Ubuntu 8.10: lo stambecco è intrepido

Simone Brunozzi (Ubuntista.it) guida alla scoperta della nuova release della più popolare tra le distribuzioni Linux. Ecco cosa c'è da vedere, provare e scoprire

Roma – Siamo giunti al quarto compleanno di Ubuntu, la distribuzione Linux più famosa e diffusa del pianeta, che in poco tempo è riuscita a conquistarsi l’apprezzamento di milioni di “ubuntisti” in giro per il mondo.
La nuova release, 8.10 (8 è l’anno successivo al 2000, 10 il mese di rilascio, ottobre), denominata Intrepid Ibex (stambecco intrepido), è disponibile da ieri, 30 ottobre, per il download dal sito web www.ubuntu.com , anche in formato torrent.
Vediamo insieme le caratteristiche che hanno reso Ubuntu così popolare, e le novità che accompagnano questa nuova release.

Fin dalla prima versione, la ormai mitica 4.10 Warty Warthog, Ubuntu è stato caratterizzato da:
– Sistema Operativo Free & Open, basato su Linux Debian, sviluppato da una comunità di volontari sotto l’egida di Canonical Ltd e del suo fondatore, il miliardario sudafricano Mark Shuttleworth;
– Rilasci di nuove versioni ogni sei mesi (unica eccezione: la 6.06, uscita con due mesi di ritardo per motivi tecnici);
– Grande attenzione alla usabilità, e facilità di installazione;
– Nessun costo di licenza (Canonical Ltd. ottiene i suoi profitti dal supporto);
– Software basato sulla distribuzione Debian, nota per la sua robustezza ed affidabilità;
– “Umanità verso gli altri”, che è la traduzione della parola Zulu “Ubuntu”.

Nella precedente versione 8.04 ( Hardy Heron , airone ardito) erano stati criticati il sistema di ricerca interno Tracker (considerato inferiore a Beagle), il client BitTorrent Transmission, la presenza di alcuni bug e “sbavature” nella gestione del sistema, e la mancanza di un gestore di effetti 3D integrato. Tuttavia, in generale, aveva ricevuto grandi apprezzamenti da una folta schiera di pubblico. Questi problemi sembrano essere stati risolti con la nuova versione.

Novità di Ubuntu 8.10
– Ambiente Desktop Gnome 2.24, con il supporto di “tab” in Nautilus File Manager, insolito ma comodo una volta che ci si abitua ad usarlo;
– Sistema X.Org 7.4, con migliorata compatibilità hot-plug di dispositivi di input come tavolette grafiche, tastiere e mouse;
– Kernel Linux 2.6.27, che include una migliore compatibilità hardware;
– Directory cifrata (Encrypted Private Directory), disponibile “quasi” di default (è necessario lanciare due comandi da terminale per abilitarla);
– Applet per il cambio utente, particolarmente utile se si vuole prestare il proprio computer a qualcuno, impedendogli di “fare danni” (account “Guest”, ospite);
– Software per fotoritocco Gimp 2.6, gestore di fotografie F-spot 0.5.0.3;
– Network Manager 0.7, finalmente stabile e funzionale; per Ubuntu 8.10 infatti una delle priorità era la connettività, e questa versione aggiunge funzionalità importanti come la gestione contemporanea di più dispositivi attivi, di connessioni 3G, di dispositivi con configurazioni IP statici, e gestione del routing tra dispositivi. Nota stonata, sembra che non supporti le chiavi WEP in formato esadecimale.
– DKMS, un sistema sviluppato da Dell che semplifica l’aggiornamento dei driver di sistema in presenza di nuovi kernel;
– Samba 3.2 fornisce una migliore integrazione in ambienti Windows, e torna ad essere di nuovo un sistema “plug and play”, facendo dimenticare i “problemucci” incontrati nella versione precedente;
– Plugin BBC per il lettore multimediale Totem, abilitando in questo modo i contenuti free del network inglese BBC.

Considerazioni
Ho testato la nuova Ubuntu su due computer diversi, e devo dire che in entrambi i casi il riconoscimento hardware è stato perfetto, inclusi la scheda wireless e il modulo bluetooth. Da questo punto di vista molti altri commentatori in rete sono concordi.

Lo “human theme”, il tema grafico di default, è decisamente accattivante, e per chi non è soddisfatto sono disponibili numerosi altri temi da scaricare.

la release

Le novità elencate, tuttavia, sono migliorie apprezzate, più che vere e proprie rivoluzioni. Ubuntu 8.10 punta decisamente a consolidare la propria presenza nei computer degli utenti di tutto il mondo, preparandosi ad una importante rivoluzione in arrivo con la release successiva, la 9.04, che dovrebbe invece prendere ispirazione da un recente post di Mark Shuttleworth , in cui si traccia la linea verso nuovi design, “user experience” e sviluppo.

Da diversi anni ormai si sente parlare dell’ “anno del Desktop” per Linux, ma questo anno non è ancora mai arrivato, complice soprattutto la difficoltà nell’acquisto di computer con Ubuntu preinstallato.
È quasi doloroso dover concludere un articolo del genere dicendo “scaricatelo qui”, e poi “installatelo”. Qualcosa si sta muovendo, soprattutto all’estero, ma siamo ancora ben lontani dal poter davvero acquistare l’hardware che vogliamo e sperare che ci sia la versione con Ubuntu preinstallato. Questa limitazione frena i nuovi utenti, anche se non impedisce a quelli più smanettoni di perdere qualche decina di minuti e “saltare il fosso”.
Nel caso di upgrade da una versione precedente di Ubuntu, invece, tutto funziona alla perfezione, e serve davvero un unico “click” per passare alla 8.10.

Sto tenendo d’occhio Edubuntu , la versione di Ubuntu dedicata alle scuole; secondo me c’è un grande potenziale nascosto, e sarebbe bellissimo se studenti e docenti di tutta Italia prendessero in mano Edubuntu e iniziassero ad utilizzarlo; si creerebbe un “Network effect” (effetto valanga) che porterebbe enormi benefici, e probabilmente anche risparmi, nella scuola italiana.

Sono sempre stato un “precauzionista”, e la cartella privata (e cifrata) in Ubuntu 8.10 è una buona cosa, anche se non è pensabile chiedere ad un novizio di dover ancora digitare due comandi da terminale. Certe cose dovrebbero essere disponibili di default (e ancora non vedo un degno concorrente di TrueCrypt).

Il LiveCD fornisce una ottima esperienza iniziale, e sono convinto che questo convincerà molte persone a provare l’installazione.

Concludo l’articolo con alcuni link utili:
La home page italiana di Ubuntu
I forum della community italiana
Se volete dare una mano a diffondere Ubuntu, ecco un po’ di materiale

Alla prossima!

Simone Brunozzi
www.ubuntista.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • 67657 scrive:
    765756765
    765765765765
  • k1k3 scrive:
    Colpire al debole
    Come sempre e al solito, i politici si dan d'affareper perseguitare i piu deboli, per poi poter dire k fanno qualcosa di utile x il paese, come al solito (Unicamente x i ricchi e potenti).Come si è gia visto, se sei ricco, i domiciliari, se sei povero al fresco, anke se il reato è minore.Quando si fara qualcosa di giusto,xk non danno la caccia ai mafiosio del paese, cosi la italia diventa un paese migliore.Pero no, è piu facile perseguiere coloro k non possono difendersi..Non bastava dare la caccia a gli stranieri, portarli in carcere come delinquiente, fra po ci verra messo nelle maniqualke numeretto tattuato x farci distinguere, pirata, download o straniero, come ki dice, Prendete al hebreo,non cadiamo nell errore commessi delle altre generazioni,tentiamo almeno di essere giusti.Possiamo essere migliori.
  • lemkeboy scrive:
    diritto d'autore
    nella filosofia del diritto c'é una "regola" aurea che, più o meno, dice così: non è la legge a modellare la società, ma la società a modellare la legge. Nel momento in cui la maggioranza delle persone trova ingiusta una legge, nel momento in cui la maggioranza delle persone trova ingiusto un divieto, quello, di fatto decade.E quando si cerca di mantenere uno status quo precedente, applicando leggi che sono ritenute come ingiuste dalla maggioranza delle persone, non solo si fa un pessimo servizio, ma si va incontro al certo fallimento.Difendere l'attuale diritto d'autore, così com'é stato pensato quasi un secolo fa, è assurdo. Non perchè una qualche forma di diritto d'autore non debba esistere, ma perchè è assolutamente anacronistico ed iniquo.
  • Beppe scrive:
    che vergogna
    i soldi pubblici dovrebbero usarli per trovare chi evade milioni di euro ,non per 4 film scaricati tra l'altro di qualita scadente
  • furio camillo scrive:
    sito torrent ed ed2k scambioetico
    http://severnplanet.info/
  • mario rossi scrive:
    Riguardo l'articolo
    1)Vorrei essere una mosca per vedere se anche chi porta la divisa non ha in casa un dvd masterizzato o scaricato dalla rete.2)per quanto riguarda la pedopornografia e' giusto perseguire chi fa ste cose,ma prima che non cera internet come facevano sti signori a scambiarsi foto e video visto che la maggior parte di questi perversi sono di alta borghesia.............chi tiene i file.
  • Michele scrive:
    FIMI e RAI si...
    FIMI e RAI che si impiccassero assieme...
  • meglio morire scrive:
    Re: in un italia verso il degrado......
    oltre a mafia camorra ,immigrazione pilotata,esaurimento del petrolio guerre per la pace dopo la talpa e l'isola dei famosi arriva in tv licio gelli fate un pò voi dove stiamo andando a finire.nel 2009 perderanno il lavoro migliaia di persone in europa,sicuramente non scaricheranno più film ma neanche li compreranno.adesso ditemi che la massoneria ci salverà!!!!
  • PGStargazer scrive:
    Re: Ci vuole buon senso
    - Scritto da: IlCieco
    Credo che non sia ammissibile generalizzare,
    mischiare argomenti insieme tipo pedofilia e
    sharing musicale. E' evidentemente una
    speculazione che fa
    comodo.

    Io però ogni volta che mi trovo a leggere
    commenti su qst tipo di articoli mi incavolo,
    perché c'è sempre troppa
    ipocrisia.Il mondo attuale è basato sull'ipocrisiaLa superficialità e' una coseguenza da lavoro istruzione campagna mediaticaEsempio banale: se si schianta un ragazzo o uccide qualcuno quando intervisti un parente o un'amico non può venirmi a dire "era un bravo ragazzo" non capisco perchè l'ha fatto...CUT
    Dovremmo essere tutti più onestiE' imho umanamente impossibilenon rientra nella natura umana, una persona o in piccolo o in grande deve delinquere per soldi CUT
    Quando però mi trovo il tipo tutto griffato (con
    roba comprata ovviamente), con la macchina figa
    (comprata ovviamente), il cellulare che fa pure
    il cappuccino (comprato ovviamente) etc etc che
    mi dice che i cd li scarica e basta perché lui i
    soldi a quegli strozzini delle major nn glieli
    dà... beh, dovrebbe imparare a capire cosa
    significa essere
    coerenti.Chi nasce ricco solitamente e' umile non da importanza e neanche lo fa vederema chi da povero diventa ricco allora subentra una megalomania compulsiva, avere avere avere sempre di piu'la definirei classe sociali ma dove programmi come the fabulous life of ohttp://www.mtv.com/ontv/dyn/cribs/series.jhtmlbeh ribaltano la situazione trasformando in feccia dell'umanita' anche quelli ricchi dalla nascita
    Se vuoi scaricare scarichi... lo facciamo tutti o
    quasi tanto, ma leviamoci le fette di prosciutto
    da davanti agli occhi, dio
    santo...

    P.S.: era uno sfogo così, slegato forse
    dall'articolo, ma che covavo da tempo...
    :-)Parole sprecate le mie ele tue imho pero'-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 01 novembre 2008 12.18-----------------------------------------------------------
  • Dedrisproject scrive:
    che tristezza
    Che Tristezza.....
  • rockroll scrive:
    Colpirne 48 per "educarne" 48000000?
    Bella filosofia davvero! Sembra di tornare indietro di almeno 4 anni all'epoca della prima persecuzione del regime, la tristemente famosa operazione Cucciolandia-PastoreAbruzzese che incolpò di questo orrendo misfatto, allora rivestente carattere penale, esattamente 48 vittime, guarda caso! Una delle giustificazioni di tale accanimento da inquisizione medioevale, proprio mentre venivano rilasciati i detenuti con tre anni di reclusione a carico, fu come da titolo, "colpirne 48 per "educarne" 48000000". Gli inquisitori del regime colpirono anche il mio vicino di pianerottolo, che per inciso scaricava meno di me... Irruzione premattiniera, sequestro a tappeto, incriminazione addirittura penale, obbligo di scelta avvocato difensore cui corrispondere inevitabilmente molte centinaia di euro tanto per gradire l'accettazione dell'incarico ... ... ... per poi arrivare dopo quattro anni a un nulla di fatto, con prescrizione del tutto in quanto scaduti da tempo i termini massimi concessi dalla legge per ... l'indagine ... preliminare ... Evidentemente nella Magistratura di Sulmona (competente per il caso), qualche magistrato si sarà messso una mano sulla coscienza, e non potendo sconfessare apertamente la tampa che si stavano facendo davanti agli occhi dell'intera nazione, ha preferito lasciar decadere il tutto .... ora capisco perchè l'ineffabile E. Mazza va dicendo anche su queste pagine che "bisogna educare la Magistratura a far rispettare gli interessi di chi ... lucra sui diritti d'autore".
  • Ricky scrive:
    faziosi...
    Guarda caso hanno arrestato CATTIVI con immagini pedo...Ma guarda caso...Posso capire il lavoro delle fiamme gialle contro i pedo, li sotterrerei tutti vivi, ma non vorrei mai pensare che prima spaccano tutti e arrestano i grandi condivisori e POI , se non trovano nulla di serio, ce lo infilano loro per motivare tutto questo movimento di mezzi ed uomini.A pensare male...COmunque sia resta un senso di inequita' in tutto questo.Tanta gente , tanti mezzi per arrestare 4 pirla...mentre i grandi evasori imperversano in Italia facendosi fuori MILIONI DI EURO!Avete tempo da perdere per caso?!La prossima grande retata la farete a casa dei ragazzino che usano il nintendo piratato!?NON AVETE NULLA DI PIU' URGENTE DA FARE PER CASO?!Lo sapete che VOI FINANZIERI siete li per perseguire gli evasori e non SOLO i ladruncoli di DVD per far contenti i capi asserviti alle major?IO, da cittadino che paga i VOSTRI SALARI, vorrei tanto leggere che solo DOPO AVER MESSO IN CARCERE E RECUPERATO I SOLDI RUBATI DEI GRANDI EVASORI vi mettete in cerca dei grandi scaricatori...!PErche' leggo il contrario!?
    • Reolix scrive:
      Re: faziosi...

      Perche' leggo il contrario!?Perchè sei nell' Ita(g)lia da bere, del va tutto bene, del prima o poi si risolve tutto, dell' abbiamo ereditato debiti (dopo 14 anni che ci stanno loro), perchè siamo nell'Ita(g)lia egoarca, da diversi anni in (netto) peggioramento.
  • Peppolo scrive:
    Prima entro in casa, poi qualcosa trovo
    Prima ti entro in casa, poi qualcosa ti trovo di sicuro.Un file musicale copiato, un sistema operativo non pagato, un commento diffamatorio postato, una immagine pedoporno scaricata, via via allargando alla casa in sé e per sé in cui poter trovare refurtiva, droga, esplosivi, oppure anche solo piccoli abusi edilizi.Insomma pare che venga buona la scusa per entrare in casa alle 4 di mattina.Poi qualcosa salta fuori.A questo punto perché aspettare una scusa? Controlliamo tutti, perquisiamo tutti gli appartamenti d'italia.Con i telefoni già lo fanno, sono più quelli intercettati che quelli no.Che razza di stato l'italia.Io non so, non è che voglia supportare i copiatori a sbafo di musica che non condivido affatto.Però io guardo fuori dalla finestra o guardo il telegiornale e vedo uno schifo, ma uno schifo, che non ha mai fine, in italia.Viene commesso qualsiasi abuso e reato nella totale indifferenza di giustizia e forze dell'ordine.Allora perché si corre dietro a dei copiatori di musica e si lasciano commettere questi abusi?Voglio dire, non credo che ci sia qualcuno che non sappia indicare un luogo della propria città dove per esempio trovare spacciatori. E non perché usi roba ma perché il degrado è evidente ed intoccato.E com'è allora che gli spacciatori sono sempre lì ad ogni ora e nessuno fa nulla mentre per i copiatori di musica arrivano le forze dell'ordine alle 4 di mattina?Questo non è un paese normale.
    • CCC scrive:
      Re: Prima entro in casa, poi qualcosa trovo
      [...]

      Questo non è un paese normale.non so se sia "normale"...ma, permettetemi un espressione "diretta", ...di sicuro è un paese di MERDA, abitato da gente di MERDA...
    • Christian scrive:
      Re: Prima entro in casa, poi qualcosa trovo
      Benvenuto nel Club!Non sò quanti anni tù abbia, ma ragioni molto bene. Non sò se hai mai vissuto all'estero ma l'italia è veramente diventata una fogna.Ciao.
      • Girty scrive:
        Re: Prima entro in casa, poi qualcosa trovo
        Fogna e a dir poco...ANIMALI!!!!!!!!!!!!Questo si!
        • Ciuffolo scrive:
          Re: Prima entro in casa, poi qualcosa trovo
          ....io mi vergogno d'esserci........tutto venduto ai furbetti di turno........popolazione trattata come della fogna per crimini minori........assassini di genitori ai quali viene pure trovato un lavoro........defilippi in tv....e quì chiudo !
  • unaDuraLezione scrive:
    50?
    contenuto non disponibile
  • Federico scrive:
    Il problema non è il P2P o la pirateria
    Chiariamoci signori.Il diritto d'autore SERVE. Ne è testimone la storia e non sto qui a dilungarmi su questo.La pirateria è sbagliata e, in quanto tale, va perseguita per legge.Secondo me, l'approfondimento che va fatto è un altro. Lo stato qui sbaglia, perchè non sta tutelando il Diritto D'Autore in quanto tale, ma sta proteggendo un SISTEMA ECONOMICO, sta FALSANDO IL MERCATO.La produzione, distribuzione etc. di queste tipologie di materiale sono legate ormai ad un sistema economico fallimentare; il consumatore se n'è accorto e non è più disposto a spendere cifre alte.Lo Stato, in questo caso, dovrebbe incentivare l'evoluzione di questo sistema economico spingendo un DRM equo, non fare leggi atte a proteggere un sistema economico che altrimenti andrebbe al fallimento!
    • Paolo.f scrive:
      Re: Il problema non è il P2P o la pirateria
      questo è gia più un ragionamento realistico, secondo me fino a che la pirateria sarà vista come un crimine puro da condannare più di uno stupro (perchè cosi è per interessi del potere!) non cambierà niente. quando dcideranno di accettare il fatto che la pirateria è un mercato spontaneo da combattere con una strategia di mercato opposta e regolamentata che risponde alle richieste di noi mortali, allora qualcosa si muoverà altrettanto spontaneamente! gli scooter non esistevano, il boom del mercato degli scooter è nato perchè noi mortali abbiamo trovato risposte alle nostre necessità! se si potesse fare copia incolla di uno scooter il discorso non cambierebbe. siamo noi che spontaneamente decidiamo vita o morte di un mercato. dato che di uno scooter o una macchina non si può fare copia incolla, ecco che la duna è morta sul nascere, come l'arna (chi di voi la conosce l'arna?). Il copia incolla mette un pò di potere nelle nostre mani.... e che fai non lo usi?
    • Mi scoccio di loggare scrive:
      Re: Il problema non è il P2P o la pirateria
      - Scritto da: Federico
      Chiariamoci signori.
      Il diritto d'autore SERVE. Ne è testimone la
      storia e non sto qui a dilungarmi su
      questo.Che tipo di diritto d'autore?Non quello che conosciamo oggi di sicuro.Oggi, non possiamo parlare di diritto d'autore, perche' tali diritti non sono di proprieta' dell'autore ma di multinazionali.In tal senso, il diritto d'autore NON SERVE.Vogliamo discutere del diritto d'autore? Bene.Parliamone pure, ma la base e' che il diritto d'autore e' solo dell'autore ed e' incedibile.Alla morte dell'autore, il diritto dovra' esser trasformato in pubblico dominio e quindi accessibile a chiunque.Chi ha inventato la lampadina non ha ottenuto il beneficio che i suoi figli,nipoti e pronipoti han ricevuto dobloni.
      La pirateria è sbagliata e, in quanto tale, va
      perseguita per
      legge.Anche l'estorsione e' sbagliata e in quanto tale va perseguita per legge.Pero' a quanto pare, i commercianti per un pezzetto di plastica possono richiedere 20 euro, e ad oggi, le GdF non prendono provvedimenti in merito.
      Lo Stato, in questo caso, dovrebbe incentivare
      l'evoluzione di questo sistema economico
      spingendo un DRM equo, non fare leggi atte a
      proteggere un sistema economico che altrimenti
      andrebbe al
      fallimento!Lo Stato deve provvedere ad eliminare la schiavitu' ( attualmente gli artisti percepiscono soldi solo se i grandi distributori vogliono - non parlo di nomi famosi ma di nomi piccoli ), e per farlo, deve obbligare il diritto d'autore ad personam e non cedibile a terzi.Poi, deve riequilibrare (magari con un calmiere ) il costo dei materiali audio/visivi, in modo da eliminare l'estorsione attualmente in atto a danno dei consumatori in un regime di monopolio.Una volta fatte queste 2 modifiche, si puo' anche discutere di p2p.
      • Stemby scrive:
        Re: Il problema non è il P2P o la pirateria
        - Scritto da: Mi scoccio di loggare
        Una volta fatte queste 2 modifiche, si puo' anche
        discutere di
        p2p.Più che di p2p, di pirateria.Comunque a me va benone anche il processo contrario: prima debellare la pirateria e poi riformare la legge sul diritto d'autore.Mi sembra anche più lineare e logico, come percorso.L'importante è comunque iniziare, perché la situazione attuale è davvero vergognosa e da medioevo. Bene così.
    • Reolix scrive:
      Re: Il problema non è il P2P o la pirateria
      - Scritto da: Federico
      Chiariamoci signori.e chiariamoci dai, su a papà
      Il diritto d'autore SERVE. Ne è testimone la
      storia e non sto qui a dilungarmi su
      questo.
      E dilungati perchè avresti dovuto dire qual'era il VERO fine del diritto d'autore e se conosci il vero fine saprai che quello attuale tutto è tranne che utile e capace di incentivar/sviluppare la conoscenza, la storia insegna che gli uomini non imparano da essa altrimenti non si vedrebbe la necessità di cambiare il fine del diritto d'autore che la storia ci ha raccontato....
      La pirateria è sbagliata e, in quanto tale, va
      perseguita per
      legge.
      Molto opinabile, sbagliata o giusto sono interpretazioni della realtà in conseguenza degli effetti e, nello specifico, gli effetti sono inventati e non supportati dai dati. I cinema incassano, i cantanti ingrassano, le major se ne sbattono della crisi finanziaria e finanziano decine di film a venire sugli eroi marvel (Iron Man 2, Thor, Captain America, The Avengers e chi più ne ha....http://www.mania.com/marvel-updates-slate-projects_article_56552.html)a centinaia di milioni di dollari, allora? Per te lo sarà sicuramente, ma tutto può essere sbagliato e nel contempo giusto, fino a 6 anni fà non era reato penale, cosa è cambiato da allora? E' giusto? Il punto è: dannosa o no? Basta PI per dire che non è dannosa, ma fai un giretto su Arstecnica, Torrentfreaks, Università di Cambridge, Harvard...poi, penale o civile? Perseguibile d'ufficio o no? Che pena in rapporto al reato?
      Secondo me, l'approfondimento che va fatto è un
      altro. Lo stato qui sbaglia, perchè non sta
      tutelando il Diritto D'Autore in quanto tale, ma
      sta proteggendo un SISTEMA ECONOMICO, sta
      FALSANDO IL MERCATO.Quale mercato? Chi è che stabilisce il prezzo dei film e cd? Le "classiche" leggi di mercato non funzionano, guarda caso, per il diritto d'autore
      La produzione, distribuzione etc. di queste
      tipologie di materiale sono legate ormai ad un
      sistema economico fallimentare; il consumatore se
      n'è accorto e non è più disposto a spendere cifre
      alte.
      Corretto
      Lo Stato, in questo caso, dovrebbe incentivare
      l'evoluzione di questo sistema economico
      spingendo un DRM equo, non fare leggi atte a
      proteggere un sistema economico che altrimenti
      andrebbe al
      fallimento!Il DRM equo non esiste per la natura stessa del DRM (tecnologie di restrizione digitale) la legge e la sua interpretazione hanno favorito il DRM sulla copia privata ma di fatto hanno impedito la copia privata. Se esistesse un DRM universale che permetta la copia privata questo permetterà solo che i contenuti si possano trasferire tra i dispositivi noti al sistema, alla faccia dell'interoperabilità e della MIA libertà di poter usufruire in maniera piena di un cd/dvd DOVE cavolo voglio visto che l'ho acquistato, ti pare?
  • pierluigi scrive:
    è possibile una replica?
    arrestiamo anche i grandi truffatori.E l'illegalità non è un solo problema degli altri, è una questione di cultura e di mentalità.qualche anno fa c'erano manifesti che segnalavano come l'acquisto delle sigarette di contrabbando, o di videocassette contraffatte, finisse comunque per alimentare la criminalità organizzata.eppure tutti continuavano (e continuano) a farlo, dandosi le stesse giustificazioni che h9o letto oggi. credete che stia parlando di massimi sistemi? pensate al film "gli intoccabili"( a proposito, avevano taroccato nache una copia di quello...).chi beveva alcool non commetteva in fondo un gran reato, però alimentava le casse della mafia... e comunque, per citare un filosofo, si è distanti dalla verità sia se si è rubata una monetina, sia se si è rubato un miliardo...
    • sirbone scrive:
      Re: è possibile una replica?
      Potrei controbattere che gli introiti erano garantiti alla Mafia proprio dall'assurdo proibizionismo. Una volta abolito, la Mafia non ha più guadagnato nulla dagli alcolici.
      • p2p scrive:
        Re: è possibile una replica?
        - Scritto da: sirbone
        Potrei controbattere che gli introiti erano
        garantiti alla Mafia proprio dall'assurdo
        proibizionismo. Una volta abolito, la Mafia non
        ha più guadagnato nulla dagli
        alcolici.VERO.
      • pierluigi scrive:
        Re: è possibile una replica?
        ho letto tutti i vostri commenti, non nascondo con molta pena e profonda amarezza...nella quasi totalità poco informati, pressapochisti, carichi solo di livore (e non di rabbia, che è qualcosa di molto differente...)in altri tempi li avrei definiti qualunquisti, ma dubito che ci sia qualcuno di voi che sappia cosa significa esattamente questo termine.spero solo che non siate rappresentativi di questo Paese, e che ci siano energie migliori. p.s. prima di chiudere, voglio solo rispondere che la mafia si alimenta e prospera nella illegalità diffusa, e che il diritto d'autore è un segno di civiltà, non di barbarie.avere un'idea,un progetto creativo e sapere che esiste un sistema normativo che li tutela, che consente di sfruttarli non significa che si facciano gli interessi delle majors.e comunque, il riferimento agli "intoccabili" era alla battuta finale di kevin costner, quando risponde "andrò a bere un bicchiere" al giornalista che lo intervista su cosa farà ora che il proibizionismo è stato abolito. questo significa solo che leggi vanno rispettate e fatte rispettare, e che un Paese che non riconosce questo principio, e che tutte le leggi vanno rispettate, non solo quelle che fanno comodo, non ha alcun diritto di lamentarsi, come avete fatto voi, dell'etica di chi lo governa...
        • Stemby scrive:
          Re: è possibile una replica?
          Grandeeeeeeeee!Quoto tutto. Finalmente uno con la testa sulle spalle. Allora c'è ancora qualche speranza per il nostro povero paese.La mia gioia nasce dal fatto che io mi sono battuto sugli stessi argomenti, per alcuni giorni, senza grossi successi...http://forum.zeusnews.com/viewtopic.php?t=37027&start=20&postdays=0&postorder=asc&highlight=
          • pierluigi scrive:
            Re: è possibile una replica?
            e' ironico? non mi sembra. in questo caso grazie.con l'occasione un saluto da chi ha rilasciato l'intervista che ha fatto scatenare i vs. commenti. (ma possibile che non se ne sia accorto nessuno?)
          • lemkeboy scrive:
            Re: è possibile una replica?
            nella filosofia del diritto c'é una "regola" aurea che, più o meno, dice così: non è la legge a modellare la società, ma la società a modellare la legge. Nel momento in cui la maggioranza delle persone trova ingiusta una legge, nel momento in cui la maggioranza delle persone trova ingiusto un divieto, quello, di fatto decade.E quando si cerca di mantenere uno status quo precedente, applicando leggi che sono ritenute come ingiuste dalla maggioranza delle persone, non solo si fa un pessimo servizio, ma si va incontro al certo fallimento.Difendere l'attuale diritto d'autore, così com'é stato pensato quasi un secolo fa, è assurdo. Non perchè una qualche forma di diritto d'autore non debba esistere, ma perchè è anacronistico ed iniquo.Le tue argomentazioni, che mescolano criminalità, mafia, malaffare...sono impalpabili: le eprsone che si scaricano i film o la musica da internet, lo fanno per uso personale, non regalano soldi ad alcuna organizzazione, semplicemente sfruttano uno strumento tecnologico esistente. Il problema quindi non è l'esistenza e l'uso di certi strumenti tecnologici, ma il fatto che la "filosofia" del diritto d'autore è ancora ferma ad una visione ottocentesca, che non riesce a "convivere" con la presneza di certi strumenti.E' la LEGGE che va cambiata, in modo da garantire la propria applicabilità, non le perosne a dover essere punite perchè sfruttano una teconologia innocua e preesistente.
  • Paolo.f scrive:
    se permettono....
    che uno tiri su una società con 5000 per costruirti casa con i piedi e strapagata, poi di chiudere quella società perchè cosi se cade il palazzo non puoi rifarti di niente perchè non esiste più chi l'ha costruita, che nel frattempo ne ha creata un' altra di società per fare altri bidoni e poi risparire, tutto supportato e legalizzato dallo stato, io secondo te mi devo far dei problemi per una ps2?
    • Guybrush scrive:
      Re: se permettono....
      - Scritto da: Paolo.f
      che uno tiri su una società con 5000 per
      costruirti casa con i piedi e strapagata,Una bella visura presso la camera di commercio no, eh?
      cosi se cade il
      palazzo non puoi rifarti di niente perchè non
      esiste più chi l'ha costruita,Tristemente e' piu' probabile che non esista piu' chi l'ha comprata. Tuttavia il costruttore e con lui chi ha firmato il progetto e' responsabile civilmente e penalmente per i 20 anni successivi alla costruzione.GT
      • paolo.f scrive:
        Re: se permettono....
        il problema è che quel costruttore non c'ha niente... è un nullatenente. anche questo è permesso. quidni ti danno ragione e contemporaneamente te la prendi lo stesso ne secchio
  • Paolo.f scrive:
    ps....
    Se fanno i furbi i miliardari per fare altri miliardi, perchè io povero mortale devo essere più scemo?
  • Paolo.f scrive:
    :-)
    sopra le proprie possibilità... e chi è che decide quali sono i miei limiti? tu? i miei soldi? guardati dentro casa tua e vedrai che pure tu hai fatto il furbo e hai potuto qualcosa sopra le tue "possibilità" semplicemente perchè sei stato furbo e hai trovato l'occasione o la possibilità...se cosi non è hai capito poco e non campi un gran che mi sa....
    • Antonio Macchi scrive:
      Re: :-)

      possibilità...se cosi non è hai capito poco e non
      campi un gran che mi
      sa....da come ragioni, scommetto che sei napoletano.
  • Paolo.f scrive:
    manipolazioni.....
    quello che vogliono far credere è che perdono soldi e posti di lavoro, quello che non sanno è che parte di quei posti di lavoro e parte dei soldi che gia hanno, sono frutto della pirateria. pensate che ci sia veramente qualche folle che voglia spendere cifre prossime ai 500 o 1000 per giocare o sentire musica quando c'ha un mutuo da pagare? le reali vendite della playstation 1 e 2, e tra poco la 3, senza la pirateria non esisterebbero. esistono perchè a 5 o 10, per i più sprovveduti, si possono trovare giochetti e pensare di poter pagare ancora il mutuo. pensano che se uno ha 10Gb di mp3 scaricati, vuol dire 10Gb, o anche 5Gb di incassi mancati. MA DE CHE!!! se dovessimo pagare sarebbero al massimo 50Mb. mai comprato DVD o CD musicali in vita mia, ma con gli MP3 dopo aver ascoltato e valutato ho comprato DVD musicali di concerti live. un cliente in più per loro grazie alla pirateria.
    • 200 OK scrive:
      Re: manipolazioni.....
      Il mutuo l'hai scelto te.Non è una giustificazione per fare della pirateria.Troppi vogliono vivere sopra le loro possibilità, ecco perchè si sente tanto parlare di crisi.
    • daniele scrive:
      Re: manipolazioni.....
      Quoto in pieno!!Io i cd musicali originali che ho, li ho presi grazie al mulo, ascoltando prima le canzoni e poi valutando il fatto di acquistare o no!
  • SistemaAnti Troll scrive:
    Re: Ci vuole buon senso
    il problema è più profondo e sta nel mercato multimediale... Il problema di oggi è che la musica è gestita da monopoli... quindi se decidi di farti un cellulare... hai ampia scelta nokia, samsung, motorola ecc.. ma se vuoi comprarti un cd di Avril Lavigne non hai scelte... sei costretto a comprarlo al prezzo che hanno deciso loro non essendoci concorrenza, non è che perchè il CD di Avril Lavigne costa troppo mi compro un cd di Britney Spears non avrebbe senso :DIl p2p aiuta molto in questo, se poi ci si aggiunge che è immediato, non ci sono limiti in quello che scarichi (e forse qui qualcosa si muove pure nei mercati legali), e hai più vantaggi che svantaggi (non rischi che chi ti vende il cd ti ci installi un rootkit) in più è gratis...
  • ilmassi scrive:
    quanti pirati criminali eh..?
    e poi lasciamo i mafiosi e gli assassini in strada...ah per quelli non vi paga la siae? ok allora continuate ad arrestare ragazzini!
    • ZiOToNY scrive:
      Re: quanti pirati criminali eh..?
      cazzo c'hai perfettamente ragione, abbiamo il più grosso mafioso del mondo ancora in libertà e come presidente del consiglio, e loro che fanno??!! arrestano i ragazzini di 15 anni, sotto richiesta SIAE, xchè scaricavano master of puppets dei metallica...quando poi a Milano gira + cocaina che in Colombia.Poveri illusi... se credono di rimettere a posto l'italia arrestando gli adolescenti che nn hanno i soldi x comprarsi i dischi...LOL spero che non m'arrestino anche a me xchè ho detto tutto ciò...RageAgainsTheMachineRabbiaControIlSistema! A
    • Carlo Bonzi scrive:
      Re: quanti pirati criminali eh..?
      non dimenticare che se li arrestano e' solo per proteggerli dalla concorrenza (riferito ai mafiosi) e mentre sono dentro scrivono qualche libro che non fanno tempo a terminare perche' sono rilasciati..e meno male che ci pensa la concorrenza a farli fuori.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: quanti pirati criminali eh..?
      Interessante anche il fatto che ne la gdf, ne tantomeno quelle piccole insignificanti società (es FMI) sanno cosa ci sia dietro al p2p. Dire che ci siano associazioni malavitose dietro al p2p o che che ci sia lucro, bhè mi fanno ridere, ridere per la loro IGNORANZA.Eh dai svegliatevi fuori, il lucro è morto con la vendita dei cd copiati a scuola, ora è già tanto se ci si scambiano file a mano tra amici (senza ovviamente lucro), e le associazioni criminali sono per le strade..non certo per il web. O forse ancora non si distingue la parola donazioni (per reggere l'infrastruttura) con la parola guadagni.
  • vday scrive:
    Avete votato.....
    il porkonano? ECCO GLI EFFETTI!!! Morte e distruzione!!!!! :@
    • z f k scrive:
      Re: Avete votato.....
      - Scritto da: vday
      il porkonano? ECCO GLI EFFETTI!!! Morte e
      distruzione!!!!!
      :@SicomenoCome se i politicanti non fossero tutti proni alle richieste dei portatori_di_denaro_e_potere, indifferentemente dal colore politico.Sveglia, che tra poco ci sbattono fuori dall'europa.CYA
    • ilmassi scrive:
      Re: Avete votato.....
      no beh...con prodi andava tutto liscio..gran governo.
  • z f k scrive:
    eterea vaghezza...
    riguardo i due sospetti pedovideo di che? cartoni animati? maggiorenni che recitano da minorenni? oppure veri e propri reati?"potrebbe essere" "ipotesi" "buon numero di file" "perlopiù" "idea" "possa" "rischi anche" Ok, sto stiracchiando un po'; il fatto che ne abbiano individuati solo due mi fa credere che ci sia qualcosa di concreto: dati i criteri in vigore praticamente chiunque si ritrova con del materiale che corrisponde; ma tanta vaghezza, in questo contesto... e' evidente che stanno forzando la cosa per ricercare il consenso della gente riguardo questo tipo di operazioni, altrimenti maltollerate.CYA
    • Criptainer scrive:
      Re: eterea vaghezza...
      e' evidente che stanno
      forzando la cosa per ricercare il consenso della
      gente riguardo questo tipo di operazioni,
      altrimenti
      maltollerate.Chiaro!Vorrei sapere perchè ogni volta che vengono eseguite delle perquisizioni per reati di pirateria ci sia sempre di mezzo almeno un episodio di pedopornografia.Con i canoni attuali scommetto che anche le foto di qualche teenager, magari truccate per sembrare un po' più giovani (nonostante siano legali ed abbiano 17 o 18 anni) verranno puntualemente scambiate per materiale pedo dagli zelanti finanzieri di turno...Poi, come accade nel 99% dei casi, ovviamente tutto si risolverà in un nulla di fatto, ma questo non si leggerà nei giornali né si vedrà mai in televisione. Intanto però l'opinione pubblica sarà ulteriormente manipolata e qualcuno si troverà ingiustamente rovinato da un'accusa infamante...Che schifo.
  • isaia panduri scrive:
    Re: Ci vuole buon senso
    Se mi metti i jeans sul mulo... me li scarico, stai tranquillo!!!Giusto per dire che non c'entra un cavolo il paragone che hai portato. Se i prodotti e i servizi offerti dalle griffes o dalle telco fossero egualmente disponibili in formato digitale, verrebbero piratati e scambiati alla stessa stregua della musica o dei film.L'effetto collaterale di trasferire un oggetto dal mondo analogico al digitale è che esso diventa riproducibile a costo zero. Se la cosa è una pacchia per i produttori di musica e film (che non devono usare pellicola o dischi analogici), devono accollarsi che lo sia anche per chi la consuma, la duplica e la scambia, usufruendo della stessa tecnologia.Altro effetto collaterale che l'industria non accetta è che se diventa a costo zero duplicare il prodotto... quel prodotto perde valore. Mantenerlo alto artificiosamente non fa altro che alimentare lo sharing...
  • Dr. Gian Pietro Bomboi scrive:
    BELLA FORZA: QUANDO IL POTERE COMANDA
    Come sempre in Italia si cerca di proteggere chi è già forte e, contro di lui non valgono regole. E' facile perseguire il debole, che unito alla massa è colui che fa funzionare Internet, ma che, al Potere non interessa.Il Potere è cieco.Il Potere è vigliacco.Il Potere ha pauraIl Potere agisce contro il debole.Il Potere si può sconfiggere con lIntelligenza!!In tutta la pubblicità che si sta facendo criminalizzando chi copia o scambia motivi musicali (per me, perfettamente legittimo scambiare), il Potere si dimentica che trattasi di un mondo (musicale) che viaggia nelloro. Pensate ad un artista (si fa per dire) che riesce a vendere decine di milioni di dischi. Pensate ad un noto cantante che in una serie di concerti ha avuto 800milioni di persone che hanno pagato un biglietto. Tanti soldi!! Pensate agli sciagurati che vendono il diritto di scaricare un brano a 0,90 Euro; questo signori hanno spesa quasi ZERO, pensate quanti soldi quanta ricchezza! Pensate alla SIAE che incassa soldi da tutte le parti e... pensate che agisce arrogantemente. A proposito che cos'è la SIAE??Dr. Gian Pietro Bomboi
  • Enjoy with Us scrive:
    Avete capito?
    Direct connect è pericoloso, troppo facile andarvi a pescare, usate il Mulo che è meglio!P.S. non crediate che il fatto di non condividere alleggerisca la vostra posizione, tanto se vi vogliono fregare un paio di immagini pedopornografiche saltano fuori sempre!
    • lol scrive:
      Re: Avete capito?
      è incredibile che la gente utilizzi ancora direct connect visti i precedenti
    • Akasha82 scrive:
      Re: Avete capito?
      Che poi con DC++ + shari e + hai la possibilità di entrare nei mega canali ultra farciti. Poi basta vedere quelli che hanno + robba in condivisione, prendi l'ip e il gioco è fatto. Ma i software di P2P veramente anonimi e offuscati quando usciranno? basta con sti Ip visibili!
      • Il Rompibolle scrive:
        Re: Avete capito?
        - Scritto da: Akasha82
        Ma i software di P2P veramente anonimi e
        offuscati quando usciranno? basta con sti Ip
        visibili!Ma se il tuo software non conosce l'IP degli altri, come fa a trovarli ed a scambiare dati con loro? Le soluzioni fino ad adesso sono:1) uno o più hub centrali - che possono essere spenti, vedi e2k2) uno o più strati di middleware che "anonimizza" (tipo TOR) - ma bisogna poi vedere fino a che punto, perché ne possiam parlare finché volete ma tanto le reti IP sono fondate sugli IP e gira che ti rigira quelli si possono trovare sempre - magari ci vuol tempo ma si fa.Mettiamoci l'anima in pace, gente, il software su reti IP non può metterti in condizione di perfetto anonimato - qualunque persona che si sia fatta un corso di sicurezza delle reti un po' serio te lo può confermare.
  • Riberto scrive:
    Finalmente
    Era ora che si inizoasse a dare un segnale forte a chi crede di potersi appropriare del lavoro altrui senza rischiare, mettendo in pericolo migliaia di posti di lavoro.
    • Alessandro scrive:
      Re: Finalmente
      - Scritto da: Riberto
      Era ora che si inizoasse a dare un segnale forte
      a chi crede di potersi appropriare del lavoro
      altrui senza rischiare, mettendo in pericolo
      migliaia di posti di
      lavoro.Guarda non commento questa espressione
    • gisp scrive:
      Re: Finalmente
      ahahahhahahahahahahahahhahahno scusate, non ce la faccio, troppo divertente!AAHAHAHAHHAHAHAHAHAHHAHAHAHAHAH
    • ilmassi scrive:
      Re: Finalmente
      cioè elton jonh ti sembra non tiri al 30 del mese? perdere posti di lavoro? si forse da quel macchinone insulso e inutile della siae!
    • do not feed the troll scrive:
      Re: Finalmente
      come da soggetto...
    • lol scrive:
      Re: Finalmente
      è la più grande stronzata mai scritta da quando hanno inventato punto informatico
    • 01234 scrive:
      Re: Finalmente
      tro-tro-trollllebbra' :-)
    • CCC scrive:
      Re: Finalmente
      - Scritto da: Riberto
      Era ora che si inizoasse a dare un segnale forte
      a chi crede di potersi appropriare del lavoro
      altrui senza rischiare, mettendo in pericolo
      migliaia di posti di
      lavoro.mi fai schifo
    • robert scrive:
      Re: Finalmente
      - Scritto da: Riberto
      Era ora che si inizoasse a dare un segnale forte
      a chi crede di potersi appropriare del lavoro
      altrui senza rischiare, mettendo in pericolo
      migliaia di posti di
      lavoro.I posti di lavoro si perderanno a causa dei tuoi amici banchieri e dei dei politici loro maggiordomi i quali per dare i soldi alle banche dovranno sottrarli all'economia reale. Tu sai che significa? No eh?! Ma forse per un figlioccio di papà come te sono cose troppo difficili da capire.
    • lorenzo scrive:
      Re: Finalmente
      parole sante!!!
    • rockroll scrive:
      Re: Finalmente
      Non è proprio il caso di prendere in considerazione l'intervento di Riberto, cerchiamo di essere civili e facciamo finta di non averlo letto!
    • lab scrive:
      Re: Finalmente
      ma fatti furbo!!!!!
    • Daniel Jackson scrive:
      Re: Finalmente

      altrui senza rischiare, mettendo in pericolo
      migliaia di posti di
      lavoro.Quali, scusa?(tanto non risponderai)
  • 01234 scrive:
    Re: Ci vuole buon senso
    ogni opinione deve poter essere espressa, certo...però "Perché poi la musica la scarichiamo gratis, ma i jeans mica li andiamo a taccheggiare negli stores" equipara copia a furto, e questo non può passare mai...se uno ha i soldi per griffarsi probabilmente scarica per pigrizia...ma in ogni caso non ruba (io la vedo così, almeno)se uno i soldi non ce li ha...almeno si diverte un po'...
    • vday scrive:
      Re: Ci vuole buon senso
      - Scritto da: 01234
      ogni opinione deve poter essere espressa, certo...

      però "Perché poi la musica la scarichiamo gratis,
      ma i jeans mica li andiamo a taccheggiare negli
      stores" equipara copia a furto, e questo non può
      passare
      mai...

      se uno ha i soldi per griffarsi probabilmente
      scarica per pigrizia...ma in ogni caso non ruba
      (io la vedo così,
      almeno)

      se uno i soldi non ce li ha...almeno si diverte
      un
      po'...Guarda che molti comprano i jeans CONTRAFFATTI che costano MOOOOOLTO MENO!!!!Perciò anche per gli oggetti IL PROBLEMA E' AGGIRABILE!!!! :D
      • 01234 scrive:
        Re: Ci vuole buon senso
        ecco, personalmente sono contrario alla contraffazionemassimamente contro quella integrale (ti vendo jeans, cd etc gabellandoli x originali) che è pure una truffae appena meno per quella "vabbe' 'o sapimm' ca nunn'è orìGGinalO"io ho avuto l'idea, e se ci si guadagna voglio la mia fetta. A me pare giustoPerò!!!se non ci si guadagna zitto e mosca...
  • Joe Tornado scrive:
    che spreco !
    'cidenti, 200 agenti ! Li avessero suddivisi in, chessò, 50 pattuglie da 4, in una notte, chissà quanti veri delinquenti,ladri, automobilisti ubriachi, etc. avrebbero fermato !A me fa un po' schifo che il denaro pubblico (mie e vostre tasse) venga buttato così
    • infame scrive:
      Re: che spreco !
      - Scritto da: Joe Tornado

      A me fa un po' schifo che il denaro pubblico (mie
      e vostre tasse) venga buttato
      cosìun altro che pare molto preoccupato.vi rode che vi possano beccare, vero?
      • bfree scrive:
        Re: che spreco !
        Più che "infame", direi "imbelle" (da Aldo,Giovanni,Giacomo). Paladino della correttezza che mai farebbe un passo oltre la linea della legge.Bravo, se avessi una GIF che applaude, ne riempirei il post, per i restanti 6760 caratteri.Ti verrò a trovare in carcere...o forse in parlamento!?Ipocrisia docet
        • gisp scrive:
          Re: che spreco !
          massì, non dare da mangiare ai troll... lascia che si nutrano nell'ombra del loro ego... in totale anonimato, ovviamente.
        • robert scrive:
          Re: che spreco !
          - Scritto da: bfree
          Più che "infame", direi "imbelle" (da
          Aldo,Giovanni,Giacomo). Paladino della
          correttezza che mai farebbe un passo oltre la
          linea della
          legge.
          Bravo, se avessi una GIF che applaude, ne
          riempirei il post, per i restanti 6760
          caratteri.
          Ti verrò a trovare in carcere...o forse in
          parlamento!?
          Ipocrisia docetBeh sai, quando si tratta di difendere gli interessi di certe caste gli uomini e i mezzi li trovano sempre. Però mi piacerebbe sapere dove stavano le fiamme gialle quando i furbastri di turno hanno raddoppiato i prezzi portando le 1000 lire a 1 euro. Hh già che stupido, in quel caso si sarebbe trattato di difendere il potere d'acquisto dei poveri pensionati.
      • xWolverinex scrive:
        Re: che spreco !

        vi rode che vi possano beccare, vero?Quello che rode, e rode veramente, da contribuente italiano, e' che si sprechi la gdf per certe operazioni, guardando accuratamente di non andare a toccare le persone di cui si dovrebbe occupare "per vocazione" la guardia di finanza. Una forza pubblica utilizzata da privati. e' questo che rode.
        • Roberto Urbani scrive:
          Re: che spreco !
          intanto il bar sotto casa mia non fa uno scontrino neanche minacciandolo col fucile, avvertito il 117 ed indovinate non è successo nulla. Spero proprio che il titolare si mette a scaricare qualche film in P2p così finalmente la pagherà.
          • xWolverinex scrive:
            Re: che spreco !
            - Scritto da: Roberto Urbani
            intanto il bar sotto casa mia non fa uno
            scontrino neanche minacciandolo col fucile,
            avvertito il 117 ed indovinate non è successo
            nulla. Spero proprio che il titolare si mette a
            scaricare qualche film in P2p così finalmente la
            pagherà.Segnala al 117 che mettono su musica pirata :D ;) Potrebbe funzionare sicuramente meglio dello scontrino.e' questo che mi fa VERAMENTE rodere
          • Reolix scrive:
            Re: che spreco !

            Segnala al 117 che mettono su musica pirata :D ;)
            Potrebbe funzionare sicuramente meglio dello
            scontrino.

            e' questo che mi fa VERAMENTE rodere(rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: che spreco !
            contenuto non disponibile
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    Tutti soldi pubblici buttati...
    [img]http://studiocsk.com/data/vomit.jpg[/img]
    • infame scrive:
      Re: Tutti soldi pubblici buttati...
      un altro che pare molto preoccupato.vi rode che vi possano beccare, vero?
      • robert scrive:
        Re: Tutti soldi pubblici buttati...
        - Scritto da: infame
        un altro che pare molto preoccupato.

        vi rode che vi possano beccare, vero?A me pare che quello preoccupato sia tu. Ti rode che domani potrebbero non beccare piu nessuno vero?Perchè prima o poi dovrà pur arrivare sto benedetto p2p criptato, e dovrà pur esserci il modo di cancellare ogni traccia ed in qualsiasi momento relativa ai siti visitati e a ciò che si è scaricato. E' solo questione di tempo dopo di che i giochi saranno finiti.Anzi è proprio lo zelo (sempre vigile quando si tratta di difendere gli interessi di potenti miliardari) delle forze dell'ordine che accelererà i tempi.
      • Carlo Bonzi scrive:
        Re: Tutti soldi pubblici buttati...
        infame - ti da' fastidio che scarichino, abbassa i prezzi di vendita dei tuoi CD taroccati
      • Reolix scrive:
        Re: Tutti soldi pubblici buttati...
        Mi rode che dove io risiedo (profondo sud) vanno a caccia di streghe appioppandoo milioni di euro di multa arresti/sequestri e lasciano stare decine ville abusive, discreti evasori fiscali e accertati mafiosi (sai che si conoscono?), si mi rode il culetto peloso, il problema è perchè non ti rode a te....
  • PoveraItagl ia scrive:
    Non arrestano i grandio truffatori
    Tipo quelli che truccano i bilanci delle aziende o che spacciano carta straccia come bond e rompono le palle a chi fa p2p per scaricare qualche canzonetta.L' Italia è ridotta così; al parlamento delinquenti e pregiudicati che si fanno leggi per autoproteggersi e per continuare a nostre spese il malaffare, e rovinare economicamente famiglie intere perchè qualcuno in casa ha scaricato un pò di canzonette.Paese di DEMENTI.
    • Mario scrive:
      Re: Non arrestano i grandio truffatori
      Perché in usa agli utenti che scaricano cosa fanno.. li dicono grazie
      • Reolix scrive:
        Re: Non arrestano i grandio truffatori
        In Usa i grandi evasori vengono condannati a 20 anni di carcere e impossibilitati a svolgere lo stesso mestiere, da noi male che vada danno un seggio in parlamento, e capita, a volte, che le major vengano sbugiardatehttp://punto-informatico.it/2334127/PI/Brevi/riaa-restituira-oltre-100mila-dollari.aspxhttp://yro.slashdot.org/article.pl?sid=08/01/29/2230246&from=rsssiamo proprio uguali si
    • 01234 scrive:
      Re: Non arrestano i grandio truffatori
      ribadisco, personalmente, la mia condanna a chi copia e rivendeperò quoto anche te...chi scarica per sé va lasciato in pace...(qualità degradata, iniquo compenso già pagato etc)
    • Silvio Palozzi scrive:
      Re: Non arrestano i grandio truffatori
      - Scritto da: PoveraItagl ia
      Tipo quelli che truccano i bilanci delle aziende
      o che spacciano carta straccia come bond e
      rompono le palle a chi fa p2p per scaricare
      qualche
      canzonetta.
      L' Italia è ridotta così; al parlamento
      delinquenti e pregiudicati che si fanno leggi per
      autoproteggersi e per continuare a nostre spese
      il malaffare, e rovinare economicamente famiglie
      intere perchè qualcuno in casa ha scaricato un pò
      di
      canzonette.
      Paese di DEMENTI.Quoto alla stragrande
  • Q LO scrive:
    Manovrare la massa
    Comodo associare sempre concetti lontani tra loro, eh?Così nella mente della gente nascono delle associazioni FALSE, ai limiti del razzismo.Qualche esempio?p2p=pedofiliaubriaco=drogatouniversitario=fannullonee ce ne sono altri milioni... complimenti!
    • Ciuffolo scrive:
      Re: Manovrare la massa
      - Basterebbe tornare ad Internet a Consumotipo..... 5 ogni 200Mega......(rotfl)- Basterebbe che rete 4 andasse sul satellite.... @^- Non è un caso quello che accade, sono convinto che in ogni retata c'è sempre del materiale pedo....- Anche se non ci fosse alla fine c'è e se non c'èlo si fa trovare, un poco come è avvenuto con unabomberse le prove mancano se le inventa, e se è innocentechi se ne frega, se l'avvocato non fosse stato panizavremmo un innocente in galera.- Che dire poi, magari il Pool è lo stesso vistoche di mezzo c'è il LEON !
    • 01234 scrive:
      Re: Manovrare la massa
      ovviamente quotoe rilancio col far notare che "quando vediamo che un indirizzo IP scarica a raffica centinaia o migliaia di file è chiaro che non si tratta più di un downloader casuale ma di qualcuno che lo fa spesso con altre finalità, anche a fini di lucro" è frase fortemente etilica :-D
    • infame scrive:
      Re: Manovrare la massa
      - Scritto da: Q LO

      p2p=pedofiliafalso, nella maggior parte dei casi.
      ubriaco=drogatovero, nella maggior parte dei casi
      universitario=fannullonemai fu scritto nulla di più vero.
      • Tizio Incognito scrive:
        Re: Manovrare la massa
        - Scritto da: infame
        - Scritto da: Q LO




        p2p=pedofilia

        falso, nella maggior parte dei casi.


        ubriaco=drogato

        vero, nella maggior parte dei casi


        universitario=fannullone

        mai fu scritto nulla di più vero. :| :| :| :| :| :| :|Ma dove vivi? :s :s :s
      • franzo scrive:
        Re: Manovrare la massa
        Il titolo ubriaco al volante che citano spesso i giornale si riferisce il più delle volte a una persona normale che ha bevuto 2 bicchieri di vino a pasto e che supera di poco il limite... Non lasciarti imbambolare dai titoli antisonanti!Vieni a fare ingegneria e poi vedi quanti fannulloni ci sono!
    • Antonio Macchi scrive:
      Re: Manovrare la massa

      ubriaco=drogatomagari per le altre hai ragione... ma questa e' proprio sbagliatal'ubriaco e' come, se non peggio, di un tossicodipendente.l'alcool e' una drogai danno sociali dall'alcool sono uguali se non peggio di quelli causati dalla drogaquesto se ci si riferisce alle droghe pesantise parliamo delle droghe leggere allora la droga e' MOLTO, ma MOLTO meno dannosa dell'alcool
Chiudi i commenti