UK, Nokia richiama 3mila Navigator

L'azienda finlandese ha lanciato una campagna di richiamo legata al 6110s Navigator. Problemi per chi lo usa sulle strade del Regno Unito

Roma – Le bussole non hanno mai tradito gli esploratori. Ma che succede se il navigatore satellitare, la bussola dell’uomo del terzo millennio , invece di condurre l’utente verso la meta desiderata si blocca, magari a metà strada? Il rischio è in agguato su 3mila esemplari del Nokia 6110s Navigator , distribuiti sui mercati di Regno Unito e Irlanda. Che Nokia, tuttavia, ha prontamente richiamato per un intervento di riparazione.

Il cellulare-navigatore soffre di un fastidioso bug: nel momento in cui si aprono le mappe dei due paesi dell’arcipelago britannico l’apparecchio si blocca , spiega Mobile News . Si tratta di un intero lotto di 6110 commercializzato attraverso la rete Vodafone ed è stato proprio l’operatore, dopo aver ricevuto le lagnanze di centinaia di utenti rimasti bloccati e con il telefonino freezed , a dare l’allarme a Nokia.

Le due aziende hanno messo così in moto una procedura di customer satisfaction esemplare, impegnandosi a sostituire gli esemplari difettosi con altri regolarmente funzionanti . Un portavoce del colosso finlandese ha dichiarato: “Siamo a conoscenza di un problema con un numero limitato di apparecchi distribuiti ai nostri clienti e siamo già al lavoro con Vodafone per risolvere la situazione”. Inoltre, “i Nokia Care Centres sono già stati messi in grado di dare ai clienti un’assistenza rapida ed efficiente”.

Vodafone e Nokia hanno infine dichiarato congiuntamente di aver provveduto a bloccare le vendite dei 6110 rimasti nella rete commerciale , i quali – garantiscono – verranno ritirati e sostituiti al più presto. Con sollievo di coloro che sono rimasti ad attendere sulla strada.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Nilok scrive:
    Trovare le responsabilità
    Ave.Chi ha compiuto questa infamia dovrà prendersi le sue responsabilità.La tolleranza, la comprensione e la non-discriminazione sono alla base della Civiltà; chi vuol continuare o ritornare ad essere una bestia sarà riportato nella Jungla.A presto.Nilok
    • Anonimo scrive:
      Re: Trovare le responsabilità
      E tu chi sei per dire cos'e' la Civilta'?E soprattutto come fai a dire che la tolleranza e la comprensione sono alla base di essa?Ti faccio notare che la nostra Civilta' non hai mai conosciuto da quando e' nata la tolleranza e la non-discriminazione. Eppure e' sopravvissuta migliaia di anni evolvendosi. Chi sei tu per dire che la discriminazione non e' civile?Hai esposto la tua verita' condannando a condizione inferiore chi non la pensa come te, esci di casa e vai sempre dritto, prima o poi la giungla la trovi e quando la trovi restaci.
      • Nilok scrive:
        Re: Trovare le responsabilità
        Ti ringrazio.Ora capisco CHI sei.A presto.Nilok
        • Resmimi scrive:
          Re: Trovare le responsabilità
          NILOK TI PREGO BASTA! SARANNO TRE MESI CHE RIEMPI PI CON LE TUE AFFERMAZIONI DELIRANTI... MA LO VEDI CHE TI STAI RENDENDO RIDICOLO? DAAAI!
          • No, Nilok no scrive:
            Re: Trovare le responsabilità
            - Scritto da: Resmimi
            NILOK TI PREGO BASTA! SARANNO TRE MESI CHE RIEMPI
            PI CON LE TUE AFFERMAZIONI DELIRANTI... MA LO
            VEDI CHE TI STAI RENDENDO RIDICOLO?
            DAAAI!Dai che adesso non spamma più per fortuna..
          • Nilok scrive:
            Re: Trovare le responsabilità
            Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:sia in tema e contribuisca alla discussione in corsonon sia offensivo, calunnioso o diffamante
  • Ernesto Giglioli scrive:
    E allora?
    E' solo la moda delle liste, prima i massoni, poi gli ebrei e tra un po' i comunisti, i cattolici, gli islamici , quelli piu' bassi di un metro e sessanta etc.Pero' mi chiedo perche' si "insorge solo quando le "liste" sono degli ebrei?Gli altri sono piu' brutti?I soliti 2 pesi e tre misure...
    • Alessi® scrive:
      Re: E allora?
      quoto
    • Mossad scrive:
      Re: E allora?
      - Scritto da: Ernesto Giglioli
      E' solo la moda delle liste, prima i massoni, poi
      gli ebrei e tra un po' i comunisti, i cattolici,
      gli islamici , quelli piu' bassi di un metro e
      sessanta
      etc.

      Pero' mi chiedo perche' si "insorge solo quando
      le "liste" sono degli
      ebrei?Tu non hai mai avuto voti decenti in storia, vero? @^
      Gli altri sono piu' brutti?L'estetica non è tutto nella vita.
      I soliti 2 pesi e tre misure...Ne riparleremo quando a passare per un camino saranno i tuoi parenti o magari anche tu :@ :@ @^ @^
      • trollone scrive:
        Re: E allora?
        Ho un ENORME rispetto perla memoria degli ebrei che in passato sono stati discriminati, uccisi e quant'altro.Pagando con la vita la sola colpa di essere figli di una cultura diversa.Quello di cui invece non ho rispetto e' l'attuale stato israeliano che applica molte delle tecniche applicate dai nazisti. Uccisioni mirate, confino e mantenimento di enclave etniche di cui controllano l'accesso degli abitanti. Esproprio e distruzione dei beni degli altri.Nel passato gli ebrei hanno subito molto, ora i palestinesi pagano molto. Quando israele capira' che sta' commettendo anche lei molte delle cose che rimprovero' ai nazisti ?Vengono lodate le voci che si levarono a quei tempi per difendere i diritti dei discriminati/deportati ebrei ebbene spero un domani si lodera' anche chi vorrebbe salvaguardare i diritti ora di un altro popolo.Sono 60 anni che israele e i suoi vicini si stanno scannando, sarebbe l'ora che ci si decidesse a riconoscere i diritti di entrambe le parti in causa, no ?
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: E allora?
          - Scritto da: trollone
          Ho un ENORME rispetto perla memoria degli ebrei
          che in passato sono stati discriminati, uccisi e
          quant'altro.
          Quello di cui invece non ho rispetto e' l'attuale
          stato israeliano che applica molte delle tecniche
          applicate dai nazisti.Fai lo stesso errore di chi ti accuserebbe di antisemitismo: confondere lo Stato di Israele e la sua politica con 'gli ebrei'. E' come confondere la Germania con i Nazisti, il Governo italiano con gli Italiani.
          Nel passato gli ebrei hanno subito molto, ora i
          palestinesi pagano molto. C'entra poco con liste antisemite.
          • CCC scrive:
            Re: E allora?
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: trollone

            Ho un ENORME rispetto perla memoria degli ebrei

            che in passato sono stati discriminati, uccisi e

            quant'altro.

            Quello di cui invece non ho rispetto e'
            l'attuale

            stato israeliano che applica molte delle
            tecniche

            applicate dai nazisti.

            Fai lo stesso errore di chi ti accuserebbe di
            antisemitismo: confondere lo Stato di Israele e
            la sua politica con 'gli ebrei'. E' come
            confondere la Germania con i Nazisti, il Governo
            italiano con gli Italiani.è proprio su questa confusione che lo Stato di Israele conta per i propri interessi politici
          • trollone scrive:
            Re: E allora?
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: trollone

            Ho un ENORME rispetto perla memoria degli ebrei

            che in passato sono stati discriminati, uccisi e

            quant'altro.

            Quello di cui invece non ho rispetto e'
            l'attuale

            stato israeliano che applica molte delle
            tecniche

            applicate dai nazisti.

            Fai lo stesso errore di chi ti accuserebbe di
            antisemitismo: confondere lo Stato di Israele e
            la sua politica con 'gli ebrei'. E' come
            confondere la Germania con i Nazisti, il Governo
            italiano con gli Italiani.Guarda che la distinzione la faccio e la faccio apposta.Gli ebrei come gruppo religioso e' stato vessato sotto i regimi fascista e nazista 60 anni fa.Lo stato israeliano vessa il popolo palestinese orala lista pubblicava nomi che si diceva(presi a casaccio mi sa) di persone che appoggiavano lo stato israeliano ora, non 60 anni fa.
        • emmecci4867 scrive:
          Re: E allora?

          Quello di cui invece non ho rispetto e' l'attuale
          stato israeliano che applica molte delle tecniche
          applicate dai nazisti.

          Uccisioni mirate, confino e mantenimento di
          enclave etniche di cui controllano l'accesso
          degli abitanti.
          Ti rammento,nel caso negli ultimi 60 anni fossi vissuto sulla Luna,che Israele è circondato da miliardi di persone che vorrebbero annientarla e fare nè più nè meno quello che fece Hitler durante la guerra.Piccolo insignificante particolare che,chissà come mai,ti sei dimenticato nel tuo resoconto.Vuoi provare per davvero cosa è la discriminazione?Ti sfido a fare un viaggio in Israele e poi,con il tuo bel timbro sul passaporto,a farti un giretto in Iran oppure in Arabia Saudita o in Siria o ecc. ecc. allora forse riuscirai anche a capire perchè gli israeliani sono così dei cattivoni,ammesso che tu riesca ad uscire vivo dal simpatico esperimento,si intende....
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: E allora?
            E io ti invito a fare l'opposto, cioe' ad andare in Israele con il timbro di un paese musulmano (basta anche solo la Tunisia, meta non infrequente per molti turisti balneari europei). Sempre se ti fanno entrare...
          • emmecci4867 scrive:
            Re: E allora?
            Ti ricordo che in Israele vive e lavora un 20% di arabi israeliani.Quanti israeliani vivono in paesi arabi?
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: E allora?
            So what?
      • Loris Batacchi scrive:
        Re: E allora?
        Se chiedi ad un ebreo quante persone sono morte nella seconda guerra mondiale ti dira' 6 milioni.Se chiedi a chiunque altro (a cui non sia stato fatto il lavaggio del cervello) ti dira' piu' di 70 milioni.Qui sta la differenza.
        • d4mian scrive:
          Re: E allora?
          Vergognati per questa frase...
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: E allora?
          - Scritto da: Loris Batacchi
          Se chiedi ad un ebreo quante persone sono morte
          nella seconda guerra mondiale ti dira' 6
          milioni.
          Se chiedi a chiunque altro (a cui non sia stato
          fatto il lavaggio del cervello) ti dira' piu' di
          70 milioni.La idiozia di questa frase è visibile a tutti. Vergognati.
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: E allora?
            Sara' anche idiota, ma l'ha detta un'ebreo.E comunque no, non mi vergogno.
          • damian scrive:
            Re: E allora?
            Guarda che può averlo detto anche il papa o diliberto, rimane il fatto che la tua è affermazione 1) FALSA2) Che tende a generalizzare come una umanità a parte con una storeografia propria il popolo ebraico, e quindi RAZZISTA3) VERGOGNOSA, perchè sei italiano, fai parte di quel popolo di "brava gente" che proprio con il tuo atteggiamento qualunquista e menefreghista ha dato un contributo che ci macchia ancora oggi a quella tragedia che è stato l'olocausto....
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: E allora?
            Che sia falsa lo dici tu.Anche paesi di brava gente come l'Irlanda durante la guerra hanno revocato il visto agli ebrei rispedendoli al mittente.Diciamo che gli ebrei in Italia, ma non solo, hanno un buon ufficio marketing. Se la trovi vergognosa mi sa che e' un problema tuo.
        • GuD scrive:
          Re: E allora?
          - Scritto da: Loris Batacchi
          Se chiedi ad un ebreo quante persone sono morte
          nella seconda guerra mondiale ti dira' 6
          milioni.
          Se chiedi a chiunque altro (a cui non sia stato
          fatto il lavaggio del cervello) ti dira' piu' di
          70
          milioni.
          Qui sta la differenza.Quoto. Non mi pare si celebrino giornate della memoria per omosessuali, oppositori politici, zingari e quant'altro.
          • damian scrive:
            Re: E allora?
            Guarda che la giornata della memoria vuole ricordare l'olocausto di tutte le minoranze perseguitate dal Terzo Reich, l'ha detto chiaramente il presidente delle comunità ebraiche proprio il 27 gennaio... non c'è razzista peggiore di quello ignorante... come se poi ce ne fossero di altri tipi...
          • GuD scrive:
            Re: E allora?
            - Scritto da: damian
            Guarda che la giornata della memoria vuole
            ricordare l'olocausto di tutte le minoranze
            perseguitate dal Terzo Reich, l'ha detto
            chiaramente il presidente delle comunità ebraiche
            proprio il 27 gennaio... non c'è razzista
            peggiore di quello ignorante... come se poi ce ne
            fossero di altri
            tipi...« La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell'abbattimento dei cancelli di Auschwitz, "Giorno della Memoria", al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.[1] »Io lo vedo di parte, poi fai tu.
        • CCC scrive:
          Re: E allora?
          - Scritto da: Loris Batacchi
          Se chiedi ad un ebreo quante persone sono morte
          nella seconda guerra mondiale ti dira' 6
          milioni.
          Se chiedi a chiunque altro (a cui non sia stato
          fatto il lavaggio del cervello) ti dira' piu' di
          70
          milioni.
          Qui sta la differenza.non sarà che stai generalizzando un po' troppo??? no!?
          • Ernesto Giglioli scrive:
            Re: E allora?
            Io non ho avuto parenti passati per il camino, pero' dico che sono passati 60 ANNI e bisognerebbe smetterla di rompere le palle con sta storia, e visto che per chi non lo sa i piu' RAZZISTI di tutti (dopo i cinesi) sono proprio gli ebrei, vedere se il bon senso non cominci a prevalere anche da parte loro e la smettano con questo vittimismo.Il problema e' proprio questo, il DIMENTICARSI che TUTTI i popoli hanno un genocidio o simile alle spalle.Vogliamo parlare degli stermini della Yugoslavia ? (foibe?) di quelli quasi attuali in kossovo? del regime del Terrore della rivoluzione francese? dello sterminio dei nobili e borghesi nella rivoluzione russa?Insomma, ce n'e' per tutti, NON SOLO PER gli ebrei. Pero' loro te lo fanno notare e ricordare di piu' degli altri.Tutto qui.
          • GuD scrive:
            Re: E allora?
            - Scritto da: Ernesto Giglioli
            Io non ho avuto parenti passati per il camino,
            pero' dico che sono passati 60 ANNI e
            bisognerebbe smetterla di rompere le palle con
            sta storia, e visto che per chi non lo sa i piu'
            RAZZISTI di tutti (dopo i cinesi) sono proprio
            gli ebrei, vedere se il bon senso non cominci a
            prevalere anche da parte loro e la smettano con
            questo
            vittimismo.

            Il problema e' proprio questo, il DIMENTICARSI
            che TUTTI i popoli hanno un genocidio o simile
            alle
            spalle.

            Vogliamo parlare degli stermini della Yugoslavia
            ? (foibe?) di quelli quasi attuali in kossovo?
            del regime del Terrore della rivoluzione
            francese? dello sterminio dei nobili e borghesi
            nella rivoluzione
            russa?

            Insomma, ce n'e' per tutti, NON SOLO PER gli
            ebrei. Pero' loro te lo fanno notare e ricordare
            di piu' degli
            altri.

            Tutto qui.Quoto.
          • emmecci4867 scrive:
            Re: E allora?
            - Scritto da: Ernesto Giglioli
            Io non ho avuto parenti passati per il camino,, e visto che per chi non lo sa i piu'
            RAZZISTI di tutti (dopo i cinesi) sono proprio
            gli ebrei,Con una sola frase riesci ad insultare più del 20% della popolazione mondiale, da particolari come questi si intuisce la raffinatezza del tuo pensiero. Non mi azzardo neanche a chiedere spiegazioni per una affermazione tanto assurda.Se la storia ti avesse un pò meno "rotto le palle" sapresti che 60 anni sono nulla, sono ieri.Ieri i nostri nonni hanno sterminato scientificamente 6 milioni di Ebrei,non per vendetta,non per motivi politici o a causa di vicende belliche,anzi,al contrario,è dimostrato come la Shoah abbia intralciato le operazioni belliche naziste:ad esempio i treni diretti ai campi di sterminio avevano la precedenza sui treni che portavano viveri ed armi alle truppe.Dovevano morire tutti e scomparire dalla Terra semplicemente perchè Ebrei.Punto.E' questo che rende l'Olocausto terribilmente unico in un secolo,il ventesimo, che è stato il più sanguinoso e violento nella Storia dell'umanità.
          • Loris Batacchi scrive:
            Re: E allora?
            - Scritto da: emmecci4867
            Se la storia ti avesse un pò meno "rotto le
            palle" sapresti che 60 anni sono nulla, sono
            ieri.Per l'esattezza sono 60 anni fa. Che non sono ne ieri, ne l'altro ieri.
            Ieri i nostri nonni hanno sterminato
            scientificamente 6 milioni di EbreiForse i tuoi.
            E' questo che rende l'Olocausto terribilmente
            unico in un secolo,il ventesimo, che è stato il
            più sanguinoso e violento nella Storia
            dell'umanità.Il ventesimo non e' stato il secolo piu' sanguinoso e violento della storia e quella ebrea non e' stata l'unica pulizia etnica del secolo. Per il resto e' tutto giusto.
          • Ernesto Giglioli scrive:
            Re: E allora?
            Io non sto insultando NESSUNO.Se tu parlassi SERIAMENTE con qualche cinese, sapresti che nella LORO visione del mondo, LORO sono il popolo ELETTO e TUTTI gli altri sono ANIMALI o poco piu' (non ci mangiano perche' non "volgiamo le spalle al cielo", cioè non camminiamo a quattro zampe.Detto questo, forse dovresti alienarti un po dalla tua visione idilliaca e occidentale in cui siamo tutti uguali e buoni, perche' NON E' VERO.ogni popolo diventa un organismo a se' stante, con le sue regole e le programmazioni mentali di base. La nostra e' diversa, ma non vuole dire che sia MIGLIORE.Allo stato attuale dei fatti, anzi, mi sembra che la cultura Cinese sia Vincente da tutti i punti di vista.Di quella italiana preferisco non parlarne, ma ti vorrei citare un vecchio detto politico:"CHI PECORA SI FA LUPO LO MANGIA".
          • Ernesto Giglioli scrive:
            Re: E allora?
            VOGLIO FARE UN PRECISAZIONE:NON SONO RAZZISTA, SONO RAZIONALE RIGUARDO AI FATTI.NON voglio fare un paragone tra cinesi ebrei o altro, voglio solo dire che OGNI popolo ha le sue "macchie", e quella dei tedeschi nella 2° guerra mondiale e' bella nera e grossa perche' hanno scelto un metodo "efficente" secondo il loro punto di vista e hanno mirato soprattutto in una direzione , quella dei "giudei" e io credo PER VOLONTA' POLITICA, non perche' gli girava cosi'.Vorrei anche ricordare che durante la rivoluzione francese, visto che la ghigliottina era spettacolare ma poco pratica, presero il via una serie di iniziative alternative per farne fuori il piu' possibile, tipo quella di imbarcare 2-300 persone alla volta nude e legate a coppie spalla contro spalla, su dei particolari barconi col fondo mobile che venivano fatti affondare e poi ripescati per fare un altro carico e cosi' via...Ditemi voi la differenza con le camere a gas, e DITEMI SE QUALCUNO HA MAI FATTO NOTARE L'EFFERATEZZA DELLA COSA.
Chiudi i commenti