UE contro la desertificazione digitale

Se non verranno messi in atto strategie ed investimenti opportuni nel settore ITC, l'Europa rischierà la desertificazione digitale. A prospettarlo, un nuovo studio presentato a Bruxelles

Roma – Bruxelles si accorge dell’importanza della rivoluzione digitale, di quanto ci sia ancora da sfruttare nel settore Information, Communication Technology e soprattutto dei rischi inerenti un eventuale mancato impegno, soprattutto finanziario, nel settore.

A ribadirlo il rapporto Unlocking the ICT growth potential in Europe: Enabling people and businesses redatto dalla Conference Board che invoca una nuova strategia da adottare a livello europeo in modo da sfruttare le possibilità che si aprono in nuovi settori come la banda larga mobile, il cloud computing, lo sfruttamento dei Big Data e l’Internet delle Cose . Se si pensa che non si prendono nemmeno in considerazione altri settori come la tecnologia cosiddetta wearable (indossabile) e tutto il mercato legato alle stampanti 3D, è evidente come le possibilità offerte dall’ICT siano enormi per il Vecchio Continente che cerca una via per uscire dalla crisi economica .

Nel rapporto, in particolare, sono stati presi in considerazione quattro diversi scenari, ognuno dei quali mostra l’importanza strategica del settore ICT ed i possibili pericoli: la Conference Board parla di rischio desertificazione digitale , mostrando a sostegno di questa tesi il dato secondo il quale tra il 2006 e il 2011 le aziende europee hanno perso il 21 per cento dei profitti complessivi a vantaggio di quelle di altre regioni, il numero di domande di brevetto che negli Stati Uniti è cinque volte maggiore che in Europa e il fatto che tra gli attuali leader dell’economia della Rete, Google, Facebook, eBay, Yahoo, Baidu e Tencent, nessuno ha sede in Europa.

Anche se qualcosa le istituzioni europee finora hanno fatto, insomma, è ancora poco per competere con economie fortemente votate al settore tecnologico come Stati Uniti e Giappone, ma anche per non farsi superare dalle economie emergenti che stanno investendo in questi settori sfruttando costi inferiori.

Da questa analisi scaturisce come sia importante risolvere a livello politico alcuni ostacoli che le aziende si trovano ad affrontare, dei veri e propri colli di bottiglia che rischiano di bloccare lo sviluppo del settore europeo: a preoccupare è innanzitutto la frammentazione del mercato interno, principalmente conseguenza della frammentazione della normativa in materia.

Oltre a questo aspetto rappresenta un problema il livello minimo di investimenti nelle infrastrutture ICT, che lascia l’Europa in ritardo rispetto ad altre regioni nell’adozione della fibra ottica e della banda larga mobile.

Un altro aspetto contro cui punta il dito il rapporto è la mancanza di abilità tecnologiche e della cultura necessaria ad adottare e sfruttare le nuove tecnologie.

Tutti questi fattori, secondo la Conference Board , dovrebbero convincere le istituzioni europee a intervenire prioritariamente nell’economia digitale e nel settore ICT per stare una scossa ad un’economia attualmente in crisi.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ciccio scrive:
    arruffa carte
    Che strano post precedente sparito!Che vuol dire arruffa carte?
  • Gabriele Domenichin i scrive:
    Transazioni publiche dati privati
    Ci vorrà del tempo ma prima o poi si capirà che anziché dare i nostri dati a ditte che prendono il 2% su tutti gli acquisti dobbiamo imparare ad adottare i bitcoin.Certo sono pericolosi ma la tua sicurezza é affidata a te e non c'é nessuno organismo diverso che in maniera paternalistica si occupa dei tuoi soldi.
    • collione scrive:
      Re: Transazioni publiche dati privati
      - Scritto da: Gabriele Domenichin i
      affidata a te e non c'é nessuno organismo diverso
      che in maniera paternalistica si occupa dei tuoi
      soldi.mhm temo che nè piazza affari nè wall street saranno d'accordo :D
    • bubba scrive:
      Re: Transazioni publiche dati privati
      - Scritto da: Gabriele Domenichin i
      Ci vorrà del tempo ma prima o poi si capirà che
      anziché dare i nostri dati a ditte che prendono
      il 2% su tutti gli acquisti dobbiamo imparare ad
      adottare i
      bitcoin.
      Certo sono pericolosi ma la tua sicurezza é
      affidata a te e non c'é nessuno organismo diverso
      che in maniera paternalistica si occupa dei tuoi
      soldi.intendi i bitcoin come baratto vero? perche' se li scambi con gli euro, ti ritrovi % succhiate ugualmente, con un piu' tutte le rogne del caso.
    • nome e cognome scrive:
      Re: Transazioni publiche dati privati
      - Scritto da: Gabriele Domenichin i
      Ci vorrà del tempo ma prima o poi si capirà che
      anziché dare i nostri dati a ditte che prendono
      il 2% su tutti gli acquisti dobbiamo imparare ad
      adottare i
      bitcoin.
      Certo sono pericolosi ma la tua sicurezza é
      affidata a te e non c'é nessuno organismo diverso
      che in maniera paternalistica si occupa dei tuoi
      soldi.Ti ricordo che le banche sono nate perché tenere i soldi in casa era rischioso. Non mi sa molta sicurezza sapere che invece del russo che hackera Target posso perdere i miei soldi perché il ROM mi ha rubato il pc.
  • Ciccio scrive:
    Arruffa?
    Scusate l'ignoranza ma che vuol dire arruffa carte di credito?
  • bubba scrive:
    i ruzzi.......
    ci son sempre i russi dietro in queste cose ...:P cmq non e' che ci sia una vera diatriba con krebs.... c'e' il 17enne, c'e' il collega ree4 ,c'e' c'e' sw blackpos , c'e' sw rescator e relativo tizio rescator.Chi sia il coder il seller il penetrator e verso cosa (mica c'e' solo Target,inc) non e' chiarissimo per ora. Visto che han venduto i sorci e modificati.Ci son evidenze che il 17enne e ree4 abbian piazzato (codato) DUMP MEMORY GRABBER by Ree[4], poi batezzato blackpos per via del server..Ci son evidenze di rescator come coder e delle sue massiva attivta' di vendita...Rescator su target,inc e' sicuro direi.....Cmq la cosa interessante e' che pian piano stan spiegando un po' l'attacco a Target....parrebbe violato un webserver che da' pure sul backend.. da li' violati i pos-windows, piazzato lo scraper, che ributtava i dati leechati via smb sul server interno con un bel cmd.exe /c psexec e poi da li' ftp verso il loro sito (hackato). tutto sempre via cmd.exe :P (o na roba simile)Il bello e' che han spostato ,dicono, 11 GIGA di roba cosi.... gli omini di Target sono da fustigare, no way.
    • ... scrive:
      Re: i ruzzi.......
      - Scritto da: bubba
      ci son sempre i russi dietro in queste cose ...:P
      cmq non e' che ci sia una vera diatriba con
      krebs.... c'e' il 17enne, c'e' il collega ree4
      ,c'e' c'e' sw blackpos , c'e' sw rescator e
      relativo tizio
      rescator.
      Chi sia il coder il seller il penetrator e verso
      cosa (mica c'e' solo Target,inc) non e'
      chiarissimo per ora. Visto che han venduto i
      sorci e
      modificati.
      Ci son evidenze che il 17enne e ree4 abbian
      piazzato (codato) DUMP MEMORY GRABBER by Ree[4],
      poi batezzato blackpos per via del
      server..
      Ci son evidenze di rescator come coder e delle
      sue massiva attivta' di
      vendita...
      Rescator su target,inc e' sicuro direi.....

      Cmq la cosa interessante e' che pian piano stan
      spiegando un po' l'attacco a
      Target....
      parrebbe violato un webserver che da' pure sul
      backend.. da li' violati i pos-windows, piazzato
      lo scraper, che ributtava i dati leechati via smb
      sul server interno con un bel cmd.exe /c psexec
      e poi da li' ftp verso il loro sito
      (hackato). tutto sempre via cmd.exe :P (o na
      roba
      simile)
      Il bello e' che han spostato ,dicono, 11 GIGA di
      roba cosi.... gli omini di Target sono da
      fustigare, no
      way. :p :p :p :p :p :p :p :p :p :p :p :p :p :D :p :p :p :p :p :p :D :D :D :D :D :p :p :p :p :p :D :o :D :p :p :p :p :@ :p :@ :p :@ :p :@ :p :D :@ :D :@ :D :@ :D :@ :D :D :D :D :@ :@ :@ :D :D :D :| :D :| :D :@ :D :| :D :|
Chiudi i commenti