UK, condannati 600 fruitori di e-pedoporno

Erano nel gruppo di quasi 6500 persone individuate dalla polizia britannica come clienti di un portale a pagamento situato negli USA e capace di diffondere migliaia di immagini illegali


Londra – Si tratta di una delle più imponenti operazioni contro il traffico di immagini di violenza sui minori quella condotta dalla polizia britannica che ha portato nelle scorse ore alla condanna di 600 persone. Si tratta di un primo gruppo, tra i circa 6.500 soggetti individuati dai cybercop, tra i fruitori di un sito web che spacciava immagini pedopornografiche a pagamento.

L’operazione Ore è stata condotta negli scorsi 18 mesi in collaborazione con l’FBI americana ed è nata proprio da una segnalazione statunitense. Il sito in questione, dal quale è stato possibile trarre i dettagli dei pagamenti che venivano effettuati con carta di credito, risiedeva su server americano.

Stando a quanto riferito dagli inquirenti, il sito dava accesso a 300 altri siti specializzati in pornografia minorile. L’abbonamento ai siti era fissato in 21 sterline al mese…

Va detto, però, che se 6500 sono coloro fin qui individuati e inquisiti, in realtà sono più di 250mila complessivamente gli utenti internet di tutto il mondo che conoscevano quel sito e se ne servivano, pagando diligentemente mese dopo mese. Si ritiene che quando si è saputo dell’indagine e dopo la chiusura del sito, avvenuta ormai nel lontano 1999, siano molti gli utenti che abbiano tentato di far perdere le proprie tracce.

Il primo gruppo di persone condannate comprende soggetti che si trovano nelle istituzioni o in posizioni di potere, che lavorano con i bambini o che svolgono professioni che possono dar loro facile accesso a minori.

Da segnalare, come fa The Register, la dichiarazione di Scotland Yard secondo cui “se Internet ha aumentato la trasmissione e lo scambio di immagini di abusi sui minori, ha anche fornito una opportunità notevole per identificare, perseguire e trattare un gruppo significativo di soggetti che in altro modo avrebbero potuto non finire mai alla nostra attenzione”.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    su La Stampa di oggi...
    ...addirittura un editoriale nella pagina cultura spettacoli di Anna Masera, lo potete leggere qui:http://www.lastampa.it/redazione/editoriali/ngeditoriale6.aspche qualcosa si stia veramente muovendo se si agitano anche i grandi giornali?
    • Anonimo scrive:
      Re: su La Stampa di oggi...
      - Scritto da: Anonimo
      ...addirittura un editoriale nella pagina
      cultura spettacoli di Anna Masera, lo potete
      leggere qui:
      www.lastampa.it/redazione/editoriali/ngeditor

      che qualcosa si stia veramente muovendo se
      si agitano anche i grandi giornali?Massi', anche se e' piena di inesattezze, come quella secondo cui scaricare per la UE non e' perseguibile. E' illegale anche nella UE ma non e' perseguibile penalmente. Vabbe', tanto e la stampa. Aspettiamo il corriere, sara' meglio.
      • Anonimo scrive:
        Re: su La Stampa di oggi...
        per non parlare din tempo per uso personale i dischi si registravano su audiocassette e i film su videocassette con l?apposito videoregistratore: nessun problema per gli editori, perché gli originali risultavano di migliore qualità, la differenza era chiaraAHAHAHAHe il processo BETAMAX se l'e' dimenticato???bella competenza
      • Anonimo scrive:
        Re: su La Stampa di oggi...
        - Scritto da: Anonimo

        Massi', anche se e' piena di inesattezze,
        come quella secondo cui scaricare per la UE
        non e' perseguibile. E' illegale anche nella
        UE ma non e' perseguibile penalmente.Non è vero, sei tu che dici delle inesattezze
        • Anonimo scrive:
          Re: su La Stampa di oggi...
          Cos'è BETAMAX? scusate la mia ignoranza
          • mottavio scrive:
            Re: su La Stampa di oggi...
            - Scritto da: Anonimo
            Cos'è BETAMAX? scusate la mia
            ignoranza Risponde mottavio:La voglia di sapere diminuisce l'ignoranza, la presunzione l'aumenta.In due poverissime parole eccoti the answer: il Betamax era un sistema di registrazione video che ha combattuto una battaglia commerciale con il VHS, agli inizi degli anni '80, e che l'ha persa, pur essendo forse migliore per risultati. Più o meno come gli stereo-otto con le musicassette.... si vede che ho compiuto i 68 anni?
          • Anonimo scrive:
            Re: su La Stampa di oggi...
            - Scritto da: mottavio

            Risponde mottavio:
            La voglia di sapere diminuisce l'ignoranza,
            la presunzione l'aumenta.
            In due poverissime parole eccoti the answer:
            il Betamax era un sistema di registrazione
            video che ha combattuto una battaglia
            commerciale con il VHS, agli inizi degli
            anni '80, e che l'ha persa, pur essendo
            forse migliore per risultati. Più o
            meno come gli stereo-otto con le
            musicassette.... si vede che ho compiuto i
            68 anni? ma non sei nato nel 1870?
  • Anonimo scrive:
    Si ok.... è meglio di niente ma...
    in questo momento a poter far testo concretamente ci sono solo i big... e no mi sembra facciano parte di assoprovider. Ovviamente credo che tutti ne apprezziamo l'iniziativa ma...Tiscali? Libero? Qualcuno conosce le posizioni di questi due soggetti? Di telecom nemmeno chiedo ovviamente... loro sono in qualunque gioco simile fino al collo.
  • Anonimo scrive:
    Farò "denuncia cautelativa"
    Poichè mi sembra di capire dai vari avvenimenti che riguardano un pò tutta la nuova comunità mondiale di internet che trattasi di accanimento esclusivamente di facciata e che tende altresì a salvaguardare interessi di qualche personaggio ormai noto al popolo italiano, qui nella sua veste di potente editore, non esiterò nei prossimi giorni a fare una denuncia cautelativa presso la magistratura italiana per evitare che chiunque possa in qualche modo violare le normative esistenti riguardo la privacy nonchè l'abuso di "entrare" nel mio computer connesso alla rete per spiarne il contenuto o magari denunciarmi o multarmi per la presenza di files mp3 o avi o peggio ancora perchè sono installati software gratuiti per la condivisione di files.
    • Anonimo scrive:
      Re: Farò "denuncia cautelativa"
      non è che potresti spiegare cos'è la denuncia cautelativa, come funziona e a cosa serve?denghiu- Scritto da: Anonimo
      Poichè mi sembra di capire dai vari
      avvenimenti che riguardano un pò
      tutta la nuova comunità mondiale di
      internet che trattasi di accanimento
      esclusivamente di facciata e che tende
      altresì a salvaguardare interessi di
      qualche personaggio ormai noto al popolo
      italiano, qui nella sua veste di potente
      editore, non esiterò nei prossimi
      giorni a fare una denuncia cautelativa
      presso la magistratura italiana per evitare
      che chiunque possa in qualche modo violare
      le normative esistenti riguardo la privacy
      nonchè l'abuso di "entrare" nel mio
      computer connesso alla rete per spiarne il
      contenuto o magari denunciarmi o multarmi
      per la presenza di files mp3 o avi o peggio
      ancora perchè sono installati
      software gratuiti per la condivisione di
      files.
      • Anonimo scrive:
        Re: Farò "denuncia cautelativa"
        E' un modo per prevenire un reato. Praticamente se qualcuno, nel nostro caso un qualsiasi 007 informatico al soldo di Urbani SIAE o qualsiasi major cine USA dovesse solo avvicinarsi ai miei bytes protetti dalle pochissime leggi che ci tutelano, immediatamente scatterebbe la denuncia vera e propria con priorità assoluta rispetto a qualsiasi contestazione di illecito eventuale nei miei confronti.In poche parole, se io scambiassi files con winmx, per saperlo dovrebbero entrare illecitamente nel mio computer, quindi violerebbero la mia privacy, quindi la mia denuncia preventiva avrebbe la precedenza su qualsiasi altra.
        • Akiro scrive:
          Re: Farò "denuncia cautelativa"
          scusa, ma loro non han bisogno di violar la privacy per sapere i files che condividi in internet... e basta che scaricano una versione del file, la controllano e se è un film possono denunciare tutti gli utenti che hanno quel file...no?
          • Anonimo scrive:
            Re: Farò "denuncia cautelativa"
            E chi denunciano un nick?
          • Anonimo scrive:
            Re: Farò "denuncia cautelativa"
            bhe... nick --
            IP --
            Provider --
            Tabulati --
            noiInfatti stanno premendo sui Provider, punto debole della catena
          • Anonimo scrive:
            Re: Farò "denuncia cautelativa"
            ma apparte il caso in cui scarichino un file da te che condividi, ci sono altri casi in cui pare usinoback doors o cose del genere....mi sbaglio o in questi casi dato che le provesono acquisite con un reato esse non valgono ?o forse e' una legge americana... non sono sicuroma mi parrebbe logico....un po come quando i signori della MS andavano in giro ordinando copie e poidenunciavano chi gliele vendeva...in una situazione di diritto non credo siane giusto ne legale fare cose del genereF.- Scritto da: Anonimo
            bhe... nick --
            IP --
            Provider
            --
            Tabulati --
            noi

            Infatti stanno premendo sui Provider, punto
            debole della catena
          • Akiro scrive:
            Re: Farò "denuncia cautelativa"

            E chi denunciano un nick?un ip...
    • Anonimo scrive:
      denuncia cautelativa"
      - Scritto da: Anonimo
      Poichè mi sembra di capire dai vari avvenimenti
      che riguardano un pò tutta la nuova comunità
      mondiale di internet che trattasi di accanimento
      esclusivamente di facciata e che tende altresì a
      salvaguardare interessi di qualche personaggio
      ormai noto al popolo italiano, qui nella sua
      veste di potente editore, non esiterò nei
      prossimi giorni a fare una denuncia cautelativa
      presso la magistratura italiana per evitare che
      chiunque possa in qualche modo violare le
      normative esistenti riguardo la privacy nonchè
      l'abuso di "entrare" nel mio computer connesso
      alla rete per spiarne il contenuto o magari
      denunciarmi o multarmi per la presenza di files
      mp3 o avi o peggio ancora perchè sono installati
      software gratuiti per la condivisione di files.
  • Anonimo scrive:
    Urbani:fuori dichiarazione dei redditi
    E' tempo che Urbani renda pubblica la sua dichiarazione dei redditi, le sue entrate, quelle della sua famiglia, i conti in banca etc.Tanto per essere sicuri che lavori per noi, e non per qualcun altro. Se no , a casa, licenziato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Urbani:fuori dichiarazione dei redditi

      E' tempo che Urbani renda pubblica la sua
      dichiarazione dei redditi, le sue entrate,
      quelle della sua famiglia, i conti in banca
      etc.

      Tanto per essere sicuri che lavori per noi,
      e non per qualcun altro. Se no , a casa,
      licenziato.le dichiarazioni dei redditi sono pubbliche mi pare, basta andare nel comune di residenza e richiederne la visura, mi pare...caso mai chi lo facesse ci tenga aggiornati
  • Anonimo scrive:
    inquisitori SMASCHERATI
    alla fine hanno trovato qualcos'altro che potevano comprare con i soldi e lo hanno fatto... bel regalo nevvero?!?!ma io continuo a dire che in fondo è IN NOSTRO POTERE mandarli tutti a dormire sotto i ponti... basta non foraggiarli più!!!!quando cominceremo a smettere di dargli i nostri soldi?!?!? sarà sempre troppo tardi, ma almeno...
  • Anonimo scrive:
    Ho scritto alle IENE
    Ciao Iene! Vi scrivo in quanto vorrei sapere se avete qualche idea riguardo al recente decreto legge del ministro Urbani, quello che associa il p2p ad atti criminali quali pedofilia, terrorismo, ecc ... ciò che mi spinge a scrivervi è un dubbio: siamo solo noi "povere" persone normali ad avere un cd masterizzato a casa? sti politici non ne hanno neanche uno? neanche in winzip installato, che è shareware e dopo pochi giorni scade, richiede la licenza ma continua a funzionare? e i vari software tipo office? io di dubbi ne ho parecchi...e che dire dell'immagine che vi ho allegato? un decreto contro la telecom? che pubblicizza la loro linea adsl con le parole: "Inoltre grazie anche all'aumento a 256 Kbps della velocità di upload puoi utilizzare al meglio tutte le applicazioni peer to peer per la condivisione e lo scambio di file." ( http://www.aliceadsl.it/cgi-bin/Alice/alice/jsp/startEvento.jsp?nome=Alice%20640%20X%20tutti ).Che presa in giro, per tutti gli utenti che hanno poco a che fare con le varie tecnologie informatiche!!! Qua è tutto un magna magnaGod save the iene :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Ho scritto alle IENE
      Apprezzo lo sforzo, ma sei un illuso se pensi che le iene vadano a fare servizi contro i potenti, soprattutto se pensi da quale televisione trasmettono. O sei uno di quelli che pensa che le iene o striscia la notizia siano programmi indipendenti? hai mai notato staffelli come cambia atteggiamento a seconda di chi ha davanti??? sono capaci di essere duri solo con qualche idraulico che frega sulle riparazioni, ma quando sono con politici e mafiosi vari è tutto un sorrisino e finisce a tarallucci e vino.Del resto chi ci ha provato (ad esempio Stefano Salvi l'ex vice-gabibbo che aveva pronti servizi non pilotati sul berlusca) si vede come è finito.Scendi dalla pianta va'- Scritto da: Anonimo
      Ciao Iene! Vi scrivo in quanto vorrei sapere
      se avete qualche idea riguardo al recente
      decreto legge del ministro Urbani, quello
      che associa il p2p ad atti criminali quali
      pedofilia, terrorismo, ecc ... ciò
      che mi spinge a scrivervi è un
      dubbio: siamo solo noi "povere" persone
      normali ad avere un cd masterizzato a casa?
      sti politici non ne hanno neanche uno?
      neanche in winzip installato, che è
      shareware e dopo pochi giorni scade,
      richiede la licenza ma continua a
      funzionare? e i vari software tipo office?
      io di dubbi ne ho parecchi...e che dire
      dell'immagine che vi ho allegato? un decreto
      contro la telecom? che pubblicizza la loro
      linea adsl con le parole: "Inoltre grazie
      anche all'aumento a 256 Kbps della
      velocità di upload puoi utilizzare al
      meglio tutte le applicazioni peer to peer
      per la condivisione e lo scambio di file." (
      www.aliceadsl.it/cgi-bin/Alice/alice/jsp/star
      Che presa in giro, per tutti gli utenti che
      hanno poco a che fare con le varie
      tecnologie informatiche!!! Qua è
      tutto un magna magna
      God save the iene :)
      • Anonimo scrive:
        Re: Ho scritto alle IENE
        Infatti penso anche io che abbia fattouna gran cazzata.... Troveranno sicuramente il modo di dire che comunque per la legge i pirati siamo noi e blablablaiene === delatoribyeF.
        Scendi dalla pianta va'


        - Scritto da: Anonimo
        • Anonimo scrive:
          Re: Ho scritto alle IENE
          la telecom publicizzza il p2p ma in modo legale i film che tu fai al musica che crei o tutti cio che non e protetto
  • Anonimo scrive:
    Non è lontanto
    Non è lontanto il giorno che vedrà la gente andare in giro perennemente col microfono al collo per controllare se non fischietta qualcosa protetto dal diritto d'autore. (Poi magari chi dice berlusconi ladro "sparisce", ma dopo tutto è un prezzo equo da pagare per avere la sicurezza). Sappiamo tutti che le case discografiche hanno la bacchetta magica che trasforma le banconote in spartiti. La creatività è una bestia che ha bisogno di mangiare molta moneta per cagare robba bbuona. La RIAA è l'arte e la creatività in persona e ve lo dimostro: provate a mettere a confronto Mozart e Beethoven con Eminen e Tette Spears ? Non c'è pagagone !!
  • Anonimo scrive:
    e intanto MPAA ... evviva
    si ma intanto la MPAA fa muovere il culetto all'altro provider ... (ok, ha avvertito invece di agire e basta ,ma è un inizio) ...FUD?non mi pare
    • Anonimo scrive:
      Re: e intanto MPAA ... evviva
      Neanche a me...perchè non mi crea nè paura ne incertezza, solo disprezzo.
      • Anonimo scrive:
        Re: e intanto MPAA ... evviva
        - Scritto da: Anonimo
        Neanche a me...perchè non mi crea
        nè paura ne incertezza, solo
        disprezzo.Beh..ricordiamo che la MPAA non e' nessuno e non puo' fare queste segnalazioni, quella cosa e' una bufala e se non lo fosse L'ISP non e' tenuto per niente a tenerla ion considerazione, anzi..deve cestinarla e basta
  • Anonimo scrive:
    URBANI....
  • Anonimo scrive:
    telesirio
    http://www.telesirio.it/telesiriolive.htm
    • Anonimo scrive:
      Re: telesirio
      Bravissimi! :(Webmaster di domenica si chiamano.Home page del sito col nome 'Nuova pagina 1', tutte le pagine efetto teletext(suppongo) con Java. E chi per sceltao per necessità non vuole o non può usarla? Non vede niente.Ma avevano mai sentito 'any browser'??Ciao
  • Anonimo scrive:
    urrà
  • Anonimo scrive:
    Leggete
    http://www.assoprovider.net/page-news-on-line.phtml?ID=180grandiii !!!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete
      Già interessante soprattutto questo punto: "Assoprovider si associa al coro di critiche sollevate da chi della Rete Internet ne fa parte e la conosce molto meglio del dr. Giuliano Urbani. La trasformazione in legge del Decreto in oggetto sarebbe una iattura per lo sviluppo della Rete Internet in Italia. Il Paese si allontanerebbe definitivamente dall'Europa Comunitaria, che solo qualche giorno fa ha approvato la "Direttiva sulla Proprietà Intellettuale", che va esattamente nel senso opposto a quello indicato nel decreto del Ministro dr. Giuliano Urbani, al quale suggeriamo vivamente di leggerla! Speriamo che l'intelligenza e la sensibilità di tutti i parlamentari della Maggioranza e dell'Opposizione possa porre rimedio a quanto gravemente fatto. "Questo si chiama parlare.
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete
        Geniali...scommettete che se i provaider scioperano per 1 giorno in 2 minuti il decreto viene annullato??
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete
          - Scritto da: Anonimo
          Geniali...
          scommettete che se i provaider scioperano
          per 1 giorno in 2 minuti il decreto viene
          annullato??Interessante... ma credo sarebbe interruzione di pubblico servizio.
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete

            Interessante... ma credo sarebbe
            interruzione di pubblico servizio.Perchè, i tranvieri per ottenere qualcosa cosa hanno fatto?
          • ryoga scrive:
            Re: Leggete
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Geniali...

            scommettete che se i provaider
            scioperano

            per 1 giorno in 2 minuti il decreto
            viene

            annullato??

            Interessante... ma credo sarebbe
            interruzione di pubblico servizio.Invece se scioperano i medici non e' niente per nessuno vero? ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: Leggete
            - Scritto da: Anonimo
            - Scritto da: Anonimo

            Geniali...

            scommettete che se i provaider
            scioperano

            per 1 giorno in 2 minuti il decreto
            viene

            annullato??

            Interessante... ma credo sarebbe
            interruzione di pubblico servizio.no, nel 99% dei contratti adsl in caso di forze maggiori (come ad es. scioperi) l'assistenza (e quindi il servizio di fatto) non è garantita ;)Se l'isp stacca la spina può farlo e aspettare anche a dare assistenza :D
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete
        "Assoprovider si associa al coro di critiche sollevate da chi della Rete Internet ne fa parte e la conosce molto meglio del dr. Giuliano Urbani. La trasformazione in legge del Decreto in oggetto sarebbe una iattura per lo sviluppo della Rete Internet in Italia. Il Paese si allontanerebbe definitivamente dall'Europa Comunitaria, che solo qualche giorno fa ha approvato la "Direttiva sulla Proprietà Intellettuale", che va esattamente nel senso opposto a quello indicato nel decreto del Ministro dr. Giuliano Urbani, al quale suggeriamo vivamente di leggerla! Certo che ci sono andati pesante,non fanno certo i complimenti al ministro...
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete
      fantastico, fantastico, fantastico.......ho le lacrime agli occhi, tutta la mia stima per Felici, una lettera di risposta come avrei sognato di leggere...questo è parlare... caro ministro, le con le sue tre I andataci a giocare a Scarabeo, che a portare avanti Internet in Italia ci pensiamo noi, grazie
      • Anonimo scrive:
        Re: Leggete
        bah sekondo me la lettera e'solo a favore providers, perke' recita "Paradossalmente è come se si volesse condannare le Ferrovie dello Stato per i reati che i suoi passeggeri vanno a compiere una volta arrivati a destinazione con il treno"vale a dire ke se il dekreto viene modifikato togliendo la parte della multa ai provider va bene :|e ki se lo prende in kuel posto poi rimaniamo solo noi ...
        fantastico, fantastico, fantastico....

        ...ho le lacrime agli occhi, tutta la mia
        stima per Felici, una lettera di risposta
        come avrei sognato di leggere...

        questo è parlare... caro ministro, le
        con le sue tre I andataci a giocare a
        Scarabeo, che a portare avanti Internet in
        Italia ci pensiamo noi, grazie
        • Anonimo scrive:
          Re: Leggete
          Dai un'occhiata a quello che scrive prima: "è con viva preoccupazione che ne denunciamo il contenuto altamente lesivo delle libertà individuali. Il Decreto stabilisce anche che i fornitori di connettività e di servizi devono diventare "guardiani della Rete", attribuendo agli Internet Provider compiti che cozzano con altre disposizioni legislative di questo Paese in materia di tutela della privacy dei cittadini"In particolare: è con viva preoccupazione che ne denunciamo il contenuto altamente lesivo delle libertà individuali e attribuendo agli Internet Provider compiti che cozzano con altre disposizioni legislative di questo Paese in materia di tutela della privacy dei cittadini- Scritto da: Anonimo
          bah sekondo me la lettera e'solo a favore
          providers, perke' recita "
          Paradossalmente è come se si volesse
          condannare le Ferrovie dello Stato per i
          reati che i suoi passeggeri vanno a compiere
          una volta arrivati a destinazione con il
          treno"
          vale a dire ke se il dekreto viene
          modifikato togliendo la parte della multa ai
          provider va bene :|
          e ki se lo prende in kuel posto poi
          rimaniamo solo noi ...
    • Anonimo scrive:
      Re: Leggete
      ...ecco perchè Sgarbi lo mandò affanculo in parlamento e poi pubblicamente nelle varie tv, definendolo oltremodo ottuso bigotto, come una comare che spettegola in chiesa durante il rosario.
  • Anonimo scrive:
    He he!
    Caro Urbani tutti i nodi vengono al pettine!Anche se ormai,caro ministro,lei non ha più bisogno di pettini! :D
  • Anonimo scrive:
    Ma sulla G.U.
    Non l'ho ancora visto.
Chiudi i commenti