Ultimo miglio: liberate le prime centrali

Telecom Italia mette a disposizione degli altri operatori di telefonia 150 centrali, che diventeranno 432 entro il prossimo ottobre
Telecom Italia mette a disposizione degli altri operatori di telefonia 150 centrali, che diventeranno 432 entro il prossimo ottobre


Roma – Telecom Italia ha reso noto di aver messo a disposizione degli altri operatori di telefonia fissa, dal 3 agosto scorso, le prime 150 centrali. Un primo passo per la liberalizzazione dell’ultimo miglio che consentirà di fatto ad altre compagnie di portare nelle case degli utenti che ne fanno richiesta una linea non di Telecom Italia.

L’ex monopolista, che sta ottemperando a quanto imposto dall’Autorità per le Garanzie nelle Comunicazioni , prevede di rendere disponibili entro la fine del mese di agosto altre 220 centrali. Il primo “lotto” prevedeva infatti che fossero rese disponibili agli operatori che ne avessero fatto richiesta un totale di 432 centrali, che saranno totalmente disponibili solo entro il prossimo ottobre.

Gli spazi consegnati il 3 agosto sono quindi disponibili per gli operatori che hanno già regolarizzato il rapporto contrattuale con Telecom Italia per l’accesso ai locali e riguardano, come detto, 150 centrali di cui 120 nelle principali città italiane. Di queste, 20 sono localizzate a Roma, 20 a Milano, 15 a Napoli e 18 a Torino.

I tempi più lunghi necessari per la liberalizzazione delle centrali che verranno consegnate a fine agosto e quelle che potranno essere sfruttate solo entro ottobre sono da attribuire, secondo Telecom Italia, alla necessità di permessi e di autorizzazioni che in alcuni casi richiedono più tempo di quanto non fosse stato stimato in precedenza (come ad esempio le concessioni edilizie nelle zone sismiche).

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

07 08 2001
Link copiato negli appunti