UDI, il ponte fra PC e televisori HDTV

Un gruppo di aziende capeggiato da Intel sta sviluppando una nuova interfaccia video digitale, chiamata UDI, che promette di uniformare il mondo dei personal computer con quello delle appliance video digitali ad alta definizione


Roma – Sono anni che l’industria promette la convergenza tra computer e televisori, ma fino ad oggi gli utenti hanno dovuto districarsi fra molteplici interfacce di connessione, per giunta tutte incompatibili fra loro. Ora Intel e altri colossi del settore sembrano finalmente pronti a dare alla luce una specifica “passepartout” capace di rendere i monitor per PC pienamente interoperabili con i televisori HDTV.

Chiamata UDI (Unified Display Interface) , la specifica descrive un’interfaccia digitale progettata per connettere i monitor digitali, come quelli LCD, ai computer. Nel mondo dei PC, UDI sarà retrocompatibile con i monitor dotati di uscita DVI (Digital Video Interface), mentre nel mondo dei televisori sarà compatibile con HDMI (High-Definition Multimedia Interface), l’interfaccia digitale standard per gli apparecchi HDTV (High Definition TV) e i display consumer ad elevata definizione.

Nei piani dei suoi promotori, UDI rimpiazzerà definitivamente sia l’obsoleta interfaccia VGA , ormai inadatta a gestire segnali video ad elevata risoluzione, sia la DVI, che annovera tra i suoi difetti una scarsa interoperabilità con HDMI, un elevato costo, e l’assenza di una vera specifica di conformità. UDI si candida anche a sostituto dell’interfaccia S-Video , oggi ancora presente su molti notebook e in alcune schede grafiche per PC.

La compatibilità fra UDI e le appliance HDTV non sarà solo a livello fisico, di connettore, ma anche a livello di protezione dei contenuti : la nuova interfaccia supporterà infatti l’High-bandwidth Digital Content Protection ( HDCP ), una tecnologia di DRM (Digital Rights Management) ampiamente adottata dai dispositivi che utilizzano l’interfaccia HDMI.

“I promotori di HDMI appoggiano ben volentieri lo sviluppo di prodotti per PC compatibili con questo standard”, ha affermato Les Chard, president di HDMI Licensing LLC . “Stiamo cooperando con i promotori di UDI per garantire la compatibilità fra i dispositivi HDMI e quelli UDI nel settore dell’elettronica di consumo e in quello dei PC”.

Lo Special Interest Group (SIG) che svilupperà e promuoverà la specifica UDI è composto, oltre che da Intel, da Apple, LG, National Semiconductor, Samsung e Silicon Image. Tra le aziende che collaboreranno all’iniziativa si contano Nvidia, THine Electronics, FCI, Foxconn Electronics e JAE Electronics. Si fa notare l’assenza di ATI, che insieme a Nvidia domina il mercato dei processori grafici per computer.

Il SIG prevede di completare la specifica 1.0 per il secondo trimestre del 2006 : ciò significa che i primi monitor dotati di porta UDI potrebbero arrivare sul mercato già entro la fine del prossimo anno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    kay
    Potrei sbagliarmi ma un sistema di TVRSS (o qualcosa di molto simili) è stato sviluppato dalla "Partecipatory culture foundation" che se non erro viene utilizzato anche dalla current.tv di al Gore.C'è un articoletto con tutti i links quihttp://ntv.splinder.com/post/6663025
  • Anonimo scrive:
    Usare il "soft-pubblico"
    Sfruttare bittorrent per trasmettere merda televisiva mi sembra la massima espressione del cinismo e di come si possa calpestare il pensiero degli altri sfruttando un mezzo di diffusione considerato pirata solo quando questo non porta vantaggio al portafogli delle solite quattro larve a caccia di denaro facile. Schifosi ciucciasoldi... ma succhiatemi il calzino... manco gratis la vorrei la televisione, con lo schifo che ci trasmettono sopra... roba da ritardati mentali.Aggiornatevi.
  • Anonimo scrive:
    Si può fare il sito porno definitivo!
    Pensate... ogni ragazza può finalmente aprire un suo sito a costo zero, e benedirci con le sue grazie... Finalmente le studentesse non avranno più problemi a pagarsi gli studi!
    • Anonimo scrive:
      Re: Si può fare il sito porno definitivo
      - Scritto da: Anonimo

      Pensate... ogni ragazza può finalmente aprire un
      suo sito a costo zero, e benedirci con le sue
      grazie...

      Finalmente le studentesse non avranno più
      problemi a pagarsi gli studi!anche ora sanno arrangiarsi
  • Anonimo scrive:
    Tv Commerciale e queste cose non vanno
    La Tv Commerciale e queste cose non vanno d'accordo.Una TV commerciale vuole che il programma abbia la pubblicità per garantire agli sponsor che gli spot verranno visti.Metti che fanno scaricare i loro show, poi la gente la salta di netto.Quindi è chiaro che la direzione delle TV commerciali sarà sempre in una distribuzione controllata con tanto di DRM. Basti pensare al nuovo decoder di SKY con hard disk che non fa saltare la pubblicità e non permette di registrare certi programmi.Altrimenti sarebbero già state le TV a fornire i feed RSS per scaricare i video con bittorrent.Quindi per me se mai dovessero nascere feed ufficiali delle TV saranno feed validi solo per certi apparecchi ultra blindati, con DRM, nessuna uscita video per evitare la registrazione analogica ecc...ecc...
  • Anonimo scrive:
    Ma a che serve...
    ...senza contenuti?Non è che si può vivere prendendo i contenuti della tv già esistente. E chi fornirebbe altri contenuti INTERESSANTI?...che non siano il filmino delle vacanze estive interessante per chi l'ha fatto, la moglie e il figlioletto.
  • FDG scrive:
    Ho qualche dubbio
    Per quanto le scelte di base possano essere condivisibili, ci sono a mio avviso dei problemi. Il primo è che mancano i contenuti (le trasmissioni grabbate dalle TV non contano); senza contenuti... senza fornitori di contenuti non si va da nessuna parte... o meglio, si può solo andare in tribunale. Il secondo, non meno importante, è la mancanza di una versione windows. Non ci vedo una grande strategia in tutto ciò.
    • mda scrive:
      Re: Ho qualche dubbio
      - Scritto da: FDG
      Per quanto le scelte di base possano essere
      condivisibili, ci sono a mio avviso dei problemi.
      Il primo è che mancano i contenuti (le
      trasmissioni grabbate dalle TV non contano);
      senza contenuti... senza fornitori di contenuti
      non si va da nessuna parte... o meglio, si può
      solo andare in tribunale. Il secondo, non meno
      importante, è la mancanza di una versione
      windows. Non ci vedo una grande strategia in
      tutto ciò.Contenuti esistono, il 90% è porno :| O)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho qualche dubbio
        - Scritto da: mda
        Contenuti esistono, il 90% è porno :|
        O)Ma parli in generale o ti riferisci a ciò che trovi con il programmino dell'articolo?
        • mda scrive:
          Re: Ho qualche dubbio
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: mda

          Contenuti esistono, il 90% è porno :|

          O)

          Ma parli in generale o ti riferisci a ciò che
          trovi con il programmino dell'articolo?In generale !Ma forse in futuro, ma ?==================================Modificato dall'autore il 22/12/2005 20.16.29
          • Anonimo scrive:
            Re: Ho qualche dubbio
            - Scritto da: mda
            In generale !

            Ma forse in futuro, ma ?Non è vero che c'è solo il porno. Io scarico diversi programmi video fatti in casa (li chiamano vidcasting ma è un termine che non piace) tipo thebroken.org e robe simili.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ho qualche dubbio
            - Scritto da: Anonimo
            Non è vero che c'è solo il porno. Io scarico
            diversi programmi video fatti in casaa si i porno amatoriali :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Ho qualche dubbio
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Non è vero che c'è solo il porno. Io scarico

            diversi programmi video fatti in casa

            a si i porno amatoriali :Dthebroken.org ti sembra un porno amatoriale?
      • FDG scrive:
        Re: Ho qualche dubbio
        - Scritto da: mda
        Contenuti esistono, il 90% è porno :|
        O)Quando parlo di mancanza di contenuti, mi riferisco a contenuti immessi nel circuito grazie agli accordi fatti con i produttori. Anche per il porno, comunque devi metterti daccordo con chi li produce. Altrimenti sei ne più e ne meno come chi si acquisisce le trasmissioni televisive e poi ne fa dei torrent non ufficiali.
  • hulio scrive:
    Emozionante
    Grande bella straordinaria iniziativa. Sono queste le cose che ti fanno amare Internet e la programmazione, che ti fanno assaggiare bocconi di nuove liberta'.Ovvio che durera' una o due settimane poi verranno tutti arrestati. Ma intanto grazie per averci dato un sogno.
    • hdd scrive:
      Re: Emozionante
      - Scritto da: Hulio
      Grande bella straordinaria iniziativa. Sono
      queste le cose che ti fanno amare Internet e la
      programmazione, che ti fanno assaggiare bocconi
      di nuove liberta'.Già.
      Ovvio che durera' una o due settimane poi
      verranno tutti arrestati.Esagerato.Scommettiamo che non andrà così ?
  • Anonimo scrive:
    Sì, però...
    ...ad un software open vanno abbinati in formati open (Theora o Dirac + Vorbis) !!!Marco Ravich
  • logiq scrive:
    Complimenti per l'articolo
    ..soprattutto l'ultima parte, una notazione tecnica al di sopra di qualunque opinione "politica", imhociao
  • Anonimo scrive:
    Buono
    Senza alcun dubbio ciò è un buon segno... avanti così! ;)
Chiudi i commenti