Un attentatore si nascondeva In Yahoo?

Un ingegnere di Yahoo è stato accusato di essere la mente degli attentati che hanno insanguinato l'India. L'azienda si dice preoccupata, la famiglia dell'uomo coinvolto nega ogni addebito

Roma – Mohammed Mansoor Peerbhoy, 31enne software engineerer impiegato presso Yahoo! con uno stipendio annuo di oltre 22mila sterline, sarebbe uno degli artefici degli ultimi attentati che hanno colpito l’India, provocando nel complesso 120 morti e devastando le città di Delhi, Ahmedabad e Jaipur. Secondo le forze di polizia di Bombay, l’uomo sarebbe la mente di una “cellula di comunicazione del terrore”.

L’organizzazione, denominata i Mujahedeen Indiani , stava portando avanti un piano per nuovi attentati nella capitale, e sarebbe stata smantellata in una recente operazione che ha portato alla cattura di 15 uomini, Peerbhoy incluso. Il ruolo di quest’ultimo sarebbe stato quello del postino di proclami terroristi, compito portato a termine inviando email da connessioni Wi-Fi violate in giro per la città .

L’ingegnere di Yahoo!, di famiglia rispettabile, buona educazione e buon inglese, viene dipinto come vittima di un “lavaggio del cervello” subito corso del suo pellegrinaggio alla Mecca avvenuto nel corso del 2004. La famiglia di Peerbhoy parla della volontà della polizia e della politica di trovare un capro espiatorio, una facile pedina da sacrificare per dare l’impressione di agire contro l’ondata di violenza e terrore che scuote la nazione indiana. “Mohammed è una persona estremamente qualificata e noi siamo una famiglia molto rispettabile”, ha dichiarato al Times of India un parente del presunto terrorista che è voluto rimanere anonimo.

“Non ci sono prove”, ha rincarato Tarun Tejpal, del settimanale Tehelka . “Quello che penso stia avvenendo – continua Tejpal – è che abbiamo mezzi di comunicazione isterici e attivi 24 ore al giorno che forzano politici e polizia ad agire o a dimostrare che si stanno muovendo”.

La polizia brancolerebbe nel buio, e Peerbhoy sarebbe finito in un complesso gioco mediatico-politico in cui l’unica vittima è la giustizia. A rafforzare questa tesi ci sarebbe il fatto che, almeno in origine, le indagini erano concentrate su un uomo chiamato Subhan Qureshi, anche noto come “Tauqeer”, presunto responsabile per l’invio delle mail, ora attribuite al giovane ingegnere di Yahoo.

In concomitanza con l’arresto di Peerbhoy la polizia ha sostenuto che “Tauqeer” non è stato altro che una creazione del vero mastermind del terrore, finalmente assicurato alla giustizia. Yahoo! si è espressa ufficialmente sulla vicenda limitandosi a dire che “è preoccupata di questi eventi e collaborerà appieno con le forze dell’ordine laddove fosse richiesto”.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • painlord2k scrive:
    Religione e razza
    Da quando una religione è una razza?Chi confonde una critica ad una religione con un attacco razzista o è in mala fede o è ignorante o è stupido. Non vedo altre possibilità.D'altro canto, la fede islamica pretende esattamente queste qualità dai suoi aderenti, dato che sono chiamati a imitare l'esempio di Maometto, così come è descritto negli Hadit. Non che tutti i mussulmani siano così, come tutti i cristiani non sono, ma più un mussulmano diventa pio (in senso religioso) più diventa intollerante e pericoloso per gli altri, la dove un cristiano più diventa pio più diventa caritatevole e mite (anche se magari diventa anche rompiscatole).Maometto aveva 50 anni quando sposò Ausha xche ne aveva 6 e ne aveva 53 quando consumò il matrimonio con Aisha che ne aveva 9. Quindi la religione islamica permette e incoraggia la pedofilia. Dato di fatto. Maometto razziava carovane inermi, ne faceva schiavi i componenti e li vendeva come schiavi (e si teneva le donne più belle per se come bottino). Difatti, l'Islam è l'unica religione che descriva come dividere il bottino di una razzia (parola derivata dall'arabo).Per secoli, i mussulmani hanno razziato le coste del Mediterraneo, Italia compresa, ma arrivarono fino a Rejkiavik in Islanda con le loro razzie. E presero per secoli schiavi che fecero lavorare fino alla morte per loro, come fecero lo stesso con i negri dell'Africa. Infatti la schiavitù è stata abolita solo da pochi decenni nel mondo islamico (in Mauritania l'anno scorso) e viene ampiamente praticata anche adesso.Se dire la verità è razzismo, meglio essere rzzisti.
  • earlati scrive:
    Dio esiste ?
    I nostri pensatori nostrani si erano espressi cosi:1 - La paura ha creato gli dèi.2 Io non so se Dio esiste, ma se non esiste ci fa una figura migliore.
  • nessuno scrive:
    ed io lo rimetto
    questo articolo, è fazioso e razzista, prendendo di mira una religione tutta che non c'entra nulla con i religiosi di tale fede.E' un articolo che è stato fatto appositamente per il trolling e per fomentare razzismo tra le religioni.E' come dire che un prete ha detto che la terra è ferma e che il sole gira intorno ad essa.E' un articolo infondato e puramente fazioso a scopo di fomentare l'odio a cui solo gli stupidi possono credere e rispondere.Continuate a togliere questo messaggio e continuerete a vederlo online a costo di usare dei bot.Giusto, qui i mod sanno perfettamente la netiquette, perchè allora non si eliminano tutti questi messaggi faziosi e insultanti per i musulmani?Oppure se si offendono i "terroristi musulmani" tutto va bene, se invece si dice la verità la si deve per forza cancellare?
    • Nome e cognome scrive:
      Re: ed io lo rimetto
      L'unico razzista, qui, sei tu.
      • nessuno scrive:
        Re: ed io lo rimetto
        - Scritto da: Nome e cognome
        L'unico razzista, qui, sei tu.non mi conosci, perchè altrimenti ti garantisco al 3000% che non lo diresti...;)sono la persona meno razzista che si sia mai vista in Italia, prove alla mano anche per questo.L'articolo è razzista e fomenta l'odio, nessuna persona non razzista l'avrebbe mai scritto.
        • Giorgio scrive:
          Re: ed io lo rimetto
          L'articolo riporta una notizia.Se poi leggendola uno si chiede in che secolo viva quella gente là, mica è razzismo.
      • longinous scrive:
        Re: ed io lo rimetto
        Oltre che razzista (cosa che mi coglie assolutamente preparato, vista la sua fede) è un ignorante mostruoso (e nemmeno questo mi meraviglia, vista la sua fede).Non sa cosa scrive, e se scrive cavolate senza senso e qualcuno glielo fa notare, questo automaticamente è un troll
      • nessuno scrive:
        Re: ed io lo rimetto
        - Scritto da: Nome e cognome
        L'unico razzista, qui, sei tu.ed aggiungo l'ultima cosa che ho dimenticato prima.le conversazioni precedenti provano ciò che io ho detto.Si è insultato a spada tratta i musulmani, colpevoli di essere degli ignoranti e degli stupidi, delle persone idiote e contadinotte, vedi il primo topic aperto.questo è il secondo articolo dove si inneggia all'odio contro i musulmani, ce n'era stato già un'altro in cui non ho partecipato, credendo alla buona fede di chi l'aveva scritto e pensando che chi rispondeva era solo un troll e che non meritava risposta.Al secondo però non è più un caso, mi dispiace, il secondo articolo vuol dire farlo apposta e fomentare odio e razzismo.Chi lo ha scritto voleva proprio quello che è stato scritto sopra, odio e razzismo tra religioni.
        • Jeremy scrive:
          Re: ed io lo rimetto
          Quello che dici è vittimismo proprio per fomentare odio verso chi ha riportato la notizia e verso chi ne discute..è uno squallido modo per attaccare..
          • longinous scrive:
            Re: ed io lo rimetto
            Ha imparato tutto dal papa.Ogni fregnaccia che dice dev'essere riportata in mondovisione o inizia a frignare che lo vogliono zittire/censurare/blablabla
        • longinous scrive:
          Re: ed io lo rimetto
          Mussulmani, cristiani, indù, buddhisti e se ne hai altri attaccaglieli pure: vanno presi per il culo a prescindere!Credere agli amici invisibili a 5 anni ci sta tutto, dai 10/12 in poi sei da neuro!
          • earlati scrive:
            Re: ed io lo rimetto
            - Scritto da: longinous
            Mussulmani, cristiani, indù, buddhisti e se ne
            hai altri attaccaglieli pure: vanno presi per il
            culo a
            prescindere!

            Credere agli amici invisibili a 5 anni ci sta
            tutto, dai 10/12 in poi sei da
            neuro!In effetti ci sarebbe molto da obiettare sulle religioni.Predicano tutte l' umilta' per poi praticare l' arroganza.Ed ovviamente le religioni e quelli che pretondono di insegnartela sono cosa assai diversa da chi in modo raccolto e realmente umile la pratica senza fare rumore.
        • earlati scrive:
          Re: ed io lo rimetto
          - Scritto da: nessuno
          - Scritto da: Nome e cognome

          L'unico razzista, qui, sei tu.

          Chi lo ha scritto voleva proprio quello che è
          stato scritto sopra, odio e razzismo tra
          religioni.ma credi ancora che dare del razzista a vanvera ti dia maggiore credito ?Oramai e' cambiata la moda e quando si ricevono certi epiteti si e' certi che il proprio interlocutore ha esaurito gli argomenti ( ammsso che li avesse ) e cerca di mascherare la sua malafede o impreparazione.Ma ve lo insegnano al consolato che gli italiani sono tutti scemi e che per aver ragione basta solo dargli del razzista ?
    • longinous scrive:
      Re: ed io lo rimetto
      L'articolo è infondato?Davvero?Che prove hai per dirlo?
      • nessuno scrive:
        Re: ed io lo rimetto
        - Scritto da: longinous
        L'articolo è infondato?

        Davvero?

        Che prove hai per dirlo?bismillahi Al rahmani Al rahim.vuoi le prove? sapresti leggere in arabo la legge che è stata fatta?visto che non sai l'italiano, forse conosci l'arabo.in realtà la legge è una legge statale e non islamica.Non prevede che non si possa vedere la fidanzata con la webcam prima del matrimonio.In Italia, in occidente visto che anche in america è così, non c'è un'usanza che prevede che i fidanzati il giorno prima non si possano vedere? lo stesso vale lì, i fidanzati non si possono vedere prima del matrimonio, siccome qualcuno ha chiesto, ma se lo vedo tramite webcam posso vederlo?e a questa domanda gli è stato risposto:no, sarebbe la stessa cosa.Però per evitare che qualcuno possa essere tentato comunque, hanno fatto una legge statale e non islamica.La fatwa è una legge islamica che comunque ed in qualunque caso non si è tenuti a seguire se non si vuole, quindi non ha nessun valore legale o impositivo. Dire che è una fatwa è sbagliato, visto che è una legge statale ben diversa da una islamica, ma anche se fosse solo islamica, non ha valore alcuno se uno non la vuole seguire.La fatwa viene fatta da un mufti e non di certo dal primo imam di una moschea, e solo ed esclusivamente un mufti può emettere una fatwa e non di certo il primo che capita.Per es. quelle che tutti i giornalisti continuano a chiamare fatwa riferite a quelle di osama bin laden, non sono nulla, sono acqua, non esistono come fatwa non sono seguibili, ecco capirei che venissero a dire che osama bin laden è un terrorista che non capisce nulla di islam e che non segue nemmeno i dictat più semplici, quindi a rigor di logica e di profeta Muhammad (salallah w sallam) che si è espresso benissimo in questa frase:"Colui che ci inganna non è uno di noi" se tu menti non puoi essere considerato alla stessa stregua degli altri tuoi: amici, parenti, nemici, collaboratori, colleghi di lavoro, datori di lavoro e tutte le categorie annesse.Bin laden mente, perchè inganna il povero stupido.Invece mi si vuole far passare per fatwa una cosa che non è, una legge che non serve a nulla, me la si vuole far passare per una cosa religiosa che non è e me la si vuole far passare pure per una notizia?ma per chi ci avete preso? per stupidi tutti?sì, perchè altrimenti non l'avreste scritta, tanto non c'è nessun musulmano che ci legge, che può anche solo essere alla nostra stregua in informatica, tutti ignoranti e bigotti...giusto?vuoi delle prove, la redazione mi ha tracciato, sa perfettamente qual è il mio ip, può benissimo prendere e denunciarmi alla polizia se pensa che la sua notizia sia giusta e corretta e non faziosa e se conosce così bene la mia religione, anche meglio di me, sembrerebbe, che la vivo tutti i giorni e che sento tutti i giorni scemate del genere nella realtà.Può farlo tranquillamente, va dalla polizia postale, e mi denuncia per diffamazione, anzi domani mattina li chiamo io direttamente e li avviserò direttamente, loro hanno già visto scene di questo tipo quattro anni fa, quando mi sono presentata per farla io la denuncia, perchè per me sono insulti quelli postati qui e in quell'occasione in altre parti del web, poi però in tribunale dovrà sostenere cosa è una fatwa in modo tecnico e religioso, se potrà sostenere che tale legge è da bigotti e stupidi e che ha un motivo reale religioso dietro, perchè nell'articolo si nomina la fatwa e come ho detto la fatwa è solo ed esclusivamente per le questioni religiose e non ha valore legale. Può denunciarmi per diffamazione se riuscirà a dimostrare senza ombra di dubbio che ho mentito e che non è come dico io, ma come dicono loro.Come ho detto prima, non ci sarebbero stati tutti quei messaggi di odio prima, dicendo quanto tutti noi musulmani siamo idioti e stupidi e bigotti,se non fosse come ho detto io e sicuramente non avrebbero cancellato il messaggio parecchie volte se non fosse stato come ho detto io.Perchè non è stato cancellato anche il messaggio che diceva quanto i musulmani sono stupidi? perchè i musulmani si possono insultare e tutti gli altri no?Ora secondo netiquette (RFC 1855, conosco anche io gli RFC visto che roba?) che sembra qui conoscano a menadito, ma si ricordino solo ed esclusivamente di farla valere per alcuni mentre altri invece possono fare tutto quello che gli pare pure insultare senza essere mai nemmeno una volta richiamati, dice che non si fanno articoli che possono fomentare odio e razzismo o che possano essere di cattivo gusto, non si fanno articoli che i propri utenti possono rilevare come insulti o che possono rivelare offese anche latenti, questo dice l'RFC che sembra valere per alcuni e non per tutti però.Basta vedere gli articoli sui contest americani, se non li si nomina apertamente comunque chi vi partecipa viene addidato come lamer e cracker, mentre se vengono fatti in Italia sono tutti hacker che li fanno, professionisti eccetera eccetera, due metri due giudizi. Tutti articoli che in un tribunale hanno valore probatorio, come i messaggi sopra messi.Comunque, come ho detto a disposizione per andare in tribunale e sostenere le mie tesi contro le loro, ripeto se riescono a sostenere che una fatwa è una legge statale e non islamica senza nessun valore legale, facciano pure.Come ho detto, una notizia del genere è come dire che un prete, uno qualunque, ha detto che la terra è ferma ed il sole le gira intorno. non lo ha detto il papa e se non ricordo male la Chiesa Cattolica ha ammesso le teorie galileiane nel 1985, mentre il Sacro Corano (aw)lo diceva sin da subito 645 d.C., gli induisti addirittura dal 3000 a.C.Se è ignoranza questa...
        • longinous scrive:
          Re: ed io lo rimetto
          - Scritto da: nessuno
          - Scritto da: longinous

          L'articolo è infondato?



          Davvero?



          Che prove hai per dirlo?

          bismillahi Al rahmani Al rahim.

          vuoi le prove?

          sapresti leggere in arabo la legge che è stata
          fatta?

          visto che non sai l'italiano, forse conosci
          l'arabo.Spero sia l'ultima volta che offendi gratuitamente.
          in realtà la legge è una legge statale e non
          islamica.

          Non prevede che non si possa vedere la fidanzata
          con la webcam prima del
          matrimonio.

          In Italia, in occidente visto che anche in
          america è così, non c'è un'usanza che prevede che
          i fidanzati il giorno prima non si possano
          vedere?


          lo stesso vale lì, i fidanzati non si possono
          vedere prima del matrimonio, siccome qualcuno ha
          chiesto, ma se lo vedo tramite webcam posso
          vederlo?

          e a questa domanda gli è stato risposto:

          no, sarebbe la stessa cosa.

          Però per evitare che qualcuno possa essere
          tentato comunque, hanno fatto una legge statale e
          non
          islamica.

          La fatwa è una legge islamica che comunque ed in
          qualunque caso non si è tenuti a seguire se non
          si vuole, quindi non ha nessun valore legale o
          impositivo.

          Dire che è una fatwa è sbagliato, visto che è una
          legge statale ben diversa da una islamica, ma
          anche se fosse solo islamica, non ha valore
          alcuno se uno non la vuole
          seguire.

          La fatwa viene fatta da un mufti e non di certo
          dal primo imam di una moschea, e solo ed
          esclusivamente un mufti può emettere una fatwa e
          non di certo il primo che
          capita.Bastava questo, non serviva tutto il pistolotto che segue.Ok, hai chiarito che la fatwa è in pratica la stessa aria fritta dettata dal papa e ti ringrazio (davvero, non lo sapevo e ora lo so).Per il fatto che ritenga retrorado quel popolo: un popolo che trasforma in legge un'arcaica ca22ata come quella che due promessi non possano fvedersi il giorno prima delle nozze è un popolo di rozzi bifolchi.questo, ovviamente, IMHO.
          • nessuno scrive:
            Re: ed io lo rimetto
            - Scritto da: longinous


            visto che non sai l'italiano, forse conosci

            l'arabo.

            Spero sia l'ultima volta che offendi
            gratuitamente.
            ah...ti sei offeso? anche io quando hai offeso i musulmani e non ti sei scusato, quindi non mi scuserò.Farò comunque finta di averle ricevute.

            Bastava questo, non serviva tutto il pistolotto
            che
            segue.
            beh...sai, se avessi scritto solo quello ti avrei dato motivazioni di continuare nel trolling.
            Ok, hai chiarito che la fatwa è in pratica la
            stessa aria fritta dettata dal papa e ti
            ringrazio (davvero, non lo sapevo e ora lo
            so).
            non sai molte cose noto, comunque va bene. sì, es
            Per il fatto che ritenga retrorado quel popolo:
            un popolo che trasforma in legge un'arcaica
            ca22ata come quella che due promessi non possano
            fvedersi il giorno prima delle nozze è un popolo
            di rozzi
            bifolchi.

            questo, ovviamente, IMHO.puoi considerarli come ti pare, non ci sono problemi, è un problema tuo.Ti garantisco che loro fanno altrettanto con le persone come te.Altra cosa che dice la netiquette (sempre RFC 1855): ogni persona ha cultura, religione, vissuto diverso, abbiate rispetto per gli altri.Ciò che a voi sembra assurdo, incompatibile per la vostra cultura potrebbe non esserlo per gli altri.buona serata
          • longinous scrive:
            Re: ed io lo rimetto
            - Scritto da: nessuno
            - Scritto da: longinous




            visto che non sai l'italiano, forse conosci


            l'arabo.



            Spero sia l'ultima volta che offendi

            gratuitamente.



            ah...ti sei offeso? anche io quando hai offeso i
            musulmani e non ti sei scusato, quindi non mi
            scuserò.
            Farò comunque finta di averle ricevute.Dove sta l'offesa nel dire a uno che crede ai fantasmi "credi ai fantasmi"?Ma se per te dire una cosa vera equivale a offendere attento che ora ti offendo di bestia: il sole è una stella.D'altra parte insinuare che uno non sappia l'italiano perché corregge un tuo errore grammaticale mi pare piuttosto offensivo, no?Io non voglio le scuse di nessuno e non faccio finta di nulla per niente, ma va bene così, scelta mia.



            Bastava questo, non serviva tutto il pistolotto

            che

            segue.



            beh...sai, se avessi scritto solo quello ti avrei
            dato motivazioni di continuare nel
            trolling.
            Aridaje con le offese.Vediamo se riesco a essere chiaro: il resto non l'ho neanche letto, visto che era palesemente OT rispetto alla domanda che ti avevo fatto.

            Ok, hai chiarito che la fatwa è in pratica la

            stessa aria fritta dettata dal papa e ti

            ringrazio (davvero, non lo sapevo e ora lo

            so).



            non sai molte cose noto, comunque va bene.
            Verissimo, e sono il primo che lo ammette a differenza tua che mi hai crocifisso in sala mensa perché ti ho fatto notare un semplice errore grammaticale in un discorso che condividevo!
            sì, es


            Per il fatto che ritenga retrorado quel popolo:

            un popolo che trasforma in legge un'arcaica

            ca22ata come quella che due promessi non possano

            fvedersi il giorno prima delle nozze è un popolo

            di rozzi

            bifolchi.



            questo, ovviamente, IMHO.

            puoi considerarli come ti pare, non ci sono
            problemi, è un problema
            tuo.
            Ti garantisco che loro fanno altrettanto con le
            persone come
            te.Liberissimi di farlo, e anzi, mi incazzerei se non potessero!
            Altra cosa che dice la netiquette (sempre RFC
            1855): ogni persona ha cultura, religione,
            vissuto diverso, abbiate rispetto per gli
            altri.
            Ciò che a voi sembra assurdo, incompatibile per
            la vostra cultura potrebbe non esserlo per gli
            altri.

            buona serataOk, visto che citi RFC come se piovesse: dimmi dove una sola di queste RFC è stata applicata in maniera assolutamente perfetta.Solo per dirti che io il rispetto lo do a chi se lo merita, non a prescindere: chi crede ai fantasmi non merita il mio rispetto e chi mi salta in testa dandomi del troll perché non si prende nemmeno la briga di leggere quello che ho scritto merita solo il mio disprezzo.buona serata a te e se non ci si risente prima anche buon week-and
        • the_m scrive:
          Re: ed io lo rimetto
          - Scritto da: nessuno
          - Scritto da: longinous

          L'articolo è infondato?

          Davvero?

          Che prove hai per dirlo?

          bismillahi Al rahmani Al rahim.
          vuoi le prove?
          sapresti leggere in arabo la legge che è stata
          fatta?guarda, non importa che ti scaldi e cerchi di dimostrare quanto ne sai della tua religione mussulmana e quanto sia ingiustamente diffamata nel mondo occidentale.ti fornisco alcuni esempi sul perchè qualcuno dice che siete un branco di caproni:iran: pena di morte a due ragazzi di 16 e 18 anni perchè gayhttp://www.gay.tv/ita/magazine/news/dettaglio.asp?i=2713 situazione di sottomissione delle donne in iran:http://www.narcomafie.it/news_archivio/news_2001_1.htmche poi ovviamente non ne possono più e si suicidano (SECONDA causa di morte iran!!)http://passineldeserto.blogosfere.it/2006/11/la-situazione-delle-donne-in-iran-suicidio-seconda.htmlma del resto cosa ci si può aspettare da uno stato quasi completamente governato e gestito da religiosi...http://www.arabnews.it/2005/06/22/l-iran-ed-il-governo-dei-religiosi/(questi link sono i primi che si trovano facendo semplici query su google, non sono stati cercati ad hoc nei meandri di chissadove)devo continuare o ti basta? secondo te noi persone normali cosa dovremmo pensare di tutto questo?
        • earlati scrive:
          Re: ed io lo rimetto
          - Scritto da: nessuno
          - Scritto da: longinous

          L'articolo è infondato?


          non lo ha detto il papa e se non ricordo male la
          Chiesa Cattolica ha ammesso le teorie galileiane
          nel 1985, mentre il Sacro Corano (aw)lo diceva
          sin da subito 645 d.C., gli induisti addirittura
          dal 3000
          a.C.

          Se è ignoranza questa...questa piu' che altro e' arroganza.Il tuo post e' partito ( e continua ) con un serie continua di attacchi a testa bassa.Se credi che non conosciamo il tuo mondo prova a spiegarcelo, ma fallo in modo garbato.Se sei gentile troveresti molta piu' gente disposta ad ascoltarti.Ma se vai subito in paranoia , prima ancora di argomentare ti escludi da solo per l' oltranzismo e la tracotanza che sbatti in faccia agli altri.Noi lo chiamiamo galateo. :)
    • earlati scrive:
      Re: ed io lo rimetto
      - Scritto da: nessuno
      questo articolo, è fazioso e razzista, prendendo
      di mira una religione tutta che non c'entra nulla
      con i religiosi di tale
      fede.

      E' un articolo che è stato fatto appositamente
      per il trolling e per fomentare razzismo tra le
      religioni.

      E' come dire che un prete ha detto che la terra è
      ferma e che il sole gira intorno ad
      essa.

      E' un articolo infondato e puramente fazioso a
      scopo di fomentare l'odio a cui solo gli stupidi
      possono credere e
      rispondere.

      Continuate a togliere questo messaggio e
      continuerete a vederlo online a costo di usare
      dei
      bot.

      Giusto, qui i mod sanno perfettamente la
      netiquette, perchè allora non si eliminano tutti
      questi messaggi faziosi e insultanti per i
      musulmani?

      Oppure se si offendono i "terroristi musulmani"
      tutto va bene, se invece si dice la verità la si
      deve per forza
      cancellare?e il figlio dell' uomo scese tra noi e ci illumino'.GRAZIE di esistere.Ma cosi' , tanto per curiosita' , dove che l' hai comprato il cartificato della verita' universale che ce l' hi solo tu e tuti gli altri sono piXXla ?
  • Io me scrive:
    Povera gente...
    come da oggetto :'( :
  • nessuno scrive:
    ed io lo rimetto
    questo articolo, è fazioso e razzista, prendendo di mira una religione tutta che non c'entra nulla con i religiosi di tale fede.E' un articolo che è stato fatto appositamente per il trolling e per fomentare razzismo tra le religioni.E' come dire che un prete ha detto che la terra è ferma e che il sole gira intorno ad essa.E' un articolo infondato e puramente fazioso a scopo di fomentare l'odio a cui solo gli stupidi possono credere e rispondere.Continuate a togliere questo messaggio e continuerete a vederlo online a costo di usare dei bot.Giusto, qui i mod sanno perfettamente la netiquette, perchè allora non si eliminano tutti questi messaggi faziosi e insultanti per i musulmani?Oppure se si offendono i "terroristi musulmani" tutto va bene, se invece si dice la verità la si deve per forza cancellare?
  • nessuno scrive:
    ed io lo rimetto
    questo articolo, è fazioso e razzista, prendendo di mira una religione tutta che non c'entra nulla con i religiosi di tale fede.E' un articolo che è stato fatto appositamente per il trolling e per fomentare razzismo tra le religioni.E' come dire che un prete ha detto che la terra è ferma e che il sole gira intorno ad essa.E' un articolo infondato e puramente fazioso a scopo di fomentare l'odio a cui solo gli stupidi possono credere e rispondere.Continuate a togliere questo messaggio e continuerete a vederlo online a costo di usare dei bot.Giusto, qui i mod sanno perfettamente la netiquette, perchè allora non si eliminano tutti questi messaggi faziosi e insultanti per i musulmani?Oppure se si offendono i "terroristi musulmani" tutto va bene, se invece si dice la verità la si deve per forza cancellare?
  • nessuno scrive:
    ed io lo rimetto
    questo articolo, è fazioso e razzista, prendendo di mira una religione tutta che non c'entra nulla con i religiosi di tale fede.E' un articolo che è stato fatto appositamente per il trolling e per fomentare razzismo tra le religioni.E' come dire che un prete ha detto che la terra è ferma e che il sole gira intorno ad essa.E' un articolo infondato e puramente fazioso a scopo di fomentare l'odio a cui solo gli stupidi possono credere e rispondere.Continuate a togliere questo messaggio e continuerete a vederlo online a costo di usare dei bot.Giusto, qui i mod sanno perfettamente la netiquette, perchè allora non si eliminano tutti questi messaggi faziosi e insultanti per i musulmani?Oppure se si offendono i "terroristi musulmani" tutto va bene, se invece si dice la verità la si deve per forza cancellare?
  • Ricky scrive:
    manica di bovini...
    LE religioni potrebbero migliorare la vita della gente e invece sono solo usate da celebrolesi per complicarle e vessarle.MA SVEGLIATEVI branco di bovini...e usatele ste maledette dellule chiamte neuroni!
    • xxxxxxxxxx scrive:
      Re: manica di bovini...
      - Scritto da: Ricky
      LE religioni potrebbero migliorare la vita della
      genteNon pare che ci sia una evidenza storica di questapresunta potenzialita', anzi, sembra proprioil contrario.
      MA SVEGLIATEVI branco di bovini...e usatele ste
      maledette dellule chiamte
      neuroni!MMUUUUUU
      • longinous scrive:
        Re: manica di bovini...
        - Scritto da: r1348
        Buddismo tibetano.
        Muggisci pure...In Tibet, prima della presa da parte dei cinesi, erano in una società feudale in cui stavi un po' meglio se entravi in un monastero e ti facevi monaco asceta, se no potevi anche fare la fame.cosa faceva il buddhismo tibetano quando c'erano i bambini che sguazzavano nel fango invece che andare a una qualunque scuola?
        • Giorgio scrive:
          Re: manica di bovini...
          - Scritto da: longinous
          In Tibet, prima della presa da parte dei cinesi,
          erano in una società feudale in cui stavi un po'
          meglio se entravi in un monastero e ti facevi
          monaco asceta, se no potevi anche fare la
          fame.E adesso stanno meglio? Te l'hanno detto i cinesi?
          • longinous scrive:
            Re: manica di bovini...
            ho detto che stanno meglio?quando?io ho detto solo che quando c'era quella religione che "comandava" stavano cosìè un semplice dato di fatto
      • xxxxxxxxxx scrive:
        Re: manica di bovini...

        Buddismo tibetano.
        Muggisci pure...Certo, non ho bisogno del tuo permesso.
  • Rita scrive:
    il bue che dice cornuto all'asino
    c'è poco da discutere, nel nostro "civilissimo" paese non possiamo avere la RU486 per naloghi motivi.
    • mura scrive:
      Re: il bue che dice cornuto all'asino
      scusa l'ignoranza cosa sarebbe questa RU486 ?
      • Garbet P. scrive:
        Re: il bue che dice cornuto all'asino
        la RU486 è la pillola che viene utilizzate per indurre un aborto "chimico". Permette di evitare l'intervento chirurgico, quando la gravidanza non è troppo avanzata.Viene usata in tutto il mondo civilizzato, ma - indovina? - in italia è vietata.
        • Malcolm scrive:
          Re: il bue che dice cornuto all'asino
          - Scritto da: Garbet P.
          la RU486 è la pillola che viene utilizzate per
          indurre un aborto "chimico". Permette di evitare
          l'intervento chirurgico, quando la gravidanza non
          è troppo
          avanzata.
          Viene usata in tutto il mondo civilizzato, ma -
          indovina? - in italia è
          vietata.Se vuoi paragonare delle foto online ad un aborto...
        • Homer S. scrive:
          Re: il bue che dice cornuto all'asino

          Viene usata in tutto il mondo civilizzato, ma -
          indovina? - in italia è
          vietata.Infatti l'Italia non fa parte del mondo civilizzato da un bel pò...
    • Undertaker scrive:
      Re: il bue che dice cornuto all'asino
      - Scritto da: Rita
      c'è poco da discutere, nel nostro "civilissimo"
      paese non possiamo avere la RU486 per naloghi
      motivi.Emigra in Arabia Saudita
    • Giorgio scrive:
      Re: il bue che dice cornuto all'asino
      - Scritto da: Rita
      c'è poco da discutere, nel nostro "civilissimo"
      paese non possiamo avere la RU486 per naloghi
      motivi.E mica solo quella. Anche ottenere la pillola del giorno dopo è un calvario... tanto per rimanere in tema religioso.
      • Jeremy scrive:
        Re: il bue che dice cornuto all'asino
        Non è vero..fai la ricetta e vai in farmacia..dipende dove abiti..
        • longinous scrive:
          Re: il bue che dice cornuto all'asino
          - Scritto da: Jeremy
          dipende dove
          abiti..e ti sembra normale?
        • Giorgio scrive:
          Re: il bue che dice cornuto all'asino
          - Scritto da: Jeremy
          Non è vero..fai la ricetta e vai in
          farmacia..dipende dove
          abiti..DIPENDE DA DOVE ABITI????????Abito in Italia, NON DEVE IMPORTARE DOVE!La legge dice che ho diritto ad avere quel medicinale e quella legge deve valere SEMPRE ed OVUNQUE sul territorio nazionale, cazzo!E invece no! Leggiti l'inchiesta su Repubblica di qualche giorno fa e dimmi se ti sembra normale una cosa del genere!Dipende da dove abiti, dice..... allucinante.http://www.repubblica.it/2008/04/sezioni/cronaca/pillola-giorno-dopo/pillola-giorno-dopo/pillola-giorno-dopo.html
  • Garbet P. scrive:
    credenti e non credenti
    La solita storia delle religioni: pretendono di imporre a tutti le proprie convinzioni personali perchè "rivelate da un dio onnipotente", e non accettano che vengano messe in discussione, perchè "verità assolute".Quando i credenti cercano di imporsi sui non credenti, non c'è niente da fare: tentare di ragionare è impossibile, perchè un dio onnipotente non può essere messo in discussione.Possiamo distinguere tra credenti e non credenti, ma secondo me è sbagliato distinguere tra credenti e atei (a-tei = senza dio), poichè siamo tutti atei, dato che dio non esiste.
    • r1348 scrive:
      Re: credenti e non credenti
      - Scritto da: Garbet P.
      (omissis) ...dato che dio non
      esiste.Ora dimostrami scientificamente la tua affermazione.
      • Pino scrive:
        Re: credenti e non credenti
        - Scritto da: r1348
        - Scritto da: Garbet P.

        (omissis) ...dato che dio non

        esiste.

        Ora dimostrami scientificamente la tua
        affermazione.Beh, penso che il tizio potrebbe dire: "La scienza dice che non c'è, o per lo mono non l'ha scoperto, quindi non c'è".Un ragionamento stupido sul quale si basano molti.E' l'appagante senso di sicurezza che dà la scienza, per coloro che preferiscono vivere nella propria "comfort zone" dove tutto è conosciuto e spiegabile. Persone che non vedono al di là del proprio naso.E comunque non è che io appoggi gli estremismi religiosi, anzi sono una pessima cosa: purtroppo si tratta di "invenzioni umane" che si fondano sulla vera religione.Negare l'esistenza di un dio perché ci sono questi estremisti oppure perché non è scientificamente dimostrato è una cosa assolutamente sciocca.
        • Vvvvvvvvvv scrive:
          Re: credenti e non credenti
          Se noti però non puoi neanche dimostrare il contrario, cioè che dio esiste.
          • nessuno scrive:
            Re: credenti e non credenti
            - Scritto da: Vvvvvvvvvv
            Se noti però non puoi neanche dimostrare il
            contrario, cioè che dio
            esiste.ok...vuoi dimostrazione scientifica?eccotela.Dio non esiste. Dio è.L'esistenza in quanto tale è data dall'avere una forma materiale, di qualunque forma materiale si tratti. Quindi si parla di materia organica, solida, liquida o gassosa la materia ha una forma percepibile al tatto, olfatto, vista, udito o al gusto, in tutti i casi è reale, del mondo reale e permette a tutti di poter essere vista, udita, gustata, toccata, odorata. Se una qualunque cosa non esiste nella realtà, nel mondo reale, allora non esiste. Quindi per esempio, possiamo dire che un mela esiste (la si vede la si gusta, la si tocca, la si odora); l'amore non esiste, poichè non lo si può toccare, ascoltare, vedere, gustare od odorare, l'amore è un sentimento e in materia organica non esiste. Diversamente, invece, si può dire che l'essere è rivolto a qualunque cosa che non è materia organica e reale, quindi riferito a tutti i sentimenti come l'odio, il rancore, l'amore, l'affetto; infatti, non si può negare che chiunque provi dei sentimenti riferiti ad altre persone od oggetti reali, comunque sono sempre non identificabili realmente. Ma questi sentimenti da dove sfociano? non avendo materia organica da cui poter scaturire, è assolutamente impossibile che vi sia una fonte organica, ci deve essere una fonte non fisica, questa fonte non fisica viene comunemente chiamata [i]anima[/i] (per i buddhisti è il ki che nasce dalla contrazione del plesso solare, tale contrazione di movimento fa nascere l'anima. Quindi anche il ki è inesistente quanto l'anima in quanto non facente parte del mondo reale anche se creato dal mondo reale, voce ed organi vitali). Ma, ogni anima è diversa dalle altre, quindi non può essere fine a se stessa e nascere da se stessa, quindi vi è bisogno che altra entità la crei. Questa entità (comunemente chiamato Dio) non può essere uguale alle altre entità anima, poichè un anima di pari livello non può generare anima di pari livello del suo, quindi un'entità di livello superiore crea infinite anime, di infiniti livelli inferiori al suo, e si rigenera da se stessa poichè unica in tutto l'universo.Detto questo, chi umilia, insulta il Dio musulmano (Allah, contrazione di Al Llah, tradotto significa Il Dio), escludendo gli atei, che come giustamente qualcuno ha detto sono coloro che credono nel nulla assoluto, dal latino a-tei senza dei, quindi al plurale e non al singolare, per questo la parola è definita per indicare coloro che non credono in nessun Dio in assoluto, sta insultando il proprio Dio, di qualunque Dio si tratti.E poi vi definite religiosi, 'gnurantun se vi istruite non ci offendiamo, meno scemate in giro per il web grazie.
          • xxxxxxxxxx scrive:
            Re: credenti e non credenti
            Che ridda di spercazzola!
          • longinous scrive:
            Re: credenti e non credenti
            - Scritto da: nessuno
            escludendo gli atei,
            che come giustamente qualcuno ha detto sono
            coloro che credono nel nulla assoluto, dal latino
            a-tei senza dei, quindi al plurale e non al
            singolare, per questo la parola è definita per
            indicare coloro che non credono in nessun Dio in
            assoluto, sta insultando il proprio Dio, di
            qualunque Dio si
            tratti.Veramente atei è il plurale in italiano di ateo.Ateo -
            una persona senza dioAtei -
            più persone senza dio
          • nessuno scrive:
            Re: credenti e non credenti
            - Scritto da: longinous

            Veramente atei è il plurale in italiano di ateo.
            Ateo -
            una persona senza dio
            Atei -
            più persone senza dioateo= dal latino a-teo senza Diotroll
          • longinous scrive:
            Re: credenti e non credenti
            - Scritto da: nessuno
            - Scritto da: longinous




            Veramente atei è il plurale in italiano di ateo.

            Ateo -
            una persona senza dio

            Atei -
            più persone senza dio

            ateo= dal latino a-teo
            senza Dio

            trollma te lo leggi quello che scrivi?hai scritto che atei deriva dal latino a(senza) e tei(dei)io ti ho fatto notare che è solo il plurale di ateo!e troll lo dici a tua sorella, ignorante!
          • the_m scrive:
            Re: credenti e non credenti
            - Scritto da: nessuno

            Dio non esiste. Dio è.e questa sarebbe la tua "dimostrazione scientifica"?
            l'essere è rivolto a qualunque cosa che
            non è materia organica e reale, quindi riferito a
            tutti i sentimenti come l'odio, il rancore,
            l'amore, l'affetto; infatti, non si può negare
            che chiunque provi dei sentimenti riferiti ad
            altre persone od oggetti reali, comunque sono
            sempre non identificabili realmente. Ma questi
            sentimenti da dove sfociano? non avendo materia
            organica da cui poter scaturire, è assolutamente
            impossibile che vi sia una fonte organica, ci
            deve essere una fonte non fisica, questa fonte
            non fisica viene comunemente chiamata
            [i]anima[/i]non sono esperto di medicina, ma:i sentimenti sono generati da sostanze chimiche generate dal tuo corpo in risposta a certi stimoli esterni che interagiscono con il tuo sistema nervoso.ti piace stare con una persona, ti piace farci sesso, gradisci la sua visione o pensare a lei, ecc., questo genera una modifica nei livelli di varie sostanze in circolo che generano piacere, attaccamento, voglia di continuare, desiderio di rivedere la persona quando non c'è, ....l'"anima"? le "fonti non fisiche"? ma che viaggi ti fai...??
            Questa entità (comunemente
            chiamato Dio) non può essere uguale alle altre
            entità anima, poichè un anima di pari livello non
            può generare anima di pari livello del suo,questa cos'è? la "prima legge della conservazione delle anime"?
            E poi vi definite religiosi, 'gnurantun se vi
            istruite non ci offendiamo, meno scemate in giro
            per il web
            grazie.ah, quindi siete una setta che professa 'ste stupidaggini.. capisco.. le offerte a chi bisogna farle?? :D :D
          • nessuno scrive:
            Re: credenti e non credenti
            - Scritto da: the_m

            non sono esperto di medicina, ma:
            eh...si vede che non te ne intendi, prima di parlare istruirsi troll...:D
        • xxxxxxxxxx scrive:
          Re: credenti e non credenti

          Un ragionamento stupido sul quale si basano molti.
          E' l'appagante senso di sicurezza che dà la
          scienza, per coloro che preferiscono vivere nella
          propria "comfort zone" dove tutto è conosciuto e
          spiegabile. Persone che non vedono al di là del
          proprio naso.Piu' che per la mentalita' scientifica direi che la tuadescrizione calza a pennello per chi ha una fede religiosa.Il fatto che "Dio" non esiste forse non e' mai statoprovato, ma se permetti neppure che esiste, e' solo unasuperstizione.
      • Homo Agnosticus scrive:
        Re: credenti e non credenti
        - Scritto da: r1348
        - Scritto da: Garbet P.

        (omissis) ...dato che dio non

        esiste.

        Ora dimostrami scientificamente la tua
        affermazione.Non c'è bisogno di scomodare la scienza.Basta la Bibbia.Ma alla fine ognuno deve essere libero di credere a quello che vuole. Basta avere rispetto reciproco.E basta riconoscere che Vangelo, Corano, Scientology e i rapimenti degli alieni hanno pari dignità.;)
      • longinous scrive:
        Re: credenti e non credenti
        - Scritto da: r1348
        Ora dimostrami scientificamente la tua
        affermazione.facile:Supponiamo, per assurdo, che dio esista e sia onnipotente, onnipresente e ci ami con tutto se stesso.Se tu amassi qualcuno non vorresti che soffrisse.Se fosse in tuo potere evitargli la sofferenza lo faresti.Se non lo fai ci sono due possibilità:1. Non lo ami, ma questo andrebbe contro l'ipotesi. Quindi la tesi sarebbe vera.2. Non puoi evitargli la sofferenza, e anche questo andrebbe contro l'ipotesi. Quindi la tesi sarebbe vera.Per validare questa dimostrazione è sufficiente trovare qualcuno che sta male/soffre per qualunque motivo.Devo farti l'elenco degli ospedali con reparti di oncologia?C.v.d.
        • r1348 scrive:
          Re: credenti e non credenti
          Ragionamento edonista.Ogni religione ha dato un significato al dolore (probabilmente esistono appunto per questo), quella cristiana ad esempio vede il dolore come espiazione dei nostri peccati e di quello originale, così da poter raggiungere una vita eterna di beatitudine. Contrariamente, se il dolore non esistesse non potremmo espiare i nostri peccati, dunque le nostre anime andrebbero all'inferno.Ora, non ti chiedo di credere ad una particolare fede, non sto facendo propaganda, ma se credi di poter risolvere il problema dell'esistenza o meno di un dio, ci vuole qualcosa di più di un semplicistico giochetto logico.
          • longinous scrive:
            Re: credenti e non credenti
            - Scritto da: r1348
            Ragionamento edonista.
            Ogni religione ha dato un significato al dolore
            (probabilmente esistono appunto per questo),
            quella cristiana ad esempio vede il dolore come
            espiazione dei nostri peccati e di quello
            originale, così da poter raggiungere una vita
            eterna di beatitudine. Contrariamente, se il
            dolore non esistesse non potremmo espiare i
            nostri peccati, dunque le nostre anime andrebbero
            all'inferno.Rigirare la frittata non serve a nulla, se non a intrappolare i poveri di spirito (gli stupidi): il dolore è dolore, e spesso è fine a sé stesso.Non è importante che significato dai al dolore: resta dolore!
            Ora, non ti chiedo di credere ad una particolare
            fede, non sto facendo propaganda, ma se credi di
            poter risolvere il problema dell'esistenza o meno
            di un dio, ci vuole qualcosa di più di un
            semplicistico giochetto
            logico.Questo è quello che speri, in realtà non solo è sufficiente, ma è addirittura superfluo.
          • nessuno scrive:
            Re: credenti e non credenti
            - Scritto da: longinous

            Rigirare la frittata non serve a nulla, se non a
            intrappolare i poveri di spirito (gli stupidi):
            il dolore è dolore, e spesso è fine a sé
            stesso.
            Non è importante che significato dai al dolore:
            resta
            dolore!
            te lo ripeto, troll...sei tu che non sai parlare per nulla, non conosci nemmeno l'italiano, il tuo discorso è bacato fin dall'inizio, sei illogico come d'altronde lo sei sempre stato, non riesci ad ammettere che qualcun altro può avere ragione, ti brucia la coda?
    • Achmed scrive:
      Re: credenti e non credenti
      Le religioni, quelle "vere", non impongono nulla, sono le persone che vogliono esercitare potere sulle altre che usano la religione per farlo, senza nessuno scrupolo, scrivendo e riscrivendo e rimaneggiando ad uso e consumo proprio le regole religiose.Che poi la religione, intesa come quella del tipo cattolico o musulmana o ebraica (ceppo comune) non abbiano realmente senso è un altro paio di maniche, ma è veramente triste vedere cosa ci si inventa per esercitare il potere sulle masse.
      • Funz scrive:
        Re: credenti e non credenti
        - Scritto da: Achmed
        Le religioni, quelle "vere", non impongono nulla,
        sono le persone che vogliono esercitare potere
        sulle altre che usano la religione per farlo,
        senza nessuno scrupolo, scrivendo e riscrivendo e
        rimaneggiando ad uso e consumo proprio le regole
        religiose.La religione per come la intendiamo noi è aderire alla chiesa cattolica con tutti i suoi dogmi assurdi, divieti e obblighi. Il cristianesimo secondo il tuo ragionamento non è una "vera" religione perché rimaneggiato ampiamente dalla chiesa (istituzione fatta da uomini) nel corso dei secoli....
    • Garbet P. scrive:
      Re: credenti e non credenti
      rispondo un pò a tutti:non c'è alcun bisogno di DIMOSTRARE che le divinità non esistono.Semplicemenete, "affermazioni straordinarie" richiedono "prove straordinarie". E anche, "pretese eccezionali" richiedono "prove eccezionali". Ovviamente mi riferisco alle affermazioni sull'esistenza delle divinità soprannaturali e alle pretese di esserne i portavoce in terra.In breve, l'onere della prova spetta a chi afferma l'esistenza di qualcosa, SOPRATTUTTO se questa esistenza è palesemente INVEROSIMILE e contraddice tutto ciò che invece è facilmente e continuamente verificabile da chiunque.Ora, nel caso delle religioni, è sufficiente guardarsi intorno: i libri sacri sono di carta e inchiostro, le chiese sono di pietre e mattoni, i sacerdoti e i santi sono persone in carne e ossa mortali come gli altri, e i miracoli non valgono neppure come un mediocre gioco di prestigio (lasciamo perdere poi le "guarigioni miracolose", che avvengono con frequenza addirittura inferiore alle guarigioni spontanee). In breve, non c'è NIENTE di divino o soprannaturale, in tutto questo. Per questo è necessaria, a sentir loro, la "fede": ovvero, credere in ASSENZA di evidenza. Da parte mia la penso così: o si pensa, o si crede. Preferisco pensare.
      • someone scrive:
        Re: credenti e non credenti
        - Scritto da: Garbet P.
        rispondo un pò a tutti:

        non c'è alcun bisogno di DIMOSTRARE che le
        divinità non
        esistono.
        Semplicemenete, "affermazioni straordinarie"
        richiedono "prove straordinarie". E anche,
        "pretese eccezionali" richiedono "prove
        eccezionali". Ovviamente mi riferisco alle
        affermazioni sull'esistenza delle divinità
        soprannaturali e alle pretese di esserne i
        portavoce in
        terra.
        In breve, l'onere della prova spetta a chi
        afferma l'esistenza di qualcosa, SOPRATTUTTO se
        questa esistenza è palesemente INVEROSIMILE e
        contraddice tutto ciò che invece è facilmente e
        continuamente verificabile da
        chiunque.

        Ora, nel caso delle religioni, è sufficiente
        guardarsi intorno: i libri sacri sono di carta e
        inchiostro, le chiese sono di pietre e mattoni, i
        sacerdoti e i santi sono persone in carne e ossa
        mortali come gli altri, e i miracoli non valgono
        neppure come un mediocre gioco di prestigio
        (lasciamo perdere poi le "guarigioni miracolose",
        che avvengono con frequenza addirittura inferiore
        alle guarigioni spontanee). In breve, non c'è
        NIENTE di divino o soprannaturale, in tutto
        questo. Per questo è necessaria, a sentir loro,
        la "fede": ovvero, credere in ASSENZA di
        evidenza. Da parte mia la penso così: o si pensa,
        o si crede. Preferisco
        pensare.HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA e tu stai pensando?è vero lasciamo stare i miracoli o robe del genere che sinceramente non mi hanno mai attirato...però cavolo per non vedere cosa c'è di straordinario nel mondo bisogna proprio essere ciechi bene eh xD perchè la cosa straordinaria a cui mi riferisco è l'esistenza del mondo stesso e per mondo non intendo la terra ma ogni cosa che non sia niente,se non capisci il perchè ciò esiste allora non puoi nemmeno insinuare qualcosa come "Dio non esiste"
        • Garbet P. scrive:
          Re: credenti e non credenti
          vabbè. Quindi tu per spiegare l'esistenza del mondo, hai bisogno di presupporre l'esistenza di un dio che l'ha creato.benissimo.ora però devi spiegare chi ha creato il creatore.Bè, almeno questo è un buon modo per tenersi salda la poltrona, no? dedicare tempo ed energie a inventarsi nuovi creatori di creatori di creatori, e via così all'infinito.Se non siamo in grado di spiegare la cosa X, è meglio limitarci a riconoscere la nostra ignoranza. Non c'è bisogno di perdere tempo (e soldi, vedi l'8x1000) a inventare cose altrettanto inspiegabili. Meglio piuttosto dedicarsi a studiare e a fare ricerca vera, almeno quella qualcosa di concreto ha prodotto.
          • Malcolm scrive:
            Re: credenti e non credenti
            - Scritto da: Garbet P.
            ora però devi spiegare chi ha creato il creatore.Scusa se ti rispondo io:Io non devo spiegare proprio niente. Sei tu lo scienziato. Io ci credo e questo mi basta. Tra l'altro, dovresti spiegarmi anche da cosa si è originato il Big Bang, ed anche da dove viene tutta la materia che compone l'universo.
            Non c'è bisogno di perdere tempo (e
            soldi, vedi l'8x1000) a inventare cose
            altrettanto inspiegabili. L' 8x1000 serve per azioni umanitarie. Fatti un giro in Africa per vedere come va laggiù. E cosa fanno con quei soldi.E per favore, evita di rispondermi che quei soldi foraggiano il clero, perchè quelle lì sono persone come te, che hanno sostituito Dio con il dio denaro. Ripeto, fai un giro in Africa e capirai cos'è la fede in Dio.
            Meglio piuttosto
            dedicarsi a studiare e a fare ricerca vera,
            almeno quella qualcosa di concreto ha
            prodotto.Cosa sia meglio o peggio non lo stabilisci tu.
          • Garbet P. scrive:
            Re: credenti e non credenti
            appunto, tu credi, io penso
          • longinous scrive:
            Re: credenti e non credenti
            - Scritto da: Malcolm

            Non c'è bisogno di perdere tempo (e

            soldi, vedi l'8x1000) a inventare cose

            altrettanto inspiegabili.

            L' 8x1000 serve per azioni umanitarie. Fatti un
            giro in Africa per vedere come va laggiù. E cosa
            fanno con quei
            soldi.Nulla.Con l'8x1000 in Africa non ci fanno nulla.E ho testimonianze di prima mano, su questo, di ex missionari che hanno lasciato la chiesa quando questa ha negato loro i fondi per scuole, ospedali, medicine, ecc...
            E per favore, evita di rispondermi che quei soldi
            foraggiano il clero, perchè quelle lì sono
            persone come te, che hanno sostituito Dio con il
            dio denaro. Ripeto, fai un giro in Africa e
            capirai cos'è la fede in
            Dio.È quella cosa dettata dall'ignoranza.Infatti, chissà come mai, le popolazioni mondiali che hanno i credenti più credenti sono anche quelle meno scolarizzate.
          • the_m scrive:
            Re: credenti e non credenti
            - Scritto da: Malcolm
            Scusa se ti rispondo io:
            Io non devo spiegare proprio niente. Sei tu lo
            scienziato. Io ci credo e questo mi basta. ok, per noi puoi credere anche a wanna marchi.Il problema è che credendole, cercherai di pensare, votare e/o agire politicamente come vuole lei (wanna marchi) creando potenzialmente problemi a chi non crede (sempre a wanna).E forse cercherai di far in modo che anche i tuoi discendenti le credano, ecc. ecc.quindi è normale che ogni tanto qualcuno ti faccia presente che offendi la tua stessa intelligenza credendo alla marchi
            Tra l'altro, dovresti spiegarmi anche da cosa si è
            originato il Big Bang, ed anche da dove viene
            tutta la materia che compone
            l'universo.vedi l'altro discorso: se uno non sa qualcosa, ammette di non saperlo e basta.Quando non si sapeva da dove venissero i fulmini o il fuoco si faceva così: si creavano divinità. Poi si è scoperto qualcosa...


            Non c'è bisogno di perdere tempo (e

            soldi, vedi l'8x1000) a inventare cose

            altrettanto inspiegabili.

            L' 8x1000 serve per azioni umanitarie. Fatti un
            giro in Africa per vedere come va laggiù. E cosa
            fanno con quei soldi.questa NON E' ASSOLUTAMENTE VERA. Ho visto personalmente un rapporto in fondo a quei libricini che la chiesa mette nella sala d'attesa davanti allo studio del medico di famiglia, di qualche anno fa.La percentuale esatta la ricordo, ma MENO DEL 20% per azioni umanitarie, donazioni, ecc.TUTTO IL RESTO: soldi ai preti e al clero, edificazione e ristrutturazione delle chiese, vaticano, investimenti finanziari e immobiliari, ecc.alla faccia degli spot sull'0,8% che fanno su mediaset in mezzo ai villaggi africaniINFORMATI MEGLIO SE NON CI CREDI!!
            E per favore, evita di rispondermi che quei soldi
            foraggiano il clero, perchè quelle lì sono
            persone come te, che hanno sostituito Dio con il
            dio denaro. Ripeto, fai un giro in Africa e
            capirai cos'è la fede in Dio.per aiutare le persone in difficoltà non c'è bisogno di creare dei, diffondere storie inventate, fare riti e cerimonie, avere una gerarchia di persone che comandano, ecc.
          • someone scrive:
            Re: credenti e non credenti
            - Scritto da: Garbet P.
            vabbè. Quindi tu per spiegare l'esistenza del
            mondo, hai bisogno di presupporre l'esistenza di
            un dio che l'ha
            creato.

            benissimo.

            ora però devi spiegare chi ha creato il creatore.
            no non hai capito... l'esistenza del mondo è innegabilela sua iper complessità anchecome è innegable che non si riesce a capire come abbia potuto generarsi tutto questo (elementi che hanno contribuito alla formazione del bigbang compresi)ora... fino quando quest'ultimo quesito non sarà risolto non puoi dire che Dio non esista (ma anke il contrario).
            Bè, almeno questo è un buon modo per tenersi
            salda la poltrona, no? dedicare tempo ed energie
            a inventarsi nuovi creatori di creatori di
            creatori, e via così
            all'infinito. mai fatto una cosa del genere ...
            Se non siamo in grado di spiegare la cosa X, è
            meglio limitarci a riconoscere la nostra
            ignoranza.lol completamente d'accordo,sai... dovresti seguire i tuoi consigli... asd
            Non c'è bisogno di perdere tempo (e
            soldi, vedi l'8x1000) a inventare cose
            altrettanto inspiegabili.Meglio piuttosto
            dedicarsi a studiare e a fare ricerca vera,
            almeno quella qualcosa di concreto ha
            prodotto.beh diciamo che sono abbastanza d'accordo con te
    • Malcolm scrive:
      Re: credenti e non credenti
      Sai, anche il mondo era piatto, secondo gli scienziati dell'epoca...
      • longinous scrive:
        Re: credenti e non credenti
        - Scritto da: Malcolm
        Sai, anche il mondo era piatto, secondo gli
        scienziati
        dell'epoca...E per la chiesa è rimasto piatto e al centro dell'universo fino a pochi anni fa, quando hanno chiesto scusa a Galileo (meglio tardi che mai)
  • jobb scrive:
    fatwa
    emetto un va a quel paese a questo e a tutti gli altri arabi arretrati...se ne stessero al paesino loro...almeno li' possono emettere senza romperci le scatole...chissa' cosa emettono quando mangiano i fagioli.
    • lellykelly scrive:
      Re: fatwa
      gwas metwano
      • IL_DEFLORAT ORE scrive:
        Re: fatwa
        - Scritto da: lellykelly
        gwas metwanoWAAAAHAHAHAHAHAHAMI HAI FATTO VOLARE DALLA SEDIA!!!!!! :D :D :D ROTFL! (rotfl)
        • nessuno scrive:
          Re: fatwa
          - Scritto da: IL_DEFLORAT ORE
          - Scritto da: lellykelly

          gwas metwano

          WAAAAHAHAHAHAHAHA

          MI HAI FATTO VOLARE DALLA SEDIA!!!!!!


          :D :D :D ROTFL! (rotfl)visto che sono stati così gentili da eliminarmi il messaggio, lo rimetto.L'articolo è fatto solo per infiammare gli animi e per far fare trolling a tutto spiano, è un articolo inconsistente, è come dire che un prete ha detto che la terra sta ferma ed il sole gira intorno ad essa nel 2008.E' un articolo che crea razzismo e che è fatto apposta per crearlo e farvi dire cose insulse e razziste.Purtroppo c'è sempre qualcuno che ci casca, gli stupidi.buona continuazione redazione di tutto cuore.
          • nessuno scrive:
            Re: fatwa
            ah...rimetterò il messaggio fino a che non lo lascerete, dovessi rimanere collegata per 200 giorni di seguito, notte e giorno o usare un bot per farlo.
        • nessuno scrive:
          Re: fatwa
          - Scritto da: IL_DEFLORAT ORE
          - Scritto da: lellykelly

          gwas metwano

          WAAAAHAHAHAHAHAHA

          MI HAI FATTO VOLARE DALLA SEDIA!!!!!!


          :D :D :D ROTFL! (rotfl)rimetto di nuovo.L'articolo è un articolo per troll che fomenta l'odio tra religioni e non segue nemmeno la netiquette tanto sbandierata dai signori che gestiscono il forum, io so, io di qua ed io di là.E' un articolo che è stato fatto appositamente per farci cascare gli stupidi, infatti si vede che cosa è uscito.Un articolo del genere non serve a nulla, è come dire che un prete ha detto che la terra sta ferma ed è il sole che gli gira intorno.Più voi lo togliete questo messaggio, più io lo metto. Perchè se non fosse vero non lo togliereste.Ma in questo luogo, non era vero che tutti potevano dire tutto e che la redazione si faceva giusto giusto contestare anche pubblicamente?Detto da Schiavoni, non l'ho detto io.
    • pdsapaaaaa scrive:
      Re: fatwa
      - Scritto da: jobb
      emetto un va a quel paese a questo e a tutti gli
      altri arabi arretrati...se ne stessero al paesino
      loro...almeno li' possono emettere senza romperci
      le scatole...chissa' cosa emettono quando
      mangiano i
      fagioli.saggio tratto da "Ignoranza, razzismo e intolleranza" edito da Italia simmo i mmejo (intanto c'abbiamo er vaticano) s.p.a.
      • dilbert68 scrive:
        Re: fatwa
        hahaha lol
        • nessuno scrive:
          Re: fatwa
          ragazzi che troll che siete, ma questo è un articolo che è stato fatto apposta per infiammare gli animi, mica è un articolo serio.D'altronde è normale che ci sia sempre qualcuno che ci caschi...XDah, no...sono stupida, com'è che si dice?...ROTFL
      • longinous scrive:
        Re: fatwa
        - Scritto da: pdsapaaaaa
        - Scritto da: jobb

        emetto un va a quel paese a questo e a tutti gli

        altri arabi arretrati...se ne stessero al
        paesino

        loro...almeno li' possono emettere senza
        romperci

        le scatole...chissa' cosa emettono quando

        mangiano i

        fagioli.

        saggio tratto da "Ignoranza, razzismo e
        intolleranza" edito da Italia simmo i mmejo
        (intanto c'abbiamo er vaticano)
        s.p.a.credo sia proprio perché GIÀ abbiamo il vaticano che non vogliamo altri rompiscatole tra i piedi... che non ci basta il papa?
  • moncio scrive:
    di cosa ci stupiamo
    Se in nome del buonismo, continuiamo a definirci tutti uguali, non ci dovrebbe sconvolgere. Ma nella realtà esistono le "razze".. nessuna è migliore delle altre, ma sono tutte diverse fra loro. In quella "razza" è normale che avvengano certe cose..
    • Erasmusjam scrive:
      Re: di cosa ci stupiamo
      Non c'entra nulla il buonismo e nemmeno le "razze". Conta piuttosto la cultura, quella sì.Io direi che abbiamo poco di cui stupirci, questo è solo uno stadio appena meno evoluto dei cattolici che osteggiano i preservativi, o dei testimoni di geova che considerano peccaminosa la donazione di sangue. Le religioni sono e sempre saranno nemiche dell'evoluzione, della cultura e dell'intelligenza, quando ce ne renderemo finalmente conto noi allora potremo "stupirci" degli altri.
      • lellykelly scrive:
        Re: di cosa ci stupiamo
        da "non compromesso intellettualmente" posso dirti che non sono le religioni di persè a creare problemi, ma è la voglia di imporsi sugli altri e usare una storpiatura religiosa per farlo.
        • Pino scrive:
          Re: di cosa ci stupiamo
          - Scritto da: lellykelly
          ma è la voglia di imporsi sugli altri e
          usare una storpiatura religiosa per
          farlo.Hai centrato il punto.
          • JosaFat scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            Finalmente qualcosa di intelligente...
          • painlord2k scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            - Scritto da: Pino
            - Scritto da: lellykelly

            ma è la voglia di imporsi sugli altri e

            usare una storpiatura religiosa per

            farlo.

            Hai centrato il punto.Ma la religione islamica ha come punto fondate la Jihad, come praticata da Maometto il suo fondatore. Che non è uno "sforzo interno", ma una guerra contro quelli che non vogliono sottomettersi alla religione islamica (siano aderenti di altra religione o islamici non abbastanza ferventi o che interpretano differentemente l'Islam).Non dimentichiamo che nel suo primo secolo di esistenza, Islam conquistò militarmente tutto quello che stava tra la Spagna e l'Indo. E chi non si sottometteva veniva massacrato. In particolare in India sterminarono i regni bhuddisti che esistevano nell'India Occidentale.
        • earlati scrive:
          Re: di cosa ci stupiamo
          - Scritto da: lellykelly
          da "non compromesso intellettualmente" posso
          dirti che non sono le religioni di persè a creare
          problemi, ma è la voglia di imporsi sugli altri e
          usare una storpiatura religiosa per
          farlo.che roba e' un "non compromesso intellettualmente" ?Uno che non si compromette e' per definizione uno che non fa, quindi un equivalenza all' ativita' intellettuale vorra' mica dire che non pensi ?o pensi di non pensare ?
      • Undertaker scrive:
        Re: di cosa ci stupiamo
        - Scritto da: Erasmusjam
        Non c'entra nulla il buonismo e nemmeno le
        "razze". Conta piuttosto la cultura, quella
        sì.e come mai la cultura é diversa a seconda della razza che la sviluppa ?La cultura dei bianchi é uguale a quella dei neri ?NO
        • lellykelly scrive:
          Re: di cosa ci stupiamo
          ma gli idioti che decidono per tutti sono ovunque
        • Andonio scrive:
          Re: di cosa ci stupiamo
          Un tuo amico una volta disse che le razza ebraica doveva essere sterminata perche' era una razza inferiore.Si era dimenticato di Albert Einstein che era ebreo.Poi ho una brutta sorpresa per te: nessuno si ricorda che San Giuseppe, La madonna e Gesu' Cristo erano ebrei.
          • Undertaker scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            - Scritto da: Andonio
            Un tuo amico una volta disse che le razza ebraica
            doveva essere sterminata perche' era una razza
            inferiore.E chi sarebbe stato a dirlo ?Hai una fonte storica ?
            Si era dimenticato di Albert Einstein che era
            ebreo.
            Poi ho una brutta sorpresa per te: nessuno si
            ricorda che San Giuseppe, La madonna e Gesu'
            Cristo erano
            ebrei.Minchia, che brutta sorpresa, rosicheró fino a natale prossimo !
        • aaaaa scrive:
          Re: di cosa ci stupiamo

          La cultura dei bianchi é uguale a quella dei neri
          ?
          NOInvece si, quando si parla di religioni, il cattolicesimo per esempio, che ha roccaforti in quasi tutte le etnie, o anche le cultura musulmana + integralista si trova sia nei paesi arabi sia in malesia, che e' un paese asiatico, gli ebrei ortodossi ci sono anche nel corno d'africa e potrei continuare...
          • Undertaker scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            - Scritto da: aaaaa

            La cultura dei bianchi é uguale a quella dei
            neri

            ?

            NO
            Invece si, quando si parla di religioni, il
            cattolicesimo per esempio, che ha roccaforti in
            quasi tutte le etnie, o anche le cultura
            musulmana + integralista si trova sia nei paesi
            arabi sia in malesia, che e' un paese asiatico,
            gli ebrei ortodossi ci sono anche nel corno
            d'africa e potrei
            continuare...Ogni popolo ha avuto una o piú religioni, é ininfluente.Parlo di sviluppo e capacitá.Non mi verrai a raccontare che i negri africani siano intelligenti quanto i bianchi ? :o)
        • H5N1 scrive:
          Re: di cosa ci stupiamo
          - Scritto da: Undertaker
          e come mai la cultura é diversa a seconda della
          razza che la sviluppa
          ?
          La cultura dei bianchi é uguale a quella dei neri
          ?
          NOParlare di razze è scientificamente, socialmente e moralmente scorretto.
        • L.Srv scrive:
          Re: di cosa ci stupiamo


          Un paio di esempi? L'Iran e

          l'Afghanistan. L'Iran ha uno dei regimi islamici

          più intolleranti e teocratici in circolazione,

          battuto solo dal regime talebano in vigore in

          Afghanistan fino al 2003. Eppure nessuno dei due

          è un paese arabo. Sai cosa vuol dire Iran? Vuol
          come no ?Come no? A parte le risposte ignobili alla parte che non ho quotato ti informo che, purtroppo per te, le cose stanno esattamente così. Vai a studiare che è meglio.

          dire "Terra degli ariani". La stessa razza a cui

          oggi é la terra dei meticciCerto certo


          diceva di appartenere un tizio con dei baffetti

          da pirla che ha scatenato un macello 60 anni fa.

          Vuoi dire quando Francia ed Inghilterra gli
          dichiararono guerra
          ?No voglio dire quando ha invaso la Polonia per esempio (o l'Austria o la Cecoslovacchia). O magari quando il tuo idolo ha stretto un patto di non belligeranza con la Russia con l'intento già da subito di usarlo per pugnalare l'unione sovietica alle spalle. Vatti a studiare la storia.

          Prendi Khomeini, levagli il turbante, radigli la

          barba e poi dimmi se non potrebbe passare per un

          europeo.
          non potrebbe

          Potrebbe, perché la razza è quella.

          NOInvece il buon Khomeini era proprio di ceppo ariano. Informati.

          Eppure, nonostante la razza, sono i più fanatici

          di tutti. Poi, se uno vuole mettersi le fette di

          salame davanti agli

          occhi...Tu a quanto pare ti sei messo davanti agli occhi il maiale intero. Se sei un troll, ok ti sei divertito, ora vedi di fare qualcosa di costruttivo. Se invece ci credi davvero e non sei un ragazzino bamba allora c'è da preoccuparsi.
          • longinous scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            - Scritto da: L.Srv
            Se sei un troll, ok ti sei
            divertito, ora vedi di fare qualcosa di
            costruttivo. Se invece ci credi davvero e non sei
            un ragazzino bamba allora c'è da
            preoccuparsi.si firma Undertaker: È un ragazzino bamba!
          • JosaFat scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            Mi sa che è meglio che lui torni a fare quello che gli riesce meglio... scavare la terra
        • earlati scrive:
          Re: di cosa ci stupiamo
          - Scritto da: Undertaker
          e come mai la cultura é diversa a seconda della
          razza che la sviluppa
          ?
          La cultura dei bianchi é uguale a quella dei neri
          ?
          NOBhe, come dicono i saggi nostrani, 'Nessuno nasce imparato' e lo stesso vale per le civilta'.La culura media di una civilta' si evolve col tempo e col benessere, va da se che se vivi nella miseria hai poche occassioni per pensare alla cultura, quindi progredisci molto piu' lentamente.Poi c' e' il fattore orgoglio.Un altro saggio nostrano dice che 'l' orgoglio e' la virtu' dei pirla'.E chi tendenzialmente tende a farsi dominare dall' orgoglio combina poco e chi e' piu' orgoglioso meno progredisce.Comunque e' tardi, basta farneticazioni per oggi.Buona notte a tutti.
      • Disgra scrive:
        Re: di cosa ci stupiamo
        - Scritto da: Erasmusjam
        Non c'entra nulla il buonismo e nemmeno le
        "razze". Conta piuttosto la cultura, quella
        sì.
        Io direi che abbiamo poco di cui stupirci, questo
        è solo uno stadio appena meno evoluto dei
        cattolici che osteggiano i preservativi, o dei
        testimoni di geova che considerano peccaminosa la
        donazione di sangue. Le religioni sono e sempre
        saranno nemiche dell'evoluzione, della cultura e
        dell'intelligenza, quando ce ne renderemo
        finalmente conto noi allora potremo "stupirci"
        degli
        altrise credi veramente che le religioni siano contro la cultur hai dei serissimi problemi intellettuali...oppure linguistaci e confondi studio scientifico con cultura...per intenderci cultura è la cappella sistina la bibbia il corano se vuoi anche le piramidi ecc. ecc. ecc. tutti esempi di quanto possa la religione spronare a fare cose buone...ma forse è un altro discorso
        • the_m scrive:
          Re: di cosa ci stupiamo
          chi glielo spiega che esiste anche la cultura scientifica?le piramidi, visto come sono state costruite, non mi sembrano un bell'esempio da riportarela cappella sistina e tutto il resto che abbiamo in italia: bello indubbiamente, se adesso però si investisse un po' di più in qualcosa di utile magari il PIL sarebbe un po' migliore e i nostri figli non rischierebbero di vivere come poveri e morire di fame
        • HAL 9000 scrive:
          Re: di cosa ci stupiamo

          se credi veramente che le religioni siano contro
          la cultur hai dei serissimi problemi
          intellettuali...oppure linguistaci e confondi
          studio scientifico con cultura...per intenderci
          cultura è la cappella sistina la bibbia il corano
          se vuoi anche le piramidi ecc. ecc. ecc. tutti
          esempi di quanto possa la religione spronare a
          fare cose buone...ma forse è un altro
          discorsoMi sembra ti dimentichi di Galileo, dell'Inquisizione e altre persecuzioni non solo ai danni di chi la pensava diversamente dalla chiesa. ma anche a chi permetteva la diffusione delle loro idee (stampatori, ad esempio).400 anni per ammettere di aver sbagliato con Galileo e continuare a perserverare nell'errore quando si parla di ricerca scientifica, di testamento biologico e temi simili non depongono certo a favore della religione.
    • lellykelly scrive:
      Re: di cosa ci stupiamo
      questa gente ha un problema solo, prende quello che gli pare della religione e lo storpia a piacimento.guardare una prima di sposarsi è reato, sassarla dopo sposati perchè ha il rimmel troppo scuro è un dovere.
      • nessuno scrive:
        Re: di cosa ci stupiamo
        lasciateli stare, sono anni che vanno in giro per comunità a dire a destra e a manca quanto vorrebbero riaprire lager a tizio, caio e filano perchè sono minori a loro, dei in terra, ma mortali come chiunque altri.Sono dei troll, basta rispondergli per cortesia, fate solo il loro gioco.
    • dwddaw scrive:
      Re: di cosa ci stupiamo
      - Scritto da: moncio
      Se in nome del buonismo, continuiamo a definirci
      tutti uguali, non ci dovrebbe sconvolgere. Ma
      nella realtà esistono le "razze".. nessuna è
      migliore delle altre, ma sono tutte diverse fra
      loro. In quella "razza" è normale che avvengano
      certe
      cose..e tu che razza sei?razza d'idiota?
    • H5N1 scrive:
      Re: di cosa ci stupiamo
      Innanzitutto non esistono razze tra l'homo sapiens sapiens eccetto quella umana.In seconda analisi una cultura è ANCHE la sua religione, ma non SOLO.
      • Undertaker scrive:
        Re: di cosa ci stupiamo
        - Scritto da: H5N1
        Innanzitutto non esistono razze tra l'homo
        sapiens sapiens eccetto quella
        umana.L'hai deciso tu ?
        • H5N1 scrive:
          Re: di cosa ci stupiamo
          Non l'ho assolutamente deciso io, ma il termine razza indica, appunto, una classificazione nel mondo animale (e non vegetale) di esseri che hanno caratterisctiche simili.Studiati la classificazione dei regni, prima di giudicare.
          • Undertaker scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            - Scritto da: H5N1
            Non l'ho assolutamente deciso io, ma il termine
            razza indica, appunto, una classificazione nel
            mondo animale (e non vegetale) di esseri che
            hanno caratterisctiche
            simili.
            Studiati la classificazione dei regni, prima di
            giudicare.studia stocazzo
          • earlati scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            - Scritto da: H5N1
            Non l'ho assolutamente deciso io, ma il termine
            razza indica, appunto, una classificazione nel
            mondo animale (e non vegetale) di esseri che
            hanno caratterisctiche
            simili.
            Studiati la classificazione dei regni, prima di
            giudicare.Ma le razze esistono, non facciamo confusione.Il anto abusato termine razzismo indica la denigrazione di una razza umana rispetto ad un' altra ( a volta si applica anche ad etnie di una stessa razza, ma non voglio complicare il ragionamento )Comunque tratta da wiki ecco la definizione di razza:Col termine razza viene inteso un gruppo di esseri viventi appartenenti ad una stessa specie e accomunati da caratteri comuni che si differenziano, in modo più o meno marcato, da altri gruppi di esseri viventi appartenenti alla stessa specie.
          • H5N1 scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            E difatti:HOMO SAPIENS SAPIENSspecie: Homo sapiensrazza: umanaNon ho detto che non esiste la razza, ma che l'uomo ne ha una sola.Ai tempi del Nazifascismo furono fatti studi per far crede che esistessero diverse razze umane. Successivamente la mappatura genetica ha dimostrato che, scientificamente, la razza umana è una.Ipse dixit.
          • earlati scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            - Scritto da: H5N1
            E difatti:
            HOMO SAPIENS SAPIENS
            specie: Homo sapiens
            razza: umana

            Non ho detto che non esiste la razza, ma che
            l'uomo ne ha una
            sola.
            Ai tempi del Nazifascismo furono fatti studi per
            far crede che esistessero diverse razze umane.
            Successivamente la mappatura genetica ha
            dimostrato che, scientificamente, la razza umana
            è
            una.

            Ipse dixit.lascio parlare altri :http://www.summagallicana.it/Volume2/B.XVIIII.06.1.htmma i punto non e' la modalita' della classificazione, ma la rivalita etnica a prescindere verso un' altra razza, cosa ovviamente sbagliataIn italia credo che non piaccano certe categorie di persone non tanto per l loro rzza ma per il grado di degrado ch si portano dietro,
          • H5N1 scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            Il termine razza è usato impropriamente.Attualmente, confermo, la mappatura del genoma umano ha stabilito che tutti gli appartenenti al genere umano appartengono ad una sola razza.
          • earlati scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            - Scritto da: H5N1
            Il termine razza è usato impropriamente.
            Attualmente, confermo, la mappatura del genoma
            umano ha stabilito che tutti gli appartenenti al
            genere umano appartengono ad una sola
            razza.E chi lo stabilisce se e' improprio o meno usare la parola razza per definire una razza da un altra ?Ma che senso a perdere tempo a disguisire su simili sciocchezze ?Se si vuole proprio sindacare sul nulla allora si trovano argomentazioni per confutare qualunque nome usato per indicare qualunque , ma a che pro ?E che contributo potrebbe dare questo sofismo alla discussione originale ?
          • H5N1 scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            Attualmente l'uso del termine razza per indicare quello che invece è un'etnia è elemento sufficiente a configurare il reato di discriminazione.Detto più semplicemente: chi usa il termine "razza" è razzista.
          • H5N1 scrive:
            Re: di cosa ci stupiamo
            Come in ogni cosa il buonsenso dovrebbe prevalere, mentre sembra sia molto in voga utilizzare le parole come armi.Se è vero, da un lato, che è lecito accettare il termine "razza" inteso in senso lato credo che l'uso che se ne è fatto in questi commenti sia tutt'altro che generico e l'accezione non lascia spazio ad interpretazioni.Utilizzare il termine razza per individuare una collettività di individui e relegarla (o ghettizzarla, vedete un po' voi) è quantomeno discutibile.Resta poi il fatto che la forma è solo il vestito delle cose e puoi vestirti bene quanto vuoi, ma se puzzi si sente...
    • ninjaverde scrive:
      Re: di cosa ci stupiamo
      - Scritto da: moncio
      Se in nome del buonismo, continuiamo a definirci
      tutti uguali, non ci dovrebbe sconvolgere. Ma
      nella realtà esistono le "razze".. nessuna è
      migliore delle altre, ma sono tutte diverse fra
      loro. In quella "razza" è normale che avvengano
      certe
      cose..Ma qui non si tratta di razza, ma di interpretazioni coraniche.Il che confonde gli islamici, poichè internet non c'era quando Maometto fece scrivere il Corano (infatti lui era analfabeta)... E quindi adesso è un bel pasticcio!!Probabilemete la futura sposa potrà mandare una sua foto per e-mail, ma crittata e forse vestita col burka. :Ma per il momento non è un problema nostro (a meno che l'Italia non si islamizzi)... :|Per Bacco avevo scritto il nome del Profeta in minuscolo.. :|-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 09 ottobre 2008 12.58-----------------------------------------------------------
      • earlati scrive:
        Re: di cosa ci stupiamo
        - Scritto da: nr: nessuno- Scritto da: Vvvvvvvvvv

        Se noti però non puoi neanche dimostrare il

        contrario, cioè che dio

        esiste.


        ok...vuoi dimostrazione scientifica?


        --------------------------------------------------ma La religione non va' dimostrata.Esiste semplicemente perche' serve credere che esista.Quando la logica non basta a digerire certi bocconi amari credere che esista qualcuno di importante che pensi a te puo' darti un certo sollievo.Visto che e' una soluzione invntata di sna pianta la puoi modellare in base ai tuoi bisogni e necessati, solo che trovi un sacco di gente che invece di sfruttarla per trarne sollievo morale se ne fanno pilotare e si complicano la vita intilmente.
        • ninjaverde scrive:
          Re: di cosa ci stupiamo



          ma La religione non va' dimostrata.
          Esiste semplicemente perche' serve credere che
          esista.
          Quando la logica non basta a digerire certi
          bocconi amari

          credere che esista qualcuno di importante che
          pensi a te

          puo' darti un certo sollievo.

          Visto che e' una soluzione invntata di sna pianta
          la puoi modellare in base ai tuoi bisogni e
          necessati, solo che trovi un sacco di gente che
          invece di sfruttarla per trarne sollievo morale
          se ne fanno pilotare e si complicano la vita
          intilmente.Una saggia signora anziana una volta mi disse:"L'uomo si è evoluto da un antenato che non camminava eretto. Adesso è eretto, ma la schiena non è ancora perfettamente dritta e quindi cerca sempre di attaccarsi a qualcosa."Ma era anche una donna che conosceva i valori spirituali.La spiritualità non è religione. La religione è gestita da uomini, e tende a renderli schiavi. La spiritualità tende invece a rendere liberi gli uomini.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 11 ottobre 2008 11.14-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti