Un ambiente hi-tech per la contabilità statale

Con un contratto appena firmato, Finsiel realizzerà un sistemone capace di digerire enormi quantità di dati e restituire informazioni utili. Ecco come


Roma – Un sistemone capace di rispondere alle necessità di raccolta e di analisi dei dati relativi alla contabilità economica delle amministrazioni statali: c’è questo dietro una importante commessa che si è aggiudicata nelle scorse ore Finsiel, società della divisione I.T. Telecom del Gruppo Telecom Italia.

L’obiettivo del lavoro che Finsiel mette in campo punta a realizzare un ambiente-dati che sia di facile consultazione, che offra informazioni omogenee e di semplice gestione.

Il contratto prevede un tempo di tre anni e porterà a quello che viene definito “Sistema Unico di Contabilità Economica” delle amministrazioni pubbliche. “Permetterà – si legge in una nota Finsiel – al Governo e alla Pubblica Amministrazione di monitorare l’andamento della finanza pubblica, di intraprendere manovre mirate di politica economica e diffondere la cultura dell’analisi e della valutazione della gestione amministrativa”.

Il progetto – che rientra nelle iniziative di e-government portate avanti da Finsiel – prevede l’adozione di strumenti come il portale di progetto e la realizzazione di pubblicazioni, reporting e strumenti di simulazione e di analisi da mettere a disposizione dei più alti vertici dello Stato. Il tutto è accompagnato da servizi di consulenza e dall’aggiornamento della soluzione informatica attuale.

“Nel Sistema Unico di Contabilità Economica – spiega la nota – confluiranno dati e informazioni da un gran numero di amministrazioni pubbliche, non tutte allo stesso livello di evoluzione. Per questa complessità Finsiel ha optato per un approccio metodologico capace di integrare tutte le componenti dell’organizzazione (persone, processi, strategie e tecnologie informatiche) e per una introduzione graduale degli interventi e degli elementi innovativi.”

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • danny tommy scrive:
    grande
    è super bello
  • Anonimo scrive:
    riguardo all' ?uro
    relativamente alla parte riguardante l'euro: ho chiamato più volte Tim e hanno sempre detto "eh... ma manca molto tempo ... "non che abbiano mancato di informarmi o di avere informazioni di cui momentaneamente gli operatori erano sprovvisti ... però hanno trattato la cosa come se non fosse imminente ... 2-4 mesi ... beh! Mi sembra imminente eccome ... per sapere i tagli delle ricariche, e quanto costano ... e poi nessuno di voi ha fatto i calcoli sulle tariffe tipo "195 lire al minuto!"provate quanti Euro sono 190, 195 e 200.E poi moltiplicate.E poi vedete se bisogna tenerne conto ...
  • Anonimo scrive:
    unità di tempo
    "...nel caso di servizi fatturati su base temporale, l?indicazione del prezzo del servizio per unità di tempo (ad esempio, per i prezzi a tempo, il costo al minuto);..." L'unità di tempo nelle comunicazioni mi sta bene, d'altronde non mi pare che i Provider o gli Operatori di telefonia ti diano dei prezzi al minuto virgola qualcosa. Non si poteva sforzarsi di più e inserire un'unità definita per le tariffe dei cellulari?o meglio per tutti la tariffazione al secondo?Si è lottato tanto per eliminare la tariffazione al minuto per non farsi ciucciare i secondi non consumati, garante ao'!Scarlight
Chiudi i commenti