UK, più vicino l'obbligo dell'accessibilità

Non siamo ancora ad una normativa ma le nuove linee guida sono stringenti e valgono non solo per i siti pubblici, come in Italia, ma anche per quelli delle imprese. Una questione di civiltà


Londra – Il Regno Unito ha deciso di rinnovare l’impegno sul fronte dell’accessibilità del Web. British Standards Institution ( BSI ) ha redatto, grazie al sostegno della Disability Rights Commission ( DRC ), un nuovo documento che contiene le linee guida per migliorare l’accessibilità dei siti Web di ogni tipo di organizzazione, sia essa istituzionale o privata.

La DRC, lo scorso aprile, aveva monitorato lo “stato” dei siti anglosassoni e con un secco responso negativo aveva denunciato la presenza di barriere nell’80% dei casi. Ebbene, a distanziata di quasi due anni sta per essere promulgato un nuovo regolamento, denominato PAS 78 (Publicly Available Specification), i cui contenuti dovranno essere rispettati da tutte le strutture che dispongono di un sito per il pubblico.

Sebbene fin dal lontano 1999 i gestori dei siti avrebbero dovuto aggiornare le loro creature con soluzioni grafiche e funzionali compatibili, ad esempio, con le esigenze dei disabili, solo adesso il rispetto delle direttive verrà considerato obbligatorio . DRC, inoltre, ha sottolineato che questa opera di restyling nella maggior parte dei casi produce dei benefici: i disabili ogni anno, in Gran Bretagna, alimentano un indotto da 80 miliardi di sterline.

“Dobbiamo cercare di rendere il maggior numero dei siti accessibili ai disabili. Questo documento giocherà un ruolo chiave per raggiungere l’obiettivo”, ha dichiarato il presidente di DRC, Bert Massie. Concorda anche Mike Low, direttore di BSI. “Il PAS 78 è una grande opportunità per tutti, sia per le imprese che gli utenti”, ha confermato Low. “BSI è contenta di avere l’opportunità di lavorare con DRC per l’implementazione di linee guida che rendono più accessibili i siti. L’obiettivo è quello di migliorare le capacità di accesso online dei disabili alle informazioni, ai prodotti e ai servizi”.

PAS 78 copre numerose aree. Definisce, infatti, la policy dell’accessibilità. Completa e indica quali delle linee guida WAI (Web Accessibility Initiative) siano importanti da seguire e perché. E per ultimo, delinea una serie di metodi per comprendere quale sia la qualità dell’accessibilità di un sito.

Royal National Institute of the Blind ( RNIB ), che ha partecipato alla stesura del documento, si è detta soddisfatta per il risultato raggiunto. “Sebbene molti amministratori dei siti abbiano a cuore la situazione degli utenti disabili, la confusione sull’implementazione di soluzioni adeguate ha dato risultati mediocri. Ci aspettiamo che queste nuove indicazioni possa agevolare il lavoro dei professionisti del settore”, ha dichiarato Julie Howell, esponente del RNIB.

Anche se il PAS 78 non ha un valore strettamente legale, l’opinione degli esperti è che potrebbe essere impugnato in tribunale per obbligare un’azienda o un’organizzazione a migliorare le qualità del suo sito.

Di interesse segnalare l’enorme distanza tra quanto deciso nel Regno Unito e quanto avviene in Italia, dove la Legge Stanca sull’accessibilità, ancora lungi dall’essere implementata appieno, prevede obblighi per i soli siti di enti pubblici o di interesse pubblico, sebbene auspichi anche un miglioramento dell’accessibilità per i siti di privati.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Marc scrive:
    Non sono d'accordo con l'articolo
    A Cuba ci sono stato e mi sono riuscito tranquillamente a connettermi a siti italiani quali libero e yahoo italia, quindi non dei siti controllati dal governo cubano.
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    cosa c'entra il governo di cuba con il che cmq?lui era un guerrigliero, non un politicazzo come fidel.non penso che approverebbe e se lo facesse che si fottesse.
  • Anonimo scrive:
    9 --
  • Anonimo scrive:
    Ragazzi dai...
    ... ma quanto volete che gli resti ancora? Qualche mesetto e poi la vedremo davvero una bella revolucion del pueblo unido e caramarcarsido!   ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Dubbi mai?
    - Scritto da: Anonimo


    Perche' non chiedi invece "E allora perche'

    quella dittatura? Non dovrebbe esserci

    l'autodeterminazione dei popoli? "



    Perche' ti viene in mente l'autodeterminazione

    dei popoli in merito all'embargo e non inmerito
    a

    50 anni di dittatura comunista di Fidel?

    E poi ci inviti a riflettere con "onestà

    intellettuale". Forse perche' la tua e' finita.



    Per certa gente il nemico e' sempre e solo

    l'America e il problema di Cuba e' l'embargo,
    non

    Castro. Non importa quante persone abbia fatto

    uccidere e incarcerare e vivere in poverta'. Le

    vittime di Castro non sono importanti, lui non
    e'

    il nemico, lui ha fatto gli ospedali.
    Guarda che sei tu ad essere partito prevenutoTi sbagli, io sto cercando di vedere tutti (e non solo due, caro mio anti-binario) i sistemi mantenendomii equamente distante
    io
    le cose che dici le davo per scontateIn un panegirico su Cuba che ha i belli ospedali e un embargo malvagio, davi per scontato che castro e' un dittatore?Allora diamo per scontato che Stalin era un massacratore e parliamo dei bei concerti che si facevano quando c'era lui al potere. era quella
    l'onestà intellettuale di cui parlavo, cercare di
    vedere i 2 sistemi mantenendosi equamente
    distanti da entrambiAllora per essere equilibrato, non dare per scontato, parlane, hai detto delle cose buone di Cuba, poi elenca le cose cattive DI CUBA e non le cose cattive degli USA.
    stavo sottolineando che non
    si puo' fare il solito discorso "Castro è il
    male" senza aver visto lo stesso male anche in
    altre cose, quindi ti dico se fai sparire Castro
    con la bacchetta magica che succede? "Esporti" la
    democrazia con un governo controrivoluzionario?Quindi secondo te l'alternativa a una ditattura totalitaria e' (solo e soltanto) un protettorato USA e quindi biasimevole a priori e poco ti importa di fatto dei diritti civili degli abitanti.
    Per quanto riguarda le tue affermazioni sulle mie
    "basi storiche", beh penso che si commenti da
    sola questa tua frase comunque ti dico di stare
    attento ad esprimere giudizi affrettati sulla
    preparazione degli altri, non sai mai chi hai
    davanti.Tu non mi dici un bel nulla.Quello che hai detto ti qualifica. Pensare che l'embargo ci sia perche' Cuba non rispetta i diritti umani e poi fare le deduzioni da sedicenne "e allora perche' non altrove" vuol dire che non sai perche' e' sorto l'embargo.
    Senza embargo Castro non avrebbe nessuna scusa
    davanti ai CubaniSi inventerebbe un nuovo nemico come fanno tutti i dittatori.
    e probabilmente si sarebbero
    già rivoltati,Quindi se a Cuba c'e' da 50 anni la dittatura non e' perche' Castro non permette le elezioni, ma perche' c'e' l'embargo. Quindi se non c'e' una sollevazione contro Castro non e' perche' la polizia politica perseguita l'opposizione ma perche' c'e' l'embargo.Permettimi un giudizio emotivo: :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D :D
    questo è l'autodeterminazione dei
    popoli.No queste sono puerili fantasie di fantapolitica.A bloccare l'autodeterminazione del popolo cubano e' Castro con la sua polizia, le carceri, la propaganda e il suo potere assoluto su milioni di persone.
    Comunque se guardi i documenti non più secretati
    presenti alla bibblioteca del congresso degli
    Stati Uniti
    scopri molte cose interessanti riguardanti la
    politica estera degli Usa svolta organizzando
    squadre paramilitari atte a rovesciare governi
    democraticamente eletti in tutto il Sud America
    nei decenni passati.E' noto che purtroppo gli USA sono un paese molto aggressivo, "imperialista", come si dice.Pero' non credo che le cattive azioni americane o di altri possano giustificare di un grammo il comportamento di Castro verso l'opposizione, la mancanza di libere elezioni e la negazione di liberta' civili.Altrimenti giustifichiamo il ladro perche' c'e' il rapitore e viceversa.
    11 settembre 1973
    Colpo di stato in Cile fatto con l'appoggio del
    governo americano, un presidente (Allende) come
    dici tu democraticamente eletto ma scomodo per
    gli interessi nazionali UsaEccoci qui, si parla di Casto e di liberta' negate e tu ci parli di delitti USA.Perche' mi elenchi i delitti USA? Perche' allora non mi elenchi i delitti della Cina o dei serbi o degli Ibo in Nigeria? Parliamo anche del colonialismo sovietico e di quello francese.Sei il solito robot che quando si dice "A Cuba c'e' una dittaura" risponde "eh, ma gli USA sono malvagi"."E che c'entra?" "E' per essere equilibrati"E si glissa su Cuba (si da per scontato non serve dire) e si parla di USA, su cui non si sa per scontato niente ma allora per ragion di logica sarebbero da elencare tutti i malvagi, ma ovviamente per faziosita' no - altro che equilibrio.Ed infatti tu concludi il tuo messaggio qui parlandoci in dettaglio della malvagita' USA.Com'e' che i delitti di Castro che dico io non serve dirli:
    io le cose che dici le davo per scontate
    era quella
    l'onestà intellettuale di cui parlavo, cercare di
    vedere i 2 sistemi mantenendosi equamente
    distanti da entrambiSicuramente stai fallendo miseramente nei tuoi intenti di prammatica, perche' dai per scontati i delitti di Castro ma ci elenchi con dovizia quelli USA.Dov'e' la tua equidistanza?La prossima volta astieniti di parlarci di onesta' intellettuale. Non sai cosa sia.
    Ciao so "tutto io"Tutto no, ma piu' di te sicuramente.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ossessione Fidel Castro (1)
    - Scritto da: Anonimo
    dichiara di essere in sciopero
    della fame in quanto il governo cubano gli
    avrebbe vietato l’accesso al web cosa, che di
    fatto, gli impedirebbe l’esercizio della propria
    professione. Allora parliamo della foto in cui il
    Farinas parla tranquillamente al cellulare.
    La domanda a questo punto sorge spontaneaPiu' che la domanda, ti sporge spontanea una stupidaggine.Eccola.
    non
    potrebbe dettare i propri articoli via telefono,
    tecnica tra l’altro usata da moltissimi
    giornalisti in tutto il mondo?Ma ti pare uguale? E se volesse avere accesso al web? Detta l'URL al telefono e si fa leggere tutto?Non potrebbe Castro levarsi dai piedi e Cuba avere libere elezioni democratiche ed eleggere un governo che garantisca a tutti le liberta' civili di espressione, libera circolazione e di voto?Dai non difendere chi non e' difendibile, come un ditattore totalitario assassino. Senno' dobbiamo pensare che sei una persona schifosa.
  • Anonimo scrive:
    Re: Dubbi mai?

    Perche' non chiedi invece "E allora perche'
    quella dittatura? Non dovrebbe esserci
    l'autodeterminazione dei popoli? "

    Perche' ti viene in mente l'autodeterminazione
    dei popoli in merito all'embargo e non inmerito a
    50 anni di dittatura comunista di Fidel?
    E poi ci inviti a riflettere con "onestà
    intellettuale". Forse perche' la tua e' finita.

    Per certa gente il nemico e' sempre e solo
    l'America e il problema di Cuba e' l'embargo, non
    Castro. Non importa quante persone abbia fatto
    uccidere e incarcerare e vivere in poverta'. Le
    vittime di Castro non sono importanti, lui non e'
    il nemico, lui ha fatto gli ospedali.
    Guarda che sei tu ad essere partito prevenuto, io le cose che dici le davo per scontate, era quella l'onestà intellettuale di cui parlavo, cercare di vedere i 2 sistemi mantenendosi equamente distanti da entrambi, stavo sottolineando che non si puo' fare il solito discorso "Castro è il male" senza aver visto lo stesso male anche in altre cose, quindi ti dico se fai sparire Castro con la bacchetta magica che succede? "Esporti" la democrazia con un governo controrivoluzionario?Per quanto riguarda le tue affermazioni sulle mie "basi storiche", beh penso che si commenti da sola questa tua frase, comunque ti dico di stare attento ad esprimere giudizi affrettati sulla preparazione degli altri, non sai mai chi hai davanti. Senza embargo Castro non avrebbe nessuna scusa davanti ai Cubani e probabilmente si sarebbero già rivoltati, questo è l'autodeterminazione dei popoli.Comunque se guardi i documenti non più secretati presenti alla bibblioteca del congresso degli Stati Unitiscopri molte cose interessanti riguardanti la politica estera degli Usa svolta organizzando squadre paramilitari atte a rovesciare governi democraticamente eletti in tutto il Sud America nei decenni passati.11 settembre 1973Colpo di stato in Cile fatto con l'appoggio del governo americano, un presidente (Allende) come dici tu democraticamente eletto ma scomodo per gli interessi nazionali Usa (perchè non voleva regalare le risorse del suo paese alle aziendone americane) quindi tranquillamente "rimosso" e sostituito da un democraticissimo governo militare fascista con a capo Pinochet.Penso che se cerchi su qualche libro troverai dei racconti che ti spiegheranno meglio il seguito, magari cerca qualcosa sulle madri e le nonne de plaza de Majo.Ciao so "tutto io"ciao
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ossessione Fidel Castro (3)
    - Scritto da: Anonimo
    Ma che cosa è che non vi va giù?Le dittature.
    Che cosa è che
    non perdonate al popolo cubano?Nulla solo al dittatore Fidel e alla sua cricca
    Che cosa è che
    non riuscite a digerire di questa nazione?La dittatura.
    La
    verità è che Cuba rappresenta un esempio per
    tutti i popoli oppressi soprattutto nell’America
    Latina che ora comincia davvero ad affrancarsi
    dall’oppressore nordamericano.Se questa dittatura e' un esempio, allora un paese con libere elezioni dev'essere Utopia.
    Non riuscite a
    perdonare a Cuba di essere ancora lì, persino
    dopo il crollo dell’Impero sovietico.Che c'e' da perdonare, mica e' una colpa.
    Pure
    malconcia continua a resistere, a rivendicare la
    propria indipendenza, a ribadire il proprio
    diritto a sottrarsi allo sfruttamento
    dell’occidente e a sciegliere autonomamente la
    propria via.Dato che non ci sono libere elezioni, piu' Cuba come paese e' Castro a scegliere cosa fare.
    È proprio questo che non perdonate a
    Fidel Castro: essere una persona che insieme al
    proprio popolo, con intelligenza straordinaria e
    abnegazione incredibile, ha ridato dignità al
    popolo cubano.Eh si noi siamo cosi' invidiosi e malvagi che rimproveriamo proprio questo a Castro, di essere cosi' magnifico e di avere il sostegno di tutti (ma le balle di propaganda te le bevi a dosi da elefante?).Che intelligenza che ha Castro. Ecco perche' incarcera l'opposizione con straordinaria abnegazione, perche' vuole ridare dignità al popolo cubano.
    Non permettetevi di parlare a nome
    del popolo cubano perché voi non lo
    rappresentateBe e tu allora? Ci dici che Castro ha fatto tutto "insieme al proprio popolo". Come ti permetti, tu non rappresenti il popolo cubano.E nemmeno Castro se per questo, visto non e' stato mai eletto regolarmente e non si puo' deporre come si fa nei paesi civili.
    come non lo rappresentano i
    cosidetti “dissidenti” comprati a suon di dollari
    dalla SINA nella persona di James Cason (ora
    trasferito in Paraguay).Noi non ci possiamo permettere di parlare in nome del popolo cubano ma tu ti puoi permettere di sputtanare l'opposizone castrista con questo fango vero?
    I cubani si ricordano
    molto bene il nostro amico Fulgencio Batista,
    conoscono bene i vari Rios Montt, Augusto
    Pinochet, Videla, Fujimori, ecc.Anche noi ci ricordiamo di Hitler, Mussolini, Stalin e Castro.
    Non ho mai
    sentito “giornalisti” gridare per la difesa dei
    diritti umani in un’America Latina dilaniata dai
    gorilla addestrati nei campi militari Usa (vedi
    Fort Benning).Forse perche' chi e' sordo non vuole sentire.
    Cuba pur appartenendo al terzo mondo garantisce
    ai propri cittadini, nonostante l’embargo e le
    aggressioni, servizi sociali da primo mondo,TIpo il voto?
    molto spesso persino meglio. Sì, perché difendere
    i diritti umani significa, dare un tetto ai
    propri cittadini, assicurargli l’assitenza
    sanitaria, l’istruzione, il diritto all’arte.Se e' cosi' bravo e garantista, perche' allora Castro non allarga questi magnifici diritti anche al voto e al giusto processo e alla libera opposizione? Dov'è il diritto alla liberta' di espressione?
    Cuba ha una mortalità infantile inferione a
    quella degli Stati Uniti.Di 0.17 punti circa (6.33 morti su 1000 vivi contro 6.5 in USA). In compenso per ottenere questo per 50 anni i cubani hanno avuto una dittatura.
    Questi sono i diritti
    umani.Si, 50 anni di dittatura per un misero 0.17 punti sono una vera violazione considerando che si possono ottenere risultati migliori o anche semplicemente pari con una democrazia.
    La violazione dei diritti umani contro il
    popolo cubano viene dagli Stati unitiNo bello, non diamo la colpa agli USA delle nefandezze di Castro.
    che
    continuano a praticare un blocco economico
    criminale (tra le altre cose).Ed ecco che se a Cuba non ci sono diritti civili, la colpa e' dell'embargo. Castro e' un santo e viene assolto.Si noti che l'embargo USA non vuol dire che Cuba non commerci con altre nazioni.
    I media “liberi”
    che non perdono occasione per attaccare Cuba
    dimostrano continue amnesie quando ogni anno
    l’ONU condanna il criminale embargo contro Cuba
    votato all’unanimità con la contrarietà dei
    soliti Usa, Israele e Isole Marshall. L'ONU condanna anche Cuba per la situazione dei diritti umani violati. Questo tu che sai tante cose dovresti saperlo. Allora, questa ONU e' composta da scemi visto che...
    Prima del
    vu.vu.vu vengono i diritti fondamentali e Cuba
    questi li assicura al proprio popoloMa se e' composta da scemi, allora perche condannano anche l'embargo?
    cosa che
    quasi tutti gli altri paesi del pianeta non
    fanno.Questa e' una sparata che ti costa in credibilita' piu' di tutto il resto delle scemenze che hai scritto.
    La perla giornalistica poi viene da
    Puntoinformatico il quale come fonte riporta il
    Dipartimento di Stato americano lo stesso ente
    che usa qualsiasi mezzo per riappropriarsi
    dell’isola.PI riporta anche la difesa di Castro. Perche' PI e' equilibrato, ma tu non puoi notarlo perche' sei accecato dal tuo fanatismo.Probabilmente per te PI doveva rivolgersi eslusivamente alla propaganda castrista, allora avresti esultato osannando PI come un baluardo della liberta'.Pero' la notizia non ci sarebbe stata. Diguno? Chi? Nessuno ha nulla da protestare qui.
    Questo sito partecipa a questa
    meschina campagnaNon hai notato che prende parola anche Castro e che fai? Insulti la redazione, nella tua pochezza.
    e non si rende conto di
    rendersi ridicolo portando come fonte un ente
    nordamericanoMa riporta anche le parole di Castro! Abbacinato fanatico, rileggi!
    che ha fatto dell’aggressione
    militare e della menzogna il proprio segno
    distintivo. Vergognatevi!Quel Castro che ha fatto del totalitarismo assassino e liberticida il proprio segno distintivo.Ti scriverei a mia volta vergognati, ma non credo che tu ne sia in grado.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ossessione Fidel Castro (3)
    - Scritto da: Anonimo
    Come vi rode per l'intervento "L'ossessione Fidel
    Castro". Mi sa che sto tale ha colto nel segno.Dell'intervento in questione non ci si rode.Piu' che da rodersi, c'e' molto da ridersi.
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    Per esempio?

    Jan Palach ti dice qualcosa?I martiri sono sempre martiri.Comunque puoi leggerla sinistra o destra ma la DITTATURA e' sempre DITTATURA.
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Enzo4510



    - Scritto da: EdGreen


    Cuba è una dittatura e Fidel Castro è furbo


    nell'usare ed enfatizzare la propaganda


    anti-imperialista, in modo da tenere in piedi
    il


    regime e compattare la popolazione sotto di


    lui.Solito giochetto: il nemico esterno
    compatta


    il fronte interno, limitando il dissenso.I

    poteri


    dell'occidente stanno facendo lo stesso con
    noi,


    usando come nemico l'islam...



    Veramente è da sempre che i paesi islamici
    stanno

    facendo la stessa cosa indicando come nemico l'

    occidente, basta vedere la strumentalizzazione

    della questione palestinese.

    ognuno vede il PROPRIO fronteE' ovvio, come le venderebbero le armi se no?Ingenuo.
  • abbasso scrive:
    Re: L'ossessione Fidel Castro (3)
    - Scritto da: Anonimo
    dopo il crollo dell?Impero sovietico. Pure
    malconcia continua a resistere, a rivendicare la
    propria indipendenza, a ribadire il proprio
    diritto a sottrarsi allo sfruttamento
    dell?occidente e a sciegliere autonomamente la
    propria via. È proprio questo che non perdonate aC'è una sola industria attiva a Cuba e per definirla la parola "sfruttamento" è più che adatta.
  • abbasso scrive:
    Re: Ho dubbi anch'io!
    - Scritto da: Anonimo

    Con le leggi Gasparri si è consolidato il
    monopolio Telecom e si è bloccato il WiFi giusto
    per permettere a Telecom di portarsi avanti con
    la sua infrastruttura Wireless.Ahahaha adesso Berlusconi farorirebbe la Telecom di Tronchetti Provera, quell'azienda REGALATA da D'Alema ai suoi amichetti. Ma fammi il piacere e cerca di essere almeno coerente nel tuo lavoro di lanciatore di m...a.
  • abbasso scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: Anonimo

    (e comunque, per ora, è sempre colpa degli USA,
    anche se c'è brutto tempo:"Piove, America
    Ladra!")No scusa, se piove è colpa di Berlusconi. E' quando grandina che è colpa degli USA.
  • abbasso scrive:
    Re: Dubbi mai?
    L'unico dubbio che ho è su qaunte canne ti sei fatto prima di sparare tutte quelle cazzate...Cuba è indietro cento anni rispetto al resto del mondo, nonostante quello che dicono i vari funzionari di partito addetti alla propaganda.
  • Anonimo scrive:
    Re: Dubbi mai?
    - Scritto da: Anonimo
    Prima di dire tutto il male possibile vi chiedo:
    quanti altri paesi del Sud America hanno centri
    di ricerca biotecnologica così avanzati da
    riuscire a sintetizzare farmaci che 40 anni di
    embargo non permettono di far arrivare e
    distribuirli a tutti (non solo a chi ha i soldi)?
    quanti altri paesi ad economia capitalista del
    sud america (uruguay, peù, cile, hondura, ecc)
    hanno un livello di assistenza medica gratuita e
    garantita a tutti?
    E il livello scolastico gratuito elevatissimo in
    quanti altri paesi del Sud America lo
    riscontrate?
    E' vero, a Cuba c'e' malcontento, se ti allontani
    dai centri turistici si sente, ma perchè
    quell'embargo? Non dovrebbe esserci
    l'autodeterminazione dei popoli? Solo perchè
    prima con la dittatura di Batista Cuba era il
    bordello degli Usa e le grandi aziende facevano
    quello che volevano (come nel resto dellAmerica
    Latina)?
    Cuba non rispetta i diritti umani? Ok, allora
    embargo per tutti i paesi che non rispettano i
    diritti umani!
    Come dici? Perchè non c'è libertà di espressione?
    Forse, allora applichiamo l'embargo in tutti i
    paesi in cui non c'è libertà d'espressione, se
    non si fa così però mi viene da pensare che il
    motivo sia un'altro, e cioè che non si voglia far
    venire a nessun il dubbio che altri sistemi di
    organizzazione sociale (e sottolineo altri,
    perchè altri ne potrebbero essere ideati)
    potrebbere essere realizzati.

    Riflettere con calma ed onestà intellettuale fa
    vedere le cose anche nelle sfumature, la realta
    non è binaria, è analogica.La realta' non è binaria, è analogica, purtroppo pero' sulle mille sfumature alcuni considerano importanti certi aspetti, altri, altre.Siamo tutti d'accordo penso nel considerare Cuba e la direzione di Castro come non totalmente negativa e malvagia, anche nella Germania nazista non sono mancati aspetti positivi.Quindi intitolare il tuo post "Dubbi mai?" ci fa chiedere se tu ne hai, sulla esclusivita' della tua intelligenza rispetto al resto del mondo.Sei convinto che siamo tutti binari?Perche' possiamo dire tutto quello che c'e' di buono sugli ospedali cubani, ma non credo che questo compensi il fatto che Castro e' al governo dal 1959 senza libere elezioni, e meno male che ha instaurato il Governo del Popolo!!! Magari i cubani oltre a buoni ospedali vorrebbero eleggere il proprio capo di stato.Poi c'e' la questione dell'embargo. Si Cuba e' stata brava a realizzare quello che ha realizzato nonostante l'embargo (ma non dimentichiamo che l'embargo non e' da parte di tutti i paesi della terra).Sappiamo anche che l'embargo e' una faccenda politica e non c'entrano nulla i diritti umani, non sono mai c'entrati. L'embargo inizio' e continua perche' la politica di Castro e quella americana sono reciprocamente ostili.Quindi dirci:
    Cuba non rispetta i diritti umani? Ok, allora
    embargo per tutti i paesi che non rispettano i
    diritti umani!vuol dire che non hai studiato la storia dei rapporti tra i due paesi e i motivi che portarono all'embargo.Si comprende quindi che mancando delle basi storiche, arrivi lo sfogo dietrolgico: l'embargo viene fatto solo su Cuba perche' non si vuole "far venire a nessun il dubbio che altri sistemi di organizzazione sociale (e sottolineo altri, perchè altri ne potrebbero essere ideati) potrebbere essere realizzati"E che venga fatto solo su Cuba per motivi politici no?Io credo che diverse generazioni di amministrazioni americane alla casa bianca dalgli anni 60 ad oggi non siano state tutte cosi' stupide da pensare di convincere che non esistano altri sistemi sociali con un embargo.E' palese, era palese prima e sara' palese sempre che esitono altri sistemi di organizzazione sociale.Pensiamo ai sistemi di casta indiani, alle monarchie europee, presenti e passate, alle organizzazioni sociali tribali, alle oligarchie e alle teocrazie.Tu potresti negarlo con un embargo?Queste tue posizioni apparentemente equilibrate ma tutto sommato semplicistiche e di parte rendono un po' debole il tuo invito
    Riflettere con calma ed onestà intellettualeRiflettiamo si, per questo non ci piace la dittatura castrista. Riflettiamo e troviamo dozzine di marionette che quando gli si dice "Cuba e' una dittatura con un capo di stato assassino" rispondono "eh ma hanno buoni ospedali" come i fascisti parlano bene di Mussolini perche' ha fatto gli acquedotti.E poi girano la frittata "il male di Cuba e' l'embargo" e via a parlare dell'America.
    ma perchè
    quell'embargo? Non dovrebbe esserci
    l'autodeterminazione dei popoli? Perche' non chiedi invece "E allora perche' quella dittatura? Non dovrebbe esserci l'autodeterminazione dei popoli? "Perche' ti viene in mente l'autodeterminazione dei popoli in merito all'embargo e non inmerito a 50 anni di dittatura comunista di Fidel?E poi ci inviti a riflettere con "onestà intellettuale". Forse perche' la tua e' finita.Per certa gente il nemico e' sempre e solo l'America e il problema di Cuba e' l'embargo, non Castro. Non importa quante persone abbia fatto uccidere e incarcerare e vivere in poverta'. Le vittime di Castro non sono importanti, lui non e' il nemico, lui ha fatto gli ospedali.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho dubbi anch'io!
    - Scritto da: Anonimo

    Le pratiche sono più lunghe se un cittadino vuol
    agire contro un'azienda che gli ha fatto un
    torto. La pratica è più lunga e prevede due
    passaggi prima di andare da un Giudice di Pace.Da una parte accusate che si tolgono passaggi presso la magistratura con le leggi, dall'altra per quelle in cui con i sindacati eravate abituati a fregare le aziende facendo i furbi vi rompe dover passare per più controlli prima di veder riconosciuta la validità della richiesta. Ehhh.
    Una costante ed inesorabile erosione della
    privacy.Ma che dici ? Ma se c'è pure l'ignobile legge sulla privacy dell' UE che Berlusconi non ha avuto il coraggio di abrogare per non andare contro l' UE stessa?? Ma che blateri ? Andrebbe abrogata, questo sì. La privacy serve come scusa per intrallazzi e ruberie.
    Un aumento dello spaccio di droghe pesanti perché
    equiparando lo spinello all'erona gli spacciatori
    a parità di rischi preferiranno vendere ciò che
    frutta di più.Ma guarda che giri che fai per giustificare le droghe, ingiustificabili. Senza repressione massiccia, e la legge Fini è così morbida che di massiccio ha ben poco, non c'è modo di impedire alla popolazione di essere piena di psicotici sotto effetto di droghe. "tanto è uno spinello" "non fa male" , nooo.. per carità ! E' pieno di gente che non capisce niente "perchè si droga libera" , come vuole la sinistra, inclusi quelli di Chiesa quali Franceschini della Margherita che l'altro giorno in Tv su Rai2 decantava quanto fossero belle le droghe.... siamo alla pazzia totale.
    Un Italia piena di immigrati delinquenti, ma li
    do la colpa alle ingerenze della chiesa e al
    buonismo diffuso di questa nazione.Dovresti dar la colpa alla sinistra che tanto decanti che ne vuole far entrare ancora di più di persone senza alcun controllo reale come era prima, per sfruttarli e metterli nelle varie Coop "solidali" ed associazioni di volontariato e così via...
    Quindi in definitiva io da un governo di destra
    ci vedo vantaggi solo per chi ne fa parte e
    inculate per il resto della popolazione.Se tu vedi solo quello che ti viene detto di vedere e ripeti la propaganda anti-Berlusconi di partito, come poter pensare che tu possa vedere le cose per quello che sono realmente ?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho dubbi anch'io!
    - Scritto da: Anonimo


    Spagna e Germania hanno comunque avuto una
    crescita economica superiore a quella dell'Italia
    che sta a zero.La Spagna quando c'era Aznar, adesso inizia la crisi con Zapatero, ci sono già i primi segnali. La Germania superiore non direi proprio, hanno avuto dati in negativo, decine di migliaia di posti di lavoro persi in favore di una delocalizzazione in oriente.
    Perché non guardi come sono aumentate le imposte
    di bollo sui passaggi di proprietà?

    E tutte le leggi ad personam?

    Ne elenchiamo qualcuna e quanti soldi hanno
    fruttato a Berluschino e le sue aziende?E vai di propaganda di partito di sinistra. Ma quali leggi ad personam del cavolo ? La magistratura fa schifo per tutti gli italiani, anche quei fessi che votano a sinistra e che poi se si ritrovano in mezzo a guai giudiziari di qualsiasi tipo devono andare a chiedere aiuto a sindacati e partiti di sinistra per avere un trattamento riservato e sperare di uscirne prima.... Se le aziende di Berlusconi fossero state verso il fallimento ora tu staresti qui ad accusarlo di essere un imprenditore mediocre che mette in crisi le famiglie dei dipendenti, ecco cosa faresti, ovviamente contento del fatto se fosse in bancarotta...
    Con le leggi Gasparri si è consolidato il
    monopolio Telecom e si è bloccato il WiFi giusto
    per permettere a Telecom di portarsi avanti con
    la sua infrastruttura Wireless.Ma che dici ?
    Sempre grazie a Gasparri si è salvato Rete4 così
    il nano continua ad avere ben 4 tv nazionali e
    solo Rete4 aggiunge 1,2-1,4 milioni di euro
    l'anno di introiti pubblicitari.I canali Mediaset su analogico sono 3. Con il digitale terrestre non c'è più il problema di prima, c'è spazio per tutti. Perchè i tuoi idoli di sinistra come Montezemolo, Della Valle, quelli delle Coop, Telecom stessa, perchè non prendono e fanno concorrenza reale rischiando di tasca propria per attirare pubblicità investendo davvero nella televisione anzichè attendere aiuti statali ed espropri proletari dell'avversario politico, eh ?
    Si è fatto concedere dal Governo un appalto
    (senza asta) per fare usare a Banca Mediolanum
    tutti gli sportelli di Poste Italiane. Ci
    risparmia 1 miliardo di euro l'anno di
    commissioni delle altre banche.Questo dove l'avresti letto ? Te lo hanno detto quelli della cellula di zona del tuo partito ?
    Ha speso per spot elettorali e ministeriali sulle
    sue televisioni oltre 9 milioni di euro, contro
    1,5 milioni che ne spendeva il governo di
    sinistra in precedenza.E che vorrebbe provare ? Che conti sarebbero ? La proprietà è sua per il 30% del gruppo, vuoi negargli il diritto di usare ciò che possiede.. bel senso di libertà e democrazia ! Ma perchè si deve vergognare di possedere delle aziende, eh ? Classisti e razzisti, perfetti comunisti '68ini che siete. Ma sempre pronti a dare tutto e di più ai vostri amichetti quali Telecom, Montezemolo, Della Valle, Coop....
    Sono imprecisati i guadagni dei suoi istituti
    finaziari e assicurativi dalla nuova legge sulla
    previdenza.

    Ha ovviamente risparmiato dalle tasse ridotte ai
    redditi più alti, e anche nelle imposte di
    successione quando dovrà lasciare tutto ai figli.Ed allora ? Dove sta il problema ? Non sono aziende come le altre ? Non sono cittadini come gli altri ? Le leggi sono per tutti gli italiani, tanto è che anche le Coop ne hanno usufruito.
    Anche la sua famiglia si è buttata nel campo
    della fornitura di decoder DTT per usufruire dei
    finanziamenti pubblici. Ricordiamoci che ognuno
    di noi ha messo 7,8 euro delle sue tasse per
    permettere a Mediaset di vendersi i programmi con
    le carte premium.Ma quante idiozie. Amstrad ha una quota di mercato dei decoder di quanto ? 2 o 3% ? Ma per favore !
    Poi ci sono i decreti salva-calcio di cui ha
    usufruito anche il Milan. Le plusvalenze della
    legge Tremonti."anche" ... appunto... che è, Berlusconi si deve suicidare e distruggere tutte le sue aziende, deve scomparire per evitare di poter trarre qualsiasi vantaggio da leggi che sono per tutti i cittadini ? Non siamo in una dittatura, siamo in democrazia e le leggi sono per tutti. Il dire "legge ad personam" è di suo ridicolo, siete patetici voi di sinistra, assolutamente patetici.
    In compeso ci troviamo:

    una ragazzina che rischia la galera se scarica un
    filmetto dal P2P.Sai bene che la legge Urbani non è passata, Urbani è stato sbattuto fuori. Le leggi contro lo scambio senza fini di lucro le hanno iniziate le sinistre dagli USA partendo con Clinton ed il DMCA, ha fatto seguito l' UE con molte leggi, norme e regolamenti nati durante il governo D'Alema che ha pure trasformato i siti web in giornali....
    Le tasse sui supporti di archiviazione.Ancora, ci sono in tutta l' UE, la sinistra non si è opposta, anzi! Tanto è che poi la maggioranza di queste leggi gli stessi Verdi le hanno fatte proprie e le vogliono riproporre con misure ancora più aspre, pensa te da che pulpito viene la predica, da quelli che per primi sono desiderosi di aggiungere tasse, burocrazia e leggi repressive per le stupidaggini al fine di proteggere i potentati economici di associazioni di avvocati di sinistra quali la SIAE.
    Il rischio di avere sequestrata la moto e venduta
    all'asta se abbiamo anche solo una postura di
    guida caricata in avanti e tiriamo fuori il
    ginocchio in curva, perché rappresenta lo stile
    di guida da corsa quindi significa che stiamo
    facendo una gara su strada.
    E lo stesso ci fanno se togliamo dal manubrio una
    mano per grattarci un prurito al culo.Allora vai, avanti, fai un bell'incidente, facciamo ammazzare tutti perchè devi grattarti e quindi vuoi guidare come un ubriaco e schiantarti contro un'auto, un motorino o la vetrina di un negozio o altro... Devi essere libero di ucciderti e di uccidere senza nessun controllo, eh!
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: Anonimo
    Per esempio?Jan Palach ti dice qualcosa?
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: Anonimo
    Guardate che Cuba è MORTA, ed è iniziata a morire
    dalla dissoluzione dell'Unione Sovietica. Ho dei
    parenti cubani, e sul satellite si vede
    continuamente quel rimbambito di Fidel che ogni
    giorno dice qualche s******ta...Premesso che quanto affermato è vero (purtroppo), ti faccio notare la tua risposta non c'entra un fico secco con la domanda a cui hai replicato... Si stava parlando di Che Guevara :s
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: Enzo4510
    Morire per degli ideali?
    Lo hanno fatto in moltissimi e per ideali
    migliori di quelli del Che.Per esempio?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho dubbi anch'io!
    - Scritto da: Anonimo

    alle imposte indirette di chi è più povero Basti

    pensare all'aumento delle tasse sui passaggi di

    proprietà delle automobili. Un ricco la compra

    quasi sempre nuova si trova meno tasse e quindi

    più soldi da spendere. Un povero che non può

    permettersela nuova, se compra un'auto usata si

    ritrova maggiori tasse sul passaggio di
    proprietà

    (che nel 90% dei casi paga l'acquirente).

    Ma che marea di idiozie e falsità che dici pur di
    voler spingere la gente nell'inferno di un
    governo di sinistra con tutti i danni che
    causerebbe all' Italia, uguali o peggiori di
    quelli in Spagna e Germania, ma probabilmente
    peggiori.Spagna e Germania hanno comunque avuto una crescita economica superiore a quella dell'Italia che sta a zero.Perché non guardi come sono aumentate le imposte di bollo sui passaggi di proprietà?E tutte le leggi ad personam?Ne elenchiamo qualcuna e quanti soldi hanno fruttato a Berluschino e le sue aziende?Con le leggi Gasparri si è consolidato il monopolio Telecom e si è bloccato il WiFi giusto per permettere a Telecom di portarsi avanti con la sua infrastruttura Wireless.Sempre grazie a Gasparri si è salvato Rete4 così il nano continua ad avere ben 4 tv nazionali e solo Rete4 aggiunge 1,2-1,4 milioni di euro l'anno di introiti pubblicitari.Si è fatto concedere dal Governo un appalto (senza asta) per fare usare a Banca Mediolanum tutti gli sportelli di Poste Italiane. Ci risparmia 1 miliardo di euro l'anno di commissioni delle altre banche.Ha speso per spot elettorali e ministeriali sulle sue televisioni oltre 9 milioni di euro, contro 1,5 milioni che ne spendeva il governo di sinistra in precedenza.Sono imprecisati i guadagni dei suoi istituti finaziari e assicurativi dalla nuova legge sulla previdenza.Ha ovviamente risparmiato dalle tasse ridotte ai redditi più alti, e anche nelle imposte di successione quando dovrà lasciare tutto ai figli.Anche la sua famiglia si è buttata nel campo della fornitura di decoder DTT per usufruire dei finanziamenti pubblici. Ricordiamoci che ognuno di noi ha messo 7,8 euro delle sue tasse per permettere a Mediaset di vendersi i programmi con le carte premium.Poi ci sono i decreti salva-calcio di cui ha usufruito anche il Milan. Le plusvalenze della legge Tremonti.In compeso ci troviamo:una ragazzina che rischia la galera se scarica un filmetto dal P2P.Le tasse sui supporti di archiviazione.Il rischio di avere sequestrata la moto e venduta all'asta se abbiamo anche solo una postura di guida caricata in avanti e tiriamo fuori il ginocchio in curva, perché rappresenta lo stile di guida da corsa quindi significa che stiamo facendo una gara su strada.E lo stesso ci fanno se togliamo dal manubrio una mano per grattarci un prurito al culo.Le pratiche sono più lunghe se un cittadino vuol agire contro un'azienda che gli ha fatto un torto. La pratica è più lunga e prevede due passaggi prima di andare da un Giudice di Pace.Una costante ed inesorabile erosione della privacy.Un aumento dello spaccio di droghe pesanti perché equiparando lo spinello all'erona gli spacciatori a parità di rischi preferiranno vendere ciò che frutta di più.Un Italia piena di immigrati delinquenti, ma li do la colpa alle ingerenze della chiesa e al buonismo diffuso di questa nazione.Quindi in definitiva io da un governo di destra ci vedo vantaggi solo per chi ne fa parte e inculate per il resto della popolazione.
  • Anonimo scrive:
    Uno sciopero della fame per "la libertà
    Il Corriere della Sera e Repubblica ne sanno più degli anticastristi cubani.Uno sciopero della fame per "la libertà a Cuba" di cui neanche gli anticastristi sono a conoscenza. O lo saranno nelle prossime ore?Il Corriere della Sera e la Repubblica di oggi riportano in evidenza e con l'ausilio di una fotografia obiettivamente inquietante che" Guillermo Farinas, psicologo, da 38 giorni non mangia per ottenere la possibilità di accedere liberamente ad internet: è grave" I due quotidiani aggiungono che "Il primo marzo, nel trentesimo giorno di sciopero, aveva annunciato che sarebbe andato avanti «fino alle ultime conseguenze». Niurbis Diaz, direttrice dell'agenzia indipendente Cubanapress per cui lavora Farinas, raccontava nei giorni scorsi che parenti e amici lo possono vedere solo per alcuni minuti, attraverso una parete di vetro".Una notizia così drammatica sulle pagine di due importante quotidiano italiano, dovrebbe in qualche modo risultare anche e soprattutto sui siti internet dei gruppi anticastristi. Ma da una ricognizione effettuata sui siti di tutte le agenzie "indipendenti" (incluso quello inesistente dell'agenzia citata dal Corriere della Sera e Repubblica, la Cubanapress), sia sugli altri siti anticastristi (es: Cubanet o Solidaridadconcuba, Payolibre ed altri), del lungo sciopero della fame di Guillermo Farinas (trenta giorni) non si parla affatto, nè sulle home page nè sulle pagine interne. Dunque sui principali siti anticastristi di questa vicenda non si sa nulla. Possibile che il Corriere della Sera e Repubblica ne sappiano di più di quanti operano a Cuba o a Miami? Oppure - ed è probabile - non sarà che il Corriere della Sera e la Repubblica i loro sponsor oltreoceano stanno indicando a quelli che agiscono a Cuba e Miami quello che dovranno fare nei prossimi giorni? E' un modo di fare informazione piuttosto curioso quello che informa senza che i protagonisti ne sappiano nulla. Del resto dopo la "gaffe" della falsa intervista di Battistini del Corriere alla Sera al dissidente Osvaldo Payà non ci può più meravigliare di nulla...quando parlano di Cuba i quotidiani e la gran parte dei giornalisti italiani riescono a dare il peggio di sè.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho dubbi anch'io!
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo


    (di esempi ce ne sono infiniti)...in Italia sta

    prendendo piede (basta vedere gli insulti che

    seguiranno questo post), il male è il cavaliere,

    scacciato il male vivremo con il doppio delle

    tasse, il doppio degli sprechi, più immigrati e

    più insicuri, ma saremo FELICI...il controllo

    delle masse è il primo passo per avere il potere

    e far credere alle masse di non essere

    Ma il cavaliere le ha già messe il doppio delle
    tasse. Le ha spostate dagli imponibili delle
    imposte dirette dei redditi alti e le ha spostate
    alle imposte indirette di chi è più povero Basti
    pensare all'aumento delle tasse sui passaggi di
    proprietà delle automobili. Un ricco la compra
    quasi sempre nuova si trova meno tasse e quindi
    più soldi da spendere. Un povero che non può
    permettersela nuova, se compra un'auto usata si
    ritrova maggiori tasse sul passaggio di proprietà
    (che nel 90% dei casi paga l'acquirente).Ma che marea di idiozie e falsità che dici pur di voler spingere la gente nell'inferno di un governo di sinistra con tutti i danni che causerebbe all' Italia, uguali o peggiori di quelli in Spagna e Germania, ma probabilmente peggiori.
    Per non parlare delle depenalizzazioni dei reati
    economici che spingono i vertici aziendali a
    valutare l'opportunità di truffe e falsi che
    nella maggior parte dei casi si riflettono sulla
    collettività dei risparmiatori...E certo che Parmalat, Unipol .. sono tutti fatti avvenuti per colpa di Berlusconi, eh ? Ma per favore !
    Io stesso sono stato vittima di queste
    possibilità date ai commercianti come il tenere i
    dipedenti a libro paga di una scatola vuota,
    un'azienda di un gruppo di S.p.A. che alla fin
    fine non fattura nulla e quindi possiede giusto
    cancelleria, computer e scrivanie. E in caso di
    licenziamento può non riconoscere un centesimo a
    nessuno dei lavoratori licenziati.Di aziende che si approfittano delle leggi ce ne sono ma non per nulla si schierano con quel Montezemolo di sinistra che sa solo pianger miseria e chiedere soldi allo Stato dopo aver preso per i fondelli la General Motors che gli ha sborsato soldi ed ora Ford...
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo siti approvati dallo stato?Come
    - Scritto da: Anonimo
    Non mi sembra una visione differente da quella
    dello stato italiano per i siti di scommesse
    all'estero...Vacci a vivere, chiedi asilo a Castro e diventa loro cittadino, poi vedi cosa significa. Puoi anche provare Nord Korea o paesi islamici o Cina... vivi con mano la realtà di quei posti, poi vediamo se ti piace così tanto essere cittadino lì e sarai ancora convinto che vivere lì sia come vivere qui.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ossessione Fidel Castro (3)
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    più che comico direi che è un imbe...

    o forse ha paura che la sparizione del regime a

    Cuba gli impedirà di andare ad usufruire di
    certi

    piaceri per cui l'isola è famosa.

    Personalmente ho copmosciuto molti cubani di qua

    e di là dall'oceano e non sono per niente

    contenti del regime.

    Se quel regime per cui è un esempio.... allora

    credo proprio non sappia nemmeno in che parte
    del

    mondo cuba si trova!!!!

    E' uno dei paesi più poveri dell'america latina
    e

    basta sputar per terra perchè cresca qualunque

    cosa... ma è tutto di Fidel...

    Campi di aranci ma non si raccolgono perchè
    tanto

    non si guadagna e così con moltre altre colture.

    Solo il tabacco e la produzione di sigari... ma

    il guadagno a chi va? ai padroni dell'azienda

    come nella tanto odiata america... solo che il

    padrone dell'azienda, indipendentemente

    dall'azienda, è uno solo....

    Intervento di tre messaggi semplicemente

    ridicolo!!!


    Come vi rode per l'intervento "L'ossessione Fidel
    Castro". Mi sa che sto tale ha colto nel segno.Ha colto nel segno in cosa ? Nell'essere l'ennesimo fanatico sinistroide pro-comunismo che se ne va in giro a voler far passare per paradisi dei paesi dittatoriali in cui la gente fa la fame ed è schiava di uno dei tanti dittatori comunisti psicopatici ?
  • gian_d scrive:
    Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
    - Scritto da: Santos-Dumont
    Senza faccine è difficile interpretare questa
    frase.Le faccine sono state volutamente rimosse per adattare il post ad un contesto di polivalenza: l'antiamericano può interpretarlo come un'appendice sarcastica in linea con il tuo post, il filoamericano può interpretarlo come una contrapposizione dialettica al tuo post.L'importante è fare contenti chiunque :D (ecco, adesso ce l'ho messa la faccina)
    A rigor di termini anche i cubani difendono
    l'interesse e la sicurezza nazionali, impedendo
    la diffusione di notizie menzognere e
    tendenziose. Come la mettiamo?Appoggiata al muro perché è senza cavalletto.Scherzi a parte, il tutto dipende dai postulati su cui si basa una tesi: una volta fissati i dogmi qualsiasi azione avviata da uno Stato è giustificabile con l'interesse e la sicurezza nazionale. Se accettiamo i postulati senza discuterli tutto il resto non fa una grinza. Il concetto d'interesse nazionale nel senso "americanista" del termine si basta su una serie di postulati che nessuno osa mettere in discussione. Al contrario il concetto d'interesse nazionale nel senso "cubanista" del termine si basa su postulati che sono messi in discussione.Ergo... Bush è nel giusto, Castro no [faccine rimosse]
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho dubbi anch'io!
    - Scritto da: Anonimo
    (di esempi ce ne sono infiniti)...in Italia sta
    prendendo piede (basta vedere gli insulti che
    seguiranno questo post), il male è il cavaliere,
    scacciato il male vivremo con il doppio delle
    tasse, il doppio degli sprechi, più immigrati e
    più insicuri, ma saremo FELICI...il controllo
    delle masse è il primo passo per avere il potere
    e far credere alle masse di non essereMa il cavaliere le ha già messe il doppio delle tasse. Le ha spostate dagli imponibili delle imposte dirette dei redditi alti e le ha spostate alle imposte indirette di chi è più povero Basti pensare all'aumento delle tasse sui passaggi di proprietà delle automobili. Un ricco la compra quasi sempre nuova si trova meno tasse e quindi più soldi da spendere. Un povero che non può permettersela nuova, se compra un'auto usata si ritrova maggiori tasse sul passaggio di proprietà (che nel 90% dei casi paga l'acquirente).Per non parlare delle depenalizzazioni dei reati economici che spingono i vertici aziendali a valutare l'opportunità di truffe e falsi che nella maggior parte dei casi si riflettono sulla collettività dei risparmiatori...Io stesso sono stato vittima di queste possibilità date ai commercianti come il tenere i dipedenti a libro paga di una scatola vuota, un'azienda di un gruppo di S.p.A. che alla fin fine non fattura nulla e quindi possiede giusto cancelleria, computer e scrivanie. E in caso di licenziamento può non riconoscere un centesimo a nessuno dei lavoratori licenziati.
  • Giacks3d scrive:
    Re: Dubbi mai?
    - Scritto da: Anonimo
    Prima di dire tutto il male possibile vi chiedo:
    quanti altri paesi del Sud America hanno centri
    di ricerca biotecnologica così avanzati da
    riuscire a sintetizzare farmaci che 40 anni di
    embargo non permettono di far arrivare e
    distribuirli a tutti (non solo a chi ha i soldi)?
    quanti altri paesi ad economia capitalista del
    sud america (uruguay, peù, cile, hondura, ecc)
    hanno un livello di assistenza medica gratuita e
    garantita a tutti?
    E il livello scolastico gratuito elevatissimo in
    quanti altri paesi del Sud America lo
    riscontrate?
    E' vero, a Cuba c'e' malcontento, se ti allontani
    dai centri turistici si sente, ma perchè
    quell'embargo? Non dovrebbe esserci
    l'autodeterminazione dei popoli? Solo perchè
    prima con la dittatura di Batista Cuba era il
    bordello degli Usa e le grandi aziende facevano
    quello che volevano (come nel resto dellAmerica
    Latina)?
    Cuba non rispetta i diritti umani? Ok, allora
    embargo per tutti i paesi che non rispettano i
    diritti umani!
    Come dici? Perchè non c'è libertà di espressione?
    Forse, allora applichiamo l'embargo in tutti i
    paesi in cui non c'è libertà d'espressione, se
    non si fa così però mi viene da pensare che il
    motivo sia un'altro, e cioè che non si voglia far
    venire a nessun il dubbio che altri sistemi di
    organizzazione sociale (e sottolineo altri,
    perchè altri ne potrebbero essere ideati)
    potrebbere essere realizzati.

    Riflettere con calma ed onestà intellettuale fa
    vedere le cose anche nelle sfumature, la realta
    non è binaria, è analogica.Quello che dici può essere giusto ma andrebbe chiesto ai cubani. Se questi amministratori sono così capaci saranno sicuramente riconformati alle prossime libere elezioni...sempre che sappiano cosa sia una libera elezione....
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ossessione Fidel Castro (3)
    - Scritto da: Anonimo
    più che comico direi che è un imbe...
    o forse ha paura che la sparizione del regime a
    Cuba gli impedirà di andare ad usufruire di certi
    piaceri per cui l'isola è famosa.
    Personalmente ho copmosciuto molti cubani di qua
    e di là dall'oceano e non sono per niente
    contenti del regime.
    Se quel regime per cui è un esempio.... allora
    credo proprio non sappia nemmeno in che parte del
    mondo cuba si trova!!!!
    E' uno dei paesi più poveri dell'america latina e
    basta sputar per terra perchè cresca qualunque
    cosa... ma è tutto di Fidel...
    Campi di aranci ma non si raccolgono perchè tanto
    non si guadagna e così con moltre altre colture.
    Solo il tabacco e la produzione di sigari... ma
    il guadagno a chi va? ai padroni dell'azienda
    come nella tanto odiata america... solo che il
    padrone dell'azienda, indipendentemente
    dall'azienda, è uno solo....
    Intervento di tre messaggi semplicemente
    ridicolo!!!Come vi rode per l'intervento "L'ossessione Fidel Castro". Mi sa che sto tale ha colto nel segno.
  • Anonimo scrive:
    Re: Dubbi mai?
    - Scritto da: Anonimo
    Prima di dire tutto il male possibile vi chiedo:Non vedo il nesso con la censura.
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo siti approvati dallo stato?Come
    - Scritto da: Anonimo
    Non mi sembra una visione differente da quella
    dello stato italiano per i siti di scommesse
    all'estero...tralasciando il fatto che i siti di scommesse sono 'censurati' sono 100 mentre laggiù sono 100 i siti che possono essere visti,tralasciando il fatto che i siti di scommesse non riportano informazione (o comunque frivola e trovabile altrove),tralasciando il fatto che la censura di internet a cuba è solo la punta di un iceberg di privazioni civili di ogni genere,tralasciando il fatto che noi siamo possiamo lamentarci senza subire persecuzioni, possiamo cambiare il governo e di conseguenza le leggi,tralasciando qualche altra decina di fatti rilevanti,SI' E' ESATTAMENTE LA STESSA COSA (rotfl)!
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho dubbi anch'io!
    Ovvio che i cubani danno contro gli Usa e osannano Fidel...è la dottrina comunista!!! E' l'arte di farsi amare dalla stessa gente che sfrutti, spostando la causa di tutti i mali su una fonte di disturbo esterna..in questo caso USA (di esempi ce ne sono infiniti)...in Italia sta prendendo piede (basta vedere gli insulti che seguiranno questo post), il male è il cavaliere, scacciato il male vivremo con il doppio delle tasse, il doppio degli sprechi, più immigrati e più insicuri, ma saremo FELICI...il controllo delle masse è il primo passo per avere il potere e far credere alle masse di non essere controllate è la strada spianata per restare al potere a lungo! Io continuo a dire che Punto Informatico dovrebbe cambiare nome in Manifesto Informatico...
  • Anonimo scrive:
    Re: Solo siti approvati dallo stato?Come
    Povero bimbo...non sai cosa sia la libertà tu...dimenticavo che sei il solito viziatello che si lamenta di non poter comprare le nike taroccate dalla cina perchè viola la sua libertà, e poi vai a fare macello coi tuoi amici no-global...quando ti toglieranno la libertà forse saprai la sottile differenza tra oscurare qualcosa perchè fonte di evasione fiscale e CENSURARE.
  • Anonimo scrive:
    Dubbi mai?
    Prima di dire tutto il male possibile vi chiedo:quanti altri paesi del Sud America hanno centri di ricerca biotecnologica così avanzati da riuscire a sintetizzare farmaci che 40 anni di embargo non permettono di far arrivare e distribuirli a tutti (non solo a chi ha i soldi)?quanti altri paesi ad economia capitalista del sud america (uruguay, peù, cile, hondura, ecc) hanno un livello di assistenza medica gratuita e garantita a tutti?E il livello scolastico gratuito elevatissimo in quanti altri paesi del Sud America lo riscontrate?E' vero, a Cuba c'e' malcontento, se ti allontani dai centri turistici si sente, ma perchè quell'embargo? Non dovrebbe esserci l'autodeterminazione dei popoli? Solo perchè prima con la dittatura di Batista Cuba era il bordello degli Usa e le grandi aziende facevano quello che volevano (come nel resto dellAmerica Latina)?Cuba non rispetta i diritti umani? Ok, allora embargo per tutti i paesi che non rispettano i diritti umani!Come dici? Perchè non c'è libertà di espressione? Forse, allora applichiamo l'embargo in tutti i paesi in cui non c'è libertà d'espressione, se non si fa così però mi viene da pensare che il motivo sia un'altro, e cioè che non si voglia far venire a nessun il dubbio che altri sistemi di organizzazione sociale (e sottolineo altri, perchè altri ne potrebbero essere ideati) potrebbere essere realizzati.Riflettere con calma ed onestà intellettuale fa vedere le cose anche nelle sfumature, la realta non è binaria, è analogica.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho dubbi anch'io!
    zzzo c'entra?poi non ci sono nemmeno i sottotitoli per non udenti... ma il link ad una trascrizione testuale no?
  • Anonimo scrive:
    Dubbi mai?
    Prima di dire tutto il male possibile vi chiedo:quanti altri paesi del Sud America hanno centri di ricerca biotecnologica così avanzati da riuscire a sintetizzare farmaci che 40 anni di embargo non permettono di far arrivare e distribuirli a tutti (non solo a chi ha i soldi)?quanti altri paesi ad economia capitalista del sud america (uruguay, peù, cile, hondura, ecc) hanno un livello di assistenza medica gratuita e garantita a tutti?E il livello scolastico gratuito elevatissimo in quanti altri paesi del Sud America lo riscontrate?E' vero, a Cuba c'e' malcontento, se ti allontani dai centri turistici si sente, ma perchè quell'embargo? Non dovrebbe esserci l'autodeterminazione dei popoli? Solo perchè prima con la dittatura di Batista Cuba era il bordello degli Usa e le grandi aziende facevano quello che volevano (come nel resto dellAmerica Latina)?Cuba non rispetta i diritti umani? Ok, allora embargo per tutti i paesi che non rispettano i diritti umani!Come dici? Perchè non c'è libertà di espressione? Forse, allora applichiamo l'embargo in tutti i paesi in cui non c'è libertà d'espressione, se non si fa così però mi viene da pensare che il motivo sia un'altro, e cioè che non si voglia far venire a nessun il dubbio che altri sistemi di organizzazione sociale (e sottolineo altri, perchè altri ne potrebbero essere ideati) potrebbere essere realizzati.Riflettere con calma ed onestà intellettuale fa vedere le cose anche nelle sfumature, la realta non è binaria, è analogica.
  • Anonimo scrive:
    Solo siti approvati dallo stato?Come QUI
    Non mi sembra una visione differente da quella dello stato italiano per i siti di scommesse all'estero...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho dubbi anch'io!
    http://video.google.com/videoplay?docid=-926629105834987595
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho dubbi anch'io!
    Vai a Cuba, poi torna e dicci.Cuba NON è Varadero!!!!! Vai a vivere in una famiglia nella capitale, oppure a fare la spesa in un supermercato a Santa Clara... o fatti una passeggiata per le vie di Trinidad o per le piantagioni di tabacco... prova a parlare con i cubani... ti venderebbero anche loro madre per avere un po' di valuta straniera. Se fosse l'embargo ad impoverirli che se ne farebbero dei soldi? La verità è che il comunismo è un appiattimento verso il basso di tutti i valori.Guarda in che condizioni sono le case del quartiere vecchio della capitale... stanno cadendo a pezzi e chi ci vive non ha interesse a metterle a posto e renderle funzionali: non sono mica sue!!!!Fidel es mierda (ma non diciamolo troppo forte che qualcuno potrebbe sentirci)
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ossessione Fidel Castro (3)
    più che comico direi che è un imbe... o forse ha paura che la sparizione del regime a Cuba gli impedirà di andare ad usufruire di certi piaceri per cui l'isola è famosa.Personalmente ho copmosciuto molti cubani di qua e di là dall'oceano e non sono per niente contenti del regime. Se quel regime per cui è un esempio.... allora credo proprio non sappia nemmeno in che parte del mondo cuba si trova!!!!E' uno dei paesi più poveri dell'america latina e basta sputar per terra perchè cresca qualunque cosa... ma è tutto di Fidel...Campi di aranci ma non si raccolgono perchè tanto non si guadagna e così con moltre altre colture.Solo il tabacco e la produzione di sigari... ma il guadagno a chi va? ai padroni dell'azienda come nella tanto odiata america... solo che il padrone dell'azienda, indipendentemente dall'azienda, è uno solo....Intervento di tre messaggi semplicemente ridicolo!!!
  • Enzo4510 scrive:
    Re: L'ossessione Fidel Castro (3)

    soliti Usa, Israele e Isole Marshall. Prima del
    vu.vu.vu vengono i diritti fondamentali e Cuba
    questi li assicura al proprio popolo cosa che
    quasi tutti gli altri paesi del pianeta non
    fanno.ah ah ahDopo essermi letto un polpettone di tre messaggi, ci voleva la battuta finale per farmi una risata....Cuba assicura i diritti fondamentali e quasi tutto il mondo no.... Sei proprio comico.
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ossessione Fidel Castro (1)
    quoto!ricordiamoci di haiti .. che è con le pezze al culo... ma è amica degli americani...
  • Anonimo scrive:
    La povertà non è il solo problema...
    ...di noi sensibili capitalisti,che appena abbiamo "fame" apriamo il frigo...Tanto che, quei cubani poveri, han molto più da dare che non voi, che li difendete per un frigo più pieno...
  • Anonimo scrive:
    considerazioni
    cuba certo non é una democrazia ma un regime autoritario(penso però meglio di quello birmano dove esiste dittatura militare genocidi esodi di massa e schiavitù dove però i generalissimi spianano la strada alle multinazionali)solo mi pongo alcune domandequante dittature estere ha finanziato ?quanti paesi ha invaso militarmente ?quante delle aziende con sede nel proprio territorio hanno depredato e inquinato impunemente altri paesi ?che percentuale della sua popolazione é in carcere ?quante persone ha condannato a morte ?quante persone vengono lasciate sole a morire senza assistenza durante gli uragani che più volte l'anno la assalgono ?quanti terroristi colpevoli di attentati all'estero protegge ?quante persone vengono arrestate per una maglietta o un sit in ?perciò penso che sì, cuba dovrebbe democratizzarsi, ma penso che abbiamo problemi più urgenti per la sicurezza dell'europa e della democrazia
  • Anonimo scrive:
    Re: Dai resort nessun problema...
    - Scritto da: Anonimo
    Sono tornato la settimana scorsa e dagli alberghi
    (anche se con modem 56K) ho consultato anche
    punto-informatico... chissà come mai.. :-)Perchè sei straniero.
  • Anonimo scrive:
    Re: Ho dubbi anch'io!
    'azz m'è saltata la H nel titolo... Scusate.
  • Anonimo scrive:
    O dubbi anch'io!
    Anche io ho dei dubbi molto grandi su quello che le fonti "ufficiali" dicono di Cuba...Una delle critiche che si fa alla censura di Internet che starebbe facendo il regime castrista è quella che non si deve parlare della condizione economica pietosa in cui vivrebbe la popolazione.Ma se questa condizione è causa dell'embargo e delle gravi azioni criminali di rappresaglia di paesi come gli USA, il regime cubano dovrebbe parlarne e dargli enfasi, come dire al mondo: "guardate cosa ci stanno facendo gli americani".Io la troverei un'occasione mediatica importante.Forse che non è vero che a Cuba il regime è così spietato e si sta così male?Che Castro abbia forse fatto degli errori durante la guerra fredda arrivando a fornire alleanza e disponibilità ai primi pazzi comunisti convinti di poter vincere una guerra atomica contro gli USA attaccando da Cuba, ormai la guerra fredda è finita. Gli USA lo starebbero ancora punendo per questi eventi?O agli USA da talmente fastidio un esempio di successo comunista a due passi da casa propria e dal malcontento, la disoccupazione e la crisi sociale degli stati del sud degli USA (località turistiche come Miami escluse).Perché se Cuba non soffrisse per anni e anni di embargo, io sono dell'idea che sarebbe una piccola Svizzera ma comunista. Perché sono troppo grandi e rigogliose le sue potenzialità a cominciare dal carattere e dalla creatività dei cubani. Non ho mai conosciuto un cubano in vita mia che parlasse male della sua terra e del regime di Castro. Ma sono andati via solo per lo stato di povertà, di una cosa sono certo perché me lo hanno detto loro, quelli con cui ho mai parlato sono tutti daccordo nel riconoscere proveniente dagli USA e non colpa di Castro questo stato di cose.
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che

    Poi non capisco cosa c'entra il Che... forse non
    lo sai ma e' morto un bel po' di anni fa!
    Ed e' morto combattendo per i suoi ideali: era
    stato nominato ministro e ha mollato tutto per
    tornare a combattere (e morire) in bolivia.
    Quanti altri avrebbero fatto una cosa del genere?Il Che è una delle migliori invenzioni del comunismo in salsa caraibica, come lo stalinismo lo è di quello alla vodkail principio è semplice: quando le "bricconate" (non crimini, per carità: in fondo sono sempre solo compagni che sbagliano...) sono troppo grosse per essere ancora nascoste, s'inventa qualcosa per salvare la faccia e spostare l'attenzioneLe purghe staliniane? è colpa dello stalinismo, non del comunismo! il comunismo è buono!Cuba è una dittatura? la colpa è Fidel!(non ci siamo ancora arrivati, ma vedrete che dopo la sua morte, esattamente come con Stalin...) Guardate al Che, lui è buono! Buono perché comunista! il comunismo è BUONO!(e comunque, per ora, è sempre colpa degli USA, anche se c'è brutto tempo:"Piove, America Ladra!")
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ossessione Fidel Castro (3)
    - Scritto da: Anonimo
    Ma tu di Cuba esattamente cosa sai ?

    Hai mai vissuto in quei posti ?
    Ci sono stato tre volte, l'ultima delle quali mi sono ammalato e ho dovuto ricoverarmi in un'ospedale de L'Avana. Credo di saperne più di te e di moltissimi altri che sparano sentenze senza avere la minima cognizione di che cosa stanno parlando.
  • Anonimo scrive:
    Dai resort nessun problema...
    Sono tornato la settimana scorsa e dagli alberghi (anche se con modem 56K) ho consultato anche punto-informatico... chissà come mai.. :-)I due pesi-due misure tra turisti e cubani basta a togliere gli eventuali idealismi rimasti, è vero però che Cuba, in confronto agli altri stati della zona è la SVEZIA.Saluti
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ossessione Fidel Castro (3)
    Ma tu di Cuba esattamente cosa sai ?Hai mai vissuto in quei posti ?
  • Anonimo scrive:
    Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
    SEI UN GRANDE!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: L'ossessione Fidel Castro (3)
    - Scritto da: Anonimo
    Questo sito partecipa a questa meschina campagna e
    non si rende conto di rendersi ridicoloA quanto pare è in buona compagnia :P
  • Anonimo scrive:
    L'ossessione Fidel Castro (3)
    Ma che cosa è che non vi va giù? Che cosa è che non perdonate al popolo cubano? Che cosa è che non riuscite a digerire di questa nazione? La verità è che Cuba rappresenta un esempio per tutti i popoli oppressi soprattutto nell?America Latina che ora comincia davvero ad affrancarsi dall?oppressore nordamericano. Non riuscite a perdonare a Cuba di essere ancora lì, persino dopo il crollo dell?Impero sovietico. Pure malconcia continua a resistere, a rivendicare la propria indipendenza, a ribadire il proprio diritto a sottrarsi allo sfruttamento dell?occidente e a sciegliere autonomamente la propria via. È proprio questo che non perdonate a Fidel Castro: essere una persona che insieme al proprio popolo, con intelligenza straordinaria e abnegazione incredibile, ha ridato dignità al popolo cubano. Non permettetevi di parlare a nome del popolo cubano perché voi non lo rappresentate, come non lo rappresentano i cosidetti ?dissidenti? comprati a suon di dollari dalla SINA nella persona di James Cason (ora trasferito in Paraguay). I cubani si ricordano molto bene il nostro amico Fulgencio Batista, conoscono bene i vari Rios Montt, Augusto Pinochet, Videla, Fujimori, ecc. Non ho mai sentito ?giornalisti? gridare per la difesa dei diritti umani in un?America Latina dilaniata dai gorilla addestrati nei campi militari Usa (vedi Fort Benning).Cuba pur appartenendo al terzo mondo garantisce ai propri cittadini, nonostante l?embargo e le aggressioni, servizi sociali da primo mondo, molto spesso persino meglio. Sì, perché difendere i diritti umani significa, dare un tetto ai propri cittadini, assicurargli l?assitenza sanitaria, l?istruzione, il diritto all?arte. Cuba ha una mortalità infantile inferione a quella degli Stati Uniti. Questi sono i diritti umani. La violazione dei diritti umani contro il popolo cubano viene dagli Stati uniti che continuano a praticare un blocco economico criminale (tra le altre cose). I media ?liberi? che non perdono occasione per attaccare Cuba dimostrano continue amnesie quando ogni anno l?ONU condanna il criminale embargo contro Cuba votato all?unanimità con la contrarietà dei soliti Usa, Israele e Isole Marshall. Prima del vu.vu.vu vengono i diritti fondamentali e Cuba questi li assicura al proprio popolo cosa che quasi tutti gli altri paesi del pianeta non fanno. La perla giornalistica poi viene da Puntoinformatico il quale come fonte riporta il Dipartimento di Stato americano lo stesso ente che usa qualsiasi mezzo per riappropriarsi dell?isola. Questo sito partecipa a questa meschina campagna e non si rende conto di rendersi ridicolo portando come fonte un ente nordamericano che ha fatto dell?aggressione militare e della menzogna il proprio segno distintivo. Vergognatevi!
  • Anonimo scrive:
    L'ossessione Fidel Castro (2)
    Una volta il compito della NED era svolto dai ?Comitati per i diritti umani a Cuba? ma, successivamente, di fronte agli insuccessi i governanti Usa hanno deciso di affidare qusto lavoro sporco ad associazioni come quella di Menard, che ufficialmente dovrebbero aiutare i giornalisti africani, proprio quelli vittime, quasi sempre delle ?politiche? portate avanti in quel continente dalla CIA. Questo è così vero che l?ONU ha sospeso RSF da organo consultivo proprio per ?atti incompatibili con i principi e gli obiettivi della Carta delle Nazioni Unite?. Evidentemente il compito assegnato a suon di dollari dalla CIA a RSF non è ancora finito. Ma seguitiamo con la lista dei finanziatori di Reporters sans Frontiéres. Saatchi & Saatchi, gigante mondiale della pubblicità, Publicis che è la concessionaria delle strategie di promozione delle forze armate Usa, Coca Cola che di giornalisti e sindacalisti in Colombia ha fatto strame e, dulcis in fundo, la Bacardi che finanzia e organizza atti di terrorismo contro Cuba insieme alla mafia anticastrista di Miami. L?attività di Menard è tanto sfacciata da farsi fotografare insieme a noti terroristi anticastristi della Florida, persone che con le loro bombe hanno ucciso uomini, donne e bambini (si veda Armando Bosch).A questo punto si impone una seria riflessione sul ruolo che svolgono i media cosidetti ?liberi?. È evidente contro ogni ragionevole dubbio che contro Cuba è in corso una campagna di aggressione mediatica (tra le altre) vergognosa, capziosa e senza precedenti. L?isola di Martì non ha più colpe di qualsiasi altro paese del pianeta. La verità è che ormai la professione di giornalista è ricoperta da loschi figuri, vili e asserviti agli interessi del più forte e tanto più servile è il loro atteggiamento tanto più rapida e folgorante la loro carriera. Chi al contrario si rifiuta di prestarsi a questo sporco gioco si ritrova a scrivere l?oroscopo in una testata locale o, peggio, disoccupato.In questo periodo in cui le parole ?lotta al terrorismo? sono ripetute in modo ossessivo da tutti i media ?liberi? è emblematico il caso dei cinque cubani incarcerati in Florida e condannati a pene tombali per aver scoperto e sventato numerosi attentati della mafia anticastrista di Miami. Dopo aver fornito prove inconfutabili al governo americano sull?operato di alcuni gruppi terroristi con sede a Miami, l?FBI non ha fatto nulla contro i terroristi, ma addirittura ha incarcerato i cinque cubani. E che dire del caso Luis Posada Carrilles noto terrorista che si vanta pubblicamente di aver fatto esplodere un areo della Cubana provocando la morte di 73 persone. Lo stesso che si pavoneggia per l?aver organizzato gli attentati contro le strutture turistiche cubane, attentati nei quali, nel 1997, l?italiano Fabio di Celmo trovava la morte all?Hotel Copacabana. Il criminale Posada Carrilles è ospitato a Miami e passeggia libero e impunito sotto la protezione del governo Usa che si rifiuta di concedere l?estradizione richiesta da Cuba e Venezuela. Di fronte a questi scandali dove sono i media occidentali? Dove sono gli editoriali del Corriere della Sera? Dove i reportage di Francesco Battistini? E dove gli articoli sul terrorismo dei vari Magdi Allam. Niente, silenzio totale.Cuba è una piccola isola con appena 11 milioni di abitanti situata dall?altra parte del globo eppure i ?nostri? media gli dedicano tanto di quello spazio da far sorgere (nelle persone intelligenti o intellettualmente oneste) più di un dubbio. Addirittura nel 2003 il Corriere della Sera in una settimana gli dedicò ben tre (dico tre) editoriali a firma del politologo Angelo Panebianco (qualcuno poi mi spiegherà che lavoro è il ?politologo?), un altro di Alberto Rochey e il terzo di cui non ricordo l?autore. Ovviamente si gettavano anatemi non solo su Fidel Castro ma addirittura anche su chi si ostinava a difendere Cuba. In tutti gli articoli Castro viene definito ?dittatore sanguinario? eppure dal trionfo della Rivoluzione a Cuba non vi è stato un solo caso di assassinio di un giornalista e nemmeno alcun caso di desaparecidos. Se guardiamo la percentuale della popolazione carceraria vediamo che a Cuba è molto più bassa che negli Usa. A Cuba non vi sono casi di tortura anche questo è un fatto. Eppure i media ?liberi? rappresentano la realtà cubana in termini così negativi da superare il limite del ridicolo e del grottesco. Eason Jordan ha dvuto dimettersi dalla CNN per aver dichiarato al forum di Davos ?le truppe in Iraq non vanno per il sottile. Sono a conoscenza dei casi di 12 giornalisti uccisi deliberatamente dai soldati americani proprio in qunto reporter?. Ovviamente non una parola si è levata da RSF.
  • Anonimo scrive:
    L'ossessione Fidel Castro (1)
    Sono le 20 e 40 di giovedì 9 marzo quando inizio a scrivere questo intervento. Puntualizzo questo dato temporale perché già so che dopo l?articolo apparso sul Corriere della Sera sul presunto sciopero della fame di un certo Guillermo Farinas sono sicuro che questo tema verrà ripreso da Puntoinformatico. Tanta e tale è l?attenzione che questo sito garantisce all?isola caraibica. Ovviamente sempre in termini negativi.Quando si parla di Cuba non si può prescindere dal contesto in cui quest?isola si trova a dover vivere. Essa è vittima di una guerra non dichiarata da parte degli Stati uniti, la più grande potenza che l?umanità abbia mai conosciuto. Stati uniti che non si privano di nessun mezzo per aggredire il piccolo vicino. Un criminale embargo economico che costringe il popolo cubano a durissimi sacrifici da 45 anni; il terrorismo che ha provocato nell?isola oltre 3.500 morti e oltre 2.000 feriti; i tentativi di invasione come quello della Baia dei Porci; la guerra batteriologica come il tentativo di far scoppiare una epidemia di febbre emorragica che ha portato al contagio di circa 1.100 cubani e alla morte di 105 persone, quasi tutti bambini, oppure come il tentativo di far scoppiare un?epidemia di peste suina che costrinse Cuba ad abbattere quasi tutti i propri capi di maiali. Cuba di fronte alla gravità degli atti portati avanti dal potente vicino nordamericano ha il dovere di organizzarsi e di fare ogni cosa è in suo potere per difendere la propria indipendenza, il proprio popolo e scongiurare il pericolo di un?invasione militare. In questa situazione ci sono persone che in condizioni normali non vivrebbero la condizione che invece in questo caso sono costrette a vivere. Ma la responsabilità non è di Cuba ma degli Usa che da oltre 45 anni assediano e aggrediscono l?isola con qualsiasi mezzo. In una guerra non ci sono solo i morti ma anche le vittime e Gulliermo Farinas potrebbe essere una di queste. Questo discorso è valido però fino a quando non si va ad analizzare il caso in questione. E qui nascono le prime perplessità perché cercando nei vari giornali mi accorgo che gli articoli sono tutti uguali, troppo uguali, non sono firmati e sono accompagnati tutti dalla stessa foto (su cui torneremo). Il ?giornalista indipendente? (Cuba deve essere il paradiso del giornalismo visto quanti sono coloro che si dichiarano ?indipendenti?) dichiara di essere in sciopero della fame in quanto il governo cubano gli avrebbe vietato l?accesso al web cosa, che di fatto, gli impedirebbe l?esercizio della propria professione. Allora parliamo della foto in cui il Farinas parla tranquillamente al cellulare. La domanda a questo punto sorge spontanea: non potrebbe dettare i propri articoli via telefono, tecnica tra l?altro usata da moltissimi giornalisti in tutto il mondo? Seguitando nella lettura dell?articolo salta subito all?occhio che gli autori dell?articolo, ripreso paro paro da tutti gli organi di informazione, sono Reporters sans Frontiéres di Robert Menard. Vediamo chi sono costoro e quanto sono credibili. Nel loro sito si legge che il comportamento degli Usa in termini di diritti umani è ottimo. Eppure gli Usa hanno fatto una guerra criminale contro l?Iraq dispensando bugie a destra e a manca pure di conseguire i loro scopi imperiali. Ci sono stati (e ci sono) Guantanamo, Abu Grahib, il fosforo bianco su Falluja, lo scandalo dei voli segreti della Cia con tanto di sequestri, oltre 3000 desaparecidos negli Usa dei quali dopo l?11 settembre né le loro famigli né i loro legali ne sanno più nulla, ecc. ecc. Solo in Iraq gli Usa hanno trucidato, ad oggi, 27 giornalisti. Ma per RSF va tutto bene, non una parola. Ma per capire meglio chi siano davvero RSF bisogna andare a vedere la lista dei loro finanziatori. La NED agenzia della CIA messa in piedi da Ronald Reagan nel 1983 per svolgere un lavoro di discredito verso tutti quei governi o leader esecrati dal governo Usa o non convenienti alle multinazionali americane. Campagne come quella messa in atto nel 2002 contro il Venezuela di Chavez che porto nell?aprile dello stesso anno al tentativo di golpe industrial-militare (poi fortunatamente fallito). Un golpe che è stato dimostrato venne appoggiato da Bush e Aznar.
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    Guardate che Cuba è MORTA, ed è iniziata a morire dalla dissoluzione dell'Unione Sovietica. Ho dei parenti cubani, e sul satellite si vede continuamente quel rimbambito di Fidel che ogni giorno dice qualche s******ta. L'ultima riguarda il fatto che non avendo disponibilità di gas, ha "distribuito" (si fa per dire visto che costa 10 dollari e lo stipendio medio cubano è di 15 dollari) pentole a pressione elettriche, quando la fornitura di elettricità è già molto carente in condizioni normali, figurarsi adesso con i carichi dovuti alle pentole. Inoltre una buona metà dei cubani ormai si è accorta che il "compagno" Fidel conta come il due di briscola, e che a reggere le sorti del governo è una ristretta cerchia di suoi collaboratori. Quando morirà Castro ci sarà un'altra rivoluzione, stavolta contraria ai principi della "Revoluciòn".
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: AnonimoQuesto per spiegare come sia possibile
    che migliaia di giovani indossino le magliette
    del Che senza nemmeno sospettare che dirigesse il
    reparto torture del carcere della capitale e che
    amasse occuparsi anche personalmente a tale
    attivita'. da dove hai tratto queste informazioni?
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: Anonimo

    Poi non capisco cosa c'entra il Che... forse non

    lo sai ma e' morto un bel po' di anni fa!

    Ed e' morto combattendo per i suoi ideali: era

    stato nominato ministro e ha mollato tutto per

    tornare a combattere (e morire) in bolivia.

    Quanti altri avrebbero fatto una cosa del
    genere?

    Che bel santo martire che avete... quasi quasi mi
    convertivi.cavolo, quasi quasi potevi dire qualcosa di utile o intelligente, ma ti sei salvato
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: Enzo4510

    - Scritto da: EdGreen

    Cuba è una dittatura e Fidel Castro è furbo

    nell'usare ed enfatizzare la propaganda

    anti-imperialista, in modo da tenere in piedi il

    regime e compattare la popolazione sotto di

    lui.Solito giochetto: il nemico esterno compatta

    il fronte interno, limitando il dissenso.I
    poteri

    dell'occidente stanno facendo lo stesso con noi,

    usando come nemico l'islam...

    Veramente è da sempre che i paesi islamici stanno
    facendo la stessa cosa indicando come nemico l'
    occidente, basta vedere la strumentalizzazione
    della questione palestinese.ognuno vede il PROPRIO fronte
  • Anonimo scrive:
    Re: Meglio cameriere in nero...
    - Scritto da: Anonimo
    A sto punto perchè nn se ne va a fare il
    lavapiatti per pochi dollari che se c'ha una
    stupida carie non può permettersi l'assistenza
    medica ?chi?
    magari vorrebbe anche mandare a scuola i figli ma
    la scuola è un enorme costo.. quindi ...
    lavapiatti pure loro....forse non ci sono molti piatti quanti spereremmo
    ma almeno internet è libera... quando mi guardo
    il sito della ferrari e della mercedes.. nn mi
    passa la fame!ah neanche quando hai diritto di parola, espressione, religione.allora togliamoli, tanto a parlare, andare in chiesa o dove ti pare, dire qualcosa ... non ti passa la fame.
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che

    Poi non capisco cosa c'entra il Che... forse non
    lo sai ma e' morto un bel po' di anni fa! Il Che ormai e' diventato una icona... l'immagine e' mitizzata ed assiomatizzata, completamente scollata dalla realta'... questo e' successo a diversi personaggi della storia o del mondo dello spettacolo, specie se muoiono in eta' giovane. Questo per spiegare come sia possibile che migliaia di giovani indossino le magliette del Che senza nemmeno sospettare che dirigesse il reparto torture del carcere della capitale e che amasse occuparsi anche personalmente a tale attivita'. A dimostrazione che non importa molto se si e' pacifisti come Ghandi, sanguinari come il Che, giovani ribelli alla James Dean o tutori della legge alla Wayne... c'e' sempre posto per il mito :-D
  • Enzo4510 scrive:
    Re: Meglio cameriere in nero...
    - Scritto da: Anonimo
    A sto punto perchè nn se ne va a fare il
    lavapiatti per pochi dollari che se c'ha una
    stupida carie non può permettersi l'assistenza
    medica ?certo certo...A cuba te le curano gratis le carie.Ma ci sei mai andato? Mi sa che le curano male vista la quantità di gente senza denti.... Ah già, è colpa dell' embargo... non possono comprarsi le amalgame buone per le otturazioni
  • Enzo4510 scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: Anonimo
    Poi non capisco cosa c'entra il Che... forse non
    lo sai ma e' morto un bel po' di anni fa!
    Ed e' morto combattendo per i suoi ideali: era
    stato nominato ministro e ha mollato tutto per
    tornare a combattere (e morire) in bolivia.
    Quanti altri avrebbero fatto una cosa del genere?Morire per degli ideali?Lo hanno fatto in moltissimi e per ideali migliori di quelli del Che.
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che

    Poi non capisco cosa c'entra il Che... forse non
    lo sai ma e' morto un bel po' di anni fa!
    Ed e' morto combattendo per i suoi ideali: era
    stato nominato ministro e ha mollato tutto per
    tornare a combattere (e morire) in bolivia.
    Quanti altri avrebbero fatto una cosa del genere?Che bel santo martire che avete... quasi quasi mi convertivi.
  • Anonimo scrive:
    Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R

    Gli USA difendono l'interesse e la sicurezza
    nazionale, quindi sono nel giustoSe sostituisci "Gli USA" con "CUBA" vedrai che a rigor di logica il discorso non cambia...Il tutto dipende dalle modalita' con le quali si difendono.A Cuba c'e' una dittatura che usa da sempre metodi sbagliati.Negli Usa c'e' una democrazia che sta iniziando ad usare metodi sbagliati.
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: Anonimo
    ma non era un paese democratico la VOSTRA amata
    Cuba?No, Cuba e' una dittatura.Nonostate io sia di sinistra, voglio precisare che il sostenere la NOSTRA sinistra non implica automaticamente che dobbiamo sostenere tutta la "sinistra" mondiale! Sia a destra che a sinistra c'e' chi sbaglia, no? Io sono contro le dittature, ad es. quella di Fidel Castro per mancanza di liberta' e di rispetto dei diritti umani.Poi non capisco cosa c'entra il Che... forse non lo sai ma e' morto un bel po' di anni fa!Ed e' morto combattendo per i suoi ideali: era stato nominato ministro e ha mollato tutto per tornare a combattere (e morire) in bolivia.Quanti altri avrebbero fatto una cosa del genere?
  • Anonimo scrive:
    Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Santos-Dumont



    - Scritto da: Anonimo








    - Scritto da: Santos-Dumont



    Perché, gli USA no?! (rotfl)



    Sono solo più furbi e si creano i loro


    ineffabili



    database ripieni di dati personali... Fanno

    gli



    Atti Patriottici nonché gli Atti Patriottici



    Reloaded (ma niente Revolution, per ora).

    Chissá



    che un giorno non tornino utili.





    Un giorno che gli USA diventeranno una
    dittatura


    schifosa come quella di Castro, saranno


    certamente utili per agire come sta facendo
    lui


    ora.



    Dittatura schifosa?

    Si, dittatura schifosa.


    Ammettiamo che sia vero:

    Non serve, e' vero.


    com'e che i cubani ancora non l'hanno
    rovesciata,

    sono tutti idioti e incapaci?

    Magari non hanno le armi, mentre la polizia si.

    Magari non possono incarcerare i loro nemici, ma
    castro puo'.

    Ma sono solo ipotesi, eh... :D

    O magari tutti i

    cervelloni dell'isola sono emigrati a Miami e

    danno manforte ai falchi/colombe statunitensi
    per

    creare nell'immaginario collettivo dei paesi

    "liberi" una certa idea preconcetta, manforte

    ovviamente ben retribuita?

    Si stai tranquillo, e' tutto un complotto e
    Castro e' bello e bravo.Cmq meglio Castro di Chavez.Almeno ci ha liberato dal Che....
  • Anonimo scrive:
    Meglio cameriere in nero...
    A sto punto perchè nn se ne va a fare il lavapiatti per pochi dollari che se c'ha una stupida carie non può permettersi l'assistenza medica ?magari vorrebbe anche mandare a scuola i figli ma la scuola è un enorme costo.. quindi ... lavapiatti pure loro....ma almeno internet è libera... quando mi guardo il sito della ferrari e della mercedes.. nn mi passa la fame! :
  • Enzo4510 scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: EdGreen
    Cuba è una dittatura e Fidel Castro è furbo
    nell'usare ed enfatizzare la propaganda
    anti-imperialista, in modo da tenere in piedi il
    regime e compattare la popolazione sotto di
    lui.Solito giochetto: il nemico esterno compatta
    il fronte interno, limitando il dissenso.I poteri
    dell'occidente stanno facendo lo stesso con noi,
    usando come nemico l'islam...Veramente è da sempre che i paesi islamici stanno facendo la stessa cosa indicando come nemico l' occidente, basta vedere la strumentalizzazione della questione palestinese.
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che

    Cuba è una dittatura e Fidel Castro è furbo
    nell'usare ed enfatizzare la propaganda
    anti-imperialista, in modo da tenere in piedi il
    regime e compattare la popolazione sotto di
    lui.Solito giochetto: il nemico esterno compatta
    il fronte interno, limitando il dissenso.I poteri
    dell'occidente stanno facendo lo stesso con noi,
    usando come nemico l'islam...Corretto.
  • Anonimo scrive:
    Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
    - Scritto da: Santos-Dumont

    Un giorno che gli USA diventeranno una dittatura

    schifosa come quella di Castro, saranno

    certamente utili per agire come sta facendo lui

    ora.

    Dittatura schifosa?Nooooooo, e' una dittatura allegra e carnevalesca.
    Ammettiamo che sia veroNon ci vuole molto. L'ultima elezione libera quando e' stata? Quante radio libere operano a Cuba?Dai, non fare figure peregrine. Vabbe' difendere il diavolo, ma mandare giu' anche il suo sterco non ha scopo.
    com'e che i cubani ancora non l'hanno rovesciata,
    sono tutti idioti e incapaci?Com'e che i cubani ancora non hanno votato?Sono tutti idioti e incapaci?
    O magari tutti i
    cervelloni dell'isola sono emigrati a Miami e
    danno manforte ai falchi/colombe statunitensi per
    creare nell'immaginario collettivo dei paesi
    "liberi" una certa idea preconcetta, manforte
    ovviamente ben retribuita?"I diffamatori di Castro, al soldo del capitalismo imperialista, operano un complotto mediatico ai danni delle genti libere di Cuba".Dillo con le parole corrette almeno.
  • Anonimo scrive:
    Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
    - Scritto da: Anonimo
    ti posso trovare centinaia di forum americani,
    hostati in usa e con utenti che si connettono
    dagli usa, che contengono ferocissime critiche
    agli usa stessi."E' cosa buona e giusta" ti diranno.
    attendo link di situazioni simili a cuba...Non ci sono perche' non c'e' nulla da criticare, va tutto benissimo... :D
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: Santos-Dumont

    - Scritto da: EdGreen



    - Scritto da: Anonimo


    ma non era un paese democratico la VOSTRA
    amata


    Cuba?





    ah ah ah ah



    Cuba è una dittatura e Fidel Castro è furbo

    nell'usare ed enfatizzare la propaganda

    anti-imperialista, in modo da tenere in piedi il

    regime e compattare la popolazione sotto di

    lui.Solito giochetto: il nemico esterno compatta

    il fronte interno, limitando il dissenso.I
    poteri

    dell'occidente stanno facendo lo stesso con noi,

    usando come nemico l'islam...

    Bravo, bella risposta.Si, abbiamo imparato che Castro non e' un dittatore assassino ma e' uno furbo, e che noi non siamo migliori di lui.Bel trucco di prestigio con i piatti della bilancia, complimenti.
  • Anonimo scrive:
    Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
    - Scritto da: Santos-Dumont

    - Scritto da: Anonimo





    - Scritto da: Santos-Dumont


    Perché, gli USA no?! (rotfl)


    Sono solo più furbi e si creano i loro

    ineffabili


    database ripieni di dati personali... Fanno
    gli


    Atti Patriottici nonché gli Atti Patriottici


    Reloaded (ma niente Revolution, per ora).
    Chissá


    che un giorno non tornino utili.



    Un giorno che gli USA diventeranno una dittatura

    schifosa come quella di Castro, saranno

    certamente utili per agire come sta facendo lui

    ora.

    Dittatura schifosa?Si, dittatura schifosa.
    Ammettiamo che sia vero:Non serve, e' vero.
    com'e che i cubani ancora non l'hanno rovesciata,
    sono tutti idioti e incapaci?Magari non hanno le armi, mentre la polizia si.Magari non possono incarcerare i loro nemici, ma castro puo'.Ma sono solo ipotesi, eh... :D
    O magari tutti i
    cervelloni dell'isola sono emigrati a Miami e
    danno manforte ai falchi/colombe statunitensi per
    creare nell'immaginario collettivo dei paesi
    "liberi" una certa idea preconcetta, manforte
    ovviamente ben retribuita?Si stai tranquillo, e' tutto un complotto e Castro e' bello e bravo.
  • Anonimo scrive:
    Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
    - Scritto da: Santos-Dumont

    Dogma 4: Non puo' esistete giudizio equilibrato

    sugli USA perche' noi siamo di sinistra
    convinti.

    Non può esistere giudizio equilibrato su chi basa
    la propria ragione sull'uso aggressivo
    delle armi.Confondi la critica con l'equilibrio.
    Come la mettiamo? Sarei anch'io un comunista?Non ho mai accusato nessuno di essere comunista, ma se vuoi ti do del fazioso."non può esistere giudizio equilibrato".Ecco
  • Santos-Dumont scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: EdGreen

    - Scritto da: Anonimo

    ma non era un paese democratico la VOSTRA amata

    Cuba?



    ah ah ah ah

    Cuba è una dittatura e Fidel Castro è furbo
    nell'usare ed enfatizzare la propaganda
    anti-imperialista, in modo da tenere in piedi il
    regime e compattare la popolazione sotto di
    lui.Solito giochetto: il nemico esterno compatta
    il fronte interno, limitando il dissenso.I poteri
    dell'occidente stanno facendo lo stesso con noi,
    usando come nemico l'islam...Bravo, bella risposta.
  • Santos-Dumont scrive:
    Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
    - Scritto da: gian_d

    - Scritto da: Santos-Dumont

    Perché, gli USA no?! (rotfl)

    Sono solo più furbi e si creano i loro
    ineffabili

    database ripieni di dati personali... Fanno gli

    Atti Patriottici nonché gli Atti Patriottici

    Reloaded (ma niente Revolution, per ora). Chissá

    che un giorno non tornino utili.

    Gli USA difendono l'interesse e la sicurezza
    nazionale, quindi sono nel giustoSenza faccine è difficile interpretare questa frase.A rigor di termini anche i cubani difendono l'interesse e la sicurezza nazionali, impedendo la diffusione di notizie menzognere e tendenziose. Come la mettiamo?
  • Santos-Dumont scrive:
    Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Santos-Dumont

    Perché, gli USA no?! (rotfl)

    Sono solo più furbi e si creano i loro
    ineffabili

    database ripieni di dati personali... Fanno gli

    Atti Patriottici nonché gli Atti Patriottici

    Reloaded (ma niente Revolution, per ora). Chissá

    che un giorno non tornino utili.

    Un giorno che gli USA diventeranno una dittatura
    schifosa come quella di Castro, saranno
    certamente utili per agire come sta facendo lui
    ora.Dittatura schifosa? Ammettiamo che sia vero: com'e che i cubani ancora non l'hanno rovesciata, sono tutti idioti e incapaci? O magari tutti i cervelloni dell'isola sono emigrati a Miami e danno manforte ai falchi/colombe statunitensi per creare nell'immaginario collettivo dei paesi "liberi" una certa idea preconcetta, manforte ovviamente ben retribuita?
  • Anonimo scrive:
    Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
    - Scritto da: EdGreen

    - Scritto da: gian_d



    - Scritto da: Santos-Dumont


    Perché, gli USA no?! (rotfl)


    Sono solo più furbi e si creano i loro

    ineffabili


    database ripieni di dati personali... Fanno
    gli


    Atti Patriottici nonché gli Atti Patriottici


    Reloaded (ma niente Revolution, per ora).
    Chissá


    che un giorno non tornino utili.



    Gli USA difendono l'interesse e la sicurezza

    nazionale, quindi sono nel giusto

    Dogma 1: Noi siamo il bene, loro il male!
    Dogma 2: Se vengono ripetute da noi le azioni
    malvagie adoperate dal male, esse si trasformano
    di colpo in bene e in cosa giusta!
    Dogma 3: Se il Male commette qualche azione buona
    e giusta, essa per noi sarà sempre malvagia!Giusto, e' proprio questo il manifesto del pensiero di sinistra sull'America. "Noi il bene, voi il male"... si proprio quello che sento da anni da quelle dolci ed amabili persone prive di indottrinamento e di ampie vedute che sono i fanatici di sinistra.Dogma 4: Non puo' esistete giudizio equilibrato sugli USA perche' noi siamo di sinistra convinti.Dogma 5: Chi critica la sinistra e' ignorante, certamente fascista e pericoloso, merita di morire di fatica in gulag perche' nega la bonta' del comunismo.
  • Anonimo scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: Anonimo
    ma non era un paese democratico la VOSTRA amata
    Cuba?

    ah ah ah ahIl Che e' solo un icona strumentalizzata a piacimento, l'equivalente di sinistra di un santino.E quanto vende!
  • EdGreen scrive:
    Re: dedicato ai sostenitori del che
    - Scritto da: Anonimo
    ma non era un paese democratico la VOSTRA amata
    Cuba?

    ah ah ah ahCuba è una dittatura e Fidel Castro è furbo nell'usare ed enfatizzare la propaganda anti-imperialista, in modo da tenere in piedi il regime e compattare la popolazione sotto di lui.Solito giochetto: il nemico esterno compatta il fronte interno, limitando il dissenso.I poteri dell'occidente stanno facendo lo stesso con noi, usando come nemico l'islam...
  • EdGreen scrive:
    Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
    - Scritto da: gian_d

    - Scritto da: Santos-Dumont

    Perché, gli USA no?! (rotfl)

    Sono solo più furbi e si creano i loro
    ineffabili

    database ripieni di dati personali... Fanno gli

    Atti Patriottici nonché gli Atti Patriottici

    Reloaded (ma niente Revolution, per ora). Chissá

    che un giorno non tornino utili.

    Gli USA difendono l'interesse e la sicurezza
    nazionale, quindi sono nel giustoDogma 1: Noi siamo il bene, loro il male!Dogma 2: Se vengono ripetute da noi le azioni malvagie adoperate dal male, esse si trasformano di colpo in bene e in cosa giusta!Dogma 3: Se il Male commette qualche azione buona e giusta, essa per noi sarà sempre malvagia!
  • Anonimo scrive:
    dedicato ai sostenitori del che
    ma non era un paese democratico la VOSTRA amata Cuba?ah ah ah ah
  • Santos-Dumont scrive:
    "Cuba filtra ogni connessione alla Rete"
    Perché, gli USA no?! (rotfl)Sono solo più furbi e si creano i loro ineffabili database ripieni di dati personali... Fanno gli Atti Patriottici nonché gli Atti Patriottici Reloaded (ma niente Revolution, per ora). Chissá che un giorno non tornino utili.
    • gian_d scrive:
      Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Perché, gli USA no?! (rotfl)
      Sono solo più furbi e si creano i loro ineffabili
      database ripieni di dati personali... Fanno gli
      Atti Patriottici nonché gli Atti Patriottici
      Reloaded (ma niente Revolution, per ora). Chissá
      che un giorno non tornino utili.Gli USA difendono l'interesse e la sicurezza nazionale, quindi sono nel giusto
    • Anonimo scrive:
      Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Perché, gli USA no?! (rotfl)
      Sono solo più furbi e si creano i loro ineffabili
      database ripieni di dati personali... Fanno gli
      Atti Patriottici nonché gli Atti Patriottici
      Reloaded (ma niente Revolution, per ora). Chissá
      che un giorno non tornino utili.Un giorno che gli USA diventeranno una dittatura schifosa come quella di Castro, saranno certamente utili per agire come sta facendo lui ora.
    • Anonimo scrive:
      Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Perché, gli USA no?! (rotfl)Questo non giustifica in alcun modo Castro.Visto?Siccome la dittatura di Cuba e' indifendibile, il sinistroso allora attacca con la lagna che gli USA sono comunque cattivoni e quindi implicitamente piu' cattivi, perche' cattivi camuffati, mentre Castro e' cattivo, ma schiettamente cattivo, non pecca in ipocrisia.Ed ecco che l'argomento si sposta, cambia da quello sul dittatore comunista liberticidia e omicida a Bush e sicuramente presto avremo un post su Berlusconi, e' colpa sua se a Cuba si fa lo sciopero della fame.Anche perche' al sinistroso preferisce i temi nazionali ed in effetti di Cuba non gliene frega proprio nulla, anche se si gonfia come un pavone delle lotte (altrui) per le liberta'. Se ci fosse una marcia per protestare per i diritti civili negati ai cubani, si laverebbe la coscienza andando a comprare soia e zucchero di canna al negozio di commercio equo e solidale, cosi' da dire "per oggi - e per domani visti i prezzi - ho gia' dato alla causa".E mentre si fa un panino alla soia e borbotta "nano pelato la vedremo" macchiandosi l'ennesima maglietta con il Che (che va a ingrassare il detentore del copyright sulla foto), a Cuba, Castro invecchiato e paranoico da' una stretta al suo regime incarcerando in nome del popolo e della rivoluzione dei miserabili che hanno avuto la sfortuna di essergli contemporanei.Ma al sinistro tutto questo non tocca, perche' c'e' un paese democratico con libere elezioni (e qui arriveranno le battute tipo "Libere? ma va la... eh la Florida...") che e' un suo personale nemico politico, per cui abbasso gli USA e viva la rivoluzione. Per i cubani, qualcuno fara' qualcosa.
    • Anonimo scrive:
      Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
      ti posso trovare centinaia di forum americani, hostati in usa e con utenti che si connettono dagli usa, che contengono ferocissime critiche agli usa stessi.attendo link di situazioni simili a cuba...
    • Enzo4510 scrive:
      Re: "Cuba filtra ogni connessione alla R
      - Scritto da: Santos-Dumont
      Perché, gli USA no?! (rotfl)certo certo....Quando cominci a fare lo sciopero della fame tu?
Chiudi i commenti