UK, via il VoIP dai cellulari

Nel Regno Unito il nuovo smartphone Nokia sarà commercializzato da Vodafone e Orange con le ali tarpate, ossia con funzionalità VoIP disattivate. Gli operatori: non è protezionismo. Ma non ci crede nessuno
Nel Regno Unito il nuovo smartphone Nokia sarà commercializzato da Vodafone e Orange con le ali tarpate, ossia con funzionalità VoIP disattivate. Gli operatori: non è protezionismo. Ma non ci crede nessuno

Roma – Annunciato da mesi , il Nokia N95 è in arrivo con tutta la sua ricca dotazione di funzioni e servizi. In Gran Bretagna, però, Orange e Vodafone hanno annunciato di volerne distribuire una versione “mutilata”: il loro N95, infatti, non potrà sfruttare le applicazioni VoIP integrate.

La decisione è apparsa ai più come una mossa architettata dai due carrier per contrastare il business della telefonia su Internet e tutelare i ricavi derivanti dal traffico voce sui propri network . Vnunet.com riferisce le parole di un portavoce di Nokia , secondo cui Orange ha chiesto e ottenuto di disattivare le funzionalità VoIP sugli esemplari destinati alla propria rete commerciale. Un portavoce dell’operatore avrebbe motivato la decisione con il fatto che i tempi di commercializzazione sarebbero troppo ravvicinati e tale tecnologia richiederebbe invece una sperimentazione condotta su un più lungo periodo, prima del rilascio al pubblico.

Anche Vodafone UK ha fornito le proprie motivazioni in merito. “Esiste una fuorviante percezione che i servizi VoIP siano gratuiti – si legge nel comunicato riportato da The Register – Questo non avviene quando tali servizi sono fruiti su telefoni cellulari, dove gli utenti devono avere una connettività dati per collegarsi, e incorrere in ulteriori addebiti”.

L’operatore britannico dichiara quindi di aver optato per la disattivazione per tutelare gli utenti che, ricorda, possono comunque scaricare applicazioni VoIP o utilizzare servizi di telefonia su Internet con un laptop e una data card. Applicazioni come Fring , segnala Computing.co.uk , possono funzionare senza problemi sullo smartphone, e consentire comunque la fruizione di tecnologie VoIP.

L’operatore O2 , che intende lanciare sul mercato un N95 “intatto”, non risparmia critiche ai due competitor britannici, rilevando che disabilitare le funzioni VoIP senza informarne gli utenti può portare conseguenze negative.

E la debolezza delle motivazioni addotte da Orange e Vodafone viene sottolineata anche da VoIPBlog , secondo cui si tratta di una mossa controproducente per gli operatori: buona parte di coloro che potrebbero sfruttare le applicazioni VoIP del modello N95 sono utenti avanzati, in grado di sostituire il firmware degli apparecchi brandizzati con quello originale di Nokia. Un prezioso insieme per il test di servizi che, nel giro di pochi anni, un operatore non potrà permettersi di non fornire.

D.B.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

22 04 2007
Link copiato negli appunti