UK, in carcere per SMS al volante

Una giovane è stata protagonista di un incidente stradale in cui è deceduta una donna: la causa del tutto sarebbe l'abuso di SMS

Nonostante studi e ricerche si affannino a sconsigliare l’uso del cellulare alla guida, soprattutto per quanto riguarda l’utilizzo degli SMS, la cronaca continua a riportare notizie che dimostrano quanto questa abitudine sia radicata. Soprattutto nei più giovani.

Philippa Curtis, 21 enne originaria della contea di Suffolk nel Regno Unito è stata condannata a 21 mesi di detenzione per aver provocato un’incidente mortale con la sua auto: secondo la ricostruzione dei fatti, la giovane avrebbe tamponato alla velocità di oltre 110 km/h una macchina ferma. In seguito allo scontro, la macchina guidata dalla giovane donna sarebbe finita nella corsia opposta, impattando con altre due autovetture.

In seguito alle ferite riportate nell’impatto è deceduta una donna. Stando a quello che ha dichiarato alla polizia, la ragazza avrebbe confessato di spedire e di visualizzare SMS alla guida, ma avrebbe ribadito che ciò non sarebbe avvenuto nell’imminenza dell’impatto. Nonostante ciò, gli inquirenti sostengono che prima dell’incidente Curtis avrebbe ricevuto ed inviato circa 20 messaggini.

Giudicata colpevole, per la giovane si sono aperte le porte del carcere. Inoltre le è stata ritirata la patente per un periodo di tre anni.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti