Tutti i domini, dal cinese allo spagnolo

Melbourne IT Ltd è una delle prime aziende di registrazione che consentirà di registrare il proprio dominio in 28 diverse lingue. A fine febbraio aggiungerà lingue europee e sudamericane a cinese, giapponese e coreano


Melbourne (Australia) – Il 26 febbraio l’azienda di registrazione di domini Internet australiana, Melbourne IT Ltd., inizierà ad accettare richieste in 28 diverse lingue nazionali.

Alle registrazioni plurilingue che già consente di effettuare, il register aggiungerà una serie di lingue europee e sudamericane. Dallo scorso novembre, d’altra parte, Melbourne IT registra domini in cinese, giapponese e coreano sulla scorta delle sperimentazioni e del progetto ufficiale deciso dall’ICANN per i domini plurilingue.

Il register propone ai propri clienti di registrare il proprio dominio in tutte le lingue “per proteggere la propria attività Internet” e spiega che i domini nelle 28 lingue potranno essere registrati come.com,.org o.net. Domini come España.com, España.net e España.org sono esempi di domini in spagnolo…

Va detto che, intanto, non si placano le polemiche sulla gestione dei domini plurilingue. Sono tre le posizioni ufficiali. La prima è quella dell’ ICANN e di Verisign (Network Solutions), che hanno iniziato da tempo la sperimentazione a cui partecipa anche Melbourne IT. La seconda è quella degli esperti della Internet Society, secondo cui, allo stato, questi domini sono un rischio per la stabilità della Rete. La terza è quella del NIC cinese, il CNNIC, che ritiene di poter disporre a proprio piacimento dei domini cinesi, comprensivi di estensioni cinesi; domini che ha peraltro già iniziato a registrare…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    SCANDALOSO!!
    Chi dovrebbe rispondere dei Whois??Forse l'ICANN??Figuriamoci... Tutti se ne lavano le mani e la responsablità gira per il nulla senza trovare il resposabile, tanto LORO SU IN ALTO sanno come gestire la rete, sono LORO che la fanno andare avanti...Secondo me l'ICANN è l'organo più antidemocratico da quando esiste la democrazia.Mi chiedo con che coraggio prendano le loro decisioni.Forse per la loro NON perseguiblità (autoaccreditatasi)?Hmmmmm questo fa un po' riflettere, o meglio, mi ha fatto un po' riflettere...Liviohttp://livio.netfirms.com
  • Anonimo scrive:
    Ma non dovrebbe gestirlo ICANN?
    Scusa l'ignoranza, ma chi è che gestisce il data base dei domini? No dovrebbe farlo un ente super partes?
  • Anonimo scrive:
    Tra un po' VENDERANNO pure la MERDA on-line.....
    TUTTO CIO' che da un utile è in venditasu INTERNET.VIVA LA LIBERTA'
    • Anonimo scrive:
      Re: Tra un po' VENDERANNO pure la MERDA on-line.....
      Quando la venderanno fammi uno squillo e la comprero' !!! W la merda !!!- Scritto da: Max
      TUTTO CIO' che da un utile è in vendita
      su INTERNET.

      VIVA LA LIBERTA'
Chiudi i commenti