UK, l'Android che blocca gli SMS

Una nuova applicazione sviluppata per i googlefonini permette ai genitori di azzerare gli SMS inviati dai pargoli mentre guidano. Sarà vera gloria?

Roma – Continua senza sosta la guerra tecnologica contro chi si ostina a utilizzare il cellulare alla guida. A tal proposito nel Regno Unito è stato lanciato Textecution , ennesimo software che rende inutilizzabile il telefonino mentre si guida, bloccando l’utilizzo della funzione SMS.

la schermata tipo di Textecution Il software, acquistabile ad una cifra di circa 10 sterline, sfrutta il GPS interno del dispositivo per calcolare la velocità di spostamento dell’automobile. Superata la soglia di circa 16km/h il programmino attiva il blocco del telefono che risulta attivo fin quando il veicolo non sia completamente fermo o si muova al di sotto della soglia di guardia. Un po’ troppo limitata appare la connettività: se l’utilizzo del GPS interno può far pensare ad una ristretta scelta del parco telefoni su cui il dispositivo può essere installato, in realtà il software nasce come applicazione per i soli cellulari muniti di Android , il sistema operativo lanciato da Google. Altri modelli saranno presto aggiunti alla lista di compatibilità: attualmente gli sviluppatori stanno già lavorando ad altre release.

Nonostante sul sito del produttore non si riesca a capire come il software si comporti con la gestione delle chiamate, siano esse in partenza o in arrivo, è ben deducibile che il servizio sia dedicato soprattutto ai messaggi di testo. È nota l’abitudine di tanti ad intrattenersi alla guida massacrando la tastiera del telefonino e, allo stesso tempo, coloro che attraversano la strada.

Se è vero che l’applicazione è stata studiata soprattutto per gli adolescenti, utenti spesso considerati dipendenti dagli SMS, il bacino d’utenza a cui gli sviluppatori si rivolgono è quello dei genitori. Il software prevede infatti la presenza di un amministratore, un utente che detenga la password in grado di disabilitare il software. Una scelta che si rivela un’arma a doppio taglio poiché se è vero che sono i genitori a vigilare sull’utilizzo del software, è anche vero che il sistema non è in grado di fare distinzioni tra guidatore e semplice passeggero.

A tal proposito è stata inserita una funzione nel software che permette di inviare una richiesta di permesso via SMS al numero dell’amministratore, al quale basta rispondere digitando “allow”, permetti, per sbloccare per un periodo di tempo di 4 ore il terminale. A voler essere precisi, qualcuno potrebbe dire che il sistema risulta facilmente aggirabile.

Vincenzo Gentile

fonte immagine

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • YellowT scrive:
    Legalmente conviene usare unarete aperta
    In molte cause statunitensi di RIAA and co, molti si sono salvati dalle accuse per il semplice fatto di avere una rete aperta. Non potendo dimostrare che i proprietari fossero gli unici connessi attraverso quell'access point, le accuse decadono e si è tranquilli.è molto più conveniente usare password sicure anche con reti libere. Ad esempio le chivi che danno le banche che ad ogni acXXXXX fanno inserire un nuovo codice in base ad un algoritmo. COn quelle, rete aperta o meno, si è al sicuro...
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Legalmente conviene usare unarete aperta
      contenuto non disponibile
      • Cosmo scrive:
        Re: Legalmente conviene usare unarete aperta
        - Scritto da: unaDuraLezione
        Certo si potrebbe anche usare TOR per cifrare
        molta roba, ma così si uccide la velocità e,
        soprattutto, il tempo di
        ping.TOR non cifra: anonimizza.Informarsi, prima?!saluti
  • jobb scrive:
    vieta oggi vieta domani
    tra poco ci vieteranno anche l uso della carta igienica perke' irrita i terroristi nelle parti basse e cosi' diventano piu' cattivi.
  • di passaggio scrive:
    e gli aeroporti?
    Tutte le wifi fruibili liberamenti di enti pubblici o privati?Dovranno avere autenticazione utente e password?mha...sono in aeroporto e ho 15 minuti liberi prima dell'imbarco e devo smazzarmi qualche ufficio informazioni per farmi dare un acXXXXX? gran comodità...
  • unaDuraLezione scrive:
    iniziativa lodevole
    contenuto non disponibile
  • Dti Revenge scrive:
    Tanto anche se usano WEP
    Tanto anche se usano WEP non ci vuole niente a violare la Wifi...O WPA-2 o niente.
    • Monsieur Duball scrive:
      Re: Tanto anche se usano WEP
      - Scritto da: Dti Revenge
      Tanto anche se usano WEP non ci vuole niente a
      violare la
      Wifi...

      O WPA-2 o niente.Si ma se violi una rete protetta anche è solo da WEP commetti un reato e ti possono arrestare, mentre se usi una rete "aperta" non ti possono fare nulla
      • paoloholzl scrive:
        Re: Tanto anche se usano WEP

        Si ma se violi una rete protetta anche è solo da
        WEP commetti un reato e ti possono arrestare,
        mentre se usi una rete "aperta" non ti possono
        fare
        nullaAl di la del fatto che prima ti devono beccare, anche se usi una rete aperta di altri compi un illecito.Poi se il tuo PC ci si è attaccato automaticamente perchè hai Vista e non te ne sei accorto è un altro paio di maniche.
        • Blackstorm scrive:
          Re: Tanto anche se usano WEP
          - Scritto da: paoloholzl

          Si ma se violi una rete protetta anche è solo da

          WEP commetti un reato e ti possono arrestare,

          mentre se usi una rete "aperta" non ti possono

          fare

          nulla

          Al di la del fatto che prima ti devono beccare,
          anche se usi una rete aperta di altri compi un
          illecito.In generale dipende dalla legislazione del paese, per esempio qui in italia non è illecito, dato che se non metti la password vuol dire che non sei intenzionato a proibire l'acXXXXX da parte di altri.
          Poi se il tuo PC ci si è attaccato
          automaticamente perchè hai Vista e non te ne sei
          accorto è un altro paio di
          maniche.Il punto è un altro: questa cosa sarà utile? Imho no, per il semplice motivo che un malintenzionato ocn competenze adeguate è in grado di sfruttare reti protette rendendosi difficile da rintracciare. Si tratta, alla fine, di poco lavoro in più e di gran fastidio per tutti gli utenti.
        • Vista e rivista scrive:
          Re: Tanto anche se usano WEP
          - Scritto da: paoloholzl
          Poi se il tuo PC ci si è attaccato
          automaticamente perchè hai Vista e non te ne sei
          accorto è un altro paio di
          maniche.Ma quando mai! Se succede significa che non sai cosa stai facendo.
      • Andy scrive:
        Re: Tanto anche se usano WEP
        - Scritto da: Monsieur Duball
        - Scritto da: Dti Revenge

        Tanto anche se usano WEP non ci vuole niente a

        violare la

        Wifi...



        O WPA-2 o niente.
        Si ma se violi una rete protetta anche è solo da
        WEP commetti un reato e ti possono arrestare,
        mentre se usi una rete "aperta" non ti possono
        fare
        nullaQuesta poi è singolare....!!!!Se uno commette un reato utilizzando la rete altrui , è sempre un reato, semmai il problema è che chi lo fa non rischia nulla xchè tutte gli addebiti verranno prima imputati al titolare dela rete di turno ed una volta appurato che il titolare non c'entra nulla la denuncia verrà fatta contro ignoti.In ogni caso il reato di hackeraggio sussiste sempre a anche se si tratta di rete pubblica aperta, ma quelle solitamente sono in teoria protette o cmq limitate a specifici utilizzi.Cmq la sicurezza sulle reti wi-fi è quanto di più relativo ci possa essere, utilizzare le reti cablate è enormemente più sicuro, ma tant'è le mode sono quelle che fanno dimenticare le più elementari regole di buon senso.Andy
    • Nemis scrive:
      Re: Tanto anche se usano WEP
      wpa2... e magari con password "12345" :-DDD
      • a Ovest di Paperino scrive:
        Re: Tanto anche se usano WEP
        ...Wardriving Police...non c'è più religione...:-)Anche gli indiani avranno il 50% di WiFi 'smutandati' come da noi?
        • XYZ scrive:
          Re: Tanto anche se usano WEP
          - Scritto da: a Ovest di Paperino
          ...Wardriving Police...
          non c'è più religione...:-)

          Anche gli indiani avranno il 50% di WiFi
          'smutandati' come da
          noi?E' solo un pretesto per cercare di chiudere e far pagare le connessioni wi-fi. Il Mercato e i suoi malefici protagonisti colpiscono giù duro anche laggiu evidentemente.
          • ciao scrive:
            Re: Tanto anche se usano WEP
            - Scritto da: XYZ
            - Scritto da: a Ovest di Paperino

            ...Wardriving Police...

            non c'è più religione...:-)



            Anche gli indiani avranno il 50% di WiFi

            'smutandati' come da

            noi?

            E' solo un pretesto per cercare di chiudere e far
            pagare le connessioni wi-fi.


            Il Mercato e i suoi malefici protagonisti
            colpiscono giù duro anche laggiu
            evidentemente.Tu a fine novembre scorso dov'eri sulla luna ?
          • XYZ scrive:
            Re: Tanto anche se usano WEP
            - Scritto da: ciao
            - Scritto da: XYZ

            - Scritto da: a Ovest di Paperino


            ...Wardriving Police...


            non c'è più religione...:-)





            Anche gli indiani avranno il 50% di WiFi


            'smutandati' come da


            noi?



            E' solo un pretesto per cercare di chiudere e
            far

            pagare le connessioni wi-fi.





            Il Mercato e i suoi malefici protagonisti

            colpiscono giù duro anche laggiu

            evidentemente.

            Tu a fine novembre scorso dov'eri sulla luna ?No ma avrei preferito esserci davvero.
    • Quello li scrive:
      Re: Tanto anche se usano WEP
      Beh, dai, tecnicamente è facile da violare, ma serve del tempo! devi "sniffare" traffico a sufficienza e -per la mia esperienza- sono necessarie in media 20 ore di traffico catturato (al minimo ci sono riuscito con 12)
      • a Ovest di Paperino scrive:
        Re: Tanto anche se usano WEP
        air crack + air replay .. dovrebbe scorciar i tempi ...(usare assennatamente...)
      • Dti Revenge scrive:
        Re: Tanto anche se usano WEP
        Se trovi un client connesso, basta che continui a deautenticarlo e il gioco e fatto. Raccogli pacchetti a sufficenza per il brute force...
  • Undertaker scrive:
    Sempre meno libertá
    I "terroristi" ed i "pedofili" vengono, puntualmente tirati in ballo quando si vuole mettere la museruola alla popolazione: adesso tocca ai wi-fi aperti.Tra qualche anno guarderemo a nazioni tipo i paradisi fiscali o a quei provider che aiutano gli spammer o i fisher come agli ultimi difensori della libertá.Se metteranno fuorilegge la libertá solo i fuorilegge saranno liberi.
    • xxxxxxxxxx scrive:
      Re: Sempre meno libertá

      Se metteranno fuorilegge la libertá solo i
      fuorilegge saranno
      liberi.Infatti io me ne frego e lascio la wi-fi aperta.Sai che ti dico?Io sono un egoista proprio come tutti gli altri (anche quelliche non lo ammettono) ma preferisco mille volteche mi scrocchino un po' di banda e poter fare anche io lo stessopiuttosto che farmi controllare a vista e lasciare che queifilibustieri delle compagnie telefoniche ci costringano asottoscrivere piu' abbonamenti di quelli che sarebbero necessari.W Pasquino!
      • Free scrive:
        Re: Sempre meno libertá
        Mha? Che se poi ci si mette d'accordo e' un attimo a lasciare la password di qualunque protocollo uguale per tutti, di modo che hotspot liberi restino fruibili; comunque trovata la legge - scovato l'inganno! sono tutte contromisure inutili criptare, mettere password, coprire la privacy, tutto inutile ... e' la tecnologia wifi che e' fallata (o meglio, non studiata per questo) e a sto punto sarebbe meglio usarla piu' propriamente per creare un network sociale aperto anziche' tentare senza possibilita' di sucXXXXX a chiudere e proteggere le connessioni; la privacy poi la si puo' ottenere in altri modi e l'individuazione delle utenze resta per ora unicamente appannaggio di trusted chip interni ai computer. Questa pero' e' un'altra storia che ha altre problematiche quasi insormontabili..
Chiudi i commenti