Un display che corregge la vista

Ricercatori statunitensi sviluppano un display in grado di adattarsi automaticamente ai difetti visivi dell'utente, eliminando in teoria la necessità di usare occhiali o lenti a contatto. Il display è 3D e l'algoritmo software personalizzabile

Roma – I ricercatori del MIT Media Lab lavorano a un display in grado di adattarsi alle capacità visive di ogni utente, una tecnologia che unisce l’uso di hardware 3D e algoritmi software personalizzabili sulla base delle diverse esigenze, nell’obiettivo di eliminare la necessità di adottare occhiali o lenti a contatto quando si guarda ad un monitor digitale.

Gordon Wetzstein, uno dei ricercatori impegnati nel progetto, esemplifica gli effetti della nuova tecnologia parlando di occhiali da vista che, in certo senso, vengono integrati direttamente all’interno del display e non necessitano più dell’uso di supporti esterni.

Le persone sono oramai dipendenti dai display, spiega Wetzstein, e sviluppare un tipo di schermo in grado di adattarsi alle capacità visive di ognuno rappresenterebbe un passo avanti importante per migliorare la qualità della vita di utenti affetti da miopia o presbiopia.

L’uso di un display 3D (già sviluppato in precedenza in seno al MIT) permette di fornire due immagini diverse per ciascun occhio, caratteristica necessaria nel caso in cui i difetti alla vista non siano identici per entrambe gli occhi. L’algoritmo software creato dai ricercatori si incarica invece di adattare le immagini da mostrare a pieno schermo.

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ... scrive:
    d'altronde si sa...
    che israele e' soltanto un altro dei territori d'oltremare statunitensi.Le potentissime lobby ebree che stanno negli usa manonvrano ingentissimi capitali e influenzano le scelte politiche della Casa Bianca, vari presidenti sono stati eletti con l'apporto determinate delle lobby ebree che al momento giusto, vanno a battere cassa.Dimona dice niente?mi sa che agli inglesi rode il XXXX che israele sia piu ammanicato di loro con gli usa, ma tant'e'...PS: che palle, "avrebbe intessuto"... avrebbe... si, come no. vai a XXXXXX, annunziata.
  • ratte scrive:
    LOL
    Ho trovatooo!!! Ho scoperto l'acqua calda!!! o/
    • dontlol scrive:
      Re: LOL
      ovvio, ma leggere documenti in cui e' scritto nero su bianco e' diverso da fare congetture per quanto verosimili. E' la lezione di Snowden e Assange, la realta supera le congetture.. "..Edward Snowden shed substantial new light on how the U.S. and its partners directly enable Israels military assaults such as the one on Gaza..."*directly*
      • ratte scrive:
        Re: LOL
        Baaah... siii.... nooo.... non sooo... a me Eduar Snouden non getta nessuna nuova luce, ne i documenti neri su bianchi cambiano nulla... ma è soggettivo.A quelli che ci cambia qualcosa, invece, io non sarei così sicuro che proprio proprio, in fondo in fondo, ci cambia un gran che... mi pare.o/ !-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 agosto 2014 10.26-----------------------------------------------------------
        • Sky scrive:
          Re: LOL
          No ma infatti, son rimasto così stupito che sarei perfino caduto dalla sedia se le forze armate israeliane non usassero armi e veicoli ed organizzazione statunitensi da 50 anni, se i servizi segreti israeliani non fossero altro che il braccio armato statunitense in medioriente da 50 (and so on).
      • Skywalker scrive:
        Re: LOL
        "the U.S. government feeds Israel the weapons it uses and steadfastly defends its aggression both publicly and at the U.N.; the U.S. Congress unanimously enacts one resolution after the next to support and enable Israel;"[MODE IRONIA ON] Tutte attività "segrete" e mai rivelate prima di Snowden [MODE IRONIA OFF](che ha ampi meriti, ma non certo per aver rivelato gli atti PUBBLICI dell'ONU o del Congresso USA)Tra l'altro l'articolo riporta che nello scambio di informazioni volte ad individuare "targets" collaborano *directly* i servizi di intelligence di USA, Canada, GB ma anche Giordania e persino Autorità Nazionale Palestinese... ...perché un conto è condividere che "Cesare Battisti è nascosto in R. Luiz Beltrão, 147 a Rio de Janeiro" o vendere un ICBM, ed un altro decidere di mandare quell'ICBM a quell'indirizzo per risolvere definitivamente il problema Cesare Battisti. Soprattutto sapendo che a quell'indirizzo si trova anche l'Ospedale di Rio de Janeiro.Dall'articolo:"The surveillance-sharing relationship with Israel has expanded to include the NSAs British and Canadian counterparts, GCHQ and CSEC, both of which actively participate in feeding the Israelis selected communications data they have collected.""The NSA and GCHQ receive intelligence about the Palestinians from many sources. The agencies have even succeeded in inducing the U.S.-supported Palestinian Authority Security Forces (PASF) to provide them with surveillance and intelligence about other Arab groups in the region""The PASF organisations are not themselves a military or terrorist threat to either the US or its allies: however, the groups the PASF personnel report on include many groups classified as terrorist organisations by the US government"NSAs partnership with EWD [the Jordanian Electronic Warfare Directorate] is a well established, long-standing and trusted relationship dating back to the early 1980s.
        • bubba scrive:
          Re: LOL
          - Scritto da: Skywalker(cut)
          "The NSA and GCHQ receive intelligence about the
          Palestinians from many sources. The agencies have
          even succeeded in inducing the U.S.-supported
          Palestinian Authority Security Forces (PASF) to
          provide them with surveillance and intelligence
          about other Arab groups in the
          region"

          "The PASF organisations are not themselves a
          military or terrorist threat to either the US or
          its allies: however, the groups the PASF
          personnel report on include many groups
          classified as terrorist organisations by the US
          government".... ieri su la7 hanno rimandato in onda "lord of war" con nicolas cage. Finisce con una frase TIPO "i maggiori produttori ed esportatori di armi nel mondo sono usa, russia, cina, francia e inghilterra. Tutti membri permamenti del consigio di sicurezza dell'ONU. L'ONU e' un organizzazione internazionale volta a favorire la soluzione pacifica delle controversie internazionali, mantenere la pace e promuovere il rispetto per i diritti umani "
          • Sky scrive:
            Re: LOL
            Ma infatti, perchè i media mostrano i crateri delle bombe, la gente che crepa... ma non dicono "questo cratere è stato scavato da una bomba russa/cinese/americana/ecc.", non dicono "la gente, che non ha manco gli occhi per piangere, si sta sparando da vent'anni con proiettili venduti (creando debito) da russia/cina/america/ecc.": dei problemi si fanno vedere i risultati, ma non le cause.E son sicuro che lo stesso problema l'abbiamo in ambito virus, per dirne un'altra: non ci credo che "tutto il problema" è dovuto ai "soliti ragazzini" che creano nuovi virus (o usano i kit per generarli on demand): c'è un giro troppo enorme di quattrini per firewall ed antivirus per essere la risposta ai "soliti ragazzini" (o cracker o hacker).
      • Osvy scrive:
        Re: LOL
        - Scritto da: dontlol
        ovvio, ma leggere documenti in cui e' scritto
        nero su bianco e' diverso da fare congetture per
        quanto verosimili. E' la lezione di Snowden e
        Assange, la realta supera le congetture.. la realtà non immaginabile è che gli USA spiino la Germania o la Francia,o molte altre cose svelate da Snowden (tanto di cappello, un eroe moderno che ha sacrificato la sua vita per la nostra): in questo caso, francamente, non è che non lo sapevamo. Tra l'altro, se non sbaglio, i programmatori israeliani sono tra i più vispi a giro, ed è da immaginare che, specie con le precedenti amministrazioni USA, del lavoro "sXXXXX" sia stato fatto fare ad Israele (mi viene da pensare al virus contro gli impianti iraniani di arricchimento dell'uranio).Dopodiché, voglio anche essere "politicamente scorretto": a me l'ironia sui "missili intelligenti" mi fa storcere un po' il naso. Se quello che hanno fatto a Gaza fosse stato fatto con le bombe vecchio stile, altro che 1600 morti.. (la striscia di Gaza tra l'altro è uno dei posti a più alta densità di popolazione: 1.800.000 persone in un fazzoletto) e poi perfino gli sms di avviso.. certo, morti a parte, anche vedere tutte quelle case distrutte spezza il cuore, penso succedesse a me di tornare a casa e vedere solo macerie... accidenti alla guerra ed al nostro cervellaccio
Chiudi i commenti