Tsunami, SMS nel mirino

Molti lamentano quella che definiscono una mancata trasparenza nel servizio che permette di raccogliere via SMS fondi per l'assistenza ai paesi colpiti dal maremoto


Roma – Sono ormai molti i messaggi di critica giunti alla redazione di Punto Informatico sui cosiddetti “SMS di beneficenza” e in particolare sull’iniziativa che ha avuto fin qui un enorme successo e che ha consentito e consente agli italiani di inviare un SMS al 48580 per donare un euro in aiuti ai paesi asiatici colpiti dallo tsunami.

Sebbene tutti ritengano il meccanismo degli SMS assai utile, e c’è anche chi crede che dovrebbe essere esteso a molte più iniziative di solidarietà, in molti contestano il messaggio pervenuto dai media che hanno fin qui sostenuto l’ultima iniziativa. Secondo le indicazioni date, infatti, i gestori di telefonia mobile non guadagnerebbero nulla da iniziative di questo tipo.

“Non è proprio esatto – scrive ad esempio Marco L. – che TIM, Vodafone e co. non ci guadagnino proprio nulla dagli SMS di solidarietà per la catastrofe di Santo Stefano. Considerando che la maggior parte di noi italiani utilizza cellulari con carte prepagate, che la maggior parte delle tariffe ha costi di ricarica attorno ai 5 euro, che il “taglio” di ricarica più comune è sui 25 euro, ne segue che approssimativamente, ogni 25 euro di beneficenza, circa 5 euro finiscono nelle tasche dei gestori di telefonia mobile”. Con molte sfumature, è una posizione condivisa dai frequentatori del newsgroup it.tlc.gestori e dai relativi sottogruppi.

In questo senso obiettivamente i conti si possono formulare in vari modi ma è certo il guadagno dei gestori per ogni ricarica effettuata dagli utenti, SMS o meno, ed è per questo che anche su web è stata pubblicata una lettera con cui si invita chi ha contribuito tramite SMS a scrivere alle redazioni dei media che hanno consentito di avviare l’operazione di raccolta dei fondi.

Nella lettera si legge, tra le altre cose, che “queste donazioni via SMS, che si aggiungono ad altre (recente Telethon e vari) hanno l’effetto di accorciare la durata di vita delle nostre ricariche. Di conseguenza, i gestori vedranno aumentare, nell’arco dell’anno, il numero di richieste di ricarica. E dato che, ad ogni volta, vengono prelevati 2 o 5 euro per spesa di ricarica, è evidente che i gestori stessi usufruiscono di queste campagne di solidarietà”. Nella lettera si chiede a giornali e operatori dell’informazione di rettificare l’informazione data e spiegare in qual modo l’operazione può rivelarsi economicamente vantaggiosa per i carrier.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Assurdo, sono senza parole.......
    Ci sono i pedofili, ci sono i killer, ci sono i terroristi, c'è chi uccide i genitori, i figli, c'è chi stupra le donne.5 anni di processi, nella peggiore delle ipotesi 5-10 anni di carcere, pena sospesa, condizionale, buona condotta, premi, sconti della pena, domiciliari.C'è chi scambia file, copia dei giochi e li immette in rete: 15 anni di carcere. V E R G O G N A
  • Anonimo scrive:
    Re: 15 anni
    - Scritto da: RiKkArDo
    La risposta di adessobasta non mi sembra per
    nulla convincente.ed invece si, e' proprio convincente !!la legge viene fatta dal piu' forte e serve per garantire la liceita' delle sue azioni tant'e' che le leggi le fanno gli avvocati e non i filisofi o i mistici!Il piu' forte protegge i propri interessi indipendentemente dal vestito e dalla sede.Adesso vado a suicidarmi:-(
  • Anonimo scrive:
    Re: 15 anni

    CD musicale 20?
    ABITO prima linea non meno di 1000?
    un paio di GUANTI di prima linea non meno di
    300?
    Un antivirus? 60? all'anno!!!!!!!! DVD 35 euro...Windows (suppergiù) 200 euro...Office (suppergiù) 500 euro...Fotoschiopp (suppergiù) 500 euro...uno shareVare del ca**o 29,9 dollari (ma costano tutti così????)...un videogioco 80 euro...... con Masterc4zzun cd pirata (acquistato all'estero per non pagare la SIAE) 0,2 euro (senza Masterc*zz, cribbio, qualcosa sulle transazioni ci prenderanno in un modo o nell'altro, mica fanno beneficenza! ) mandare a c*gare le multinazionali non ha prezzo, per tutto il resto c'è Masterc*zz
  • Anonimo scrive:
    Re: un mondo sbagliato
    Quello ha amici potenti. Il potere è nelle mani di pochi, la democrazia non è mai esistita, anche se qualcuno si è illuso, come in matrix, di vivere nella realtà pura di uno stato democratico.
  • ryoga scrive:
    Re: fra 15 anni
  • ryoga scrive:
    Re: un mondo sbagliato
    perche' uno che ha rovinato meta' italiani e frodato tutti ( da banche a consumatori ) che e' rimasto in carcere per 3 mesi che ti fa?
  • Anonimo scrive:
    Re: fra 15 anni
    - Scritto da: Tasslehoff

    Perche', siamo forse in regime ???

    Che non abbia ragione il poeta e
    senatore a

    vita Mario Luzi, quando parla delle

    somiglianze tra Mussolini e Berlusconi
    ????

    In effetti Bondi e Cicchitto possono
    sbraitare finchè vogliono, ma una
    concentrazione di potere come quella a cui
    stiamo assistendo in questa legislatura si
    è vista solo all'inizio del ventennio
    fascista.
    Credo sia alquanto arduo negarlo
    Ho sentito che vorrebbero anche "partorire" una nuova legge ad hoc finalizzata ad incriminare chiunque lede alla "dignita' ed integrita' fisica e morale del presidente del consiglio".I parallelismi con il fascismo sono innegabili a tutti.
  • Tasslehoff scrive:
    Re: fra 15 anni

    Perche', siamo forse in regime ???
    Che non abbia ragione il poeta e senatore a
    vita Mario Luzi, quando parla delle
    somiglianze tra Mussolini e Berlusconi ????In effetti Bondi e Cicchitto possono sbraitare finchè vogliono, ma una concentrazione di potere come quella a cui stiamo assistendo in questa legislatura si è vista solo all'inizio del ventennio fascista.Credo sia alquanto arduo negarlo==================================Modificato dall'autore il 04/01/2005 13.04.29
  • Tasslehoff scrive:
    Re: 15 anni

    Poi è ovvio che nessuno mi obbliga;
    resta il fatto che se uno vuole vestire bene
    deve spendere molto.Scusa ma secondo te per vestire bene è necessario riempirsi di marchi?Vestirsi bene costa, i materiali di qualità non si trovano certo per la strada, però francamente credo che andare a cercare la qualità in un negozio di prada o footlocker sia quanto di più sbagliato si possa fare...
    ok ma non va bene metterla su questo piano
    secondo me: potresti anche dire: c'è
    chi spende 100e al mese in sigarette! allora
    è potremmo vendere un cd a 100€ tanto
    non sono beni di prima necessitàSu questo ci sarebbe tutto da discutere, dato che la cultura è una necessità per l'uomo(ok, non primaria ma è cmq necessaria in un certo senso), e la musica (così come i libri) fino a prova contraria lo è...Da qui al pretendere cd audio gratis ce ne passa, però imho sarebbe opportuno che lo stato fissasse dei tetti massimi per i prezzi perchè la situazione attuale è da delirio :(
    La TV: ti sembra che sulle televisioni in
    chiaro si vedano film di recente produzione?Non l'ha prescritto il dottore che devi vedere un film appena uscito, te ne vai al cinema o lo noleggi, così lo vedi ben prima della tv a pagamento...
    60€ all'anno per gli aggiornamenti per
    l'antivirus per me sono troppi; i sw
    freeware non offrono protezione al pari di
    certi sw commerciali;Ne sei così sicuro?La generalizzazione mi pare una cosa poco furba...
  • Anonimo scrive:
    Re: fra 15 anni
    -

    Sono rimasto inorridito dalla campagna
    pubblicitaria antipirateria che viene fatta
    nei cinema. Sembra propaganda
    di regime..
    Perche', siamo forse in regime ???Che non abbia ragione il poeta e senatore a vita Mario Luzi, quando parla delle somiglianze tra Mussolini e Berlusconi ????
  • Anonimo scrive:
    Siamo tutti d'accordo...
    ...che 15 anni siano troppi!!! Quando per reati piu'gravi si "rischia" meno. E poi prigione?!?! Con la gente violenta e senza sentimenti... :|Io invece "costringerei" il reo di pirateria a lavorare per la major, con un regolare stipendio contrattuale e un "obbligo" di produttivita'... pena la diminuzione di detto stipendio.In piu' come dipendente... avrebbe pure lo sconto sui prodotti della major, cosi' li acquisterebbe originali :D
    • Anonimo scrive:
      Re: Siamo tutti d'accordo...
      La tua proposta è ottima per i comuni mortali, per la gente che vive ogni giorno con uno stipendio e arriva a fine mese stringendo la cinghia. Diverso è per quei politici al soldo di qualche major che preferiscono la legge del taglione. Per quel che loro non possono essere giudicati. Al contrario se si parla di furto di milioni di ??? finiti nei conti bancari di tali politici nessuno finisce mai in prigione, se non qualche contabile topo di archivio. Come nel medioevo... uguale uguale
  • RiKkArDo scrive:
    Re: 15 anni


    A parte il fatto che sono d'accordo che
    certe pene sono a dir poco assurde, non
    posso fare altro che sorridere a questa tua
    affermazione.
    Dici... "obbligato"?
    Perdonami, ma nessuno ti "obbliga" ad avere
    una borsetta di Prada (originale o non),nel caso uno sia interessato alla "moda" è costretto a comprare abiti contraffatti per apparire in ugual modo ...Poi è ovvio che nessuno mi obbliga; resta il fatto che se uno vuole vestire bene deve spendere molto.
    oppure l'antivirus che ti costa 60 euro
    all'anno (che poi, secondo me, non e'
    neanche una cifra tanto assurda, vista
    l'utilita' e visti certi prezzi che certa
    gente spende per CAZZATE).ok ma non va bene metterla su questo piano secondo me: potresti anche dire: c'è chi spende 100e al mese in sigarette! allora è potremmo vendere un cd a 100? tanto non sono beni di prima necessità
    I cd musicali costano troppo? Non sono un
    genere di prima necessita'. Se vuoi
    ascoltare musica c'e' la radio, che e'
    *quasi* gratuita, se vuoi usare buon
    software a basso prezzo ci sono i software
    freeware. E se vuoi vedere un film c'e'
    sempre la TV.La TV: ti sembra che sulle televisioni in chiaro si vedano film di recente produzione?La radio: idem; ti sembra che mettano in onda tutti i singoli dell' ultimo album del tal cantautore?60? all'anno per gli aggiornamenti per l'antivirus per me sono troppi; i sw freeware non offrono protezione al pari di certi sw commerciali;
    Nessuno ti obbliga a vedere Spiderman2
    qualche giorni prima che esca al cinema.se mi interessa, lo vado a vedere al cinema: sono 7 ?; se noleggiassi il DVD dovrei aspettare qualche mese e cmq pagherei una somma leggermente inferiore: morale W il cinema.
  • teddybear scrive:
    Re: 15 anni
    - Scritto da: RiKkArDo
    ecco non vi sembra che con una paga di 850?
    un giovane di fronte a questi prezzi
    è obbligato a comperare marchi
    contraffatti o sw pirata o cd musicali
    pirata ??A parte il fatto che sono d'accordo che certe pene sono a dir poco assurde, non posso fare altro che sorridere a questa tua affermazione.Dici... "obbligato"?Perdonami, ma nessuno ti "obbliga" ad avere una borsetta di Prada (originale o non), oppure l'antivirus che ti costa 60 euro all'anno (che poi, secondo me, non e' neanche una cifra tanto assurda, vista l'utilita' e visti certi prezzi che certa gente spende per CAZZATE).I cd musicali costano troppo? Non sono un genere di prima necessita'. Se vuoi ascoltare musica c'e' la radio, che e' *quasi* gratuita, se vuoi usare buon software a basso prezzo ci sono i software freeware. E se vuoi vedere un film c'e' sempre la TV.Nessuno ti obbliga a vedere Spiderman2 qualche giorni prima che esca al cinema.
  • RiKkArDo scrive:
    Re: 15 anni
    La risposta di adessobasta non mi sembra per nulla convincente.Le pene devono essere commisurate al tipo di reato. Se parliamo di omicidio, pedofilia, associazione a delinquere di vario genere, usura, corruzione credo che tutti convengano sul fatto che le pene devon esser massime.Ma per reati quali la falsificazione di marchi di grandi firme (Guggi, Prada, etc) e per la copia illegale di software secondo me le pene devono essere più leggere. Spiego perchè:Gli abiti delle grandi firme ed i sw hanno prezzi il più delle volte quasi annaccessibili a molti quindi se la politica deve essere la lotta alla pirateria o alla contraffazione che inizino ad abbassare i PREZZI del prodotto originale!Qualche esempio??CD musicale 20?ABITO prima linea non meno di 1000?un paio di GUANTI di prima linea non meno di 300?Un antivirus? 60? all'anno!!!!!!!! poi ci lamentiamo del canone RAIecco non vi sembra che con una paga di 850? un giovane di fronte a questi prezzi è obbligato a comperare marchi contraffatti o sw pirata o cd musicali pirata ??Ora se l'economia è stagnante non prendiamocela con i "poveri" che scaricano sw (o lo divulgano ... e la differenza alle volta è minima) con pene che nemmeno un narcotrafficante (come diceva l'anonimo) è in grado di ottenere ...Signori, andiamo piano
  • Anonimo scrive:
    fra 15 anni
    Saremo come gli Usa per uscire di casa ci vorra' oltre all'airbag sull'auto anche l'avvocato gonfiabile.Nel caso qualcuno ti denunci per violazione del copyright avvenuta sbirciando un quotidiano. Sono rimasto inorridito dalla campagna pubblicitaria antipirateria che viene fatta nei cinema. Sembra propagandadi regime..Per quanto riguarda la condanne a 15 anni e' una cosa vergognosa e reputare gli Usa uno stato civile (ma ci snono stati civili nel mondo ?) dopo quanto stanno facendo per proteggere gli interessi delle lobby. Non capisco come il cittadino l'americano non riesca a capira cosa stanno facendo alla loro liberalissima costituzione . E proprio vero che il benessere istupidisce le menti.
  • Anonimo scrive:
    un mondo sbagliato
    vivere in un mondo in cui uno stupratore dopo 3 anni esce, anche se reo confesso e in cui invece un maneggione di bit resta dentro per 15 anni ... mi fa specie.
  • Anonimo scrive:
    Re: 15 anni

    Chi pirata il software, musica e cinema
    invece sfila di bocca il pane a
    multinazionali del calibro di Microsoft,
    Sony, 20th Century Fox, Universal e le altre
    sorelle. Quelli lì dentro vorrebbero
    scioglierli nell'acido i pirati, altro che
    galera!
    Ma visto che questo è illegale e loro
    sono sante persone (quasi uomini d'onore) si
    vedono costretti a sottoporre mazzette e
    amicizie massoniche affinché ogni
    paese legiferi per condannare i pirati alla
    peggior pena detentiva possibile (sempre
    visto che la pena di morte nella maggior
    parte dei paesi interessati è,
    purtroppo, stata abolita).E menomale che Berlusconi non ha una softwarehouse, altrimenti in Italia ci sarebbe gia' una legge ad hoc con pena minimo erastolo per chi ha i siti warez, chi scarica, chi ci naviga, chi ci passa a meno di 10 metri di distanza .......
  • AdessoBasta scrive:
    Re: 15 anni
    Insomma ragazzi, non fate finta di non capire!La droga sì, va be', cè chi ci si ammazza e c'è chi ci diventa ricco e non ci paga le tasse, perciò (questi ultimi) meritano la galera e poi con tanti soldi e buoni avvocati puntualmente escono due mesi dopo, e chi se ne frega. Se qualche cosca però sfila di bocca i proventi dello spaccio a un'altra cosca, succede che si ammazzano fino a che ne rimarrà solo uno! Vedi storia campana degli ultimi giorni (che non conosco a fondo e ne chiedo venia).Chi pirata il software, musica e cinema invece sfila di bocca il pane a multinazionali del calibro di Microsoft, Sony, 20th Century Fox, Universal e le altre sorelle. Quelli lì dentro vorrebbero scioglierli nell'acido i pirati, altro che galera!Ma visto che questo è illegale e loro sono sante persone (quasi uomini d'onore) si vedono costretti a sottoporre mazzette e amicizie massoniche affinché ogni paese legiferi per condannare i pirati alla peggior pena detentiva possibile (sempre visto che la pena di morte nella maggior parte dei paesi interessati è, purtroppo, stata abolita).Perciò, se vogliamo continuare a stupirci facciamolo pure, ma...==================================Modificato dall'autore il 04/01/2005 1.42.16
  • numerone scrive:
    Mera propaganda

    Dinanzi ai giudici del tribunale distrettuale di Des Moines,
    Desir si è dichiarato colpevole rispetto a tre capi di
    imputazione secondo i quali non solo ha violato il diritto
    d'autore ma ha anche cospirato con altri per farlo.Cospirazione per mandare in giro warez?Che termine...
  • Anonimo scrive:
    15 anni
    ...per aver mandato in giro un po' di warez per internet ?Avrebbe fatto meglio a spacciare droga.Boh, ma chi li capisce, c'e' gente che bombarda e ammazza civili per un po' di petrolio e a questo vorrebbero dare 15 perche' ha mandato in giro quake 3 piratato.
Chiudi i commenti