UK, il Grande Fratello va a scuola

Alunni spiati e tracciati, ma è per il loro bene. E per il bene dell'istituto. Entusiasti gli educatori, un po' meno gli altri

Roma – Giovinezza, periodo di libertà e spensieratezza: e magari di qualche scappatella da scuola. A meno che il proprio tempio della cultura non abbia scelto Collaborative Learning Manager , l’applicativo di Perspective assurto agli onori delle cronache per le sue doti di controllore ubiquo.

Big Brotherish , grandefratelloso : così lo definisce The Guardian . Edexcel – racconta la testata – è il maggiore ente britannico che si occupa di organizzare piani di studio ed esami, ed ha appena annunciato di avere intenzione di “raccomandare ai consorzi di istruzione di impiegare un particolare software che consente di controllare gli studenti in ogni momento”.

Si tratta proprio del prodotto di Perspective, anch’essa azienda britannica specializzata invece in soluzioni di training e apprendimento basato sul Web. Dietro l’anonimo appellativo di Collaborative Learning Manager si nasconde un software che, dotato degli opportuni accessori, può tracciare la presenza di uno studente nell’istituto, notificando istantaneamente ai responsabili le eventuali assenze ingiustificate .

In Gran Bretagna, alcuni nuovi titoli di studio coinvolgono gli studenti in sessioni di apprendimento fuori sede, in college o in altri istituti esterni che somministrano formazione. Poiché chi dispensa i titoli ha la responsabilità di essere al corrente di ogni cosa che riguardi i propri studenti, si pone il problema di tener traccia di ogni cosa specie quando i ragazzi studiano “fuori sede”.

Per questo il software di Perspective si sta diffondendo a macchia d’olio in moltissime città. “C’è in ballo una questione importante con la presenza o meno degli studenti” si giustifica Peter Barnett, responsabile del progetto per Perspective: “Non sappiamo esattamente dove i ragazzi si trovino per il 100 per cento del tempo: potrebbe anche verificarsi un incidente”. Piuttosto entusiasti, i responsabili delle strutture non esitano a decantare i vantaggi del software, che oltre a tenere traccia degli spostamenti consente anche di controllare le performance di studio, apprendimento e sviluppo, sia singole che di gruppo.

A chi ritiene l’idea “Grandefratellosa”, Edexcel ribatte calcando la questione della sicurezza e dell’apprendimento: “Questo software è stato sviluppato per assicurare la massima aderenza ai programmi di studio e confermare che i programmi personalizzati di apprendimento siano seguiti. In più – conclude – consente di aver cura degli studenti, in occasione dei loro spostamenti da un istituto ad un altro”.

Marco Valerio Principato

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti