Un computer scoverà i comportamenti anomali

In pubblico, specialmente in aeroporti e stazioni, sarà bene comportarsi nel modo più prevedibile per evitare di essere scambiati per terroristi
In pubblico, specialmente in aeroporti e stazioni, sarà bene comportarsi nel modo più prevedibile per evitare di essere scambiati per terroristi

Un sistema informatico capace di cogliere segnali di comportamento sospetto e trasmetterli alle forze dell’ordine. Su questo, e nientemeno, stanno lavorando gli scienziati del NICTA , laboratorio finanziato dal governo federale australiano.

L’idea, che spaventa qualcuno, è che sia possibile anche tra la folla individuare chi si comporta in modo sospetto e che, di conseguenza, meriti di essere fermato per accertamenti. Il tutto in una logica anti-terrorismo.

Secondo CSOonline.com , il progetto già dispone di un fondo da 380mila euro garantito da Canberra.
Uno dei ricercatori spiega:

“Ci sono già tecnologie che segnalano quando, ad esempio, un bagaglio viene abbandonato in un luogo pubblico, ma noi stiamo lavorando su algoritmi non solo capaci di individuare persone basandosi sul riconoscimento del volto ma anche di analizzare il livello della minaccia analizzando il comportamento, per raccogliere informazioni preliminari capaci di indicare se sta accadendo qualcosa di inusuale. Questo aumenterebbe la possibilità di individuare una minaccia reale” .

Come segnala TechDirt , possiamo attenderci una gran quantità di falsi allarmi o, come indica qualcuno, di gente pronta ad agire in modo sospetto per farsi poi quattro risate. Per non parlare di chi ha abitualmente comportamenti tanto anomali quanto perfettamente leciti. Almeno fino ad oggi.

Link copiato negli appunti

Ti potrebbe interessare

03 09 2006
Link copiato negli appunti