UK, in maggio oltre 3 miliardi di SMS

Gli utenti britannici fanno felici gli operatori di telefonia con l'enorme traffico di messaggini che generano ogni anno

Londra – Messaggi per amore o amore per i messaggi? Nel Regno Unito gli utenti sembrano intenzionati a battere ogni record: nel mese di maggio sono stati spediti 3,3 miliardi di SMS, che significano una media giornaliera di oltre 106 milioni di messaggi.

Siamo dinanzi ad una media matematica di 1,76 messaggi al giorno spediti da ogni cittadino britannico (uomo, donna o bambino, includendo per assurdo i lattanti e quelli privi di telefono). Il precedente record era di 3,2 miliardi, che secondo la BBC è stato toccato in maggio. Statisticamente, rispetto al maggio 2005 l’incremento è stato pari al 26%, stando a Mobile Data Association (MDA).

Il picco di traffico SMS è stato raggiunto durante la finale di Champions League (124 milioni di messaggi), ma ci si attende una nuova impennata per i Mondiali di Calcio attualmente in corso, quantomeno in occasione della finale.

Tutti questi numeri concorreranno all’ammontare complessivo degli SMS circolati nel 2006, stimato dall’MDA nella ragguardevole cifra di 36,5 miliardi (oltre 4 in più del 2005, in cui ne furono spediti 32 miliardi).

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    australia,sempre peggio.
    L'Australia è l'anteprima di quel che succederà a tutto il mondo a partire da Londra e Stati Uniti.HUGH, Ho DETTO.
  • Anonimo scrive:
    Usa , Uk ,Australia.....
    Tutti bravi quando si tratta di censurare !Ma dove caxxo è andato a finire il loro stato di diritto ?Forse un pò come il nostro .... a puttane ! (anonimo)
  • Anonimo scrive:
    C'entra qualcosa Atari con Eidos?
    Forse sono io a sbagliarmi, ma mi pare che Atari non c'entri nulla con Eidos, che è di proprietà di SCi interactive.Forse il gioco in Australia è pubblicato da Atari per via di qualche accordo con Eidos che mi sfugge, ma dovrebbe chiarirlo chi ha scritto l'articolo, dato che qui da noi Eidos si pubblica e distribuisce da sola i giochi.
  • Anonimo scrive:
    E be', son discendenti...
    ...di galeotti e prostitute luetiche, non si può mica lasciare che facciano quello che gli pare, vanno marcati stretti dall'autorità perché non ri cadano nell'errore e nel vizio che, ahiloro, scorrono copiosi e nefasti nelle loro vene.(troll2)(troll3)(troll1)
  • Anonimo scrive:
    Ottima pubblicita'...
    Anche se sara' il solito sparatutto in prima persona vendera' parecchio per il curiosita' suscitata dalla censura.
  • Ics-pi scrive:
    Ma l'australia
    Non era uno di quei paesi "avanti" come per es il Canada, dove andare in fuga dalla vecchia europa per avere meno problemi, dove la mentalità della gente è "piu' avanti" ?No perchè mi sembrano leggermente come gli americani, che si attaccano a ste cazzate con la censura e poi vanno in giro tutti armati con le Colt.... :
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma l'australia
      - Scritto da: Ics-pi
      Non era uno di quei paesi "avanti" come per es il
      Canada, dove andare in fuga dalla vecchia europa
      per avere meno problemi, dove la mentalità della
      gente è "piu' avanti"
      ?
      No perchè mi sembrano leggermente come gli
      americani, che si attaccano a ste cazzate con la
      censura e poi vanno in giro tutti armati con le
      Colt....
      :In Australia c'è un governo paranazista. La differenza col vecchio governo razzista del Sudafrica è sempre più sottile.Mooolto meglio la Nuova Zelanda !
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma l'australia
      Cosa ti aspetti da una ex-colonia inglese dove venivano deportati la feccia dell'europa e la feccia dell'america? Falso moralismo, come i migliori statunitensi. Almeno la vedo così.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma l'australia
        il peggio degli usa e il peggio dell'inghilterra si sono dati appuntamento in australia. postaccio...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma l'australia
          - Scritto da:
          il peggio degli usa e il peggio dell'inghilterra
          si sono dati appuntamento in australia.
          postaccio...Sempre meglio dell'italietta di mortazza e compagni...
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma l'australia
      - Scritto da: Ics-pi
      No perchè mi sembrano leggermente come gli
      americani, che si attaccano a ste cazzate con la
      censura e poi vanno in giro tutti armati con le
      Colt....
      :In Australia le armi da fuoco sono ora vietate, assieme a tante altre cose.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma l'australia
        - Scritto da:

        - Scritto da: Ics-pi



        No perchè mi sembrano leggermente come gli

        americani, che si attaccano a ste cazzate con la

        censura e poi vanno in giro tutti armati con le

        Colt....

        :

        In Australia le armi da fuoco sono ora vietate,
        assieme a tante altre
        cose.Da quel che ne so io, dopo quella strage, credo, in Tasmania, hanno solo vietato caricatori con più di dieci colpi per le armi destinate ai civili.
  • Anonimo scrive:
    Son belle cose...
    Nei film, con un bel VM18 (come lo era "Le iene"), possono tranquillamente far vedere ossa segate, braccia tagliate, intestini spappolati.Nei videogiochi non basta neanche il VM18.
    • avvelenato scrive:
      Re: Son belle cose...
      - Scritto da:
      Nei film, con un bel VM18 (come lo era "Le
      iene"), possono tranquillamente far vedere ossa
      segate, braccia tagliate, intestini
      spappolati.

      Nei videogiochi non basta neanche il VM18.Questo è quel che succede lasciando il compito di legiferare a vecchi reazionari che hanno compiuto 18 anni quando i treni andavano a vapore (ed erano visti con sospetto).
  • Anonimo scrive:
    messi mica male anche loro...
    mi chiedevo come stanno messi a connessione in australia...e poi un australiano non può comprarlo all'estero sto dvd? o lo denunciano per incauto acquisto?la legge blocca solo la vendita, se ho capito...scusate la sfilza di dubbi, ma mi stavo proprio immedesimando : la libertà pare tenda a diventare optional
  • Anonimo scrive:
    Postal²
    Ha fatto la stessa fine...ma almeno i RWS sfottono gli australiani e permettono l'acquisto online con download del .iso !eroici ! ^_^
Chiudi i commenti