UFO? Sono solo fenomeni naturali

Niente alieni, niente mostriciattoli: i dischi volanti sono soltanto un fenomeno naturale. Lo rivelano alcuni scienziati in uno studio commissionato dal governo britannico e divulgato dalla BBC

Londra – Alieni? Astronavi? Tutte speculazioni senza fondamento , inventate dai sedicenti “cacciatori di UFO”. È quanto sostiene il governo britannico: il ministro della Difesa di Sua Maestà, infatti, ha rivelato tramite la BBC che uno studio segreto completato nel 2000 ha fatto scomparire ogni dubbio sulla vera natura degli OVNI, Oggetti Volanti Non Identificati .

Si tratta solo di fenomeni naturali , sostengono gli esperti dell’aeronautica britannica. I risultati dello studio, contenuti in un rapporto di oltre 400 pagine, sono stati diffusi grazie all’interessamento di un professore universitario, che si è affidato alla legge sulla libertà d’informazione per ottenere la pubblicazione del manoscritto.

“Non esiste alcuna prova che suggerisca un origine innaturale ed artificiale dei fenomeni presi in esame”, si legge nel rapporto. Gli UFO, Unidentified Flying Objects , in pratica, sono semplici lampi e “scherzi” ottici frutto di forze fisiche naturali . “Non vi è prova dell’esistenza di oggetti solidi in grado d’entrare in collisione con gli aeromobili”, concludono gli scienziati britannici.

C’è da scommettere che i cosiddetti “ufologi” non saranno completamente d’accordo con le affermazioni contenute nello studio britannico. Gli “scettici” che studiano il fenomeno OVNI in maniera distaccata e scientifica, come gli esperti del CICAP , hanno sempre sostenuto la teoria sull’ origine naturale dei “dischi volanti”.

Chi ha ragione? Il fronte dei sostenitori della teoria sull’ orgine extraterrestre , d’altro canto, è numerosissimo. Esistono esperti del calibro di Roberto Pinotti, direttore del Centro Ufologico Nazionale , che hanno scritto numerosi libri a testimonianza del nesso tra alieni e UFO.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Copie analogiche - ne basta una
    I fautori del DRM possono impedire la copia perfetta (bit to bit) di un contenuto protetto, ma non si rendono conto che basta riregistrare (sempre in digitale) la canzone, o il video dalla uscita audio o dalla uscita TV per avere una copia analogica di qualità leggermente inferiore, senza nessun DRM!!! Basta una sola copia di questo tipo in rete p2p ed il sistema DRM diventa subito inutile. Allora perchè perderci tanto tempo e sprecare risorse?I processori non sono ancora in grado di capire se un bitstream è una canzone di john lennon o di cristina d'avena e quindi, bisogna ammetterlo, non sono in grado di gestire correttamente i diritti d'autore.
  • Anonimo scrive:
    Re: Untrusted/ TC, DRM scelta inevitabile?
    Esiste un'altra questione non meno importante:La durata del diritto d'autore.1. Visto che i brevetti sui farmaci durano 5 anni e visto che le aziende farmaceutiche sembrano godere di buona salute, mi sembrerebbe sensato applicare anche al mondo delle aziende produttrici di software commerciale le stesse regole2. Per quanto riguarda i singoli autori (musicisti, scrittori, programmatori indipendenti ecc..) se i 5 anni sembrano troppo pochi per remunerarli del loro sforzo creativo e a me non sembra proprio, visto che per tutte le altre categorie vale la regola che si viene pagati o a progetto o a orario (e questo vale dal manovale al più illustre degli avvocati), si pensi che attualmente dei diritti incassati dalla SIAE un'autore ne vede una frazione minima. Oggi gli strumenti per una gestione /distribuzione diretta del proprio lavoro ci sono, vedi internet.La realtà è che in campo editoriale e musicale le Major non hanno più ragione di esistere, sono ormai solo un cartello di parassiti che impone il suo prezzo.
    • Cobra Reale scrive:
      Re: Untrusted/ TC, DRM scelta inevitabile?

      La realtà è che in campo editoriale e musicale le
      Major non hanno più ragione di esistere, sono
      ormai solo un cartello di parassiti che impone il
      suo
      prezzo.A maggior ragione vogliono tecnologie che le "tutelino" (la bestia è molto più pericolosa quando è ferita)
  • Anonimo scrive:
    IL TC NON ESISTE
    è solo frutto della vostra mente malata.
  • Anonimo scrive:
    LINUX E' SPACCIATO
    ...il drm spazzera via il pinguino copiatutto una volta e per tutte dalla faccia del pianetayeaaahhhh! (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX E' SPACCIATO
      Ancora sto patetico troll? E vattene!
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX E' SPACCIATO
      ehm guarda che e' stato integrato nel kernel il supporto al trusted computing almeno da due o tre release; informati prima di trollare
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX E' SPACCIATO
      - Scritto da:
      ...il drm spazzera via il pinguino copiatutto una
      volta e per tutte dalla faccia del
      pianeta

      yeaaahhhh! (rotfl)Hai capito male, saranno i sistemi operativi eccessivamente DRM compliant a essere spazzati via da Linux. Secondo te chi vorrà utilizzare un Pc con MS Vista se da remoto gli possono cancellare i file "abusivi" o su cui si possano installare solo programmi certificati (e quindi a pagamento)o ancora un Pc in cui il sistema operativo sarà molto difficile se non impossibile da reinstallare in caso di necessità (ti immagini il dover ritrovare le password di magari due o tre anni prima, e che magari il sistema non considererà più valide per l'aggiornamento di un qualche componente, il dover telefonare a qualche 848 a qualche tecnico che magari parla anche male l'italiano?)
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX E' SPACCIATO
      - Scritto da:
      ...il drm spazzera via il pinguino copiatutto una
      volta e per tutte dalla faccia del
      pianeta

      yeaaahhhh! (rotfl)ma sai almeno che cos'è il drmmi sa di no
  • Anonimo scrive:
    Re: Untrusted/ TC, DRM scelta inevitabile?
    Premesso che son d'accordo con tutto quanto scrivi, ricordo che bisogna stare attenti anche al tipo di licenza (con il quale, solitamente, si viene intortati non poco). Per fare un esempio: negli USA, a differenza dell'Europa, la Xbox la "vendono" in "licenza d'uso"... non è "veramente tua" quindi e, di conseguenza, non puoi utilizzarla come vuoi, moddarla, picchiarla o farne altro che "usarla". Per quanto riguarda la mia personale visione delle cose, questo è un pò un abuso... ma il fatto che la licenza sia nota da prima di fare un acquisto rende la cosa legale. La trappola di cui parlo potrebbe avere un risvolto economico non indifferente: ben consci che nessuno acquista un "oggetto" per vedersene limitate le libertà, le aziende potrebbero proporre al grande pubblico (quello che di 'ste cose ne sa di meno) cose del genere:- ti vendo $hardware_o_software (chiaramente con DRM) e lo paghi $cifrone- ti vendo la licenza d'uso e la paghi $cifra_molto_più_sensata/contenuta... ma limito le tue libertà: non la puoi copiare, modificare, prendere a martellate, guardare/usare/ascoltare quando vuoi ma puoi solo usarla per il periodo di tempo che dico io: scaduto il termine devi "rinnovare la licenza d'uso" (perchè dire "ricomprare" sta male). Quindi si avrà l'opzione [_] cedi la tua anima pagando meno? (SI/NO) Il vero pericolo è quello, IMHO.
  • Anonimo scrive:
    LINUX E' ESCLUSO
    ebook, film ad alta definizione, audio multicanale, sono tutti elementi che in un futuro non lontano invaderannola nostra vita e diventaranno indispensabili. Ovviamente il popolo piumato e' tagliato fuori da cio'. La loro disastrosa voglia di copiare tutto e il contrario di tutto, li ha resi cechi e sordi alle evoluzioni del mondo.beh, mentre il mondo verra' meravigliato dalle nuove tecnologie, e la poolazione leggera' libri virtuali usando occhiali 3d, gli scalcinati utilizzatori del pinguino, saranno ancora lì, nelle loro cantine a spulciare i vari man ls oppure man cp sui sqallidi monitor a fosfori verdi.ah ah ahc ongiuntiviti assicurate !!
    • Anonimo scrive:
      Don't feed the troll
      Non alimentate le trollate.
    • Anonimo scrive:
      LINUX e' il futuro
      guarda cso tutte le pa hanno deciso di passare a software open, e la cina e l'india che insieme fanno il 45 percento dell opo mondiale usa linux in modo massiccio.
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX e' il futuro
        - Scritto da:
        guarda cso tutte le pa hanno deciso di passare a
        software open, e la cina e l'india che insieme
        fanno il 45 percento dell opo mondiale usa linux
        in modo
        massiccio.quindi ormai è l'open source che detta le regole, no? (rotfl)
    • Cobra Reale scrive:
      Re: LINUX E' ESCLUSO
      - Scritto da:
      ebook, film ad alta definizione, audio
      multicanale, sono tutti elementi che in un futuro
      non lontano invaderannola nostra vita e
      diventaranno indispensabili.

      Ovviamente il popolo piumato e' tagliato fuori da
      cio'. La loro disastrosa voglia di copiare tutto
      e il contrario di tutto, li ha resi cechi e sordi
      alle evoluzioni del
      mondo.

      beh, mentre il mondo verra' meravigliato dalle
      nuove tecnologie, e la poolazione leggera' libri
      virtuali usando occhiali 3d, gli scalcinati
      utilizzatori del pinguino, saranno ancora lì,
      nelle loro cantine a spulciare i vari man
      ls oppure man cp sui sqallidi monitor
      a fosfori
      verdi.

      ah ah ahc ongiuntiviti assicurate !!Sei bravo a (troll)are e mi hai fatto sorridere ma basta una normale scheda VGA per usare i monitor TFT, a proposito: i driver per GeForce ci sono anche per Linux. Certo, con il TC le cose potrebbero cambiare ma resta il fatto che Linux è entrato dappertutto: anche nei dispositivi multimediali che, presumo, si colleghino alla TV di casa anziché ai mitici (lacrimuccia nostalgica: :'() monitor a fosfori verdi!Linux è migliore di Windows ma il fatto di dover pagare la certificazione "trusted" e di non dare sufficienti garanzie alle major in materia di "restrizioni digitali" potrebbe portarlo - su questo ti do ragione - alla rovina.
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX E' ESCLUSO
      ehm guarda che e' stato integrato nel kernel il supporto al trusted computing almeno da due o tre release; informati prima di trollare
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX E' ESCLUSO
      - Scritto da:
      ebook, film ad alta definizione, audio
      multicanale, sono tutti elementi che in un futuro
      non lontano invaderannola nostra vita e
      diventaranno indispensabili...Indispensabili? Crolla già in partenza il tuo ragionamento da troll. Mi deludi! :|
  • Anonimo scrive:
    popcorn
    Questo avviene in modo particolare all'inizio della loro carriera artistica, quando il vero problema è farsi conoscere, non incassare i diritti. Tanto per fare un esempio: quanti di voi hanno comprato il 45 giri di Pop Corn ? Io, lo ammetto :$ Probabilmente nessuno. Nonostante questo il suo autore, Gershon Kingsley, ha fatto i soldi con i diritti venduti agli autori dei videogame Digger e Pengo . Questo funzionerebbe se poi la gente ti comprasse il gioco, ma una volta abituati al tutto gratis chi li ferma? :)
    • Anonimo scrive:
      Re: popcorn
      Pure io comprai il 45 di popcorn.Ma non mi pento.Scommetto che non siamo poi così pochi ad averlo comprato, allora.byeT.
      • Anonimo scrive:
        Re: popcorn
        - Scritto da:
        Pure io comprai il 45 di popcorn.

        Ma non mi pento.

        Scommetto che non siamo poi così pochi ad averlo
        comprato,
        allora.Io non ho comprato il 45 giri, all'epoca avevo un'eta ad una cifra sola :) ma mi regalarono una raccolta delle migliori musiche realizzate con Moog e Hammond, tra cui Popcorn (ma anche 'Enola Gay').Sigh...
        GT
  • Anonimo scrive:
    [OT] Digger
    Non ci crederete, ma il mio record a Digger era 93000 e rotti punti!!!
  • Crazy scrive:
    Il TC nasce principalmente per DRM
    CIAO A TUTTIche il Trusted Computing diverra` una pura tecnologia di supporto al DRM era chiaro fin dall'inizio, nulla da dire a riguardo.In se, trovo giusto che gli autori proteggano le proprie opere, ma, e` anche giusto permettere all'utente la possibilita` di usufruire del bene che ha acquistato.Cioe`, se io acquisto un CD, me ne voglio fare 100copie di BackUp, perche` ho 100 lettori diversi in cui metterli, lettori di tutte le marche, con e senza TC, io devo averne il diritto di farlo, se non mi garantiscono questo diritto, io non comper l'opera in questione.Se mi acquisto un Mp3 On-Line e me lo voglio masterizzare su tutti i CD che mi faro` per il resto della mia vita perche` quella canzone mi piace tanto e mi va di averla su tutti i CD come ultimo brano, devo averne il diritto di farlo, se cio` non mi viene garantito, non acquisto l'opera.Il concetto e` chiaro.Il problema, e` che con il TC, tutte queste cose sopra elencate, non verranno garantite: CD e DVD saranno visualizzabili solo da lettori che supportino la tecnologia TC DRM, ci sara` permesso fare copie del suddetto CD o DVD, ma potranno essere riprodotte solo dal Computer che le ha create, se ti comperi un mp3, questo, potra` addirittura avere una data di scadenza oltre cui dovrai ricomprarlo, insomma, come se fosse in affitto.No, mi spiace, queste cose sono inacettabili: io mi comper un CD o un mp3, e ne faccio quello che voglio, se poi, faccio cose maligne a livello di pirateria, stara` agli organi preposti, quali la Guardia di Finanza, pensare a punirmi, non sta alle Major approfittarsene per eliminare la mia liberta` ed i miei diritti.Noissignori, dobbiamo boicottare tutte queste tecnologie malefiche chiamate TC e DRM fino a quando, le aziende in questione, disperate, saranno costrette ad abbandonarle.DISTINTI SALUTI
    • Cobra Reale scrive:
      Re: Il TC nasce principalmente per DRM
      La tecnologia sta andando in quella direzione e difficilmente cambieranno idea; però, le aziende che sostengono tale tecnologia rischiano un clamoroso autogoal come ai tempi della Rivoluzione Industriale, con la "crisi della sovrapproduzione".
      • Anonimo scrive:
        Re: Il TC nasce principalmente per DRM
        - Scritto da: Cobra Reale
        La tecnologia sta andando in quella direzione e
        difficilmente cambieranno idea; però, le aziende
        che sostengono tale tecnologia rischiano un
        clamoroso autogoal come ai tempi della
        Rivoluzione Industriale, con la "crisi della
        sovrapproduzione".link?
        • Cobra Reale scrive:
          Re: Il TC nasce principalmente per DRM
          - Scritto da:

          - Scritto da: Cobra Reale

          La tecnologia sta andando in quella direzione e

          difficilmente cambieranno idea; però, le aziende

          che sostengono tale tecnologia rischiano un

          clamoroso autogoal come ai tempi della

          Rivoluzione Industriale, con la "crisi della

          sovrapproduzione".

          link?Non lo so, l'ho studiato a scuola: le aziende producevano a più non posso credendo di avere il popolo ai loro piedi ma il popolo non ne poteva più e moltissime fallirono, perché vendettero troppo poco.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il TC nasce principalmente per DRM
          - Scritto da:

          - Scritto da: Cobra Reale

          La tecnologia sta andando in quella direzione e

          difficilmente cambieranno idea; però, le aziende

          che sostengono tale tecnologia rischiano un

          clamoroso autogoal come ai tempi della

          Rivoluzione Industriale, con la "crisi della

          sovrapproduzione".

          link?Prova a cercare crisi economica 1929 eh?Immagina il minuscolo "pop" della new economy su scala planetaria e che coinvolge praticamente ogni industria esistente.Piu' o meno e' andata cosi':Chebbello, quest'anno ho prodotto 100 frigoriferi e li ho venduti tutti... ora ne faccio 1000.Chebbello ne ho venduti 1000, ora ne faccio 10.000.Chebbello ho venduto 10.000 ora ne faccio 1.000.000Oh, ne ho venduti solo 100.000 e degli altri 900.000 che ne faccio? E dei debiti che ho contratto per produrli? Oh Oh......direi che non e' molto calzante.Non ci sara' il "boicottaggio" che sperano tutti. Ci sara' un mercato poco fruttuoso, di serie B, fatto di gente che lavora gratis, cresce e, se attira abbastanza pubblico, si ripropone sul mercato di serie A dove paghi per ogni nota, disegno, cazzata che tira fuori.Personalmente mi trovo meglio a sguazzare nel letamaio del mercato di serie B, che si: e' pieno di schifezze cacofoniche, ma come diceva De Andre': dai diamanti non nasce niente.
          GT
    • borg_troll scrive:
      Re: Il TC nasce principalmente per DRM
      - Scritto da: Crazy
      Noissignori, dobbiamo boicottare tutte queste
      tecnologie malefiche chiamate TC e DRM fino a
      quando, le aziende in questione, disperate,
      saranno costrette ad
      abbandonarle.Riesci a boicottarli per 5 anni? E a convincere il resto dell'utenza a fare altrettanto? Perché guarda che quelli non abbandoneranno proprio nulla.
      • rockroll scrive:
        Re: Il TC nasce principalmente per DRM
        - Scritto da: borg_troll

        - Scritto da: Crazy


        Noissignori, dobbiamo boicottare tutte queste

        tecnologie malefiche chiamate TC e DRM fino a

        quando, le aziende in questione, disperate,

        saranno costrette ad

        abbandonarle.

        Riesci a boicottarli per 5 anni? E a convincere
        il resto dell'utenza a fare altrettanto? Perché
        guarda che quelli non abbandoneranno proprio
        nulla.Concordo con Crazy e non con te: guarda che bastano poche settimane di calo del mercato per far disperare e magari crollare multinazionali e majors. Gli utili di costoro sono mediamente molto elevati, ma fortemente instabili, in funzione della risposta di mercato, ed il mercato, in grande maggioranza formato di compratori ottusi, può essere sensibilizzato con l'informazione. Guarda che non ci vuole molto per far variare l'indice di gradimento di un prodotto "ostile", basta pubblicizzare che lo è!Il nostro sforzo deve essere fatto adesso, compatto ed incisivo, poche parole chiare ma dette a TUTTI! Sappi comunque che molti di noi si stanno attrezzando per resistere tranquilamente almeno quei 5 anni che tu paventi e, in uno scenario da Cassandra Crossing, le rinunce cui andremo incontro saranno quasi indolori, basta capire che quel che tendono a propinarci e praticamente un superfluo, l'essenziale lo abbiamo già, ne abbiamo d'avanzo, basta tenercelo!
      • rockroll scrive:
        Re: Il TC nasce principalmente per DRM
        - Scritto da: borg_troll

        - Scritto da: Crazy


        Noissignori, dobbiamo boicottare tutte queste

        tecnologie malefiche chiamate TC e DRM fino a

        quando, le aziende in questione, disperate,

        saranno costrette ad

        abbandonarle.

        Riesci a boicottarli per 5 anni? E a convincere
        il resto dell'utenza a fare altrettanto? Perché
        guarda che quelli non abbandoneranno proprio
        nulla. Bastano poche settimane di ridotti introiti per demolirli, basta essere in molti a farlo, e se non lo facciamo siamo dei co....ni, come disse Berlusca. Io personalmente sono attrezzato per resistere molti anni, tanto quel che ci vorranno propinare sarà sicuramente "ostile" e spesso superfluo.
    • Sparrow scrive:
      Re: Il TC nasce principalmente per DRM
      - Scritto da: Crazy
      Noissignori, dobbiamo boicottare tutte queste
      tecnologie malefiche chiamate TC e DRM fino a
      quando, le aziende in questione, disperate,
      saranno costrette ad
      abbandonarle.Sono d'accordo, occorre BOICOTTARE i sistemi TC e DRM.Loro boicottano le nostre libertà digitali, perchè non dovremmo opporci ?A quelli che sono scettici dico: benvenuti nel "parco buoi", fatevi mungere dalle majors !La cosa essenziale è mantenere la produzione di hw e sw TC-free e diffonderne l'utilizzo.
      • rockroll scrive:
        Re: Il TC nasce principalmente per DRM
        - Scritto da: Sparrow

        - Scritto da: Crazy

        Noissignori, dobbiamo boicottare tutte queste

        tecnologie malefiche chiamate TC e DRM fino a

        quando, le aziende in questione, disperate,

        saranno costrette ad

        abbandonarle.

        Sono d'accordo, occorre BOICOTTARE i sistemi TC e
        DRM.
        Loro boicottano le nostre libertà digitali,
        perchè non dovremmo opporci
        ?
        A quelli che sono scettici dico: benvenuti nel
        "parco buoi", fatevi mungere dalle majors
        !

        La cosa essenziale è mantenere la produzione di
        hw e sw TC-free e diffonderne
        l'utilizzo.Pienamente d'accordo, aggiungendo che dobbiamo comunque attrezzarci alla "resistenza", consevandoci quel che abbiamo (e ne abbiamo d'avanzo), tanto quel che ci proporranno sarà sicuramente "ostile" e spesso superfluo. Basta poco per far calare, nella testa dei compratori ottusi, l'indice di gradimento dei prodotti "ostili": basta pubblicizzare che lo sono. Ma intanto teniamoci caro quel che abbiamo. L'importante è avvertire il "parco buoi", e chi non vuol capire si arrangi!
    • Anonimo scrive:
      W il TC e il DRM
      CDO (win)(apple)
  • Anonimo scrive:
    IL RINASCIMENTO DELL'OPEN SOURCE
    Se mai Palladium passerà, sarà fantastico. La gente piuttosto che pagare fior di quattrini si lancerà in massa su programmi open source, che quindi avranno più diffusione, più sviluppatori, e quindi bug fixati e feature che cresceranno a ritmi mai visti oggi con 4 gatti che ci lavorano. Da tifoso dell'open source possono solo augurare tutta la fortuna del mondo alla Microsoft. A tutti i fan OS dico: aprite negozi per la rottamazione dei vecchi PC senza TCPA... così da favorire il ricambio del parco macchine installate! Prima arriva TCPA, meglio per tutti!
    • Anonimo scrive:
      Re: IL RINASCIMENTO DELL'OPEN SOURCE
      puoi avere ragione ma in parte.chi è smaliziato e ha seguito la questione (come me, te e crazy) non comprerà un pc TC e quando arriverà il momento di cambiarlo (guasto, pc obsoleto, voglia) andrà dal buon crazy e comprerà un pc senza tc.chi informaticamente (beato lui) è ignorante come una capra prenderà tutte le "features" del tc e del drm come normali e le accetterà passivamente. chi invece (sempre informaticamente ignorante come una capra) ha già comprato un pc tc e al momento giusto il fritz verrà attivato, non avrà voglia e denaro per cambiare pc e accetterà lo stesso il drm.Su quello contano ms e soci l'ignoranza capresca di chi usa il pc per il cazzeggioFabriziops non ho riletto quindi mancheranno sicuramente tutte le virgole
      • Sparrow scrive:
        Re: IL RINASCIMENTO DELL'OPEN SOURCE
        - Scritto da:
        puoi avere ragione ma in parte.
        chi informaticamente (beato lui) è ignorante come
        una capra prenderà tutte le "features" del tc e
        del drm come normali e le accetterà passivamente.
        chi invece (sempre informaticamente ignorante
        come una capra) ha già comprato un pc tc e al
        momento giusto il fritz verrà attivato, non avrà
        voglia e denaro per cambiare pc e accetterà lo
        stesso il
        drm.

        Fabrizio
        Dimentichi un "piccolo particolare", chi avrà un pc con il TC, per esempio, NON avrà voglia e denaro per PAGARE salato ogni canzone o film che desidera riprodurre su più dispositivi, anche se l'ha regolarmente acquistato .... ... a giudicare dal successo di sistemi semi-gratuiti tipo skype, ecc., NON c'è da dubitare che questa generazione di UTONTI si estinguerà per mancanza di fondi e al suo posto rifiorirà una generazione più scaltra e consapevole dei suoi diritti !
        • Anonimo scrive:
          Re: IL RINASCIMENTO DELL'OPEN SOURCE
          Scusate l'intrusione,noi stiamo guardando alla nostra realtà italiana di utonti....ma il resto del mondo come reagirà (od ha già reagito) a tutto ciò ? Anche loro sono una massa di utonti ? Perchè, se così fosse, noi parliamo e parliamo ma contiamo ben poco del mondo "utontistico" (non so neanche se esiste....che ignorantone)A voi le critiche,Paolo
          • rockroll scrive:
            Re: IL RINASCIMENTO DELL'OPEN SOURCE
            - Scritto da:
            Scusate l'intrusione,
            noi stiamo guardando alla nostra realtà italiana
            di utonti....ma il resto del mondo come reagirà
            (od ha già reagito) a tutto ciò ? Anche loro sono
            una massa di utonti ? Perchè, se così fosse, noi
            parliamo e parliamo ma contiamo ben poco del
            mondo "utontistico" (non so neanche se
            esiste....che
            ignorantone)

            A voi le critiche,
            Paolo Anche quello che tu dici mi fa paura. La massa di Utonti Caproni è sparsa un po' dovunque, e non possiamo sperare di redimerla tutta noi itali piò meno evoluti che scriviamo su questo forum e pochi altri che scrivono su altri forum. Ma in altre regioni o nazioni o continenti si saranno altri (magari pochi) come noi, che stanno dicendo e pensando le stesse cose, e potranno assumere lo stesso atteggiamento che abbiamo noi. Ebbene, se ognuno di noi pochi, oltre a scrivere qui, si trova in contatto con l'Utonto Caprone medio, e non perde l'occasione per informare, specie se costui è in odore di acquisto ... Penso che anche poche persone convertite dicano ad altri la cosa, questi ultimi ad altri ... effetto reazione a catena. Se il passa parola funziona benissimo tra Utonti Caproni per l'ultima canzonetta o l'ultimo giochino, a maggior ragione dovrebbe funzionare per un argomennto che mette pesantemente in discussione il loro mondo di canzonette e giochini ...-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 maggio 2006 16.44-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: IL RINASCIMENTO DELL'OPEN SOURCE
        - Scritto da:
        puoi avere ragione ma in parte.

        chi è smaliziato e ha seguito la questione (come
        me, te e crazy) non comprerà un pc TC e quando
        arriverà il momento di cambiarlo (guasto, pc
        obsoleto, voglia) andrà dal buon crazy e comprerà
        un pc senza
        tc.
        chi informaticamente (beato lui) è ignorante come
        una capra prenderà tutte le "features" del tc e
        del drm come normali e le accetterà passivamente.
        chi invece (sempre informaticamente ignorante
        come una capra) ha già comprato un pc tc e al
        momento giusto il fritz verrà attivato, non avrà
        voglia e denaro per cambiare pc e accetterà lo
        stesso il
        drm.

        Su quello contano ms e soci l'ignoranza capresca
        di chi usa il pc per il
        cazzeggio

        Fabrizio
        Quel che dici mi fa paura.Svegliamoci adesso, combattiamo l'ignoranza capresca, poche parole chiare (i caproni sono tardi di comprendonio), ma dette a più caproni possibile!
      • rockroll scrive:
        Re: IL RINASCIMENTO DELL'OPEN SOURCE
        - Scritto da:
        puoi avere ragione ma in parte.

        chi è smaliziato e ha seguito la questione (come
        me, te e crazy) non comprerà un pc TC e quando
        arriverà il momento di cambiarlo (guasto, pc
        obsoleto, voglia) andrà dal buon crazy e comprerà
        un pc senza
        tc.
        chi informaticamente (beato lui) è ignorante come
        una capra prenderà tutte le "features" del tc e
        del drm come normali e le accetterà passivamente.
        chi invece (sempre informaticamente ignorante
        come una capra) ha già comprato un pc tc e al
        momento giusto il fritz verrà attivato, non avrà
        voglia e denaro per cambiare pc e accetterà lo
        stesso il
        drm.

        Su quello contano ms e soci l'ignoranza capresca
        di chi usa il pc per il
        cazzeggio

        Fabrizio
        Quel che dici mi fa paura.Svegliamoci adesso, combattiamo l'ignoranza capresca, poche parole chiare (i caproni sono tardi di comprendonio), ma dette a più caproni possibile!
    • rockroll scrive:
      Re: IL RINASCIMENTO DELL'OPEN SOURCE
      - Scritto da:

      Se mai Palladium passerà, sarà fantastico.

      La gente piuttosto che pagare fior di quattrini
      si lancerà in massa su programmi open source, che
      quindi avranno più diffusione, più sviluppatori,
      e quindi bug fixati e feature che cresceranno a
      ritmi mai visti oggi con 4 gatti che ci
      lavorano.

      Da tifoso dell'open source possono solo augurare
      tutta la fortuna del mondo alla
      Microsoft.

      A tutti i fan OS dico: aprite negozi per la
      rottamazione dei vecchi PC senza TCPA... così da
      favorire il ricambio del parco macchine
      installate!

      Prima arriva TCPA, meglio per tutti!Conserviamoci le macchine che abbiamo, sulle prossime non riusciremo più a sviluppare ed utilizzare open source: loro non lo dicono, ma quel che mettono in piedi è in grado di impedircelo.
  • Anonimo scrive:
    Ringrazio il Trusted Computing e il Drm
    Vorrei pubblicamente ringraziare gli inventori di questi sistemi che renderanno difficile se non impossibile l'uso di software copiati e contenuti multimediali protetti.Grazie perché finalmente, dopo venti anni di sudditanza, l'utente medio, di fronte alla prospettiva di dover pagare 500 euro per un MS/Office, 1000 euro per un Photoshop (se bastano) e via discorrendo, scoprirà finalmente la convenienza dei software "open source" e con "licenza gratuita", come Open office, Gimp e via discorrendo.E allora, piano piano, si potrà capire che si può anche vivere senza Office, che per l'uso comune non servono software ipertropici e abumilici.Certo che sono dei geni questi manager. Quanti milioni bisogna pagare una testa d'uovo perché capisca finalmente che Microsoft è diventata quello che è diventata proprio perché la gente, a casa, poteva usare il software gratis, software che poi pretendeva in azienda?Hai visto mai che la smettiamo anche di comperare inutili upgrade hardware per seguire questo gigantismo senza fine, che poi il mio 3000 Mhz con un giga di Ram, alla fine fa le stesse cose che faceva il mio vecchio 486 66Mhzcon 8 Mega di ram.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringrazio il Trusted Computing e il
      Magari fossero tutti come te.Sei troppo ottimista... già sarebbe bello vedere migrare verso il software open anche una piccola... emh.... aziendina di software italiana(newbie) ? (ma esistono in qui da noi?(newbie) :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringrazio il Trusted Computing e il Drm

      Hai visto mai che la smettiamo anche di comperare
      inutili upgrade hardware per seguire questo
      gigantismo senza fine, che poi il mio 3000 Mhz
      con un giga di Ram, alla fine fa le stesse cose
      che faceva il mio vecchio 486 66Mhzcon 8 Mega di
      ram.
      Te ne sei accorto anche tu? ;)PUOj
      • Anonimo scrive:
        Re: Ringrazio il Trusted Computing e il
        - Scritto da:

        Hai visto mai che la smettiamo anche di
        comperare

        inutili upgrade hardware per seguire questo

        gigantismo senza fine, che poi il mio 3000 Mhz

        con un giga di Ram, alla fine fa le stesse cose

        che faceva il mio vecchio 486 66Mhzcon 8 Mega di

        ram.



        Te ne sei accorto anche tu? ;)

        PUOjEncoding/editing audio/video ??CAD tridimensionale??Si faceva col 486?
        • Anonimo scrive:
          Re: Ringrazio il Trusted Computing e il

          Encoding/editing audio/video ??
          CAD tridimensionale??

          Si faceva col 486?SI :) prova a farlo in java su un 486 e poi ne riparliamo :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Ringrazio il Trusted Computing e il
            - Scritto da:

            Encoding/editing audio/video ??

            CAD tridimensionale??



            Si faceva col 486?
            SI :) prova a farlo in java su un 486 e poi ne
            riparliamo :D
            Il problema è appunto la pesantezza di Java.(un po' come un meteorite bagnato)Walter(linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ringrazio il Trusted Computing e il



            Encoding/editing audio/video ??


            CAD tridimensionale??





            Si faceva col 486?

            SI :) prova a farlo in java su un 486 e poi ne

            riparliamo :D



            Il problema è appunto la pesantezza di Java.
            (un po' come un meteorite bagnato)Già, ma prova a farlo capire a un javaiolo :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Ringrazio il Trusted Computing e il

          Encoding/editing audio/video ??Non so, ma con un Mac di quei tempi di sicuro si.
          CAD tridimensionale??

          Si faceva col 486?Si, c'era anche 3D Studio
        • rockroll scrive:
          Re: Ringrazio il Trusted Computing e il
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Hai visto mai che la smettiamo anche di

          comperare


          inutili upgrade hardware per seguire questo


          gigantismo senza fine, che poi il mio 3000 Mhz


          con un giga di Ram, alla fine fa le stesse
          cose


          che faceva il mio vecchio 486 66Mhzcon 8 Mega
          di


          ram.






          Te ne sei accorto anche tu? ;)



          PUOj
          Encoding/editing audio/video ??
          CAD tridimensionale??

          Si faceva col 486? Forse no, o forse a prezzo di ore di elaborazione, ma certo non occorre qualcosa di recentissimo per fare ciò. Cerca di comprendere il senso del discorso più che il dettaglio. Quel che dici lo facevo comodamente anche con Athlon XP 1800+ acquistato 4 anni or sono.Quello che hai oggi, ancora non inquinato da assurdi lucchetti, ma anche quel che avevi alcuni anni fa, basta ed avanza per le più esigenti delle applicazioni, tipo quelle che hai menzionato. Conserviamoci quel che abbiamo oggi, evitando di contribuire a creare scenari tipo Cassandra Crossing.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 maggio 2006 15.03-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Ringrazio il Trusted Computing e il
          - Scritto da:

          - Scritto da:


          Hai visto mai che la smettiamo anche di

          comperare


          inutili upgrade hardware per seguire questo


          gigantismo senza fine, che poi il mio 3000 Mhz


          con un giga di Ram, alla fine fa le stesse
          cose


          che faceva il mio vecchio 486 66Mhzcon 8 Mega
          di


          ram.






          Te ne sei accorto anche tu? ;)



          PUOj
          Encoding/editing audio/video ??
          CAD tridimensionale??

          Si faceva col 486?Se è solo per questo nel 1990 ho visto varie aziende meccaniche che facevano CAD/CAM coi 386, ovviamente non su $$win
    • Crazy scrive:
      Forse non hai chiaro ... ... ...
      RISPONDO PUNTO PER PUNTO- Scritto da:
      Vorrei pubblicamente ringraziare gli inventori di
      questi sistemi che renderanno difficile se non
      impossibile l'uso di software copiati e contenuti
      multimediali
      protetti.Se fosse solo questo quello che fa, andrebbe benissimo pure a me, ma quando ti obbligheranno ad utilizzare solo tali software protetti, allora, cosa farai?, scoprirà finalmente
      la convenienza dei software "open source" e con
      "licenza gratuita", come Open office, Gimp e via
      discorrendo.Pecato che i Computer Trusted accetteranno di far girare solo Software Trusted, e perche` un Software sia Trusted, bisogna pagare il TCG affinche` lo approvi e lo codifichi con le dovute chiavi in modo che venga accettato dai Computer che pretendono i programmi codificati secondo le specifiche del Trusted Computing... e chi paga per farsi certificare un Programma per poi distribuirlo Gratis?Nessuno, una volta pagati i soldi per farsi certificar eil Programma, come minimo, chi lo ha creato vorra` recuperare i soldi spesi... fine software a licenza gratuita.Per gli OpenSource, invece, potranno vivere, a patto che vengano forniti come File di testo poi da compilare nel Computer, peccato che il Computer accettera` solo di utilizzare Compilatori approvati TC che guarda caso costeranno una bella botta... e chi va a spendere fior di quattrini per un compilatore quando, con meno soldi, puoi` comperarsi direttamenre un Programma compilato?Senza contare che molta gente non sa nemmeno cosa voglia dire compilare.
      E allora, piano piano, si potrà capire che si può
      anche vivere senza Office, che per l'uso comune
      non servono software ipertropici e
      abumilici.Peccato che non potendo installare Software gratuiti la gente sara` costretta ad andare a comperare questi Software costisissimi e Abumilici... cosi`, alla fine, con questo scherzetto, ti bloccano l'uso di Software conocrrenziale e si assicurano che la clientela sia obbligata all'acquisto dei soli loro Software.Beh, non ci vedo molto da ringraziare, anzi, qui, bisoghna invitare la gente a Boicottare tale tecnologia.DISTINTi SALUTI
      • Sparrow scrive:
        Re: Forse non hai chiaro ... ... ...
        Vabbè Crazy, ma allora le domande sono:1) Continueranno ad esistere computer TC-free ?2) Cosa bisogna fare perchè ciò accada e si mantenga la possibilità di usare software open source ?Non credo sarà mai possibile che la comunità internazionale accetti di non poter più usare per esempio OpenOffice !Piuttosto, avremo due mondi separati e non intercomunicanti, quello dei sistemi TC e quelo dei sistemi TC-free.Chi è nel secondo non potrà usare il sw e l'hw, ed i contenuti multimediali del primo mondo, ma questo è il male minore !Già oggi, se uno come me non accetta di avere sul proprio PC un driver "starforce", NON compra e non utilizza i giochi che lo utilizzano.Un domani, chi avrà scelto di essere TC-free, avrà una comunità a cui rivolgersi per le sue esigenze lavorative e cultural-ricreative, separata da quella finanziata dalle majors con i sistemi drm.Questo sarà un bene !-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 maggio 2006 09.25-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Forse non hai chiaro ... ... ...
          Salvo che i provider internet accettino connessioni da computer tc free.
          • rockroll scrive:
            Re: Forse non hai chiaro ... ... ...
            - Scritto da:
            Salvo che i provider internet accettino
            connessioni da computer tc
            free.Sarebbe un problema insormantabile. Saranno di sicuro i Siti fornitori di servizi a pagamento ad adottare questa strategia, bene, non li visiteremo.Ma non credo proprio che qualcuno possa obbligare legalmente i Providers a rifiutare connessioni da PC TC-free. Credo invece che ci saranno pressioni e sopratutto incentivi economici da parte delle Majors per ottenere questo scopo. Neesuno però ci obbliga a scegliere "Providers Canaglia". E se tutti diventeranno canaglie, cosa che dubito per legge di mercato, bene, resistermo senza connessioni: il crollo di introiti costringerà molte canaglie a tornare indietro, perchè gli incentivi delle Major non copriranno i mancati introiti.
        • rockroll scrive:
          Re: Forse non hai chiaro ... ... ...
          - Scritto da: Sparrow
          Vabbè Crazy, ma allora le domande sono:

          1) Continueranno ad esistere computer TC-free ?

          2) Cosa bisogna fare perchè ciò accada e si
          mantenga la possibilità di usare software open
          source
          ?

          Non credo sarà mai possibile che la comunità
          internazionale accetti di non poter più usare per
          esempio OpenOffice
          !
          Piuttosto, avremo due mondi separati e non
          intercomunicanti, quello dei sistemi TC e quelo
          dei sistemi
          TC-free.
          Chi è nel secondo non potrà usare il sw e l'hw,
          ed i contenuti multimediali del primo mondo, ma
          questo è il male minore
          !
          Già oggi, se uno come me non accetta di avere sul
          proprio PC un driver "starforce", NON compra e
          non utilizza i giochi che lo
          utilizzano.
          Un domani, chi avrà scelto di essere TC-free,
          avrà una comunità a cui rivolgersi per le sue
          esigenze lavorative e cultural-ricreative,
          separata da quella finanziata dalle majors con i
          sistemi
          drm.
          Questo sarà un bene !
          Mi piace molto quello che hai scritto, e sarebbe una via per uscire dalla tenaglia che stanno stringendo. Ma il mio timore, e non solo il mio, è la graduale scomparsa di PC TC-free dal mercato. Loro dicono che le tecnologie TC/TPM sono disattivabili dall'utente, che in questo modo rinuncerebbe al mondo TC-Compliant e passerebbe al modo TC-free; lo dicono a parole, ma possono impedircelo quando vogliono, appena ci azzardiamo a collegarci on-line. Se il TC/TPM con tanto di DRM e simili amenità troverà mercato, il cartello dei produttori HW, anche per la pressione delle Majors, farà sparire dal mercato i PC ancora puliti, ed i relativi pezzi di ricambio. Tieni presente che il mercato è costituito si da noi utenti privati, ma anche e forse in maggior parte da utenze aziendali e pubbliche, e queste utenze non avrebbero eccessivi problemi ad adottare tecnologie Trusted, a meno che risultino eccessivamente limitative dell'operabilità o addirittura instabili. Ma se il mercato dell'utenza privata, che adeguatamente edotta rifiuterebbe sicuramente, venissa a crollare, almeno per questa fetta utenza credo proprio che verrebbero ancora forniti PC TC-free. L'unica soluzione è, nei limiti delle nostre possibilià, NON DARE MERCATO a chi soffoca le nostre libertà ed attenta ai nostri sacrosanti diritti. Bye.
      • rockroll scrive:
        Re: Forse non hai chiaro ... ... ...
        - Scritto da: Crazy
        ......
        Peccato che non potendo installare Software
        gratuiti la gente sara` costretta ad andare a
        comperare questi Software costisissimi e
        Abumilici... cosi`, alla fine, con questo
        scherzetto, ti bloccano l'uso di Software
        conocrrenziale e si assicurano che la
        clientela
        sia obbligata all'acquisto dei soli loro
        Software.

        Beh, non ci vedo molto da ringraziare, anzi,
        qui,
        bisoghna invitare la gente a Boicottare tale
        tecnologia.
        DISTINTi SALUTIBOICOTTARE, condivido, attrezziamoci a resistere e boicottiamo. Ma finchè adottiamo questa politica in pochi non risolviamo, andiamo solo incontro a rinunce, limitate se ci attrezziamo ora, ma comunque rinunce, oltretutto inutili se il "parco buoi" continua a comprare bovinamente. Se solo riusciamo a dare un'idea al parco buoi del danno che si fanno e che ci fanno .... Se vogliamo continuare ad usare software Open Source e sopratutto se vogliamo mantenere la nostra libertà digitale e non solo, dobbiamo impedire i loro perversi disegni, e a mio avviso possiamo solo farlo BOICOTTANDO IN MASSA! Bye.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 maggio 2006 13.58-----------------------------------------------------------
      • Rex1997 scrive:
        Re: Forse non hai chiaro ... ... ...
        - Scritto da: Crazy[CUT]

        Peccato che non potendo installare Software
        gratuiti la gente sara` costretta ad andare a
        comperare questi Software costisissimi e
        Abumilici... cosi`, alla fine, con questo
        scherzetto, ti bloccano l'uso di Software
        conocrrenziale e si assicurano che la clientela
        sia obbligata all'acquisto dei soli loro
        Software.

        Beh, non ci vedo molto da ringraziare, anzi, qui,
        bisoghna invitare la gente a Boicottare tale
        tecnologia.
        DISTINTi SALUTIDimentichi una variabile importante che innescherà comunque la fine del sistema: dato che i prezzi del $oftware TC non sarà sicuramente abbordabile, e che comunque la situazione economica mondiale ben difficilente migliorerà nell'arco di 2-3 anni, cominceranno le scelte prioritarie del tipo mangio o guardo il $$_DVD_$$? Il popolino in questo frangente di norma ha sempre la risposta... :s :(Se anche le case del $$oftware abbasseranno i prezzi per spingerti a comprare, non potranno comunque spingersi al di sotto del limite di quadagnare quanto il sistema ingoi, ed il sospetto che mantenere attivo un sistema TC costi un botto non da poco di $$ c'è ed è molto grande...(se non altro per garantirsi la sicurezza che il contenuto di un fritz-chip non finisca per denaro in mano ad un produttore HW che possa clonarlo ed invadere il mercato parallelo... :D )IMHO basta un piccolo boicottaggio per incrinare il sistema, se poi diventerà un Boicottaggio le crepe saranno molto grandi.E' la famosa fine del dinosauro, diventato troppo grande da sfamare da parte del cervello rimasto sempre delle stesse dimensioni... :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringrazio il Trusted Computing e il Drm

      Hai visto mai che la smettiamo anche di comperare
      inutili upgrade hardware per seguire questo
      gigantismo senza fine, che poi il mio 3000 Mhz
      con un giga di Ram, alla fine fa le stesse cose
      che faceva il mio vecchio 486 66Mhzcon 8 Mega di
      ram.
      Finchè i nuovi ingegneri del software useranno eclipse e java per sviluppare, stai tranquillo che alla intel avranno lavoro GARANTITO per un bel pezzo! :D
    • rockroll scrive:
      Re: Ringrazio il Trusted Computing e il Drm
      - Scritto da:
      ......
      Hai visto mai che la smettiamo anche di comperare
      inutili upgrade hardware per seguire questo
      gigantismo senza fine, che poi il mio 3000 Mhz
      con un giga di Ram, alla fine fa le stesse cose
      che faceva il mio vecchio 486 66Mhzcon 8 Mega di
      ram.
      Condivido perfettamente. Un Sempron 3000+ lo sta usando mia moglie, un Sempron 2600+ l'ho regalato a mia nipote, io sto usando PII tirato 450@517 Mhz e ne ho d'avanzo per fare musica, usare P2P e ricevere un mare di free WEB-TV, avendo FW Fibra); ho ordinato un Sempron 3300+ con configurazione furba personalizzata, e lì mi fermo, pronto a resistere almeno 5 anni senza dar soldi per le porcherie future, tanto saranno ostili e spesso superflue. Se tutti accettassero questa filosofia avremmo già vinto!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 25 maggio 2006 05.29-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Ringrazio il Trusted Computing e il Drm
      - Scritto da:
      Vorrei pubblicamente ringraziare gli inventori di
      questi sistemi che renderanno difficile se non
      impossibile l'uso di software copiati e contenuti
      multimediali
      protetti.
      Grazie perché finalmente, dopo venti anni di
      sudditanza, l'utente medio, di fronte alla
      prospettiva di dover pagare 500 euro per un
      MS/Office, 1000 euro per un Photoshop (se
      bastano) e via discorrendo, scoprirà finalmente
      la convenienza dei software "open source" e con
      "licenza gratuita", come Open office, Gimp e via
      discorrendo.
      E allora, piano piano, si potrà capire che si può
      anche vivere senza Office, che per l'uso comune
      non servono software ipertropici e
      abumilici.
      Certo che sono dei geni questi manager. Quanti
      milioni bisogna pagare una testa d'uovo perché
      capisca finalmente che Microsoft è diventata
      quello che è diventata proprio perché la gente, a
      casa, poteva usare il software gratis, software
      che poi pretendeva in
      azienda?
      Hai visto mai che la smettiamo anche di comperare
      inutili upgrade hardware per seguire questo
      gigantismo senza fine, che poi il mio 3000 Mhz
      con un giga di Ram, alla fine fa le stesse cose
      che faceva il mio vecchio 486 66Mhzcon 8 Mega di
      ram.
      quello che hai scritto è tutto vero... peccato che con il TC e DRM l'open source diventerà polvere nel giro di una stagione(win)(apple)W il DRM e il TC
    • Stephan scrive:
      300 problemi comuni risolti con utility
      http://www.downloadblog.it/post/1713/300-problemi-comuni-risolti-con-utility-freeware
  • Anonimo scrive:
    Re: Untrusted/ TC, DRM scelta inevitabile?
    Non ho capito, esattamente cosa vuole dire?1) Il DRM è di per sè male, esistono tante fallimentari soluzioni che vanno bene solo per produzioni di taglio marginale;2) Le aziende fanno male ad applicare il DRM, copiare è quindi giusto e doveroso;3) Le aziende non devono seguire il modello di business attuale perchè è vecchio.4) Tutte e tre le precedenti
    • Anonimo scrive:
      Re: Untrusted/ TC, DRM scelta inevitabil
      - Scritto da:
      Non ho capito, esattamente cosa vuole dire?

      1) Il DRM è di per sè male, esistono tante
      fallimentari soluzioni che vanno bene solo per
      produzioni di taglio
      marginale;No: esistono varie soluzioni che, tutte insieme, permetterebbero di evitare l'uso del DRM nella maggior parte dei casi e riservarlo solo a quelli in cui questa tecnologia ha effettivamente senso.
      2) Le aziende fanno male ad applicare il DRM,
      copiare è quindi giusto e
      doveroso;No: le aziende fanno sicuramente un danno agli utenti usando il DRM. Il resto della tua frase però non consegue direttamente da questo. C'è anche della gente onesta al mondo, soprattutto quando non si cerca di vampirizzarla.
      3) Le aziende non devono seguire il modello di
      business attuale perchè è
      vecchio.Questo sicuramente si. Ma il modello non è "vecchio" perchè non soddisfa le esigenze degli uteni. E' vecchio perchè trascina le aziende in una direzione che può portarle al fallimento.
    • rockroll scrive:
      Re: Untrusted/ TC, DRM scelta inevitabile?
      - Scritto da:
      Non ho capito, esattamente cosa vuole dire?

      1) Il DRM è di per sè male, esistono tante
      fallimentari soluzioni che vanno bene solo per
      produzioni di taglio
      marginale;
      Il DRM è male se limita pesantemente i miei sacrosanti diritti di utilizzo e se incrementa subdolamente i proventi di chi lucra sui copyright obbligandomi spesso al riacquisto di un prodotto precedentemente acquistato. Il DRM o altre soluzioni sono tutti tecnicamente fallimentari, ammesso che funzionino. Io non li bypasso perchè è considerato illegale, ma anche per esperienza personale potrei dire di molti casi in cui non proteggono quel che vorrebbero proteggere e di altrettanti in cui fanno casualmente il contrario (basta a chiedere agli utenti di servizi RossoAlice pay-per-view).
      2) Le aziende fanno male ad applicare il DRM,
      copiare è quindi giusto e
      doveroso;
      Se i sistemi DRM funzionassero e se funzionassero senza creare appesantimenti e danni (vedi caso Sony), se sopratutto rispettassero tutti i diritti dei consumatori senza dannegiare l'immediatezza d'utilizzo del prodotto e senza aggravio indiretto di spese (in definitiva i costi di queste amenità aggiunte li paghiamo noi), e ci sarebbero altri se ..., allora e solo allora si potrebbe parlare di diritto di applicarli da parte delle Aziende, indipendentemente da quanto dicano certe leggi vessatorie. Copiare è giusto per scopo personale, su questo non ci piove; il termine "doveroso" è totalmente gratuito. Se io facessi saltare un DRM per farne copia personale e non per farne un uso illecito lo riterrei giusto, anche se ci viene presentato come illecito: le leggi in proposito sono vessatorie! Se poi un DRM è proposto a mo' di sfida o sfotto' dalla sconfinata prosopopea di certe Aziende, bene, ci pensano migliaia di Hacker a svergognarle, e se c'è questo atteggiamento da parte di queste aziende, hanno quel che si meritano. Un'ultima cosina. Se la presenza di DRM e i limiti e fastidi che esso impone venissero per legge obbligatoriamente dichiarati sulla confezione del prodotto o comunque al momento dell'acquisto, l'utente sarebbe libero di fare un acquisto consapevole e di decidere se gli interessa o meno un prodotto così "contraffatto" (almeno le copie dei "marocchini" non sono così "contraffatte", con tutto il rispetto per i Marocchini che cercano di sopravvivere e non ingrassano la mafia, almeno quella che lucra spudoratamente alle spalle di Autori ed Consumatori).
      3) Le aziende non devono seguire il modello di
      business attuale perchè è
      vecchio.

      Il modello di business attuale è vecchio. non perchè il prodotto non soddisfi qualitativamente il cliente, ma perchè il costo di produzione e distribuzione tradizionale penalizza sia l'azienda che il consumatore, il quale viene vessato ulteriormente, oltre che da balzelli fiscali, sopratutto dai lucri spropositati degli Enti e delle Organizzazioni che vi parassitano intorno. PS. Come si spiega che il sottoscritto, in una za giornata di impegno, riesce a produrre ex novo un brano musicale completo, certo non inferiore alle lagne sanremesi, servendosi di un PC con un po' di software, due strumenti ed un microfono, e lo puo' distribuire gratuitamente in rete a migliaia di utenti, il tutto a costo IRRISORIO?!?!
  • Anonimo scrive:
    Re: Untrusted/ TC, DRM scelta inevitabil
    asdasfafasrfasrasfasfas asduahsuhuahsuhauhuahushas
Chiudi i commenti