Tutto il wi-fi in PDA e telefonini

Texas Instruments ha presentato un nuovo chip sufficientemente piccolo per integrare la connettività Wi-Fi, incluso 802.11g, all'interno di PDA e telefoni cellulari. Fra le prime ad adottarlo ci sarà Motorola


Dallas (USA) – Tutti gli standard wi-fi a disposizione degli utenti di dispositivi mobili e di cellulari. Questo l’obiettivo raggiunto da Texas Instruments, uno dei principali produttori di tecnologie e chip per la telefonia mobile.

L’azienda ha infatti annunciato di aver realizzato un piccolo chip a basso consumo capace di integrare tutti i componenti necessari al supporto in PDA e cellulari della connettività wireless in standard Wi-Fi, inclusi i due più giovani standard 802.11a e g.

Il chipmaker di Dallas sostiene che il suo nuovo chip, la cui introduzione sul mercato è prevista per la seconda metà del prossimo anno, consentirà ai produttori di costruire telefonini a connessione multipla in grado di connettersi sia alle tradizionali reti cellulari sia alle reti Wi-Fi, e questo senza dover rinunciare ad un design compatto e leggero.

Motorola ha già fatto sapere che adotterà il chippetto di TI in alcuni modelli di smartphone che debutteranno verso la fine del prossimo anno. Il colosso ha spiegato che questi terminali saranno in grado di conservare le connessioni dati passando automaticamente da un tipo di rete all’altra.

Altri produttori, come Broadcom, hanno di recente annunciato il rilascio di chip simili a quello di TI per la fine del prossimo anno. TI afferma tuttavia che nessun altro prodotto fra quelli già svelati supporta contemporaneamente tutti e tre gli standard Wi-Fi.

Specializzata nello sviluppo di system-on-a-chip per telefoni cellulari e altri dispositivi mobili, TI aveva già annunciato , lo scorso marzo, un chip per cellulari integrante il supporto alle reti GSM/GPRS, 802.11b e Bluetooth.

In USA Cisco ha già commercializzato un telefono mobile in grado di effettuare chiamate Voice over IP (VoIP) sfruttando una rete Wi-Fi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Il winaro e l'intrusion detection
    - Scritto da: DPY
    Non serve più, ormai la faccia l'hai già
    persa. Addio anonimo.si certo, la realta' fa male eh? continua a vivere nel mondo delle favole e dei server linux tutti patchati e ultrasicuri
  • DPY scrive:
    Re: Il winaro e l'intrusion detection
    - Scritto da: Anonimo

    Dati, a questo punto se vuoi recuperare un

    po' di credibilità, fornisci dati

    verificabili.

    Beh allora dammi tu dati verificabili sulla
    percentuale di server muniti di IDS, dai
    vediamo se recuperi un po' di credibilita'Non serve più, ormai la faccia l'hai già persa. Addio anonimo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il winaro e l'intrusion detection
    - Scritto da: DPY

    Certo, e credi che siano molti i server su

    internet attrezzati in questo modo? illuso

    :)

    Dati, a questo punto se vuoi recuperare un
    po' di credibilità, fornisci dati
    verificabili.Beh allora dammi tu dati verificabili sulla percentuale di server muniti di IDS, dai vediamo se recuperi un po' di credibilita' :)
  • Anonimo scrive:
    chi ama linux...
    .. come server di posta elettronica usa QMAIL!!!perchè:- mai avuto vulnerabilità- molto più performante- sa che sendmail è bucato, lo è sempre stato e lo sarà ancora.. Mentre chi ama windows usa exchange!!!perchè:- è bucatissimo, lo è sempre stato e lo sarà sempre- non c'è alternativa- ti apre una ottantina di porte- HA IL CALENDARIO!!!!- quando non funziona può dire agli utenti: boo!! il sistema è windows e il programma è microsoft ... non è colpa mia*** usa OWA... e avrai una colonia di utenti che festeggiano sul tuo computer ***
  • DPY scrive:
    Re: Bug si, ma worm no.

    La mia idea è che buona parte di questi worm
    siano ideologicamente ispirati. Qualcosa del
    tipo "no-global informatico".Può essere vero, ma non è sufficiente per affermare che la sicurezza dei due sistemi sia equivalente. Non mi interessa entrare nei dettagli tecnici, ma prova solo a pensare ad una delle ultime trovare di Microsoft, quella di far sì che le configurazioni di default dei vari sistemi siano magari più limitate, ma intrinsecamente sicure (Vedi ad esempio http://www.securityfocus.com/columnists/157 ). Se a qualche anima pia questo può sembrare un passo avanti, io la vedo come l'ammissione che dopo anni di lavoro nel campo dei server abbiano finalmente capito l'ovvio.Su questa base, se IIS veniva installato con tutto abilitato di default, è pacifico che un bug in qualche modulo, anche di quelli usati pochissimi, fosse sfruttabile sul 90% dei server in circolazione e anche su quelle macchine che non avrebbero avuto alcun bisogno di IIS, ma se lo trovavano installato e attivato di default. La stessa filosofia spiega perché una macchina Win2000 installato 'modello base' ha le condivisioni aperte e attive di default (e se crei un utente senza password le può utilizzare chiunque) e anche perché il servizio RPC, croce e delizia da Blaster in avanti, stia in ascolto sulla porta 135 di tutte le interfacce di rete, quando nel 99.9% delle installazioni sarebbe stato sufficiente renderlo accessibile solo da localhost.Su questa base, è possibile che tutti se la prendano con Microsoft, ma da qui a dire che è solo per quello sa tanto di scusante per non ammettere l'ovvio.
  • DPY scrive:
    Re: Il winaro e l'intrusion detection

    Certo, e credi che siano molti i server su
    internet attrezzati in questo modo? illuso
    :)Dati, a questo punto se vuoi recuperare un po' di credibilità, fornisci dati verificabili.
  • DPY scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI

    Allora saperesti anche che i tuoi bei tools
    di intrusion detection funzionano quasi
    tutti usando delle signature, e se l'exploit
    non e' conosciuto la signature non esiste
    quindi sono praticamente inutili in questi
    casi.No, segnalano anche accessi ripetuti su porte particolari, perlomeno danno un allarme.
    E sapresti anche che una persona esperta una
    volta entrata noterebbe questi tools e
    potrebbe agilmente cancellare o manomettere
    i loro log.Se il tool sta su un'altra macchina non rilevi molto. Per certi versi, non sarebbe neanche necessario che sia sullo stesso segmento di rete, in tal caso sarebbe assolutamente inavvertibile.
    Leggiti i report dei vari team come i Teso
    che crearono l'exploit per telnetd: prima di
    renderlo pubblico ci furono settimane se non
    mesi di prove per perfezionare il codice,
    credi che in questo periodo loro e i loro
    amici non potessero usare l'exploit per
    manomettere dei sistemi? certo non lo
    vengono a sprecare sul tuo server
    sconosciuto.Se hanno un exploit nuovo e'
    probabile che lo usino per bucare un server
    importante.Qui non si capisce nulla: se io devo perfezionare un exploit non ho alcun bisogno di provarlo su server esterni con il rischio di sprecarlo come dici tu. Quindi se fosse così, il famoso exploit per ssh potrebbe essere stato fatto in base a dati conosciuti 4 mesi fa , ma se non ha mai circolato è come se non fosse mai esistito, non ci vuole una grande scienza a supporre che il bug che è stato tappato in questi giorni fosse presente da molto tempo. Nel momento in cui lo uso per bucare un server importante devo premunirmi di ben altro cose oltre che dell'exploit per quel bug.
    Inoltre parti dal presupposto che la maggior
    parte degli admin siano capaci e usino dei
    sistemi di intrusion detection,
    assolutamente falso.No, sei tu che parti dal presupposto che l'exploit girase incontrollato da 4 mesi: assumere che in questi 4 mesi nessuno lo abbia notato mi sembra fuori di raziocinio.
    Poi visto che caschi dalle nuvole ti ricordo
    Li0n, worm per linux che ha fatto molti
    danni, ma anche autorpc, automountd e molti
    altri worm. Con linux qualsiasi exploit puo'
    essere trasformato in un wormQuesto non c'entra nulla. Anzi, nel momento in cui un exploit viene trasofrmato in worm, diventa sicuramente molto più facile scoprirlo, il che mi fa pensare che il tutto non applichi a quello di cui stavamo parlando.
    E con questo la tua tesi sugli admin
    di linux tutti attenti e aggiornati viene
    demolita.Questa è una tua fantasia: io ho detto che in 4 mesi era poco probabile che un exploit usato varie volte non fosse mai incappato in un IDS, che è cosa ben diversa dal dire che tutti i sistemi sono ben amministrati e/o dotati di IDS.
    A volte mi chiedo se la gente che scrive su
    questo forum ha un'idea di quello di cui si
    sta parlando...Curioso, in questo concordiamo. TI ricordo che non hai ancora portato degli argomenti validi. In particolare, visto che stai portando solo elementi facilmente smontabili, riferisciti a casi precisi e documentabili (ovviamente in relazione a questo exploit, non sul li0n), oppure lascia stare.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il winaro e l'intrusion detection

    Cominciamo dalla seconda frase: stiamo
    parlando di worm, non di intruder. Forse perche' non sai come ribattere agli altri argomentiE poi il worm non fa un'intrusione nel sistema? Non modifica forse alcuni file di sistema per partire ad ogni avvio (la maggior parte lo fa)? Il tuo IDS dovrebbe rilevare pure un worm... i worm mica si materializzano per incanto sul tuo server, ci entrano sfruttando dei buchi come farebbe un intrusore reale...
    Poi noto anche che la tua competenza è
    quella di un bimbo delle elementari: non hai
    mai sentito parlare di strumenti come
    tripwire, che fanno l'md5 dell'intero hard
    disk e lo salvano su floppy? Conosco Tripwire... ma se noti nel messaggio c'e' scritto "quasi tutti" proprio perche' questi tools non funzionano tutti nello stesso modo, oppure credi che esista solo Tripwire?
    E di firewall
    che loggano il traffico anomalo? Ecco, ora
    unisci le due cose e ottieni un IDS.Certo, e credi che siano molti i server su internet attrezzati in questo modo? illuso :)
  • Anonimo scrive:
    Il winaro e la sua concezione del mondo
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    ogni santo giorno. Io arresterei gli
    utenti

    windows, proprio come si arrestano quelli

    del p2p... collaborano con la loro sola

    esistenza a questa illegalità.

    Invece metterei sulla gonia mentecatti come
    te che non collegano il cervello prima di
    parlare.

    Primo, se ti becchi lo spam vuol dire che
    sei un coglione (non avevo dubbi).
    Ah si?? E come mai ho la mailbox piena d virus per windows, che a me come utente linux non fanno nulla, ma mi intasano la mailbox?
    Secondo.....se non sai usare l' Outlook ti
    consiglio di giocare con il Commodore
    64.....no.....forse troppo impegnativo
    inserire un disco da 5 1/4 nel 1541Saper usare outlook in che modo ti protegge dai buffer overflow? Io lo so usare, solo che non lo uso. Per fortuna!
  • Anonimo scrive:
    Il winaro e l'intrusion detection

    Allora saperesti anche che i tuoi bei tools
    di intrusion detection funzionano quasi
    tutti usando delle signature, e se l'exploit
    non e' conosciuto la signature non esiste
    quindi sono praticamente inutili in questi
    casi.
    E sapresti anche che una persona esperta una
    volta entrata noterebbe questi tools e
    potrebbe agilmente cancellare o manomettere
    i loro log.Cominciamo dalla seconda frase: stiamo parlando di worm, non di intruder. Poi noto anche che la tua competenza è quella di un bimbo delle elementari: non hai mai sentito parlare di strumenti come tripwire, che fanno l'md5 dell'intero hard disk e lo salvano su floppy? E di firewall che loggano il traffico anomalo? Ecco, ora unisci le due cose e ottieni un IDS.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'è trippa per gatti !
    - Scritto da: Anonimo

    Le patch sono ormai disponibili da un sacco
    di tempo.
    A differenza dei prodotti micro$ukk i
    prodotti Open Source sono anni avanti !

    Ma chi usa ancora uindos ?IO! E ho disinstallato quella schifezza di Linux perchè faceva ridere anche i polli
  • Anonimo scrive:
    Re: Intanto ho 160 e-mail con winzozzerie
    - Scritto da: Anonimo
    ogni santo giorno. Io arresterei gli utenti
    windows, proprio come si arrestano quelli
    del p2p... collaborano con la loro sola
    esistenza a questa illegalità.Invece metterei sulla gonia mentecatti come te che non collegano il cervello prima di parlare.Primo, se ti becchi lo spam vuol dire che sei un coglione (non avevo dubbi). Secondo.....se non sai usare l' Outlook ti consiglio di giocare con il Commodore 64.....no.....forse troppo impegnativo inserire un disco da 5 1/4 nel 1541
  • Anonimo scrive:
    Re: servers patchati
    - Scritto da: Anonimo
    Io ho patchato i servers alle 20 e 43 minuti
    di martedi... e poi nuovamente alle 13 e 25
    di mercoledi... fatelo con microsoft...
    hahahah!Ma sparati coglione. Non vedi che stai sparando a vanvera prima di collegare il tuo "cervello" eh.....ma lo hai un cervello.... Voi linuxari di merda mi fate incazzare. Sbandierate tanto questo cazzo di sistema operativo sviluppato da nerds ma non vi rendete conto che lavorate su un sistema operativo che ha 1000 versioni, fix, patches, non scalabile, con una gestione lato client ferma all' età della pietra. Ho installato Linux (non dico la distro) e toh....che vedo...un clone mal riuscito di WINDOWS!!! I programmatori hanno dovuto smanettare "parecchio" per rendere Linux alla portata delle casalinghe......ahahahah....penosi!
  • Anonimo scrive:
    Re: servers patchati
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Io ho patchato i servers alle 20 e 43
    minuti

    di martedi... e poi nuovamente alle 13 e
    25

    di mercoledi... fatelo con microsoft...

    hahahah!

    Soprattutto fatelo senza downtime ;)Ma sparati coglione. Mettiti il tuo "SICURISSIMO" Linzoz nel tuo cervello bacato e conta fino a 10 prima di sparare stronzate senza aver collegato il tuo cervello da gallina. Ma guarda che razza di lamers esistono in questo cazzo di forum...
    • Anonimo scrive:
      Quando il winaro non sa più cosa dire...
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo



      - Scritto da: Anonimo


      Io ho patchato i servers alle 20 e 43

      minuti


      di martedi... e poi nuovamente alle 13
      e

      25


      di mercoledi... fatelo con
      microsoft...


      hahahah!



      Soprattutto fatelo senza downtime ;)

      Ma sparati coglione. Mettiti il tuo
      "SICURISSIMO" Linzoz nel tuo cervello bacato
      e conta fino a 10 prima di sparare stronzate
      senza aver collegato il tuo cervello da
      gallina. Ma guarda che razza di lamers
      esistono in questo cazzo di forum...Perchè ti incazzi tanto per uno che ti ha fatto notare che per patchare un server m$ devi riavviare (buttando fuori tutti i tuoi utenti) mentre per patchare un server debian basta fare "apt-get update" e rispondere alle domandine?
  • Anonimo scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI
    - Scritto da: DPY
    Col che si dimostra che stai parlando sul
    nulla. Un esempio concreto non l'hai
    portato, qualcosa di verificabile nemmeno, e
    non vorrei mancare di rispoetto alla tua
    profonda conoscenza dei sistemi
    ricordandoti che esistono anche dei tool di
    rilevamento di intrusioni che, magari,
    qualche volta funzioneranno anche.
    Ovviamente si limitano a controllare il
    traffico senza intervenire in alcun modo e
    quindi è piuttosto difficile che un
    attaccante li possa rilevare. Seguendo il
    tuo ragionamento, in vari mesi di
    circolazione dell'exploit, solo ora
    qualcuno avrebbe notato un'attività anomala
    sulla porta 22 di una macchina che poi
    sarebbe stata compromessa. Se ci hai preso
    tutti per deficenti...

    Detto e ripetuto: porta casi concreti e
    verificabili oppure piantala di parlare
    sul nulla.Allora saperesti anche che i tuoi bei tools di intrusion detection funzionano quasi tutti usando delle signature, e se l'exploit non e' conosciuto la signature non esiste quindi sono praticamente inutili in questi casi.E sapresti anche che una persona esperta una volta entrata noterebbe questi tools e potrebbe agilmente cancellare o manomettere i loro log.Leggiti i report dei vari team come i Teso che crearono l'exploit per telnetd: prima di renderlo pubblico ci furono settimane se non mesi di prove per perfezionare il codice, credi che in questo periodo loro e i loro amici non potessero usare l'exploit per manomettere dei sistemi? certo non lo vengono a sprecare sul tuo server sconosciuto.Se hanno un exploit nuovo e' probabile che lo usino per bucare un server importante.Inoltre parti dal presupposto che la maggior parte degli admin siano capaci e usino dei sistemi di intrusion detection, assolutamente falso.Poi visto che caschi dalle nuvole ti ricordo Li0n, worm per linux che ha fatto molti danni, ma anche autorpc, automountd e molti altri worm. Con linux qualsiasi exploit puo' essere trasformato in un worm, basta scrivere qualche riga in bash che automatizzi l'esecuzione e il download sulle macchine exploitate, niente di + semplice. Fare un worm con visualbasic in confronto e' 1000 volte + complicato.Ah ti ricordo che li0n sfruttava bug gia' noti da tempo per i quali esistevano le patches (come succede per tutti i worm di windows che sfruttano i vecchi bug di outlook) ma questo non gli impedì di infettare una marea di server in tutto il mondo.E con questo la tua tesi sugli admin di linux tutti attenti e aggiornati viene demolita.A volte mi chiedo se la gente che scrive su questo forum ha un'idea di quello di cui si sta parlando...
  • Anonimo scrive:
    Re: Intanto ho 160 e-mail con winzozzeri

    quindi al massimo di che arresteresti gli
    utenti che capiscono poco di sicurezza
    informatica, windows o non windowsEhehe... al rogo!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come funzionano le patch open-sou

    Lo sviluppo di certi prodotti open-source.
    Molti prodotti open-source usano il modello
    "cattedrale" (es: freebsd), in certi ambiti
    funziona meglio l'uno, in altri meglio
    l'altro.beh, si, hai ragione ovviamente. La tendenza è però quella di usare sempre più il metodo bazaar, infatti se guardi tutti i nuovi progetti, salvo qualche eccezione (per nuovi intendo quelli nati da meno di 5/6 anni) usano tutti il metodo bazaar.Poi non è detto che in un futuro prossimo ci sarà un'inversione di tendenza (ci sono già i sentori a dire il vero, ad esempio "mono" sta andando avanti con uno sviluppo a cattedrale e riceve pochissimi aiuti dalla comunità.byeZ!
  • DPY scrive:
    Re: Fatelo fare a microsoft l'openssl! LOL!
    - Scritto da: Anonimo
    Visto che siete così bravi a trollare, mi
    spiegate come mai openssl è così diffuso
    nonostante questa pericolosissima (ROTFL,
    nessuno di voi probabilmente sarebbe in
    grado di capire come funziona)
    vulnerabilità?Vediamo di capirci e di non offrire il destro alle critiche dell'altra parte parlando a vanvera: la vulnerabilità è su OpenSSH, non su OpenSSL. I siti web SSL non usano OpenSSH, eventualmente possono usare OpenSSL.
    Fatemi capire, se openssl fosse closed, e si
    chiamasse m$$$l voi vi fidereste a farci
    girare un sito di e-commerce?Fidarsi non lo so, tuttavia non ricordo che l'implementazione dei protocolli SSL sulle varie versioni di IIS abbia mai sofferto di gravi bug di sicurezza (al contrario dell'implementazione su Explorer), come tale non se dovessi scegliere fra IIS su NT/W2k e Apache su *nix, userei altri metri di giudizio, ma sicuramente non discrimineri sulla presunta robustezza dei protocolli SSL.
  • DPY scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI

    Credi che le crew americane lo vengano a
    dire a te se fanno un exploit?Col che si dimostra che stai parlando sul nulla. Un esempio concreto non l'hai portato, qualcosa di verificabile nemmeno, e non vorrei mancare di rispoetto alla tua profonda conoscenza dei sistemi ricordandoti che esistono anche dei tool di rilevamento di intrusioni che, magari, qualche volta funzioneranno anche. Ovviamente si limitano a controllare il traffico senza intervenire in alcun modo e quindi è piuttosto difficile che un attaccante li possa rilevare. Seguendo il tuo ragionamento, in vari mesi di circolazione dell'exploit, solo ora qualcuno avrebbe notato un'attività anomala sulla porta 22 di una macchina che poi sarebbe stata compromessa. Se ci hai preso tutti per deficenti...Detto e ripetuto: porta casi concreti e verificabili oppure piantala di parlare sul nulla.
  • Anonimo scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Non provateci nemmeno a paragonare tutti i

    miliardi che ha fattp buttare Blaster nel

    gabinetto (e prima di lui slapper, nimda,

    ecc)

    con i problemi di ssh: NESSUNO. Non c'e`

    ancora nessun exploit, figuriamoci un
    worm.

    Credi che le crew americane lo vengano a
    dire a te se fanno un exploit?
    Credi che i bug di linux,sunos ecc non
    vengano sfruttati per mesi prima che escano
    le patch?

    continua a vivere nel mondo dei sogni,
    buonanotteROTFL. Sui "se" non si ragiona, e dei worm, quando fanno danni, prima o poi si viene a sapere.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come funzionano le patch open-sou

    consiglio di leggere "la cattedrale e il
    bazaar" per capire come funziona lo sviluppo
    open source.
    Lo sviluppo di certi prodotti open-source. Molti prodotti open-source usano il modello "cattedrale" (es: freebsd), in certi ambiti funziona meglio l'uno, in altri meglio l'altro.
  • Anonimo scrive:
    Re: I bug non li ha solo windows !
    - Scritto da: Anonimo
    L'unca differenza è che rpc *fa parte* di
    Windows, ssh e sendmail sono programmi che
    si possono o non usare (e di fatti io usoFalso, fa parte di ALCUNE versioni di windows. Prova a bucarmi l'rpc sul 98, buona fortuna...
  • Anonimo scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI
    - Scritto da: Anonimo
    Non provateci nemmeno a paragonare tutti i
    miliardi che ha fattp buttare Blaster nel
    gabinetto (e prima di lui slapper, nimda,
    ecc)
    con i problemi di ssh: NESSUNO. Non c'e`
    ancora nessun exploit, figuriamoci un worm.Credi che le crew americane lo vengano a dire a te se fanno un exploit?Credi che i bug di linux,sunos ecc non vengano sfruttati per mesi prima che escano le patch?continua a vivere nel mondo dei sogni, buonanotte
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come funzionano le patch open-sou
    - Scritto da: Anonimo

    Rad-Hat, Suse, debian e giù di lì non ne

    fanno di patch.

    Anche loro scrivono patch, solo che sono
    meno pubblicizzategià, ma è difficile da spiegare a parole!consiglio di leggere "la cattedrale e il bazaar" per capire come funziona lo sviluppo open source.Microsoft per intenderci ha scelto il metodo "a cattedrale", Linux, sendmail, openssh e via discorrendo sono invece per il bazaar.Entrambi sono due buoni metodi di sviluppo, anche la Microsoft rilascia puntualmente patch per le falle... il metodo a Bazaar ha però imho un pregio da non sottavalutare: quello di rendere disponibili patch anche per versioni obsolete!Mi spiego meglio. Microsoft rilascia correzioni delle falle solo per le versioni più nuove dei propri software... ad esempio se volete avere una versione sicura di internet explorer dovete per forza scaricare l'ultima e poi le varie patch. Fin qui nessun problema, in teoria l'utente basta che aggiorni il software. In pratica la cosa non è sempre possibile, ad esempio per Windows '95 non è possibile installare l'ultissimo internet explorer :(Nessuna flame, per carità! Chi usa sistemi Microsoft deve solo essere consapevole di questo.
  • Anonimo scrive:
    Re: ahahahahhaha - il ritorno
    - Scritto da: Anonimo
    scusa:), nn pensavo ti riferissi a quello
    (al di là del fatto che c'è modo e modo di
    rispondere) solo che in questo forum troppo
    spesso c'è gente che fa link e reply senza
    sapere di che parla o comunque facendo
    disinformazione allora quando posso cerco di
    chiarire :)
    AxhindDetti anche troll... ^__________________- | | U
  • Anonimo scrive:
    Re: ahahahahhaha - il ritorno
    scusa:), nn pensavo ti riferissi a quello (al di là del fatto che c'è modo e modo di rispondere) solo che in questo forum troppo spesso c'è gente che fa link e reply senza sapere di che parla o comunque facendo disinformazione allora quando posso cerco di chiarire :)Axhind
  • Anonimo scrive:
    Re: ahahahahhaha - il ritorno
    - Scritto da: Anonimo
    se non conosci il contenuto di ciò che posti
    (mi riferisco al link
    http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www
    Axhindleggi gli uptime invece di farti pippe mentali ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Intanto ho 160 e-mail con winzozzeri
    - Scritto da: DPY
    - Scritto da: Anonimo

    ogni santo giorno. Io arresterei gli
    utenti

    windows, proprio come si arrestano quelli

    del p2p...

    Non mi risulta che nessun utente del p2p sia
    mai stato arrestato. Perquisizioni,
    sequestri, avvocati a destra e a manca, ma
    notti in cella... no.s/arrestano/perseguiscono/ :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: ahahahahhaha
    se non conosci il contenuto di ciò che posti (mi riferisco al link http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www.microsoft.com) evita di proporli... per capire perchè indica "The site www.microsoft.com is running Microsoft-IIS/6.0 on Linux." basta che clicchi il link che è subito sopra (ovvero http://news.netcraft.com/archives/2003/08/17/wwwmicrosoftcom_runs_linux_up_to_a_point_.html) la spiegazione l'ho già data in un'altro post (http://punto-informatico.it/forum/pol.asp?mid=440198) ma è spiagato meglio su http://webnews.html.it/news/1504.htmAxhind
  • Anonimo scrive:
    Uptime di microsoft.com

    avanza dello 0.05% annuo ? meno male che c'è
    qualcuno che usa i prodotti open...

    http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=wwwLOL! Questa è la migliore pubblicità (negativa) che si potessero fare: l'uptime dei loro server.Quando passeranno a microsoft unix (rubato da BSD) finalmente anche gli amministratori win potranno sentirsi seri ;)
  • DPY scrive:
    Re: Intanto ho 160 e-mail con winzozzerie
    - Scritto da: Anonimo
    ogni santo giorno. Io arresterei gli utenti
    windows, proprio come si arrestano quelli
    del p2p...Non mi risulta che nessun utente del p2p sia mai stato arrestato. Perquisizioni, sequestri, avvocati a destra e a manca, ma notti in cella... no.
  • Anonimo scrive:
    Fatelo fare a microsoft l'openssl! LOL!
    Visto che siete così bravi a trollare, mi spiegate come mai openssl è così diffuso nonostante questa pericolosissima (ROTFL, nessuno di voi probabilmente sarebbe in grado di capire come funziona) vulnerabilità?Fatemi capire, se openssl fosse closed, e si chiamasse m$$$l voi vi fidereste a farci girare un sito di e-commerce?
  • Anonimo scrive:
    Re: ahahahahhaha
    - Scritto da: Anonimo
    ahahha ehehhe hahahahahaha....

    che ridere, eppure continuo a leggere che i
    s/w open source sono migliori.... bahhhh

    intanto continuo a ridere... :D :D

    PS. Non vuole essere una trollata, esprimo
    solo una mia opinione! :P
    Ridi per sobig, per swen o per quale altro danno miliardario colpa di idioti come te?
  • DPY scrive:
    Re: ahahahahhaha

    PS. Non vuole essere una trollata, esprimo
    solo una mia opinione! :PCurioso, ricorda molto i disclaimer in fondo ad alcuni messaggi di Spam, anche italiani, secondo i quali il messaggio stesso non è spam in base ad una fantasiosa legge americana che non è mai neanche stata approvata.
  • Anonimo scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI
    - Scritto da: Anonimo
    da qui all'anno 2178 io e miei nipoti ci
    godremo i prodotti seri, i prodotti closed.Buona attesa !Nel frattempo noi ci godiamo prodotti seri _adesso_ , i prodotti free.
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo

    quarda che io sto scrivendo seriamente, mi

    piacerebbe sapere quanti di quelli che

    scrivono qui e che decantano tanto linux,

    scrivono anche applicazioni web

    Scusa .. ma sei un giornalista di Repubblica
    e stai
    preparando un'articolo sull'impegno del
    governo con
    le nuove tecnologie ueb ? ROTFL :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo
    scusa se mi intrometto ma ti stai
    arrampicando sugli specchi. POST e GET sono
    HTTP
    non esiste un protocollo CGI, CGI è una
    tecnologia (anche molto datata IMHO), che
    non dà più il meglio di se da anni.stavo solo disinformando il troll :-)....moan.....moan......
    Tra le altre cose i limiti del process
    switching danno il peggio di se su linux
    (non so unix) perché il punto debole di
    questo SO è un process switching interamente
    software, molto oneroso per la CPU, la
    memoria e le cache (con le CPU P3 e P4 basta
    un'istruzione e il process switch è gestito
    nativamente, non servono un centinaio di
    istruzioni asm, basta usare il process
    descriptor apposito - che linux non usa -).non so, io guardo i risultati sul campo.
    Anche FastCGI non lavora molto meglio
    (almeno sino a che non adotterà i thread,
    invece dei lightweight process). Ma come ho
    detto CGI è molto datato e non credo che ci
    perderanno molto termpo sopra. Senza contare
    che è pesantemente dipendente
    dall'archittetura dell'OS su cui gira il
    server in questione (e non è scalabile).
    purtroppo non conosco FastCGI
    Inoltre una web application è qualcosa che
    va oltre il sito interattivo, si citava SOAP
    o J2EE non a caso, con SOAP puoi gestire
    servizi tramite qualsiasi protocollo di
    interconnessione in maniera trasparente e
    indipendente dalla geografia o dalla
    topologia della rete. Queste sono le cose
    che definiscono un web service. Portabilità,
    scalabilità e trasparenza.
    Stiamo parlando di 'Web Services' (che e' uno standard) o di Web Applications (che e' una definizione) ?Se parliamo di web services sono d'accordo.Se parliamo di web application (come da titolo del thread) non sono d'accordo: una web application e' un concetto piu' generale di web service. No ?
    So che in italia parlare di queste cose è un
    po' tabù (moltissime "applicazioni
    distribuite" sono ancora rigorosamente
    client/server, ovvero non sono vere
    applicazioni distribuite) ma la differenza
    non è banale. Speriamo che prima o poi chi
    commissiona i lavori ne inizi a capire la
    sottile ma fondamentale differenza...Non ho capito perche' le applicazioni client / server non possano essere applicazioni distribuite. Tutto cio' che usa la famiglia di protocolli TCP/IP e' una applicazione client / server.Anche le web applications sono tecnicamente delle applicazioni client e server.Mi spieghi la differenza non cosi' banale ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'è trippa per gatti !
    - Scritto da: Anonimo
    Questo finto dialogo sarebbe servito a cosa?
    A discreditare chi usa linux?E fattela una risata !!!
  • Anonimo scrive:
    SWEN, solo l'ultimo della serie.
    Windows = tempo e soldi buttati in1) licenze antivirus2) parcelle dei consulenti che riparano i danni creati dai virus3) traffico internet aggiuntivo per permettere ai virus di propagarsi4) disaster recovery in caso di perdita totale o parziale dei dati5) fermo macchina per i riavvii dei server (vergogna microsoft!) Ma ora anche Linux e` alla pari :DD Questo o quello pari sono :DDDDD Pare sia giunta voce che anche Ariosto e Marini siano UGUALI ahahahahahhahah.Dunque grazie a questo bug in OpenSSH (e NON in Linux - ve lo beccate anche nei Cisco), di cui tra due giorni non si ricordera` piu` nessuno, i winari mannari hanno uno scatto di orgoglio, e scendono a frotte su PI per partecipare al 'Servo Pride' potendo dire finalmente che Linux e` bacato e Linux bla bla bla.Tutte cazzate. I soldi che devo spendere per la licenza antivirus sui miei mailserver (Linux) - che proteggono voi winari - me li date voi?
  • Anonimo scrive:
    Re: ahahahahhaha
    - Scritto da: Anonimo
    ahahha ehehhe hahahahahaha....

    che ridere, eppure continuo a leggere che i
    s/w open source sono migliori.... bahhhh

    intanto continuo a ridere... :D :D

    PS. Non vuole essere una trollata, esprimo
    solo una mia opinione! :P
    ahahha ehehhe hahahahahaha....http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www.microsoft.comche ridere, eppure continuo a leggere che is/w closed source sono migliori.... bahhhhintanto continuo a ridere... :D :D PS. Non vuole essere una trollata, esprimosolo una mia opinione! :P
  • Anonimo scrive:
    Re: ahahahahhaha
    - Scritto da: Anonimo
    ahahha ehehhe hahahahahaha....

    che ridere, eppure continuo a leggere che i
    s/w open source sono migliori.... bahhhh

    intanto continuo a ridere... :D :D

    PS. Non vuole essere una trollata, esprimo
    solo una mia opinione! :PAHAHAHAHAH...L'hai letto il post subito prima del tuo, vero ?AHAHAHAHAHAHAHAHAH !!!!!!
  • Anonimo scrive:
    ahahahahhaha
    ahahha ehehhe hahahahahaha....che ridere, eppure continuo a leggere che i s/w open source sono migliori.... bahhhh intanto continuo a ridere... :D :DPS. Non vuole essere una trollata, esprimo solo una mia opinione! :P
  • DPY scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI

    Ma si che c'è l'exploit. E' lo stesso che
    hanno usato per gingillarsi con il server di
    GNU.Nel sito di GNU c'è una spiegazione ben diversa che non contempla in alcun caso ssh. Come già scritto in altri commenti, per fare un'affermazione del genere devi quindi fornire pezze di appoggio verificabili, altrimenti la figura del peracottaro non te la toglie nessuno.Rimango in attesa, ma anche in questo caso sono convinto che non ne tirerai fuori neanche una.
  • DPY scrive:
    Re: I bug non li ha solo windows !
    - Scritto da: Anonimo
    E' scontato che i bug seri li abbia pure
    linux e le applicazioni che ci girano su.E fin qua non ci piove.
    Ma ancora qualcuno si ostina a fare orecchie
    da mercante.... poi quando arrivano i worm
    come blaster queste stesse persone gettano
    fango su windows a + non posso !Io mi limito a ossevare i danni visibili. Ragionando nel mio piccolo:- Blaster: 10 clienti infettati, e altrettanti interventi da almeno un'ora ciascuno, più trasferte. A occhio siamo sulle 15..20 ore di lavoro. Ok, in questo caso è lavoro pagato dal cliente. Devo ringraziare Blaster? A occhio dovrei, ma sinceramente avrei ben altro da fare e preferisco fare ben altri lavori.- Bug SSH: 30 minuti di aggiornamento, nessun server compromesso.Di fronte a questo, insisto a dire che le affermazioni "Ma anche questo ha buchi", "Ma cosa credi, che il tuo sia perfetto?" ecc ecc tornano a lasciare il tempo che trovano. E sarà anche che sono cattivo, ma non mi spiego una presenza così forte di commenti faziosi come il tuo se non pensando che dietro ci sia qualche interesse che va oltre la pacifica discussione, ovviamente dietro la protezione del nick anonimo , usato regolarmente da tutti i commentatori più ciecamente favorevoli a Windows. L'alternativa è che siano tutti troll...
  • Goul_duKat scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo

    frontpage per linux ...ahaha aha aha aha
    aha

    a ahahahah
    beh, già uno ha risposto elencando tra gli
    strumenti "vi" che penso sia lo storico
    editor unix, vedi un po' tu...si ma se hai visto i recenti vi-vim e varie estensioni ti renderesti conto che puo' essere storico finche vuoi ma da merda a gran parte degli editor che esistono ...e se poi vuoi c'e' emacs che ha anche lui alle spalle un gran bel po' di anni e nessun editor lo ha ancora eguagliato ...ciao
  • Anonimo scrive:
    Intanto ho 160 e-mail con winzozzerie
    ogni santo giorno. Io arresterei gli utenti windows, proprio come si arrestano quelli del p2p... collaborano con la loro sola esistenza a questa illegalità.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'è trippa per gatti !
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    naaaaaaaa sono anche produttivi

    Si, producono soldi per micro$ukk !


    va be' ciao te saluto e buona scrittura,
    non

    so se tornerò spesso nel forum, comunque
    se

    ci torno, sarà facile riconoscerti, dato
    il

    tuo stile.

    Insomma sono una "certezza" !


    ciaoooo

    Ciao a te, ma toglimi una curiosità...

    ... ma chi è questo Alien ???
    Questo finto dialogo sarebbe servito a cosa?A discreditare chi usa linux?
  • DPY scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI

    Certo... certo... però ho come l'impressione
    che di questo passo l'open source vedrà il
    suo boom tra circa 175 anni... ahahaha aha
    ahah...E allora? Bene, benissimo, è molto meglio come dici tu che diversamente. Scusa, perché se io ho un prodotto che considero valido devo consigliarlo a tutti i miei concorrenti? Dovrei essere proprio scemo...
    da qui all'anno 2178 io e miei nipoti ci
    godremo i prodotti seri, i prodotti closed.Con mia somma soddisfazione, anche considerando la povertà che traspare da questi commenti beceri e sempre uguali.
  • Anonimo scrive:
    Re: La solita cavolata
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    E allora perchè si vedono worm per IIS ma

    non per apache, nonostante (dati netcraft)

    apache sia il webserver più diffuso?
    perchè apache gira x+ su *x-like, le
    versioni per win sono poco diffuse, e poi
    non ci giurerei che sia semplice fare un
    worm per apache che funzioni sulle diverse
    versioni per win Pensaci: come fai da un server a infettare un client? Passandogli (o con un buffer overflow, o con tecniche legali se il client si fida del server) un eseguibile. Questo eseguibile puo' essere messo facilmente come dati in un altro eseguibile per un altro OS, e passato al momento. In parole povere, l'exploit remoto non necessariamente deve essere scritto per il sistema su cui poi, usando l'exploit, si deve passare il virus.e per *x
    invece un worm per iis può replicarsi sulla
    miriade di client win, tra l'altro
    generalmente sprotetti e non patchati: la
    densità di macchine infettabili è nettamente
    superiore a quella delle macchine
    infettabili da un worm chiamiamolo generico
    per apache, che possa infettare le macchine
    *x-like (meno client e soprattutto meno
    macchine sprotette e gestite da semplici
    utenti) e le poche macchine win che montano
    apache, che tra l'altro per il lavoro che
    fanno saranno nettamente meglio gestite e
    patchate dei client win comunemente diffusi.
    Oppure si può pensare allo scenario di un
    worm che attacca tutte le macchine win e ha
    effetti particolari se la macchina fa girare
    apache, ma a questo punto sarebbe lo stesso
    più "produttivo" fare un worm per win E iis,
    che sui server-win è più utilizzato di
    apache.Va beh, se veramente pensate che sia solo per la scarsa diffusione che, per esempio,esistono worm per windows (come il recente sobig) e non per BSD, fate pure. A me continua a sembrare ridicolo.
  • DPY scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni


    E openssh lo devi aggiornare sempre.

    E' stata la prima cosa che ho pensato quando
    ho letto la notizia: come si fa a restare
    indietro con un software così importante?Ti do la mia risposta ingenua : openssh è uno dei software più noiosi da aggiornare. Il motivo è semplice: se hai il server sotto il naso non hai alcun fastidio, se solo ce l'hai a due metri (o a 500Km, il che è peggio) e ci accedi, lo farai... via ssh. Per questo motivo, o prevedi un modo per avere pieno accesso al sistema anche se l'aggiornamento ha qualche fastidio e ssh va giù, oppure rischi nel migliore dei casi di doverti spostare di due metri e attaccare un monitor e una tastiera alla macchina ribelle, in uno peggiore di dover interessare qualcuno che recuperi il sistema al posto tuo, nel peggiore ancora prepararti a un viaggetto un po' lungo. Se nella tua installazione ci sono più macchine alle quali puoi accedere direttamente puoi attivare momentaneamente il telnet e recuperare la macchina in quel modo, ma è smepre una noia, e non sempre puoi farlo.Per lo stesso motivo, è pressoché impossibile aggiornare a distanza un kernel, a meno di non avere una macchina (costosa) che consenta il controllo remoto a distanza anche quando il sistema è completamente giù, in pratica qualcosa che prenda il controllo di monitor e tastiera e ti consenta di pilotarle dalla tua postazione.
  • DPY scrive:
    Re: e chi lo usa piu'
    - Scritto da: Anonimo
    Oramai e' difficile trovare sendmail
    installato su linux (a differenza di solaris
    e altri antiquati).Su questo non concordo: se è relativamente facile (adesso) trovare degli MTA alternativi (non so se installati di default o meno) sendmail è ancora un programma sine qua non che non può essere escluso così facilmente da una distribuzione. Magari non sarà più l'MTA consigliato, ma di toglierlo non se ne parla neanche.
  • DPY scrive:
    Re: Era ora
    - Scritto da: Anonimo
    Linux dimostra tutta la sua debolezzaAnche senza voler confutare la sostanza dell'affermazione, direi che denota una ignoranza notevole. Openssh è un progetto sviluppato principalmente per il sistema operativo OpenBSD. Successivamente ogni volta che esce una release dell'OpenSSH per OpenBSD viene emesso, a cura di un altro team, il porting di quella versione per altri sistemi operativi. Non si tratta quindi di una applicazione solo per Linux, né fa parte di Linux in senso stretto.Su questa base, è possibile (non mi interessa disquisire di questo) che con questo bug OpenSSH (e non linux) dimostri tutta la sua debolezza, sfortunatamente la scarsa competenza che hai dimostrato sull'argomento rende le tue considerazioni di autorevolezza nulla.
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    scusa se mi intrometto ma ti stai arrampicando sugli specchi. POST e GET sono HTTPnon esiste un protocollo CGI, CGI è una tecnologia (anche molto datata IMHO), che non dà più il meglio di se da anni.Tra le altre cose i limiti del process switching danno il peggio di se su linux (non so unix) perché il punto debole di questo SO è un process switching interamente software, molto oneroso per la CPU, la memoria e le cache (con le CPU P3 e P4 basta un'istruzione e il process switch è gestito nativamente, non servono un centinaio di istruzioni asm, basta usare il process descriptor apposito - che linux non usa -). Anche FastCGI non lavora molto meglio (almeno sino a che non adotterà i thread, invece dei lightweight process). Ma come ho detto CGI è molto datato e non credo che ci perderanno molto termpo sopra. Senza contare che è pesantemente dipendente dall'archittetura dell'OS su cui gira il server in questione (e non è scalabile).Inoltre una web application è qualcosa che va oltre il sito interattivo, si citava SOAP o J2EE non a caso, con SOAP puoi gestire servizi tramite qualsiasi protocollo di interconnessione in maniera trasparente e indipendente dalla geografia o dalla topologia della rete. Queste sono le cose che definiscono un web service. Portabilità, scalabilità e trasparenza.So che in italia parlare di queste cose è un po' tabù (moltissime "applicazioni distribuite" sono ancora rigorosamente client/server, ovvero non sono vere applicazioni distribuite) ma la differenza non è banale. Speriamo che prima o poi chi commissiona i lavori ne inizi a capire la sottile ma fondamentale differenza...
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    - Scritto da: Anonimo
    Io ti spiego la tragedia di ustica. Il DC9 è
    stato abbatututo da una scoreggia. A prova
    di ciò ti dico che ne è stato registrato il
    rumore e il cambio di temperatura nell'aere
    che ha poi quindi portato a credere che
    fosse stata un supposta. Inoltre non è vero
    che il cambio di dns è stato fatto perchè
    l'aereo è morto e Linux è grande.
    Vi prego credetemi perchè sono una fonte
    attendibile e non prezzolata da MicroSoft,
    inoltre possiedo 2 tessere per i circoli
    A.R.C.I. e ho libero accesso ai centri
    sociali.
    Vi prego credetemi e diffondete la verità
    con volantini da portare a tutti i presidi
    delle squole che non vogliono Linux.prima di fare tanto i divertenti guardate il titolo del primo post...
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    Io ti spiego la tragedia di ustica. Il DC9 è stato abbatututo da una scoreggia. A prova di ciò ti dico che ne è stato registrato il rumore e il cambio di temperatura nell'aere che ha poi quindi portato a credere che fosse stata un supposta. Inoltre non è vero che il cambio di dns è stato fatto perchè l'aereo è morto e Linux è grande.Vi prego credetemi perchè sono una fonte attendibile e non prezzolata da MicroSoft, inoltre possiedo 2 tessere per i circoli A.R.C.I. e ho libero accesso ai centri sociali.Vi prego credetemi e diffondete la verità con volantini da portare a tutti i presidi delle squole che non vogliono Linux.
  • spino scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    stai sprecando tempo con questo (troll)... continuo ad apprezzare il fatto che le persone serie si registrino, invece di (troll)are a sbafo...Ciao
  • spino scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: spino


    wish


    (che non si maschera mai dietro un

    "Anonimo"


    perché è orgoglioso di ciò che pensa e

    dice)





    Onore al merito... :) a prescindere dalle

    posizioni personali...

    A beh certo, usando "wish" si e' esposto al
    mondo intero. Ma perpiacere...si è registrato, intanto, buff-1...
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo

    Forse il pericolo viene dalle nuove parti
    di

    codice delle ultime versioni? Non è un

    rischio controbilanciato dalle nuove

    features e ottimizzazioni dell'ultima

    versione?

    Si, infatti la scelta migliore dipende da
    caso in caso.
    Ci sono situazioni in cui ti servono le
    features gia' esistenti ma vuoi la maggior
    stabilita' e sicurezza.

    Altre in cui hai bisogno (o preferisci) le
    nuove features a discapito di quanto detto
    primaSono perfettamente d'accordo con te. Purtroppo temo che spesso restino indietro per pigrizia del gestore del server, come è stato detto in un altro post. Altrimenti non si spiegherebbe:1. che un software come open ssh non sia aggiornato all'ultimissima versione2. che sendmail sia ancora usato: quando si deciderà la comunità OS ad abbandonarlo definitivamente in favore di Qmail? Capisco la nostalgia, però vediamo di tenere in piedi server funzionanti e sicuri...Ciao e grazie per la risposta
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni



    E openssh lo devi aggiornare sempre.

    E' stata la prima cosa che ho pensato quando
    ho letto la notizia: come si fa a restare
    indietro con un software così importante?
    Beh, gli attacchi a ssh non sono cosi' facilmente perpetrabili.Devi proprio stare antiipatico a qualcuno o custodire dati preziosissimi per stare dietro a tutte le release.Basta leggere cosa fa la nuova versione e decidere se e' meglio installarla o no.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    - Scritto da: Anonimo
    nn credevo ma siete TUTTI (sia da una parte
    che dall'altra) un po' ignoranti (nn in
    senso offensivo). vedete la microsoft per il
    servizio windows update fa affidamento a
    un'azienda esterna che fa da (per
    risparmiarvi un lungo discorso) "filtro" per
    le richieste del servizio. quel link fa
    vedere il so dell'azienda esterna, non
    quello usato da microsoft.
    Axhindakamai ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Giambo

    - Scritto da: wish


    Però continuo a non capire: le vecchie

    versioni non sono invalicabili (e infatti

    vanno patchate), le nuove sono un salto
    nel

    buio...

    Beh, dipende da cosa intendi per "nuove".
    Di solito si hanno piu' rami di sviluppo: La
    versione attuale considerata solida alla
    quale vengono applicate le patches o
    migliorate certe parti (Ottimizzazioni,
    ...). Solitamente non sono grandi
    cambiamenti.Mi riferivo a questa, per nuova. Sarebbe un azzardo installare una versione di sviluppo su una macchina che deve essere produttiva e sicura, come deve essere un server.Proprio perché in genere non ci sono grossi cambiamenti (salvo nei salti di "major release number") non capisco perché rimanere indietro...Dev'essere come hanno detto in un altro post, spesso è solo pigrizia del gestore del server. Ovviamente ci sono le eccezioni: un salto di major release del kernel su un server è una cosa da ponderare con calma...Ciao e grazie per la risposta.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchato!! E senza riavvio!
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo


    aver capito che se vuoi fare siti statici
    o

    con scripts leggeri, linux sia ottimo, se

    vuoi fare web applications facili da

    mantenere, secondo me è meglio windows.

    Capito male. La nostra webapplication, che è
    il nostro sistema informativo è stata
    sviluppata con j2se (chi usava netbeans, chi
    come il sottoscritto il codice si trova
    comodo col vi), database postgresql e tutto
    su un server linux.Quanta ignoranza...voi linari siete davvero forti! Ogni volta che aprite bocca avete scoperto l' acqua calda. No comment...Aggiornati un poco e poi ne riparleremo!
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications




    web che?e' inglese ?



    ========

    Lamerone

    ========

    quarda che io sto scrivendo seriamente, mi
    piacerebbe sapere quanti di quelli che
    scrivono qui e che decantano tanto linux,
    scrivono anche applicazioni webScusa .. ma sei un giornalista di Repubblica e stai preparando un'articolo sull'impegno del governo con le nuove tecnologie ueb ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: wish

    Questo è un post serio, i troll
    continuino a

    gingillarsi con gli altri flame, please...



    Ho una domanda da porre a chi gestisce un

    server.

    Ancora una volta sono emersi bug in
    vecchie

    versioni di software, ancora una volta le
    +

    recenti ne erano immuni.



    Io non sono un esperto di gestione
    server, e

    non seguo i bug alert, ma ha davvero senso

    usare vecchie versioni di software,

    ritenendole più sicure delle più recenti?

    No. chi ti ha detto una cosa del genere ?
    Cosi' facendo perdi gran parte dei vantaggi
    che ti offre l' Open Source.
    Non e' che ti sei fatto imbrogliare da admin
    fannulloni ?
    A quel punto, e' meglio il software closed.Per fortuna non solo non sono un esperto di gestione server, ma non ho un server da far gestire... ;)Lo chiedevo perché, quando esce la notizia di un software lato server bacato, si scopre spesso che sono vecchie versioni, ancora largamente utilizzate, ad essere bacate, mentre le + recenti sono immuni (almeno di solito).La cosa mi aveva incuriosito, tutto qui.

    Posso capire un simile ragionamento per

    parti importanti come il kernel (quando
    uscì

    il 2.4 molti server continuarono ad usare
    il

    2.2 per un bel po'), quando esso subisce
    dei

    cambiamenti radicali, ma software cruciali

    come openssh, stramaledettamente bacati
    come

    sendmail, non sarebbe il caso di tenerli

    costantemente aggiornati?



    No, sendmail non lo devi proprio usare.
    Ce ne sono altri, tipo Qmail che non hanno
    gli stessi problemi.Lo so, ho provato ad installarlo e testarlo sul mio pc, l'ho trovato molto semplice da usare. Ed è risaputo che è uno dei software opensource più sicuri, visto che è stato ben progettato. Ricordo che per molti mesi c'è stata una "taglia" per chiunque avesse scoperto un bug in qmail... poi ne hanno trovato UNO. Non so se poi ne hanno trovati altri... spaventoso!
    E openssh lo devi aggiornare sempre.E' stata la prima cosa che ho pensato quando ho letto la notizia: come si fa a restare indietro con un software così importante?

    Gli aggiornamenti portano ottimizzazioni,

    risoluzione di bachi...

    O c'è qualcosa che mi sfugge?

    Grazie anticipato a chi mi risponderà.

    Ciao ciaoCiao e grazie per la risposta
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications



    Boh, non capisco in cosa secondo te mi
    sbaglio.
    A parte il fatto che sostanziamente sono
    d'accordo con te, io volevo semplicemente
    sapere che strumenti usate su linux per
    scrivere web applications.Imparare a quotare ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: spino


    wish


    (che non si maschera mai dietro un

    "Anonimo"


    perché è orgoglioso di ciò che pensa e

    dice)





    Onore al merito... :) a prescindere dalle

    posizioni personali...

    A beh certo, usando "wish" si e' esposto al
    mondo intero. Ma perpiacere...Quel nick che per te è senza importanza consente, a chiunque voglia:1. di intavolare con me una discussione che esuli dai forum della notizia, usando la PI box2. di vedere, nel mio profilo, informazioni sufficienti su di me per rintracciarmi, ove mai qualcuno volesse sporgere querela contro di me per qualcosa che ho scritto. So bene che PI tiene memoria dell'IP di chi ha postato ogni messaggio, proprio a questo scopo, ma non ho paura di mettere nome e cognome (grazie al nick) sotto ogni post di questo forum perché semplicemente detesto chi, parlando da dietro una grata, crede di essere autorizzato a trolleggiare o insultare gratuitamente. 3. di trovare altre informazioni su di me nel mio sito, indicato nel mio profilo.Quindi non credo di meritare né onori né ceffoni, semplicemente faccio ciò che ogni persona amante del dibattito serio e rispettoso dell'altrui pensiero dovrebbe fare. Se fosse obbligatorio usare un nick sarebbe molto più semplice isolare i troll, semplicemente ignorando ogni messaggio dei nick di noti troll (come è successo per zio bill, per esempio).E ora, per favore, torniamo all'informatica.Saluti,Valerio Desiderio detto "wish"
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: spino

    wish

    (che non si maschera mai dietro un
    "Anonimo"

    perché è orgoglioso di ciò che pensa e
    dice)


    Onore al merito... :) a prescindere dalle
    posizioni personali...A beh certo, usando "wish" si e' esposto al mondo intero. Ma perpiacere...
  • Anonimo scrive:
    Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
    beata ignoranza si vede che al massimo in vita tua hai programmato solo pagine web.torna da apache va
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
      - Scritto da: Anonimo
      beata ignoranza si vede che al massimo in
      vita tua hai programmato solo pagine web.
      torna da apache vaNon e' esattamente cosi', in ogni caso potresti anchemotivare le tue affermazioni, altrimenti (beata ignoranza)il confronto diventa sterile ;) :P
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    - Scritto da: Anonimo
    The site www.microsoft.com is running
    Microsoft-IIS/6.0 on Linux

    Ora che sai di essere un lamer, rispondi.Rispondo io: clicca il link mezzo centimetro sopra quellascritta: ti spiega come mai avviene ciò.
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    The site www.microsoft.com is running Microsoft-IIS/6.0 on LinuxOra che sai di essere un lamer, rispondi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    nn credevo ma siete TUTTI (sia da una parte che dall'altra) un po' ignoranti (nn in senso offensivo). vedete la microsoft per il servizio windows update fa affidamento a un'azienda esterna che fa da (per risparmiarvi un lungo discorso) "filtro" per le richieste del servizio. quel link fa vedere il so dell'azienda esterna, non quello usato da microsoft.Axhind
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo
    Com'è che non rispondi alla mia provocazione
    che riporto qua sotto?


    La mia applicazione non gira in un

    application server, e' un application

    server.

    Hai scritto un'application server.!
    Complimenti! ma sai cosa è? Probabilmente
    hai scritto un'applicazione che comunica co
    in clients.Perche' non avevo capito quello che vuoi dire.Suppongo volessi dire coN i clients.....hai girato tutte le lettere....abbi pazienza.Comunque non ho capito lo stesso e non mi metto a fare una filippica al mondo sul mio sistema (che peralro potrebbe non essere interessato).Se scrivi meglio la domanda ti rispondo.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo






    Ci sei passato tu, in piena
    coscienza,

    o


    te



    lo hanno imposto a suon di soldoni i

    tuoi



    clienti ?





    E' stata una normale evoluzione, Mr.


    presuntuoso





    Guarda che sei tu che hai iniziato a


    pontificare sul CGI dicendo che tutto
    alla


    fin fine si basa sul CGI, che tra
    l'altro


    (non so in unix) ma in windows non è


    sicuramente vera .



    L'unica differenza, oggi, sia su win che
    su

    unix e' che il processo CGI e' uno solo

    (l'application server), viene caricato in

    memoria la prima volta e non piu'
    scaricato.

    Mah... mi pare che tu abbia le idee confuse,
    il CGI è una tecnologia,No, CGI e' un protocollo di comunicazione.Non puoi chiamare Web Application un qualcosa che non utilizza il protocollo CGI per trasferire i dati.Per un semplice motivo: i browsers hanno un modo standard per comunicare i dati al server. Nel caso di pagine dinamiche il modo di passare i parametri e' solo e soltanto POST e GET, cioe' CGI.
    l'application
    server è un'applicazione che gira sul server
    la quale può utilizzare qualsiasi
    tecnologia, dipende dall'application server.
    Appunto, dipende dall' application server, che essendo un programma qualunque, puo' farti anche il caffe' via web.La cosa importante e' che l' application server comunica con i browsers via cgi.

    Hai fatto caso che i dati li trasferisci,

    sempre e comunque, con GET e POST ? GET e

    POST sono istruzioni del protocollo CGI.



    Questo e' vero per qualunque web
    application

    che giri su qualunque sistema operativo.



    D' accordo ?
    No.
    vabbe, non ci rimango male



    Non sono presuntuso, sono solo informato.

    :-)
    mah...
    Un'application server può usare la porta 80
    per comunicare, come può usare anche altre
    porte, può usare il protocollo HTTP come può
    usarr altri protocolli, dipende
    dall'application server.Sbagliato. A meno che non avvisi tutti i tuoi utenti di collegarsi a quella specifica porta. Su Intranet e' fattibile, su Internet no.Come istruisci i browsers per accedere al servizio ???Lo standard e' la porta 80
    Non mi pare che tu sia informato, sei solo
    presuntuosoVa bene, sono presuntuoso.Ciao:-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchato!! E senza riavvio!
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo


    aver capito che se vuoi fare siti statici
    o

    con scripts leggeri, linux sia ottimo, se

    vuoi fare web applications facili da

    mantenere, secondo me è meglio windows.

    Capito male. La nostra webapplication, che è
    il nostro sistema informativo è stata
    sviluppata con j2se (chi usava netbeans, chi
    come il sottoscritto il codice si trova
    comodo col vi), database postgresql e tutto
    su un server linux. A siii? Ho capito male?Quindi tu vorresti dire che una web application è più facile da mantenere su linux che su windows? Anche se usi visual studio .net?Però che esperinza che hai!
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    Com'è che non rispondi alla mia provocazione che riporto qua sotto?
    La mia applicazione non gira in un
    application server, e' un application
    server. Hai scritto un'application server.! Complimenti! ma sai cosa è? Probabilmente hai scritto un'applicazione che comunica co in clients.
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo




    Ci sei passato tu, in piena coscienza,
    o

    te


    lo hanno imposto a suon di soldoni i
    tuoi


    clienti ?



    E' stata una normale evoluzione, Mr.

    presuntuoso



    Guarda che sei tu che hai iniziato a

    pontificare sul CGI dicendo che tutto alla

    fin fine si basa sul CGI, che tra l'altro

    (non so in unix) ma in windows non è

    sicuramente vera .

    L'unica differenza, oggi, sia su win che su
    unix e' che il processo CGI e' uno solo
    (l'application server), viene caricato in
    memoria la prima volta e non piu' scaricato.Mah... mi pare che tu abbia le idee confuse, il CGI è una tecnologia, l'application server è un'applicazione che gira sul server la quale può utilizzare qualsiasi tecnologia, dipende dall'application server.
    Hai fatto caso che i dati li trasferisci,
    sempre e comunque, con GET e POST ? GET e
    POST sono istruzioni del protocollo CGI.

    Questo e' vero per qualunque web application
    che giri su qualunque sistema operativo.

    D' accordo ?No.

    Non sono presuntuso, sono solo informato.
    :-)mah... Un'application server può usare la porta 80 per comunicare, come può usare anche altre porte, può usare il protocollo HTTP come può usarr altri protocolli, dipende dall'application server.Non mi pare che tu sia informato, sei solo presuntuoso
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchato!! E senza riavvio!
    - Scritto da: Anonimo
    aver capito che se vuoi fare siti statici o
    con scripts leggeri, linux sia ottimo, se
    vuoi fare web applications facili da
    mantenere, secondo me è meglio windows.Capito male. La nostra webapplication, che è il nostro sistema informativo è stata sviluppata con j2se (chi usava netbeans, chi come il sottoscritto il codice si trova comodo col vi), database postgresql e tutto su un server linux.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchato!! E senza riavvio!
    - Scritto da: Skaven

    - Scritto da: Anonimo

    Come se fosse un passo indietro... mah...

    ma qui dentro qualcuno che lavora sul
    serio

    c'è ?

    certo! ma non perde tempo a rispondere ai
    troll.Beh guarda... E' un pò che provo a fare interventi seri qui. Di solito ottengo: prima di farmi dare del ragazzino brufoloso senza aggiungere altro. Poi, stabilito che ragazzino non sono da un pò, mi danno del vecchio rincoglionito. All terzo reply si inizia a intavolare qualcosa di serio... tanto vale saltare direttamente i primi due passaggi!Raramente ho visto forum così pieni, in percentuale, di fuffa, insulti gratuiti e discussioni su "io ce l'ho più lungo di te".
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo


    Ci sei passato tu, in piena coscienza, o
    te

    lo hanno imposto a suon di soldoni i tuoi

    clienti ?

    E' stata una normale evoluzione, Mr.
    presuntuoso

    Guarda che sei tu che hai iniziato a
    pontificare sul CGI dicendo che tutto alla
    fin fine si basa sul CGI, che tra l'altro
    (non so in unix) ma in windows non è
    sicuramente vera .L'unica differenza, oggi, sia su win che su unix e' che il processo CGI e' uno solo (l'application server), viene caricato in memoria la prima volta e non piu' scaricato. Inoltre i web server moderni sono istruibili per gestire determinati url ed estensioni con le appositi processori, rendendo ancora piu' trasparente l' utilizza di CGI nella transazione.Hai fatto caso che i dati li trasferisci, sempre e comunque, con GET e POST ? GET e POST sono istruzioni del protocollo CGI.Questo e' vero per qualunque web application che giri su qualunque sistema operativo.D' accordo ?Non sono presuntuso, sono solo informato.:-)Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications

    Ci sei passato tu, in piena coscienza, o te
    lo hanno imposto a suon di soldoni i tuoi
    clienti ? E' stata una normale evoluzione, Mr. presuntuosoGuarda che sei tu che hai iniziato a pontificare sul CGI dicendo che tutto alla fin fine si basa sul CGI, che tra l'altro (non so in unix) ma in windows non è sicuramente vera .
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'è trippa per gatti !
    - Scritto da: Anonimo
    naaaaaaaa sono anche produttivi Si, producono soldi per micro$ukk !
    va be' ciao te saluto e buona scrittura, non
    so se tornerò spesso nel forum, comunque se
    ci torno, sarà facile riconoscerti, dato il
    tuo stile.Insomma sono una "certezza" !
    ciaooooCiao a te, ma toglimi una curiosità...... ma chi è questo Alien ???
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'è trippa per gatti !
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    A me, me pare 'na porcheria !

    perchè una porcheria? li hai provati? a me

    paiono molto belli

    Ecco "belli" si, solo quello !naaaaaaaa sono anche produttivi



    Uso Linux ! :)

    e basta?

    No, anche BSD, OpenOffice, GIMP, Mozilla e
    via dicendo...va be' ciao te saluto e buona scrittura, non so se tornerò spesso nel forum, comunque se ci torno, sarà facile riconoscerti, dato il tuo stile.ciaoooo
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'è trippa per gatti !
    - Scritto da: Anonimo

    A me, me pare 'na porcheria !
    perchè una porcheria? li hai provati? a me
    paiono molto belliEcco "belli" si, solo quello !

    Uso Linux ! :)
    e basta?No, anche BSD, OpenOffice, GIMP, Mozilla e via dicendo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo


    Ahahaha

    CGI non ha mai 'funzionato' davvero su

    WinNT, perche' i processi cgi server

    giravano nello stesso spazio di memoria
    del

    web server (se crashava il processo cgi,

    crasciava anche il web server) . oltre che

    per l'elevatissimo overhead necessario a

    windows NT, diversamente da unix, per

    caricare, scaricare il processo e per

    eseguirlo.

    Un winNT che esegue CGI ha una capienza di

    utenti (processi) limitatissima, rispetto
    a

    unix.

    Mbè? pensavi che non lo sapessi?
    Pensavi che data le limitazioni del CGI non
    fossi passato a SOAP? e poi a .NET?
    Ci sei passato tu, in piena coscienza, o te lo hanno imposto a suon di soldoni i tuoi clienti ?
  • Anonimo scrive:
    Re: I bug non li ha solo windows !
    Per Igor:Usare un Mac è il massimo della semplicità.Non so se hai visto come farà il cambio di utenti X 10.3.Spiegazione sul sito apple:"because we can".... Permesso!!!Appena posso me ne compro uno, ma sono indeciso.L'IMac è bellissimo, il powerbook 12 è il massimo della portabilità.. E non costano neanche tanto...Ma un bel G5 dual con 23".... Solo che per questo devo chiedere un mutuo...ti cosa consigli?
  • Anonimo scrive:
    Re: I bug non li ha solo windows !
    Per Igor:Usare un Mac è il massimo della semplicità.Non so se hai visto come farà il cambio di utenti X 10.3.Spiegazione sul sito apple:"because we can".... Permesso!!!Appena posso me ne compro uno, ma sono indeciso.L'IMac è bellissimo, il powerbook 12 è il massimo della portabilità.. E non costano neanche tanto...Ma un bel G5 dual con 23".... Solo che per questo devo chiedere un mutuo...ti cosa consigli?
    • Anonimo scrive:
      Re: I bug non li ha solo windows !
      - Scritto da: Anonimo
      Per Igor:

      Usare un Mac è il massimo della semplicità.lo so ed ogni volta che mi tocca andare a lavorare su Xp maledico gli ingegneri MS e chi gli da da lavorare, ma è possibile che per fare le stesse cose che faccio un due click su Mac su Xp mi devo spaccare la testa?
      Non so se hai visto come farà il cambio di
      utenti X 10.3.
      Spiegazione sul sito apple:
      "because we can".... Permesso!!!ho visto, ma non solo quello!sembra che Panther sarà un ulteriore passo avanti rispetto al già buono Jaguar
      Appena posso me ne compro uno, ma sono
      indeciso.
      L'IMac è bellissimo, il powerbook 12 è il
      massimo della portabilità.. E non costano
      neanche tanto...io ho un PB 12 pollici comprato a febbraio e lo ritengo una macchina incredibile, faccio montaggio video con iMovie3, faccio authoring con iDVD3 e li masterizzo:-)
      Ma un bel G5 dual con 23".... Solo che per
      questo devo chiedere un mutuo...si però che bomba di computer, 64bit di violenza:-)
      ti cosa consigli?se tu potessi starei sul PB15 che mi pare il miglior compromesso tra velocità, portabilità, e potenza dell'HW inteso come collegamenti e slot e chicche varieciaoigor
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'è trippa per gatti !
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    tutto benissimo, tu come al solito a
    sparare

    cacchiate

    Mah, io ci credo in queste "cacchiate" !


    complimenti, il tuo stile non cambia mai!

    Squadra vincente non si cambia !


    Adesso sto usando Visual studio .NET e

    windows 2003 Server! Una figatona!

    A me, me pare 'na porcheria !perchè una porcheria? li hai provati? a me paiono molto belli


    Tu che fai di bello?

    Uso Linux ! :)e basta?
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo
    Comunque se proprio ci tieni ti snocciolo il
    solito blabla corporatese:
    BEA WEB LOGIC, IBM WEBSPHERE ecc.ecc.Perche' nessuno parla dell'Application Server della Borland :) ?
    se invece vuoi una risposta seria:
    JBOSS e TAMINOJBoss ha "incorporato" Hibernate, oramai e' un prodotto pronto a sfidare i pesi massimi del campo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications

    Ahahaha
    CGI non ha mai 'funzionato' davvero su
    WinNT, perche' i processi cgi server
    giravano nello stesso spazio di memoria del
    web server (se crashava il processo cgi,
    crasciava anche il web server) . oltre che
    per l'elevatissimo overhead necessario a
    windows NT, diversamente da unix, per
    caricare, scaricare il processo e per
    eseguirlo.
    Un winNT che esegue CGI ha una capienza di
    utenti (processi) limitatissima, rispetto a
    unix.Mbè? pensavi che non lo sapessi?Pensavi che data le limitazioni del CGI non fossi passato a SOAP? e poi a .NET?


    mi pare che se io non ho ancora superato
    il

    troll-test, tu hai pienamente superato il

    presuntuoso-test.




    post e get per la ricezione dei dati,
    il


    codice HTML per scrivere l'ouput.


    Il linguaggio che usi e' totalmente


    ininfluente, l' unico requisito che
    deve



    Non sono d'accordo, il linguaggio, i
    metodi

    e l'IDE sono estremamente importanti, sia

    per i tempi di sviluppo, sia per il debug,

    sia per le prestazioni. Se fossi rimasto

    ancora al CGI... campa cavallo!



    Ma dove vai se l' esperienza non ce l' hai ? ma pare che entrambi abbiamo l'esperienza, però la presunzione ce l'hai solo tu



    Per i clienti, o uso ASP o uso J2EE (ma


    questo dipende da loro, non da me).


    Ovviamento insieme a Oracle o SQL
    Server.


    ASP e' cattivo, Java e' buono.


    Ma questo e' lavoro, e non ne parlo


    volentieri.



    in J2EE hai un application server su cui

    gira la tua applicazione?





    La mia applicazione non gira in un
    application server, e' un application
    server.Hai scritto un'application server.! Complimenti! ma sai cosa è? Probabilmente hai scritto un'applicazione che comunica co in clients.
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'è trippa per gatti !
    - Scritto da: Anonimo
    tutto benissimo, tu come al solito a sparare
    cacchiateMah, io ci credo in queste "cacchiate" !
    complimenti, il tuo stile non cambia mai!Squadra vincente non si cambia !
    Adesso sto usando Visual studio .NET e
    windows 2003 Server! Una figatona! A me, me pare 'na porcheria !
    Tu che fai di bello?Uso Linux ! :)
  • Giambo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo

    Eclipse, vi, tomcat e apache.
    Grazie, ma cosa sono? apache lo conosco e vi
    sarebbe l'editor?Si.
    Cosa sono eclipse e tomcat^ Sono degli IDE?Eclipse e' un'IDE molto potente e open (www.eclipse.org, c'e' pure per Windows e Mac) sviuppata da IBM.Tomcat e' una servlet engine.
    sono generatori di applicazione?No. Vabbeh, hibernate (Object/Relational Mapping + Object Persistence) si puo' quasi definire un generatore di applicazione a partire dallo schema xml del database :)
    Che linguaggi utilizzanoJava
    Che tipo di applicazioni sviluppi?Finance Manager (http://finfox.nzz.ch/s/home.xhtml - se parli tedesco), CSM (http://rcfmedia.net/it/pinit.php4), Time Reporting (http://rcfmedia.net/it/myotr.php4).
  • pikappa scrive:
    Re: già patchato
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: pikappa



    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: pikappa



    sulla mia redhat ieri è bastato dare


    apt-get



    upgrade (troppo comodo apt, lo
    voglio

    di



    default!)





    Usa la debian...

    No non la voglio usare la debian, con
    redhat

    mi trovo bene, e dato che esiste un port
    di

    apt per rpm non vedo perchè non usarlo

    boh... io ho acceso il pc come al solito e
    winupdate mi ha comunicato che aveva già
    fatto tutto lui !!!!!!che c'entra scusa?
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'è trippa per gatti !
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Ciao Alien, come va?

    Sono Pier, ti ricordi di me?

    Whe Pier !
    Come va !
    Tutt bene ?tutto benissimo, tu come al solito a sparare cacchiatecomplimenti, il tuo stile non cambia mai!Adesso sto usando Visual studio .NET e windows 2003 Server! Una figatona! Tu che fai di bello?
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo







    - Scritto da: Anonimo









    - Scritto da: Anonimo











    - Scritto da: Anonimo






    Hey linari,






    ma c'è qualcuno di voi che

    scrive



    web






    applications su linux? che


    strumenti





    usate?











    Vieni al punto, non
    tergiversare.





    Spara la tua trollata.











    :-)




    No nessuna trollata, mi
    piacerebbe



    saperlo,




    perchè sembra quasi che quelli
    che



    scrivono




    su quest'area siano admin e
    basta,

    ma


    di




    sviluppo su web sento parlare


    raramente.







    Ti sbagli, almeno per quel che mi


    riguarda.



    Prova a gestire un server in prima

    persona



    (dalla corrente elettrica alla web



    application, passando per il sistema



    operativo) poi capirai che le parole


    admin,



    programmatore senjor,



    analista/programmatore, tester,
    ecc.,

    sono



    solo parole che usano le aziende per



    classificare le persone.







    Se fai una web application senza
    saper



    gestire tutto quello che ci sta
    sotto,


    IMHO,



    non e' una bella cosa.






    Boh, non capisco in cosa secondo te mi


    sbaglio.


    A parte il fatto che sostanziamente
    sono


    d'accordo con te, io volevo
    semplicemente


    sapere che strumenti usate su linux per


    scrivere web applications.



    Anche se non hai ancora superato il

    troll-test :-) ti rispondo:



    Innanzitutto bisogna sapere cosa sia CGI

    (questo sconosciuto dai winari), i metodi

    mah... guarda un po' io ho cominciato a
    scrivere web applications proprio in CGI su
    windows NTAhahahaCGI non ha mai 'funzionato' davvero su WinNT, perche' i processi cgi server giravano nello stesso spazio di memoria del web server (se crashava il processo cgi, crasciava anche il web server) . oltre che per l'elevatissimo overhead necessario a windows NT, diversamente da unix, per caricare, scaricare il processo e per eseguirlo.Un winNT che esegue CGI ha una capienza di utenti (processi) limitatissima, rispetto a unix.
    mi pare che se io non ho ancora superato il
    troll-test, tu hai pienamente superato il
    presuntuoso-test.


    post e get per la ricezione dei dati, il

    codice HTML per scrivere l'ouput.

    Il linguaggio che usi e' totalmente

    ininfluente, l' unico requisito che deve

    Non sono d'accordo, il linguaggio, i metodi
    e l'IDE sono estremamente importanti, sia
    per i tempi di sviluppo, sia per il debug,
    sia per le prestazioni. Se fossi rimasto
    ancora al CGI... campa cavallo!
    Ma dove vai se l' esperienza non ce l' hai ?

    Per i clienti, o uso ASP o uso J2EE (ma

    questo dipende da loro, non da me).

    Ovviamento insieme a Oracle o SQL Server.

    ASP e' cattivo, Java e' buono.

    Ma questo e' lavoro, e non ne parlo

    volentieri.

    in J2EE hai un application server su cui
    gira la tua applicazione?

    La mia applicazione non gira in un application server, e' un application server.Comunque se proprio ci tieni ti snocciolo il solito blabla corporatese:BEA WEB LOGIC, IBM WEBSPHERE ecc.ecc.se invece vuoi una risposta seria:JBOSS e TAMINOCe ne sono una infinita' la' fuori, per fortuna. Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'è trippa per gatti !
    - Scritto da: Anonimo
    Ciao Alien, come va?
    Sono Pier, ti ricordi di me?Whe Pier !Come va !Tutt bene ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo
    si sia eclipse che jboss sono prodotti open
    source
    eclipse in particolare è un editor java
    veramente ben fatto
    ha una marea di features e per quanto mi
    riguarda mi ci
    son trovato benissimo.
    ciao
    www.jboss.org
    www.eclipse.org
    funzionano sia su win che su linuxgrazie, ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Non c'è trippa per gatti !
    - Scritto da: Anonimo

    Le patch sono ormai disponibili da un sacco
    di tempo.
    A differenza dei prodotti micro$ukk i
    prodotti Open Source sono anni avanti !

    Ma chi usa ancora uindos ?Ciao Alien, come va?Sono Pier, ti ricordi di me?
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    si sia eclipse che jboss sono prodotti open source eclipse in particolare è un editor java veramente ben fattoha una marea di features e per quanto mi riguarda mi ci son trovato benissimo.ciaowww.jboss.orgwww.eclipse.orgfunzionano sia su win che su linux
  • Anonimo scrive:
    Non c'è trippa per gatti !
    Le patch sono ormai disponibili da un sacco di tempo.A differenza dei prodotti micro$ukk i prodotti Open Source sono anni avanti !Ma chi usa ancora uindos ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Era ora
    - Scritto da: Anonimo
    Linux dimostra tutta la sua debolezzaNON è linux, applicazioni lunx!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    -

    io scrivo applicazioni web su linux uso
    bluefish come editor
    eclipse per i servlet e le jsp ,tomcat come
    servlet container
    jboss se devo usare un application server e
    logicamente
    apache per il contenuto statico.
    comunque le mie applicazioni web sono
    perlopiu pannelli
    di controllo backend per le piu svariate
    cose..... se invece c'e in ballo
    la scrittura di un intero sito web ho un
    team di 4 persone
    che per quanto mi righuarda possono pure
    lavorare con windows io e altri 2 ragazzi
    gli forniamo semplicemente
    i tag da appiccicare sui loro prototipi per
    rendere la cosa dinamica.
    ciao
    interessanteeclipse è un IDE su cui scrivee i java? è gratuito?jboss e gratuito?
  • Anonimo scrive:
    Era ora
    Linux dimostra tutta la sua debolezza
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo







    - Scritto da: Anonimo









    - Scritto da: Anonimo





    Hey linari,





    ma c'è qualcuno di voi che
    scrive


    web





    applications su linux? che

    strumenti




    usate?









    Vieni al punto, non tergiversare.




    Spara la tua trollata.









    :-)



    No nessuna trollata, mi piacerebbe


    saperlo,



    perchè sembra quasi che quelli che


    scrivono



    su quest'area siano admin e basta,
    ma

    di



    sviluppo su web sento parlare

    raramente.





    Ti sbagli, almeno per quel che mi

    riguarda.


    Prova a gestire un server in prima
    persona


    (dalla corrente elettrica alla web


    application, passando per il sistema


    operativo) poi capirai che le parole

    admin,


    programmatore senjor,


    analista/programmatore, tester, ecc.,
    sono


    solo parole che usano le aziende per


    classificare le persone.





    Se fai una web application senza saper


    gestire tutto quello che ci sta sotto,

    IMHO,


    non e' una bella cosa.




    Boh, non capisco in cosa secondo te mi

    sbaglio.

    A parte il fatto che sostanziamente sono

    d'accordo con te, io volevo semplicemente

    sapere che strumenti usate su linux per

    scrivere web applications.

    Anche se non hai ancora superato il
    troll-test :-) ti rispondo:

    Innanzitutto bisogna sapere cosa sia CGI
    (questo sconosciuto dai winari), i metodimah... guarda un po' io ho cominciato a scrivere web applications proprio in CGI su windows NTmi pare che se io non ho ancora superato il troll-test, tu hai pienamente superato il presuntuoso-test.
    post e get per la ricezione dei dati, il
    codice HTML per scrivere l'ouput.
    Il linguaggio che usi e' totalmente
    ininfluente, l' unico requisito che deveNon sono d'accordo, il linguaggio, i metodi e l'IDE sono estremamente importanti, sia per i tempi di sviluppo, sia per il debug, sia per le prestazioni. Se fossi rimasto ancora al CGI... campa cavallo!
    Per i clienti, o uso ASP o uso J2EE (ma
    questo dipende da loro, non da me).
    Ovviamento insieme a Oracle o SQL Server.
    ASP e' cattivo, Java e' buono.
    Ma questo e' lavoro, e non ne parlo
    volentieri.in J2EE hai un application server su cui gira la tua applicazione?
  • Anonimo scrive:
    Re: già patchato
    - Scritto da: pikappa

    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: pikappa


    sulla mia redhat ieri è bastato dare

    apt-get


    upgrade (troppo comodo apt, lo voglio
    di


    default!)



    Usa la debian...
    No non la voglio usare la debian, con redhat
    mi trovo bene, e dato che esiste un port di
    apt per rpm non vedo perchè non usarloboh... io ho acceso il pc come al solito e winupdate mi ha comunicato che aveva già fatto tutto lui !!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo
    quarda che io sto scrivendo seriamente, mi
    piacerebbe sapere quanti di quelli che
    scrivono qui e che decantano tanto linux,
    scrivono anche applicazioni webio scrivo applicazioni web su linux uso bluefish come editoreclipse per i servlet e le jsp ,tomcat come servlet container jboss se devo usare un application server e logicamente apache per il contenuto statico.comunque le mie applicazioni web sono perlopiu pannelli di controllo backend per le piu svariate cose..... se invece c'e in ballola scrittura di un intero sito web ho un team di 4 personeche per quanto mi righuarda possono pure lavorare con windows io e altri 2 ragazzi gli forniamo semplicementei tag da appiccicare sui loro prototipi per rendere la cosa dinamica.ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    - Scritto da: Anonimo

    mi riferivo al fatto che alla microsoft

    usano macchine linux
    beh su internet giravano delle foto degli
    architetti di Casa Gates che giravano per il
    giardino di Bill (per fargli il progetto) ed
    in mano avevano macchine Apple oppure la
    foto di un G4 (sempre Apple) che faceva
    bella mostra di sè su una scrivania di un
    tecnico della divisione Xbox (che è la
    console MS):-)
    quindi potrebbe essere che alla MS usino
    macchine Linux (non si capirebbe altrimenti
    perché MS pagò qualche mese fa le sue
    licenze Unix a SCO)

    ciao

    igorse tu avessi letto i post precedenti... io mi riferivo che alla microsoft usino macchine linux tra i loro server web e internet
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo







    - Scritto da: Anonimo




    Hey linari,




    ma c'è qualcuno di voi che scrive

    web




    applications su linux? che
    strumenti



    usate?







    Vieni al punto, non tergiversare.



    Spara la tua trollata.







    :-)


    No nessuna trollata, mi piacerebbe

    saperlo,


    perchè sembra quasi che quelli che

    scrivono


    su quest'area siano admin e basta, ma
    di


    sviluppo su web sento parlare
    raramente.



    Ti sbagli, almeno per quel che mi
    riguarda.

    Prova a gestire un server in prima persona

    (dalla corrente elettrica alla web

    application, passando per il sistema

    operativo) poi capirai che le parole
    admin,

    programmatore senjor,

    analista/programmatore, tester, ecc., sono

    solo parole che usano le aziende per

    classificare le persone.



    Se fai una web application senza saper

    gestire tutto quello che ci sta sotto,
    IMHO,

    non e' una bella cosa.


    Boh, non capisco in cosa secondo te mi
    sbaglio.
    A parte il fatto che sostanziamente sono
    d'accordo con te, io volevo semplicemente
    sapere che strumenti usate su linux per
    scrivere web applications.Anche se non hai ancora superato il troll-test :-) ti rispondo:Innanzitutto bisogna sapere cosa sia CGI (questo sconosciuto dai winari), i metodi post e get per la ricezione dei dati, il codice HTML per scrivere l'ouput.Il linguaggio che usi e' totalmente ininfluente, l' unico requisito che deve avere e' poter scrivere sullo Standard Output e leggere dallo Standard Input. Praticamente tutti i linguaggi fanno questo.Quindi puoi scrivere web application in linguaggio shell, ma anche in C, C++, perl, php, pyton, java, javascript (anche lato server), ecc. ecc.Ognuno di questi ha pregi e difetti: in particolare la shell necessita' di controlli a livello di applicazione troppo elevati, per garantire un minimo di sicurezza, quindi non e' da prendere in considerazione.C e C++ sono suscettibil di buffer overflow se programmati male. Non c'e' nessun tipo di protezione della memoria. Quindi, anche se ampiamente usato non lo prendo molto in considerazione se non per cose interne. Ha il vantaggio di poter essere ricompilabile su tutte le piattaforme.Poi abbiamo i linguaggi interpretati: perl, php, pyton ecc. che pero' non sono molto portabili come c o java.Per chiudere, poi mi sono rotto di scrivere (e forse anche tu di leggere), io mi sono riscritto una virtual machine (in c) che accetta un linguaggio scritto da me (simile al c) che fa solo le cose che interessano a me. Nessun visrus, nessuna vulnerabilita' conosciuta, nessun attacco. In 6 anni che lo uso, senza alcun problema.Per i clienti, o uso ASP o uso J2EE (ma questo dipende da loro, non da me). Ovviamento insieme a Oracle o SQL Server.ASP e' cattivo, Java e' buono.Ma questo e' lavoro, e non ne parlo volentieri.Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui

    mi riferivo al fatto che alla microsoft
    usano macchine linuxbeh su internet giravano delle foto degli architetti di Casa Gates che giravano per il giardino di Bill (per fargli il progetto) ed in mano avevano macchine Apple oppure la foto di un G4 (sempre Apple) che faceva bella mostra di sè su una scrivania di un tecnico della divisione Xbox (che è la console MS):-)quindi potrebbe essere che alla MS usino macchine Linux (non si capirebbe altrimenti perché MS pagò qualche mese fa le sue licenze Unix a SCO)ciaoigor
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Hey linari,

    ma c'è qualcuno di voi che scrive web

    applications su linux? che strumenti
    usate?

    web che?

    ========
    Lamerone
    ========quarda che io sto scrivendo seriamente, mi piacerebbe sapere quanti di quelli che scrivono qui e che decantano tanto linux, scrivono anche applicazioni web
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Tetsuo
    Come editor
    uso

    Quanta plus http://quanta.sourceforge.net/
    , blue fish http://bluefish.openoffice.nl/
    e anche vim

    poi..non so. in particolare che vuoi sapere?vorrei sapere se scrivi applicazioni web tipo: jsp, php o se scrivi applicazioni tipo servlets, e se usi IDE (penso di no, dato che mi citi editors) che metodi di debug usi, ...
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Hey linari,

    ma c'è qualcuno di voi che scrive web

    applications su linux? che strumenti
    usate?

    frontpage per linux ...ahaha aha aha aha aha
    a ahahahahbeh, già uno ha risposto elencando tra gli strumenti "vi" che penso sia lo storico editor unix, vedi un po' tu...
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchato!! E senza riavvio!
    - Scritto da: Anonimo
    Patchato!! E senza riavvio!

    # ssh -V
    OpenSSH_3.7.1p1, SSH protocols 1.5/2.0Ci spieghi come si fa ?A che url hai trovato la patch ?Che comandi hai usato ?Grazie 1000Ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo



    Hey linari,



    ma c'è qualcuno di voi che scrive
    web



    applications su linux? che strumenti


    usate?





    Vieni al punto, non tergiversare.


    Spara la tua trollata.





    :-)

    No nessuna trollata, mi piacerebbe
    saperlo,

    perchè sembra quasi che quelli che
    scrivono

    su quest'area siano admin e basta, ma di

    sviluppo su web sento parlare raramente.

    Ti sbagli, almeno per quel che mi riguarda.
    Prova a gestire un server in prima persona
    (dalla corrente elettrica alla web
    application, passando per il sistema
    operativo) poi capirai che le parole admin,
    programmatore senjor,
    analista/programmatore, tester, ecc., sono
    solo parole che usano le aziende per
    classificare le persone.

    Se fai una web application senza saper
    gestire tutto quello che ci sta sotto, IMHO,
    non e' una bella cosa.
    Boh, non capisco in cosa secondo te mi sbaglio. A parte il fatto che sostanziamente sono d'accordo con te, io volevo semplicemente sapere che strumenti usate su linux per scrivere web applications.
  • pikappa scrive:
    Re: già patchato
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: pikappa

    sulla mia redhat ieri è bastato dare
    apt-get

    upgrade (troppo comodo apt, lo voglio di

    default!)

    Usa la debian...No non la voglio usare la debian, con redhat mi trovo bene, e dato che esiste un port di apt per rpm non vedo perchè non usarlo
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Giambo

    - Scritto da: Anonimo

    Hey linari,

    ma c'è qualcuno di voi che scrive web

    applications su linux? che strumenti
    usate?

    Eclipse, vi, tomcat e apache.Grazie, ma cosa sono? apache lo conosco e vi sarebbe l'editor?Cosa sono eclipse e tomcat^ Sono degli IDE? sono generatori di applicazione? Che linguaggi utilizzano, Che tipo di applicazioni sviluppi?
  • red5lion scrive:
    Re: I bug non li ha solo windows !

    L'interfaccia grafica che vediamo oggi viene da XEROX,
    che poi è stata usata per prima da Apple e poi da MS.
    Questo per ritornare al fatto che un'azienda nata da poco
    allora (la Apple o la MS) ha utilizzato la conoscenza comune
    per sviluppare una sua soluzione di GUI. Quindi non puoi
    confrontare lo sviluppo di cose cresciute in tempi diversi,
    perchè altrimenti non tieni conto della conoscenza comune,
    dello stato dell'arte insomma. Con la differenza che apple l'ha evoluta ed implementata a livello macchina e da subito. ( l'appleII è il primo sul quale l'ho vista vent'anni fa..)(apple non ha interfaccia carattere)Per MS abbiamo dovuto attendere win 3.0(se hai conosciuto, come me, win1.0 e win2.0 non puoi che concordare...)Io poi sono loggato e non sono anonimo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: wish
    Questo è un post serio, i troll continuino a
    gingillarsi con gli altri flame, please...

    Ho una domanda da porre a chi gestisce un
    server.
    Ancora una volta sono emersi bug in vecchie
    versioni di software, ancora una volta le +
    recenti ne erano immuni.

    Io non sono un esperto di gestione server, e
    non seguo i bug alert, ma ha davvero senso
    usare vecchie versioni di software,
    ritenendole più sicure delle più recenti?No. chi ti ha detto una cosa del genere ? Cosi' facendo perdi gran parte dei vantaggi che ti offre l' Open Source.Non e' che ti sei fatto imbrogliare da admin fannulloni ?A quel punto, e' meglio il software closed.
    Posso capire un simile ragionamento per
    parti importanti come il kernel (quando uscì
    il 2.4 molti server continuarono ad usare il
    2.2 per un bel po'), quando esso subisce dei
    cambiamenti radicali, ma software cruciali
    come openssh, stramaledettamente bacati come
    sendmail, non sarebbe il caso di tenerli
    costantemente aggiornati?
    No, sendmail non lo devi proprio usare.Ce ne sono altri, tipo Qmail che non hanno gli stessi problemi.E openssh lo devi aggiornare sempre.
    Gli aggiornamenti portano ottimizzazioni,
    risoluzione di bachi...
    O c'è qualcosa che mi sfugge?
    Grazie anticipato a chi mi risponderà.Ciao ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Hey linari,

    ma c'è qualcuno di voi che scrive web

    applications su linux? che strumenti
    usate?

    Vieni al punto, non tergiversare.
    Spara la tua trollata.

    :-)No nessuna trollata, mi piacerebbe saperlo, perchè sembra quasi che quelli che scrivono su quest'area siano admin e basta, ma di sviluppo su web sento parlare raramente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Web applications
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo



      - Scritto da: Anonimo


      Hey linari,


      ma c'è qualcuno di voi che scrive web


      applications su linux? che strumenti

      usate?



      Vieni al punto, non tergiversare.

      Spara la tua trollata.



      :-)
      No nessuna trollata, mi piacerebbe saperlo,
      perchè sembra quasi che quelli che scrivono
      su quest'area siano admin e basta, ma di
      sviluppo su web sento parlare raramente.Ti sbagli, almeno per quel che mi riguarda.Prova a gestire un server in prima persona (dalla corrente elettrica alla web application, passando per il sistema operativo) poi capirai che le parole admin, programmatore senjor, analista/programmatore, tester, ecc., sono solo parole che usano le aziende per classificare le persone.Se fai una web application senza saper gestire tutto quello che ci sta sotto, IMHO, non e' una bella cosa.
  • Anonimo scrive:
    La solita cavolata
    - Scritto da: Anonimo
    Quindi un virus writer avrà molto più
    interesse a fare un worm per win che per
    altri sistemi, E allora perchè si vedono worm per IIS ma non per apache, nonostante (dati netcraft) apache sia il webserver più diffuso?
    • Anonimo scrive:
      Re: La solita cavolata
      - Scritto da: Anonimo
      E allora perchè si vedono worm per IIS ma
      non per apache, nonostante (dati netcraft)
      apache sia il webserver più diffuso?perchè apache gira x+ su *x-like, le versioni per win sono poco diffuse, e poi non ci giurerei che sia semplice fare un worm per apache che funzioni sulle diverse versioni per win e per *xinvece un worm per iis può replicarsi sulla miriade di client win, tra l'altro generalmente sprotetti e non patchati: la densità di macchine infettabili è nettamente superiore a quella delle macchine infettabili da un worm chiamiamolo generico per apache, che possa infettare le macchine *x-like (meno client e soprattutto meno macchine sprotette e gestite da semplici utenti) e le poche macchine win che montano apache, che tra l'altro per il lavoro che fanno saranno nettamente meglio gestite e patchate dei client win comunemente diffusi.Oppure si può pensare allo scenario di un worm che attacca tutte le macchine win e ha effetti particolari se la macchina fa girare apache, ma a questo punto sarebbe lo stesso più "produttivo" fare un worm per win E iis, che sui server-win è più utilizzato di apache.
  • Anonimo scrive:
    Re: Web applications
    - Scritto da: Anonimo
    Hey linari,
    ma c'è qualcuno di voi che scrive web
    applications su linux? che strumenti usate?Vieni al punto, non tergiversare.Spara la tua trollata.:-)
    • Africano scrive:
      Re: Web applications
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Hey linari,

      ma c'è qualcuno di voi che scrive web

      applications su linux? che strumenti
      usate?

      Vieni al punto, non tergiversare.
      Spara la tua trollata.

      :-)posso?LOL :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    che credulone....





    brucia il _culetto_ eh ?



    No, mi brucia riscontrare che c'è sempre

    qualcuno che crede alla prima fonte che da

    notizie a lui gradite

    la seconda fonte è ...

    http://punto-informatico.it/p.asp?i=45198mi riferivo al fatto che alla microsoft usano macchine linux
  • Anonimo scrive:
    Re: già patchato
    - Scritto da: pikappa
    sulla mia redhat ieri è bastato dare apt-get
    upgrade (troppo comodo apt, lo voglio di
    default!)Usa la debian...
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    - Scritto da: Anonimo


    che credulone....



    brucia il _culetto_ eh ?

    No, mi brucia riscontrare che c'è sempre
    qualcuno che crede alla prima fonte che da
    notizie a lui graditela seconda fonte è ...http://punto-informatico.it/p.asp?i=45198
  • Anonimo scrive:
    Web applications
    Hey linari,ma c'è qualcuno di voi che scrive web applications su linux? che strumenti usate?
    • Giambo scrive:
      Re: Web applications
      - Scritto da: Anonimo
      Hey linari,
      ma c'è qualcuno di voi che scrive web
      applications su linux? che strumenti usate?Eclipse, vi, tomcat e apache.
    • Anonimo scrive:
      Re: Web applications
      - Scritto da: Anonimo
      Hey linari,
      ma c'è qualcuno di voi che scrive web
      applications su linux? che strumenti usate?frontpage per linux ...ahaha aha aha aha aha a ahahahah
    • Tetsuo scrive:
      Re: Web applications
      Come editor usoQuanta plus http://quanta.sourceforge.net/, blue fish http://bluefish.openoffice.nl/ e anche vimpoi..non so. in particolare che vuoi sapere?
    • Anonimo scrive:
      Re: Web applications
      - Scritto da: Anonimo
      Hey linari,
      ma c'è qualcuno di voi che scrive web
      applications su linux? che strumenti usate?web che?========Lamerone========
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui


    che credulone....

    brucia il _culetto_ eh ?No, mi brucia riscontrare che c'è sempre qualcuno che crede alla prima fonte che da notizie a lui gradite
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    - Scritto da: Anonimo






    siiiiii! siamo ignoranti, e siamo talmente

    lameroni che i prodotti open vengono usati

    anche da...




    http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www

    che credulone....brucia il _culetto_ eh ?
  • Anonimo scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    m$ ha la coda di paglia, eh ?



    Boh, se lo dici tu che m$ ha la coda di

    paglia.... Io credo che m$ sia ormai alla

    frutta non gli resta che partecipare in

    segreto allo sviluppo delle applicazioni

    OpenSource sperando di introdurre delle

    vulnerabilita` e sperando anche che
    nessuno

    se ne accorga.

    Certo... certo... però ho come l'impressione
    che di questo passo l'open source vedrà il
    suo boom tra circa 175 anni... ahahaha aha
    ahah...

    e si, perchè avanza (stratistiche alla mano)
    di circa 0.05% l'anno... fatti un po' il
    conto...avanza dello 0.05% annuo ? meno male che c'è qualcuno che usa i prodotti open...http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www.microsoft.com
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui



    siiiiii! siamo ignoranti, e siamo talmente
    lameroni che i prodotti open vengono usati
    anche da...

    http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=wwwche credulone....
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo







    - Scritto da: Anonimo




    credono davvero che i bug per

    linuzzo


    li




    scoprono un giorno prima della

    patch...









    pooracci...







    Vai a scrivere un worm...





    vattelo a scrivere tu, e poi magnatelo





    già ! che ingenui questi linari...




    http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www

    ancora co sto ca22o di link... siete solo un
    pugno di lameroni ignorantisiiiiii! siamo ignoranti, e siamo talmente lameroni che i prodotti open vengono usati anche da...http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www.microsoft.com
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: wish

    Questo è un post serio, i troll
    continuino a

    gingillarsi con gli altri flame, please...



    Ho una domanda da porre a chi gestisce un

    server.

    Ancora una volta sono emersi bug in
    vecchie

    versioni di software, ancora una volta le
    +

    recenti ne erano immuni.



    Io non sono un esperto di gestione
    server, e

    non seguo i bug alert, ma ha davvero senso

    usare vecchie versioni di software,

    ritenendole più sicure delle più recenti?

    Posso capire un simile ragionamento per

    parti importanti come il kernel (quando
    uscì

    il 2.4 molti server continuarono ad usare
    il

    2.2 per un bel po'), quando esso subisce
    dei

    cambiamenti radicali, ma software cruciali

    come openssh, stramaledettamente bacati
    come

    sendmail, non sarebbe il caso di tenerli

    costantemente aggiornati?



    Gli aggiornamenti portano ottimizzazioni,

    risoluzione di bachi...

    O c'è qualcosa che mi sfugge?

    Grazie anticipato a chi mi risponderà.

    si ti sfugge qualcosa... si... la
    possibilità di passare a Microsoft Windows
    Server 2003si, la possibilità di usare win2003 server è sfuggita a un pò di persone...http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www.microsoft.com
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Anonimo



    credono davvero che i bug per
    linuzzo

    li



    scoprono un giorno prima della
    patch...







    pooracci...





    Vai a scrivere un worm...



    vattelo a scrivere tu, e poi magnatelo


    già ! che ingenui questi linari...

    http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=wwwancora co sto ca22o di link... siete solo un pugno di lameroni ignoranti
  • red5lion scrive:
    Re: I bug non li ha solo windows !
    Non comprerei un prodotto all'altezza, sicuro.Ma terrei d'occhio un'azienda che ha uno sviluppo così rapido, per non trovarmi in contropiede quando un domani sarei costretto a passare all'azienda "nuova"Discorso Prodotto non all'altezza:cosa ci devi fare?Per quello che ci devo fare io è win a non essere all'altezza.
    Mi basta la differenza abissale tra win95 e win98 (e se mi
    rispondi che non ce n'è, forse sei un po troppo giovane e
    parli solo per sentito dire). E poi perchè ti sei fermato a
    windows Me? Abissale?????Sai cos'è un abisso?tra win95 e win98?e allora tra win3.11 e win95 che vocabolo usi?Supercalifragilistichespiralidoso?
    Giudichi le migliorie dal numero di release? Ti ricordo che
    RedHat 9.0 doveva essere la 8.2 (se non erro) ma è stata
    rinumerata a 9 per avere lo stesso numero della Mandrake. Non hai mai usato la redhat 4. Punto.Non parleresti così.
    Ok, si vede che non conosci NT. Il command prompt (non è
    piu dos) di NT è una shell, tra l'altro anche abbastanza
    potente, checche se ne dica, non è la base dell'OS. Ok, si vede che non conosci i primo NT. Da quando hai cominciato ad usarlo?dalla 4.0?Sai che dos ed msdos non sono la stessa cosa? carica driver e attiva protocolli che in dos non ci sono. BUM!!!Tanto è vero che i .pif non servivano a niente!!Da quanto tempo usi i pc?sai cos'è un c64?
    E' completamente diverso?? Posso farti una domanda?
    Quanti anni hai? da quanto giochi con i pc? Qui cominci ad essere offensivo.Io PROGRAMMAVO su SCO OpenServer.Unix e linux sono profondamente diversi.Molto, ma molto di più che win95 e winxp.Ma parecchio. Ti assicuro.La logica gli assomiglia. Ma la logica è quella alla quale ci si può ispirare.Se poi parli di codice copiato, allora guarda che win ha copiato da unix molto più di quello che puoi immaginare.Guardati lo stack.. solo per esempio...
    Microsoft's MS-DOS alias IBM's PC-DOS 1.0 (1981)
    Digital Research's DR DOS (1988-1993) Va bene, vogliamo guardare il capello?Nel 1980 Primo PC IBM.1980 IBM OS.MS DOS rilasciato nel 1982.dal 1980 al 1982 IBM ha tenuto spenti i PC, secondo te, o super esperto dei super esperti?
    Una cosa è l'ispirazione, una cosa è usare moduli UNIX.
    L'interfaccia grafica che vediamo oggi viene da XEROX,
    che poi è stata usata per prima da Apple e poi da MS.
    Questo per ritornare al fatto che un'azienda nata da poco
    allora (la Apple o la MS) ha utilizzato la conoscenza comune
    per sviluppare una sua soluzione di GUI. Quindi non puoi
    confrontare lo sviluppo di cose cresciute in tempi diversi,
    perchè altrimenti non tieni conto della conoscenza comune,
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchato!! E senza riavvio!

    E' questo il problema dei prodotti m$: non
    sono professionali, per quanto vogliano
    sembrarlo.Dipende chi è l'admin, e anche che cosa ci devi fare, conosco poco linux in pratica, anche se leggo molto sulle riviste specializzate, ma mi pare di aver capito che se vuoi fare siti statici o con scripts leggeri, linux sia ottimo, se vuoi fare web applications facili da mantenere, secondo me è meglio windows.
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    credono davvero che i bug per linuzzo
    li


    scoprono un giorno prima della patch...





    pooracci...



    Vai a scrivere un worm...

    vattelo a scrivere tu, e poi magnatelogià ! che ingenui questi linari...http://uptime.netcraft.com/up/graph/?host=www.microsoft.com
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchato!! E senza riavvio!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Patchato!! E senza riavvio!



    # ssh -V

    OpenSSH_3.7.1p1, SSH protocols 1.5/2.0

    ok... mi hai convinto... adesso torna a
    giocare con la riga di comando.E tu torna a presentare ai clienti i tuoi downtime altamente professionali... spiegalo tu a chi magari sta facendo una simulazione da due mesi che devi riavviare il servizio di login e quindi devi riavviare il server quindi lo devi buttare fuori... LOL!E' questo il problema dei prodotti m$: non sono professionali, per quanto vogliano sembrarlo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    credono davvero che i bug per linuzzo li

    scoprono un giorno prima della patch...



    pooracci...

    Vai a scrivere un worm...vattelo a scrivere tu, e poi magnatelo
  • Anonimo scrive:
    Re: Linari ingenui
    - Scritto da: Anonimo
    credono davvero che i bug per linuzzo li
    scoprono un giorno prima della patch...

    pooracci...Vai a scrivere un worm...
  • Anonimo scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo

    m$ ha la coda di paglia, eh ?

    Boh, se lo dici tu che m$ ha la coda di
    paglia.... Io credo che m$ sia ormai alla
    frutta non gli resta che partecipare in
    segreto allo sviluppo delle applicazioni
    OpenSource sperando di introdurre delle
    vulnerabilita` e sperando anche che nessuno
    se ne accorga.Certo... certo... però ho come l'impressione che di questo passo l'open source vedrà il suo boom tra circa 175 anni... ahahaha aha ahah...e si, perchè avanza (stratistiche alla mano) di circa 0.05% l'anno... fatti un po' il conto...da qui all'anno 2178 io e miei nipoti ci godremo i prodotti seri, i prodotti closed.
  • Skaven scrive:
    Re: Patchato!! E senza riavvio!
    - Scritto da: Anonimo
    Come se fosse un passo indietro... mah...
    ma qui dentro qualcuno che lavora sul serio
    c'è ?certo! ma non perde tempo a rispondere ai troll.
  • spino scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni

    wish
    (che non si maschera mai dietro un "Anonimo"
    perché è orgoglioso di ciò che pensa e dice)Onore al merito... :) a prescindere dalle posizioni personali...
  • dotnet scrive:
    Re: Leggete qua il winaro esperto di worm!
    - Scritto da: Anonimo

    2. Se proprio ci fosse un worm che gira su
    un server apache/linux, e questo worm fosse
    capace di replicarsi su una connessione
    client, perchè mai questo worm non dovrebbe
    essere capace di bucare un client windows?beh... più che un worm sarebbe un capolavoro
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete qua il winaro esperto di wor
      - Scritto da: dotnet

      - Scritto da: Anonimo



      2. Se proprio ci fosse un worm che gira su

      un server apache/linux, e questo worm
      fosse

      capace di replicarsi su una connessione

      client, perchè mai questo worm non
      dovrebbe

      essere capace di bucare un client windows?

      beh... più che un worm sarebbe un capolavoroPotrebbe contenere il codice di win in un segmento dati, e fare lo stesso col codice linux quando crea la versione win.
  • red5lion scrive:
    Re: I bug non li ha solo windows !

    dato che fino a che non c'era Linux, Windows te lo sei usato
    e ci hai probabilmente fatto la gavetta, e non dimenticare
    che e` grazie a Windows che i PC sono entrati nelle nostre
    case, altrimenti, probabilmente saresti li` con una console
    e non con un Computer. Però che apertura mentale!!!Io usavo C64 (se sai cos'è...)E lì ho cominciato ad usare il pcQuello era un PC!!|Poi sono passato all'amiga.E lì ho conosciuto drag n drop, multitasking, grafica e sonoro con processori dedicati, memoria disponibile ed usufruibile a seconda delle esigenze..Poi ho conosciuto win...Un tuffo indietro! rispetto alle mie precedenti esperienze.Cmq, questo discorso lo sento fare da molti:Tu hai imparato GRAZIE a bill. Quindi rispetto!Baciamo le mani! Cosa vuol dire? Visto che sono andato alle elementarinon posso più andare alle medie, superiori fino alla laurea?Anche ammesso che uno abbia imparato un sistema deve essere legato vita natural durante a questo sistema?Ma con la licenza di MS c'era una clausola di matrimonio?Se è così comincio a preoccuparmi del fatto che Ballmer voglia consumare!!
    Comunque i pareri sono cose personali, ad esempio,
    io mi trovo da cani con Linux, anche se sto cercando
    di impararlo facendomi spiegare da chi ne sa piu` di me

    sinceramente, non mi ci trovo per niente, non per questo,
    pero`, cado nell'utilizzare certe terminologie per definire
    un OS che ritengo nettamente piu` indietro
    rispetto a Windows XP, e non parlo di interfacce
    grafiche in quanto io, ad XP disabilito tutto cio` che c'e`
    da disabilitare per avere le migliori Performance,
    io mi riferisco al vero e proprio modo di lavorarci e
    Windows mi va da DioGiusto! Pareri personali!Secondo la persona di prima windows era un programma escremento. (anche se per programma io lo ritengo un applicativo e non un S.O.). Era un suo parere.Secondo il mio modesto parere win riesce a fare quasi tutto, però questa sua universalità la paga con la mediocrità.Se vuoi grafica 2D il massimo è Mac, come per l'editing video.Se vuoi 3D il massimo sono le Silicon.Se vuoi Database aziendali, il massimo è AS400.Se vuoi database internet, Oracle.Se vuoi un Server, usa linux.Win riesce a fare quasi tutto, non eccellendo in quasi niente.Questo è il mio parere
    • Anonimo scrive:
      Re: I bug non li ha solo windows !

      Secondo il mio modesto parere win riesce a
      fare quasi tutto, però questa sua
      universalità la paga con la mediocrità.
      Se vuoi grafica 2D il massimo è Mac, come
      per l'editing video.DTP, grafica 2D, Editing Video, Editing Audio
      Se vuoi 3D il massimo sono le Silicon.beh con l'uscita di Renderware di Pixar (che è di proprietà di Jobs che è CEO Apple) per Mac Os X direi che il gap in una branchia del 3D si è colmato:-)
      Se vuoi Database aziendali, il massimo è
      AS400.si
      Se vuoi database internet, Oracleperò MySql esiste anche per Mac Os X.-)
      Se vuoi un Server, usa linux.gli Xserve hanno un sistema operativo (Mac Os X Server) Unix-Based:-)
      Win riesce a fare quasi tutto, non
      eccellendo in quasi niente.concordo, eccelle nella macchinosità dell'uso e nei crash di sistema:-(
      Questo è il mio parerequesto il miociaoigor
  • Anonimo scrive:
    [OT] non lo sapevo
    http://www.ce.unipr.it/people/bertozzi/pap/cr/lj.ita.pdfChe figata! Ma perché non hanno publicizzato la cosa a suo tempo?
  • Giambo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: wish
    Però continuo a non capire: le vecchie
    versioni non sono invalicabili (e infatti
    vanno patchate), le nuove sono un salto nel
    buio...Beh, dipende da cosa intendi per "nuove".Di solito si hanno piu' rami di sviluppo: La versione attuale considerata solida alla quale vengono applicate le patches o migliorate certe parti (Ottimizzazioni, ...). Solitamente non sono grandi cambiamenti.C'e' poi la versione "testing" che porta grandi cambiamenti rispetto alla versione stabile. Il piu' delle volte e' sconsigliato usarla in ambianti produttivi, ma e' abbstanza solida per essere usate.A volte c'e' pure la versione "di sviluppo", che esiste solo in CVS (Ninete tarball, niente rpm e niente deb per scoraggiare gli smanettoni). Questa solitamente e' un ammasso di nuovo codice, nuove features, a volte non compila neppure :-)Questo, ovviamente, non e' la configurazione di qualsiasi progetto, ma molti usano questi 3 "livelli".
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni

    Però continuo a non capire: le vecchie
    versioni non sono invalicabili (e infatti
    vanno patchate), le nuove sono un salto nel
    buio...Si ma le vecchie versioni, piu' le usi, le testi e le patchi, piu' diventano robuste e sicure. Certo, rimangono indietro con le features...
    Forse il pericolo viene dalle nuove parti di
    codice delle ultime versioni? Non è un
    rischio controbilanciato dalle nuove
    features e ottimizzazioni dell'ultima
    versione?Si, infatti la scelta migliore dipende da caso in caso.Ci sono situazioni in cui ti servono le features gia' esistenti ma vuoi la maggior stabilita' e sicurezza.Altre in cui hai bisogno (o preferisci) le nuove features a discapito di quanto detto primaOvviamente ci sono anche le vie di mezzo ! Cioe' software piu' recente ma non la versione da CVS :-)L'importate e' usare sempre software "vivo", cioe' ancora mantenuto / usato e patchato.
    Ciao e ancora grazie per la risposta.Ciao !
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo...

    E BLASTER ALLORA???

    la patch c'era già da due mesi... ma molti
    admin sono sprovvedutiMa perche` su Linux non accade?
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo

    Su Linux non c'e`

    stato mai niente di paragonabile.

    perchè linux = 0.6%Sui server? Ma che dici bricconcello!Vatti a guardare Netcraft bricconcello!.Niente di paragonabile!! CodeRed CodeRed CodeRed CodeRed CodeRed CodeRed CodeRedRicordi ?...
    scrivilo te che forse vai ancora alle medieEra un suggerimento per ricordarti l'ultimo della serie. Cosi` domani quando esce il prossimo avrai una seri storica e ti potrai fare delle statistiche sulle tue macchine.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo
    ...

    peccato che statistiche serie dicono
    proprio

    il contrario... compreso i
    linux-pentiti...

    Ma Windows 2003 non doveva essere il sistema
    piu` sicuro?

    E BLASTER ALLORA???la patch c'era già da due mesi... ma molti admin sono sprovveduti
  • Anonimo scrive:
    Re: e chi lo usa piu'
    - Scritto da: Anonimo
    Oramai e' difficile trovare sendmail
    installato su linux (a differenza di solaris
    e altri antiquati).A parte la falsita' su sendmail, hai il coraggio di chiamare antiquato solaris ?!?!?!Mah !
  • Anonimo scrive:
    Re: I bug non li ha solo windows !
    - Scritto da: Anonimo
    E' scontato che i bug seri li abbia pure
    linux e le applicazioni che ci girano su.
    Ma ancora qualcuno si ostina a fare orecchie
    da mercante.... poi quando arrivano i worm
    come blaster queste stesse persone gettano
    fango su windows a + non posso !
    Ma quando crescerete ?Ho installato 1 os linux. Qualche centinaio di Windows.Non so' quale ingenuita' dovrei avere , ma so' che una cosa e' certa.Windows e' un programma di merda, non c'e' necessita' di gettargli fango addosso.
    • Crazy scrive:
      Re: I bug non li ha solo windows !
      A parte la terminologia utilizzata che non mi sembra consona, dire che Windows fa cosi` schifo, non mi sembra proprio una cosa corretta dato che fino a che non c'era Linux, Windows te lo sei usato e ci hai probabilmente fatto la gavetta, e non dimenticare che e` grazie a Windows che i PC sono entrati nelle nostre case, altrimenti, probabilmente saresti li` con una console e non con un Computer.Comunque i pareri sono cose personali, ad esempio, io mi trovo da cani con Linux, anche se sto cercando di impararlo facendomi spiegare da chi ne sa piu` di me, sinceramente, non mi ci trovo per niente, non per questo, pero`, cado nell'utilizzare certe terminologie per definire un OS che ritengo nettamente piu` indietro rispetto a Windows XP, e non parlo di interfacce grafiche in quanto io, ad XP disabilito tutto cio` che c'e` da disabilitare per avere le migliori Performance, io mi riferisco al vero e proprio modo di lavorarci e Windows mi va da Dio
    • Anonimo scrive:
      Re: I bug non li ha solo windows !

      Windows e' un programma di merda, non c'e'
      necessita' di gettargli fango addosso.Ma sparati, coglione
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo
    ...

    peccato che statistiche serie dicono
    proprio

    il contrario... compreso i
    linux-pentiti...

    Tipo BLASTER ahahahahahahahahah.. Quanto
    tempo e soldi si sono buttatti nel cesso per
    patchare BLASTER??? Quante macchine si
    riavviavano mentre stavano lavorando? Quanti
    danni ha fatto BLASTER? Su Linux non c'e`
    stato mai niente di paragonabile.perchè linux = 0.6%
    Su da bravo scrivi mille volte sulla lavagna
    BLASTER BLASTER BLASTER BLASTER BLASTER
    BLASTER .....scrivilo te che forse vai ancora alle medie
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo...
    peccato che statistiche serie dicono proprio
    il contrario... compreso i linux-pentiti...Ma Windows 2003 non doveva essere il sistema piu` sicuro?E BLASTER ALLORA???
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchato!! E senza riavvio!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Patchato!! E senza riavvio!



    # ssh -V

    OpenSSH_3.7.1p1, SSH protocols 1.5/2.0

    ok... mi hai convinto... adesso torna a
    giocare con la riga di comando.Tu devi essere uno di quelli che credono che dentro all'hard disk ci siano le CARTELLE !ROTFL !Torna a giocare con clippy va, che si sente un po solo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: wish

    Gli aggiornamenti portano ottimizzazioni,

    risoluzione di bachi...

    O c'è qualcosa che mi sfugge?

    Grazie anticipato a chi mi risponderà.

    si ti sfugge qualcosa... si... la
    possibilità di passare a Microsoft Windows
    Server 2003FUORI DAL MIO POST, MALEDETTO TROLL!!!Invece di divertirvi così perché non vi trovate una ragazza?Stavolta sono proprio scoppiato, gli altri giuro che li ignoro...wish(che non si maschera mai dietro un "Anonimo" perché è orgoglioso di ciò che pensa e dice)
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo...
    peccato che statistiche serie dicono proprio
    il contrario... compreso i linux-pentiti...Tipo BLASTER ahahahahahahahahah.. Quanto tempo e soldi si sono buttatti nel cesso per patchare BLASTER??? Quante macchine si riavviavano mentre stavano lavorando? Quanti danni ha fatto BLASTER? Su Linux non c'e` stato mai niente di paragonabile.Su da bravo scrivi mille volte sulla lavagna BLASTER BLASTER BLASTER BLASTER BLASTER BLASTER .....
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo
    - Scritto da: Anonimo
    ...


    O c'è qualcosa che mi sfugge?


    Grazie anticipato a chi mi risponderà.



    si ti sfugge qualcosa... si... la

    possibilità di passare a Microsoft Windows

    Server 2003 che e` una ciofeca di sistema
    ed e` bacato sia

    in questa versione che in quelle future.

    Ma come fai a dire che il 2003 avra` un
    futuro? Ormai e` gia` passato colpito e
    affondato.
    peccato che statistiche serie dicono proprio il contrario... compreso i linux-pentiti...
  • Anonimo scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI
    - Scritto da: Anonimo
    m$ ha la coda di paglia, eh ?Boh, se lo dici tu che m$ ha la coda di paglia.... Io credo che m$ sia ormai alla frutta non gli resta che partecipare in segreto allo sviluppo delle applicazioni OpenSource sperando di introdurre delle vulnerabilita` e sperando anche che nessuno se ne accorga.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: Anonimo...

    O c'è qualcosa che mi sfugge?

    Grazie anticipato a chi mi risponderà.

    si ti sfugge qualcosa... si... la
    possibilità di passare a Microsoft Windows
    Server 2003 che e` una ciofeca di sistema ed e` bacato sia
    in questa versione che in quelle future.Ma come fai a dire che il 2003 avra` un futuro? Ormai e` gia` passato colpito e affondato.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema delle vecchie versioni
    - Scritto da: wish
    Questo è un post serio, i troll continuino a
    gingillarsi con gli altri flame, please...

    Ho una domanda da porre a chi gestisce un
    server.
    Ancora una volta sono emersi bug in vecchie
    versioni di software, ancora una volta le +
    recenti ne erano immuni.

    Io non sono un esperto di gestione server, e
    non seguo i bug alert, ma ha davvero senso
    usare vecchie versioni di software,
    ritenendole più sicure delle più recenti?
    Posso capire un simile ragionamento per
    parti importanti come il kernel (quando uscì
    il 2.4 molti server continuarono ad usare il
    2.2 per un bel po'), quando esso subisce dei
    cambiamenti radicali, ma software cruciali
    come openssh, stramaledettamente bacati come
    sendmail, non sarebbe il caso di tenerli
    costantemente aggiornati?

    Gli aggiornamenti portano ottimizzazioni,
    risoluzione di bachi...
    O c'è qualcosa che mi sfugge?
    Grazie anticipato a chi mi risponderà.si ti sfugge qualcosa... si... la possibilità di passare a Microsoft Windows Server 2003
  • Anonimo scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI
    coda di paglia, eh ?
  • Anonimo scrive:
    Il problema delle vecchie versioni
    Questo è un post serio, i troll continuino a gingillarsi con gli altri flame, please...Ho una domanda da porre a chi gestisce un server.Ancora una volta sono emersi bug in vecchie versioni di software, ancora una volta le + recenti ne erano immuni.Io non sono un esperto di gestione server, e non seguo i bug alert, ma ha davvero senso usare vecchie versioni di software, ritenendole più sicure delle più recenti? Posso capire un simile ragionamento per parti importanti come il kernel (quando uscì il 2.4 molti server continuarono ad usare il 2.2 per un bel po'), quando esso subisce dei cambiamenti radicali, ma software cruciali come openssh, stramaledettamente bacati come sendmail, non sarebbe il caso di tenerli costantemente aggiornati?Gli aggiornamenti portano ottimizzazioni, risoluzione di bachi...O c'è qualcosa che mi sfugge?Grazie anticipato a chi mi risponderà.
  • Anonimo scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI

    Ma si che c'è l'exploit. E' lo stesso che
    hanno usato per gingillarsi con il server di
    GNU.
    ehi stordito, quello era un utente locale, ssh non c'entra una cippa
  • Anonimo scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI
    - Scritto da: Anonimo...
    Ma si che c'è l'exploit. E' lo stesso che
    hanno usato per gingillarsi con il server di
    GNU.Non provateci nemmeno a paragonare tutti imiliardi che ha fatto buttare Blaster nelgabinetto (e prima di lui slapper, nimda, ecc)
  • Anonimo scrive:
    Re: BLASTER NON HA PARAGONI
    - Scritto da: Anonimo
    Non provateci nemmeno a paragonare tutti i
    miliardi che ha fattp buttare Blaster nel
    gabinetto (e prima di lui slapper, nimda,
    ecc)
    con i problemi di ssh: NESSUNO. Non c'e`
    ancora nessun exploit, figuriamoci un worm.Ma si che c'è l'exploit. E' lo stesso chehanno usato per gingillarsi con il server di GNU.
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchato!! E senza riavvio!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Patchato!! E senza riavvio!



    # ssh -V

    OpenSSH_3.7.1p1, SSH protocols 1.5/2.0

    ok... mi hai convinto... adesso torna a
    giocare con la riga di comando.Come se fosse un passo indietro... mah...ma qui dentro qualcuno che lavora sul serio c'è ?
  • Anonimo scrive:
    Linari ingenui
    credono davvero che i bug per linuzzo li scoprono un giorno prima della patch...pooracci...
  • Anonimo scrive:
    Re: servers patchati
    - Scritto da: Anonimo
    Io ho patchato i servers alle 20 e 43 minuti
    di martedi... e poi nuovamente alle 13 e 25
    di mercoledi... fatelo con microsoft...
    hahahah!in windows update ci sono frequenti aggiornamenti per le applicazioni più disparate...evidentemente vi state arrampicando sui vetri
  • Anonimo scrive:
    Re: Patchato!! E senza riavvio!
    - Scritto da: Anonimo
    Patchato!! E senza riavvio!

    # ssh -V
    OpenSSH_3.7.1p1, SSH protocols 1.5/2.0ok... mi hai convinto... adesso torna a giocare con la riga di comando.
  • Anonimo scrive:
    e usate EXIM!
    ... come da oggetto .. funziona bene, e' semplice - Scritto da: Anonimo
    Oramai e' difficile trovare sendmail
    installato su linux (a differenza di solaris
    e altri antiquati).
  • Anonimo scrive:
    Re: e chi lo usa piu'
    slackware 9: sendmailredhat 9: sendmailopenbsd 3.4 (uscita prevista: 1 novembre 2003): sendmail
  • Anonimo scrive:
    Re: e chi lo usa piu'
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    forse non ti è mai capitato di installare

    una qualsiasi distribuzione linux o un
    bsd:

    troveresti come "minimo comune
    denominatore"

    proprio sendmail :)

    forse l'ultima volta che hai installato una
    distribuzione linux è stato 3 anni fa.... da
    allora sendmail è progressivamente sparito
    da tutte le principali distribuzioni linux e
    ora non lo monta più nessuna. RedHat è
    arrivata tristemente ultima in questo
    processo.ho installato IERI slackware 9.0, nel processo di installazione era disponibile sendmail nel gruppo dei programmi da server.
  • Anonimo scrive:
    Patchato!! E senza riavvio!
    Patchato!! E senza riavvio!# ssh -VOpenSSH_3.7.1p1, SSH protocols 1.5/2.0
  • Anonimo scrive:
    Re: I bug non li ha solo Windows !
    - Scritto da: Crazy
    Scsusate, ma in un Ufficio, una persona non
    ha tempo di stare li` a configurare ogni
    minima cosa, e` solo una perdita di tempo, e
    per fare tali cose, mi toccherebbe assumere
    un amministratore di rete, con Windows,
    questo problema non c'e` perche` si
    arrangia... dove sta la furbizia?
    Nel farsi un mazzo tanto giusto perche` un
    OS e` Open Source o e` meglio spendere un
    po' per Windows 2003 e stare tranquilli
    perche` tanto si puo` anche impostare
    l'Automatic Update, quindi non c'e` bisogno
    di amministratori, risparmiando uno
    stipendio in busta paganon si può vivere SEMPRE aspettando che qualcuno faccia il lavoro per te....
  • Anonimo scrive:
    Re: e chi lo usa piu'
    - Scritto da: Anonimo
    forse non ti è mai capitato di installare
    una qualsiasi distribuzione linux o un bsd:
    troveresti come "minimo comune denominatore"
    proprio sendmail :)forse l'ultima volta che hai installato una distribuzione linux è stato 3 anni fa.... da allora sendmail è progressivamente sparito da tutte le principali distribuzioni linux e ora non lo monta più nessuna. RedHat è arrivata tristemente ultima in questo processo.
  • Anonimo scrive:
    Re: e chi lo usa piu'
    forse non ti è mai capitato di installare una qualsiasi distribuzione linux o un bsd: troveresti come "minimo comune denominatore" proprio sendmail :)
  • Anonimo scrive:
    Re: I bug non li ha solo Windows !

    e` meglio spendere un
    po' per Windows 2003 e stare tranquilli
    perche` tanto si puo` anche impostare
    l'Automatic Update, quindi non c'e` bisogno
    di amministratori, risparmiando uno
    stipendio in busta pagaEcco il vero tallone d'achille del mondo di Windows... non sono i virus ed i buchi di sicurezza... ma la mentalità "fa tutto lui quindi non ho bisogno di competenze specifiche" dei suoi utilizzatori...
  • Anonimo scrive:
    Re: I bug non li ha solo windows !
    Posso essere vagamente d'accordo sul fatto che i bug di windows hanno un impatto "mediatico" maggiore, ma una grossa differenza è che, nel 90% dei casi (non sempre ovviamente), su linux le patch vengono preparate PRIMA di comunicare la presenza della falla, mentre su windows viene preparata la patch quando ormai qualche worm ha fatto un sacco di danni. Andrea
    • red5lion scrive:
      Re: I bug non li ha solo windows !
      Ciò che non riescono a capire gli utenti windows è che non devono paragonare windows xp o 2k3 a linux (anche se per certi versi linux regge benissimo il confronto) bensì paragonarlo al O.S. ms che ha la stessa età.Appurato che win non è altro che un'interfaccia del vecchio dos, (e nel caso di NT, di un dos leggermente diverso, ma sempre dos, vedasi prime release dell'NT, da cui DERIVANO i vari 2K, XP e 2K3) bisogna dire che i S.O ms hanno più di vent'anni.Ora il dos nasce nel 1980 o giù di lì. Linux ha dieci anni. quasi undici. (di cui i primi 2-3 dormiva)Dopo dieci anni di S.O. MS era arrivata a windows 3.0-3.1.Bisogna paragonare win3.1 a linux. Linux esce vincente alla grande. non c'è storia.Considerando poi la velocità di evoluzione di linux(nettamente superiore a quella di win. Un esempio su tutti:cosa cambia in sostanza tra win2k, winxp ed anche il nuovissimo 2k3? Cosa cambia tra il kernel 2.4 ed il kernel 2.6?) ci si può aspettare che il sorpasso di linux anche nei confronti degli altri so ms sia imminente....E' come se win viaggiasse di moto uniforme, mentre linux viaggia di moto uniformemente accellerato...E' fatale che prima (o poi) linux passerà win...
      • Anonimo scrive:
        Re: I bug non li ha solo windows !
        Ma cosa dici??- Scritto da: red5lion
        Ciò che non riescono a capire gli utenti
        windows è che non devono paragonare windows
        xp o 2k3 a linux (anche se per certi versi
        linux regge benissimo il confronto) bensì
        paragonarlo al O.S. ms che ha la stessa età.troppo comodo, sarebbe vero se sviluppassi sia Windows che Linux in universi paralleli, invece sono sviluppati contemporaneamente e quindi le funzionalità procedono di pari passo e devono essere confrontate alla pari.E' come se domani fondassi una casa automobilistica e facessi una macchina come si facevano agli albori. Nessuno la comprerebbe, anche se dicessi "si vabbe ma io ho iniziato da poco"
        Appurato che win non è altro che
        un'interfaccia del vecchio dos, (e nel caso
        di NT, di un dos leggermente diverso, ma
        sempre dos, vedasi prime release dell'NT, da
        cui DERIVANO i vari 2K, XP e 2K3) bisogna
        dire che i S.O ms hanno più di vent'anni.Dov'è il dos in NT?? (intendo come base di windows)
        Ora il dos nasce nel 1980 o giù di lì.
        Linux ha dieci anni. quasi undici. (di cui i
        primi 2-3 dormiva)
        Dopo dieci anni di S.O. MS era arrivata a
        windows 3.0-3.1.
        Bisogna paragonare win3.1 a linux.
        Linux esce vincente alla grande. non c'è
        storia.Ti è mai venuto in mente che Linux è derivato da UNIX e che quindi ha molta più storia di MS?
        Considerando poi la velocità di evoluzione
        di linux
        (nettamente superiore a quella di win. Un
        esempio su tutti:
        cosa cambia in sostanza tra win2k, winxp ed
        anche il nuovissimo 2k3? Cosa cambia tra il
        kernel 2.4 ed il kernel 2.6?) ci si può
        aspettare che il sorpasso di linux anche nei
        confronti degli altri so ms sia
        imminente....Ti potrei dire che una volta che arrivi ad un risultato buono l'evoluzione rallenta, quando invece hai ancora un sacco di strada da fare è piu facile andare avanti molto velocemente.
        E' come se win viaggiasse di moto uniforme,
        mentre linux viaggia di moto uniformemente
        accellerato...
        E' fatale che prima (o poi) linux passerà
        win...Potrebbe essere anche vero, ma non dipende certo dal tipo di moto, mica stiamo guardando un piano inclinato?CiaoSpiderman
        • red5lion scrive:
          Re: I bug non li ha solo windows !
          troppo comodo confrontare un'azienda già avviata con un'azienda agli albori...Troppo comodo confrontare chi ha già i clienti con chi se li deve già fare...Confronta quello che hanno fatto nello stesso tempo...in 5 anni siamo passati da win95 a winMe....Ma anche se non vuoi confrontarlo, guarda le REALI differenze che passano tra win95 e winMe...in cinque anni siamo passati da RedHat 4.x a RedHat 9.x.Scusa se è poco...Dov'è il dos in NT?? (intendo come base di windows) Ti ricordi il primo NT? Non puoi accedervi direttamente al dos, ma per una questione di protezioni del s.o. (come hanno fatto con WinMe, ma il dos c'è sempre)In NT non è lo stesso MS DOS, ma ciò non toglie che la base di NT non è altro che un DOS (non ms-dos) sviluppato ad arte.(o mi vuoi dire che sotto alla gui di NT si cela unix?)NT in sè e per sè non è altro che una GUI.
          Ti è mai venuto in mente che Linux è derivato da UNIX e che
          quindi ha molta più storia di MS? Ma cosa c'entra unix. E' completamente diverso!Ti è mai venuto in mente che DOS è derivato da DR-DOS e da PC-DOS. Ti è mai venuto in mente che la conoscenza di tutto deriva da Adamo ed Eva?Linus si è semplicemente ispirato ad Unix.D'altra parte MS si è parecchio ispirata a MacOS per realizzare windows.Allora windows deriva da MacOS, forse??
          Ti potrei dire che una volta che arrivi ad un risultato buono
          l'evoluzione rallenta, quando invece hai ancora un sacco di
          strada da fare è piu facile andare avanti molto velocemente. Ti potrei rispondere che il gap (sul lato desktop) si è praticamente azzerato, o quasi.Sul lato server non ti dico cosa preferisco usare, perchè io preferisco lavorare e non stare a patchare tutto il giorno.Un sistema linux ben configurato è praticamente inattaccabile e "sta su" una vita...Sono stato costretto a passare a linux, perchè con windows era un continuo riavviare...Se ti piace usa winSe ti piace usa linTollerare è meglio che curare.
  • Anonimo scrive:
    BLASTER NON HA PARAGONI
    Non provateci nemmeno a paragonare tutti i miliardi che ha fattp buttare Blaster nel gabinetto (e prima di lui slapper, nimda, ecc)con i problemi di ssh: NESSUNO. Non c'e` ancora nessun exploit, figuriamoci un worm.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma io dico...
    che banalita'Che quoziente intellettivo scarsoOra io potrei qui stare ore a scrivere sul perche' venga scelto sendmail.Ma ahime' sarebbe fatica sprecata.I caproni seguono il gregge per cui:redhat fa schifosendmail e' pieno di buchiio son figo perche' uso debianEhhhh se questa e' la nuova generazione informatica........
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma io dico...
      Tu invece sembri uno di quelli "io sono figo e so tutto, gli altri sono utonti".Se invece di dar definizioni sugli infomratici avessi elencato in breve un paio di motivi x cui scegliere sendmail avresti potuto aiutare chi ha meno conoscenze di te ad imparare...hai perso un'occasione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma io dico...
        Ma no sai cos'e'?E' che cadono un po' le braccia (per non dire altro) quando leggi frasi come quelle scritte dal nostro amico "ma io dico.....come si fa ad usare sendmail?"Frasi altezzose e quasi di compatimento.E allora penso: "costui ha uno skill tale da permettersi tali affermazioni?", "costui si ritiene in grado di esprimere un tale sprezzante giudizio nei confronti del lavoro di Eric Allman?"Non dico altro. Non mi piace l'intolleranza informatica.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma io dico...
          - Scritto da: Anonimo
          Ma no sai cos'e'?
          E' che cadono un po' le braccia (per non
          dire altro) quando leggi frasi come quelle
          scritte dal nostro amico "ma io
          dico.....come si fa ad usare sendmail?"
          Frasi altezzose e quasi di compatimento.
          E allora penso: "costui ha uno skill tale da
          permettersi tali affermazioni?", "costui si
          ritiene in grado di esprimere un tale
          sprezzante giudizio nei confronti del lavoro
          di Eric Allman?"

          Non dico altro. Non mi piace l'intolleranza
          informatica.Si, capisco la tua stizza, ma per gli altri come me che ne sanno poco, se avessi detto qlc parola in + sulla bontàdi sendmail, avrei + elementi per capire... ma purtroppo questo forum è diventato proprio un "bar informatico",tanto rumore e chiasso, pochi i bei interventi.ciao, pier
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma io dico...
          Vabbeh... capisco il tuo dissenso, ma, seriamente, mi spieghi dove e quando sendmail sarebbe meglio di qmail/postfix/exim? Perchè, avendoli amministrati quasi tutti (exim no) non vedo proprio dove stanno i vantaggi. Sendmail è vecchio, ha fatto la storia di unix, niente da dire, ma ormai postfix e qmail meritano il trono. Lo so che magari anche te hai passato mesi a capire il contorto Sendmail e ora un po' ti scoccia che in 10 righe di main.cf postfix faccia quello che in sendmail sono 2-3 cento righe di configurazione... Ma purtroppo... Non si puo essere cosi "conservatori", cioe, ammettiamolo anche bind ormai è obsoleto, appena viene fuori un degno successore (c'è già vedi il db .org) se ne dovrà andare anche lui e non avrò motivo di difenderlo...- Scritto da: Anonimo
          Ma no sai cos'e'?
          E' che cadono un po' le braccia (per non
          dire altro) quando leggi frasi come quelle
          scritte dal nostro amico "ma io
          dico.....come si fa ad usare sendmail?"
          Frasi altezzose e quasi di compatimento.
          E allora penso: "costui ha uno skill tale da
          permettersi tali affermazioni?", "costui si
          ritiene in grado di esprimere un tale
          sprezzante giudizio nei confronti del lavoro
          di Eric Allman?"

          Non dico altro. Non mi piace l'intolleranza
          informatica.
  • Skaven scrive:
    Re: I bug non li ha solo windows !
    - Scritto da: Crazy
    Hai perfettamente ragione, spesso sento
    decantare l'OpenSource come il modo per non
    avere Bug, ma che stai dicendo? dove l'hai letto? su Topolino? sia open che closed hanno bug, la differenza non sta li....
  • Anonimo scrive:
    Re: Volete sapere qual'e' la differenza??
    - Scritto da: Anonimo

    La differenza sta nel fatto che l'update dei
    pacchetti
    di RedHat (per esempio) e' uscita *due
    giorni prima* Peccato l'exploit su SSH vada in giro da 4 mesi :-)E, l'articolo di PI è giunto con 4 giorni di ritwrdo rispettoal bollettino ufficiale.
    • Giambo scrive:
      Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
      - Scritto da: Anonimo
      Peccato l'exploit su SSH vada in giro da 4
      mesi :-)??? Su bugtraq e' passato solo l'altro ieri. Non e' che ti confondi ?
    • DPY scrive:
      Re: Volete sapere qual'e' la differenza??
      - Scritto da: Anonimo
      Peccato l'exploit su SSH vada in giro da 4
      mesi :-)Bella affermazione, un po' grave, direi. Tuttavia, più le affermazioni sono gravi, meno dovrebbero essere fatte a cuor leggero. Con questo non dico che sia falsa, né inverosimile, ma andrebbe giustificata con delle pezze di appoggio verificabili, questo ovviamente per evitare la classica figura del peracottaro, tipica di molti anonimi.Per quanto non sia convinto del tutto che sia falsa, sospetto però che non sarai in grado di documentare alcunché. Mi sbaglio?
  • Anonimo scrive:
    Re: già patchato
    bhe... io con up2date ho fatto la stessa :P
  • pikappa scrive:
    già patchato
    sulla mia redhat ieri è bastato dare apt-get upgrade (troppo comodo apt, lo voglio di default!)fine della storia
  • Anonimo scrive:
    Re: e chi lo usa piu'
    Assolutamente falso
  • Anonimo scrive:
    Re: I bug non li ha solo Windows !
    tipica filosofia facilona: funziona, chissenefrega.poi, quando win non va, perdi giorni interi per capire cosa non va e perche`.con linux ti installi e ti configuri (o ti fai installare e configurare) la tua distro preferita e poi te la metti via, ogni tanto fai apt-get update && apt-get upgrade (debian rulez) e via: niente reboot, niente bsod, niente service pack che ti piantano la macchina.se preferite la pappa pronta non vi lamentate quando si pianta tutto.tra parentesi: con mandrake attacchi la fotocamera, la penna usb, lo scanner usb e ti appare l'icona su desktop: cosa cavolo vuoi di piu`? che ti faccia le foto lui?raist
  • Anonimo scrive:
    e chi lo usa piu'
    Oramai e' difficile trovare sendmail installato su linux (a differenza di solaris e altri antiquati).
  • Anonimo scrive:
    Re: Programmi
    - Scritto da: Anonimo
    Perche' ste battaglie lin-win ogni volta?Perchè win e' il male e lin il bene, semplice.chi dice "che palle" è un ipocrita cheha windows.
    • pippo75 scrive:
      Re: Programmi
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Perche' ste battaglie lin-win ogni volta?

      Perchè win e' il male e lin il bene,
      semplice.
      chi dice "che palle" è un ipocrita che
      ha windows.Qjuindi se lin è il bene, deve sconfiggere il male, sciogliere tutti dalll'incantesimo, liberare la bella addormentata e poi sposarla.E vissero tutti felici e contenti.Billi se non erro ha una figlia, che sia lei la bella?ciao
  • Giambo scrive:
    Re: Sendmail. Che palle
    - Scritto da: Anonimo
    E' possibile che questo demone maledetto sia
    sempre vulnerabile?Ma e' mai possibile che non sia ancora morto e sepolto ? Perche' la gente si ostina ad usare sendmail ? Abbiamo due gioiellini, qmail e postfix, usateli, cacchio !
  • Anonimo scrive:
    Re: Sendmail. Che palle
    - Scritto da: Anonimo
    E' possibile che questo demone maledetto sia
    sempre vulnerabile?se non ti piace usa postfix
  • DPY scrive:
    Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
    - Scritto da: Anonimo
    Forse perché sono anni che in *nix i bug
    sono una cosa di cui parlare solo a cose
    fatte?Ok, ok, ci sarà da ragionare, ci sarà da parlare di questo, di quello e di quell'altro ancora. IMHO è solo aria fritta.In questo momento se si vuole gestire un server ci sono due scelte principali e una miriade di altre possibilità che comunque detengono una fetta di mercato ridotta. A me non interessa discutere chi sia in assoluto la scelta migliore, anche perché la scelta migliore in assoluto non può esistere, ognuno ha esigenze diverse e deve valutare cosa fare sulla base delle sue esigenze, non sulla base delle chiacchiere da forum (specialmente da un forum, mi spiace dirlo, che IMHO ultimamente sta scadendo molto in basso in fatto di litigi, scempiaggini tecniche e interventi interessati ). Io ho fatto una scelta in base alle mie esigenze e ne sono complessivamente soddisfatto, so che non è perfetta ma so anche che se avessi fatt l'altra avrei dovuto dedicare molto più tempo alla manutenzione, oltre ad avere un sistema che per le mie esigenze era più complesso e con dipendenze più difficili da districare ogni volta che c'è un problema.Con questo non voglio dire che il sistema sia perfetto, né che il modello per lo sviluppo e la correzione degli errori sia esente da pecche, ma per ma va bene , questo mi basta e spazza via di colpo qualsiasi discussione oziosa di questo genere. La stessa cosa dovrebbero fare tutti, scegliere in base alla propria esperienza (e se non c'è? Farsela...) e non sulla base delle chiacchiere da stadio.
    • pikappa scrive:
      Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
      - Scritto da: DPY
      In questo momento se si vuole gestire un
      server ci sono due scelte principali
      e una miriade di altre possibilità che
      comunque detengono una fetta di mercato
      ridotta. A me non interessa discutere chi
      sia in assoluto la scelta migliore, anche
      perché la scelta migliore in assoluto non
      può esistere, ognuno ha esigenze diverse e
      deve valutare cosa fare sulla base delle sue
      esigenze, non sulla base delle chiacchiere
      da forum (specialmente da un forum, mi
      spiace dirlo, che IMHO ultimamente sta
      scadendo molto in basso in fatto di
      litigi, scempiaggini tecniche e interventi
      interessati ). Io ho fatto una scelta
      in base alle mie esigenze e ne sono
      complessivamente soddisfatto, so che non è
      perfetta ma so anche che se avessi fatt
      l'altra avrei dovuto dedicare molto
      più tempo alla manutenzione, oltre ad avere
      un sistema che per le mie esigenze era più
      complesso e con dipendenze più difficili da
      districare ogni volta che c'è un problema.

      Con questo non voglio dire che il sistema
      sia perfetto, né che il modello per lo
      sviluppo e la correzione degli errori sia
      esente da pecche, ma per ma va bene ,
      questo mi basta e spazza via di colpo
      qualsiasi discussione oziosa di questo
      genere. La stessa cosa dovrebbero fare
      tutti, scegliere in base alla propria
      esperienza (e se non c'è? Farsela...) e non
      sulla base delle chiacchiere da stadio.Forse questo è uno dei primi commenti intelligenti tra quelli che ho letto stamattina, mi sembra la cosa +logica basarsi sulla piattaforma con la quale si ha +esperienza, sarebbe come se mi chiedessero di amministrare un server win2003, che non ho mai visto in vita mia, se si sono fatte delle scelte si prosegue con quelle, ovviamente senza pararsi gli occhi con fette di prosciutto fatte di marketing o ideologie.ok il discorso sarebbe molto +lungo ma penso che questo possa bastare
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come funzionano le patch open-sou

    Rad-Hat, Suse, debian e giù di lì non ne
    fanno di patch.Anche loro scrivono patch, solo che sono meno pubblicizzateHenryx
  • Anonimo scrive:
    Sendmail. Che palle
    E' possibile che questo demone maledetto sia sempre vulnerabile?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma come funzionano le patch open-sou

    l'altro? e le varie suse mandrake red-hat ne
    scrivono una a testa per le loro distro?
    a parte il software gestito da dei gruppi
    specifici, potrebbe essere che chi compra
    una distro ha certe patch e chi ne usa
    un'altre invece ne ha altre? La patch riguarda dei programmi specifici, in questo caso Sendmail e OpenSSH. Questi sono sofware OpenSource, il cui sviluppo è già gestito da dei gruppi di lavoro.Semplicemente, (indipendentemente che si tratti di prodotti per Windows o per Linux) di solito funziona che chi scopre il bug, fornisce anche la soluzione al "produttore" (in caso di Opensource al gruppo di lavoro). Dopo alcuni giorni, pubblica su Bugtraq la notizia del buco e a volte anche l'exploit per sfruttarlo.Se il sw è serio, ci saranno già gli advisory di sicurezza per quel prodotto e la patch disponibile.Rad-Hat, Suse, debian e giù di lì non ne fanno di patch. Semplicente, in questo caso, forniscono la patch fornita da SendMail con il loro metodo di aggiornamento: RPM per RedHat, Apt get per Debian e così via.
  • Crazy scrive:
    Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
    La differenza sta nel fatto che Voi state li` a controllare se ci sono Bug e relativi Fix, io imposto l'Automati Update e non faccio niente se non controllare ogni tanto che tutto sia a posto...
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
      - Scritto da: Crazy
      La differenza sta nel fatto che Voi state
      li` a controllare se ci sono Bug e relativi
      Fix, io imposto l'Automati Update e non
      faccio niente se non controllare ogni tanto
      che tutto sia a posto...E se scopri che non è tutto a posto... ti spari.
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
      sì certo... ogni tanto esce un Q811493 ( http://punto-informatico.it/p.asp?i=43875 ) e qualcuno la prende in quel posto... ma l'importante è impostare l'update automatico e fidarsi di Redmond...caro Crazy, fai quasi rimpiangere Claster ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
      - Scritto da: Crazy
      La differenza sta nel fatto che Voi state
      li` a controllare se ci sono Bug e relativi
      Fix, io imposto l'Automati Update e non
      faccio niente se non controllare ogni tanto
      che tutto sia a posto...Mai sentito parlare di RHNSD e similari??Mai provata la differenza tra "rpm" o "apt-get" eun service-pack di win?I pacchetti di linux si aggiornano velocemente da web(anche in maniera automatizzata n.d.r.) e non è neanchenecessario riavviare la macchina (che per un servernon e' poco).Prima di ciarlare.. sii cosi' cortese da cercare almeno di capire di cosa si sta ciarlando, grazie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
      - Scritto da: Crazy
      La differenza sta nel fatto che Voi state
      li` a controllare se ci sono Bug e relativi
      Fix, io imposto l'Automati Update e non
      faccio niente se non controllare ogni tanto
      che tutto sia a posto...La differenza sta nel fatto che loro usano il cervello ed hanno il totale controllo di cio' che fanno, tu no.
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
      - Scritto da: Crazy
      La differenza sta nel fatto che Voi state
      li` a controllare se ci sono Bug e relativi
      Fix, io imposto l'Automati Update e non
      faccio niente se non controllare ogni tanto
      che tutto sia a posto...Io sono iscritto alla mailing-list sulla sicurezza debian, e l'aggiornamento automatico *se voglio* posso averlo. Strano che ci sia gente che preferisce comunque controllare cosa venga installato sul proprio computer e se tutto va a buon fine...Ho visto terminali di banca (quelli delle quotazioni in borsa) e di aeroporto piantati con finestre di dialogo tipo "l'aggiornamento è disponibile, si desidera continuare?".Questo è ridicolo.
  • Crazy scrive:
    Re: servers patchati
    Fossi io, senza stare li` a rompermi tanto le scatole, imposto il Computer per scaricarsi Automaticamente gli UpDate e si installi da solo i ServicePack, cosi` basta che una volta alla settimana controlli se ci sono singoli UpDate gia` scaricati e scelgo a quali dare l'OK per l'installazione... tempo utilizzato... vediamo... alla peggio 10min???
    • Anonimo scrive:
      Re: servers patchati
      Nonostante personalmente prediliga sistemi MS...anche il tuo approccio mi sembra un po' ingenuo.Puo' andare per un sistema client, ma sicuramente non va bene per un sistema server.Tieni presente che anche alcune hotfix scaricate da windowsupdate hanno introdotto altri bug.. causando dei downtime a dei server di produzione ...Questo per dire: l'approccio ai bug di sicurezza deve essere un po' meno arrogante da entrambe le parti: secondo me nessuno puo' dormire sonni tranquilli.
    • Anonimo scrive:
      Re: servers patchati
      Sei sempre il migliore!
    • Anonimo scrive:
      Re: servers patchati
      - Scritto da: Crazy
      Fossi io, senza stare li` a rompermi tanto
      le scatole, imposto il Computer perVedo che tutti e due avete capito molto....Si parlava di downtime e non di 'comunità open che rema contro' o 'senza stari lì a rompermi le scatole'....
    • Anonimo scrive:
      Re: servers patchati
      - Scritto da: Crazy
      Fossi io, senza stare li` a rompermi tanto
      le scatole, imposto il Computer per
      scaricarsi Automaticamente gli UpDate e si
      installi da solo i ServicePack, cosi` basta
      che una volta alla settimana controlli se ci
      sono singoli UpDate gia` scaricati e scelgo
      a quali dare l'OK per l'installazione...
      tempo utilizzato... vediamo... alla peggio
      10min???senti ma l'hai mai amministrato un server? ti viene in mente che *forse* in un server è meglio evitare i reboot? no eh?
  • Crazy scrive:
    Re: Ma come funzionano le patch open-source?
    Se ne sei in grado, dato che e` Open Source, te lo puoi Patchare da solo, cosi` sei anche sicuro del lavoro fatto, poi, se vuoi lo passi ad altri e se poi viene scoperto che tu hai creato un altro Bug, semplicemente ci sara` qualcun altro che come te lo tappera`, certo, non e` detto che il suo tappo sia Bug Free...
  • Anonimo scrive:
    Ma come funzionano le patch open-source?
    Voglio dire, scoperta la falla alla MS (per esempio) si chiamano i programmatori di quel pezzo di codice e si mettono a lavoro, poi testano e poi rilasciano.Ma per una comunità come funziona? so che esistono dei software per gestire il lavoro di gruppo ma visto che riescono a rilasciare la patch in poche ore come fanno a mettersi daccordo su chi la scrive? e come fanno a dire se è meglio che la scrive uno o l'altro? e le varie suse mandrake red-hat ne scrivono una a testa per le loro distro?a parte il software gestito da dei gruppi specifici, potrebbe essere che chi compra una distro ha certe patch e chi ne usa un'altre invece ne ha altre? ciao e grazie per la risposta
  • Anonimo scrive:
    Re: Programmi
    - Scritto da: Anonimo
    Perche' ste battaglie lin-win ogni volta?
    Perche' se un programma che gira sotto linux
    ha un bug linux ha un bug? Vorrete mica fare
    il conto dei programmi che girano sotto win
    che hanno bug vero?
    No, ci piacerebbe solo avere un'idea chiara di quando abbiamo a che fare con Linux e quando no, visto che in presenza di Bug, i programmi NON sono Linux, ma quando si tratta di qualcosa di positivo, magicamente lo diventano.
  • Anonimo scrive:
    Re: I bug non li ha solo windows !

    I "worm" che hanno più successo di solito
    sono quelli che sfruttano le vulnerabilità
    che gli amministratori non hanno patchato. I
    "worm" veramente dannosi, come alcuni degli
    ultimi, sfruttano bachi cui Microsoft, a
    volte, non è riuscita a fornire una patch da
    subito funzionante (se non erro).Nel caso di MsBlaster e Slammer e codeRed Erri...In tutti e tre i casi la fix era a disposizione da settimane.
    • pikappa scrive:
      Re: I bug non li ha solo windows !
      - Scritto da: Anonimo


      I "worm" che hanno più successo di solito

      sono quelli che sfruttano le vulnerabilità

      che gli amministratori non hanno
      patchato. I

      "worm" veramente dannosi, come alcuni
      degli

      ultimi, sfruttano bachi cui Microsoft, a

      volte, non è riuscita a fornire una patch
      da

      subito funzionante (se non erro).

      Nel caso di MsBlaster e Slammer e codeRed
      Erri...
      In tutti e tre i casi la fix era a
      disposizione da settimane.Hai ragione, ma allora permettimi una domanda, da assoluto profano di windows(lo ammetto con win ci gioco e basta, le uniche patch applicate sono state quella per blaster e quella per le estensioni powernow! del mio portatile, senza win si impallava(succedeva anche con linux, solo che li sapevo sistemarlo, con win l'ho scoperto molto dopo)) come mai windows update che secondo qualcuno qui nel forum ti aggiorna la macchina da solo e non te ne devi preoccupare non ha aggiornato questi bug?Non è una provocazione, o meglio in parte lo è visti i commenti sull'argomento che ho letto qua in giro,secondo cui installi XP, c'è l'windows update e non ti devi proccupare di niente, in parte è che proprio non l'ho mai usato e vorrei capire
  • Anonimo scrive:
    Re: servers patchati
    Sai com'è noi non abbiamo la comunità open che rema contro e che si diverte a trovare i bug che sono sotto NDA per questioni di sicurezza e a venderli al maggior offerente (d'altronde da qualche parte questi i soldi li devono pur prendere).Mi fa piacere pensare alla vostra ingenuità sul fatto che il bug non fosse conosciuto da settimane e che lo si fosse mantenuto segreto per evitare sfaceli (è la prassi da seguire per evitare complicazioni, ovunque i grossi bug di sicurezza vengono tenuti segreti anche sui giochi sino a che non vengono risolti). Se poi volete forzosamente pensare che in poche ore è stato segnalato il bug, è stato verificato, è stato individuato sul codice, è stato patchato, è stata testata l'affidabilità della patch (specie per vedere se non introducesse qualche nuovo bug), tutto fatto a TEMPO PERSO (magari per farla + epica qualcuno ha anche rinunciato ad un giorno di lavoro), contenti voi...Ma si sa, all'open non si fanno domande si deve solo ubbbidire, quindi contenti voi...Fossi in voi ordinerei linux della Sun perché rischia di diventare l'alternativa a windows più a buon mercato.
    • Anonimo scrive:
      Re: servers patchati
      - Scritto da: Anonimo
      Sai com'è noi non abbiamo la comunità open
      che rema contro e che si diverte a trovare i
      bug che sono sotto NDA per questioni di
      sicurezza e a venderli al maggior offerente
      (d'altronde da qualche parte questi i soldi
      li devono pur prendere).NDA....NDA per chi? Chi li ha creati i bug li conosce perfettamente. Quale miglior sistema per rendere accessibile winzoz che non riempirlo di buchi e poi urlare che serve un NDA sulle cazzate che hanno combinato a redmond?Gia' perche' o sono bug, e allora a redmond c'e' una percentuale di deficienti piu' alta che in ogni posto, oppure sono voluti, per garantire accesso remoto a sistemi che non dovrebbero averlo un 'accesso remoto.Se c'e' una cazzata preferisco saperlo. Se applichi un NDA non ti puoi certo aspettare che chi scopre a sua volta il *bug* ed accede al sistema che credevi sicuro, poi ti chiami pure a casa per dirti che ti ha fregato.Quanto alla sparata sui soldi, e' una bella trovata.Visto poi chi c'e' in giro che vende OS a piu' di 200 euro, con un guadagno di 193 euro, e gli unici pezzi che vanno dell' OS li ha pure copiati pari pari da unix di ogni sorta e tipo.
    • Anonimo scrive:
      Risposte a vanvera
      - Scritto da: Anonimo
      Sai com'è noi non abbiamo la comunità open
      che rema contro e che si diverte a trovare i
      bug che sono sotto NDA per questioni di
      sicurezza e a venderli al maggior offerente
      (d'altronde da qualche parte questi i soldi
      li devono pur prendere).
      Indubbiamente non è così, sarebbe troppo difficile da realizzare, ma anche se fosse, cosa c'entra col fatto che se pacchi un IIS devi riavviarlo?
  • Anonimo scrive:
    Re: servers patchati
    - Scritto da: Anonimo
    Io ho patchato i servers alle 20 e 43 minuti
    di martedi... e poi nuovamente alle 13 e 25
    di mercoledi... fatelo con microsoft...
    hahahah!Soprattutto fatelo senza downtime ;)
  • Anonimo scrive:
    servers patchati
    Io ho patchato i servers alle 20 e 43 minuti di martedi... e poi nuovamente alle 13 e 25 di mercoledi... fatelo con microsoft... hahahah!
  • Anonimo scrive:
    Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
    - Scritto da: Anonimo

    La differenza sta nel fatto che l'update dei
    pacchetti
    di RedHat (per esempio) e' uscita *due
    giorni prima*
    della pubblicazione di questo articolo.

    https://rhn.redhat.com/errata/rh9-errata.html

    Altrettanto avranno fatto le altre
    distribuzioni,
    e non credo ci sia molto da aggiungere..
    Saluti.Infatti, l'e-mail di debian-security ce l'ho già da due giorni, e con un solo comando (documentato tra l'altro nella e-mail) posso aggiornare il fix.
    • Anonimo scrive:
      Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
      Forse perché sono anni che in *nix i bug sono una cosa di cui parlare solo a cose fatte?Ragionate: se il bug non si conosce non si può patchare! E' ovvio quindi che PRIMA hanno fatto le pezze e POI detto che il bug esiste.E poi non si crede quando si dice che linux è il più crackato: alla massa potranno pure sfuggire i bug, ma ad uno che lo fa quasi per lavoro trovare il bug in mezzo a righe di codice che conosce a menadito è una cosa facilissima e ha campo libero tanto più tempo ci mette la comunità open a scoprire e patchare. Quel bug potrebbe essere la da mesi, anche anni! Buon per la comunità linux che è ancora un piccolo SO e non ci sono cracker che si venderebbero la notizia a peso d'oro ai concorrenti (d'altronde alla fine è la comintà linux che REMA CONTRO: su quanti siti e readme di software open o semplicemente per linux trovate panegirici contro windows? Su quanti il viceversa?) solo per un po' di defacement a costo zero (non a caso gli unici bug sulla sicurezza che trapelano prima delle patch sono quelli di Windows e non c'è NDA che tenga).GTK+ su Windows ha dei crash random e la giustificazione è che windows fa schifo, non che siano i programmatori GTK a capirci poco o nulla di questo SO... (Anche su snes9x qualsiasi bug sotto win è bollato come colpa del SO, ho sputtanati un paio di programmatori sull'argomento l'anno scorso). Insomma ragazzi crescete e non cercate di guadagnare visibilità usando qualcosa che fa schifo a priori, che disprezzate e su cui fate VOLUTAMENTE male i port solo per non far sfigurare il pinguino!
      • Giambo scrive:
        Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
        - Scritto da: Anonimo
        Ragionate: se il bug non si conosce non si
        può patchare! E' ovvio quindi che PRIMA
        hanno fatto le pezze e POI detto che il bug
        esiste.E questo e' il comportamento corretto.
        Quel bug potrebbe essere la da
        mesi, anche anni! Buon per la comunità linux
        che è ancora un piccolo SO e non ci sono
        cracker che si venderebbero la notizia a
        peso d'oro ai concorrentiScrivere un worm per UNIX/Linux e' molto piu' interessante, dal punto di vista dell'impatto distruttivo, di un worm per Windows. Questo perche' UNIX in ambito server e' anora piu' diffuso.E allora perche' per Windows ci sono stati cosi' tanti problemi e dall'altra parte della barricata di meno ?1) Microsoft sta' antipatica a molti. Questo gioca un ruolo importante.2) Gli amministratori Windows dormono. Le patches per SQLWorm e Blaster erano disponibili da mesi3) Windows ha piu' problemi di sicurezza di Linux. I fatti degli ultimi mesi fanno pensare proprio cosi'.
        (d'altronde alla fine è la comintà linux che REMA CONTRO:
        su quanti siti e readme di software open o
        semplicemente per linux trovate panegirici
        contro windows? Su quanti il viceversa?)Sul sito della microsoft, noi "linari" siamo stati definiti un cancro. Mica male come uscita da parte della piu' grande ditta produtrice di software del mondo.
        solo per un po' di defacement a costo zero
        (non a caso gli unici bug sulla sicurezza
        che trapelano prima delle patch sono quelli
        di Windows e non c'è NDA che tenga).Non e' mica tanto vero, controlla la data della patch di Blaster con l'inizio dell'"infezione".
        GTK+ su Windows ha dei crash random e la
        giustificazione è che windows fa schifo, non
        che siano i programmatori GTK a capirci poco
        o nulla di questo SO... (Anche su snes9x
        qualsiasi bug sotto win è bollato come colpa
        del SO, ho sputtanati un paio di
        programmatori sull'argomento l'anno scorso).Beh, se credi di capirci di piu' dei programmatori stessi di GTK, prendi il loro posto oppure dai una mano allo sviluppo.
        Insomma ragazzi crescete e non cercate di
        guadagnare visibilità usando qualcosa che fa
        schifo a priori, che disprezzate e su cui
        fate VOLUTAMENTE male i port solo per non
        far sfigurare il pinguino!Cioe', secondo te questi si sono fatto un mazzo cosi' per produrre un port _schifoso_ e poter mettere cosi' in buona luce Linux ? Aggiungici gli alieni, l'omicidio JFK e la CIA e avrai una trama per X-Files.
        • Anonimo scrive:
          Re: Volete sapere qual'e' la differenza?



          Ragionate: se il bug non si conosce non si

          può patchare! E' ovvio quindi che PRIMA

          hanno fatto le pezze e POI detto che il
          bug

          esiste.

          E questo e' il comportamento corretto.Come? COSA??? Quando MS ha osato dire che non bisogna diffondere la conoscenza dei bug e degli exploit in giro apriti cielo, non l'avesse mai detto.... certo avrà voluto dire qualche altra cosa, sicuramente....

          Scrivere un worm per UNIX/Linux e' molto
          piu' interessante, dal punto di vista
          dell'impatto distruttivo, di un worm per
          Windows. Questo perche' UNIX in ambito
          server e' anora piu' diffuso.
          E allora perche' per Windows ci sono stati
          cosi' tanti problemi e dall'altra parte
          della barricata di meno ?
          1) Microsoft sta' antipatica a molti. Questo
          gioca un ruolo importante.
          2) Gli amministratori Windows dormono. Le
          patches per SQLWorm e Blaster erano
          disponibili da mesi
          3) Windows ha piu' problemi di sicurezza di
          Linux. I fatti degli ultimi mesi fanno
          pensare proprio cosi'.
          1) vero2) falso. A meno che chiamiamo amministratori dei nerd da strapazzo. Diciamo che i server Win sono spesso in cattive mani che è più aderente alla verità. Chi fa l'amministratore sul serio non ricade tra i praticoni che ci sono in giro.3) vero ma la differenza non è così abissale.

          Sul sito della microsoft, noi "linari" siamo
          stati definiti un cancro. Mica male come
          uscita da parte della piu' grande ditta
          produtrice di software del mondo.
          Oddio, ho visto in giro ben di peggio sai che importanza può avere la sparata di qualche uomo di marketing da strapazzo. Comunque ritengo peggiori gli attacchi continui ai quali è sottoposto il sito di MS.
          Beh, se credi di capirci di piu' dei
          programmatori stessi di GTK, prendi il loro
          posto oppure dai una mano allo sviluppo.
          Non ci azzecca nulla con quanto voleva dire....

          Cioe', secondo te questi si sono fatto un
          mazzo cosi' per produrre un port _schifoso_
          e poter mettere cosi' in buona luce Linux ?
          Aggiungici gli alieni, l'omicidio JFK e la
          CIA e avrai una trama per X-Files.
          Beh si quello è sicuramente eccessivo....
          • Giambo scrive:
            Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
            - Scritto da: Anonimo


            Ragionate: se il bug non si conosce
            non si


            può patchare! E' ovvio quindi che PRIMA


            hanno fatto le pezze e POI detto che il

            bug


            esiste.



            E questo e' il comportamento corretto.

            Come? COSA??? Quando MS ha osato dire che
            non bisogna diffondere la conoscenza dei
            bug e degli exploit in giro apriti cielo,
            non l'avesse mai detto.... certo avrà voluto
            dire qualche altra cosa, sicuramente....Comportamento corretto:1) Trovi un BUG2) Avverti il produttore e, solitamente, dai un tempo per fixarlo (1-3 mesi)3) Quando il tempo e' scaduto o la patch e' disponibile, annunci il BUG al mondo interoComportamento scorretto:1) Trovi un BUG2) Pubblichi il BUG con exploit su tutta le gerarchia alt.*Comportamento secondo Microsoft:1) Scopri il BUG2) Lo annunci a Microsoft (Prima devi essere iscritto a "Premium Service Gold Bug Reporter - 1299$ all'anno) e te ne stai zitto per sempre.

            Scrivere un worm per UNIX/Linux e' molto

            piu' interessante, dal punto di vista

            dell'impatto distruttivo, di un worm per

            Windows. Questo perche' UNIX in ambito

            server e' anora piu' diffuso.

            E allora perche' per Windows ci sono stati

            cosi' tanti problemi e dall'altra parte

            della barricata di meno ?

            1) Microsoft sta' antipatica a molti.
            Questo

            gioca un ruolo importante.

            2) Gli amministratori Windows dormono. Le

            patches per SQLWorm e Blaster erano

            disponibili da mesi

            3) Windows ha piu' problemi di sicurezza
            di

            Linux. I fatti degli ultimi mesi fanno

            pensare proprio cosi'.

            1) vero
            2) falso. A meno che chiamiamo
            amministratori dei nerd da strapazzo.Amministratore: Persona che amministra la macchina. Ora, puo' essere Alan Cox o un orsetto di peluche, ma sempre _amministratore_ e'.
            Diciamo che i server Win sono spesso in
            cattive mani che è più aderente alla verità.
            Chi fa l'amministratore sul serio non ricade
            tra i praticoni che ci sono in giro.Vero. Pero' pure gli amministratori con i controcog*oni poco possono fare contro quella forza della natura che e' la Microsoft:http://www.heise.de/security/dienste/browsercheck/demos/ie/htacheck.shtmlLibera traduzione in italiano: "Il tuo IE ha appena scaricato e fatto partire un programmillo carino-carino. Si trova sotto C:browsercheck.exe. E se fosse stato un format ? Passa a Mozilla !" :-D
            3) vero ma la differenza non è così abissale.Potro' darti ragione quando i mass-media parleranno di un worm per Linux usando lo stesso grado di isteria usato per Blaster. Ma peggio di Blaster e' stato SQL-Worm, che ha messo in ginocchio una buona fetta di Internet per diverso tempo.

            Sul sito della microsoft, noi "linari"
            siamo

            stati definiti un cancro. Mica male come

            uscita da parte della piu' grande ditta

            produtrice di software del mondo.

            Oddio, ho visto in giro ben di peggio sai
            che importanza può avere la sparata di
            qualche uomo di marketing da strapazzo.Non era Steve Ballmer ? Siamo in buone mani ...
            Comunque ritengo peggiori gli attacchi
            continui ai quali è sottoposto il sito di
            MS.Vedi, la differenza e' che certi attacchi provengono da degli idioti utenti linux frustrati. Come dei teppisti che spaccano le vetrine. Gli attacchi verso la comunita' open source provengono dalla Microsoft. Come se il consiglio d'amministrazione della Fiat incendiasse le Ford, VW, Peugeot, BMW, ...
        • Anonimo scrive:
          Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
          - Scritto da: Giambo
          Windows. Questo perche' UNIX in ambito
          server e' anora piu' diffuso.Fonte?
      • Anonimo scrive:
        Re: Volete sapere qual'e' la differenza?
        - Scritto da: Anonimo
        Forse perché sono anni che in *nix i bug
        sono una cosa di cui parlare solo a cose
        fatte?

        Ragionate: se il bug non si conosce non si
        può patchare! E' ovvio quindi che PRIMA
        hanno fatto le pezze e POI detto che il bug
        esiste.Impossibile. Come tu stesso affermi nel resto del tuo postil codice di quei programmi e' *open*. Ciò significa che i bug non si possono "nascondere".
  • Anonimo scrive:
    Volete sapere qual'e' la differenza??
    La differenza sta nel fatto che l'update dei pacchettidi RedHat (per esempio) e' uscita *due giorni prima* della pubblicazione di questo articolo.https://rhn.redhat.com/errata/rh9-errata.htmlAltrettanto avranno fatto le altre distribuzioni,e non credo ci sia molto da aggiungere..Saluti.
  • Anonimo scrive:
    Programmi
    Perche' ste battaglie lin-win ogni volta?Perche' se un programma che gira sotto linux ha un bug linux ha un bug? Vorrete mica fare il conto dei programmi che girano sotto win che hanno bug vero?
  • Anonimo scrive:
    Re: E' bello poter scegliere
    Vero, anche io non uso OutllokExpress :). Sono contento di poter scegliere!(win)
    • Anonimo scrive:
      Re: E' bello poter scegliere
      bello, mi dai l'url dei sorgenti ?cosi me lo compilo e lo provo...magari prima commento qualche istruzione.
    • Anonimo scrive:
      Re: E' bello poter scegliere
      A parte che sendmail e' un server e OutlookExpress e' un client, mi associo al commento precedente.:-)- Scritto da: Anonimo
      Vero, anche io non uso OutllokExpress :).
      Sono contento di poter scegliere!

      (win)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma io dico...
    E tra parentesi le patch per SSH sono uscite prima della notizia della falla di sicurezza...(linux)
  • Anonimo scrive:
    Ma io dico...
    Come si fa ad usare ancora sendmail...
  • Anonymous scrive:
    Re: La legge universale del...
    - Scritto da: dotnet
    beh... senza dubbio quelli lì sono tra i
    pochi strumenti e protocolli che vale la
    pena conoscere nell'area open...certo, certo
    ...e su questo non ho mai avuto dubbi: il
    numero di bachi è sempre direttamente
    proporzionale alla validità del software.bah, che discorso del ca##o.I bug di un software possono essere di varia natura: una classificazione come la tua mette solo in evidenza la tua pochezza.E dimmi, dopo questo discorso, dopo le 59 post-service pack 4 windows 2000 install, uscite 1 giorno dopo il sp4, hai il coraggio di ritenere windows 2000 valido?Anonymous
    • cico scrive:
      Re: La legge universale del...


      ...e su questo non ho mai avuto dubbi: il

      numero di bachi è sempre direttamente

      proporzionale alla validità del software.

      bah, che discorso del ca##o.
      I bug di un software possono essere di varia
      natura: una classificazione come la tua
      mette solo in evidenza la tua pochezza.
      E dimmi, dopo questo discorso, dopo le 59
      post-service pack 4 windows 2000 install,
      uscite 1 giorno dopo il sp4, hai il coraggio
      di ritenere windows 2000 valido?eh beh certo che il tuo invece di discorsoe veramente spesso....mi sembra piuttosto normale che per un softwaredi tale complessità, con un numero così alto diutenti che lo usano, si scoprano così tanti buge questo cosa dovrebbe dimostrare che non èun software valido ?vorrei vedere Linux/Mac/whatever in mano allostesso numero di utenti di Windows.prima di parlare di pochezza degli argomentialtrui ti consiglio vivamente di pensare a quelladei tuoi!l'affermazione che ha fatto non mi sembra poicosì stupida, sopratutto se nella validità comprendiamoil fatto che piace ed ha successo, con la conseguenzache più persone lo usano
      • Anonymous scrive:
        Re: La legge universale del...
        - Scritto da: cico

        eh beh certo che il tuo invece di discorso
        e veramente spesso....no guarda, hai frainteso quello che intendevo
        mi sembra piuttosto normale che per un
        software
        di tale complessità, con un numero così alto
        di
        utenti che lo usano, si scoprano così tanti
        bugE chi dice il contrario?
        e questo cosa dovrebbe dimostrare che non è
        un software valido ?Stando al suo ragionamento si.E' questo che criticavo del suo discorso.
        l'affermazione che ha fatto non mi sembra poi
        così stupida, sopratutto se nella validità
        comprendiamo
        il fatto che piace ed ha successo, con la
        conseguenza
        che più persone lo usanoQuesto e' un altro discorso.Cosidera che se il 90% dei pc avesse installato macosx, l'89% lo userebbe.Anonymous
  • Anonimo scrive:
    Re: Bug si, ma worm no.
    - Scritto da: dotnet
    un virus per IIS può diffondersi su macchine
    windows... mentre un virus per apache può
    danneggiare lo 0.7% degli utenti...

    e non venirmi a dire che apache è usato su
    macchine windows... forse 1 su un milionee allora come mai 2-3 giorni fa, nella notizia che linux e' l'os piu' craccato, se si diceva che in proporzione pero' e' anche il piu' diffuso in ambito server, veniva risposto che il piu' difuso in realta' e' windows anche li'?Eppure i dati di netcraft parlano chiaro..O apache viene installato anche su parecchie macchine windows, oppure linux e' molto piu' diffuso come server.Oppure la coerenza non sapete neanche dove stia di casa.Tra parentesi, ti posso assicurare che di macchine win con apache ce ne sono...
    • Anonimo scrive:
      Re: Bug si, ma worm no.
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: dotnet


      un virus per IIS può diffondersi su
      macchine

      windows... mentre un virus per apache può

      danneggiare lo 0.7% degli utenti...



      e non venirmi a dire che apache è usato su

      macchine windows... forse 1 su un milione

      e allora come mai 2-3 giorni fa, nella
      notizia che linux e' l'os piu' craccato, se
      si diceva che in proporzione pero' e' anche
      il piu' diffuso in ambito server, veniva
      risposto che il piu' difuso in realta' e'
      windows anche li'?
      Eppure i dati di netcraft parlano chiaro..
      O apache viene installato anche su parecchie
      macchine windows, oppure linux e' molto piu'
      diffuso come server.

      Oppure la coerenza non sapete neanche dove
      stia di casa.

      Tra parentesi, ti posso assicurare che di
      macchine win con apache ce ne sono...qua si parla di virus e non di cracking...
      • Anonimo scrive:
        Re: Bug si, ma worm no.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo



        - Scritto da: dotnet




        un virus per IIS può diffondersi su

        macchine


        windows... mentre un virus per apache
        può


        danneggiare lo 0.7% degli utenti...





        e non venirmi a dire che apache è
        usato su


        macchine windows... forse 1 su un
        milione



        e allora come mai 2-3 giorni fa, nella

        notizia che linux e' l'os piu' craccato,
        se

        si diceva che in proporzione pero' e'
        anche

        il piu' diffuso in ambito server, veniva

        risposto che il piu' difuso in realta' e'

        windows anche li'?

        Eppure i dati di netcraft parlano chiaro..

        O apache viene installato anche su
        parecchie

        macchine windows, oppure linux e' molto
        piu'

        diffuso come server.



        Oppure la coerenza non sapete neanche dove

        stia di casa.



        Tra parentesi, ti posso assicurare che di

        macchine win con apache ce ne sono...

        qua si parla di virus e non di cracking... E che c'entra? Il punto è che dotnet sostiene che1. macchine win con apache ce ne siano poche - e per questo abbiamo invocato la netcraft2. un worm infetta i server per poi arrivare ai client (ridicolo)3. solo per questo apache non ha worm
  • Anonimo scrive:
    E' bello poter scegliere
    DB2 non lo ho mai usato, ma sendmail e' almeno un paio d'anni che si sa che non e' sicuro. Infatti uso Qmail e non ho mai avuto problemi.E' bello poter scegliere quale postino usare.Ciao
  • dotnet scrive:
    Re: Bug si, ma worm no.
    - Scritto da: Anonimo
    Visto che i server apache, tanto per fare un
    esempio di programma opensource più diffuso
    dell'equivalente m$, mi spiegate come mai
    per IIS si sono persi un mare di soldi a
    causa dei virus in passato, e per apache
    virus non se ne vedono?quanto ti sforzeresti di fare un virus che potrebbe danneggiare lo 0.7% degli utenti PC al mondo?non voglio affatto essere fazioso... ma la testa cavolo!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bug si, ma worm no.
      - Scritto da: dotnet
      quanto ti sforzeresti di fare un virus che
      potrebbe danneggiare lo 0.7% degli utenti PC
      al mondo?perche' apache per windows non esiste?Perche' apache non e' il server web piu' installato in assoluto?Se non ricordo male la sua diffusione e' sul 70%.. altro che 0.7

      non voglio affatto essere fazioso... ma la
      testa cavolo!noooooo, non sei affatto fazioso, cavolo!
      • dotnet scrive:
        Re: Bug si, ma worm no.
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: dotnet


        quanto ti sforzeresti di fare un virus che

        potrebbe danneggiare lo 0.7% degli utenti
        PC

        al mondo?

        perche' apache per windows non esiste?
        Perche' apache non e' il server web piu'
        installato in assoluto?
        Se non ricordo male la sua diffusione e' sul
        70%.. altro che 0.7




        non voglio affatto essere fazioso... ma la

        testa cavolo!

        noooooo, non sei affatto fazioso, cavolo!i virus infettano i server per danneggiare i client...un virus per IIS può diffondersi su macchine windows... mentre un virus per apache può danneggiare lo 0.7% degli utenti... e non venirmi a dire che apache è usato su macchine windows... forse 1 su un milione
        • Anonimo scrive:
          Leggete qua il winaro esperto di worm!

          i virus infettano i server per danneggiare i
          client...

          un virus per IIS può diffondersi su macchine
          windows... mentre un virus per apache può
          danneggiare lo 0.7% degli utenti... ROTFL. Sono senza parole. Dove leggi su topomistery queste cose?1. I virus infettano i server per danneggiare i server. E ci mancherebbe che uno si mette a scrivere un server che allegramente cambia tipo di exploit e passa da IIS a Explorer, da Apache a mozilla. Sono tipologie di exploit magari completamente diverse, insomma: non c'incastra assolutamente nulla. Si, magari qualche worm del genere c'è, ma la maggioranza no.2. Se proprio ci fosse un worm che gira su un server apache/linux, e questo worm fosse capace di replicarsi su una connessione client, perchè mai questo worm non dovrebbe essere capace di bucare un client windows?3. www.netcraft.com, cercati le statistiche sui server linux, sui server windows, e sui server apache. Vedrai che il tuo ragionamento è bacato.
    • Anonimo scrive:
      Risposta da troll
      - Scritto da: dotnet

      - Scritto da: Anonimo

      Visto che i server apache, tanto per fare
      un

      esempio di programma opensource più
      diffuso

      dell'equivalente m$, mi spiegate come mai

      per IIS si sono persi un mare di soldi a

      causa dei virus in passato, e per apache

      virus non se ne vedono?

      quanto ti sforzeresti di fare un virus che
      potrebbe danneggiare lo 0.7% degli utenti PC
      al mondo?

      non voglio affatto essere fazioso... ma la
      testa cavolo!Non vuoi essere fazioso? Allora rileggi il mio post. Ho chiesto apposta di apache, che è più diffuso di IIS, eppure di worm per IIS che hanno fatto perdere miliardi alle pubbliche amministrazioni li abbiamo avuti, di worm per apache no.E apache è ancora il webserver più diffuso.
    • Anonimo scrive:
      Re: NON C'E` MAI STATO NIMDA PER APACHE.
      - Scritto da: dotnet...
      quanto ti sforzeresti di fare un virus che
      potrebbe danneggiare lo 0.7% degli utenti PC
      al mondo?

      non voglio affatto essere fazioso... ma la
      testa cavolo!Ti e` piu` chiaro adesso?
      • Anonimo scrive:
        Re: NON C'E` MAI STATO NIMDA PER APACHE.
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: dotnet
        ...

        quanto ti sforzeresti di fare un virus che

        potrebbe danneggiare lo 0.7% degli utenti
        PC

        al mondo?



        non voglio affatto essere fazioso... ma la

        testa cavolo!

        Ti e` piu` chiaro adesso?apache può diffondere virus in macchine linux... apache per windows è molto raro... per i virus writer quello che conta è l'epidemia in sistemi windows client che sono i piu' diffusi... un esempio è il nimda che girava sui server web per diffondersi nei client di tutto il mondo...linux client non è un "mercato" sufficiente vasto per un virus writer... quindi non attaccherà nemmeno apache.sveglia!
        • Anonimo scrive:
          Re: NON C'E` MAI STATO NIMDA PER APACHE.
          - Scritto da: Anonimo
          apache per windows è molto raro... http://news.netcraft.com/archives/2003/02/25/apache_on_windows_struggling.htmlMezzo anno fa'
          • Anonimo scrive:
            Re: NON C'E` MAI STATO NIMDA PER APACHE.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            apache per windows è molto raro...

            http://news.netcraft.com/archives/2003/02/25/

            Mezzo anno fa'Glie lo stiamo dicendo da un giorno ma lui preferisce continuare a fare la figura dello scemo :)
        • Anonimo scrive:
          Re: NON C'E` MAI STATO NIMDA PER APACHE.
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: dotnet

          ...


          quanto ti sforzeresti di fare un virus
          che


          potrebbe danneggiare lo 0.7% degli
          utenti

          PC


          al mondo?





          non voglio affatto essere fazioso...
          ma la


          testa cavolo!



          Ti e` piu` chiaro adesso?

          apache può diffondere virus in macchine
          linux...

          apache per windows è molto raro...
          Ma la vuoi piantare con questa idiozia? Un worm per i server rimane sui server e fa danni sui server.
          per i virus writer quello che conta è
          l'epidemia in sistemi windows client che
          sono i piu' diffusi... un esempio è il nimda
          che girava sui server web per diffondersi
          nei client di tutto il mondo...
          Ancora non mi hai spiegato perchè un virus writer non dovrebbe usare apache per diffondersi sui server e explorer per passare sui client (a parte il fatto che *NON* lo fa). Secondo te non può mettere un loader win nel segmento dati del worm linux? A parte il fatto che *NON* è questo che fa un worm.
          linux client non è un "mercato" sufficiente
          vasto per un virus writer... quindi non
          attaccherà nemmeno apache.
          I worm attaccano i server. Vai a scrivere un worm per apache/BSD, ancora uno dei server più diffusi (e allettanti quindi per un writer) in rete. Vai su, vediamo se il motivo è che ***NON E' DIFFUSO*** oppure il motivo è che scrivere un worm per IIS è come sparare sulla folla, scriverlo per BSD è quasi impossibile.Su, insisti ancora sul fatto che è perchè BSD è poco diffuso, che continuiamo a farci due risate.
          sveglia!Sveglia tu! Questa cosa di infettare i server per passare sui client non sta nè in cielo nè in terra! Servono due worm diversi, a quel punto li puoi anche fare uno per win e uno per linux. E *NON* viene fatto.
          • Anonimo scrive:
            Re: NON C'E` MAI STATO NIMDA PER APACHE.
            - Scritto da: Anonimo


            Ma la vuoi piantare con questa idiozia? Un
            worm per i server rimane sui server e fa
            danni sui server. guarda caso nimda, codered e badtrans si scaricavano involontariamente e automaticamente dalle pagine web solo con IE fino alla 5.01
          • Anonimo scrive:
            Re: NON C'E` MAI STATO NIMDA PER APACHE.
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo





            Ma la vuoi piantare con questa idiozia? Un

            worm per i server rimane sui server e fa

            danni sui server.

            guarda caso nimda, codered e badtrans si
            scaricavano involontariamente e
            automaticamente dalle pagine web solo con IE
            fino alla 5.01E ***DI GRAZIA*** perchè un worm per apache non avrebbe potuto fare lo stesso? Sempre di mandare un header cattivo al client si tratta, mica gli spazi di indirizzamento sono in comune! Puoi mandare le stesse stringhe anche da un worm che gira su apache/linux. E questa è la prima.Come ti abbiamo già mostrato, ci sono centinaia di migliaia di macchine apache/win. E questa è la seconda.Ci sono stati tre worm che si replicavano anche sui client? E quanti sono stati i worm "IIS puro"? E questa è la terza.Una volta appurato che il codice di win lo puoi inserire anche in un worm per apache, visto che il codice virale per il client non deve girare sul server, come mai i worm-writer puntano sempre sul meno diffuso IIS piuttosto che sul più diffuso apache? E questa è la quarta.Mi pare che il tuo ragionamento faccia acqua da ben più di una parte.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bug si, ma worm no.
      - Scritto da: dotnet

      - Scritto da: Anonimo

      Visto che i server apache, tanto per fare
      un

      esempio di programma opensource più
      diffuso

      dell'equivalente m$, mi spiegate come mai

      per IIS si sono persi un mare di soldi a

      causa dei virus in passato, e per apache

      virus non se ne vedono?

      quanto ti sforzeresti di fare un virus che
      potrebbe danneggiare lo 0.7% degli utenti PC
      al mondo?Scusa se te lo faccio notare, ma apache e' il webserver piu' diffuso al mondo.
      non voglio affatto essere fazioso... ma la
      testa cavolo!Appunto.
  • Anonimo scrive:
    Bug si, ma worm no.
    Visto che i server apache, tanto per fare un esempio di programma opensource più diffuso dell'equivalente m$, mi spiegate come mai per IIS si sono persi un mare di soldi a causa dei virus in passato, e per apache virus non se ne vedono?
  • Skaven scrive:
    Re: I bug non li ha solo windows !
    Ti rendi conto della differenza dei danni di questi bug rispetto a quelli provocati da Blaster?
    • Anonimo scrive:
      Re: I bug non li ha solo windows !
      C'è una bella differenza in teoria, dal momento che rpc è parte integrante del sistema operativo,ma se hai ssh bacato aperto ce ne sono poche
      • Anonimo scrive:
        Re: I bug non li ha solo windows !
        - Scritto da: Anonimo
        C'è una bella differenza in teoria, dal
        momento che rpc è parte integrante del
        sistema operativo,

        ma se hai ssh bacato aperto ce ne sono pochePrima di fare affermazioni del genere ti consiglio dileggere attentamente la descrizione dei rischi a cui esponel'ultimo bug su sendMail...Partendo ad esempio da:http://www.kb.cert.org/vuls/id/784980
        • Anonimo scrive:
          Re: I bug non li ha solo windows !
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          C'è una bella differenza in teoria, dal

          momento che rpc è parte integrante del

          sistema operativo,



          ma se hai ssh bacato aperto ce ne sono
          poche

          Prima di fare affermazioni del genere ti
          consiglio di
          leggere attentamente la descrizione dei
          rischi a cui espone
          l'ultimo bug su sendMail...

          Partendo ad esempio da:
          http://www.kb.cert.org/vuls/id/784980
          E allora?Io che ho detto sai leggere?A parte che parlavo di ssh, cmq è lo stesso, ho detto che se non li hai bacati e non hai messo patch non c'è nessuna differenza, poichè in entrambi i casi:"This vulnerability could allow a remote attacker to execute arbitrary code or cause a denial of service on a vulnerable system. "L'unca differenza è che rpc *fa parte* di Windows, ssh e sendmail sono programmi che si possono o non usare (e di fatti io uso qmail), ed inoltre windows lascia aperta la porta 135 con DCOM attivo dopo prima installazione, quindi bisogna sapere dei rischi e bisogna essere in grado di chiuderla (patch o non patch)
    • Anonimo scrive:
      Re: I bug non li ha solo windows !
      - Scritto da: Skaven
      Ti rendi conto della differenza dei danni di
      questi bug rispetto a quelli provocati da
      Blaster? E tu ti rendi conto che i pc equipaggiati con windows sono il 95% di tutti quelli esistenti al mondo ?Mi sembra ovvio che un bug su windows faccia + danni visto quanti sono i pc coinvolti.... si potrebbero avere bug + gravi su linux ma non ci sarebbero mai epidemie tipo blaster, perchè linux lo usano in pochi !E poi renditi conto che la conoscenza in informatica dell'utente medio del pc con windows è NETTAMENTE inferiore a quella di un utente medio di linux... su questo non credo ci possano essere dubbi, non credi ?
      • Crazy scrive:
        Re: I bug non li ha solo Windows !
        Scsusate, ma in un Ufficio, una persona non ha tempo di stare li` a configurare ogni minima cosa, e` solo una perdita di tempo, e per fare tali cose, mi toccherebbe assumere un amministratore di rete, con Windows, questo problema non c'e` perche` si arrangia... dove sta la furbizia?Nel farsi un mazzo tanto giusto perche` un OS e` Open Source o e` meglio spendere un po' per Windows 2003 e stare tranquilli perche` tanto si puo` anche impostare l'Automatic Update, quindi non c'e` bisogno di amministratori, risparmiando uno stipendio in busta paga
      • Anonimo scrive:
        Re: I bug non li ha solo windows !
        - Sarò
        anche tonto però per lo meno io attacco una
        macchina fotografica o una stampante e
        Windows la installa, Linux no....


        WinXP 4everOnfatti lo sei perche' a me va tutto scanner macchina fotografica pen drive e quanto altro sotto linux..
      • krakz scrive:
        Re: I bug non li ha solo windows !
        perchè uno all' universita deve studiare ?tanto la laurea si puo anche comprare O_Ocon questo voglio dire ok hai il pc ma secondo te alla fine lo sai usare o è lui che usa te ?
    • Anonimo scrive:
      Re: I bug non li ha solo windows !
      - Scritto da: Skaven
      Ti rendi conto della differenza dei danni di
      questi bug rispetto a quelli provocati da
      Blaster? E dici bene, quando parli di Blaster. Perché parlando di "Blaster" stai affermando il fatto che il danno non l'ha provocato la vulnerabilità, ma il dannato imbecille che ha scritto il worm. Finché nessuno scriverà un worm che sfrutti questa vulnerabilità di Linux, il bug non farà male a nessuno.Pensa a questo, la prossima volta che parli di "Blaster" come se fosse un danno provocato da Microsoft invece che di un codice malevolo creato da qualcuno per sfruttare una vulnerabilità.
  • dotnet scrive:
    La legge universale del...
    beh... senza dubbio quelli lì sono tra i pochi strumenti e protocolli che vale la pena conoscere nell'area open......e su questo non ho mai avuto dubbi: il numero di bachi è sempre direttamente proporzionale alla validità del software.
  • Anonimo scrive:
    I bug non li ha solo windows !
    E' scontato che i bug seri li abbia pure linux e le applicazioni che ci girano su.Ma ancora qualcuno si ostina a fare orecchie da mercante.... poi quando arrivano i worm come blaster queste stesse persone gettano fango su windows a + non posso !Ma quando crescerete ?
    • Crazy scrive:
      Re: I bug non li ha solo windows !
      Hai perfettamente ragione, spesso sento decantare l'OpenSource come il modo per non avere Bug, ebbene questa e` la dismostrazone che cio` e` falso, anzi, e` piu` facile che un eventuale Sciacallo inserisca Bug a suo piacimento e poi ridistribuisca... beh, questi sono i Pro ed i Contro dell'Open Source
  • Anonimo scrive:
    questo e quello...
    "questo e quello per me pari sono". fosse questa la volta che la disputa Linux-Windows si acquieta e si può parlare di cose serie seriamente?NOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO!(troll) (troll) (troll)
  • Anonimo scrive:
    Re: Prima a Windows poi a Linux
    Sasso in arrivooooooooooooooo THUD!Vabbe, scherzi a parte... chi ha più bachi farebbe bene a star zitto e ripararli. Di solito la comunità opensource fa così...
    • Anonimo scrive:
      Re: Prima a Windows poi a Linux
      - Scritto da: Anonimo
      Sasso in arrivooooooooooooooo THUD!

      Vabbe, scherzi a parte... chi ha più bachi
      farebbe bene a star zitto e ripararli. Di
      solito la comunità opensource fa così...GRANDE !e aggiungerei: di solito non hanno bisogno di dire che sono i migliori... tantomeno mettere in cattiva luce gli altri con parole e parole e parole...
      • Anonimo scrive:
        Re: Prima a Windows poi a Linux

        e aggiungerei: di solito non hanno bisogno
        di dire che sono i migliori... tantomeno
        mettere in cattiva luce gli altri con parole
        e parole e parole...Ti ricordo che siete voi linari a gettare fango su windows continuamente !!!E siete sempre voi che cantate le lodi del vostro pinguino sembrando dei poveri deficenti !E avete pure il coraggio di dire il contrario ????Sono senza parole !
        • Anonimo scrive:
          Re: Prima a Windows poi a Linux

          Ti ricordo che siete voi linari a gettare
          fango su windows continuamente !!!Noi linari... io uso linux e non getto fango sugli altri S.O. ... semplicemente li uso il meno possibile.Generalizzare una categoria per attaccarla è sinonimo di pochezza mentale,qualunque sia il S.O. che uno abbia installato in quel momento.
          E siete sempre voi che cantate le lodi del
          vostro pinguino sembrando dei poveri
          deficenti !Come sopra. Ti commenti da solo.
          E avete pure il coraggio di dire il
          contrario ????
          Sono senza parole !Falso ancora una volta, visto che hai scritto queste "perle".Inoltre ti vorrei far notare che una cosa sono le affermazioni di un gruppo di utenti, un'altra affermazioni che provengono dagli organi ufficiali di stampa di una azienda.
        • Anonimo scrive:
          Re: Prima a Windows poi a Linux
          - Scritto da: Anonimo

          e aggiungerei: di solito non hanno bisogno

          di dire che sono i migliori... tantomeno

          mettere in cattiva luce gli altri con
          parole

          e parole e parole...

          Ti ricordo che siete voi linari a gettare
          fango su windows continuamente !!!E facciamo bene!
  • Anonimo scrive:
    Prima a Windows poi a Linux
    Linux è meglio di Windows ? Chi è senza bug scaglio la prima pietra
    • Anonimo scrive:
      Re: Prima a Windows poi a Linux
      Linux (anche se nel documento non si parla di linux ma software PER linux) ha bachi come win. L'unica differenza è la rapidità nel risolverli e l'onestà di ammetterli....
      • Anonimo scrive:
        Re: Prima a Windows poi a Linux
        - Scritto da: Anonimo
        Linux (anche se nel documento non si parla
        di linux ma software PER linux) ha bachi
        come win. L'unica differenza è la rapidità
        nel risolverli e l'onestà di ammetterli....L'onestà di ammetterli?A sembra proprio il contrario: ogni nuovo bug che viene trovato in Windows viene pubblicizzato in brevissimo tempo in tutto il mondo; di quelli di Linux se ne sente invece parlare davvero poco (e non perché non ci siano).
        • Anonimo scrive:
          Re: Prima a Windows poi a Linux
          - Scritto da: Anonimo
          L'onestà di ammetterli?
          A sembra proprio il contrario: ogni nuovo
          bug che viene trovato in Windows viene
          pubblicizzato in brevissimo tempo in tutto
          il mondo; di quelli di Linux se ne sente
          invece parlare davvero poco (e non perché
          non ci siano). Se ne parla di meno perchè sono molti di meno gli utilizzatori di linux. Quello a cui mi riferisco è che quando qualcuno trova un bug di linux, si riconosce l'errore e la patch viene prodotta generalmente in tempi strettissimi.Per la microsoft invece è successo spesso che qualcuno segnala il bug e la patch arriva con tale ritardo da permettere agli hacker di creare warm, virus e quant'altro. Sono capitati casi in passato in cui la ms non ha neanche confermato il bug se non con ritardi abominevoli.Poi che non leggi notizie in merito (ai bug di linux) è facile: quasi nessun sito di 'uso comune' parla di linux. Mi riferisco, ad esempio, alle varie assistenze degli ISP...
          • Anonimo scrive:
            Re: Prima a Windows poi a Linux

            Per la microsoft invece è successo spesso
            che qualcuno segnala il bug e la patch
            arriva con tale ritardo da permettere agli
            hacker di creare warm, virus e quant'altro.
            Sono capitati casi in passato in cui la ms
            non ha neanche confermato il bug se non con
            ritardi abominevoli.
            In genere non dipende dal fatto che la patch arriva tardi a permettere la diffusione di worm e virus, ma da tutti quelli che non l'hanno installata subito, vuoi perchè se ne fregavano, vuoi perchè non sanno neanche cosa è una patch...Vedi il blaster, è nato e si è diffuso solo dopo il rilascio della patch...
        • Anonimo scrive:
          Re: Prima a Windows poi a Linux

          L'onestà di ammetterli?
          A sembra proprio il contrario: ogni nuovo
          bug che viene trovato in Windows viene
          pubblicizzato in brevissimo tempo in tutto
          il mondo; di quelli di Linux se ne sente
          invece parlare davvero poco (e non perché
          non ci siano).
          Senti è la 1 e 59 di notte.La notizia è comparsa una ora fa su questo sito e già sono pronte le patch di correzione.Non è che se ne parla poco è che vengono corrette immediatamente.I bachi sono in qualsiasi softwere, il punto è che in un sistema libero tutti hanno la possibilità immediata di correggerli e di rendere pubblica la correzione.Detto senza nessuna volontà polemica, uso linux ormai da maggio 2002 e ne sono contento ma non condanno chi usa win.Semplicemente sono contentissimo del SO che uso e non lo cambierei mai per tornare indietro.Grunch
      • Anonimo scrive:
        Re: Prima a Windows poi a Linux
        uhmmm...a me pare che la differenza fondamentale sia la differenza sostanziale numerica di installazioni dei due os....
        • Anonimo scrive:
          Re: Prima a Windows poi a Linux
          - Scritto da: Anonimo
          uhmmm...

          a me pare che la differenza fondamentale sia
          la differenza sostanziale numerica di
          installazioni dei due os....Su questo non c'e dubbio. Non conosco dati ma credo si parli di ordini di differenza (almeno uno) tra i due.
      • Anonimo scrive:
        Re: Prima a Windows poi a Linux
        - Scritto da: Anonimo
        Linux (anche se nel documento non si parla
        di linux ma software PER linux) ha bachi
        come win. L'unica differenza è la rapidità
        nel risolverli e l'onestà di ammetterli....ogni giorno MS pubblica patch e aggiornamenti... il problema è che molti utenti non sanno nemmeno il significato di "aggiornamento software" e di "patch"...ma per voi ogni scusa è buona...
        • Anonimo scrive:
          Re: Prima a Windows poi a Linux
          - Scritto da: Anonimo
          ma per voi ogni scusa è buona...Scusami, ma non mi sento parte di nessuna confraternita. Credo sbagli nell'usare il 'voi' come sbagliamo (diciamo tutti) nel separarci in winari e linari, termini senza senso. Uso entrambi e non sono 'fanatico' di una religione figurati di un sistema operativo....
    • Goul_duKat scrive:
      Re: Prima a Windows poi a Linux
      - Scritto da: Anonimo
      Linux è meglio di Windows ? Chi è senza bug
      scaglio la prima pietranon uno di quei prodotti sono linux ... la prossima volta prima di parlare pensa !!!ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Prima a Windows poi a Linux
      - Scritto da: Anonimo
      Linux è meglio di Windows ? Chi è senza bug
      scaglio la prima pietraNessuno è senza bug......ma un conto è avere le pach il giorno dopo la scoperta del bug un conto è aspettare mesi...non trovi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Prima a Windows poi a Linux
        - Scritto da: Anonimo

        Nessuno è senza bug......ma un conto è avere
        le pach il giorno dopo la scoperta del bug
        un conto è aspettare mesi...non trovi?Si...ma solo perchè il bug viene reso noto quando la patch è pronta, magari. Il mondo è dei furbi. Se ti fai un giro sui soliti siti asiatici, anche quelli classici underground, di 'sti bachi se ne parlava da tempo....
    • Anonimo scrive:
      Re: Prima a Windows poi a Linux
      ovviamente linux!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Prima a Windows poi a Linux
        scusatemi ma sapete leggere??? Guardate che non sono bug di LINUX, ma sono bug di programmi che girano sotto linux...che è ben diverso.Piacerebbe a voi winzozziani sbattercele in faccia queste vulnerabilità, ma aih voi non stanno così le cose.Imparare l'ITALIANO prima di scrivere sarebbe una cosa gradita.
        • Anonimo scrive:
          Re: Prima a Windows poi a Linux
          Linux è un sistema inusabile quindi non avrà futuro..semplicemente perchè, nessun sviluppatore o azienda seria, investirà il proprio tempo e denaro a sviluppare applicazioni per sistemi che oggi ci sono e domani no..
          • Anonimo scrive:
            Re: Prima a Windows poi a Linux
            PS. in questi ultimi 5 anni linux ha conquistato il 2,5% del mercato..altre parole sono superflue
          • Anonimo scrive:
            Re: Prima a Windows poi a Linux
            - Scritto da: Anonimo
            Linux è un sistema inusabile quindi non avrà
            futuro..semplicemente perchè, nessun
            sviluppatore o azienda seria, investirà il
            proprio tempo e denaro a sviluppare
            applicazioni per sistemi che oggi ci sono e
            domani no..linux è usabilissimo sia lato server che desktop lato server grazie alle distribuzioni paccaculo stile redhat tutte pupazzose e fumettose non devistarea perdere un attimo per configurare un server 2 click ala win e hai fatto senza contare che puoi sempre e comunque ripiegare con la consolle che in amministrazione è il massimo dell'elasticita.poi per il desktop hai solo l'imbarazzo della scelta kde o gnome oramai sono sufficentemente stabilida supportare qualsiasi e dico qualsiasi tipo di lavorooffice da segretaria (open office evolution cups ecc ecc ).IMHO attacca la corrente a 250W e sparatela su per il culopuo darsi che ti si attiva il cervello per stimoli extrasensoriali.Tamarro
          • Anonimo scrive:
            Re: Prima a Windows poi a Linux
            - Scritto da: Anonimo

            linux è usabilissimo sia lato server che
            desktop
            lato server grazie alle distribuzioni
            paccaculo
            stile redhat tutte pupazzose e fumettose non
            devistare
            a perdere un attimo per configurare un
            server
            2 click ala win e hai fatto senza contare
            che puoi
            sempre e comunque ripiegare con la consolle
            che in amministrazione è il massimo
            dell'elasticita.
            poi per il desktop hai solo l'imbarazzo
            della scelta
            kde o gnome oramai sono sufficentemente
            stabili
            da supportare qualsiasi e dico qualsiasi
            tipo di lavoro
            office da segretaria (open office evolution
            cups ecc ecc ).
            IMHO attacca la corrente a 250W e sparatela
            su per il culo
            puo darsi che ti si attiva il cervello per
            stimoli extrasensoriali.
            TamarroSparati
Chiudi i commenti