UK, avanti tutta con l'anticrimine

Il regno d'Oltremanica spinge per il potenziamento dei cybercop e il governo sforna una ricetta buona per tutti: gli ingredienti sono tracking RFID, biometria e scanner d'ultima generazione


Londra – Nei palazzi del potere di Londra si discute da tempo dell’introduzione su larga scala di misure speciali anticrimine basate su sistemi informatizzati ad altissima tecnologia. I sudditi di Sua Maestà saranno controllati elettronicamente ? Pare proprio di sì: il governo ha infatti compilato una “lista di obiettivi tecnologici” per contrastare l’ondata di criminalità, lista che i media locali hanno già ribattezzato lista dei desideri . Biometria, tracking RFID e scanner millimetrali: presto in tutte le grandi città dell’isola.

Diversi uffici governativi, forti dell’appoggio del sottosegretario agli Interni Andy Burnham, stanno lavorando a vari livelli per una svolta nel mantenimento dell’ordine pubblico. Burnham, a capo di un pool d’esperti provenienti dalla comunità scientifica e tecnologica locale, sostiene che “la criminalità è sempre più all’avanguardia” e pertanto si rende necessario “l’uso della scienza per poter combattere alla pari contro i malviventi”.

Londra mira alla diffusione degli scanner millimetrali , già sperimentati presso alcune stazioni ed aeroporti, per contrastare la diffusione illegale di armi da fuoco e tutti gli spiacevolissimi incidenti che ne possono trarre origine. Ma non finisce qui: si parla di spettrometri portatili per analizzare le condizioni tossicologiche degli automobilisti, di dispositivi a radiofrequenza per le targhe e di nuove armi non letali destinate ai reparti di polizia urbana.

“Servono maggiori controlli sia sulle persone che sugli oggetti”, ha dichiarato il ministro dell’interno in una recente nota ufficiale. Ed è per questo che Burnham cerca l’aiuto del parlamento nel tentativo di promuovere l’uso a tuttotondo di sistemi d’identificazione remota RFID , in ambito produttivo e commerciale. I chip RFID, in un’ottica a metà tra il protezionismo e l’efficientismo, saranno implementati su tutti i prodotti in commercio per “combattere il traffico di merci contraffatte”.

La creazione di database biometrici , legati a doppio filo con l’introduzione di nuove carte d’identità nazionali , prevista nei prossimi anni, permetterà alle forze di polizia di creare sistemi di sorveglianza automatizzati in grado di riconoscere immediatamente i soggetti ripresi dalle telecamere di sicurezza sparse per le città britanniche.

“Ci saranno grandi benefici per tutti”, sottolinea Burnham, “perché le tecnologie di identificazione automatica sono mature per essere usate in tutte le situazioni quotidiane”.

Tommaso Lombardi

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Major, ottima mossa

    Diventa sempre piu' pressante
    l'esigenza di usare software di terza generazione
    che impediscano censure di tale specie.... cosa relativamente facile da fare e che, quando la pressione delle major verrà troppo alta, nasceranno in pochissimo tempo.... ma che razza di menti malate ci sono nelle major? Sono davvero convinti che si possa fermare il p2p?
    • Anonimo scrive:
      Re: Major, ottima mossa
      Fermarli?comprate o spacciate windows che poi ve ne accorgiete di cosa è capace il vostro sistema operativo automatico...
  • Anonimo scrive:
    Il copyright un concetto superato
    Fino al rinascimento gli artisti guadagnavano bene ed avevano addirittura botteghe e scuole tutte loro. A quell'epoca non esisteva il copyright, e quello che guadagnava l'artista era quello che si faceva pagare sulla PRIMA COPIA. Lo ripeto: DIRITTO DI PRIMA COPIAA questo punto chi ha comprato la mia prima copia, avendola pagata fior di quattrini, potrà farci quello che ci vuole con le copie. Potrà liberamente metterle in rete e condividerle gratuitamente. LE HA PAGATE SONO SUE ORA HA IL DIRITTO DI FARCI QUELLO CHE VUOLE.L'ARTISTA E' STATO GIA' RETRIBUITO, NON HA PERSO NULLA, NON MUORE DI FAME!Oggi invece funziona che chi apre una radio e trasmette un opera paga il pizzo all'artista per sempre.Una follia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il copyright un concetto superato
      - Scritto da: Anonimo

      Fino al rinascimento gli artisti guadagnavano
      bene ed avevano addirittura botteghe e scuole
      tutte loro.

      A quell'epoca non esisteva il copyright, e
      quello che guadagnava l'artista era quello che si
      faceva pagare sulla PRIMA COPIA.

      Lo ripeto: DIRITTO DI PRIMA COPIA

      A questo punto chi ha comprato la mia prima
      copia, avendola pagata fior di quattrini, potrà
      farci quello che ci vuole con le copie. Potrà
      liberamente metterle in rete e condividerle
      gratuitamente. LE HA PAGATE SONO SUE ORA HA IL
      DIRITTO DI FARCI QUELLO CHE VUOLE.

      L'ARTISTA E' STATO GIA' RETRIBUITO, NON HA PERSO
      NULLA, NON MUORE DI FAME!

      Oggi invece funziona che chi apre una radio e
      trasmette un opera paga il pizzo all'artista per
      sempre.

      Una follia.
      Peccato che non il metodo che descrivi l'artista perda completamente il controllo della sua vena creativa, che deve sottomettere ai desideri del mecenate.Mi astengo dal commentare il resto, che è altrettanto superficiale.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il copyright un concetto superato
        che non la vendesse al mecenate!
        • Anonimo scrive:
          Re: Il copyright un concetto superato
          certo che quando la gente ha voglia di commentare qualcosa in maniera costruttiva e' sempre d'obbligo sputtanare prima quello che dice qualcun'altro.............................i tempi erano diversi ora tu mi dai una cosa ed io duplicandola posso spedirla in tutto il mondo i men che si dica, una volta questo era impossibile, al massimo rimaneva nel quartieree allora dovremmo brevettare la pizza e chiedere le royalty passate presenti e future, non e' stata un'opera d'ingegno la pizza????diciamo la verita' ci vogliono guadagnare e guadagnare e ancora guadagnare e noi paghiamo invece di rompere i marroni a chi li vende x le strade ci incutono paura con i loro messaggi pubblicitari e le loro campagne di caccia alle streghe..........bah
      • Anonimo scrive:
        Re: Il copyright un concetto superato
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo



        Fino al rinascimento gli artisti guadagnavano

        bene ed avevano addirittura botteghe e scuole

        tutte loro.



        A quell'epoca non esisteva il copyright, e

        quello che guadagnava l'artista era quello che
        si

        faceva pagare sulla PRIMA COPIA.



        Lo ripeto: DIRITTO DI PRIMA COPIA



        A questo punto chi ha comprato la mia prima

        copia, avendola pagata fior di quattrini, potrà

        farci quello che ci vuole con le copie. Potrà

        liberamente metterle in rete e condividerle

        gratuitamente. LE HA PAGATE SONO SUE ORA HA IL

        DIRITTO DI FARCI QUELLO CHE VUOLE.



        L'ARTISTA E' STATO GIA' RETRIBUITO, NON HA PERSO

        NULLA, NON MUORE DI FAME!



        Oggi invece funziona che chi apre una radio e

        trasmette un opera paga il pizzo all'artista per

        sempre.



        Una follia.



        Peccato che non il metodo che descrivi l'artista
        perda completamente il controllo della sua vena
        creativa, che deve sottomettere ai desideri del
        mecenate.
        Mi astengo dal commentare il resto, che è
        altrettanto superficiale.
        Invece secondo me ha perfettamente ragione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Il copyright un concetto superato
          Non sono il tipo di prima.- Scritto da: Anonimo
          Invece secondo me ha perfettamente ragione.Interessante, secondo me invece non ha ragione.
    • xander2k scrive:
      Re: Il copyright un concetto superato
      - Scritto da: Anonimo

      A quell'epoca non esisteva il copyright, e
      quello che guadagnava l'artista era quello che si
      faceva pagare sulla PRIMA COPIA.

      Lo ripeto: DIRITTO DI PRIMA COPIA

      A questo punto chi ha comprato la mia prima
      copia, avendola pagata fior di quattrini, potrà
      farci quello che ci vuole con le copie. Potrà
      liberamente metterle in rete e condividerle
      gratuitamente. LE HA PAGATE SONO SUE ORA HA IL
      DIRITTO DI FARCI QUELLO CHE VUOLE.

      L'ARTISTA E' STATO GIA' RETRIBUITO, NON HA PERSO
      NULLA, NON MUORE DI FAME!Questo ovviamente se l'artista chiedesse un alto compenso per la sua prima copia. Ma le probabilità di venderla, di conseguenza, scenderebbero a picco. Sostanzialmente, dovrebbe "svendersi". Come risolvi questo problema?
  • Anonimo scrive:
    Io ci sto
    Ma si, con la nuova economía non c'è più bisogno di farsi palazzinaro, mafioso o superenalottista per guadagnare un sacco di $$$Basta produrre un programmino piccolo piccolo che dia fastidio assai ai potenti --tipicamente, un cliente di P2P-- e poi ci penseranno loro a comprarti l'azienda o i sorrisi e te ne vai alle Bahamas a fare il baby-pensionato d'oro. 8)
  • Anonimo scrive:
    Sono contento per Coehn
    Lo sviluppatore di Bittorrent è dislessico ciononostanteè riuscito a produrre un tool che spacca letteralmente il culo ai passeri.Se considerate poi che il gioiello è stato scritto interamente in python be che dire quando l'ho saputomi sono venuti i lacrimoni :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Sono contento per Coehn
      - Scritto da: Anonimo
      Lo sviluppatore di Bittorrent è dislessicoasperger non dislessia
      ciononostante
      è riuscito a produrre un tool che spacca
      letteralmente il culo ai passeri.
      Se considerate poi che il gioiello è stato
      scritto interamente in python be che dire quando
      l'ho saputo
      mi sono venuti i lacrimoni :)
    • teddybear scrive:
      Re: Sono contento per Coehn
      - Scritto da: Anonimo
      Lo sviluppatore di Bittorrent è dislessico
      ciononostante
      è riuscito a produrre un tool che spacca
      letteralmente il culo ai passeri.Beh? Guarda che essere dislessico non significa mica essere stupidi o altro. Anzi. Se tu sapessi da cosa è causata la dislessia, sapresti che è anche la stessa causa di una buona parte della genialità di certe persone.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono contento per Coehn
        - Scritto da: teddybear
        Beh? Guarda che essere dislessico non significa
        mica essere stupidi o altro. Anzi. Se tu sapessi
        da cosa è causata la dislessia, sapresti che è
        anche la stessa causa di una buona parte della
        genialità di certe persone.Lo so lo so non ho mai pensato che Coehn sia stupitotuttaltro.
  • Anonimo scrive:
    ZAPPA SUI PROPRI PIEDI
    Allora che significa, che d'ora in poi qualsiasi file mi scarico partendo dal motore di ricerca di Cohen e' legale?Io voglio solo scaricare roba legale, ma che ne so se lo e' oppure no? Le leggi del copyright sono diverse da nazione a nazione e non sono un avvocato, se quello che scarico lo prendo dal motore di Cohen mi dovranno almeno riconoscere la buona fede!E se Cohen ritira il file dopo che ho iniziato a scaricarlo, sono tenuto a saperlo?
    • Anonimo scrive:
      Re: ZAPPA SUI PROPRI PIEDI
      - Scritto da: Anonimo
      Le leggi del copyright
      sono diverse da nazione a nazione Non proprio, la legge del diritto d'autore è abbastanza uniforme nel mondo perché basata su trattati ratificati da quasi tutti i paesi.Anche se comunque delle piccole diversità sussistono. Lui comunque mica garantisce niente, ha solo fatto un accordo con le case per togliere in fretta link ai loro contenuti.
  • Anonimo scrive:
    occhio pero' alla censura
    Spero pero' che Coehn pubblichi una lista di tutti i file che ha eliminato su semplice richiesta di RIAA/MPAA; l'unica cosa veramente importante di tutto cio' infatti, a mio avviso, e' che non si eliminino file importanti e di dominio pubblico facendo finta che siano film protetti. Un esempo concreto: fra un po' troveranno la maniera di far togliere a Beppe Grillo la listahttp://www.beppegrillo.it/condannati_parlamento.phpMettiamo che continui a girare come file bitTorrent... e se ne esce la SIAE che il file beppe_grillo_condannati_parlamento.torrent punta invece all'ultimo film di tette e culi di Vanzina e percio' va cancellato, Cohen che fa, lo toglie immediatamente e zitto? certo non potra' controllare le migliaia di segnalazioni che ogni giorno gli faranno RIAA/MPAA....Per il resto, se vengono eliminati film e dischi "correnti" (cioe' non introvabili sul mercato) direi che hanno perfettamente ragione. Sui libri non sono cosi' sicuro.
  • Anonimo scrive:
    secondo me...
    Dal mio personalissimo punto di vista credo che le varie tecnologie legate al p2p siano interessanti principalmente perchè permettono di scaricare materiale che altrimenti costerebbe un occhio della testa procurarsi. Il giorno in cui nei vari sistemi p2p non circolerà più niente di quello che circola oggi (film, musica, software ecc.) oppure dovrò pagare per averlo non mi prenderò neanche la briga di installare un client p2p... cercherò altrove.
    • Ubu re scrive:
      Re: secondo me...
      - Scritto da: Anonimo
      Dal mio personalissimo punto di vista credo che
      le varie tecnologie legate al p2p siano
      interessanti principalmente perchè permettono di
      scaricare materiale che altrimenti costerebbe un
      occhio della testa procurarsi. Il giorno in cui
      nei vari sistemi p2p non circolerà più niente di
      quello che circola oggi (film, musica, software
      ecc.) oppure dovrò pagare per averlo non mi
      prenderò neanche la briga di installare un client
      p2p... cercherò altrove.Interessante, non ci sarei mai arrivato.
    • Anonimo scrive:
      Re: secondo me no
      finché persiste il p2p illegale è chiaro che a pochi interessa cercare i contenuti legali e a sua volta siccome c'è meno interesse questo influenza anche la sua produzione a livello quantitativo.Esistono comunque fenomeni attuali come il podcasting e il vidcasting che forniscono contenuti legali e fruibili attraverso il p2p con bittorrent.
  • pentolino scrive:
    Quale è il problema?
    Condivido la scelta dell' autore; il suo programma si presta benissimo a scopi perfettamente legali (come la distribuzione di software OS da parte di chi non può permettersi megabyte di banda).Se poi uno è contro le major perchè guarda i film da esse prodotti (che li paghi o no)?
    • Kheru scrive:
      Re: Quale è il problema?
      - Scritto da: pentolino
      Condivido la scelta dell' autore; il suo
      programma si presta benissimo a scopi
      perfettamente legali (come la distribuzione di
      software OS da parte di chi non può permettersi
      megabyte di banda).
      Se poi uno è contro le major perchè guarda i film
      da esse prodotti (che li paghi o no)????si si ce lo vedo uno che si scarica una iso con bittorrent su una 56k.si si ... :D :D :D :D :D ma mi faccia ...
      • Anonimo scrive:
        Re: Quale è il problema?
        - Scritto da: Kheru
        si si ce lo vedo uno che si scarica una iso con
        bittorrent su una 56k.

        si si ...

        :D :D :D :D :D ma mi faccia ...
        Fai 5 faccine per dire questa genialata? Cosa c'entrano i 56k? Faccelo tu il piacere la prossima volta pensa prima di scrivere.
      • pentolino scrive:
        Re: Quale è il problema?
        Mah, mi aspettavo qualche flame sulla questione di non comprare i prodotti delle major, non sul discorso dello scaricare le iso.Mi spieghi cosa c' entra la 56k?
  • Anonimo scrive:
    chissà che simpatiche minacce ha ricevut
    :)probabilmente è tutto estremamente ovvio
    • Anonimo scrive:
      Re: chissà che simpatiche minacce ha ric
      - Scritto da: Anonimo
      :)

      probabilmente è tutto estremamente ovvioMi hai proprio rubato le parole di bocca......
      • Anonimo scrive:
        Re: chissà che simpatiche minacce ha ric
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        :)



        probabilmente è tutto estremamente ovvio

        Mi hai proprio rubato le parole di bocca......Essendo una cricca di mafiosi....direi che sono andati parecchio pesanti sul piano fisico.Magari qualche "consiglio" ad amici e parenti....
  • Anonimo scrive:
    I soldi sono sempre soldi!
    Le parole di Cohen sono sicuramente dettate da un bel assegnino di dindoni stretto nelle mani, non c'e' dubbio....Ma in fondo voi non avreste fatto lo stesso?
    • Anonimo scrive:
      Re: I soldi sono sempre soldi!
      - Scritto da: Anonimo
      Le parole di Cohen sono sicuramente dettate da un
      bel assegnino di dindoni stretto nelle mani, non
      c'e' dubbio....Ma in fondo voi non avreste fatto
      lo stesso?Se cosi' fosse stato avrebbe anche previsto di fare modifiche piu' profonde a protocollo e client, mentre in realta' agisce solo ed esclusivamente sul motore di ricerca presente nella sua homepage lasciando tutto il resto inalterato.Credo che abbia solo trovato un compromesso che gli abbia evitato di mettere in moto una battaglia legale.I tracker continueranno ad esistere e a funzionare ed eventuali plugin o motori du ricerca esterni pure.la preoccupazione e' in realta' un'altra, ovvero potrebbero muoversi ora dopo Mpaa anche la Riaa e altri ancora a chiedere che in cambia di uno stato di non belligeranza gli stessi 'filtri' manuali vengano applicati anche per il software e la musica portando alla chiusura del motore di ricerca ufficiale.E qui ribadisco che si tratta solo del motore di ricerca presente sulla homepage poiche' bittorrent non fu ideato e pensato per avere a disposizione un motore di ricerca come quelli dei vari p2p, anzi il sistema doveva supportare comunita' non connesse fra di loro quindi completamente isolate se necessario.Inutile dire che e' possibile scrivere motori di ricerca alternativi da mettere a disposizione........
      • Anonimo scrive:
        Re: I soldi sono sempre soldi!
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        Le parole di Cohen sono sicuramente dettate da
        un

        bel assegnino di dindoni stretto nelle mani, non

        c'e' dubbio....Ma in fondo voi non avreste fatto

        lo stesso?

        Se cosi' fosse stato avrebbe anche previsto di
        fare modifiche piu' profonde a protocollo e
        client, mentre in realta' agisce solo ed
        esclusivamente sul motore di ricerca presente
        nella sua homepage lasciando tutto il resto
        inalterato.
        Credo che abbia solo trovato un compromesso che
        gli abbia evitato di mettere in moto una
        battaglia legale.lui, il pirata per eccellenza (per questo ha inventato bittorrent...), ha sempre pensato a farci i soldi, ora ha preso un assegno per non fare un cazzo e per vendere la sua faccia come testimonial antipirateria...da che pulpito...io lo sapevo fin da quando ha rilasciato la prima versione di bittorrent che sarebbe andata così, ma tanto a me non me ne può fregar di meno di bittorrent, anzi se muore è pure meglio...
  • Anonimo scrive:
    re:............
    Mi complimento per l'ennesima volta ;) per l immagine....
    • Luca Schiavoni scrive:
      Re: re:............
      - Scritto da: Anonimo
      Mi complimento per l'ennesima volta ;) per l
      immagine....;) spero che sei uno di quelli che durante quella scena del film DeepImpact rideva a crepapelle (invece di ascigarsi le lacrime)era veramente assurda :D :D faceva il paio con i ragazzini che correvano in motorino seminando lo tsunami. Cosa guidavano, una hOnda ? :Dscusate l OT (geek)ma l onda di BitTorrent a Hollywood... ahemLucaS
      • Ubu re scrive:
        Ubu Re: re:............
        - Scritto da: LucaSchiavoni

        - Scritto da: Anonimo

        Mi complimento per l'ennesima volta ;) per l

        immagine....

        ;)
        spero che sei uno di quelli che durante quella
        scena del film DeepImpact rideva a crepapelle
        (invece di ascigarsi le lacrime)

        era veramente assurda :D :D

        faceva il paio con i ragazzini che correvano in
        motorino seminando lo tsunami. Cosa guidavano,
        una hOnda ? :D

        scusate l OT (geek)

        ma l onda di BitTorrent a Hollywood... ahem

        LucaSMa oltre a dargli i diritti, a questi artisti non dovremmo dargli anche dei doveri? Che la piantassero con la roba pissera.In quanto a Deep... quello e' il vero film da p2p, che puoi vedere i primi cinque minuti, pensare a quanti soldi ha ricevuto un regista cretino, e buttarlo nel cestino senza aver speso nulla se non il proprio tempo.Questo non toglie che i veri film da cinema esistano (forse il 5% della produzione), e quelli si gustano davvero solo al cinema (pers. Es.: SinCity).PSMa se l'onda stava dietro, secondo me davanti non ci potevano essere che delle yamaha.
  • Anonimo scrive:
    re:............
    Mi complimento per l'ennesima volta ;)
  • Anonimo scrive:
    ILLEGALI SONO LE MAJOR
    W il P2P a MANETTA!!
    • Anonimo scrive:
      Re: ILLEGALI SONO LE MAJOR

      W il P2P a MANETTA!!Mi aspetto che Elio la inserisca in Supergiovane :)
      • Anonimo scrive:
        Re: ILLEGALI SONO LE MAJOR
        - Scritto da: Anonimo


        W il P2P a MANETTA!!

        Mi aspetto che Elio la inserisca in Supergiovane
        :)c'e' ancora elio?
        • pentolino scrive:
          Re: ILLEGALI SONO LE MAJOR
          Sì, anche se non è più quello di una volta...Sto cominciando a parlare come la buonanima di mio nonno! :)
  • Anonimo scrive:
    Tanto BitComet ha il DHT
    Con il DHT bittorrent non dipende più dal tracker iniziale, quindi ormai con client evoluti come BitComet di quello che farà Cohen non ci interessa molto. L'unico problema è che i siti e i tracker più 1337 pretendono che si disattivi dalle opzioni il DHT, per non condividere con altri tracker.... vedremo cosa succederà.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto BitComet ha il DHT
      E' molto piu' semplice, si parla del motore di ricerca per torrents che sta sulla homepage www.bittorrent.com ;nessun'altra variazione sara' effettuata, se altri motori di ricerca saranno usati non ne saranno affetti ne' i tracker avranno modifiche sul loro funzionamento.tutto qui, la Mpaa di piu' non poteva ottenere.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto BitComet ha il DHT
      - Scritto da: Anonimo

      Con il DHT bittorrent non dipende più dal
      tracker iniziale, quindi ormai con client evoluti
      come BitComet di quello che farà Cohen non ci
      interessa molto.Non ci interesserebbe neanche che non esistesse il DHT, tra l'altro.
      • Anonimo scrive:
        Re: Tanto BitComet ha il DHT
        Dht e features che hanno i vari client evoluti sono comodissime e permettono la sopravvivenza dei torrent anche quando il tracker venisse a mancare; esiste persino un client che effettua la ricerca di peer (solo rete bittorrent) usando la rete Kad come punto di contatto..........Il client originale non ha molto di questi extra tranne il comodissimo DHT che permette anche di togliere lavoro ai tracker, poiche' anche se il tracker non risponde a causa di un overload una volta ottenuta almeno una connessione al tracker e una lista dei peer, tramite tale protocollo i client si scambiano le informazioni necessarie.Il tracker quindi puo' essere connesso ad una linea lenta ed essere difficile da raggiungere ma una volta raggiunto il sistema va avanti anche senza connetterlo piu', importante questo perche' in precedenza la banda occupata dai tracker era indispensabile e molto elevata causando i distacchi da parte dei provider che ospitavano il tracker, mentre adesso nonostante la richiesta di banda del tracker non sia diminuita questa si puo' comunque limitare senza compromettere le prestazioni di tutto il sistema.
  • Anonimo scrive:
    Bravo hai fatto bene!
    Un modo in più per togliere al p2p quell'immagine di illegalità a cui spesso viene associato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bravo hai fatto bene!
      - Scritto da: Anonimo
      Un modo in più per togliere al p2p quell'immagine
      di illegalità a cui spesso viene associato.Ha fatto bene, semmai, perche' dopo aver svolto un impagabile servizio alla pirateria ora prendera' una barca di soldi dai pessimi della RIAA semplicemente per non fare un cazzo :)Direi che ogni programmatore dovrebbe seguire il suo esempio :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Bravo hai fatto bene!
        - Scritto da: Anonimo
        Ha fatto bene, semmai, perche' dopo aver svolto
        un impagabile servizio alla pirateria ora
        prendera' una barca di soldi dai pessimi della
        RIAA semplicemente per non fare un cazzo :)
        Direi che ogni programmatore dovrebbe seguire il
        suo esempio :)Come sei materiale :) Comunque a me piace vederla nell'altro modo. Anche perché se il p2p continua ad essere usato prevalentemente in modo illegale prima o poi sparisce.
        • Anonimo scrive:
          Re: Bravo hai fatto bene!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Ha fatto bene, semmai, perche' dopo aver svolto

          un impagabile servizio alla pirateria ora

          prendera' una barca di soldi dai pessimi della

          RIAA semplicemente per non fare un cazzo :)

          Direi che ogni programmatore dovrebbe seguire il

          suo esempio :)

          Come sei materiale :) Comunque a me piace vederla
          nell'altro modo. Anche perché se il p2p continua
          ad essere usato prevalentemente in modo illegale
          prima o poi sparisce.Semmai e' il concetto odierno per cui ci sono delle informazioni che e' illegale scambiarsi che deve sparire.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bravo hai fatto bene!
            - Scritto da: Anonimo
            Semmai e' il concetto odierno per cui ci sono
            delle informazioni che e' illegale scambiarsi che
            deve sparire.E' illegale se non sei autorizzato da chi le ha create. Falle tu quelle informazioni e le puoi scambiare con chi vuoi già da oggi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bravo hai fatto bene!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Semmai e' il concetto odierno per cui ci sono

            delle informazioni che e' illegale scambiarsi
            che

            deve sparire.

            E' illegale se non sei autorizzato da chi le ha
            create. Falle tu quelle informazioni e le puoi
            scambiare con chi vuoi già da oggi.Quindi tutto quello che dici agli altri sono tuoi pensieri originali, suppongo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bravo hai fatto bene!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo


            Semmai e' il concetto odierno per cui ci sono


            delle informazioni che e' illegale scambiarsi

            che


            deve sparire.



            E' illegale se non sei autorizzato da chi le ha

            create. Falle tu quelle informazioni e le puoi

            scambiare con chi vuoi già da oggi.

            Quindi tutto quello che dici agli altri sono tuoi
            pensieri originali, suppongo.non avrei saputo rispondere meglio.Logica, che purtroppo manca a riia&affini
          • Anonimo scrive:
            Re: Bravo hai fatto bene!
            - Scritto da: Anonimo
            Quindi tutto quello che dici agli altri sono tuoi
            pensieri originali, suppongo.Si bravo, non frasi a pappagallo che hai sentito dire dagli altri e ripeti a caso.Tutti idealisti e generosi con il lavoro degli altri eh. Massì distribuire tutto gratis che bello! Tanto è roba che fanno gli altri a noi che ce frega!!! Condividiamo The Incredibles, quella è cultura che deve essere divulgata gratuitamente... bleah il vile denaro! Come si permettono!Si può discutere se diminuire la durata del diritto d'autore, ma da lì a dire che si possa distribuire tutto subito e GRATIS solo perché a molti fa comodo ce ne corre. La ca*ata che così si stimolano le vendite andatela a dire a qualcun altro.Saranno gli autori a decidere come distribuire il loro lavoro e se conviene LORO utilizzeranno il p2p.Comunque quelli che comprano l'originale dopo aver apprezzato ciò che si è scaricato sono una netta minoranza e chi dice il contrario mente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bravo hai fatto bene!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Quindi tutto quello che dici agli altri sono
            tuoi

            pensieri originali, suppongo.

            Si bravo, non frasi a pappagallo che hai sentito
            dire dagli altri e ripeti a caso.Quindi se parli a qualcuno di astronomia e' perche' sei stato li' con il telescopio a rifare tutte le scoperte di 4000 anni oppure, finito il discorso, il tuo interlocutore va' a fare un versamento a Stephen Hawking ?
            Condividiamo The Incredibles, quella è cultura
            che deve essere divulgata gratuitamente... bleah
            il vile denaro! Come si permettono!Esatto. Pensa al povero Hawking: lui si e' fatto il mazzo molto piu' degli animatori della Disney, perche' non dargli qualcosa?
            La ca*ata che così si stimolano le vendite
            andatela a dire a qualcun altro.Perche' l'ho detto? Cosa sono questi? Argomenti preventivi? :)
          • Anonimo scrive:
            Re: Bravo hai fatto bene!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo




            Quindi tutto quello che dici agli altri sono

            tuoi


            pensieri originali, suppongo.



            Si bravo, non frasi a pappagallo che hai sentito

            dire dagli altri e ripeti a caso.

            Quindi se parli a qualcuno di astronomia e'
            perche' sei stato li' con il telescopio a rifare
            tutte le scoperte di 4000 anni oppure, finito il
            discorso, il tuo interlocutore va' a fare un
            versamento a Stephen Hawking ?Caso stephen hawking:a) Parli di buchi neri prendendo spunto da quello che hai letto sul suo ultimo librob) Fotocopi interamente il suo ultimo libro e glielo dai perché "tanto non dico nulla di originale, quindi leggiti quello che dice hawking"Dimmi quale delle due azioni si può fare in italia e quale no, dimmi se noti qualche differenza tra le due e dimmi a quale delle due assomiglia di più il filesharing
          • Anonimo scrive:
            Re: Bravo hai fatto bene!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo






            Quindi tutto quello che dici agli altri sono


            tuoi



            pensieri originali, suppongo.





            Si bravo, non frasi a pappagallo che hai
            sentito


            dire dagli altri e ripeti a caso.



            Quindi se parli a qualcuno di astronomia e'

            perche' sei stato li' con il telescopio a rifare

            tutte le scoperte di 4000 anni oppure, finito il

            discorso, il tuo interlocutore va' a fare un

            versamento a Stephen Hawking ?

            Caso stephen hawking:
            a) Parli di buchi neri prendendo spunto da quello
            che hai letto sul suo ultimo libro
            b) Fotocopi interamente il suo ultimo libro e
            glielo dai perché "tanto non dico nulla di
            originale, quindi leggiti quello che dice
            hawking"

            Dimmi quale delle due azioni si può fare in
            italia e quale noChi se ne frega di quello che si puo' fare e quello che non si puo' fare? Qui si parla di moralita' non di legge.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bravo hai fatto bene!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo



            - Scritto da: Anonimo





            - Scritto da: Anonimo







            - Scritto da: Anonimo








            Quindi tutto quello che dici agli altri
            sono



            tuoi




            pensieri originali, suppongo.







            Si bravo, non frasi a pappagallo che hai

            sentito



            dire dagli altri e ripeti a caso.





            Quindi se parli a qualcuno di astronomia e'


            perche' sei stato li' con il telescopio a
            rifare


            tutte le scoperte di 4000 anni oppure, finito
            il


            discorso, il tuo interlocutore va' a fare un


            versamento a Stephen Hawking ?



            Caso stephen hawking:

            a) Parli di buchi neri prendendo spunto da
            quello

            che hai letto sul suo ultimo libro

            b) Fotocopi interamente il suo ultimo libro e

            glielo dai perché "tanto non dico nulla di

            originale, quindi leggiti quello che dice

            hawking"



            Dimmi quale delle due azioni si può fare in

            italia e quale no

            Chi se ne frega di quello che si puo' fare e
            quello che non si puo' fare? Qui si parla di
            moralita' non di legge. Non avevi puntato sulla logica? Che c'entra la moralità con la logica.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bravo hai fatto bene!
            - Scritto da: Anonimo
            Non avevi puntato sulla logica? Che c'entra la
            moralità con la logica.Piu' di quanto non c'entri la legge.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bravo hai fatto bene!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Non avevi puntato sulla logica? Che c'entra la

            moralità con la logica.

            Piu' di quanto non c'entri la legge.Curiosa argomentazione.Nel medioevo era morale segare in due gli omosessuali.Ed anche legale.
          • Anonimo scrive:
            Re: Bravo hai fatto bene!

            Quindi se parli a qualcuno di astronomia e'
            perche' sei stato li' con il telescopio a rifare
            tutte le scoperte di 4000 anni oppure, finito il
            discorso, il tuo interlocutore va' a fare un
            versamento a Stephen Hawking ?
            Discorso del piffero, logica completamente assente...Confondi l'opera di uno scienziato (che spero sia stata pagata direttamente o indirettamente: libri, congressi, docenze ecc ecc) con un prodotto specifico quale il film o la canzone che se non viene pagata dai consumatori da chi viene pagata?Non mi venire a dire per favore che dopo un tot che il film o la canzone è uscita allora hanno guadagnato abbastanza, in questo modo si "castrerebbe" il diritto di successo agli artisti, allora diamogli una paga fissa e facciamola finita!
          • Anonimo scrive:
            Re: Bravo hai fatto bene!
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo


            Quindi tutto quello che dici agli altri sono
            tuoi

            pensieri originali, suppongo.

            Si bravo, non frasi a pappagallo che hai sentito
            dire dagli altri e ripeti a caso.Ho un'altra idea. Se racconti ai tuoi amici i tuoi "pensieri originali" sull'ultima trasmissione di Maria de Filippi potresti compensare gli autori per gli introiti perduti inserendo della pubblicita' nel tuo racconto! :)"Si' poi lei si messa a piangere e... dlin dlon... per problemi di piccole perdite usa Tena Lady..."
          • Anonimo scrive:
            Re: Bravo hai fatto bene!

            "Si' poi lei si messa a piangere e... dlin
            dlon... per problemi di piccole perdite usa Tena
            Lady..."
            Oppure spegni la TV e chiama un idraulico ;) ehhh quello, di sicuro, trova il metodo ;)
        • Anonimo scrive:
          Re: Bravo hai fatto bene!
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo

          Ha fatto bene, semmai, perche' dopo aver svolto

          un impagabile servizio alla pirateria ora

          prendera' una barca di soldi dai pessimi della

          RIAA semplicemente per non fare un cazzo :)

          Direi che ogni programmatore dovrebbe seguire il

          suo esempio :)

          Come sei materiale :) Comunque a me piace vederla
          nell'altro modo. Anche perché se il p2p continua
          ad essere usato prevalentemente in modo illegale
          prima o poi sparisce.Si buonanotte... Oggi le comiche!
    • Anonimo scrive:
      Re: Bravo hai fatto bene!
      :o Secondo me il p2p e' una tecnologia fantastica, anche senza la possibilita' di scaricare materiale protetto da diritti d'autore.Anzi, da un certo punto di vista si potrebbe dire che tutte le persone che condividono in rete le proprie idee e le proprie creazioni avranno piu' visibilita' (con i vantaggi legati al p2p).La cosa importante e' che non inizino con opere di censura non necessarie.
    • Anonimo scrive:
      Re: Bravo hai fatto bene!
      Non pigliamoci per il culo..il P2P e' comodo per scaricare velocemente e GRATUITAMENTE materiale che andrebbe PAGATO.Che tristezza leggere paragoni assurdi...ci sono piccole ditte che si fanno il culo per comprare diritti all'estero,magari chiedono prestiti in banca per produrre dvd..per poi vedere il tutto girare GRATUITAMENTE sui canali P2P.Idem per le grandi case..gratificante per un animatore vedere le proprie produzioni piratate.thks.Volete argomentare il contrario,liberi di farlo,liberi di essere ipocriti.Siete persone comode e vigliacche nella verita'.
Chiudi i commenti