Tron troneggerà sui vostri dati

Il celeberrimo film Disney ricompare nelle sale e sui vostri computer

Chi non ricorda il film cult Tron è perché non era appassionato del genere oppure negli anni ’80 era ancora troppo piccolo per poter rammentare la pellicola. Tron, prodotto da Disney, può essere considerato uno dei primi film di fantascienza dedicati al mondo dei computer e della programmazione, proiettato per la prima volta nel 1982. Il film aveva richiesto un uso massiccio della computer grafica e per l’epoca rappresentava una vera e propria rivoluzione cinematografica. Ora il mito di Tron rivive anche in una chiavetta USB che riproduce fedelmente le Light Cycle, le moto cibernetiche sulle quali i protagonisti del film correvano, percorrendo le strade della realtà virtuale che li ospitava. Questi dispositivi USB possono memorizzare fino a 4 o a 8 GB di dati, a seconda del modello scelto, e le ruote si illuminano durante le fasi di scrittura e lettura dei file.

Light Cycle USB

Le Tron Light Cycle USB potrebbero essere le prime manifestazioni delle linee di merchandising prodotte in occasione del ritorno nelle sale cinematografiche del sequel di Tron, intitolato Tron: Legacy. Walt Disney Pictures punta molto su questa produzione, tanto che nel corso del 2010 sembra abbia posto i pilastri per un articolato piano strategico di marketing e produzione, che potrebbe anche prevedere la realizzazione di una trilogia con un ulteriore lungometraggio per il grande schermo nel 2013, anticipato da una serie televisiva prevista per la stagione 2011-2012.

Tron: Legacy, interamente girato in 3D, sarà disponibile nelle sale americane il 17 dicembre prossimo, mentre giungerà in Italia il 29 dicembre nella versione tridimensionale ed il 5 gennaio nella versione tradizionale.
Per chi volesse prepararsi degnamente all’evento, le TRON Light Cycle USB drive possono essere acquistate su ToysRus, al prezzo di 25 dollari per il modello da 8 .

( via Ubergizmo )

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • antonio ficai scrive:
    novità?
    ci sono novità dopo 6 mesi?
  • Fetente scrive:
    legge reale e legge virtuale
    Per regolamentare le cose del mondo REALE, vanno bene le leggi REALI.Per regolamentare le cose nel mondo VIRTUALE, servono le leggi VIRTUALI. E la Rete se le crea da sola, non c'è bisogno di PAGARE DEGLI SCALDASEDIE che di internet non capiscono una cippa.
    • Tizzio e Caio scrive:
      Re: legge reale e legge virtuale
      - Scritto da: Fetente
      Per regolamentare le cose del mondo REALE, vanno
      bene le leggi
      REALI.

      Per regolamentare le cose nel mondo VIRTUALE,
      servono le leggi VIRTUALI. E la Rete se le crea
      da sola, non c'è bisogno di PAGARE DEGLI
      SCALDASEDIE che di internet non capiscono una
      cippa.E il commento più intelligente che abbia letto da quando è nato punto informatico
  • nome cognome scrive:
    principio base
    Il principio base è sempre quello:- BUONO se favorisce gli interessi personali di Mr. Berlusconi- NO BUONO in caso contrarioInutile fare altri commenti.
Chiudi i commenti