secchio d'acqua dove hai lavato questo
        tessuto.Se in effetti si staccassero dal tessuto anche solo in parte - ma come giustamente dici resta da capire da dove l'ha dedotto il nostro scienziato qui sopra - mi è oscuro il principio per cui siano piuttosto preferibili degli schifosissimi residui chimici, in quantità questa sì elevata e dalla dannosità accertata, come nel caso dei detersivi!Mah...Mi affascina sempre il modo in cui il terrore del non-noto sia per certuni soverchiante rispetto alla paura dei pericoli accertati, per quanto gravi possano essere questi ultimi.Del tipo "mi sfondo tre pacchetti di Camel, vado a pranzo da McDonald, una bella lampada UVA, alcool a gogo... ma lungi da me un campo elettromagnetico!"
    • Anonimo scrive:
      Re: Poveri polvomi
      E quanto era bella la cara vecchia caverna dove ci spulciavamo a vicenda alla luce del focherello dove cuocevamo la gazzella appena cacciata, eh?Ah, i bei vecchi tempi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Poveri polvomi
      - Scritto da: Anonimo
      Quante nanoschifezze dovranno respirare, e
      speriamo che non finisce come le fibre di
      amianto che dopo 30 anni si scopre che sono
      altamente cancerogene!!!
      Anche l'amianto quando usci' sembrava la
      panacea per tutti i porblemi del mondo!!!!!
      A dire il vero lo scriveva già Plinio il Vecchio nel primo secolo dopo Cristo che la lavorazione dell'amianto faceva schiattare gli schiavi...
  • Anonimo scrive:
    Re: Finalmente i vestiti nanotecnologici!
    chi ha la dissenteria non dovra' piu' buttare gli slip e con una semplice sciacquata in bagno si rendera' presentabile, certo una fibra che non trattiene fluidi penso richieda delle nanogrondaie per il sudore ;-)io credo che continuero' a preferire come abbigliamento femminile lo chanel n° 5
    • Anonimo scrive:
      Re: Finalmente i vestiti nanotecnologici!
      - Scritto da: Anonimo
      chi ha la dissenteria non dovra' piu'
      buttare gli slip e con una semplice
      sciacquata in bagno si rendera'
      presentabile, certo una fibra che non
      trattiene fluidi penso richieda delle
      nanogrondaie per il sudore ;)Dove hai letto che non sara' mai possibile avere tessuti che permettano la traspirazione?Citare prego.
      • Anonimo scrive:
        Re: Finalmente i vestiti nanotecnologici!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        chi ha la dissenteria non dovra' piu'

        buttare gli slip e con una semplice

        sciacquata in bagno si rendera'

        presentabile, certo una fibra che non

        trattiene fluidi penso richieda delle

        nanogrondaie per il sudore ;)

        Dove hai letto che non sara' mai possibile
        avere tessuti che permettano la
        traspirazione?
        Citare prego. Terrificante, c'è gente che le battute non le capisce manco se ci si mettono le faccine.
        • Anonimo scrive:
          Re: Finalmente i vestiti nanotecnologici!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: Anonimo


          chi ha la dissenteria non dovra'
          piu'


          buttare gli slip e con una semplice


          sciacquata in bagno si rendera'


          presentabile, certo una fibra che
          non


          trattiene fluidi penso richieda
          delle


          nanogrondaie per il sudore ;)



          Dove hai letto che non sara' mai
          possibile

          avere tessuti che permettano la

          traspirazione?

          Citare prego.

          Terrificante, c'è gente che le
          battute non le capisce manco se ci si
          mettono le faccine.Evidentemente mettere le faccine fa credere di avere stile nello scrivere.
          • avvelenato scrive:
            Re: Finalmente i vestiti nanotecnologici
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo



            chi ha la dissenteria non
            dovra'

            piu'



            buttare gli slip e con una
            semplice



            sciacquata in bagno si
            rendera'



            presentabile, certo una fibra
            che

            non



            trattiene fluidi penso
            richieda

            delle



            nanogrondaie per il sudore ;)





            Dove hai letto che non sara' mai

            possibile


            avere tessuti che permettano la


            traspirazione?


            Citare prego.



            Terrificante, c'è gente che le

            battute non le capisce manco se ci si

            mettono le faccine.

            Evidentemente mettere le faccine fa credere
            di avere stile nello scrivere.no, mettere le faccine dovrebbe far capire che è necessario includere la libreria humor.h
          • Anonimo scrive:
            Re: Finalmente i vestiti nanotecnologici
            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo




            chi ha la dissenteria non

            dovra'


            piu'




            buttare gli slip e con
            una

            semplice




            sciacquata in bagno si

            rendera'




            presentabile, certo una
            fibra

            che


            non




            trattiene fluidi penso

            richieda


            delle




            nanogrondaie per il
            sudore ;)







            Dove hai letto che non sara'
            mai


            possibile



            avere tessuti che permettano
            la



            traspirazione?



            Citare prego.





            Terrificante, c'è gente
            che le


            battute non le capisce manco se ci
            si


            mettono le faccine.



            Evidentemente mettere le faccine fa
            credere

            di avere stile nello scrivere.

            no, mettere le faccine dovrebbe far capire
            che è necessario includere la
            libreria humor.hSei un povero s***** figlio di **** testa di ******:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:D:DEcco ti ho messo anche tante faccine.Quale e' stata la tua prima impressione, offesa o sghignazzata?Cosa conta di piu', la faccina o il contesto?La faccina non e' un sostituto della capacita' di scrivere.
          • avvelenato scrive:
            al tizio OT
            no, la faccina non sostituisce nulla, semmai complementa, spezia, aggiunge. Negarle valore espressivo è assurdo e controproducente. :,( (volutamente in formato ascii)certo che se i contenuti del messaggio sono idioti, puoi metterci tutte le faccine che vuoi.non mi sembra il caso della battuta sulle "nanogrondaie", che invero a me ha fatto ridere :D (a differenza dei tuoi insulti)per il mod: e non bloccare questo msg! dai discutiamo senza far flames, promesso! :P==================================Modificato dall'autore il 30/11/2004 14.32.46
          • Anonimo scrive:
            Re: al tizio OT
            - Scritto da: avvelenato
            no, la faccina non sostituisce nulla, semmai
            complementa, spezia, aggiunge.Il problema sta secondo me nel valore equivoco del messagio della faccina: :) significa "e' una battuta" ma anche "mi diverto" "e' divertente" "fa ridere" "e' ridicolo" "sto esagerando" "sono palle" "mi beffo di queste cose" ecc ecc. a seconda del contesto, delle parole, della posizione.
            Negarle
            valore espressivo è assurdoPero' a volte non ne ha proprio. Eccotene una:8)Che valore espressivo ha? Sono contento? Sono beffardo?
            certo che se i contenuti del messaggio sono
            idioti, puoi metterci tutte le faccine che
            vuoi.
            non mi sembra il caso della battuta sulle
            "nanogrondaie", che invero a me ha fatto
            ridere :D (a differenza dei tuoi insulti)Come volevasi dimostrare le mie molte faccine non hanno reso il mio messaggo con gli insulti divertente. Perche' la faccina nel messaggio delle nanogrondaie invece doveva far capire a tutti che era una battuta se il significato stesso della faccina e' interpretabile?
          • Anonimo scrive:
            Re: al tizio OT

            8)
            Che valore espressivo ha? Sono contento?
            Sono beffardo?Non entro nel merito del resto del vostro "disquisire" ma credo che 8)dovrebbe stare piu' o meno per: 8) So troppo figo! :D
          • avvelenato scrive:
            Re: al tizio OT
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: avvelenato

            no, la faccina non sostituisce nulla,
            semmai

            complementa, spezia, aggiunge.

            Il problema sta secondo me nel valore
            equivoco del messagio della faccina: :)
            significa "e' una battuta" ma anche "mi
            diverto" "e' divertente" "fa ridere" "e'
            ridicolo" "sto esagerando" "sono palle" "mi
            beffo di queste cose" ecc ecc. a seconda del
            contesto, delle parole, della posizione.credo che esistano "segni linguistici" il cui corrispettivo significante non è definibile tramite lettere alfabetiche.cioé::) significa :)a te cosa evoca vedere quella emoticon? io credo che sia un simbolo abbastanza universale


            Negarle

            valore espressivo è assurdo

            Pero' a volte non ne ha proprio. Eccotene
            una:
            8)
            Che valore espressivo ha? Sono contento?
            Sono beffardo?
            in questo caso il significato è meno universale in quanto presuppone un certo background culturale (che comunque si dà per scontato in qualsiasi cittadino occidentale... per caso tu sei aborigeno? :D )cmq imo significa qualcosa tipo: 'so tamarro 8) in effetti rievoca al mito della star cogli occhiali da sole, un'icona diffusasi solo dall'ultima metà dello scorso secolo in tutto l'occidente, grazie anche alla tv e al cinema... o no?

            certo che se i contenuti del messaggio
            sono

            idioti, puoi metterci tutte le faccine
            che

            vuoi.

            non mi sembra il caso della battuta
            sulle

            "nanogrondaie", che invero a me ha fatto

            ridere :D (a differenza dei tuoi
            insulti)

            Come volevasi dimostrare le mie molte
            faccine non hanno reso il mio messaggo con
            gli insulti divertente. Perche' la faccina
            nel messaggio delle nanogrondaie invece
            doveva far capire a tutti che era una
            battuta se il significato stesso della
            faccina e' interpretabile?
            beh, io non credo che il significato della faccina sia più interpretabile rispetto ad una parola qualsiasi. Un sorriso è un sorriso.Eppure si può sorridere per tante cose.Si può ridere o ghignare.Si può piangere dalla gioia o dal dolore. Spesso esistono nomi che descrivono sfumature differenti di uno stesso concetto, spesso invece no..cmq, allora tu ti domanderai "allora come potevo capire che quella delle nanogrondaie fosse una battuta?".Beh il punto è: se non l'hai capita, con o senza faccetta, ti manca proprio il senso dell'humor :Dps: ti lascio con un ultima chicca: lo sai che in Groenlandia esistono 16 nomi differenti per descrivere la neve? E' perché lì la neve assume una importanza maggiore rispetto che qui da noi. Chiaro, essendocene così tanta...Invece in Italia esistono 24 modi diversi per descrivere lo str0nzo.Il tuo nome è il 19esimo 8)(scherzo ;) )==================================Modificato dall'autore il 30/11/2004 18.20.15
          • Anonimo scrive:
            Re: al tizio OT
            - Scritto da: avvelenato
            Invece in Italia esistono 24 modi diversi
            per descrivere lo str0nzo.
            Il tuo nome è il 19esimo 8)

            (scherzo ;) )Eh eh che fine umorista 8)(ironico ;) )
  • Anonimo scrive:
    E se si staccano?
    Microparticelle di metallo che volano nell'aria... una manna per il nostro gia' provato sistema respiratorio.Non so se si respiri bene con delle particelle di argento argento nei polmoni.CoD
    • Anonimo scrive:
      Re: E se si staccano?
      - Scritto da: Anonimo
      Microparticelle di metallo che volano
      nell'aria... una manna per il nostro gia'
      provato sistema respiratorio.

      Non so se si respiri bene con delle
      particelle di argento argento nei polmoni.

      CoDChi ti dice che si stacchino?Fonti?
    • Anonimo scrive:
      Re: E se si staccano?
      Sai che gli atomi si muovono? Sempre e comunque. E hanno la fastidiosa abitudine di staccarsi gli uni dagli altri in conseguenza di questa energia cinetica.Insomma, hai oggetti di argento in casa? Perché ti avverto che rilasciano nell'aria delle antipaticissime "particelle" di argento.E quelli d'oro particelle d'oro.E quelli di carbonio particelle di carbonio.E quelli di ferro particelle di ferro.E quelli di calcio particelle di calce.E quelli di rame particelle di rame...(continua per tutta la tavola periodica degli elementi)
      • Anonimo scrive:
        Re: E se si staccano?
        - Scritto da: Anonimo
        Sai che gli atomi si muovono?
        Sempre e comunque. E hanno la fastidiosa
        abitudine di staccarsi gli uni dagli altri
        in conseguenza di questa energia cinetica.

        Insomma, hai oggetti di argento in casa?
        Perché ti avverto che rilasciano
        nell'aria delle antipaticissime "particelle"
        di argento.
        E quelli d'oro particelle d'oro.
        E quelli di carbonio particelle di carbonio.
        E quelli di ferro particelle di ferro.
        E quelli di calcio particelle di calce.
        E quelli di rame particelle di rame...Non è così semplice.Prima di tutto "particelle" è diverso da "atomi".Il fatto che gli atomi si agitino, non significa che si liberano.Per alcune sostanze basta una temperatura di -200 gradi per liberare gli atomi. Per altre sostanze è necessario raggiungere i 3000 gradi solo per rendere mobili (che non vuol dire "liberare allo stato gassoso") le molecole.L'energia cinetica di vibrazione riesce a svincolarre una molecola in quantità differente a seconda della sostanza con cui si ha a che fare.Se le molecole fossero così indiscriminatamente libere di staccarsi dalle altre, oggi vivremmo in un universo fatto solo ed esclusivamente di sostanze gassose.Tit.
    • Anonimo scrive:
      Re: E se si staccano?
      - Scritto da: Anonimo
      Microparticelle di metallo che volano
      nell'aria... una manna per il nostro gia'
      provato sistema respiratorio.

      Non so se si respiri bene con delle
      particelle di argento argento nei polmoni. Cosa intendi con argento argento? Mithryl?
    • Anonimo scrive:
      Re: E se si staccano?
      - Scritto da: Anonimo
      Non so se si respiri bene con delle
      particelle di argento argento nei polmoni.Fatti un giro a piedi per Milano. Quando torni a casa ti lavi il vestito e il fumo e lo smog se ne vanno. Quello che hai respirato invece rimane nei tuoi polmoni. Poi ti mangi un bel pesce, così il mercurio che questo si è ingozzato ti finisce nel fegato. Infine ti fumi una bella sigaretta, così catrame, nicotina, fumo, e tutte le centinaia di sostanze emesse ti finiscono -per tua volontà- nei polmoni.E tu ti preoccupi di nanoparticelle di argento che non sai neppure se commercializzeranno?!? MA RIPIGLIATI!!!
  • Anonimo scrive:
    Tenetevi pure i vostri nanotessuti...
    io continuerò a usare le fibre naturali:Lana, seta, cotone, lino.Anche perché, chissà come mai, i tessuti tecnologici mi danno l'allergia.Per lo stesso motivo preferisco una pizza o un piatto di pasta ai Mc Spazzatura
    • Anonimo scrive:
      Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti..
      Mi chiedo come tu sia riuscito a scrivere sul forum senza tecnologia!Telepatia?Forse alcune tecnologie sono utili e magari bisognerebbe conoscerle o provarle prima di "parlare".Credo che il fenomeno fisico utilizzato sia chiamato superidrofobicita' (superhydrophobicity) ed e' usato in natura da migliaia di anni...vedi fiore di loto.fatevi una ricerchina- Scritto da: Anonimo
      io continuerò a usare le fibre
      naturali:
      Lana, seta, cotone, lino.
      Anche perché, chissà come mai,
      i tessuti tecnologici mi danno l'allergia.

      Per lo stesso motivo preferisco una pizza o
      un piatto di pasta ai Mc Spazzatura
      • Anonimo scrive:
        Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti..
        Bisogna vedere che effetti hanno questi nanotessuti a contatto con la pelle che ha parecchia umidita'.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti..
          - Scritto da: Anonimo
          Bisogna vedere che effetti hanno questi
          nanotessuti a contatto con la pelle che ha
          parecchia umidita'.Ti scivolano via e ti lasciano nudo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti...

      io continuerò a usare le fibre
      naturali:
      Lana, seta, cotone, lino.
      Anche perché, chissà come mai,
      i tessuti tecnologici mi danno l'allergia.... disse l'omino con le scarpe dalla suola di cuoio con il tacco in gomma, le calze di cotone elasticizzate in nylon, la giacca impermeabile in lana e goretex, e un bel mouse di plastica in mano.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti...
        - Scritto da: Anonimo

        io continuerò a usare le fibre

        naturali:

        Lana, seta, cotone, lino.

        Anche perché, chissà come
        mai,

        i tessuti tecnologici mi danno
        l'allergia.

        ... disse l'omino con le scarpe dalla suola
        di cuoio con il tacco in gomma, le calze di
        cotone elasticizzate in nylon, la giacca
        impermeabile in lana e goretex, e un bel
        mouse di plastica in mano.ma gomma nylon goretex e plastica non rilasciano particelle di pochi micron con capacita' chimiche di legame con le cellule viventi ancora sconosciute, sara' il caso di sperimentare un po' prima e di rendere pubblici e trasparenti i risultati ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          io continuerò a usare le
          fibre


          naturali:


          Lana, seta, cotone, lino.


          Anche perché, chissà
          come

          mai,


          i tessuti tecnologici mi danno

          l'allergia.



          ... disse l'omino con le scarpe dalla
          suola

          di cuoio con il tacco in gomma, le
          calze di

          cotone elasticizzate in nylon, la giacca

          impermeabile in lana e goretex, e un bel

          mouse di plastica in mano.

          ma gomma nylon goretex e plastica non
          rilasciano particelle di pochi micron con
          capacita' chimiche di legame con le cellule
          viventi ancora sconosciuteVeramente il rifiuto a questi tessuti sembrava dovuta tutta ad una bella allergia luddista verso le cose nuove (vedi infatti il parallelismo con la pasta e l'hamburger).Non e' piu' cosi?
          sara' il caso di
          sperimentare un po' prima e di rendere
          pubblici e trasparenti i risultati ?Sara' il caso di valutare gli esperimenti gia' fatti prima di schifare per principio i tessuti tecnologici, che dici?.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti...
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo


          io continuerò a usare le
          fibre


          naturali:


          Lana, seta, cotone, lino.


          Anche perché, chissà
          come

          mai,


          i tessuti tecnologici mi danno

          l'allergia.



          ... disse l'omino con le scarpe dalla
          suola

          di cuoio con il tacco in gomma, le
          calze di

          cotone elasticizzate in nylon, la giacca

          impermeabile in lana e goretex, e un bel

          mouse di plastica in mano.


          ma gomma nylon goretex e plastica non
          rilasciano particelle di pochi micron con
          capacita' chimiche di legame con le cellule
          viventi ancora sconosciuteE dove hai letto che questo avviene con questa pellicola polimerica?Forse ti rierisci a questa frase dell'articolo?"In particolare, si tratta di una pellicola polimerica mescolata a nanoparticelle d'argento, capaci di creare una serie di avvallamenti e rilievi di dimensioni microscopiche, che rendono difficile il deposito delle sostanze esterne e che, una volta sciacquate in acqua (ma è sufficiente un panno bagnato), abbandonano il tessuto. "Spero di no, perche' qui il soggetto di "abbandonano il tessuto" e' "sostanze esterne" e non "nanoparticelle d'argento", le quali "rendono difficile il deposito ".Chiaro no? Se fossero le nanoparticelle a staccarsi alla prima sciaquata, che servirebbe avere un tessuto del genere?
          sara' il caso di
          sperimentare un po' prima e di rendere
          pubblici e trasparenti i risultati ?Prima dimostraci che questo tessuto rilascia particelle di pochi micron, poi ne riparliamo.
        • Anonimo scrive:
          Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti..
          STRA-ROTFL!:D
        • vale56 scrive:
          Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti...
          - Scritto da: Anonimo


          ma gomma nylon goretex e plastica non
          rilasciano particelle di pochi micron con
          capacita' chimiche di legame con le cellule
          viventi ancora sconosciute, sara' il caso di
          sperimentare un po' prima e di rendere
          pubblici e trasparenti i risultati ?

          Tra parentesi esiste già una lavatrice che, ionizzando l'acqua non ha bisogno di detersivi http://www.nipponico.com/dizionario/l/lavatrice.php, per cui che bisogno c'è di questi nano tessuti?
          • Anonimo scrive:
            Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti...
            - Scritto da: vale56


            - Scritto da: Anonimo





            ma gomma nylon goretex e plastica non

            rilasciano particelle di pochi micron
            con

            capacita' chimiche di legame con le
            cellule

            viventi ancora sconosciute, sara' il
            caso di

            sperimentare un po' prima e di rendere

            pubblici e trasparenti i risultati ?




            Tra parentesi esiste già una
            lavatrice che, ionizzando l'acqua non ha
            bisogno di detersivi
            www.nipponico.com/dizionario/l/lavatrice.php
            , per cui che bisogno c'è di questi
            nano tessuti?Leggilo tutto l'articolo sulla lavatrice :DInoltre l'idea dell'elettrolisi non e' nuova, ad esempio in alcune piscine usano il sale comune al posto delle pastiglie di cloro perche' hanno una batteria di "elettronatori" che liberano cloro nascente.In realta' il sistema e' una schifezza, perche' come in molti avranno gia' intuito e' sufficiente l'evaporazione di una giornata di sole per creare depositi sui bordi della vasca :DPer ricollegarmi al tema: stiamo parlando di nanoparticelle di argento... Prima di arrivare all'argiria ce ne vuole, suvvia!
          • Anonimo scrive:
            Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti...
            - Scritto da: Anonimo

            Tra parentesi esiste già una

            lavatrice che, ionizzando l'acqua non ha

            bisogno di detersivi


            www.nipponico.com/dizionario/l/lavatrice.php

            , per cui che bisogno c'è di
            questi

            nano tessuti?

            Leggilo tutto l'articolo sulla lavatrice :DVeramente in Giappone queste lavatrici le usano tutti, e funzionano bene, non girano certo con abiti sporchi le persone.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti...
        - Scritto da: Anonimo

        io continuerò a usare le fibre

        naturali:

        Lana, seta, cotone, lino.

        Anche perché, chissà come
        mai,

        i tessuti tecnologici mi danno
        l'allergia.

        ... disse l'omino con le scarpe dalla suola
        di cuoio con il tacco in gomma, le calze di
        cotone elasticizzate in nylon, la giacca
        impermeabile in lana e goretex, e un bel
        mouse di plastica in mano.Veramente solo calza in cotone, scarpe di cuoio, niente goretex, solo panno, biancheria intima in cotone pantaloni e camicia idemPs ho iniziato io il 3d
        • avvelenato scrive:
          Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti..
          - Scritto da: Anonimo


          - Scritto da: Anonimo


          io continuerò a usare le
          fibre


          naturali:


          Lana, seta, cotone, lino.


          Anche perché, chissà
          come

          mai,


          i tessuti tecnologici mi danno

          l'allergia.



          ... disse l'omino con le scarpe dalla
          suola

          di cuoio con il tacco in gomma, le
          calze di

          cotone elasticizzate in nylon, la giacca

          impermeabile in lana e goretex, e un bel

          mouse di plastica in mano.

          Veramente solo calza in cotone, scarpe di
          cuoio, niente goretex, solo panno,
          biancheria intima in cotone pantaloni e
          camicia idem

          Ps ho iniziato io il 3dl'hai scritto con la forza di telepatia?johnny, è quasi magia!
        • Anonimo scrive:
          Re: Tenetevi pure i vostri nanotessuti...
          - Scritto da: Anonimo
          Veramente solo calza in cotone, scarpe di
          cuoio, niente goretex, solo panno,
          biancheria intima in cotone pantaloni e
          camicia idemCon bottoni in legno suppongo anzicche' in plastica :)
          Ps ho iniziato io il 3dNon serviva, la vis comica si riconosceva.
  • danieleNA scrive:
    perdonatemi se
    faccio il guastafeste. Ma sui giornali leggo anche che le nanoparticelle possono essere anche molto inquinanti. Sembra stiano entrando nella branchie di alcuni pesci facendoli morire.Così pure, su Famiglia Cristiana attualmente in edicola, scrivono che tutti si preoccupano delle contaminazioni da ogm. Ma pochissimi stanno cercando di valutare gli effetti degli ogm sui lombrichi (!) ed altri organismi nel terreno.Forse gli scienziati stanno producendo troppo in fretta trasformazioni che la Natura avrebbe fatto in centinaia di anni.
    • Anonimo scrive:
      Re: perdonatemi se
      io già uso solo acqua per lavare i panni e vengono benissimo e per di più non fanno odore di detersivo
      • Anonimo scrive:
        Re: perdonatemi se
        Spiegami, perché a me a volte la roba dei miei figli non viene pulita neppure con il detersivo? :o
        • avvelenato scrive:
          Re: perdonatemi se
          - Scritto da: Anonimo
          Spiegami, perché a me a volte la roba
          dei miei figli non viene pulita neppure con
          il detersivo? :oforse ti sei dimenticato l'addittivo fondamentale da aggiungere all'acqua:l' olio di gomito :D :D :D
          • Anonimo scrive:
            Re: perdonatemi se
            L'acqua non è un solvente, non puo pulire.
          • Anonimo scrive:
            Re: perdonatemi se
            - Scritto da: Anonimo
            L'acqua non è un solvente, non puo
            pulire. Forse faresti meglio a riformulare questa affermazione... se l'acqua NON fosse un solvente, TU (assieme a una buona quantità di altre cose) manco esisteresti.
          • avvelenato scrive:
            Re: perdonatemi se
            - Scritto da: sammily76

            - Scritto da: Anonimo

            L'acqua non è un solvente, non
            puo

            pulire.

            Forse faresti meglio a riformulare questa
            affermazione... se l'acqua NON fosse un
            solvente, TU (assieme a una buona
            quantità di altre cose) manco
            esisteresti. oltretutto l'olio di gomito è un solvente LOL :D
          • Anonimo scrive:
            Re: perdonatemi se
            - Scritto da: avvelenato

            - Scritto da: sammily76



            - Scritto da: Anonimo


            L'acqua non è un solvente,
            non

            puo


            pulire.



            Forse faresti meglio a riformulare
            questa

            affermazione... se l'acqua NON fosse un

            solvente, TU (assieme a una buona

            quantità di altre cose) manco

            esisteresti.



            oltretutto l'olio di gomito è un
            solvente LOL :D E va bene per (quasi) tutto aggiungerei :)
          • Anonimo scrive:
            Re: perdonatemi se
            - Scritto da: Anonimo
            L'acqua non è un solvente, non puo
            pulire.Infatti e' nota anche come "solvente universale":-)
    • Anonimo scrive:
      Re: perdonatemi se
      - Scritto da: danieleNA
      faccio il guastafeste.
      Ma sui giornali leggo anche che le
      nanoparticelle possono essere anche molto
      inquinanti. Sembra stiano entrando nella
      branchie di alcuni pesci facendoli morire.
      Così pure, su Famiglia Cristiana
      attualmente in edicola, scrivono che tutti
      si preoccupano delle contaminazioni da ogm.
      Ma pochissimi stanno cercando di valutare
      gli effetti degli ogm sui lombrichi (!) ed
      altri organismi nel terreno.
      Forse gli scienziati stanno producendo
      troppo in fretta trasformazioni che la
      Natura avrebbe fatto in centinaia di anni. Perdonami tu! ma per la precisione a quando la distizione tra scienza (conoscenza) e applicazioni tecnologiche?Non sarebbe ora (se oltre a leggere i giornali) cominciassi a leggere qualche libro?Magari uno di quelli che spiga qualche differenza tra le due cose scienza e tecnologia su cui ti fai una domanda ?Mi sono un poco rotto le scatole di questi atteggiamenti da qualunquista che pretendono di definire "scienziati" e "scienza" cose che di scienza non hanno nulla!Adesso basta!Grazie.
  • Anonimo scrive:
    Re: Cosa vuol dire?
    Purtroppo siamo davvero indietro, e nessuno governo si è mai preoccupato di spingere avanti la ricerca in nessun campo...... forse uno si :D ma riguarda politica e magistratura quindi è meglio non parlarne :)Per colpa di questa arretratezza continueremo ad avere una produzione antiquata (anche se ottima) e quindi molto costosa, se consideriamo che tutti ciò che è tecnologia avanzata dobbiamo comprarlo dall'estero perchè è li che viene prodotto....... se continuiamo così fra un po faremo parte del 3 mondo altro che europa :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa vuol dire?
      - Scritto da: Anonimo
      Purtroppo siamo davvero indietro, e nessuno
      governo si è mai preoccupato di
      spingere avanti la ricerca in nessun
      campo...... forse uno si :D ma riguarda
      politica e magistratura quindi è
      meglio non parlarne :)
      Per colpa di questa arretratezza
      continueremo ad avere una produzione
      antiquata (anche se ottima) e quindi molto
      costosa, se consideriamo che tutti
      ciò che è tecnologia avanzata
      dobbiamo comprarlo dall'estero perchè
      è li che viene prodotto....... se
      continuiamo così fra un po faremo
      parte del 3 mondo altro che europa :|massi', produciamo tutto senza farci domande : plutonio, diossina, pvc, pcb ... e' cosi' che si diventa civili e industrializzati
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa vuol dire?
        - Scritto da: Anonimo
        massi', produciamo tutto senza farci domande
        : plutonio, diossina, pvc, pcb ... e' cosi'
        che si diventa civili e industrializzatiChe stupidata. Produrre vuol dire ricercare, ricercare vuol dire farsi delle domande.Non vedo come la ricerca implichi il non farsi domande, come tu azzardi. Spiega spiega, se sei in grado.
Chiudi i commenti