Tutti insieme per i videogiochi su OLPC

A brevissimo una tre giorni di code jamming, una sorta di competizione tra sviluppatori per dar vita a videogiochi destinati ai laptop per i paesi poveri voluti da Nicholas Negroponte
A brevissimo una tre giorni di code jamming, una sorta di competizione tra sviluppatori per dar vita a videogiochi destinati ai laptop per i paesi poveri voluti da Nicholas Negroponte

Viene accolta persino con entusiasmo la notizia secondo cui One Laptop per Child , la celebre iniziativa per diffondere computer portatili di semplice utilizzo nei paesi meno sviluppati, ha indetto un code jam interamente dedicato ai videogiochi .

Da quanto si apprende, l’idea è quella di spingere sviluppatori ed esperti a competere per dar vita a videogame che verranno inseriti nella piattaforma e che dunque finiranno nelle mani delle popolazioni dei paesi, in costante aumento, interessati ad acquistare i computer a basso prezzo per ridurre un divario digitale col mondo ricco talvolta abissale.

Dall’8 al 10 giugno all’ Experimental Gameplay Workshop di San Francisco si terrà la tre giorni a cui ci si attende che partecipino insegnanti e formatori, artisti e grafici e, naturalmente, sviluppatori: insieme potranno dar vita a games educativi .

Il “video game jam” viene vissuto come una modalità a basso impatto economico capace di portare importanti novità su quei portatili, come noto realizzati pensando appunto ad una minimizzazione dei costi di produzione per incentivarne il più possibile la diffusione.

Tutte le informazioni sull’evento sono pubblicate su un sito dedicato

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

27 05 2007
Link copiato negli appunti