Tutto il search contro lo spam degli URL

Avanza uno standard comune per trattare adeguatamente i puntatori alle pagine web identiche. Tutto per garantire una migliore navigabilità per gli utenti, e una maggiore visibilità per i publisher

Roma – Avversari da sempre sul mercato, Microsoft, Yahoo! e Google riescono in rare occasioni a mettersi d’accordo su standard e procedure generali nel gestire le tecnologie di ricerca sul web. Proprio in una di queste rare occasioni le tre corporation hanno accettato di implementare il meccanismo ideato da Mountain View per semplificare l’individuazione dei link a contenuti duplicati da parte dei crawler dei motori di ricerca.

Il problema è rappresentato dall’esistenza, su un buon numero di siti e su quelli di e-commerce in particolare, di URL multipli indirizzati ad aprire la stessa pagina , la qual cosa porta i crawler suddetti a indicizzare più volte la stessa risorsa e quindi a fornire all’utente risultati falsati da questo spam autoindotto.

Una questione non secondaria se si considera che, secondo alcune stime, il 20 per cento degli URL del web sarebbero “doppioni” di contenuti già censiti altrove. La soluzione ideata da Google è elegante e al tempo stesso efficace, perché prevede semplicemente di specificare, all’interno della sezione head della pagina web duplicata, il nuovo attributo “Canonical Link Tag” con l’indicazione della pagina originale a cui punta l’URL.

Naturalmente è prevista tutta una serie di misure di garanzia per cui, qualora il referrer non andasse a buon fine e il link canonico conducesse a un errore di pagina non trovata (404), Google continuerebbe a indicizzare il sito come sempre, utilizzando parametri di scansione euristica per individuare gli eventuali contenuti duplicati.

Che tutti i principali player di settore abbiano deciso di adottare la stessa identica implementazione è a ogni modo un fatto positivo, evidenzia il program manager di Microsoft Nathan Buggia , in quanto “si tratta di un chiaro beneficio per i publisher perché fornisce loro l’opportunità di avere una maggiore visibilità per mezzo dei motori di ricerca”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • pentolino scrive:
    Problema serio
    Sono d' accordo con la perplessità espressa da Mastenbrook; sul mac le falle restano aperte molto a lungo e questo prima o poi porterà alla diffusione di malware sulla piattaforma.Non dimentichiamo infatti che su Leopard per circa un anno dalla sua uscita era possibile acquisire i privilegi di root semplicemente lanciando un semplice script...Insomma penso che chi si culla nella convinzione che sul mac non beccherà mai virus e affini un giorno avrà una brutta sorpresa...Ah peraltro gli attuali antivirus per mac sono una vera e propria presa in giro, sono abbastanza sicuro che quando ci sarà davvero un virus li bucherà senza problemi.Insomma, occhio!(fonte sul bug che ho citato: http://www.matasano.com/log/1069/apple-ships-suids-with-applescript-dictionaries-hilarity-ensues/ , a suo tempo verificata personalmente)
    • outkid scrive:
      Re: Problema serio
      sono basito :O
    • The Punisher scrive:
      Re: Problema serio
      - Scritto da: pentolino
      Ah peraltro gli attuali antivirus per mac sono
      una vera e propria presa in giroBah, ti diro', ClamX funziona discretamente bene.
      • pentolino scrive:
        Re: Problema serio
        guardacaso è l' unico che non si paga...Cmq non intendevo dire che non individuano i virus (quelli per win li individuano eccome), solo che temo che si riveleranno inutili nel momento in cui ci sarà un vero virus pericoloso per il mac. In poche parole inducono un senso di falsa sicurezza secondo me.
        • -ToM- scrive:
          Re: Problema serio
          è lo stesso per win... se mantieni in buono stato l'AV aggiornandolo quando è necessario (lo fa da solo) blocchi praticamente tutto, il problema sono i worm che non si fanno tracciare e che sfruttano le falle come quella di OSX in questione... il fatto che metà di questi Apple non siano stati distrutti è che la guerra si fa al nemico, ed il nemico del nemico è amico.
      • -ToM- scrive:
        Re: Problema serio
        - Scritto da: The Punisher
        Bah, ti diro', ClamX funziona discretamente bene.beh, "bene" è relativo... o non trova niente ed uno è felice ma non dovrebbe perchè gli AV non vedono mai il 100% dei malware, o trova qualcosa e uno è felice di aver rimosso i malware ma non dovrebbe esserlo perchè il sistema non infettabile è stato infettato.E' una logica applicabile a qualsiasi OS.
        • The Punisher scrive:
          Re: Problema serio
          Guarda, ti faccio un esempio pratico: proprio ieri sul Mac di un utente della mia rete ha trovato (e messo in quarantena) un macrovirus di MS Word.Aperto il documento con textedit, salvato con un nome diverso, risolto il problema.Oddio! C'era un virus sul Macintosh!!!!No, c'era un macrovirus di Word: paradossalmente se MS Word girasse su GNU/Linux te lo ritroveresti pure li (oddio! Un virus per Linux!!! ecc.. ecc..)Se poi ti stanno sulle palle i Macintosh a priori non e' certo un problema mio.
          • -ToM- scrive:
            Re: Problema serio
            tutto molto bello, peccato che si parli di AV per mac in un momento dove di malware ne è uscito più di uno... Anche il 99% dei malware riconosciuti dagli AV per linux sono per proteggere macchine windows ma individuano anche quelli potenzialmente dannosi per il sistema stesso.Queste sono questioni di lana caprina, se ci si attiene al discorso, gli AV per OSX servono per individuare e rimuovere virus per OSX, quindi potenzialmente dannosi per il sistema.Non odio il Mac e non amo windows, ma non mi sconvolge che non trapeli dai miei post in un forum pieno di non capenti.Non mi riferisco direttamente a te.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 18 febbraio 2009 14.13-----------------------------------------------------------
    • MeX scrive:
      Re: Problema serio

      Insomma, occhio!

      (fonte sul bug che ho citato:
      http://www.matasano.com/log/1069/apple-ships-suids"Got a Mac? Pull up a Terminal and typeosascript -e 'tell app "ARDAgent" to do shell script "whoami"'"Il punto é che se hai il mac davanti a te e puoi lanciare il terminale... puoi fare di molto meglio.- Inserire il DVD di installazione- riavvare tenendo premuto il tasto C- dall'utility di installazione cambiare la passwrod di Admini problemi nascono quando questi processi vengono eseguiti da remoto e all'insaputa dell'utente... e per adesso tutto ció non esiste, inoltre la falla non é piú presente
      • bibop scrive:
        Re: Problema serio
        la falla di ardagent e' una mazzata alla credibilita' della sicurezza di osx... ma come buon senso vorrebbe andrebbe messa in prospettiva e analizzata anche la casistica del dannodanno pari a zerosul tema i trolletti winari entrarono e entrano a spron batttuto parlando della poca diffusione... ennesima stupidaggine vista la quantita' di computer osx collegati in rete e come qualcuno auspica (perche' la cosa triste e' che sti figuri si auspicano succeda, per chissa' quale invidia del pene o rivalsa su loro trascorsi e paure inconsce o represse) che in futuro osx diventi una sorta di super botnet...insomma lasciamoli sognare e, senza voler minimizzare la cosa, come dissi mesi fa una XXXXXXtta di piccione su un abito pulito la si nota benissimo e fa parlare, vivere in una stalla circondati dal letame fa perdere il senso dell'olfatto e quando qualcuno fa notare che puzza il poveretto non puo' che chiedersi perche' venga detto cio' :P
        • pentolino scrive:
          Re: Problema serio
          se ti riferisci a me sappi che non uso windows da anni; a casa uso il mac ed al lavoro linux.Avrò pur diritto di preoccuparmi di una certa noncuranza di apple riguardo alle patch di sicurezza?
          • alexjenn scrive:
            Re: Problema serio
            Se posso permettermi, ti do ragione se vuoi preoccuparti se Apple ci mette troppo tempo per risolvere problemi di sicurezza ma, forse, che non sia anche un modo per dire: hey, dopo sette mesi che esiste questa falla, problemi pari a zero?Voglio dire, non preoccuparti, bensì preoccupati solo quando davvero avrai un attacco al tuo Mac (e dato che OS X esiste da 8 anni, e ogni versione è migliore del precedente...)Io non mi preoccupo affatto. Ho solo attivo il firewall di Mac OS X e punto.
          • pentolino scrive:
            Re: Problema serio
            posso anche darti ragione, ma ti ricordo che quando colpì blaster (su windows evidentemente) cadde la regola fino ad allora assoluta che per beccarsi un virus ci volesse una qualche interazione imprudente dell' utente (visitare una pagina web di dubbia affidabilità, installare sotfware di origine dubbia etc.) e gli effetti furono piuttosto pesanti.Non vorrei che succedesse la stessa cosa con mac os, e per questo mi piacerebbe che apple fosse più tempestiva negli aggiornamenti, tutto qui; finchè vedrò tempi di reazione nell' ordine di 6 mesi qualche preoccupazione ce l' avrò.
          • bibop scrive:
            Re: Problema serio
            ti ricordo che osx esiste da 8 anni, next dal 1989 (20 anni) e bsd ancor da prima ... qualcuno dico uno solo in tutti questi anni che abbia cercato di fare quello che blaster ha fatto per windows? oggi e' impossibile, con un minimo di attenzioni, lo dimostra il fatto che per bucare osx o cmq un os "moderno" ci voglia l'interazione dell'utente (vedi le ultime "fiere" a tema) poi tra 1 anno non e' dato sapere... io dico che per 8 anni con osx e 10 con mac os "classic" non ho avuto problemi, mai... (a parte un macrovirus di word nel 1995 :) ) altro che doppio triplo dieci volte tanto il costo in un pc "windows" dell'umorista dti...
          • pentolino scrive:
            Re: Problema serio
            guarda sono d' accordo, pur con tutte le critiche che esprimo nei confronti di apple ritengo che quello che ho speso per il mio imac sia equo, ben conscio del fatto che avrei potuto comprare un pc con lo stesso proXXXXXre, scheda grafica etc. alla metà del prezzo; mi permetto giusto di dire che a fine 2007 pagare con 1$ = 1 (ai tempi in realtà 1 = 1.5 $) sapeva un po' di truffaldino, ma la critica sul prezzo finisce qui.Sul discorso della sicurezza ti ho risposto sotto, non sto a ripetermi (e ti do ragione anche lì)http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2551623&m=2552518#p2552518
          • bibop scrive:
            Re: Problema serio
            tutto il diritto di preoccuparti della sicurezza del tuo pc ci mancherebbe altro!!!il problema di ardagent era grosso e doveva essere risolto ripianificando il sistema in modo da non provocare piu' danni del problema stesso, io personalmente ho risolto eliminado ardaget (non facendo uso di desktop remoti) prima della patch... ma ripeto tutto va contestualizzato... come "giustifico" certe schifezze su altre piattaforme capisco anche che certe situazioni siano potenzialmente dannose ma ne valuto anche la casistica del danno e per ora (grazie a un sacco di fattori) il danno e' prossimo a zero, la difficolta' di gestione della sicurezza su osx e' anc'essa minimaa me fa ridere pero' quando chi parla decontestualizza (non e' i tuo caso), in 8 anni non e' sucXXXXX nulla di eclatante vedremo tra 1 o 2 anni... nel frattempo avremo il salto a snow e sicuramente un adattamento di apple alla nuova penetrazione del mercato, descrivere apple come immobile e' scorretto, tra le major dell'it apple ha saputo essere molto dinamica al cambiamentoe si gli antivirus per mac sono delle prese in giro assolute visto che servono ad individuare esclusivamente binari pericolosi per windows e da poco il "famoso" iServices.A... ma non serve certo un antivirus per controllare se in una cartella c'e' un file... per di piu' installato da un programma scaricato illecitamente...sta di fatto che negli ultimi 8 anni chi ha usato osx (non lo sto dicendo a te ovvio) ha vissuto la sua wired life tranquillo e al sicuro, a differenza di chi ha scelto altro, a tutt'oggi chi ha comportamenti relativamente corretti e' al sicuro in barba a iservices.a, e sentire i soliti figuri pontificare fa solo ridere...
          • pentolino scrive:
            Re: Problema serio
            sull' ultima parte sono d' accordo, è oggettivo che fino ad oggi (e il prossimo futuro) mac os è stato MOLTO più sicuro di windows. Stesso discorso vale per linux, però non è il caso di dormire sugli allori :-)
          • bibop scrive:
            Re: Problema serio
            doppio inserimento... viva il server di pi!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 febbraio 2009 16.04-----------------------------------------------------------
          • bibop scrive:
            Re: Problema serio
            io guardo ai dati oggettivi per stabilire quanto sia pericoloso l'uso di un sistema operativo, la reputazione tecnica (non sono uno scienziato quindi mi devo affidare alla letteratura) il numero di minacce "in the wild" lo storico della casistica del danno, i risultati delle fiere di "genere" e metto tutto in prospettiva... e come ti ho scritto poco sopra 18 anni di tranquillita' sono impagabili... se tra 1 2 3 anni dovro' mettere un antivirus lo faro', per 20 anni l'ho potuto non usare, sempre che apple non trovi la sua soluzione diversa a certi problemi.. staremo a vedere
      • pentolino scrive:
        Re: Problema serio
        beh perchè, se potevi farlo da un terminale non potevi fare un programma facesse lo stesso? Aprire il terminale era semplicemente un esempio di come ottenere rapidamente l' effetto, non l' unico modo.Poi ok la falla al momento è chiusa, ma è stata aperta per svariati mesi; in poche parole ci è andata bene, ma non per merito di Apple, solo per pura fortuna.E' proprio questa convinzione che il mac sia immune a tutto che mi dà fastidio nei colleghi macuser (sì perchè anche io ho un mac, a scanso di equivoci)... già con la recente storia dell' ilife craccato qualcuno forse si è svegliato, ma temo che quando arriverà un vero malware per il mac (e prima o poi succederà) saranno cavoli amari per tutti.
        • MeX scrive:
          Re: Problema serio

          E' proprio questa convinzione che il mac sia
          immune a tutto che mi dà fastidio nei colleghi
          macuser (sì perchè anche io ho un mac, a scanso
          di equivoci)... già con la recente storia dell'
          ilife craccato qualcuno forse si è svegliato, ma
          temo che quando arriverà un vero malware per il
          mac (e prima o poi succederà) saranno cavoli
          amari per
          tutti.no no ma ti do ragione... il fatto é una volta che faccio un programma (e piú che un programma al massimo un crack di un programma molto appetibile come hanno fatto con iLife) la password di root la posso ottenere direttamente in fase di installazione...Il punto é che qualsiasi software ha delle falle di sicurezza, testimoni ne sono i secuirty update di Apple... il punto é riuscire ad ottenere il controllo di una macchina da remoto all'insaputa dell'utente...Il primo tentativo che ricordo era quello dei codec video effettivamente ridicolo... questo di iLife é stato invece sicuramente piú efficace (come diffusione) anche se poi il malware in se si é rivelato essere un misero ddos in PHP...Per adesso é ancora molto difficile:- entrare in un mac da remoto- installare cavalli di troja autoreplicandi e che si annidano nel sistema operativo
        • alexjenn scrive:
          Re: Problema serio
          pentolino, guarda che ti confondi: non esiste nessun iLife craccato, così come il famoso trojan "sembra" sia stato presente in iWork scaricato da torrent, ma non craccato.Sempre che sia vero che 'sto trojan avesse mai avuto effetti nocivi, dato che la notizia è partita da un produttore di antivirus (che ce l'abbia messa quest'azienda?).In più si è scoperto che il trojan, per essere attivo, chiede la password di amministrazione, per poi fare che?-Tom- insiste che il Mac vada riformattato... forse lui usa Mac, ma è evidente che non lo sa usare.Altri dicono che c'è un programma che lo toglie...Ma da nessuna parte si è letto di effetti di questo trojan.Si è letto solo che, RIPETO, "sembra" fosse presente nell'immagine di iWork scaricato da torrent...Fa' tu i conti.
          • bibop scrive:
            Re: Problema serio
            - Scritto da: alexjenn
            -Tom- insiste che il Mac vada riformattato...
            forse lui usa Mac, ma è evidente che non lo sa
            usare.togli il sembra... (pero' io non userei la parola usare... diciamo che non ci ha mai messo realmente le mani sopra, lui preferisce altro - cosa piu' che legittima ovvio - ma almeno non parlasse di cio' che non conosce)il signore fa il superiore poi spara ca//abubbolate a raffica... osx non va reinstallato mai a meno di modifiche pesanti/cancellazioni di file di sistema, se si ha attivo time machine basta un dvd di installazione per riportare il sistema ad uno stato funzionale, se si sa cosa si sta facendo basta il single user mode.il signore in questione parla di iServices.a come se fosse una disgrazia epocale tipo blaster o sasser.. nella realta' dei fatti non esistono report di disastri... e anche si avesse avuto la sfiga.. anzi meglio.. si fosse cercata la sfiga con il lanternino (scaricare da torrent un programma con l'installer modificato) bastava cancellare il file dalla cartella StartupItems... e ciao iservices.a ...il signore in questione parla poco sopra di sXXXXXXXmenti di sistemi nell'aggiornamento da tiger a leopard... se si riferisce agli schermi "blu", e solo di questi si e' parlato ai tempi, complimenti sai usare google e male!! quelli erano dovuti ad una estensione di unsanity messa dalla stessa unsanity contro le direttive di apple in una cartella riservata e non usabile da terze parti... leggerezza di apple a non prevedere la cosa? si.. usare certe situazioni per avvalorare l'assioma osx e' uguale ad altro e' ridicolo
      • -ToM- scrive:
        Re: Problema serio
        puoi cambiare la password ogni dieci minuti, un malware che esegue codice arbitrariamente bypassa la sicurezza sfruttando la falla in questione... senza una patch non cè password che tenga, solo staccare il cavo ethernet.
        • MeX scrive:
          Re: Problema serio
          non hai capito.Se hai acXXXXX al computer fisicamente non hai nemmeno bisogno di usare una falla per acquisire i privilegi di root.Cambi la password di admin dal DVD di installazione.
          • alexjenn scrive:
            Re: Problema serio
            Sempre che tu non preveda ciò e blocchi il firmware del Mac con una Master password (Open Firmware Password Protection)... da quel momento, manco con DVD né avvio da FireWire né da rete...Se non si ha la master password, disco del Mac non parte in altri modi.
          • -ToM- scrive:
            Re: Problema serio
            ah ok, credevo che intendevi che cambiare la pass ti metteva al sicuro ;)
  • lellykelly scrive:
    fortunati noi
    con l'adsl:-)
  • alexjenn scrive:
    Scusate l'OT
    Ma la "d eufonica" si usa anche nella disgiunzione "o"?Chiedo, perché nella frase "tra i quali 48 riguardano i componenti proprietari od open source di Mac OS X" c'è.Mi sembra strano, sinceramente.Ricordo da scuola che la maestra ci insegnò che la disgiunzione "o" si scrive così anche davanti alle parole che iniziano con la vocale "o", e lo ricordo perché la scuola era italiana all'estero, e confrontavano con la regola spagnola che, invece della disgiunzione "o", usa la "u" davanti alle parole che iniziano appunto con la "o".Grazie e scusate l'OT.
    • Camillo scrive:
      Re: Scusate l'OT
      http://www.pseudotecnico.org/blog/2007/11/28/la-d-eufonica/Se ho dubbi sulla nostra grammatica mi rivolgo all'Accademia della Crusca. La risposta di Deckard, basata su quanto consigliato dall'Accademia, dovrebbe soddisfare la tua domanda.
    • Alessandro Del Rosso scrive:
      Re: Scusate l'OT
      Generalmente la regola è: se suona meglio la metti, se suona peggio non la metti. In questo caso a me sembra che con "od" la frase sia decisamente più scorrevole. Sbaglio? :) - Scritto da: alexjenn
      Ma la "d eufonica" si usa anche nella
      disgiunzione
      "o"?

      Chiedo, perché nella frase "tra i quali 48
      riguardano i componenti proprietari od open
      source di Mac OS X"
      c'è.

      Mi sembra strano, sinceramente.

      Ricordo da scuola che la maestra ci insegnò che
      la disgiunzione "o" si scrive così anche davanti
      alle parole che iniziano con la vocale "o", e lo
      ricordo perché la scuola era italiana all'estero,
      e confrontavano con la regola spagnola che,
      invece della disgiunzione "o", usa la "u" davanti
      alle parole che iniziano appunto con la
      "o".

      Grazie e scusate l'OT.
      • alexjenn scrive:
        Re: Scusate l'OT
        Be', in realtà la d eufonica serve per dare una pausa, ma il buon lettore darà la pausa dovuta nella disgiunzione "o" davanti a parola che inizia con "o".Mi sembra meno scorrevole "od open"; addirittura si rischia di leggere "o dopen".Sbaglio se dico che è meglio "o (pausa) open"?Gli esempi gentilmente linkati ( http://www.accademiadellacrusca.it/faq/faq_risp.php?id=3936&ctg_id=93 ) parlano appunto di incontro di stessa vocale ma nei casi in cui la congiunzione e e la preposizione a precedano parole inizianti rispettivamente per "e" e per "a" .Non si nomina minimamente la disgiunzione "o".Scusatemi se continuo l'OT, ma il fatto è che in nessun testo italiano viene scritto "od".Grazie di nuovo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 febbraio 2009 14.16-----------------------------------------------------------
        • bibop scrive:
          Re: Scusate l'OT
          la realta' dei fatti e' che nell'italiano moderno non c'e' piu' una regola... tutto sta al gusto dello "scrivente"l'accademia della crusca pur dicendo che non c'e' una regola precisa e univoca sconsiglia l'uso di "od", io interpretando il tutto arrivo a dire... in una poesia o in un testo "artistico" e' tollerabile in un testo tecnico o cmq discorsivo e' inutile e "deprecabile"
    • The Punisher scrive:
      Re: Scusate l'OT
      http://www.accademiadellacrusca.it/faq/faq_risp.php?id=3936&ctg_id=93Ergo ne deduco che in caso di vocale identica ne sia consentito l'uso.
  • Dti Revenge scrive:
    Realtà
    Cari macachi, sognavate che il vostro fosse sicurissimo, che non serviva nemmeno l'antivirus, credevate di essere migliori degli altri solo per il fatto di pagare dieci volte tanto il vostro laptop. Ma come per tutti i sogni, prima o poi ci si sveglia e svaniscono. Benvenuti nella realtà!
    • MarcOsX scrive:
      Re: Realtà
      Ovvero?Io e i miei amici non abbiamo mai usato un antivirus e non vedo il motivo di utilizzarlo ancora.Di problemi in questi anni non ne ho avuto neanche uno.
      • oligo scrive:
        Re: Realtà
        - Scritto da: MarcOsX
        Ovvero?

        Io e i miei amici non abbiamo mai usato un
        antivirus e non vedo il motivo di utilizzarlo
        ancora.

        Di problemi in questi anni non ne ho avuto
        neanche
        uno. mhmm... attento a credere di non aver bisogno di qualcosa solamente perche' non la si conosce.Prevenire e' meglio che curare, e quando si tratta di curare è bene farlo presto. Questa credo sia la critic che venga mossa ad Apple.Se poi tu dormi sogni tranquilli sperando che Apple prevenisca e curi al posto tuo, libero di continuarlo a credere.sluti
    • alexjenn scrive:
      Re: Realtà
      Hai preso la pillola blu invece della rossa?Almeno argomenta in modo serio.
    • bibop scrive:
      Re: Realtà
      ahahaha prima era il doppio poi il triplo ora siamo a 10 volte tanto!!! vabbe' che c'e' la recessione e la crisi e l'idiozia dilaga, come sempre del resto, ma qua i conti non tornano...
    • stivy scrive:
      Re: Realtà
      - Scritto da: Dti Revenge
      Cari macachi, sognavate che il vostro fosse
      sicurissimo, che non serviva nemmeno l'antivirus,
      credevate di essere migliori degli altri solo per
      il fatto di pagare dieci volte tanto il vostro
      laptop. Ma come per tutti i sogni, prima o poi ci
      si sveglia e svaniscono. Benvenuti nella
      realtà!Ciccio, lavoro nel web, il mio macbookpro è collegato alla rete almeno 15 ore al giorno. Non ho ne firewall ne antivirus abilitati. Questo è un fatto, il tuo è solo essere troll.
      • oligo scrive:
        Re: Realtà


        Ciccio, lavoro nel web, il mio macbookpro è
        collegato alla rete almeno 15 ore al giorno. Non
        ho ne firewall ne antivirus abilitati. Questo è
        un fatto, il tuo è solo essere
        troll.non credo sia il caso di lodarsi, il tuo è un comportamento deprecabile poco ortodosso per uno che lavora nel web, Mac o non Mac
        • stivy scrive:
          Re: Realtà
          - Scritto da: oligo
          non credo sia il caso di lodarsi, il tuo è un
          comportamento deprecabile poco ortodosso per uno
          che lavora nel web, Mac o non
          MacTrovo altrettanto deprecabile che la tua critica non venga parimenti rivolta all'autore del thread: non mi sembra fosse così "ortodosso" per citare le tue parole. Due pesi due misure?
          • oligo scrive:
            Re: Realtà
            - Scritto da: stivy
            - Scritto da: oligo

            non credo sia il caso di lodarsi, il tuo è un

            comportamento deprecabile poco ortodosso per uno

            che lavora nel web, Mac o non

            Mac

            Trovo altrettanto deprecabile che la tua critica
            non venga parimenti rivolta all'autore del
            thread: non mi sembra fosse così "ortodosso" per
            citare le tue parole. Due pesi due
            misure?Non entro nel merito di chi afferma che windows sia meglio di mac, nicrosoft, apple... per questo non mi sento di dover criticare l'autore della thread, la sua mi pare piu' che altro una provocazione.Io giudicavo il tuo comportamento. Se hai il mac connesso 15 ore alla rete e lavori come dici tu nel web, allora ritengo sia stupido credere non necessario mettere in pratica alcuni comportamenti di buon senso.Poi ognuno la pensa come vuole. Da tempo ritengo che non esista in assoluto un sistema operativo migliore degli altri: per fortuna ognuno è libero di usare cio' che ritiene meglio adatto alle proprie esigenze, senza che per questo non possa muovervi critiche.
          • stivy scrive:
            Re: Realtà

            Non entro nel merito di chi afferma che windows
            sia meglio di mac, nicrosoft, apple... per questo
            non mi sento di dover criticare l'autore della
            thread, la sua mi pare piu' che altro una
            provocazione.Questo ti fa onore.
            Io giudicavo il tuo comportamento. Se hai il mac
            connesso 15 ore alla rete e lavori come dici tu
            nel web, allora ritengo sia stupido credere non
            necessario mettere in pratica alcuni
            comportamenti di buon
            senso.
            Poi ognuno la pensa come vuole. Similmente all'approccio dell'autore del thread, ho lanciato una provocazione. Non altrettanto similmente però la tua critica è arrivata paritetica ad entrambi. Di qui il mio "due pesi due misure".
            Da tempo ritengo che non esista in assoluto un
            sistema operativo migliore degli altri: per
            fortuna ognuno è libero di usare cio' che ritiene
            meglio adatto alle proprie esigenze, senza che
            per questo non possa muovervi
            critiche.Partendo dalla considerazione generale che NON esiste l'OS perfetto in quanto frutto dell'umano lavoro, penso di poter affermare, in linea con la mia provocazione, che in realtà l'unico e miglior antivirus su Mac sia l'utente. Mentre il peggior virus resti sempre l'utOnto che apre file senza cognizione o chiude finestre prima di leggerle. Comportamente comune a molti utOnti di altri OS.
        • pietro scrive:
          Re: Realtà
          - Scritto da: oligo



          Ciccio, lavoro nel web, il mio macbookpro è

          collegato alla rete almeno 15 ore al giorno. Non

          ho ne firewall ne antivirus abilitati. Questo è

          un fatto, il tuo è solo essere

          troll.

          non credo sia il caso di lodarsi, il tuo è un
          comportamento deprecabile poco ortodosso per uno
          che lavora nel web, Mac o non
          Macguarda che quella è la situazione di quasi tutti gli utenti Apple e sono milioni, nè antivirus nè firewall e non succede niente, a nessuno
        • Gabriele scrive:
          Re: Realtà
          - Scritto da: oligo



          Ciccio, lavoro nel web, il mio macbookpro è

          collegato alla rete almeno 15 ore al giorno. Non

          ho ne firewall ne antivirus abilitati. Questo è

          un fatto, il tuo è solo essere

          troll.

          non credo sia il caso di lodarsi, il tuo è un
          comportamento deprecabile poco ortodosso per uno
          che lavora nel web, Mac o non
          MacNon è deprecabile come pensi, è piuttosto normale per chi usa OS X.Anch'io lavoro wul web con OSX e fin'ora di tutte queste falle teoriche non si è ancora mai vista alcuna diffusione reale.Poi mi devono spiegare quando mai si scrivono email/pw nei cookies...G.
    • -ToM- scrive:
      Re: Realtà
      - Scritto da: Dti Revenge
      Cari macachi, sognavate che il vostro fosse
      sicurissimo, che non serviva nemmeno l'antivirus,
      credevate di essere migliori degli altri solo per
      il fatto di pagare dieci volte tanto il vostro
      laptop. Ma come per tutti i sogni, prima o poi ci
      si sveglia e svaniscono. Benvenuti nella
      realtà!vorrei vederli con una diffusione del 50% ;)
      • nome e cognome scrive:
        Re: Realtà


        si sveglia e svaniscono. Benvenuti nella

        realtà!

        vorrei vederli con una diffusione del 50% ;)La botnet più grande della storia...
        • bibop scrive:
          Re: Realtà
          - Scritto da: nome e cognome
          botnet più grande della storia...sono 8 anni che esiste osx, next esiste dal 1989 e parte delle sue fondamenta da ben prima... il codice sia del kerne che del subsystem unix e' liberamente consultabile... esistono milioni di macintosh collegati in rete senza considerare la penetrazione nel mercato consumer americano che era quasi al 20% un anno fa, e voi state a fare ancora sti discorsi sulla diffusione come fattore unico di sicurezza della piattaforma?? come umoristi state diventando noiosi e ripetitivi.... oppure ammettete a voi stessi che state a rosicare...
          • -ToM- scrive:
            Re: Realtà
            - Scritto da: bibop
            sono 8 anni che esiste osx, next esiste dal 1989
            e parte delle sue fondamenta da ben prima... il
            codice sia del kerne che del subsystem unix e'
            liberamente consultabile... esistono milioni di
            macintosh collegati in rete senza considerare la
            penetrazione nel mercato consumer americano che
            era quasi al 20% un anno fa, e voi state a fare
            ancora sti discorsi sulla diffusione come fattore
            unico di sicurezza della piattaforma?? come
            umoristi state diventando noiosi e ripetitivi....
            oppure ammettete a voi stessi che state a rosicare...si rosichiamo perchè sul change log sicuramente cè scritto "potenziamento" e non bugfix, invece se si legge quello dei SP di windows sono colpi al cuore...ma va va, ho controllato la board stamattina e c´era una trollata di un winaro e una decina di macachi subito pronti a trovare mille scuse...
          • bibop scrive:
            Re: Realtà
            si si .. vedi che sei sempre sulla difensiva!!!
          • -ToM- scrive:
            Re: Realtà
            - Scritto da: bibop
            si si .. vedi che sei sempre sulla difensiva!!!no sono obiettivo, non mi stupisce che vedi tutt'altro.
    • gnulinux86 scrive:
      Re: Realtà
      La realtà è che tutti i S.O, sono soggetti a bug e necessitano di correzioni, la differenza sta nel numero, nella gravita delle falle e nella rapidità a risolverle.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 febbraio 2009 11.36-----------------------------------------------------------
      • -ToM- scrive:
        Re: Realtà
        - Scritto da: gnulinux86
        La realtà è che tutti i S.O, sono soggetti a bug
        e necessitano di correzioni, la differenza sta
        nel numero, nella gravita delle falle e nella
        rapidità a
        risolverle.....e qui si parla di esecuzione arbitraia di codice da remoto ma la gente si ostina a difendere OSX.
        • bibop scrive:
          Re: Realtà
          la cosa triste e' che tu stai scrivendo e (generalmente) difendi (e lodi per performace e eccecc) a spada tratta il sistema operativo che ha lo storico piu' imbarazzante sotto il profilo della sicurezza... XXXXXXtta di piccione contro stalla di letame... ma si sa... noi siamo gli invasati... poveretti-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 febbraio 2009 18.16-----------------------------------------------------------
          • -ToM- scrive:
            Re: Realtà
            - Scritto da: bibop
            la cosa triste e' che tu stai scrivendo e
            (generalmente) difendi (e lodi per performace e
            eccecc) a spada tratta il sistema operativo che
            ha lo storico piu' imbarazzante sotto il profilo
            della sicurezza...


            XXXXXXtta di piccione contro stalla di letame...
            ma si sa... noi siamo gli invasati...
            poverettitutt'altro, sei tu che pensi che siccome parla male di apple, per forza di cose amo windows.L'ennesimo atteggiamento assurdo dei fanatici pro mac... ma fino a qui non dico niente di nuovo.
          • bibop scrive:
            Re: Realtà
            no non dici niente di nuovo.. dai del fanatico a chiunque dica qualcosa che non sia in linea con quello che tu pensi... proietti i tuoi isterismi sugli altri ecceccqua si parla di sicurezza passata presente e futura dei macintosh.. sicurezza allargata ossia che comprende tutti gli aspetti dell caso...che e' oggettiva visto la totale assenza di disastri o infezioni a catena fino a 1 minuto fae gli unici a fare discorsi senza senso siete sempre voi i soliti noti... se hai usato windows negli untimi 18 anni consapevole fosse un colabrodo permettimi/ci di pensare che tanto lungimirante non sei... o almeno abbi la decenza di tacere
          • -ToM- scrive:
            Re: Realtà
            - Scritto da: bibop
            no non dici niente di nuovo..

            dai del fanatico a chiunque dica qualcosa che non
            sia in linea con quello che tu pensi... proietti
            i tuoi isterismi sugli altri
            ecceccil fanatico è chi nega l'evidenza e non è obiettivo, e qui mi dispiace ma la situazione è evidente.PLONK (perchè stiamo mettendo in scena l'ennesimo teatrino)
          • bibop scrive:
            Re: Realtà
            plonk plonk plonk plonk non sai fare altro!!!! plonk plonk plonk plonk plonk plonk plonk plonk plonk plonk plonk plonk imbarazzante sei
        • alexjenn scrive:
          Re: Realtà
          Il problema di OS X si sta vedendo molto con Leopard, ma tutti i rischi che hanno queste vulnerabilità, se ci fai caso , rimangono sulla carta.Poi, se tu dici che Windows è meglio o, addirittura, che OS X è come Windows... fa' tu.
          • -ToM- scrive:
            Re: Realtà
            - Scritto da: alexjenn
            Il problema di OS X si sta vedendo molto con
            Leopard, ma tutti i rischi che hanno queste
            vulnerabilità, se ci fai caso , rimangono
            sulla carta.dillo a chi si è preso il trojan con iLife tarocco e ha dovuto formattare.
            Poi, se tu dici che Windows è meglio o,dove ?
            addirittura, che OS X è come Windows... fa' tu.ecco questa col tempo sta diventando realtà.
          • bibop scrive:
            Re: Realtà
            ahahahahahahah ma dai non ti vergogni!! per supportare l'equazione, la sicurezza in windows e' uguale a quella dei mac, citi iServices.a
            dillo a chi si è preso il trojan con iLife tarocco e ha dovuto formattaresei di una inconsistenza tecnica, logica, fattuale e dialettica imbarazzanteti diro' un segreto se butti la cartella Sistema nel cestino e dai la password di amministratore al finder un tot di volte poi sei costretto a reinstallare osxV E R G O G N A T I
          • -ToM- scrive:
            Re: Realtà
            - Scritto da: bibop
            ahahahahahahah

            ma dai non ti vergogni!!

            per supportare l'equazione, la sicurezza in
            windows e' uguale a quella dei mac, citi
            iServices.aiService ? e chi l'ha citato...ma l'hai letto l'articolo?
            sei di una inconsistenza tecnica, logica,
            fattuale e dialettica
            imbarazzanteno, ho semplicemente letto qualche forum subito dopo aver letto del trojan su un sito estero.Ma capisco che sei imbarazzato.
            ti diro' un segreto se butti la cartella Sistema
            nel cestino e dai la password di amministratore
            al finder un tot di volte poi sei costretto a
            reinstallare osx

            V E R G O G N A T Ioppure aggiornare da Tiger a Leopard e sXXXXXXXre tutto (sucXXXXX su imac 24" e G4@800 l'anno scorso)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 febbraio 2009 21.04-----------------------------------------------------------
          • MarcOsX scrive:
            Re: Realtà
            che io sappia per rimuovere quel trojan basta una piccola applicazione gratuita (l'han messa all'interno di Onyx mi pare)Non dev'essere reinstallato nulla.
  • Gauss scrive:
    Apple--
    Medikit, Microsoft--
    Pezza
    Che bello vedere come cambiano i vocabolari quando bisogna far passare una notizia in un modo e in un altro.
    • alexjenn scrive:
      Re: Apple--
      Medikit, Microsoft--
      Pezza
      Mondo Windows:Coficker, anche noto con il nome di Downandup, è in effetti la piaga peggiore che si ricordi dai tempi di Sasser.
      • Dti Revenge scrive:
        Re: Apple--
        Medikit, Microsoft--
        Pezza
        Ma che strano. Subito pronto l' iAvvocato a difendere a spada tratta la dea Apple.Ma voi macachi non lo capirete mai e per voi la Apple e' l'azienda piu' economica che c'e'in giro...
        • alexjenn scrive:
          Re: Apple--
          Medikit, Microsoft--
          Pezza
          Sì, è più economica.I conti non si fanno solo all'acquisto.
        • MarcOsX scrive:
          Re: Apple--
          Medikit, Microsoft--
          Pezza
          Per me la Apple non è l'azienda più economica, ma per il mio utilizzo fa alcuni prodotti che hanno il miglior rapporto prezzo/qualità.Ovviamente nella qualità ci sta computer (macbook), sistema operativo (MacOs) e software incluso (iLife).Trovami qualcosa che funziona MEGLIO e magari costa meno e lo compro.Windows lo escludo. Già provato.Linux lo escludo. Già provato.Ripeto. Per l'uso che faccio io. Navigare in internet, qualcosa comoda da portare in giro, con programmi per foto, montaggio video, creare e imparare a fare musica, programmi perfettamente integrati tra di loro, senza problemi di virus, stabile, che non necessiti manutenzione, deframmentazione, scandisk, pulitura di registro, riavviare il computer per ogni aggiornamento, che non necessiti utilizzare righe di comando, gradevole alla vista, che mi permetta di installare anche programmi professionali come photoshop o programmi audio professionali se imparo a suonare bene...Per ora vedo i mac come i più convenienti e semplici. Se per te non è così fatti tuoi. Divertiti con quello che usi, ma fai solo la figura del ritardato se credi di conoscere i bisogni delle altre persone.
          • Fringuello scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            Vogliamo parlare di batterie/schede video/problemi di surriscaldamento/displayport/Hd? Direi di no, allora evitiamo di fare la domanda retorica "Trovami qualcosa che costa meno e che funziona?" perchè qualsiasi assemblato costa meno e "non funziona" nella medesima misura di tutti gli altri.Di' direttamente che sei soddisfatto di un prodotto che non porta le problematiche che non sei capace di affrontare dell'OS Windows (Xp) e che preferisci un 20-30% da pagare di piu' che perderci tempo dietro. Cmq, usa qualsiasi sistema Windows SENZA CONNESSIONE INTERNET e usa LINUX SOLO per connessioni internet e avrai risolto un buon 95% di problemi e il tutto a un costo inferiore di un qualsiasi prodotto Apple.Cmq io non faccio testo nelle varie discussioni Apple, posso capire un portatile, un desktop, una "workstation", ma un IMAC proprio non ci arrivo...
          • Winston Wolf scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza

            Di' direttamente che sei soddisfatto di un
            prodotto che non porta le problematiche che non
            sei capace di affrontare dell'OS Windows (Xp) e
            che preferisci un 20-30% da pagare di piu' che
            perderci tempo dietro.
            Proprio questo è il punto, lo so che i mac costano di più, e che ovviamente non sono per tutte le tasche ma, potendomelo permettere NON AFFRONTO LE PROBLEMATICHE WINDOWS. Insomma ho 10 minuti per navigare/lavorare su foto/fare editing video etc?Col Mac lavoro tutti e 10 i minuti, con windows ci litigo 10 prima di iniziare e altro 10 per spegnere.Tutto qua, e non c'è niente di male a non essere capaci (o non aver la voglia) di affrontare i problemi.Insomma se uno ha la patente, deve essere anche meccanico provetto?Direi di no.
          • stivy scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            - Scritto da: Fringuello

            Cmq, usa qualsiasi sistema Windows SENZA
            CONNESSIONE INTERNET e usa LINUX SOLO per
            connessioni internet e avrai risolto un buon 95%
            di problemi e il tutto a un costo inferiore di un
            qualsiasi prodotto Apple.Della serie "du gust is megl che un"? Ma per piacere! Io mi aspetto di poter fare ciò che mi serve da UN computer: navigazione web, gioco, montaggio video, pagine web, archiviazione foto e relativo fotoritocco. Non un computer per ogni utilizzo. E mi aspetto che lo faccia in maniera fluida e senza intoppi.Provate con un laptop con vista (4gb e diciamo un c2d da 2,3ghz) a far partire photoshop (immagine da 500mb), illustrator (file da 100mb), dreamweaver, firefox con 5/6 tab, outlook, messenger. Bene, ora passate da un'applicazione all'altra. Bestemmiate.Ora fate la stessa cosa su un Macbook: avrete scoperto come quel 20% in più sborsato all'inizio venga ampiamente recuperato con il tempo risparmiato.E questo per un utilizzo "normale".Come utilizzo estremo, fate questo su pc con vista, se ci riuscite: http://i.gizmodo.com/5145145/mac-os-x-running-200-apps-keeps-the-race-going
          • Steve Austin scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            - Scritto da:
            Fringuello




            Cmq, usa qualsiasi sistema Windows SENZA

            CONNESSIONE INTERNET e usa LINUX SOLO per

            connessioni internet e avrai risolto un buon 95%

            di problemi e il tutto a un costo inferiore di
            un

            qualsiasi prodotto Apple.

            Della serie "du gust is megl che un"? Ma per
            piacere! Io mi aspetto di poter fare ciò che mi
            serve da UN computer: navigazione web, gioco,
            montaggio video, pagine web, archiviazione foto e
            relativo fotoritocco. Non un computer per ogni
            utilizzo. E mi aspetto che lo faccia in maniera
            fluida e senza
            intoppi.
            Provate con un laptop con vista (4gb e diciamo un
            c2d da 2,3ghz) a far partire photoshop (immagine
            da 500mb), illustrator (file da 100mb),
            dreamweaver, firefox con 5/6 tab, outlook,
            messenger. Bene, ora passate da un'applicazione
            all'altra.
            Bestemmiate.
            Ora fate la stessa cosa su un Macbook: avrete
            scoperto come quel 20% in più sborsato all'inizio
            venga ampiamente recuperato con il tempo
            risparmiato.

            E questo per un utilizzo "normale".

            Come utilizzo estremo, fate questo su pc con
            vista, se ci riuscite:
            http://i.gizmodo.com/5145145/mac-os-x-running-200-Però una critica la Apple se la merita: sette mesi per la pubblicazione degli aggiornamenti di sicurezza sono veramente una cosa ridicola.Speriamo sia solo un'episodio o prima o poi "ci raseranno l'aiuola..."
          • stivy scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            - Scritto da: Steve Austin
            Però una critica la Apple se la merita: sette
            mesi per la pubblicazione degli aggiornamenti di
            sicurezza sono veramente una cosa
            ridicola.
            Speriamo sia solo un'episodio o prima o poi "ci
            raseranno
            l'aiuola..."Assolutamente d'accordo con te. Penso che su questo la politica di Apple dovrebbe essere riveduta a mano a mano che le percentuali di diffusione per Macosx aumentano.
          • Electric Sun scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza

            Cmq io non faccio testo nelle varie discussioni
            Apple, posso capire un portatile, un desktop, una
            "workstation", ma un IMAC proprio non ci
            arrivo...allora neanche vale la pena spiegartelo, tanto nn ci arrivi
          • Marco il Chimico scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza


            Cmq, usa qualsiasi sistema Windows SENZA
            CONNESSIONE INTERNET e usa LINUX SOLO per
            connessioni internet e avrai risolto un buon 95%
            di problemi e il tutto a un costo inferiore di un
            qualsiasi prodotto
            Apple.
            Mi immagino la scena, sto lavorando: windows vista senza connesione a internet. Ho necessità di fare una ricerca al volo su un database in internet. Salvo il lavoro, riavvio il computer la partizione linux. Lancio il software di ricerca in emulazione (quello che uso esiste per Win e per Mac, ma non per linux). Faccio la ricerca, la salvo, la trasferisco su chiave USB. Riavvio Win, ricomincio a fare il lavoro...Se fossi il mio datore di lavoro mi autolicenzierei per mancanza di produttività e perdita di tempo. Non a tutti la connessione internet serve solo a farsi le pippe davanti a un sito XXXXX
          • -ToM- scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            - Scritto da: Marco il Chimico
            Mi immagino la scena, sto lavorando: windows
            vista senza connesione a internet. Ho necessità
            di fare una ricerca al volo su un database in
            internet. Salvo il lavoro, riavvio il computer la
            partizione linux. Lancio il software di ricerca
            in emulazione (quello che uso esiste per Win e
            per Mac, ma non per linux). Faccio la ricerca, la
            salvo, la trasferisco su chiave USB. Riavvio Win,
            ricomincio a fare il
            lavoro...
            Se fossi il mio datore di lavoro mi
            autolicenzierei per mancanza di produttività e
            perdita di tempo. Non a tutti la connessione
            internet serve solo a farsi le pippe davanti a un
            sito
            XXXXXImmagina allora di lavorare su un client windows collegato tramite RDC ad uno linux dove navighi da remoto.E pur sempre uno scenario ridicolo ma almeno è più comodo della soluzione che hai trovato tu.
          • -ToM- scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            - Scritto da: MarcOsX
            non è l'azienda più economica, ma per il mio
            utilizzo fa alcuni prodotti che hanno il miglior
            rapporto prezzo/qualità.si, come il mac pro base che è un insulto all´intelligenza.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 febbraio 2009 18.13-----------------------------------------------------------
          • Ahi ahi scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            Modificato dall' autore il 16 febbraio 2009 18.13
            --------------------------------------------------quale parte di "per il mio utilizzo fa alcuni prodotti che..." non hai capito di quello che ha scritto?
          • -ToM- scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            - Scritto da: Ahi ahi

            si, come il mac pro base che è un insulto

            all´intelligenza.
            quale parte di "per il mio utilizzo fa alcuni
            prodotti che..." non hai capito di quello che ha
            scritto?ovviamente la mia risposta era volutamente provocatoria, questo non toglie che il MacPRO base sia una configurazione per pecore inconsapevoli.
        • -ToM- scrive:
          Re: Apple--
          Medikit, Microsoft--
          Pezza
          oltretutto poteva spendere due parole su quello su quello che ha detto Gauss, mica per altro, per provare almeno a nascondere un po il fanatismo... e invece no giù a ruota libera...
          • alexjenn scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            Anche tu potevi spendere due parole, invece giù a ruota libera a scrivere fesserie.Potevi anche tentare di nascondere il tuo fanatismo anti Apple.
          • -ToM- scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            Anche tu potevi
            spendere due parole, invece giù a ruota libera a
            scrivere
            fesserie.

            Potevi anche tentare di nascondere il tuo
            fanatismo anti
            Apple. gne gne gne, il pallone è mio e ci gioco io ! Tzk!
          • MarcOsX scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            La critica di gauss è legittima. Dovrebbero chiamarli tutti "aggiornamenti sicurezza", non "pezze" nè "medikit".Ma che ci si può fare? Dovrebbe rispondergli chi l'ha pubblicato.Il problema si pone quando arriva gente che non centra nulla con il mondo Apple come Dti e si mette a fare il troll.E si finisce col plonk :D
          • -ToM- scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            La critica di
            gauss è legittima. Dovrebbero chiamarli tutti
            "aggiornamenti sicurezza", non "pezze" nè
            "medikit".ma soprattutto la gente dovrebbe capire che è normale, per qualsiasi OS perchè niente è perfetto e qui in molti credono il contrario, di tutti i sistemi intendo linux compreso.
          • alexjenn scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            Eheh, ovviamente, a come ti rispondo nella tua stessa maniera, fai quello che sai fare meglio.Signori, vi presento l'esperto di Windows, ammirate il suo modo di comunicare: gne gne gne, il pallone è mio e ci gioco io ! Attento che non passi un tir.
          • -ToM- scrive:
            Re: Apple--
            Medikit, Microsoft--
            Pezza
            - Scritto da: alexjenn
            Signori, vi presento l'esperto di Windows,
            ammirate il suo modo di
            comunicare:

            gne gne gne, il pallone è mio e ci gioco io
            ! mah veramente era una frase ironica nei tuoi confronti perchè mi hai risposto con le mie stesse parole, come i bambini. vabè...
        • Ahi ahi scrive:
          Re: Apple--
          Medikit, Microsoft--
          Pezza
          Ma che strano.
          Subito pronto l' iAvvocato a difendere a spada
          tratta la dea
          Apple.

          Ma voi macachi non lo capirete mai e per voi la
          Apple e' l'azienda piu' economica che c'e'in
          giro...se ce lo dici tu che parli per esperienza diretta e non per sentito dire, allora è vero sicuramente!
    • Steve Austin scrive:
      Re: Apple--
      Medikit, Microsoft--
      Pezza
      Che bello vedere
      come cambiano i vocabolari quando bisogna far
      passare una notizia in un modo e in un
      altro.Gia e sette mesi per distribuirla, se era Microsoft mi immagino le critiche.Mah... alla Apple son sempre meno seri e sempre più attacati al dinero...
      • Ahi ahi scrive:
        Re: Apple--
        Medikit, Microsoft--
        Pezza
        Che bello vedere

        come cambiano i vocabolari quando bisogna far

        passare una notizia in un modo e in un

        altro.
        Gia e sette mesi per distribuirla, se era
        Microsoft mi immagino le
        critiche.
        Mah... alla Apple son sempre meno seri e sempre
        più attacati al
        dinero...E secondo te tutte le altre aziende INVECE pensano al buco nell'ozonoDai pataccaro....
      • -ToM- scrive:
        Re: Apple--
        Medikit, Microsoft--
        Pezza
        - Scritto da: Steve Austin
        Gia e sette mesi per distribuirla, se era
        Microsoft mi immagino le
        critiche.
        Mah... alla Apple son sempre meno seri e sempre
        più attacati al
        dinero...se si invertissero le percentuali di diffusione, la Apple non sarebbe tanto diversa da MS, cambierebbe solo il fatto che l'azienda monopolista offrirebbe la GUI più bella del pianeta ma se OSX entrasse nel mirino degli hacker come windows, la situazione a livello sicurezza sarebbe la medesima (di windows) IMHO-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 17 febbraio 2009 09.52-----------------------------------------------------------
    • -ToM- scrive:
      Re: Apple--
      Medikit, Microsoft--
      Pezza
      Che bello vedere
      come cambiano i vocabolari quando bisogna far
      passare una notizia in un modo e in un altro.oltretutto a PI non serve neanche addolcire o appesantire gli articoli, tanto la gente si scanna lo stesso ;)
Chiudi i commenti