UK: no a Windows Vista nelle scuole

Pollice verso da parte dell'agenzia governativa sulle tecnologie didattiche: Vista costa troppo, non ci sono garanzie sulla sua stabilità e non porta sostanziali miglioramenti all'esperienza formativa

Londra – È una bocciatura secca quella che viene dal Becta , British Educational Communications and Technology Agency , sulla opportunità per gli istituti scolastici di passare al nuovo sistemone Microsoft . “Non c’è alcuna funzionalità indispensabile nel prodotto”, osserva l’ advisory del governo inglese, e inoltre “le problematiche tecniche, finanziarie e organizzative associate alla sua adozione prematura configurano la suddetta come una strategia ad alto rischio”.

In un report di recente pubblicazione, l’agenzia (che ha recentemente fatto discutere per il suo modo di considerare l’open source ) esprime forti perplessità sulla distribuzione di Windows Vista nelle scuole , considerando che la maggioranza dei benefici di Vista sono pensati espressamente per l’industria e non certo per gli ambienti di istruzione, come ad esempio la funzionalità Bitlocker per la cifratura del disco fisso. Installare un nuovo sistema operativo nelle scuole poi non fa altro che complicare il parco infrastrutturale e creare costi di gestione aggiuntivi.

Note dolenti anche per il reparto hardware: secondo Becta, non solo sarebbe necessario spendere un bel gruzzolo (160 milioni di sterline in totale) per aggiornare l’hardware incompatibile con Vista, pagare i tecnici per installare il nuovo sistema e istruire gli operatori all’utilizzo del nuovo ambiente, ma c’è la concreta possibilità che il sistemone giri “strozzato” su una buona fetta delle macchine su cui si riesca comunque ad installarlo.

Solo il 6% dei PC presenti attualmente nelle scuole, o addirittura meno, sarebbe infatti capace di far girare la nuova interfaccia grafica Aero , che fa uso dei moderni acceleratori grafici e delle DirectX per migliorare notevolmente la GUI e il rinnovato Esplora Risorse. E appena il 55% sarebbe comunque in grado di adoperare Vista con Aero disattivata, dice Becta.

Grossi dubbi anche sull’affidabilità e la stabilità del neonato OS : ci sono voluti tre anni, sottolinea l’agenzia, perché Windows XP divenisse sufficientemente stabile con il rilascio del monumentale Service Pack 2. “Se un’istituzione avesse la stringente necessità di adottare Vista”, conclude infine Becta, “dovrebbe accertarsi di aver considerato con attenzione i problemi implicati nella scelta. (…) Appare ragionevole non installare Vista fino a quando quest’ultimo non avrà dimostrato concretamente la propria sicurezza e stabilità”.

Una notizia davvero spiacevole per i piani commerciali di Microsoft, che può comunque consolarsi con i dati di vendita dell’OS in ambiente business : NPD Group definisce i risultati “convincenti”, se non addirittura “più convincenti del previsto”. Questo dicembre Vista ha venduto il 62,5% in più di Windows 2000, lanciato nel marzo del 2000, e il 3,7% in meno di Windows XP, sul mercato dal novembre del 2001.

Quello che si potrebbe definire un buon viatico , nonostante le cattive notizie inglesi, in vista del lancio delle edizioni consumer prevista per l’oramai prossimo 30 gennaio.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    mah
    a quanto pare non hanno nent'altro da fare laggiu nel connecticut
  • Anonimo scrive:
    Spegnere il monitor ?
    Poraccia... è andata completamente in affanno e cercando di chiudere le varie finestre ne ha aperte di altre con tutta una classe che guardava.Chiaramente una vittima.E pensare che bastava spegnere subito il monitor, staccare fisicamente la spina, dire alla classe che si è rotto il computer per avvisare poi chi di competenza.
    • Anonimo scrive:
      Re: Spegnere il monitor ?
      - Scritto da:
      Poraccia... è andata completamente in affanno e
      cercando di chiudere le varie finestre ne ha
      aperte di altre con tutta una classe che
      guardava.

      Chiaramente una vittima.

      E pensare che bastava spegnere subito il monitor,
      staccare fisicamente la spina, dire alla classe
      che si è rotto il computer per avvisare poi chi
      di
      competenza.Condivido penamente.
  • Enjoy with Us scrive:
    VERGOGNA!
    40 anni? Ma se non li danno neanche ai serial Killer, va bene che qui siamo in America e non in Italia, ma la pena mi sembra enormemente sproporzionata all'accaduto.Questo ovviamente sorvolando sulla assoluta innocenza dell'insegnante, anche a me sono capitati dei siti, apparentemente normali che lanciavano a tutto spiano pop Porno, se magari fra questi c'erano anche immagini pedopornografiche sarei colpevole?!?Potrei essere chiamato in giudizio magari per non aver ben protetto il mio PC domestico da simili aggressioni? Ma dove vogliamo arrivare?
  • Anonimo scrive:
    Punto Informatico!
    C'erano modi migliori per sparare la solita merd* sul sistema giuridico americano....quel "rischia 40 anni" mi suona come una provocazione creata ad hoc, poi se c'è gente che ci crede veramente è un altro discorso! Ancora una volta punto informatico è fonte di disinformazione pilotata sul suo disegno politico! Bravi siete la mano lunga di qualche parlamentare...o lo fate gratis??? ancora più stupido...
    • Anonimo scrive:
      Re: Punto Informatico!
      Inutile sprecare fiato. PI è come qualunque pubblicazione internet: aria fritta, e pure fritta male.Digg, Kuro5hin, Slashdor... La prova che il web é la peggiore invenzione della storia recente. Nient'altro che un megafono per decerebrati e bamboccetti saccenti che dovrebbero essere solo zittiti a botte.Fortunatamente, i giorni del Far West internettaro sono contati: presto verrà fatto ordine.
  • Anonimo scrive:
    questa è la Merica
    40 anni ad una insegnante per un fatto grave ma probabilmente non volontario.E la rielezione del guerrafondaio che ha mandato letteralmente e volontariamente al macello migliaia di ragazzi che hanno solo la colpa (ed il difetto) di essere Ameri Cani.I cromosomi non sono acqua, ed un popolo nato dalla feccia del vecchio continente continua a portarsi nel DNA le sue brutte origini.
    • Anonimo scrive:
      Re: questa è la Merica

      I cromosomi non sono acqua, ed un popolo nato
      dalla feccia del vecchio continente continua a
      portarsi nel DNA le sue brutte
      origini.La gentaglia che ha dato i natali a Mussolini e l'ha messo al potere merita di essere sterminata.Contento adesso, bamboccio?
      • Anonimo scrive:
        Re: questa è la Merica
        - Scritto da:


        I cromosomi non sono acqua, ed un popolo nato

        dalla feccia del vecchio continente continua a

        portarsi nel DNA le sue brutte

        origini.

        La gentaglia che ha dato i natali a Mussolini e
        l'ha messo al potere merita di essere
        sterminata.

        Contento adesso, bamboccio?Se non lo avessero appeso a testa in giù avresti anche ragione.E avresti ancora più ragione se non fosse esistita la Resistenza e gente come Einaudi, Pertini, Saragat, Amendola.A proposito, sai come è finito il referendum tra repubblica e monarchia (che poi è la grande colpa e complice della ascesa di Mussolini) ????In a merica esistono solo mangiahamburgher con il cervello ingorgato dal colesterolo.
        • Anonimo scrive:
          Re: questa è la Merica

          In a merica esistono solo mangiahamburgher con il
          cervello ingorgato dal
          colesterolo.
          Infatti i microprocessori e internet li ha inventati un colto e raffinato europeo, vero?Torna all'asilo, bamboccetto. Quel poco che sai lo prendi da una tazza del cesso digitale in cui l'umanità defeca senza sosta.
          • Anonimo scrive:
            Re: questa è la Merica

            Infatti i microprocessori e internet li ha
            inventati un colto e raffinato europeo,
            vero?se avessi fatto una piccola ricerca prima di scrivere sapresti qualcosa di diverso, ma sei un troll e capire dove sbagli, anche quando per un altro e' evidente, e' fuori dalla tua portata.
          • Anonimo scrive:
            Re: questa è la Merica

            se avessi fatto una piccola ricerca prima di
            scrivere sapresti qualcosa di diverso, ma sei un
            troll e capire dove sbagli, anche quando per un
            altro e' evidente, e' fuori dalla tua
            portata.Esatto, sono un troll. Resta il fatto che gli europei non hanno dato inizio alla rivoluzione informatica, nè tanto meno a internet. Suck it up and take it home.
        • Anonimo scrive:
          Re: questa è la Merica
          adesso, bamboccio?

          Se non lo avessero appeso a testa in giù avresti
          anche
          ragione.Troppo facile quando ormai aveva solo un pugno di sostenitori.
          E avresti ancora più ragione se non fosse
          esistita la Resistenza e gente come Einaudi,
          Pertini, Saragat,
          Amendola.4 gatti. Senza la guerra sarebbero stati annientati. Lo so, ho parenti che nella Resistenza ci sono stati davvero.
        • Anonimo scrive:
          Re: questa è la Merica
          - Scritto da:

          - Scritto da:




          I cromosomi non sono acqua, ed un popolo nato


          dalla feccia del vecchio continente continua a


          portarsi nel DNA le sue brutte


          origini.



          La gentaglia che ha dato i natali a Mussolini e

          l'ha messo al potere merita di essere

          sterminata.



          Contento adesso, bamboccio?

          Se non lo avessero appeso a testa in giù avresti
          anche
          ragione.
          E avresti ancora più ragione se non fosse
          esistita la Resistenza e gente come Einaudi,
          Pertini, Saragat,
          Amendola.Si certo... i tedeschi li hanno sconfitti i partigiani da soli... ROTFL...
  • Anonimo scrive:
    40 anni per delle finestre popup?
    Siamo giunti al capolinea, passeggeri dell'omnibus "moderno". L'epidemia sessuofobica è al potere. La sessuofobia appartiene SOLTANTO ai potenziali maniaci sessuali che del sesso hanno una visione completamente distorta e che nei maniaci praticanti vedono in qualche modo dei loro simili. E' più simile all'astinenza maniacale dell'alcolista pentito che all'autocontrollo della persona sobria. In psicologia si dice proiezione il processo mentale inconscio di chi vede nell'altro un nemico o un male immaginario. In breve, il sessuofobico SA, ha paura, che in assenza di regole esterne, di controllo esterno, lui stesso sarebbe il primo ad eccedere e crede che tutti siano come lui. In particolare, però, si sbaglia quando crede che i giovani siano così fragili e che siano le regole imposte a formare la moralità e il carattere della personalità. Questo è moralismo ed è risaputo che le persone rigide e moraliste sono come le più molli e interiormente corrotte. Il politico, il giudice, per le responsabilità morali che hanno, dovrebbero essere liberi da queste fobie moraliste NON MENO che dalle follie e dagli eccessi immorali, perché, per quanto rigide e dure possano essere, tali fobie non sono meno molli e animalesche delle "follie" che combattono e portano molto danno. La mera repressione infatti favorisce sempre gli eccessi perché non dà alternative all'espressione della persona. Un danno che poi ingiustamente è pagato da qualcuno con 40 di carcere per delle finestre popup!
    • Anonimo scrive:
      Re: 40 anni per delle finestre popup?

      Un
      danno che poi ingiustamente è pagato da qualcuno
      con 40 di carcere per delle finestre
      popup!Non ti danno 40 anni di carcere se uccidi tuo figlio. Te li danno se si aprono, senza tua volontà, delle finestre popup. È vergognoso.
      • Anonimo scrive:
        Re: 40 anni per delle finestre popup?

        Non ti danno 40 anni di carcere se uccidi tuo
        figlio. Negli USA te li danno eccome. Se hai fortuna, se no c'é la pena di morte.
  • Alessandrox scrive:
    In ogni caso...
    Se non ha commesso il fatto intenzionalmente (ed e' abbastanza pacifico che sia stato cosi') ma semplicemente si e' trovata in una situazione che, per inesperienza sua e deficenza dei mezzi (non adeguatamente protetti e ben configurati da chi ne ha la responsabilita' dell' amministrazione), non e' stata in grado di gestire.una condanna a 40 ANNI sono una BARBARIE peggiore del male che ha involontariamente causato.La "punizione" piu' giusta sarebbe un obbligo di formazione tecnica piu' approfondita per l' uso del mezzo e poi non dimentichiamoci della responsabilita' dei tecnici e dui chi sta sopra di lei, non si da in mano ad uno sprovveduto un mezzo cosi' delicato e complesso e comunque si mettono filtri, limitazioni... Comunque e' chiaro che al massimo si puo' punire la negligenza ma NON l' ingenuita' e soprattutto NON 40 ANNI! ma nemmeo 6 mesi! Questa non e' civilta'! E' un modo vergognoso di amministrare la giustizia.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 gennaio 2007 12.09-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    l'insegnante è andata volontariamente...
    Se l'insegnate ha detto,o è andata su siti porno e li ha fatti vedere ai ragazzi...bhè cazzacci suoi,non le danno un pc (non aggiornato,mal sistemato ecc ecc) per questi scopi.Diverso se mentre usava il pc per altri scopi(didattici) è stata investita da schifezze che hanno fatto apparire banner ecc ecc...L?insegnante non è tenuta in ogni caso a saper usare il pc,altrimenti potrei far causa a circa 40 amici miei perchè dalle loro mail (che stanno in pc-windows-zombi,più o meno aggiornati,con software più po meno originale ecc ecc) mi arrivano continuamente virus
    • Anonimo scrive:
      Re: l'insegnante è andata volontariament
      Ci è andata volontariamente ; e allora???E si danno 40 anni di carcere per una cosa del genere?Il mondo sta impazzendo si è perso completamente il senso della misura. Probabilmente 40 anni non glieli danno, ma solo il fatto che esista anche solo sulla carta tale possibilità fa ritenere di essere sempre più in un mondo di pazzi.
      • Anonimo scrive:
        Re: l'insegnante è andata volontariament

        E si danno 40 anni di carcere per una cosa del
        genere?Lei RISCHIA 40 anni perché é stata accusata di aver "messo in pericolo dei minori".Per "mettere in pericolo dei minori" si intende tutta quella roba che sta tra il lasciare un neonato senza sorveglianza per 30 secondi di fila e il far esplodere una bomba in un liceo.40 anni é il massimo della pena previsto. La giuria deve decidere se é colpevole o meno di "aver messo in pericolo dei minori" nei termini del dibattito, poi decide il giudice ed esistono abbastanza circostanze attenutanti.NOTA: non sono un avvocato ma ho visto tutte le puntate di JAG e mi sarebbe piaciuto trombarmi la Sarah MacKenzie. Dovrebbe bastare a qualificarmi.
        • Anonimo scrive:
          Re: l'insegnante è andata volontariament

          NOTA: non sono un avvocato ma ho visto tutte le
          puntate di JAG e mi sarebbe piaciuto trombarmi la
          Sarah MacKenzie. Dovrebbe bastare a
          qualificarmi.Allora anch'io sono qualificato! :D
        • boro scrive:
          Re: l'insegnante è andata volontariament
          - Scritto da:





          NOTA: non sono un avvocato ma ho visto tutte le
          puntate di JAG e mi sarebbe piaciuto trombarmi la
          Sarah MacKenzie. Dovrebbe bastare a
          qualificarmi.E a chi non sarebbe piaciuto! :D
  • MeX scrive:
    punti di "Vista"
    qui leggo molti post... del tipo:"Il diregente scolastico non ha installato l'antivirus", "L'insegnante non può far usare i computer se non è capace ad usarli"... questa è la linea di pensiero nata grazie ai prodotti Microsoft... cioè... se il sistema operativo è instabile, facilmente attacabile da virus... è colpa tua che non lo sai usare... è l'utente che è scemo... Ora...se alle elementari faccio lezioni di cucina... e faccio usare un forno... starò attento a non far scottare i bimbi... ma se accendo il forno con la mano destra anzichè la sinistra come c'è scritto sul sito del produttore... il forno esplode... beh... è colpa di chi ha fatto il forno!Nelle scuole? Che mettano solo Mac! La cui filosofia è l'opposta:Un utente non è tenuto a sapere come funziona un computer... e al massimo se sei una maestra... posso darti "la patente del computer", così come ti danno la patente della macchina, ma non devi essere un meccanico per usarla...Meditate gente, meditate...
    • Anonimo scrive:
      Re: punti di "Vista"
      - Scritto da: MeX
      qui leggo molti post... del tipo:
      "Il diregente scolastico non ha installato
      l'antivirus", "L'insegnante non può far usare i
      computer se non è capace ad usarli"... questa è
      la linea di pensiero nata grazie ai prodotti
      Microsoft... cioè... se il sistema operativo è
      instabile, facilmente attacabile da virus... è
      colpa tua che non lo sai usare... è l'utente che
      è scemo...

      Ora...se alle elementari faccio lezioni di
      cucina... e faccio usare un forno... starò
      attento a non far scottare i bimbi... ma se
      accendo il forno con la mano destra anzichè la
      sinistra come c'è scritto sul sito del
      produttore... il forno esplode... beh... è colpa
      di chi ha fatto il
      forno!
      Nelle scuole? Che mettano solo Mac! E certo, così buona parte dei parassiti dell'IT, cacciavitari spacciatisi per "admin" vanno a casaaaaaaaa!!!!Non hai ancora capito che il famoso, anzi il famigerato "ecosistema Windows" altro non è che un piatto sporco in cui tutti inzuppano il pane proprio perché funziona male.Metti un Mac in ogni casa e BUM, tutti i formattatori a pagamento disoccupati.No, non si può..... :(
      La cui filosofia è l'opposta:
      Un utente non è tenuto a sapere come funziona un
      computer... e al massimo se sei una maestra...
      posso darti "la patente del computer", così come
      ti danno la patente della macchina, ma non devi
      essere un meccanico per
      usarla...

      Meditate gente, meditate...Questi hanno da magna', altro che meditazione. Se gli togli Windows di mezzo vanno A CASAAAAAA!!!
  • Wakko Warner scrive:
    Proposta anti-abominio, partecipate!
    Propongo l'installazione di un filtro software nel cervello di ogni nuovo nascituro.Attraverso questo filtro sarà possibile per ogni singolo genitore tararlo affinché il bambino, chiaro oggetto di proprietà dei suoi genitori e parenti, non possa essere esposto a scene o esperienze diverse o contrarie agli insegnamenti che tali genitori/parenti vogliono che riceva.Tutto questo naturalmente NON APPENA sarà tecnicamente possibile.Siamo d'accordo su questa proposta?Le risposte possono essere:1) si2) no3) non soNel caso di risposta si, giustificare tale risposta.Nel caso di risposta no, giustificare tale risposta ed in particolare specificare perché invece siete (o meno) d'accordo che ciò avvenga su Internet.Grazie.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 gennaio 2007 10.58-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
      Hai presente quell'insegnante 30enne italiana che si è fatta trovare nuda in un'aula con quattro 15-16enni di cui due erano davanti con le braghe calate e due dietro che sghignazzavano?Beh, se mio figlio fosse stato uno di quelli dietro che sghignazzavano lo prendevo a calci in culo e lo mandavo a scuola di ripetizione.Non capita tutti i giorni l'insegnante 30enne porca che ti fa provare le prime gioie della vita... (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)GENITORI BIGOTTI E PURITANI E SCUOLE CATTOLICHE RAUS!!!I miei figli a 10 anni devono sapere come funziona il sesso, spiegato in maniera garbata ironica e intelligente, e sapere come proteggersi da gravidanze indesiderate, malattie veneree e inutili sofferenze da pene d'amore o peggio problemi di salute o psicologici da frustrazione sessuale che da adulti sfoceranno in problemi ben più gravi di tutto il carattere della persona.Perché da li a poco inizieranno le tempeste ormonali, i brufoli, la masturbazione e insieme i primi desideri sessuali.Molti genitori li chiamano ancora bambini a 14 anni quando già sono alti 1,80m e con pene e vagina perfettamente formati, efficienti e che mandano segnali ormonali inconfutabili che chiedono di essere usati!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
        Ma chi te lo vieta? Per me i tuoi figli te li puoi anche trombare, ma non imponete agli altri i vostri punti di vista!
        • Wakko Warner scrive:
          Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
          - Scritto da:
          Ma chi te lo vieta? Per me i tuoi figli te li
          puoi anche trombare, ma non imponete agli altri i
          vostri punti di
          vista!Siete OT tutti e due. Per favore rispondete entrambi alla domanda che ho posto, non siete obbligati ma gradirei capire.
        • Godai Yusaku scrive:
          Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
          - Scritto da:
          Ma chi te lo vieta? Per me i tuoi figli te li
          puoi anche trombare, ma non imponete agli altri i
          vostri punti di
          vista!Bella merda di commento complimenti..Per la cronaca: i bastardi in questione lo fanno già e da sempre anche..
    • NaturaInnocence scrive:
      Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
      Si! Assolutamente si!! Le loro menti sono così labili che Dio solo sa a quanti pericoli di plagio vanno incontro!!Propongo ordunque di non solo installar loro questo filtro, ma anche un mindlogger (per evitare che pensino a cose poco belle) che invia direttamente i dati, via satellite, ad un indirizzo email specificato alla nascita del bambino. Infine proporrei una nuova introduzione della cintura di castità, con apertura a riconoscimento della retina del genitore.
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
        - Scritto da: NaturaInnocence
        Infine proporrei una nuova introduzione
        della cintura di castità, con apertura a
        riconoscimento della retina del
        genitore.Considerando che la maggior parte degli abusi avvengono in famiglia suggerirei che l'apertura della cintura di castità possa essere effettuata solo ed unicamente dalle forze dell'ordine.
        • NaturaInnocence scrive:
          Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
          - Scritto da: Wakko Warner
          Considerando che la maggior parte degli abusi
          avvengono in famiglia suggerirei che l'apertura
          della cintura di castità possa essere effettuata
          solo ed unicamente dalle forze
          dell'ordine.X diventare poliziotti bisogna dare un concorso, vero? :$
          • Cavallo Ebreo scrive:
            Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
            - Scritto da: NaturaInnocence

            - Scritto da: Wakko Warner

            Considerando che la maggior parte degli abusi

            avvengono in famiglia suggerirei che l'apertura

            della cintura di castità possa essere effettuata

            solo ed unicamente dalle forze

            dell'ordine.

            X diventare poliziotti bisogna dare un concorso,
            vero?
            :$Si, ma voglio anche la presenza di un notaio e uno psicologo che possa eventualmente limitare lo shock della creatura alla vista dei propri organi genitali.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
            - Scritto da: Cavallo Ebreo

            - Scritto da: NaturaInnocence



            - Scritto da: Wakko Warner


            Considerando che la maggior parte degli abusi


            avvengono in famiglia suggerirei che
            l'apertura


            della cintura di castità possa essere
            effettuata


            solo ed unicamente dalle forze


            dell'ordine.



            X diventare poliziotti bisogna dare un concorso,

            vero?

            :$

            Si, ma voglio anche la presenza di un notaio e
            uno psicologo che possa eventualmente limitare lo
            shock della creatura alla vista dei propri organi
            genitali.Ne prendo nota.
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
        Tu taci, depravato che non sei altro! :@
        • NaturaInnocence scrive:
          Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
          - Scritto da:
          Tu taci, depravato che non sei altro! :@(newbie)Non dicevi così ieri notte... :
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
            - Scritto da: NaturaInnocence

            - Scritto da:

            Tu taci, depravato che non sei altro! :@

            (newbie)

            Non dicevi così ieri notte... :Dannato porco! Chi è? Da quanto lo conosci? :@
          • NaturaInnocence scrive:
            Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
            - Scritto da: Wakko Warner
            Dannato porco! Chi è? Da quanto lo conosci? :@:'( scusaaaaa :'(:'(è stata solo una botta e via :'(:'(
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
            - Scritto da: NaturaInnocence

            - Scritto da: Wakko Warner

            Dannato porco! Chi è? Da quanto lo conosci? :@

            :'( scusaaaaa :'(:'(

            è stata solo una botta e via :'(:'(Vedrai la "botta e via" con la clava che ti prendi appena ti vedo. :@
          • NaturaInnocence scrive:
            Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
            - Scritto da: Wakko Warner
            Vedrai la "botta e via" con la clava che ti
            prendi appena ti vedo.
            :@Nuuuu Nuuuu pleaaase! :'(:'(mi dispiaaaaaaaace :'(:'(:'(/me si mette al buio in un angolino a piangere aspettando il ritorno della Wakka che entrerà ed esclamerà "Vilma sono a casa!!" :'(
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
            - Scritto da: NaturaInnocence

            - Scritto da: Wakko Warner

            Vedrai la "botta e via" con la clava che ti

            prendi appena ti vedo.

            :@

            Nuuuu Nuuuu pleaaase! :'(:'(
            mi dispiaaaaaaaace :'(:'(:'(

            /me si mette al buio in un angolino a piangere
            aspettando il ritorno della Wakka che entrerà ed
            esclamerà "Vilma sono a casa!!"
            :'(Ohhhh ma dai su cucciolotto lo sai che ti voglio bene. Non ti picchierei mai. Vabbé dai, su, perdonato :) ((((((((Cucciolotto)))))))) (love)
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: NaturaInnocence



            - Scritto da: Wakko Warner


            Vedrai la "botta e via" con la clava che ti


            prendi appena ti vedo.


            :@



            Nuuuu Nuuuu pleaaase! :'(:'(

            mi dispiaaaaaaaace :'(:'(:'(



            /me si mette al buio in un angolino a piangere

            aspettando il ritorno della Wakka che entrerà ed

            esclamerà "Vilma sono a casa!!"

            :'(

            Ohhhh ma dai su cucciolotto lo sai che ti voglio
            bene. Non ti picchierei mai. Vabbé dai, su,
            perdonato :)

            ((((((((Cucciolotto)))))))) (love)Ho appena ricevuto una soffiata circa chi è il tipo... a te non faccio nulla perché ti voglio bene, ma ora sistemo il tuo amichetto con la lupara. :@
          • NaturaInnocence scrive:
            Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
            - Scritto da: Wakko Warner

            Ho appena ricevuto una soffiata circa chi è il
            tipo... a te non faccio nulla perché ti voglio
            bene, ma ora sistemo il tuo amichetto con la
            lupara.
            :@A dire il vero non è solamente un amichetto :( :(E' mio marito! :$
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
            - Scritto da: NaturaInnocence

            - Scritto da: Wakko Warner



            Ho appena ricevuto una soffiata circa chi è il

            tipo... a te non faccio nulla perché ti voglio

            bene, ma ora sistemo il tuo amichetto con la

            lupara.

            :@

            A dire il vero non è solamente un amichetto :( :(

            E' mio marito! :$Ma vedidiandarteloapijare... ma da me per lo meno! :@
    • Cavallo Ebreo scrive:
      Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
      Perché mai sarebbe OT questa proposta? A me sembra perfettamente IT.Avete paura a rispondere alla domanda?Non sapete rispondere?Avete paura che un giorno, quando questo sarà possibile, qualcuno espanderà il vostro concetto di "filtro" e di proprietà privata sui vostri figli?
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
        - Scritto da: Cavallo Ebreo
        Perché mai sarebbe OT questa proposta? A me
        sembra perfettamente
        IT.

        Avete paura a rispondere alla domanda?
        Non sapete rispondere?
        Avete paura che un giorno, quando questo sarà
        possibile, qualcuno espanderà il vostro concetto
        di "filtro" e di proprietà privata sui vostri
        figli?Forse questa proposta da loro fastidio perché li mette di fronte alla loro stessa ipocrisia.
        • Anonimo scrive:
          Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
          - Scritto da: Wakko Warner

          - Scritto da: Cavallo Ebreo

          Perché mai sarebbe OT questa proposta? A me

          sembra perfettamente

          IT.



          Avete paura a rispondere alla domanda?

          Non sapete rispondere?

          Avete paura che un giorno, quando questo sarà

          possibile, qualcuno espanderà il vostro concetto

          di "filtro" e di proprietà privata sui vostri

          figli?

          Forse questa proposta da loro fastidio perché li
          mette di fronte alla loro stessa
          ipocrisia.Devo provare anch'io qualche volta a suonarmela e a cantarmela, giusto per sapere cosa si prova.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da: Cavallo Ebreo


            Perché mai sarebbe OT questa proposta? A me


            sembra perfettamente


            IT.





            Avete paura a rispondere alla domanda?


            Non sapete rispondere?


            Avete paura che un giorno, quando questo sarà


            possibile, qualcuno espanderà il vostro
            concetto


            di "filtro" e di proprietà privata sui vostri


            figli?



            Forse questa proposta da loro fastidio perché li

            mette di fronte alla loro stessa

            ipocrisia.

            Devo provare anch'io qualche volta a suonarmela e
            a cantarmela, giusto per sapere cosa si
            prova.Chiedi ad Avve, lui se la canta e se la suona continuamente 8)
          • NaturaInnocence scrive:
            Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da: Cavallo Ebreo


            Perché mai sarebbe OT questa proposta? A me


            sembra perfettamente


            IT.





            Avete paura a rispondere alla domanda?


            Non sapete rispondere?


            Avete paura che un giorno, quando questo sarà


            possibile, qualcuno espanderà il vostro
            concetto


            di "filtro" e di proprietà privata sui vostri


            figli?



            Forse questa proposta da loro fastidio perché li

            mette di fronte alla loro stessa

            ipocrisia.

            Devo provare anch'io qualche volta a suonarmela e
            a cantarmela, giusto per sapere cosa si
            prova.RE FA#7Avete paura a rispondere alla domanda? SImNon sapete rispondere? SOL RE FA#7Avete paura che un giorno, quando questo sarà SIm SOL REpossibile, qualcuno espanderà il vostro concetto FA#7 SIm SOLdi "filtro" e di proprietà privata sui vostriREfigli?RE LA SOLForse questa proposta da loro fastidio perché li LA SOLmette di fronte alla loro stessaLA FA#7ipocrisia.alla loro stessaSIm REipocrisia. Per sempreee!
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
            - Scritto da: NaturaInnocence

            - Scritto da:



            - Scritto da: Wakko Warner





            - Scritto da: Cavallo Ebreo



            Perché mai sarebbe OT questa proposta? A me



            sembra perfettamente



            IT.







            Avete paura a rispondere alla domanda?



            Non sapete rispondere?



            Avete paura che un giorno, quando questo
            sarà



            possibile, qualcuno espanderà il vostro

            concetto



            di "filtro" e di proprietà privata sui
            vostri



            figli?





            Forse questa proposta da loro fastidio perché
            li


            mette di fronte alla loro stessa


            ipocrisia.



            Devo provare anch'io qualche volta a suonarmela
            e

            a cantarmela, giusto per sapere cosa si

            prova.

            RE FA#7
            Avete paura a rispondere alla domanda?
            SIm
            Non sapete rispondere?
            SOL RE FA#7
            Avete paura che un giorno, quando questo sarà
            SIm SOL RE
            possibile, qualcuno espanderà il vostro concetto
            FA#7 SIm SOL
            di "filtro" e di proprietà privata sui vostri
            RE
            figli?

            RE LA SOL
            Forse questa proposta da loro fastidio perché li
            LA SOL
            mette di fronte alla loro stessa
            LA FA#7
            ipocrisia.alla loro stessa
            SIm RE
            ipocrisia. Per sempreee!Questo si che è prendere qualcuno alla lettera :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta anti-abominio, partecipate!
      cresci ragazzino
  • Anonimo scrive:
    per me la colpa è del giudice
    che sbadiglia e non sa una ceppa di pc, non serve alla società un giudice ignorante, tornassero a studiare pure loro e che diamine!
    • Anonimo scrive:
      Re: per me la colpa è del giudice
      i moralisti sono sempre dei pigri
    • Anonimo scrive:
      Re: per me la colpa è del giudice
      Scherzi ? Loro sono i periti dei periti, mica pizza e fichi...Per fortuna che non c'è la vita eterna: te lo immagineresti un giudice del medioevo adesso ?
      • Anonimo scrive:
        Re: per me la colpa è del giudice
        - Scritto da:
        Scherzi ? Loro sono i periti dei periti, mica
        pizza e
        fichi...
        Per fortuna che non c'è la vita eterna: te lo
        immagineresti un giudice del medioevo adesso
        ?E che ci sarebbe di diverso ???
  • MandarX scrive:
    i brividi
    "I popup non se ne andavano, continuavano a comparire", ha dichiarato una smarrita Julie Amero in tribunale nei giorni scorsi, riporta un quotidiano locale. ci credo, con Internet Explorer... La difesa ha chiamato a testimoniare un esperto, che ha analizzato il computer e ha constatato che la macchina era infestata da spyware. e ci credo, col Windows... Un sito di acconciature alla moda avrebbe subdolamente sfruttato le vulnerabilità del browser installato sul computer della scuola , per adescare l'utente con un'imbarazzante mole di pubblicità a luci rosse. no, FireFox è opensource e quindi non è sicuro, non installatelo... Inoltre la licenza del software che proteggeva il computer era scaduta, fatto che scaricherebbe un'eventuale responsabilità sull'amministratore di sistema della rete scolastica. se era Norton Antivirus non c'era molto da fare anche se la licenza fosse stata valida. Ma per l'accusa ha risposto un investigatore esperto in reati informatici l'aspetto dei link suggerisce che l'insegnante abbia effettuato l'accesso alle pagine incriminate Ok se lo dice l'esperto... L'avvocato ha tratto le sue conclusioni: "Si deve fisicamente cliccare su quei collegamenti per accedere ai siti incriminati". Mi vengono i brividiConclusioni:o si tratta di un teatrino, in cui gli americani sono esperti, per terrorizzare la gente, e rendere il TC obbligatorio, oppure questa persona passerà dei guai per colpa di Microsoft e di giudici, avvocati ed esperti che non hanno la minima idea di cosa stanno dicendo e facendo.
    • Anonimo scrive:
      Re: i brividi
      - Scritto da: MandarX
      "I popup non se ne andavano, continuavano a
      comparire", ha dichiarato una smarrita Julie
      Amero in tribunale nei giorni scorsi, riporta un
      quotidiano locale.


      ci credo, con Internet Explorer...c'è un bel tastone sul monitor: basta premerlo.che ci sia IE, FF, Opera, windows, linux, osx, silicon grasux o QNX o quello che ti pare.questo, bastava e questo mi stupisce.
  • Wakko Warner scrive:
    Ma che vergogna
    Come se quei ragazzini non avessero mai visto del porno in vita loro. Questi sono i risultati della FOBIA verso nudo e verso il sesso che, chi ne soffre, vorrebbe trasmettere agli altri.Ma per piacere!
    • Juan Galvez scrive:
      Re: Ma che vergogna
      - Scritto da: Wakko Warner
      Come se quei ragazzini non avessero mai visto del
      porno in vita loro. Sono cose che non devono succedere a scuola perché fa parte della convivenza e del vivere civile. Che poi la condanna sia assurda è un altro discorso...
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma che vergogna
        Si e quindi la colpa è di... [] 1) Microsoft che nella pubblicità dice di aver reso il suo software più sicuro e poi non è buono manco il suo firewall.[] 2) I sysadmin punta e clicka che non sanno configurare il Win per bloccare qualche popup.[] 3) Un'insegnante di lingue che con la configurazione di sicurezza del PC non centra un piffero, ma che doveva prepararsi a contrastare virus e malware di ogni sorta?Metti la crocetta sulla scelta giusta... :D
      • Wakko Warner scrive:
        Re: Ma che vergogna
        - Scritto da: Juan Galvez

        - Scritto da: Wakko Warner

        Come se quei ragazzini non avessero mai visto
        del

        porno in vita loro.

        Sono cose che non devono succedere a scuola
        perché fa parte della convivenza e del vivere
        civile. Che poi la condanna sia assurda è un
        altro
        discorso...Benvenuto nel mondo reale. Queste cose accadono a casa propria, a scuola, nei CyberCafé pubblici, dal giornalaio, ovunque.Propongo di installare un filtro software negli occhi di ogni nascituro al fine che non possa fare esperienze o vedere scene che i propri genitori ritengono "abominevoli".
        • Juan Galvez scrive:
          Re: Ma che vergogna

          Benvenuto nel mondo reale.
          Queste cose accadono a casa propria, a scuola,
          nei CyberCafé pubblici, dal giornalaio,
          ovunque.Quel che fai a casa tua o quel che compri tu o tuo zio dal giornalaio non sono problema miei.

          Propongo di installare un filtro software negli
          occhi di ogni nascituro al fine che non possa
          fare esperienze o vedere scene che i propri
          genitori ritengono
          "abominevoli".Facciamolo invece installare a te questo filtro così saremo sicuri che i nostri figli cresceranno sani, aperti e senza pregiudizi.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Ma che vergogna
            - Scritto da: Juan Galvez
            Quel che fai a casa tua o quel che compri tu o
            tuo zio dal giornalaio non sono problema
            miei.Il giornalaio è un luogo pubblico, il CyberCafé pure.Se sei d'accordo ad imporre filtri a scuola dovresti anche essere d'accordo ad imporli ovunque tuo figlio possa trovarsi.
            Facciamolo invece installare a te questo filtro
            così saremo sicuri che i nostri figli cresceranno
            sani, aperti e senza
            pregiudizi.Non sono io quello che vuole imporre filtri e censura... _mi sembra_.Perché sei d'accordo ad installare questi filtri a scuola MA NON ad installarli direttamente nel cervello di tuoi figlio?
          • Juan Galvez scrive:
            Re: Ma che vergogna
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Juan Galvez

            Quel che fai a casa tua o quel che compri tu o

            tuo zio dal giornalaio non sono problema

            miei.

            Il giornalaio è un luogo pubblico, il CyberCafé
            pure.
            Se sei d'accordo ad imporre filtri a scuola
            dovresti anche essere d'accordo ad imporli
            ovunque tuo figlio possa
            trovarsi.Classico tentativo di caotizzare il discorso. Vuoi farmi passare per censore e moralizzatore. Seguendo questo ragionamento si dovrebbero anche vietare la vendita di armi, le trasmissioni televisive, i discorsi di Bush, ...


            Facciamolo invece installare a te questo filtro

            così saremo sicuri che i nostri figli
            cresceranno

            sani, aperti e senza

            pregiudizi.

            Non sono io quello che vuole imporre filtri e
            censura... _mi
            sembra_.
            Perché sei d'accordo ad installare questi filtri
            a scuola MA NON ad installarli direttamente nel
            cervello di tuoi
            figlio?Ancora vuoi caotizzare il discorso per scostarti dal semplice problema iniziale. Visto che per te non dovrebbero esserci problemi a mostrare porno a scuola non dovrebbero essercene neanche a camminare nudi per strada, ma è un tuo personalissimo punto di vista. Educare dei bambini al sesso per te equivale a mostrargli immagini di sesso spinto a scuola? Tuo personalissimo punto di vista.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Ma che vergogna
            - Scritto da: Juan Galvez

            Educare dei
            bambini al sesso per te equivale a mostrargli
            immagini di sesso spinto a scuola? Tuo
            personalissimo punto di
            vista.Non mi sembra che l'insegnante in questione abbia _deciso_ di mostrare tali scene. Mi pare che qui si stia discutendo piuttosto sull'opportunità di installare filtri sulle connessioni scolastiche affinché i bambini non possano venire in contatto con realtà non approvate dai genitori.
          • Juan Galvez scrive:
            Re: Ma che vergogna

            Non mi sembra che l'insegnante in questione abbia
            _deciso_ di mostrare tali scene. Infatti, sei tu che hai trasportato il discorso sui tuoi soliti temi della fobia del sesso ...Mi pare che qui
            si stia discutendo piuttosto sull'opportunità di
            installare filtri sulle connessioni scolastiche
            affinché i bambini non possano venire in contatto
            con realtà non approvate dai
            genitori.Allora la tua è una lotta in generale contro l'applicazione dei filtri? Non c'entra il discorso dei genitori, dei figli e della scuola?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Ma che vergogna
            - Scritto da: Juan Galvez
            Allora la tua è una lotta in generale contro
            l'applicazione dei filtri? Non c'entra il
            discorso dei genitori, dei figli e della
            scuola?Centra _anche_ con questo visto le li si vuole imporre a scuola.
          • Juan Galvez scrive:
            Re: Ma che vergogna
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da: Juan Galvez

            Allora la tua è una lotta in generale contro

            l'applicazione dei filtri? Non c'entra il

            discorso dei genitori, dei figli e della

            scuola?

            Centra _anche_ con questo visto le li si vuole
            imporre a
            scuola.Allora mettiamola così: a scuola è giusto applicare dei filtri verso contenuti che non riguardino l'insegnamento scolastico, così come negli uffici lo è per tutto quello che non riguarda il lavoro. Poi tu mi dirai che anche il sesso è materia di studio, o i videogiochi, o le foto di avve ...
          • Wakko Warner scrive:
            Re: Ma che vergogna
            - Scritto da: Juan Galvez

            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da: Juan Galvez


            Allora la tua è una lotta in generale contro


            l'applicazione dei filtri? Non c'entra il


            discorso dei genitori, dei figli e della


            scuola?



            Centra _anche_ con questo visto le li si vuole

            imporre a

            scuola.

            Allora mettiamola così: a scuola è giusto
            applicare dei filtri verso contenuti che non
            riguardino l'insegnamento scolastico, così come
            negli uffici lo è per tutto quello che non
            riguarda il lavoro. Poi tu mi dirai che anche il
            sesso è materia di studio, o i videogiochi, o le
            foto di avve
            ...Non sono d'accordo, né al primo né al secondo filtro, indipendentemente dall'uso che poi ne faranno. Per la valutazione degli studenti ci sono i voti... se uno passa 23 ore al giorno sui siti porno ma poi nell'ora rimanente fa il suo lavoro e studia non vedo proprio perché proibirgli di fare quello che gli pare nelle altre 23 ore.Allo stesso modo sul posto di lavoro, se uno fa il lavoro che gli è stato assegnato anche con 10000 finestre di IM aperte non vedo proprio cosa abbia il datore di lavoro da criticare.
          • DuDe scrive:
            Re: Ma che vergogna

            Non sono d'accordo, né al primo né al secondo
            filtro, indipendentemente dall'uso che poi ne
            faranno. Per la valutazione degli studenti ci
            sono i voti... se uno passa 23 ore al giorno sui
            siti porno ma poi nell'ora rimanente fa il suo
            lavoro e studia non vedo proprio perché
            proibirgli di fare quello che gli pare nelle
            altre 23
            ore.
            Allo stesso modo sul posto di lavoro, se uno fa
            il lavoro che gli è stato assegnato anche con
            10000 finestre di IM aperte non vedo proprio cosa
            abbia il datore di lavoro da
            criticare.Critica il fatto che apparentemente non stai lavorando, conoscendo la mentalita' tipica italiota, se lo posso fare lo faccio, e stika al datore, t'assicuro che ben poche persone realmente lavorano anche se hanno 100 im aperti, e te lo dico da sysadmin che ha dovuto suo malgrado chiudere l'accesso internet ad alcuni consulenti in azienda su ordine dell'A.M.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma che vergogna
            - Scritto da: Juan Galvez
            Seguendo questo ragionamento si dovrebbero anche
            vietare la vendita di armi, le trasmissioni
            televisive, i discorsi di Bush, ...beh questo vale per tanti altri ragionamenti...
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che vergogna
          - Scritto da: Wakko Warner

          - Scritto da: Juan Galvez



          - Scritto da: Wakko Warner


          Come se quei ragazzini non avessero mai visto

          del


          porno in vita loro.



          Sono cose che non devono succedere a scuola

          perché fa parte della convivenza e del vivere

          civile. Che poi la condanna sia assurda è un

          altro

          discorso...

          Benvenuto nel mondo reale.
          Queste cose accadono a casa propria, a scuola,
          nei CyberCafé pubblici, dal giornalaio,
          ovunque.

          Propongo di installare un filtro software negli
          occhi di ogni nascituro al fine che non possa
          fare esperienze o vedere scene che i propri
          genitori ritengono
          "abominevoli".Forse ti sfugge il concetto di simbolo e di istituzione...
  • Anonimo scrive:
    40 anni
    40 anni in galera per quella merda di Winzozz?Un sistema operativo di merda con tools completamente bucati e insicuri che rastrella spam, spyware e adware su Internet che manda in galera una persona solo perché navigava convinta di avere il sistema operativo leader del mercato, quello che la pubblicità M$ mostra blindato da mura di cinta e cita "abbiamo reso più sicuro il nostro software" e ci mette due bambini dietro a convincere di ciò...Ma 40 anni di carcere glieli devono dare a Bill Gate$, Ballmer, a tutto il settore R&D e a quello marketing di quell'aziendaccia!
    • Anonimo scrive:
      Re: 40 anni
      Ma fosse anche colpa dell'insegnante. Ma 40 anni non li danno neppure ai mafiosi, ma stiamo scherzando?E perchè no, la sedia elettrica?
    • Anonimo scrive:
      Re: 40 anni
      Scusa ma è troppo facile lanciare accuse cosi'.Concordo con te che Windows non sia un sistema affidabile in fatto di sicurezza, e che senza antivirus e firewall di terze parti sia impossibile usarlo in tutta tranquillità.C'è anche da dire pero' che l'alternativa ad esso, cioè Linux, è molto lontano da essere un sistema operativo usabile da utenti non "non-informatici".Purtroppo nonostante sia piu' sicuro, affidabile, flessibile manca di interfaccie user-friendly.E lancio anche una frecciatina: qualcuno ha mai provato a cercare bug in linux con la stessa frequenza con cui i cracker li cercano in Windows? Cmq Windows dai, non è proprio cosi' da buttare! Bastano tre cose per renderlo sicuro: un buon antivirus, un firewall da sostituire a quello integrato e un browser che non sia IE (e questi li trovi tutti senza spendere un euro...)
      • Anonimo scrive:
        Re: 40 anni
        - Scritto da:
        C'è anche da dire pero' che l'alternativa ad
        esso, cioè Linux, è molto lontano da essere un
        sistema operativo usabile da utenti non
        "non-informatici".
        Purtroppo nonostante sia piu' sicuro, affidabile,
        flessibile manca di interfaccie
        user-friendly.Ma che scrivi? La GUI KDE è anni luce avanti a XP. La usiamo in azienda ed è semplicemente fantastica per lavorare.Tonnellate di software per tantissimi usi. Ci saranno 3-4 alternative al tool di personal financing M$-Money.Poi il solo orologio della barra di KDE è un concentrato di utilità: oltre a mostrarti ora e data completa di giorno della settimana ti ci avvicini e ti mostra in che settimana dell'anno ti trovi (1-52). Utilissimo per noi che abbiamo merci che cambiano di prezzo ogni settimana.Poi configuri i fusi orari e quando ci vai sopra col mouse ti da l'ora delle città che hai configurato. Utile per vedere al volo che ore sono nel nostro ufficio a Shenzhen o dai nostri fornitori in Costarica.Per non parlare di Konqueror, file manager, browser, lettore e visualizzatore multiformato, client FTP/SCP/SFTP, browser di rete e tanto altro in un solo programma.E il Klipper una clipboard dove configuri la quantità di clip che deve tenere ossia quando premi CTRL+X/C e ti taglia/copia qualcosa da incollare.In windows per tutte queste cazzatine utilissime devi procurarti tool esterni.Ma dove hai vissuto fino ad ora?
        E lancio anche una frecciatina: qualcuno ha mai
        provato a cercare bug in linux con la stessa
        frequenza con cui i cracker li cercano in
        Windows?Avviene ogni giorno, e vengono corretti più velocemente di quanto riesca a fare M$ che ha un sistema di sviluppo piramidale altamente gerarchizzato e a compartimenti stagni che è al collasso e non garantisce meno di 1 mese per il rilascio di una patch.
        Bastano tre cose per renderlo sicuro: un buon
        antivirus, un firewall da sostituire a quello
        integrato e un browser che non sia IE (e questi
        li trovi tutti senza spendere un
        euro...)Cioé vuoi dire che bisogna procurarsi perfino un firewall da sostituire a quello integrato perché fa cagare pure quello?E tu vuoi dire che un sistema operativo così non è poi tanto male? (rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Wakko Warner scrive:
        Re: 40 anni
        - Scritto da:
        C'è anche da dire pero' che l'alternativa ad
        esso, cioè Linux, è molto lontano da essere un
        sistema operativo usabile da utenti non
        "non-informatici".(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Alessandrox scrive:
        Re: 40 anni
        - Scritto da:
        Scusa ma è troppo facile lanciare accuse cosi'.
        Concordo con te che Windows non sia un sistema
        affidabile in fatto di sicurezza, e che senza
        antivirus e firewall di terze parti sia
        impossibile usarlo in tutta
        tranquillità.
        C'è anche da dire pero' che l'alternativa ad
        esso, cioè Linux, è molto lontano da essere un
        sistema operativo usabile da utenti non
        "non-informatici".assolutamente falso....Se parli della configurazione un po' piu' che estetica ti do ragione ma se pensi che gli utonti comuni usavano a suo tempo windows3.0... ecco io ho dato in pasto Linux (ben configurato e con KDE) a gente anziana e utonti all' ultimo stadio... lo usano come usano XP senza particolari differenze, basta dirgli: per fare questo clikka qui' ecc. ecc.sempre le solite mosse ripetitive. NON c'e' assolutamente problema, te lo dico per esperienza diretta quotidiana.
  • Anonimo scrive:
    scuola elementare Orbassano (TO)
    Anno 2005.Bambini di V elementare riescono a finire "casualmente" su un sito pornografico.Complici la bassa vigilanza dell'insegnante addetta, le pessime condizioni dei PC impiegati (windows 95 raffazzonato) e nessuna protezione sui collegamenti internet (vecchio antivirus AVG non aggiornato, nessun firewall, nessun filtro sui contenuti, nessun antispyware).Genitori ovviamente e giustamente infuriati ed un dirigente scolastico che dimostra platealmente la completa ignoranza ed inaguatezza a gestire strumenti informatici, nonostante che nelle presentazioni didattiche si faccia vanto di promuovere la conoscenza dell'informatica già nella scuola elementare.Quante scuole italiane sono in queste pietose condizioni ??? cosa aspettiamo a fare rispettare leggi e regolarmenti ai plantigradi che le dirigono e che sono stipendiati migliaia di euro al mese (appartengono all'elite dei dirigenti statali).
    • Wakko Warner scrive:
      Re: scuola elementare Orbassano (TO)
      - Scritto da:
      Genitori ovviamente e giustamente infuriati ed un
      dirigente scolastico che dimostra platealmente la
      completa ignoranza ed inaguatezza a gestire
      strumenti informaticiPoveri genitori... mi viene da piangere... i loro bimbi si guardano il porno senza il loro permesso... mio Dio... (rotfl)
      • reXistenZ scrive:
        Re: scuola elementare Orbassano (TO)


        Genitori ovviamente e giustamente infuriati ed
        un

        dirigente scolastico che dimostra platealmente
        la

        completa ignoranza ed inaguatezza a gestire

        strumenti informatici

        Poveri genitori... mi viene da piangere... i loro
        bimbi si guardano il porno senza il loro
        permesso... mio Dio...
        (rotfl)Se permetti il porno glielo possono far vedere i genitori quando vogliono, non la scuola.Non tutti devono essere obbligati alle tue larghe vedute.
        • Wakko Warner scrive:
          Re: scuola elementare Orbassano (TO)
          - Scritto da: reXistenZ


          Genitori ovviamente e giustamente infuriati ed

          un


          dirigente scolastico che dimostra platealmente

          la


          completa ignoranza ed inaguatezza a gestire


          strumenti informatici



          Poveri genitori... mi viene da piangere... i
          loro

          bimbi si guardano il porno senza il loro

          permesso... mio Dio...

          (rotfl)

          Se permetti il porno glielo possono far vedere i
          genitori quando vogliono, non la
          scuola.
          Non tutti devono essere obbligati alle tue larghe
          vedute.Se permetti, i tuoi figli NON sono tua proprietà, sono PERSONE con i loro diritti, ANCHE il diritto di avere accesso ad informazioni che tu non ritieni educative.
          • reXistenZ scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)

            Se permetti, i tuoi figli NON sono tua proprietà,
            sono PERSONE con i loro diritti, ANCHE il diritto
            di avere accesso ad informazioni che tu non
            ritieni
            educative.Io ho il diritto e il dovere di educare i miei figli, nel rispetto delle leggi, come più mi aggrada, non come più aggrada a te. Loro sono liberi quando sono grandi di ringraziarmi per l'educazione ricevuta o sputarmi in faccia, e anche prima sono liberi di disubbidirmi e fare cose che non mi piacciono. Lo sappiamo che per te i bambini devono abituarsi ai giochi erotici fin dalla prima infanzia, come nel Mondo nuovo di A.Huxley. Ma che ti piaccia o no, i genitori hanno il diritto di allevare i propri figli come meglio credono, e non come vai ripetendo tu fino alla noia. Anche i genitori stupidi, anche quelli bigotti. La legge non fa differenza tra genitori aperti e chiusi, colti o ignoranti, severi o tolleranti. Io non mi sogno nemmeno di togliere ai miei figli la libertà di fare ciò che vogliono, con o senza il mio consenso. Ma rimane una mia prerogativa di stabilire i principi della loro educazione, così come è prerogativa della legge stabilire cosa si insegna a scuola. Quello che mi da fastidio è il tuo disprezzo verso chi non la pensa come te. Disprezzo che si manifesta continuando a ricordare solo i diritti di alcuni ignorando completamente quelli di altri.
          • Anonimo scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)

            Lo sappiamo che per te i bambini devono abituarsi
            ai giochi erotici fin dalla prima infanzia, come
            nel Mondo nuovo di A.Huxley.Interessante ... E' la bibbia di wakko? Lo leggerò sicuramente ...
          • Wakko Warner scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: reXistenZ

            Se permetti, i tuoi figli NON sono tua
            proprietà,

            sono PERSONE con i loro diritti, ANCHE il
            diritto

            di avere accesso ad informazioni che tu non

            ritieni

            educative.

            Io ho il diritto e il dovere di educare i miei
            figli, nel rispetto delle leggi, come più mi
            aggrada, non come più aggrada a te. Loro sono
            liberi quando sono grandi di ringraziarmi per
            l'educazione ricevuta o sputarmi in faccia, e
            anche prima sono liberi di disubbidirmi e fare
            cose che non mi piacciono.


            Lo sappiamo che per te i bambini devono abituarsi
            ai giochi erotici fin dalla prima infanzia, come
            nel Mondo nuovo di A.Huxley.

            Ma che ti piaccia o no, i genitori hanno il
            diritto di allevare i propri figli come meglio
            credono, e non come vai ripetendo tu fino alla
            noia. Anche i genitori stupidi, anche quelli
            bigotti. La legge non fa differenza tra genitori
            aperti e chiusi, colti o ignoranti, severi o
            tolleranti.



            Io non mi sogno nemmeno di togliere ai miei figli
            la libertà di fare ciò che vogliono, con o senza
            il mio consenso. Ma rimane una mia prerogativa di
            stabilire i principi della loro educazione, così
            come è prerogativa della legge stabilire cosa si
            insegna a scuola.


            Quello che mi da fastidio è il tuo disprezzo
            verso chi non la pensa come te. Disprezzo che si
            manifesta continuando a ricordare solo i diritti
            di alcuni ignorando completamente quelli di
            altri.Non sono affatto d'accordo. I bambini sono innanzitutto _persone_, con i loro diritti, ANCHE il diritto di accedere ad informazioni ed esperienze che tu, genitore, non ritieni corrette per loro.Che sia un tuo diritto dar loro l'educazione che più ti aggrada nessuno lo mette in discussione, ma nel qual caso ti suggerirei di insegnar loro i tuoi VALORI anziché imporre loro la censura e impedire loro le proprie esperienze.Se condivideranno i tuoi VALORI e sarai capace di trasmetterglieli NON come qualcosa di imposto bensì come qualcosa che vale la pena di imparare e farsi proprio vedrai che non ci sarà bisogno né di censura né di altro. Quello che tu vuoi invece è il diritto esclusivo a decidere ciò che i tuoi figli possono sperimentare, diritto che NON hai, come ha anche affermato la decisione di una corte americana circa 1 anno fa (di cui purtroppo non ho conservato il link) dichiarando che i bambini sono _persone_ e possono ricevere un'educazione anche diversa da quella sperata dai propri genitori da altre persone che NON fanno parte della famiglia (ossia dal resto della società).Dimmi un po' che differenza ci sarebbe fra te e un membro del KKK (scena reale che ho visto in un documentario) che tiene i propri figli lontano dalla TV e da qualsiasi genere di esperienza che possa contraddire il suo insegnamento (ossia che i neri sono il diavolo e vanno odiati) se non per i diversi valori che vorresti imporre.Ritieni giusto che un membro del KKK possa mantenere nell'ignoranza i propri figli per paura che possa imparare che i neri sono uguali ai bianchi? Se no, perché ritieni giusto poter imporre il tuo credo sui tuoi figli senza dar loro la possibilità di confrontarlo con il mondo esterno e fare anche esperienze che non ti aggradano?Dici che provo disprezzo verso chi non la pensa come me, non è vero, io provo disprezzo verso chi vuole imporre il proprio credo sugli altri, verso chi vuole censurare, filtrare ed impedire a chiunque di fare esperienze diverse da quelle che ha vissuto. Verso _questi_ e _questi soli_ provo disprezzo.Se poi tu vuoi dare un'educazione diversa da quella che io ritengo giusta e che non necessariamente implica ciò che hai detto ti dico che hai _TUTTO IL DIRITTO_ di farlo. Non verrò mai a criticare i VALORI che vuoi insegnare ai tuoi figli, ma fallo dando loro l'opportunità di confrontarli con i VALORI altrui e poi poter decidere liberamente... questo è tutto ciò che chiedo.
          • reXistenZ scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)

            Non sono affatto d'accordo. I bambini sono
            innanzitutto _persone_, con i loro diritti, ANCHE
            il diritto di accedere ad informazioni ed
            esperienze che tu, genitore, non ritieni corrette
            per
            loro.E infatti nessuno glielo toglie loro questo diritto. Io però come genitore ho diritto di esprimere il mio orientamento. Io ho solo voluto affermare mio questo diritto. Non ho detto che lo voglio estrinsecare riempendo di botte i figli, invece che cercando di dare loro consigliMagari ho sbagliato, nel pensare che per te qualunque genitore che non voglia far vedere porno a scuola ai propri figli è male. Fosse così, per me tu sei il male.Se poi vuoi fare un dialogo sui massimi sistemi, hai sbagliato bersaglio. Dovresti parlare prima della scuola invece che dei genitori. Tra genitori e scuola, chi ha la priorità nel decidere (o nel non poter decidere) cosa possono o non possono fare i bambini?
            Che sia un tuo diritto dar loro l'educazione che
            più ti aggrada nessuno lo mette in discussione,
            ma nel qual caso ti suggerirei di insegnar loro i
            tuoi VALORI anziché imporre loro la censura e
            impedire loro le proprie
            esperienze.Ma va? Io parlo di diritto all'educazione, e tu mi consigli di non imporre la censura? Lascio giudicare agli altri chi è il più prevenuto tra noi due.
            Quello che tu vuoi invece è il diritto esclusivo
            a decidere ciò che i tuoi figli possono
            sperimentare, diritto che NON hai, come ha anche
            affermato la decisione di una corte americana
            circa 1 anno fa (di cui purtroppo non ho
            conservato il link) dichiarando che i bambini
            sono _persone_ e possono ricevere un'educazione
            anche diversa da quella sperata dai propri
            genitori da altre persone che NON fanno parte
            della famiglia (ossia dal resto della
            società).LOL Allora ho torto perché lo dice una corte americana? Va bene, stabilirò in famiglia i principi del diritto statunitense, tanto all'avanguardia anche in fatto di relazioni sociali.
            Dimmi un po' che differenza ci sarebbe fra te e
            un membro del KKK (scena reale che ho visto in un
            documentario) che tiene i propri figli lontano
            dalla TV e da qualsiasi genere di esperienza che
            possa contraddire il suo insegnamento (ossia che
            i neri sono il diavolo e vanno odiati) se non per
            i diversi valori che vorresti
            imporre.Su che piano devo risponderti? Su quello giuridico, che hai adoperato prima per giustificare la tua posizione?Allora ti rispondo: fintanto che il genitore KKK non viola alcuna legge, può fare ciò che vuole. Fintanto che la legge non ti permette di intervenire e di levargli la patria potestà, tu non puoi fare nulla.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: reXistenZ
            Su che piano devo risponderti? Su quello
            giuridico, che hai adoperato prima per
            giustificare la tua
            posizione?Non l'ho usata per giustificare nulla, l'ho usata per farti vedere che NON sono l'unico a pensarla così. Del piano giuridico non mi interessa nulla visto che cambia continuamente.Sono invece molto interessato a capire se tu ritieni giusti i metodi di quei genitori e, nel caso contrario, perché ritieni che imporre filtri ai tuoi figli sia corretto mentre imporre i filtri ai figli di quel genitore no.
          • reXistenZ scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)

            Sono invece molto interessato a capire se tu
            ritieni giusti i metodi di quei genitori e, nel
            caso contrario, perché ritieni che imporre filtri
            ai tuoi figli sia corretto mentre imporre i
            filtri ai figli di quel genitore
            no.Certo che non li ritengo giusti. Ma non ritengo giusto nemmeno sostituirmi forzatamente a quei genitori. Per me sarebbe violenza in risposta a un'altra violenza.Io posso solo contribuire come genitore di altri figli a mostrare a quei bambini che esiste un mondo di persone tutte diverse ma con gli stessi diritti. Potrei essere un caso isolato, come potrei essere invece la goccia di un fiume in piena fatto dai figli di altri genitori come me che dimostrano a quei figli l'esistenza di un altro possibile modo di conviere.
          • Anonimo scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: reXistenZ
            Allora ti rispondo: fintanto che il genitore KKK
            non viola alcuna legge, può fare ciò che vuole.Peccato che prima o poi potrebbe essere il figlio a violarla la legge quando da grande penserà che è lecito prendere una latta di benzina per dare fuoco ad un negro...
          • reXistenZ scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)


            Allora ti rispondo: fintanto che il genitore KKK

            non viola alcuna legge, può fare ciò che vuole.

            Peccato che prima o poi potrebbe essere il figlio
            a violarla la legge quando da grande penserà che
            è lecito prendere una latta di benzina per dare
            fuoco ad un
            negro...E che vuoi fare? Stabilire un sistema giuridico basato su Minority Report?
          • Anonimo scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            Meglio tagliare l'uccello ad un genitore che dice che educherà suo figlio a ca%%o di cane...Per impedirgli di mettere in circolazione un siffatto individuo. (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: Wakko Warner


            Non sono affatto d'accordo. I bambini sono
            innanzitutto _persone_, con i loro diritti, ANCHE
            il diritto di accedere ad informazioni ed
            esperienze che tu, genitore, non ritieni corrette
            per
            loro.
            Col cavolo. I bambini non sono persone, sono COSE. E non hanno più diritti di quanti non ne abbia un fermacarte.
          • Anonimo scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            Il fatto è che la qualità dell'uomo che verrà sarà fortemente condizionato dall'impronta educativa dei genitori. Frustrazione, cattiveria, timidezza, nichilismo, razzismo, bigottismo, anoressia/bulimia, etc. Non sono infezioni virali, sono problemi che si manifestano in individui adulti dopo anni di educazione approssimativa o totalmente sbagliata.Che i genitori abbiano il diritto di educare i figli come preferiscono su questo non c'è dubbio.Ma siamo proprio certi che questi genitori abbiano le basi per una corretta educazione in virtù di migliori studi psicologici e sociologici del loro tempo?Ricordiamoci che gli stiamo dando in eredità il nostro mondo, che uomo sarà un violento, bigotto, frustrato, maniaco, puritano, razzista, timido, arrogante, ecc. Specie in relazione con altri come lui e/o in contrapposizione con chi non è come lui?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: reXistenZ
            Ciò che rifiuto è che io non possa scegliere
            l'educazione che voglio per i miei figli ma debba
            allevarli secondo i principi di
            Wakko.In tal caso non hai assolutamente capito i miei interventi.Non ho MAI detto che tu non possa insegnare i TUOI principi ai tuoi figli, quello che ho detto è che con o senza il tuo permesso i tuoi figli faranno comunque ciò che vogliono, filtri o non filtri.
          • Anonimo scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da: reXistenZ

            Ciò che rifiuto è che io non possa scegliere

            l'educazione che voglio per i miei figli ma
            debba

            allevarli secondo i principi di

            Wakko.

            In tal caso non hai assolutamente capito i miei
            interventi.
            Non ho MAI detto che tu non possa insegnare i
            TUOI principi ai tuoi figli, quello che ho detto
            è che con o senza il tuo permesso i tuoi figli
            faranno comunque ciò che vogliono, filtri o non
            filtri.Ecco, allora stai zitto e non rompere!
          • Anonimo scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: Wakko Warner
            Non ho MAI detto che tu non possa insegnare i
            TUOI principi ai tuoi figli, quello che ho detto
            è che con o senza il tuo permesso i tuoi figli
            faranno comunque ciò che vogliono, filtri o non
            filtri.Quando saranno maggiorenni. Prima, fanno come voglio IO, altrimenti il loro computer finisce dal rigattiere.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: reXistenZ
            Io ho il diritto e il dovere di educare i miei
            figli, nel rispetto delle leggi, come più mi
            aggrada, non come più aggrada a te.Partecipa per favore alla "Proposta anti-abominio" con cui ho iniziato un nuovo thread, vorrei davvero conoscere la tua opinione in merito, in particolare perché saresti disposto ad imporre i filtri nelle scuole affinché i tuoi figli non possano "disubbidirti" quando non guardi ma magari non saresti disposto ad installare un filtro software nel cervello dei tuoi figli al fine di eliminare la stessa medesima cosa nella "vita reale".
          • reXistenZ scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)

            Partecipa per favore alla "Proposta
            anti-abominio" con cui ho iniziato un nuovo
            thread, vorrei davvero conoscere la tua opinione
            in merito, in particolare perché saresti disposto
            ad imporre i filtri nelle scuole affinché i tuoi
            figli non possano "disubbidirti" quando non
            guardi ma magari non saresti disposto ad
            installare un filtro software nel cervello dei
            tuoi figli al fine di eliminare la stessa
            medesima cosa nella "vita
            reale".Scusa, ma è un tema che proprio non mi appassiona. Per me la scuola deve insegnare prima di tutto a essere cittadini, cioè membri di una comunità sociale. Sotto questo punto di vista, ritengo il ruolo dell'argomento attività sessuale e/o porno marginale. Beninteso, non ho nulla in contrario che se ne parli a scuola.Su questo però come su altri e più importanti argomenti non voglio farmi trovare impreparato coi miei figli e voglio poter raccontare loro la mia visione delle cose qualora ritenga che l'educazione fornita dalla scuola sia incompleta o non del tutto corretta.
          • Morpheus61 scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: Wakko Warner

            Se permetti, i tuoi figli NON sono tua proprietà,
            sono PERSONE con i loro diritti, ANCHE il diritto
            di avere accesso ad informazioni che tu non
            ritieni
            educative.devo dire che alcune volte mi sono trovato d'accordo con te su alcuni argomenti,ma questa volta proprio non trovo giustificazioni al tuo modo di pensare.Qui non si tratta di impedire i diritti dei figli ma di fornirgli le giuste informazioni, è giusto che si parli di sesso a scuola ma questo dovrebbe essere fatto da persone competenti,e non facendogli vedere dei porno, e non mi dire che il porno sia educativo perchè se davvero pensi questo hai una visione abbastanza distorta della realtà, il porno non rappresenta la realtà, ma solo finzione, strumentalizzazione e mercificazione di un atto che di per se non ha nulla di sbagliato o di vergognoso.(il porno non ha nulla di educativo anzi è molto diseducativo).
      • Anonimo scrive:
        Re: scuola elementare Orbassano (TO)
        - Scritto da: Wakko Warner

        - Scritto da:

        Genitori ovviamente e giustamente infuriati ed
        un

        dirigente scolastico che dimostra platealmente
        la

        completa ignoranza ed inaguatezza a gestire

        strumenti informatici

        Poveri genitori... mi viene da piangere... i loro
        bimbi si guardano il porno senza il loro
        permesso... mio Dio...
        (rotfl)Comodo parlare quando non si hanno figli né se ne avranno mai. Puoi anche avere ragione ma non sei attendibile.
        • Wakko Warner scrive:
          Re: scuola elementare Orbassano (TO)
          - Scritto da:

          - Scritto da: Wakko Warner



          - Scritto da:


          Genitori ovviamente e giustamente infuriati ed

          un


          dirigente scolastico che dimostra platealmente

          la


          completa ignoranza ed inaguatezza a gestire


          strumenti informatici



          Poveri genitori... mi viene da piangere... i
          loro

          bimbi si guardano il porno senza il loro

          permesso... mio Dio...

          (rotfl)

          Comodo parlare quando non si hanno figli né se ne
          avranno mai. Puoi anche avere ragione ma non sei
          attendibile.LOL, poi magari siete gli stessi che affidano l'educazione dei propri figli ai preti. (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:



            - Scritto da: Wakko Warner





            - Scritto da:



            Genitori ovviamente e giustamente infuriati
            ed


            un



            dirigente scolastico che dimostra
            platealmente


            la



            completa ignoranza ed inaguatezza a gestire



            strumenti informatici





            Poveri genitori... mi viene da piangere... i

            loro


            bimbi si guardano il porno senza il loro


            permesso... mio Dio...


            (rotfl)



            Comodo parlare quando non si hanno figli né se
            ne

            avranno mai. Puoi anche avere ragione ma non sei

            attendibile.

            LOL, poi magari siete gli stessi che affidano
            l'educazione dei propri figli ai preti.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)Che cavolo c'entra?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da:





            - Scritto da: Wakko Warner







            - Scritto da:




            Genitori ovviamente e giustamente
            infuriati

            ed



            un




            dirigente scolastico che dimostra

            platealmente



            la




            completa ignoranza ed inaguatezza a
            gestire




            strumenti informatici







            Poveri genitori... mi viene da piangere... i


            loro



            bimbi si guardano il porno senza il loro



            permesso... mio Dio...



            (rotfl)





            Comodo parlare quando non si hanno figli né se

            ne


            avranno mai. Puoi anche avere ragione ma non
            sei


            attendibile.



            LOL, poi magari siete gli stessi che affidano

            l'educazione dei propri figli ai preti.

            (rotfl)(rotfl)(rotfl)

            Che cavolo c'entra?Se io non sono attendibile perché, a tuo dire, non ho e non avrò mai figli, allora un prete cos'è?
          • Anonimo scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:



            - Scritto da: Wakko Warner





            - Scritto da:







            - Scritto da: Wakko Warner









            - Scritto da:





            Genitori ovviamente e giustamente

            infuriati


            ed




            un





            dirigente scolastico che dimostra


            platealmente




            la





            completa ignoranza ed inaguatezza a

            gestire





            strumenti informatici









            Poveri genitori... mi viene da
            piangere...
            i



            loro




            bimbi si guardano il porno senza il loro




            permesso... mio Dio...




            (rotfl)







            Comodo parlare quando non si hanno figli né
            se


            ne



            avranno mai. Puoi anche avere ragione ma non

            sei



            attendibile.





            LOL, poi magari siete gli stessi che affidano


            l'educazione dei propri figli ai preti.


            (rotfl)(rotfl)(rotfl)



            Che cavolo c'entra?

            Se io non sono attendibile perché, a tuo dire,
            non ho e non avrò mai figli, allora un prete
            cos'è?Se io scegliessi di mandare i miei figli dai preti saprei a cosa vado incontro. Allo stesso modo se mando i miei figli in una scuola pubblica mi aspetto che l'insegnante non gli faccia vedere pornazzi anche se per te è una cosa pacifica.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da:





            - Scritto da: Wakko Warner







            - Scritto da:









            - Scritto da: Wakko Warner











            - Scritto da:






            Genitori ovviamente e giustamente


            infuriati



            ed





            un






            dirigente scolastico che dimostra



            platealmente





            la






            completa ignoranza ed inaguatezza a


            gestire






            strumenti informatici











            Poveri genitori... mi viene da

            piangere...

            i




            loro





            bimbi si guardano il porno senza il loro





            permesso... mio Dio...





            (rotfl)









            Comodo parlare quando non si hanno figli


            se



            ne




            avranno mai. Puoi anche avere ragione ma
            non


            sei




            attendibile.







            LOL, poi magari siete gli stessi che
            affidano



            l'educazione dei propri figli ai preti.



            (rotfl)(rotfl)(rotfl)





            Che cavolo c'entra?



            Se io non sono attendibile perché, a tuo dire,

            non ho e non avrò mai figli, allora un prete

            cos'è?

            Se io scegliessi di mandare i miei figli dai
            preti saprei a cosa vado incontro. Allo stesso
            modo se mando i miei figli in una scuola pubblica
            mi aspetto che l'insegnante non gli faccia vedere
            pornazzi anche se per te è una cosa
            pacifica.Magari aboliamo anche l'insegnamento delle teorie evolutive e le sostituiamo con il creazionismo, visto che ci siamo facciamo man-bassa... dopotutto... se tu puoi decidere che tuo figlio non possa vedersi un culo e una tetta... puoi a maggior ragione decidere su qualcosa di più importante come appunto quale "verità" raccontare ai tuoi figli.
          • Anonimo scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:



            - Scritto da: Wakko Warner





            - Scritto da:







            - Scritto da: Wakko Warner









            - Scritto da:











            - Scritto da: Wakko Warner













            - Scritto da:







            Genitori ovviamente e giustamente



            infuriati




            ed






            un







            dirigente scolastico che dimostra




            platealmente






            la







            completa ignoranza ed inaguatezza a



            gestire







            strumenti informatici













            Poveri genitori... mi viene da


            piangere...


            i





            loro






            bimbi si guardano il porno senza il
            loro






            permesso... mio Dio...






            (rotfl)











            Comodo parlare quando non si hanno figli




            se




            ne





            avranno mai. Puoi anche avere ragione ma

            non



            sei





            attendibile.









            LOL, poi magari siete gli stessi che

            affidano




            l'educazione dei propri figli ai preti.




            (rotfl)(rotfl)(rotfl)







            Che cavolo c'entra?





            Se io non sono attendibile perché, a tuo dire,


            non ho e non avrò mai figli, allora un prete


            cos'è?



            Se io scegliessi di mandare i miei figli dai

            preti saprei a cosa vado incontro. Allo stesso

            modo se mando i miei figli in una scuola
            pubblica

            mi aspetto che l'insegnante non gli faccia
            vedere

            pornazzi anche se per te è una cosa

            pacifica.

            Magari aboliamo anche l'insegnamento delle teorie
            evolutive e le sostituiamo con il creazionismo,
            visto che ci siamo facciamo man-bassa...
            dopotutto... se tu puoi decidere che tuo figlio
            non possa vedersi un culo e una tetta... puoi aPerché devi essere invece tu a decidere che il sesso sia un argomento di cui parlare alla leggera?
            maggior ragione decidere su qualcosa di più
            importante come appunto quale "verità" raccontare
            ai tuoi
            figli.Perché direttamente non procreare in provetta e affidare l'educazione dei bambini a tanti bei wakki appositamente addestrati?
          • reXistenZ scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)

            Perché direttamente non procreare in provetta e
            affidare l'educazione dei bambini a tanti bei
            wakki appositamente
            addestrati?Senza volerlo, hai fatto un'altra citazione de Il mondo nuovo di A.Huxley.Comunque, per capirci, sono d'accordo con te.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da:
            Perché devi essere invece tu a decidere che il
            sesso sia un argomento di cui parlare alla
            leggera?Non ho mai detto di "parlare alla leggera". Ma è un FATTO della vita, nasconderlo non serve a nulla se non a te per sentirti in pace con la tua coscienza e con l'educazione evidentemente sessuofoba che hai ricevuto.
            Perché direttamente non procreare in provetta e
            affidare l'educazione dei bambini a tanti bei
            wakki appositamente
            addestrati?E poi sarei io quello che prova "disprezzo".
          • Anonimo scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: Wakko Warner
            - Scritto da:

            Perché devi essere invece tu a decidere che il

            sesso sia un argomento di cui parlare alla

            leggera?

            Non ho mai detto di "parlare alla leggera". Ma è
            un FATTO della vita, nasconderlo non serve a
            nulla se non a te per sentirti in pace con la tua
            coscienza e con l'educazione evidentemente
            sessuofoba che hai
            ricevuto.Mostrare porno a scuola attraverso un PC equivale a "parlane alla leggera".
      • Anonimo scrive:
        Re: scuola elementare Orbassano (TO)
        Spero che oltre a non averti fornito un numero sufficiente di neuroni per poter usare con sufficienza il cervello, abbiano anche provveduto a metterti in condizione di procreare.
        • Wakko Warner scrive:
          Re: scuola elementare Orbassano (TO)
          - Scritto da:
          Spero che oltre a non averti fornito un numero
          sufficiente di neuroni per poter usare con
          sufficienza il cervello, abbiano anche provveduto
          a metterti in condizione di
          procreare.Dai, non metterti a piangere, vedrai, prima o poi la tua paura verso il sesso ti passerà. :)
          • Wakko Warner scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            Spero che oltre a non averti fornito un numero

            sufficiente di neuroni per poter usare con

            sufficienza il cervello, abbiano anche
            provveduto

            a metterti in condizione di

            procreare.

            Dai, non metterti a piangere, vedrai, prima o poi
            la tua paura verso il sesso ti passerà.
            :)Volevo dire ESATTAMENTE quello che ho detto.
        • Anonimo scrive:
          Re: scuola elementare Orbassano (TO)
          Volevo dire di NON procreare.- Scritto da:
          Spero che oltre a non averti fornito un numero
          sufficiente di neuroni per poter usare con
          sufficienza il cervello, abbiano anche provveduto
          a metterti in condizione di
          procreare.
      • Anonimo scrive:
        Re: scuola elementare Orbassano (TO)
        Sono bimbi al max di 10 anni e tu gli metti davanti un porno??? Ma scherzi o dici sul serio???
      • Anonimo scrive:
        Re: scuola elementare Orbassano (TO)
        - Scritto da: Wakko Warner

        Poveri genitori... mi viene da piangere... i loro
        bimbi si guardano il porno senza il loro
        permesso... mio Dio...
        (rotfl)Hey Wakko, spero tu stia scherzando... si parla di una scuola elementare...
    • Anonimo scrive:
      Re: scuola elementare Orbassano (TO)
      - Scritto da:
      nonostante che nelle
      presentazioni didattiche si faccia vanto di
      promuovere la conoscenza dell'informatica già
      nella scuola
      elementare.È quello che vuole la riforma della carissima Moratti. Non vedo l'ora, come insegnante, che sia abolita, con le sue tre I maledette, il POF, il portfolio e tutto il resto.
      Quante scuole italiane sono in queste pietose
      condizioni ??? cosa aspettiamo a fare rispettare
      leggi e regolarmenti Aspettiamo fondi, caro. Soldi, dinero, money, ...
      ai plantigradi che le
      dirigono e che sono stipendiati migliaia di euro
      al mese (appartengono all'elite dei dirigenti
      statali).
      • lalla63 scrive:
        Re: scuola elementare Orbassano (TO)
        Hai ragione, le tre I del programma scolatico di Berlusconi sono Irrealizzabili, ma soprattutto perchè abbiamo una classe Insegnante di Ignoranti Incapaci e Imbalsamati.Non tutto quel che funziona costa, certo bisogna essere capaci di far funzionare il cervello e rimboccarsi le maniche, magari studiare ed impegnarsi.Non voglio dire linux piuttosto di windows, non voglio dire AVG free invece che McAfee, neanche voglio dire Firefox invece che Explorer e neppure un firewall free come ZoneAlarm personal oppure un antispyware free come SpyBot.Voglio dire avere idee, voglia di imparare e mettere in pratica, voglia di aggiornarsi e tenersi adeguato ai tempi.Non è con i finanziamenti che devi pensare di affrontare i problemi.Un vecchio windows 95 correttamente configurato con certe accortezze e certi software gratuiti può essere sufficientemente sicuro per una scuola.Inizia ad abilitare solo i siti necessari, inizia a restringere le permission del browser, lavora un poco sul registro di configurazione ad aumentare la policy utente (se cerchi sul web trovi decine di pagine free che te lo spiegano), monta dei filtri dei contenuti free (ce ne sono almeno una mezza dozzina) e configurali come si deve.Certo con i finanziamenti siamo capaci tutti, metti in appalto la sicurezza ad una ditta paramafiosa di "esperti" in sicurezza informatica e poi dopo due giorni che scade il contratto ti trovi col sistema non aggiornato ed immerdato come e più di prima.Ma il prof ha la coscienza a posto ed il dirigente pure, la colpa è della finanziaria e del ministro di turno o del turno prima.Gli insegnanti son solo capaci a rivendicare professionalità quando si tratta di chiedere aumenti, poi quando si tratta di dimostrarla e metterla in pratica tutti a piangere i soldi che non ci sono, forse anche perchè son finiti nei loro conti correnti a fine mese.PS non sono un giovane studentello di fresco pelo, ma un maturo quarantenne padre di 2 figli e oramai profondo conoscitore della scuola moderna e degli insegnanti di oggi.
        • Anonimo scrive:
          Re: scuola elementare Orbassano (TO)
          - Scritto da: lalla63
          Hai ragione, le tre I del programma scolatico di
          Berlusconi sono Irrealizzabili, ma soprattutto
          perchè abbiamo una classe Insegnante di Ignoranti
          Incapaci e
          Imbalsamati.[cut]Hai ragione solo in parte. Puoi avere ragione a dire che gli insegnanti sono ignoranti, incapaci e imbalsamati, ma queste affermazioni dovrebbero essere circostanziate:1) "Gli insegnanti sono ignoranti". Ti riferisci alla conoscenza che hanno della loro materia o al fatto che non sanno adeguatamente in materia d'informatica? Nel primo caso posso darti ragione se modifichi la frase: posso accettare "ci sono (molti) insegnanti ignoranti" ma non "(tutti) gli insegnanti sono ignoranti". Nel secondo caso non posso darti ragione: l'insegnante deve essere messo in grado di svolgere il suo lavoro fornendogli gli strumenti adatti allo scopo, non deve costruirseli. Nella società del lavoro esiste una divisione dei compiti e delle funzioni secondo la propria competenza, potrei farti tantissimi esempi, perché quando si parla dell'insegnante dobbiamo immaginarci lo stereotipo del tuttofare?2) "Gli insegnanti sono incapaci". Ti riferisci alla capacità di svolgere la funzione di insegnamento oppure al fatto che non sanno proteggere adeguatamente un computer? Nel primo caso posso darti ragione se modifichi la frase dicendo "ci sono (molti) insegnanti che non sanno insegnare" invece di "(tutti) gli insegnanti non sanno insegnare". Nel secondo caso posso darti ragione solo in parte: se un'attrezzatura della scuola non funziona o pone problemi di sicurezza non si può pretendere che l'insegnante abbia la competenza e si adoperi per renderla funzionante o sicura, si può pretendere che non la usi o che ne richieda l'adeguamento. Perché a questo punto estendendo il tuo ragionamento, ogni insegnante dovrebbe essere in grado di mettere a norma l'impianto elettrico della scuola, trasformare il pavimento rendendolo non sdrucciolevole, riparare la porta antipanico difettosa (già, ne esistono parecchie nelle scuole). Perché si pretende che gli insegnanti siano tutti sysadmin (magari tutti laureati in ingegneria informatica perché si sa che il sysadmin autodidatta è un incompetente) e non si pretende invece che siano ingegneri edili, elettrotecnici, meccanici, medici ecc. ecc.?3) "Gli insegnanti sono imbalsamati". Mah... forse questo è vero, ma chiariamo meglio il termine di "imbalsamato" e circostanziamolo. Cosa intendi per imbalsamato? Mi fermo qui per non dilungarmi.Passiamo al concetto di professionalità. La professionalità di un insegnante si può estrinsecare in diverse funzioni, ma forse ne esiste una principale: educare e insegnare. Se si concentra sulle funzioni satellite finisce per trascurare la funzione principale. Come ho detto prima, in qualsiasi struttura lavorativa di una certa dimensione le funzioni sono differenziate secondo le competenze in modo da ottimizzare l'allocazione delle risorse umane. Al dirigente si affidano mansioni decisionali e organizzative e non si pretende che si occupi della riparazione di una porta. All'operaio qualificato si affida la gestione di un impianto o di un processo che richieda una spiccata conoscenza e l'assunzione di una certa responsabilità, senza pretendere che si occupi della commercializzazione del prodotto. All'operaio generico si affida l'esecuzione di un'operazione di routine fornendogli i mezzi di cui deve disporre, senza pretendere che si occupi dell'organizzazione della catena produttiva. Questa divisione dei compiti dovrebbe essere applicata anche nella scuola, ma in realtà l'impianto organizzativo si basa ancora su un modello obsoleto, magari cambiando le denominazioni: il preside-dirigente, il segretario-direttore amministrativo, il bidello-ausiliario, l'aiutante tecnico-assistente tecnico, l'applicato di segreteria-operativo amministrativo o come diamine si chiama. Dove sono i tecnici qualificati che si dovrebbero occupare dell'amministrazione e della manutenzione di macchine e impianti? Nelle scuole elementari queste figure non sono previste: esistono i direttori, gli operatori amministrativi, i maestri, i bidelli. Punto. La manutenzione di impianti e strutture è affidata a chi le possiede, in questo caso il comune. Da un giorno all'altro entra un nuovo strumento, il computer e l'informatica, si dice che si devono "insegnare" (in realtà "si devono impiegare"), senza introdurre le figure specifiche. Il diplomato in un istituto magistrale deve da un giorno all'altro acquisire le competenze di un ingegnere informatico! ma per favore, un minimo di serietà è chiedere troppo?Sai come è stata "formata" la competenza informatica di base di 160.000 insegnanti? Hai avuto occasione di conoscere i contenuti su cui vertevano i programmi di quel corso di formazione? Informati e ne riparliamo, allora scoprirai che per (la maggior parte de)gli insegnanti è del tutto normale usare Internet Explorer senza alcuna protezione e senza sapere se e come si può fare di meglio.Se invece vogliamo continuare a discutere ricorrendo ai luoghi comuni allora è un altro paio di maniche.
          • Anonimo scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da:
            - Scritto da: lalla63

            Hai ragione, le tre I del programma scolatico di

            Berlusconi sono Irrealizzabili, ma soprattutto

            perchè abbiamo una classe Insegnante di
            Ignoranti

            Incapaci e

            Imbalsamati.

            [cut]

            Hai ragione solo in parte. Puoi avere ragione a
            dire che gli insegnanti sono ignoranti, incapaci
            e imbalsamati, ma queste affermazioni dovrebbero
            essere
            circostanziate:

            1) "Gli insegnanti sono ignoranti". Ti riferisci
            alla conoscenza che hanno della loro materia o al
            fatto che non sanno adeguatamente in materia
            d'informatica? Nel primo caso posso darti ragione
            se modifichi la frase: posso accettare "ci sono
            (molti) insegnanti ignoranti" ma non "(tutti) gli
            insegnanti sono ignoranti". Nel secondo caso non
            posso darti ragione: l'insegnante deve essere
            messo in grado di svolgere il suo lavoro
            fornendogli gli strumenti adatti allo scopo, non
            deve costruirseli. Nella società del lavoro
            esiste una divisione dei compiti e delle funzioni
            secondo la propria competenza, potrei farti
            tantissimi esempi, perché quando si parla
            dell'insegnante dobbiamo immaginarci lo
            stereotipo del
            tuttofare?

            2) "Gli insegnanti sono incapaci". Ti riferisci
            alla capacità di svolgere la funzione di
            insegnamento oppure al fatto che non sanno
            proteggere adeguatamente un computer? Nel primo
            caso posso darti ragione se modifichi la frase
            dicendo "ci sono (molti) insegnanti che non sanno
            insegnare" invece di "(tutti) gli insegnanti non
            sanno insegnare". Nel secondo caso posso darti
            ragione solo in parte: se un'attrezzatura della
            scuola non funziona o pone problemi di sicurezza
            non si può pretendere che l'insegnante abbia la
            competenza e si adoperi per renderla funzionante
            o sicura, si può pretendere che non la usi o che
            ne richieda l'adeguamento. Perché a questo punto
            estendendo il tuo ragionamento, ogni insegnante
            dovrebbe essere in grado di mettere a norma
            l'impianto elettrico della scuola, trasformare il
            pavimento rendendolo non sdrucciolevole, riparare
            la porta antipanico difettosa (già, ne esistono
            parecchie nelle scuole). Perché si pretende che
            gli insegnanti siano tutti sysadmin (magari tutti
            laureati in ingegneria informatica perché si sa
            che il sysadmin autodidatta è un incompetente) e
            non si pretende invece che siano ingegneri edili,
            elettrotecnici, meccanici, medici ecc.
            ecc.?

            3) "Gli insegnanti sono imbalsamati". Mah...
            forse questo è vero, ma chiariamo meglio il
            termine di "imbalsamato" e circostanziamolo. Cosa
            intendi per imbalsamato? Mi fermo qui per non
            dilungarmi.

            Passiamo al concetto di professionalità. La
            professionalità di un insegnante si può
            estrinsecare in diverse funzioni, ma forse ne
            esiste una principale: educare e insegnare. Se si
            concentra sulle funzioni satellite finisce per
            trascurare la funzione principale. Come ho detto
            prima, in qualsiasi struttura lavorativa di una
            certa dimensione le funzioni sono differenziate
            secondo le competenze in modo da ottimizzare
            l'allocazione delle risorse umane. Al dirigente
            si affidano mansioni decisionali e organizzative
            e non si pretende che si occupi della riparazione
            di una porta. All'operaio qualificato si affida
            la gestione di un impianto o di un processo che
            richieda una spiccata conoscenza e l'assunzione
            di una certa responsabilità, senza pretendere che
            si occupi della commercializzazione del prodotto.
            All'operaio generico si affida l'esecuzione di
            un'operazione di routine fornendogli i mezzi di
            cui deve disporre, senza pretendere che si occupi
            dell'organizzazione della catena produttiva.


            Questa divisione dei compiti dovrebbe essere
            applicata anche nella scuola, ma in realtà
            l'impianto organizzativo si basa ancora su un
            modello obsoleto, magari cambiando le
            denominazioni: il preside-dirigente, il
            segretario-direttore amministrativo, il
            bidello-ausiliario, l'aiutante tecnico-assistente
            tecnico, l'applicato di segreteria-operativo
            amministrativo o come diamine si chiama. Dove
            sono i tecnici qualificati che si
            dovrebbero occupare dell'amministrazione e della
            manutenzione di macchine e impianti? Nelle scuole
            elementari queste figure non sono previste:
            esistono i direttori, gli operatori
            amministrativi, i maestri, i bidelli. Punto. La
            manutenzione di impianti e strutture è affidata a
            chi le possiede, in questo caso il comune. Da un
            giorno all'altro entra un nuovo strumento, il
            computer e l'informatica, si dice che si devono
            "insegnare" (in realtà "si devono impiegare"),
            senza introdurre le figure specifiche. Il
            diplomato in un istituto magistrale deve da un
            giorno all'altro acquisire le competenze di un
            ingegnere informatico! ma per favore, un minimo
            di serietà è chiedere
            troppo?
            Sai come è stata "formata" la competenza
            informatica di base di 160.000 insegnanti? Hai
            avuto occasione di conoscere i contenuti su cui
            vertevano i programmi di quel corso di
            formazione? Informati e ne riparliamo, allora
            scoprirai che per (la maggior parte de)gli
            insegnanti è del tutto normale usare Internet
            Explorer senza alcuna protezione e senza sapere
            se e come si può fare di
            meglio.

            Se invece vogliamo continuare a discutere
            ricorrendo ai luoghi comuni allora è un altro
            paio di
            maniche.Sei un isnegnante?Sappi che condivido tutto quello che hai detto e ti appoggio.
          • Anonimo scrive:
            Re: scuola elementare Orbassano (TO)
            - Scritto da:
            Sei un isnegnante?Si
            Sappi che condivido tutto quello che hai detto e
            ti
            appoggio.Grazie :)
        • Anonimo scrive:
          Re: scuola elementare Orbassano (TO)
          Premetto che può sembrare un attacco personale, lalla63, ma, credimi, non è questo il mio intento.Vorrei solo far capire che la scuola italiana non è rose e fiori come può sembrare vista dall'esterno...Le parti che leggi sono scritte utilizzando la seconda persona ma si rivolgono a tutti quelli che la scuola la vedono in qeusto modo. Scusami ancora per il tono che a volte può sembrare polemico...- Scritto da: lalla63
          Hai ragione, le tre I del programma scolatico di
          Berlusconi sono Irrealizzabili, ma soprattutto
          perchè abbiamo una classe Insegnante di Ignoranti
          Incapaci e
          Imbalsamati.Purtroppo, hai ragione: MOLTI (NON TUTTI) di loro sono ignoranti. E questi pochi vanificano e distruggono il lavoro frutto di fatica prodotto da altri.
          Non tutto quel che funziona costa, certo bisogna
          essere capaci di far funzionare il cervello e
          rimboccarsi le maniche, magari studiare ed
          impegnarsi.
          Non voglio dire linux piuttosto di windows, non
          voglio dire AVG free invece che McAfee, neanche
          voglio dire Firefox invece che Explorer e neppure
          un firewall free come ZoneAlarm personal oppure
          un antispyware free come
          SpyBot.Male. Se ci fosse qualcuno disposto a fare tutto questo, credo che gli insegnanti sarebbero i primi ad esserne felici. Finalmente qualcuno che si occupi dele aule informatiche delle scuole...
          Voglio dire avere idee, voglia di imparare e
          mettere in pratica, voglia di aggiornarsi e
          tenersi adeguato ai
          tempi.[All'insegnante chi paga il tempo speso per i corsi extra?]Potrei anche chiudere un occhio sul fatto che nessuno mi paga il tempo extra per frequentare corsi di aggiornamento, ma non tollero che ad insegnare ci siano spesso degli incompetenti che di PC ne sanno poco o nulla, così come non posso tollerare che molto spesso i corsi vengano fatti su PC molto, molto scadenti. E torniamo all'argomento fondi&finanziamenti...
          Non è con i finanziamenti che devi pensare di
          affrontare i
          problemi.Ah, no? E chi viene a fare gratis la manutenzione del pc? Un tecnico che lavora per beneficienza alla Caritas?
          Un vecchio windows 95 correttamente configuratoDimentichi le componenti hardware che sono obsolete già dopo due anni...
          con certe accortezze e certi software gratuiti
          può essere sufficientemente sicuro per una
          scuola.Chi installa i software gratuiti? Chi ha le conoscenze per farlo.E chi ha le conoscenze per farlo? Non certo un insegnante medio (adesso dimmi che gli pseudo-corsi di aggiornamento che fanno agli insegnanti ti preparano...). Conseguenza: chi si occupa di gestire l'aula informatica? Un tecnico.Ma, senza fondi, quale tecnico è disposto a venire gratis?E, successivamente, quale tecnico è disposto a risolvere eventuali problemi?Senza contare i fondi necessaari per l'acquisto di nuovo hardware. Chi li fornisce?
          Inizia ad abilitare solo i siti necessari, inizia
          a restringere le permission del browser, lavora
          un poco sul registro di configurazione ad
          aumentare la policy utente (se cerchi sul web
          trovi decine di pagine free che te lo spiegano),
          monta dei filtri dei contenuti free (ce ne sono
          almeno una mezza dozzina) e configurali come si
          deve.Eeh? Tieni presente che la metà delle cose che farò non andranno, la gente si lamenterà, non si potranno utilizzare correttamente i programmi ecc.
          Certo con i finanziamenti siamo capaci tutti,
          metti in appalto la sicurezza ad una ditta
          paramafiosa di "esperti" in sicurezza informatica
          e poi dopo due giorni che scade il contratto ti
          trovi col sistema non aggiornato ed immerdato
          come e più di
          prima.Scusa, eh, ma è il Ministero che deve provvedere a queste cose. Non certo l'insegnante che è l'ultima ruota del carro (senza la quale, però, la scuola-istituzione sarebe già crollata).Si faccia l'appalto a livello regionale con una ditta seria e qualificata che si occupi della gestione di TUTTE le aule informatiche scolastiche della regione.
          Ma il prof ha la coscienza a posto ed il
          dirigente pure, la colpa è della finanziaria e
          del ministro di turno o del turno
          prima.Se non c'è cooperazione da parte di chi deve provvedere ai finanziamenti della scuola (laggasi: Ministro), io mi rifiuto di collaborare. Perchè il tempo è semplicemente sprecato, nessuno apprezzerà il tuo lavoro (fatto gratuitamente) e, anzi, ti criticheranno (questo non va, risolvi; quest'latro non funziona, risolvi...). E i soliti se ne stanno a grattarsi la pancia.Perchè due persone devono accollarsi il lavoro a cui deve provvedere qualcun altro e per di più sentirsi il cazziatone?No, mi dispiace, a queste condizioni non accetto. Se solo ci fosse chi apprezza il lavoro che fai, è gentile con te, ti rispetta...
          Gli insegnanti son solo capaci a rivendicare
          professionalità quando si tratta di chiedere
          aumenti, poi quando si tratta di dimostrarla e
          metterla in pratica tutti a piangere i soldi che
          non ci sono, Certo, con 1400€ al mese, dopo 30 anni di servizio, cosa vuoi fare?
          forse anche perchè son finiti nei
          loro conti correnti a fine
          mese.Non ho parole...
          PS non sono un giovane studentello di fresco
          pelo, ma un maturo quarantenne padre di 2 figli Questa cosa non cambia di una virgola le mie idee. Che parli con il Ministro, la segretaria, lo spazzino, il postino, un genitore o uno studente, ciò che per me conta sono le sue idee.Lo stato sociale è una cosa di cui a me non interessa.
          e
          oramai profondo conoscitore della scuola moderna
          e degli insegnanti di
          oggi.Guarda, vorrei solo, per ultima cosa, segnalarti un libro.http://www.libreriauniversitaria.it/BIT/8830422312/Perche_non_saro_mai_un_insegnante.htmLì, troveai la VERA scuola italiana. Raccontata da un isnegnante.Spero che tu abbia occasione di leggerlo, prima o poi.Ciao!
  • Anonimo scrive:
    Secondo me è colpevole l'insegnante
    Un'insegnante, in quanto tale, non deve adoperare per le sue lezioni strumenti che non sa usare. Sarebbe come portarsi gli studenti in macchina senza saper guidare l'auto, senza avere la patente. Oppure fare in classe esperimenti di chimica senza conoscere i pericoli dei materiali che si stanno usando. Può essere scusabile che un ragazzino sprovveduto si imbatta nelle schifezze della rete, ma ciò non è ammissibile per un'insegnante che ne fa strumento delle lezioni. Non c'è bisogno di essere grandi esperti di informatica per sapere che internet è infestata di porcherie e che Windows è stato da sempre un colabrodo, tanto più se non aggiornato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
      ... però, ripensandoci, se la scuola mette a disposizione degli insegnanti un'automobile in cui non funzionano i freni, un'insegnante non può essere giudicata responsabile di un incidente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
        - Scritto da:
        ... però, ripensandoci, se la scuola mette a
        disposizione degli insegnanti un'automobile in
        cui non funzionano i freni, un'insegnante non può
        essere giudicata responsabile di un
        incidente.I miei figli li faccio navigare attraverso la connessione di Davide.it, se ho 5 euro al mese da metterci io non vedo perché non dovrebbe averli una scuola... La responsabilità è al 100% del dirigente!
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
      Si ma M$ ti dice che il suo software è sicuro. È il più sicuro mai creato.Che Win2000 non si scardina neppure col piede di porco.E nella pubblicità ti ci disegna mura di cinta attorno al pc con i bambini dietro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
      Non condivido la tua opinione.Quello che è successo all'insegnante in questione è cio' che puo' accadere a chiunque non abbia una conoscenza informatica, ma si limita a saper accendere il pc, leggere la posta e navigare su internet.Il fatto che Windows sia un colabrodo è una opinione diffusa tra chi di informatica si occupa per passione o per lavoro. Credo che la maggiornanza dell'utenza non abbia idea di cosa sia uno spyware o un virus, figuriamoci conoscenze su come difendersi da essi!Ma non per questo si deve impedire a questa utenza di usare il web.40 anni sono veramente una cosa assurda come pena. Piuttosto prenderei provvedimenti verso chi deve amministrare quella rete scolastica, e ha lasciato nelle mani di un utente inesperto un pc in condizioni pietose!
      • Anonimo scrive:
        Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
        - Scritto da:
        Non condivido la tua opinione.
        Quello che è successo all'insegnante in questione
        è cio' che puo' accadere a chiunque non abbia una
        conoscenza informatica, ma si limita a saper
        accendere il pc, leggere la posta e navigare su
        internet.Quando una persona utilizza uno strumento e' responsabile delle azioni compiute con quello strumento, poco importa se lo sapeva usare o no.Non sai usare un'auto, o una pistola? E' comunque responsabilita' tua se commetti danni.
        Il fatto che Windows sia un colabrodo è una
        opinione diffusa tra chi di informatica si occupa
        per passione o per lavoro. Credo che la
        maggiornanza dell'utenza non abbia idea di cosa
        sia uno spyware o un virus, figuriamoci
        conoscenze su come difendersi da
        essi!
        Ma non per questo si deve impedire a questa
        utenza di usare il
        web.Impedire no, ma chi commette danni, paga.Il fatto che alcuni non sappiano usare il computer, e ad esempio diffondano malware (anche a loro insaputa) costringe altri ad affrontare [continue] spese per difendersi.Oppure l'ignoranza di pochi fa perdere il tempo a molti (spam, computer zombie, eccetera).Non vedo perche' per colpa dell'ignoranza di qualcuno ci debba rimettere economicamente e qualitativamente qualcun'altro.
        40 anni sono veramente una cosa assurda come
        pena. Piuttosto prenderei provvedimenti verso chi
        deve amministrare quella rete scolastica, e ha
        lasciato nelle mani di un utente inesperto un pc
        in condizioni
        pietose!Sul sito originale dell'articolo pare che la prof sia andata intenzionalmente su siti "poco didattici"
        • Anonimo scrive:
          Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
          Scusa ma quella era un'insegnante di inglese, tu vuoi attribuirgli capacità da amministratore di sistemi windows.Semmai doveva essere la scuola a fornirgli uno strumento protetto e senza problemi.Poi che lei sia andata a visitare siti poco ortodossi, questi sono anche affari suoi, sarà punibile per aver usato il computer della scuola per dilettarsi tra la pornografica nelle ore di buco e in pausa caffè ma questo non deve permettere ai malware di quei siti di infettare il PC e questo è compito dei tecnici che quella scuola ha o paga presso una ditta esterna.
          • Anonimo scrive:
            Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
            - Scritto da:
            Scusa ma quella era un'insegnante di inglese, tu
            vuoi attribuirgli capacità da amministratore di
            sistemi
            windows.Per visitare un sito internet "didattico" non occorre questo genere di capacita'.
            Semmai doveva essere la scuola a fornirgli uno
            strumento protetto e senza
            problemi.L'amministratore puo' sempre dire che il sistema era adeguato all'utilizzo sui siti previsti dai programmi didattici.Esempio: se una societa' mette a disposizione un'auto aziendale per l'utilizzo in un certo ambito (considerato relativamente sicuro) e poi il dipendente la usa per scopi privati (visita quartieri malfamati) e gliela rubano, non puo' dire "non e' colpa mia: non ci hanno messo l'antifurto".
            Poi che lei sia andata a visitare siti poco
            ortodossi, questi sono anche affari suoi, sarà
            punibile per aver usato il computer della scuola
            per dilettarsi tra la pornografica nelle ore di
            buco e in pausa caffè ma questo non deve
            permettere ai malware di quei siti di infettare
            il PC e questo è compito dei tecnici che quella
            scuola ha o paga presso una ditta
            esterna.Percio' come nel discorso che facevo io, per colpa dell'ignoranza di qualcuno, qualcun'altro (la scuola) e' costretta a spese per ovviare a danni causati da altri (pagare tecnici per ripulire/assicurarsi che tutto sia in ordine).
          • Alessandrox scrive:
            Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
            - Scritto da:
            L'amministratore puo' sempre dire che il sistema
            era adeguato all'utilizzo sui siti previsti dai
            programmi
            didattici.
            Esempio: se una societa' mette a disposizione
            un'auto aziendale per l'utilizzo in un certo
            ambito (considerato relativamente sicuro) e poi
            il dipendente la usa per scopi privati (visita
            quartieri malfamati) e gliela rubano, non puo'
            dire "non e' colpa mia: non ci hanno messo
            l'antifurto".

            Poi che lei sia andata a visitare siti poco

            ortodossi, questi sono anche affari suoi, sarà

            punibile per aver usato il computer della scuola

            per dilettarsi tra la pornografica nelle ore di

            buco e in pausa caffè ma questo non deve

            permettere ai malware di quei siti di infettare

            il PC e questo è compito dei tecnici che quella

            scuola ha o paga presso una ditta

            esterna.
            Percio' come nel discorso che facevo io, per
            colpa dell'ignoranza di qualcuno, qualcun'altro
            (la scuola) e' costretta a spese per ovviare a
            danni causati da altri (pagare tecnici per
            ripulire/assicurarsi che tutto sia in
            ordine).Non hai completamente torto ma:1) I tecnici ci vogliono SEMPRE... al limite si ordina tecnico il prof di matematica/fisica/tecnica dopo adeguata formazione ma almeno un tecnico responsabile ci vuole.2) 40 ANNi per questo e' una esagerazione e lo sarebbe anche un giorno....insomam non e' morto nessuno e nessuno era in pericolo di vita... non si tratta mica di omicidio colposo...
          • Anonimo scrive:
            Re: Secondo me è colpevole l'insegnante

            Non hai completamente torto ma:
            1) I tecnici ci vogliono SEMPRE... al limite si
            ordina tecnico il prof di
            matematica/fisica/tecnica dopo adeguata
            formazione ma almeno un tecnico responsabile ci
            vuole.Ma di sicuro ci vogliono sempre...! La scuola probabilmente come politica di sicurezza ha fatto affidamento sul "buon senso e maturita'" degli insegnanti utilizzatori, ed evidentemente in questo caso non e' bastata.
            2) 40 ANNi per questo e' una esagerazione e lo
            sarebbe anche un
            giorno....
            insomam non e' morto nessuno e nessuno era in
            pericolo di vita... non si tratta mica di
            omicidio
            colposo...Certo, anche secondo me 40 anni per un caso del genere e' un'esagerazione (basterebbe una semplice multa o un provvedimento disciplinare da parte dell'istituto, arrivare al penale mi pare eccessivo).Quello che volevo dire nei commenti e' che, IMHO, la prof ha una certa responsabilita'; pero' sull'eccessiva gravita' della condanna non ho espresso opinione.
          • Anonimo scrive:
            Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
            - Scritto da:
            Percio' come nel discorso che facevo io, per
            colpa dell'ignoranza di qualcuno, qualcun'altro
            (la scuola) e' costretta a spese per ovviare a
            danni causati da altri (pagare tecnici per
            ripulire/assicurarsi che tutto sia in
            ordine).Ma tu hai idea di che porcheria sia ActiveX?E lo sai che spesso siti porno hanno dei domini che sono fatti apposta per convogliare gente che commette anche solo un errore di battitura dell'indirizzo?E che se hai ActiveX attivato sei bello che impestato da popup?Quindi in questi casi che colpa ne ha l'insegnante se ha sbagliato a scrivere l'indirizzo di un sito ed è finita per errore su uno equivoco e le porcate di Windows hanno infettato il PC senza che se ne accorgesse?
          • Anonimo scrive:
            Re: Secondo me è colpevole l'insegnante

            Ma tu hai idea di che porcheria sia ActiveX?

            E lo sai che spesso siti porno hanno dei domini
            che sono fatti apposta per convogliare gente che
            commette anche solo un errore di battitura
            dell'indirizzo?
            E che se hai ActiveX attivato sei bello che
            impestato da
            popup?

            Quindi in questi casi che colpa ne ha
            l'insegnante se ha sbagliato a scrivere
            l'indirizzo di un sito ed è finita per errore su
            uno equivoco e le porcate di Windows hanno
            infettato il PC senza che se ne
            accorgesse? Sull'articolo originale in inglese si dice che l'insegnante sia andata volontariamente non su uno ma su piu' siti di carattere pornografico.
          • Anonimo scrive:
            Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
            - Scritto da:

            Ma tu hai idea di che porcheria sia ActiveX?



            E lo sai che spesso siti porno hanno dei domini

            che sono fatti apposta per convogliare gente che

            commette anche solo un errore di battitura

            dell'indirizzo?

            E che se hai ActiveX attivato sei bello che

            impestato da

            popup?



            Quindi in questi casi che colpa ne ha

            l'insegnante se ha sbagliato a scrivere

            l'indirizzo di un sito ed è finita per errore su

            uno equivoco e le porcate di Windows hanno

            infettato il PC senza che se ne

            accorgesse?

            Sull'articolo originale in inglese si dice che
            l'insegnante sia andata volontariamente non su
            uno ma su piu' siti di carattere
            pornografico.E quindi e' colpa del mancafo funzionamento dei filtri della scuola, che dovrebbero impedire ai ragazzini di andare in quei siti.
    • MandarX scrive:
      Re: Secondo me è colpevole l'insegnante

      Non c'è bisogno di essere grandi esperti di
      informatica per sapere che internet è infestata
      di porcherie e che Windows è stato da sempre un
      colabrodo, tanto più se non
      aggiornato.e invece nogli utonti non sanno nulla di tutto questoe poi il computer viene usato nelle scuole in qualsiasi materiaè inammissibile dover avere paura di quello che puo succedere usando il computered è inammissibile accettare che questo possa succederecon MacOsX o GNU+Linux questo non sarebbe accadutoognuno tragga le conclusioni....
      • Anonimo scrive:
        Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
        Perchè com Mac o GNU Linux questo non sarebbe accaduto? Spiegare prego. Ma spiegare bene. Perchè secondo me sarebbe potuto accadere lo stesso.
        • Anonimo scrive:
          Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
          - Scritto da:
          Perchè com Mac o GNU Linux questo non sarebbe
          accaduto? Spiegare prego. Ma spiegare bene.
          Perchè secondo me sarebbe potuto accadere lo
          stesso.Dopo l'analisi e' riusultato che il computer era infestato da spyware: ora trovami uno spyware per Mac o Linux che faccia altrettanto partendo dall'account utente con cui sono utilizzati questi computer e avrai le tue spiegazioni ben spiegate.
          • MandarX scrive:
            Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
            e io aggiungo:per GNU+Linux non esiste Internet Explorere per MacOsX non lo stanno aggiornanon piugli utenti di questi S.O. usano FireFox e gia questo fa la differenza
      • Anonimo scrive:
        Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
        Questo non lo puoi dare per certo. Qualsiasi sistema operativo e programma sopra di esso ha delle falle di sicurezza. Il gioco consiste nel trovarle e tapparle prima di quando non possano altri sfruttarle per i loro scopi.
        • Anonimo scrive:
          Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
          - Scritto da:
          Questo non lo puoi dare per certo. Qualsiasi
          sistema operativo e programma sopra di esso ha
          delle falle di sicurezza. Il gioco consiste nel
          trovarle e tapparle prima di quando non possano
          altri sfruttarle per i loro
          scopi.Ok, non puoi darlo per certo, ma attualmente diminuisci le probabilita' del 99.9%.Solo con windows poteva accadere una cosa del genere al momento, non puoi che ammetterlo.
    • avvelenato scrive:
      Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
      L'insegnante non era l'amministratrice del sistema, ergo non era sua la responsabilità di tenere il sistema protetto e sicuro.- Scritto da:
      Un'insegnante, in quanto tale, non deve adoperare
      per le sue lezioni strumenti che non sa usare.
      Sarebbe come portarsi gli studenti in macchina
      senza saper guidare l'auto, senza avere la
      patente. Oppure fare in classe esperimenti di
      chimica senza conoscere i pericoli dei materiali
      che si stanno usando. Può essere scusabile che un
      ragazzino sprovveduto si imbatta nelle schifezze
      della rete, ma ciò non è ammissibile per
      un'insegnante che ne fa strumento delle lezioni.
      Non c'è bisogno di essere grandi esperti di
      informatica per sapere che internet è infestata
      di porcherie e che Windows è stato da sempre un
      colabrodo, tanto più se non
      aggiornato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
      - Scritto da:
      Un'insegnante, in quanto tale, non deve adoperare
      per le sue lezioni strumenti che non sa usare.Già, già. Se l'avesse fatto ci sarebbero stati i genitori arrabbiati perchè biosnga insegnare l'informatica nelle scuole.
      Sarebbe come portarsi gli studenti in macchina
      senza saper guidare l'auto, senza avere la
      patente. Infatti, nessun insegnante si sognerebbe mai di girare in macchina con gli studenti senza saper guidare.LA differenza sta nel fatto che girando in macchina senza saper guidare potresti provocare anche la morte dell'alunno in caso di incidente, mentre aprendo internet può al massimo saltare fuori qualche popup.E, a quel punto, è sufficiente staccare la spina, se non si ha idea di che fare, ed attendere il responsabile informatico.
      Oppure fare in classe esperimenti di
      chimica senza conoscere i pericoli dei materiali
      che si stanno usando. Anche in questo caso, vale quanto detto sopra. Cambia semplicemente, nella frase, "macchina" con "provette di chimica".
      Può essere scusabile che un
      ragazzino sprovveduto si imbatta nelle schifezze
      della rete, Invece l'insegnante senza conoscenze informatiche medio-alte deve essere condannata a 40 anni di carcere? Mah...
      ma ciò non è ammissibile per
      un'insegnante che ne fa strumento delle lezioni....perchè ne è obbligata. Penso che diversi insegnanti ne farebbero a meno volentieri, dato che per come sono gestiti e vengono utilizzati sarebbe meglio lasciar perdere...
      Non c'è bisogno di essere grandi esperti di
      informatica per sapere che internet è infestata
      di porcherieÈ invece condizione necessaria la conoscenza avanzata di un sistema operativo e problemi connessi per sistemare i danni provocati da software dannoso. L'insegnante non è tenuto a risolvere anche questi problemi, soprattutto mentre deve tenere una lezione con 20/25 bambini e non ha tempo da perdere per fare il lavoro a cui dovrebbe epnsare qualcun altro. e che Windows è stato da sempre un
      colabrodo, tanto più se non
      aggiornato.Certo, ma se nessuno si muove per mettere Linux, è l'insegnante che si deve mettere ad installarlo sui PC della scuola? Windows c'è e Windows si tiene. Fino a che qualcuno non cambia, mette Linux e POI SI OCCUPA ANCHE DELL' ASSISTENZA DELLO STESSO. Perchè se la stampante non funziona, con Windows ho sempre l'amico docente-smanettone che mi aiuta, mentre con Linux mi dicono "ti attacchi, non sono un hacker".
    • Anonimo scrive:
      Re: Secondo me è colpevole l'insegnante
      Lo sai quanta gente utilizza un computer conoscendo solo lo stretto necessario del programma che usa abitualmente ?
  • Anonimo scrive:
    L'età dei ragazzi.
    Seventh gradeFrom Wikipedia, the free encyclopediaJump to: navigation, searchSeventh grade (called Grade 7 in some regions) is a year of education in America and many other nations. It is usually seven years after kindergarten. Students are usually 1213 years old, but sometimes as old as 16. It is generally a part of middle school.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'età dei ragazzi.
      A 12-13 anni non hanno già i brufoli e iniziano a spararsi le pippette in bagno col giornalino del padre o del fratello maggiore? (rotfl)
      • Wakko Warner scrive:
        Re: L'età dei ragazzi.
        - Scritto da:
        A 12-13 anni non hanno già i brufoli e iniziano a
        spararsi le pippette in bagno col giornalino del
        padre o del fratello maggiore?
        (rotfl)Le pipette se le incominciano a sparare molto tempo prima, a 12-13 anni, specie negli Stati Uniti, i ragazzini hanno le loro prime esperienze sessuali vere e proprie.
        • Anonimo scrive:
          Re: L'età dei ragazzi.
          - Scritto da: Wakko Warner

          - Scritto da:

          A 12-13 anni non hanno già i brufoli e iniziano
          a

          spararsi le pippette in bagno col giornalino
          del

          padre o del fratello maggiore?

          (rotfl)

          Le pipette se le incominciano a sparare molto
          tempo prima, a 12-13 anni, specie negli Stati
          Uniti, i ragazzini hanno le loro prime esperienze
          sessuali vere e
          proprie.
          guarda meno film, wakko.......
          • Anonimo scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da:


            A 12-13 anni non hanno già i brufoli e
            iniziano

            a


            spararsi le pippette in bagno col giornalino

            del


            padre o del fratello maggiore?


            (rotfl)



            Le pipette se le incominciano a sparare molto

            tempo prima, a 12-13 anni, specie negli Stati

            Uniti, i ragazzini hanno le loro prime
            esperienze

            sessuali vere e

            proprie.



            guarda meno film, wakko.......Spiacente deluderti ma è così.Io frequentavo una scuola americana e il prof di inglese ci lesse delle statistiche che dicevano che in USA le 12enni già ci danno giù. Questo negli anni 80-90 ora non oso pensare alle nuove statistiche.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: Wakko Warner





            - Scritto da:



            A 12-13 anni non hanno già i brufoli e

            iniziano


            a



            spararsi le pippette in bagno col
            giornalino


            del



            padre o del fratello maggiore?



            (rotfl)





            Le pipette se le incominciano a sparare molto


            tempo prima, a 12-13 anni, specie negli Stati


            Uniti, i ragazzini hanno le loro prime

            esperienze


            sessuali vere e


            proprie.






            guarda meno film, wakko.......

            Spiacente deluderti ma è così.
            Io frequentavo una scuola americana e il prof di
            inglese ci lesse delle statistiche che dicevano
            che in USA le 12enni già ci danno giù. Questo
            negli anni 80-90 ora non oso pensare alle nuove
            statistiche.In quali scuole? Nel Bronx....
          • Wakko Warner scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da: Wakko Warner







            - Scritto da:




            A 12-13 anni non hanno già i brufoli e


            iniziano



            a




            spararsi le pippette in bagno col

            giornalino



            del




            padre o del fratello maggiore?




            (rotfl)







            Le pipette se le incominciano a sparare
            molto



            tempo prima, a 12-13 anni, specie negli
            Stati



            Uniti, i ragazzini hanno le loro prime


            esperienze



            sessuali vere e



            proprie.









            guarda meno film, wakko.......



            Spiacente deluderti ma è così.

            Io frequentavo una scuola americana e il prof di

            inglese ci lesse delle statistiche che dicevano

            che in USA le 12enni già ci danno giù. Questo

            negli anni 80-90 ora non oso pensare alle nuove

            statistiche.

            In quali scuole? Nel Bronx....No, scuole normalissime. È un dato risaputo.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da: Wakko Warner









            - Scritto da:





            A 12-13 anni non hanno già i brufoli e



            iniziano




            a





            spararsi le pippette in bagno col


            giornalino




            del





            padre o del fratello maggiore?





            (rotfl)









            Le pipette se le incominciano a sparare

            molto




            tempo prima, a 12-13 anni, specie negli

            Stati




            Uniti, i ragazzini hanno le loro prime



            esperienze




            sessuali vere e




            proprie.












            guarda meno film, wakko.......





            Spiacente deluderti ma è così.


            Io frequentavo una scuola americana e il prof
            di


            inglese ci lesse delle statistiche che
            dicevano


            che in USA le 12enni già ci danno giù. Questo


            negli anni 80-90 ora non oso pensare alle
            nuove


            statistiche.



            In quali scuole? Nel Bronx....

            No, scuole normalissime. È un dato risaputo.Citami le fonti.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            Ma per cortesia avevo 12 anni nel 1984 quando mi sono fatto fare il mio primo soffocotto da una mia compagna coetanea delle medie qui in Italia.E a 13 ne ho messa una a 90° giù in garage.Parlo dell'84-85 in Italia, figurati in USA...
          • Anonimo scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da:
            Ma per cortesia avevo 12 anni nel 1984 quando mi
            sono fatto fare il mio primo soffocotto da una
            mia compagna coetanea delle medie qui in
            Italia.
            E a 13 ne ho messa una a 90° giù in garage.Tu puoi raccontare quello che vuoi.........

            Parlo dell'84-85 in Italia, figurati in USA...
            I riferimenti che avete voi degli usa sono quelli dei ghetti........
          • Wakko Warner scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da:
            Ma per cortesia avevo 12 anni nel 1984 quando mi
            sono fatto fare il mio primo soffocotto da una
            mia compagna coetanea delle medie qui in
            Italia.
            E a 13 ne ho messa una a 90° giù in garage.

            Parlo dell'84-85 in Italia, figurati in USA...
            Ti dirà che te lo sei sognato, che l'hai visto su Star Trek oppure ti dirà che non ci crede.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:

            Ma per cortesia avevo 12 anni nel 1984 quando mi

            sono fatto fare il mio primo soffocotto da una

            mia compagna coetanea delle medie qui in

            Italia.

            E a 13 ne ho messa una a 90° giù in garage.



            Parlo dell'84-85 in Italia, figurati in USA...



            Ti dirà che te lo sei sognato, che l'hai visto su
            Star Trek oppure ti dirà che non ci
            crede.Non sto parlando delle palline toccate ai compagnucci......
          • Anonimo scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            Pensa che a 14 anni ho avuto una ragazza che preferiva rapporti orali e solo anali perché la madre ogni tanto le chiedeva e se intuiva dei dubbi nella risposta le controllava se era ancora vergine.Dimmi tu se non è abominio questo...
          • libertà scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            Io so soltanto,che già nella scuola elementare i ragazzini hanno veri e propri impulsi sessuali...e bisogna adocchiarli quando vanno al bagno.Questa è la realtà ed è inutile fare finta non sia vero.....cominciano molto prima,alcuni di loro senz'altro!Non so se sia dovuto all'educazione,o ai vari supporti extra,ma vi garantisco,che è così...alle medie poi 'consumano'di già la loro prima esperienza sessuale.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            Mica sbaglia. Ogni cultura e ogni area geografica ha una prolissità o un grado di maturazione anche sessuale della popolazione diverso.In molti paesi africani l'età media per il primo figlio è 11-12 anni. Specie se hai una prospettiva di vita non superiore ai 50 anni e la menopausa inizia a 40.Negli USA l'età media dei rapporti sessuali nei giovani varia da cultura, area geografica e ceto sociale.Tra puritani ed evangelici è parecchio diversa che nei quartieri popolari ispanici o afro.Così come tra nord e sud del paese.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da:
            Mica sbaglia. Ogni cultura e ogni area geografica
            ha una prolissità o un grado di maturazione anche
            sessuale della popolazione
            diverso.

            In molti paesi africani l'età media per il primo
            figlio è 11-12 anni. Specie se hai una
            prospettiva di vita non superiore ai 50 anni e la
            menopausa inizia a
            40.

            Negli USA l'età media dei rapporti sessuali nei
            giovani varia da cultura, area geografica e ceto
            sociale.
            Tra puritani ed evangelici è parecchio diversa
            che nei quartieri popolari ispanici o
            afro.
            Così come tra nord e sud del paese.
            Non serve andare fra gli ispanici o afro... oramai farsi l'amichetta alle medie è quasi un "must"... non dico di condividere la cosa, ma è il risultato della campagna d'ignoranza in cui i ragazzini sono tenuti.Gli stessi genitori poi si scandalizzano quando loro figlia 14enne rimane incinta e magari hanno pure il coraggio di buttarla fuori casa (e conosco una ragazza americana a cui è successo proprio questo).Ma è normale, quando si preferisce delegare l'educazione dei propri figli ad un filtro software, alla TV o alle storielle della Bibbia non si può poi pretendere altro.
          • Wakko Warner scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da:


            A 12-13 anni non hanno già i brufoli e
            iniziano

            a


            spararsi le pippette in bagno col giornalino

            del


            padre o del fratello maggiore?


            (rotfl)



            Le pipette se le incominciano a sparare molto

            tempo prima, a 12-13 anni, specie negli Stati

            Uniti, i ragazzini hanno le loro prime
            esperienze

            sessuali vere e

            proprie.



            guarda meno film, wakko.......Apri gli occhi e guardati attorno....
          • Anonimo scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:



            - Scritto da: Wakko Warner





            - Scritto da:



            A 12-13 anni non hanno già i brufoli e

            iniziano


            a



            spararsi le pippette in bagno col
            giornalino


            del



            padre o del fratello maggiore?



            (rotfl)





            Le pipette se le incominciano a sparare molto


            tempo prima, a 12-13 anni, specie negli Stati


            Uniti, i ragazzini hanno le loro prime

            esperienze


            sessuali vere e


            proprie.






            guarda meno film, wakko.......

            Apri gli occhi e guardati attorno....che ne sai dopotutto? mica hai figli. hai amicizia tra bambini di 12-13 anni? ti confidano tutto quello che fanno?
          • Wakko Warner scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da:





            - Scritto da: Wakko Warner







            - Scritto da:




            A 12-13 anni non hanno già i brufoli e


            iniziano



            a




            spararsi le pippette in bagno col

            giornalino



            del




            padre o del fratello maggiore?




            (rotfl)







            Le pipette se le incominciano a sparare
            molto



            tempo prima, a 12-13 anni, specie negli
            Stati



            Uniti, i ragazzini hanno le loro prime


            esperienze



            sessuali vere e



            proprie.









            guarda meno film, wakko.......



            Apri gli occhi e guardati attorno....

            che ne sai dopotutto? mica hai figli. hai
            amicizia tra bambini di 12-13 anni?Ne avevo si... poi sono cresciuti.
            ti confidano
            tutto quello che
            fanno?Si.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da: Wakko Warner

            - Scritto da:



            - Scritto da: Wakko Warner





            - Scritto da:







            - Scritto da: Wakko Warner









            - Scritto da:





            A 12-13 anni non hanno già i brufoli e



            iniziano




            a





            spararsi le pippette in bagno col


            giornalino




            del





            padre o del fratello maggiore?





            (rotfl)









            Le pipette se le incominciano a sparare

            molto




            tempo prima, a 12-13 anni, specie negli

            Stati




            Uniti, i ragazzini hanno le loro prime



            esperienze




            sessuali vere e




            proprie.












            guarda meno film, wakko.......





            Apri gli occhi e guardati attorno....



            che ne sai dopotutto? mica hai figli. hai

            amicizia tra bambini di 12-13 anni?

            Ne avevo si... poi sono cresciuti.e come li hai conosciuti? andavi a scuola con loro? Sei un pò indietro con gli studi.......


            ti confidano

            tutto quello che

            fanno?

            Si.e scommetto che a te lo dicevano e ai genitori no perché tu sapevi ascoltarli mentre i genitori li reprimevano.....
          • Anonimo scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da:

            - Scritto da: Wakko Warner



            - Scritto da:





            - Scritto da: Wakko Warner







            - Scritto da:









            - Scritto da: Wakko Warner











            - Scritto da:






            A 12-13 anni non hanno già i brufoli e




            iniziano





            a






            spararsi le pippette in bagno col



            giornalino





            del






            padre o del fratello maggiore?






            (rotfl)











            Le pipette se le incominciano a sparare


            molto





            tempo prima, a 12-13 anni, specie negli


            Stati





            Uniti, i ragazzini hanno le loro prime




            esperienze





            sessuali vere e





            proprie.















            guarda meno film, wakko.......







            Apri gli occhi e guardati attorno....





            che ne sai dopotutto? mica hai figli. hai


            amicizia tra bambini di 12-13 anni?



            Ne avevo si... poi sono cresciuti.

            e come li hai conosciuti? andavi a scuola con
            loro? Sei un pò indietro con gli
            studi.......





            ti confidano


            tutto quello che


            fanno?



            Si.

            e scommetto che a te lo dicevano e ai genitori no
            perché tu sapevi ascoltarli mentre i genitori li
            reprimevano.....Ti confiderò un segreto: un anno fa avevo un'anno in meno dell'età attuale.Quindi è esistito un periodo in cui anche io avevo 13 anni.
          • Anonimo scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: Wakko Warner





            - Scritto da:







            - Scritto da: Wakko Warner









            - Scritto da:











            - Scritto da: Wakko Warner













            - Scritto da:







            A 12-13 anni non hanno già i
            brufoli
            e





            iniziano






            a







            spararsi le pippette in bagno col




            giornalino






            del







            padre o del fratello maggiore?







            (rotfl)













            Le pipette se le incominciano a
            sparare



            molto






            tempo prima, a 12-13 anni, specie
            negli



            Stati






            Uniti, i ragazzini hanno le loro prime





            esperienze






            sessuali vere e






            proprie.


















            guarda meno film, wakko.......









            Apri gli occhi e guardati attorno....







            che ne sai dopotutto? mica hai figli. hai



            amicizia tra bambini di 12-13 anni?





            Ne avevo si... poi sono cresciuti.



            e come li hai conosciuti? andavi a scuola con

            loro? Sei un pò indietro con gli

            studi.......








            ti confidano



            tutto quello che



            fanno?





            Si.



            e scommetto che a te lo dicevano e ai genitori
            no

            perché tu sapevi ascoltarli mentre i genitori li

            reprimevano.....

            Ti confiderò un segreto: un anno fa avevo un'anno
            in meno dell'età
            attuale.
            Quindi è esistito un periodo in cui anche io
            avevo 13
            anni.Ma si, ma si, volevo insinuare cattiverie......
    • Anonimo scrive:
      Re: L'età dei ragazzi.
      - Scritto da:
      Seventh grade
      From Wikipedia, the free encyclopedia
      Jump to: navigation, search

      Seventh grade (called Grade 7 in some regions) is
      a year of education in America and many other
      nations. It is usually seven years after
      kindergarten. Students are usually 1213 years
      old, but sometimes as old as 16. It is
      generally a part of middle
      school.fatevi un giro su girlpower, a quell'età anche le nostrane ci danno dentro .http://community.girlpower.it/la-bacheca-del-sesso-vf12.html
      • Anonimo scrive:
        Re: L'età dei ragazzi.
        Ciao. Volevo solo dirvi che ho 14 anni e queste cose non succedono!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: L'età dei ragazzi.
          Vuol dire che sei uno sfigato bruttarello.Perché a mio figlio di 13 anni sportivo e aspetto da fighetto gli saltano addosso anche più grandi di lui e me ne racconta da farmi impallidire...
          • Anonimo scrive:
            Re: L'età dei ragazzi.
            - Scritto da:
            Vuol dire che sei uno sfigato bruttarello.
            Perché a mio figlio di 13 anni sportivo e aspetto
            da fighetto gli saltano addosso anche più grandi
            di lui e me ne racconta da farmi
            impallidire...
            L'hanno sverginato?
  • Anonimo scrive:
    2 chiarimenti
    1) chi ha detto che "Il processo si è svolto fra gli sbadigli del magistrato: probabilmente tediata da argomenti estranei al suo bagaglio di conoscenze, la giudice era ansiosa di chiudere il caso, senza troppo sottilizzare. A marzo si conoscerà il verdetto del tribunale" ? E' provato, documentato?2) L'insegnante al centro di tutto questo era insegnante di informatica o di qualcosa d'altro? Questo per giustificare il finale dell'articolo.
    • Anonimo scrive:
      Re: 2 chiarimenti

      2) L'insegnante al centro di tutto questo era
      insegnante di informatica o di qualcosa d'altro?
      Questo per giustificare il finale
      dell'articolo.E' una supplente di lingue per la 7 classe http://www.norwichbulletin.com/apps/pbcs.dll/article?AID=/20070106/NEWS01/701060312/1002/NEWS17
      • Anonimo scrive:
        Re: 2 chiarimenti
        - Scritto da:


        2) L'insegnante al centro di tutto questo era

        insegnante di informatica o di qualcosa d'altro?

        Questo per giustificare il finale

        dell'articolo.

        E' una supplente di lingue per la 7 classe

        http://www.norwichbulletin.com/apps/pbcs.dll/articSe la condannano è la volta che davvero non vado più negli usa
        • Anonimo scrive:
          Re: 2 chiarimenti
          - Scritto da:

          - Scritto da:




          2) L'insegnante al centro di tutto questo era


          insegnante di informatica o di qualcosa
          d'altro?


          Questo per giustificare il finale


          dell'articolo.



          E' una supplente di lingue per la 7 classe




          http://www.norwichbulletin.com/apps/pbcs.dll/artic

          Se la condannano è la volta che davvero non vado
          più negli
          usasopravviveranno......
  • Anonimo scrive:
    non è possibile
    è un incubo!e poi c'è chi difende gli americani.il popolo più stupido del mondo a capo del mondo.si! è certo! ci estingueremo!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: non è possibile
      - Scritto da:
      è un incubo!

      e poi c'è chi difende gli americani.

      il popolo più stupido del mondo a capo del mondo.

      si! è certo! ci estingueremo!!!Talmente stupidi che se fosse per gli europeti (non é un refuso), internet e i computer te li sogneresti.
      • Anonimo scrive:
        Re: non è possibile
        Ma non è stato un ingegnere siciliano che lavorava in Intel ad inventare il primo chip Intel il 4004?Ed ST Microelectronics non fa la maggior parte dei microcontrollori per PC?Ma la Hi-Toro l'azienda che ha progettato Amiga non era indiana?E i computer inglesi BBC e Sinclair?A me non pare che senza gli americani saremmo stati senza home computer e non ci saremmo mai evoluti. Semmai per colpa loro ci siamo evoluti nel peggiore dei modi possibili.
        • Anonimo scrive:
          Re: non è possibile
          - Scritto da:
          Ma non è stato un ingegnere siciliano che
          lavorava in Intel ad inventare il primo chip
          Intel il
          4004?

          Ed ST Microelectronics non fa la maggior parte
          dei microcontrollori per
          PC?

          Ma la Hi-Toro l'azienda che ha progettato Amiga
          non era
          indiana?

          E i computer inglesi BBC e Sinclair?

          A me non pare che senza gli americani saremmo
          stati senza home computer e non ci saremmo mai
          evoluti.


          Semmai per colpa loro ci siamo evoluti nel
          peggiore dei modi
          possibili.
          Ti sei dimenticato chi ha inventato il web che è lo strumento principale del boom di internet.
        • Anonimo scrive:
          Re: non è possibile

          Ma non è stato un ingegnere siciliano che
          lavorava in Intel ad inventare il primo chip
          Intel il
          4004?
          Federico Faggin era Vicentino. Fosse restato a Vicenza o a Padova immagino che non avrebbe fatto molta strada (come Marconi del resto).Faceva comunque parte di un'equipe con Marcian Hoff, tra gli altri. Non esiste un solo "inventore" del microchip.
          Ma la Hi-Toro l'azienda che ha progettato Amiga
          non era
          indiana?
          No. La Hi-Toro é stata fondata da Jay Miner e altri ingegneri ex-Atari in California. Mi dispiace distruggere le tue illusioni.
          E i computer inglesi BBC e Sinclair?
          Altair, IMSAI: 1975. Apple ][: 1977. ZX80: 1980. Fai tu i conti. E senza Sir Clive Sinclair (sia lodato il suo nome) l'industria informatica britannica sarebbe rimasta a livello di quella del Burkina Faso. Tony Blair sta comunque rimediando (nel senso che sta facendo di tutto per tornare ai livelli del Burkina Faso).
          A me non pare che senza gli americani saremmo
          stati senza home computer e non ci saremmo mai
          evoluti.Senza Apple ][, PET e compagnia nessuno avrebbe sviluppato altri home computer. Piaccia o non piaccia, l'innovazione é partita da lì.Guarda in faccia la realtà: niente USA, niente Internet. Dagli anni '60 in avanti l'Europa era troppo presa a pensare al carbone e all'acciaio per dedicarsi al silicio.Poi, se ti piace inventarti le cose per credere di essere migliore, è un problema tuo.
          • Anonimo scrive:
            Re: non è possibile
            Certo, perchè la creatività non esisteva prima degli americani.cmq non è di quello che si tratta, ma di ciò che è ora.siamo un pianeta che sa per certo che fra cinquant'anni non esisterà più, ma continuiamo a seguire quel sogno americano (almeno fosse vero) che ci sta distruggendo.E non mi sparare "allora in russia" "e allora a palermo".il fatto è che l'america è un paese dove il ministro accusato di aver falsificato i rapporti ssul clima (quanti milioni di persone sono già morte per mano di questo assassino? tumori, ecc), viene, una volta scoperto (ma è vero?, è finto per parare il culo al presidente?ecc), assunto come vicepresidente di un industria di petrolio.il fatto è che tutti i governi somigliano sempre più a questo (non che prima ci fosse onesta e onore), ma un paese che consuma l'80 per cento delle risorse planetarie, e fa guerre in nome della democrazia, solo per poter continuare a usufruirne, ora, nel 20° secolo, per come vanno le cose, bhe...sarebbe da distruggere.ma mi risponderai fra cinquant'anni.mi piacerebbe tanto incontrarti quando saremo veramente alla frutta
          • Anonimo scrive:
            Re: non è possibile

            Certo, perchè la creatività non esisteva prima
            degli
            americani.
            E allora? Resta il fatto che Internet e la MODERNA tecnologia informatica è nata negli USA. Deal with it. In Europa c'erano ingegneri più che validi, ma qui non ha preso. Punto.Se gli europeti sono tanto intelligenti, dov'è l'internet europeo? L'uomo sulla Luna europeo? Persino per un sistema GPS siamo vent'anni in ritardo, sempre che Galileo venga completato.
            cmq non è di quello che si tratta, ma di ciò che
            è
            ora.
            Quindi posso dire che il telefono non l'ha inventato Meucci perchè è "ciò che è ora" che conta?Comodo cambiare argomento quando si scopre di avere le spalle al muro. Ma questa è una caratteristica di tutti i sapientoni su Slashdot, Digg, Kuro5hin e altri Septic-Think-Tanks del genere.
            siamo un pianeta che sa per certo che fra
            cinquant'anni non esisterà piùSeee, è da 40 anni che ripetono questa storia. Guarda un po', siamo ancora qui.
            E non mi sparare "allora in russia" "e allora a
            palermo".
            E chi spara? Stai facendo tutto da solo.
            il fatto è che l'america è un paese dove il
            ministro accusato di aver falsificato i rapporti
            ssul clima (quanti milioni di persone sono già
            morte per mano di questo assassino? tumori, ecc),
            viene, una volta scoperto (ma è vero?, è finto
            per parare il culo al presidente?ecc), assunto
            come vicepresidente di un industria di
            petrolio.
            E la Francia è il paese dove gli ex-ministri coinvolti nello scandalo del sangue infetto sono a piede libero. Fatto, non teoria del complotto.Che problema c'è se un ex-ministro va a lavorare per dei privati? Schroeder ha fatto lo stesso. Deve fare il mantenuto a vita?Ah, già. Dimenticavo che non si può parlarne. Bisogna parlare solo degli USA, secondo la tua logica.La parola chiave è "accusato". Portami delle prove, specialmente di tutti i decessi causati da lui. Prove, non wiki-shitty-pedia o indy-shitty-media.
            ma un paese che consuma l'80 per cento
            delle risorse planetarie, e fa guerre in nome
            della democrazia, solo per poter continuare a
            usufruirne, ora, nel 20° secolo, per come vanno
            le cose, bhe...sarebbe da
            distruggere.
            La stessa cosa l'hanno fatta TUTTE le potenze europee fino a prima della Seconda Guerra Mondiale, senza nemmeno la scusa delle democrazia. Tra qualche decennio sarà qualcun altro a farlo.Applicando la stessa logica, l'Europa sarebbe da nuclearizzare. Chiedi agli Indiani, agli Africani, agli Asiatici quanto erano bravi gli europei. Gheddafi non ha TUTTI i torti a chiedere riparazioni all'Italia, e non sarebbe l'unico.A proposito, siamo nel 21mo Secolo. Da qualche anno. Qualcuno diceva che non saremmo sopravvissuti agli anni '80. Quel qualcuno si è sbagliato, e ora si è riciclato con la "previsione" dei 50 anni.
            ma mi risponderai fra cinquant'anni.Credi che ho cinquant'anni da buttar via per questo? Se sarò ancora vivo avrò 90 anni.
            mi piacerebbe tanto incontrarti quando saremo
            veramente alla
            fruttaCioé mai.
          • Alessandrox scrive:
            Re: non è possibile
            - Scritto da:
            Se gli europeti sono tanto intelligenti, dov'è
            l'internet europeo? L'uomo sulla Luna europeo?Il WEB e' stato inventato al CERNNon mi par poco.
          • Anonimo scrive:
            Re: non è possibile
            - Scritto da: Alessandrox
            - Scritto da:

            Se gli europeti sono tanto intelligenti, dov'è

            l'internet europeo? L'uomo sulla Luna europeo?

            Il WEB e' stato inventato al CERN
            Non mi par poco.E senza Internet che ne sarebbe stato?Perché i primi browser sono stati Mosaic e Cello e non EuroBrowser o chissà cos'altro?
          • Anonimo scrive:
            Re: non è possibile
            Senza Alan Turing (inglese) non ci sarebbe il computer... senza Godel non ci sarebbe il computer... anzi, senza Gottlieb Liebniz (tedesco) non ci sarebbe il computer... anzi senza Sant'Agostino non ci sarebbe il computer...Più in generale senza l'europa non ci sarebbe l'america...Ma a parte questo, l'europa in quegli anni era troppo impegnata a riprendersi dalla guerra e l'america aveva creato, grazie alla guerra, così tante risorse che in quei periodi e fino alla fine della guerra fredda, chiunque lavorasse per l'università veniva finanziato dall'esercito degli stati uniti.Comunque sono discorsi cretini e cretino io che ci perdo tempo... bla bla bla bla
          • Anonimo scrive:
            Re: non è possibile

            Comunque sono discorsi cretini e cretino io che
            ci perdo tempo... bla bla bla
            blaNo, cretino chi fa i discorsi sul perché l'America dovrebbe sparire. Informatica a parte, un mondo senza Elvis Presley e senza il blues, il gosper e il rock'n roll non è concepibile.Un mondo senza Superman? Senza Batman? Senza Spider-man e gli X-Men?Un mondo senza Heinlein, Asimov, Herbert, Dick?Un mondo senza Weird Al Yankovic?Senza Star Trek e Guerre Stellari e Buffy l'ammazzavampiri?Ca##o, ve lo immaginate un mondo fatto solo di commissari Rex?Da spararsi.
        • MandarX scrive:
          Re: non è possibile

          Semmai per colpa loro ci siamo evoluti nel
          peggiore dei modi
          possibili.
          purtoppo ancora non è finita
  • Anonimo scrive:
    E i corresponsabili?
    Ovvero i tecnici di laboratorio a cui è affidata la manutenzione dei PC?E oltre loro, gli "untori" dell'adware in questione?E per finire i produttori del colabrodo che si infetta con uno starnuto?A tutti questi niente? Nemmeno una ramanzina?Stupido il docente, non c'è dubbio. Ma tutto il resto secondo voi è normale? Cioè è normale che navigando (non sto a disquisire su quali siti) mi debba ritrovare i PC appestati da qualunque cosa?Avessero usato altro al posto della solita monnezza, su quei PC non sarebbe potuto installarsi nulla in "automatico".(win)(troll4)
    • outkid scrive:
      Re: E i corresponsabili?
      il problema e' che un giudice che ignora come funzioni un sistema operativo anzi, che con ogni probabilita' ignora largamente il concetto di sistema operativo, puo' far molti danni.credo che ovunque la legge non ammetta ignoranza, ma quando l'ignoranza e' di chi la legge la deve applicare.. mi sa che son volatili per diabetici..- Scritto da:
      Ovvero i tecnici di laboratorio a cui è affidata
      la manutenzione dei
      PC?
      E oltre loro, gli "untori" dell'adware in
      questione?
      E per finire i produttori del colabrodo che si
      infetta con uno
      starnuto?

      A tutti questi niente? Nemmeno una ramanzina?

      Stupido il docente, non c'è dubbio. Ma tutto il
      resto secondo voi è normale? Cioè è normale che
      navigando (non sto a disquisire su quali siti) mi
      debba ritrovare i PC appestati da qualunque
      cosa?

      Avessero usato altro al posto della solita
      monnezza, su quei PC non sarebbe potuto
      installarsi nulla in
      "automatico".

      (win)(troll4)
    • MandarX scrive:
      Re: E i corresponsabili?

      è normale che
      navigando (non sto a disquisire su quali siti) mi
      debba ritrovare i PC appestati da qualunque
      cosa?Navigando?basta essere connessi ad internetricordi il sasser?non ti è mai successo di ricevere un messaggio dal servizio di winzozz che dice sono Luana dalla russia...
      • Anonimo scrive:
        Re: E i corresponsabili?
        - Scritto da: MandarX

        è normale che

        navigando (non sto a disquisire su quali siti)
        mi

        debba ritrovare i PC appestati da qualunque

        cosa?

        Navigando?

        basta essere connessi ad internet

        ricordi il sasser?

        non ti è mai successo di ricevere un messaggio
        dal servizio di winzozz che dice sono Luana
        dalla
        russia... No, non mi è mai successo.Sarà mica perché il mio User-Agent è questo:Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-US; rv:1.8.1.1) Gecko/20070113 Firefox/2.0.0.1?
  • Anonimo scrive:
    Bilghèiz deve pagarle l'avvocato!
    E sarebbe finalmente un'ammissione di colpa, la colpa di aver riempito il mondo di software scadente e obsoleto!!!Paga, zio bill, PAGAAAA!!!
  • Anonimo scrive:
    WAKKO IMPARA
    ad usare questa scusa....
  • Anonimo scrive:
    aiuto, un mare magnum..
    di ignoranza mi sta investendo da anni.Un flusso inarrestabile di ignoranza mi colpisce e mi sovrasta..QUALCUNO MI AIUTI!
Chiudi i commenti