UK, Universal vende DVD da scaricare

La multinazionale lancia il primo servizio europeo per acquistare film in formato totalmente digitale. Le pellicole scaricate sono blindate con DRM e compatibili soltanto con Windows Media Player
La multinazionale lancia il primo servizio europeo per acquistare film in formato totalmente digitale. Le pellicole scaricate sono blindate con DRM e compatibili soltanto con Windows Media Player


Londra – Paga, scarica e salva il tuo film su computer, per sempre . Il nuovo negozio online di Universal , il grande marchio cinematografico statunitense, mette piede in Europa e partirà dal Regno Unito. Gli utenti potranno scaricare copie complete di film in qualità DVD, protette dal DRM implementato in Media Player 10 di Microsoft .

Il partner di Universal, LoveFilm , sarà la piattaforma telematica per l’inaugurazione del nuovo negozio. Attualmente, LoveFilm è un portale interattivo dove “noleggiare” contenuti digitali, resi inutilizzabili dopo pochi giorni. Il nuovo progetto di Universal, a differenza di un semplice noleggio virtuale , permetterà di possedere i film senza limiti di tempo.

Visti i precedenti e l’orientamento da anni espresso dagli studios americani, sarà lecito vedere ma non copiare . Se da una parte il servizio è molto comodo e porta direttamente il grande cinema sui monitor , il rovescio della medaglia è che Universal ha deciso di limitare totalmente l’ interoperabilità dei contenuti in vendita.

Un utente potrà spendere la bellezza di 19,9 sterline, poco meno di 30 euro, per acquistare un film come King Kong ed un’autorizzazione digitale per la riproduzione su due dispositivi differenti . Il negozio fornisce infatti una doppia copia della pellicola, una per un dispositivo fisso (media center o computer, per esempio) ed un’altra per dispositivi mobili compatibili con il DRM Microsoft. Qualsiasi altro apparecchio, per il momento, è rimasto escluso dall’offerta – persino il popolarissimo iPod di Apple .

In futuro, stando ad alcune dichiarazioni ufficiali dei portavoce Universal, il catalogo dei film disponibili ammonterà a circa 6.500 titoli e verrà venduto attraverso qualsiasi servizio affiliato al Gruppo, tra cui AOL e CNN .

“I consumatori hanno bisogno di flessibilità ed accesso istantaneo ai contenuti indipendentemente dalla loro posizione geografica”, sostiene Eddie Cunningham, CEO di Universal UK. “La nostra industria sta cambiando velocemente e dobbiamo introdurre nuovi sistemi di distribuzione all’avanguardia”, aggiunge il presidente di Universal. Ora la parola passa ai consumatori: apriranno i portafogli?

Tommaso Lombardi

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

23 03 2006
Link copiato negli appunti